Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Il tredicesimo segno zodiacale


  • Per cortesia connettiti per rispondere
158 risposte a questa discussione

#41 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 782 messaggi

Inviato 15 ottobre 2018 - 07:08

Quarda che l'astrologia non è chiaroveggenza. Non si "indovina" un segno zodiacale da uno scritto su internet. Già che tu abbia quest'idea è assurdo. 

 

Io vorrei capire esattamente qual è il tuo punto e su cosa hai da ridire, piuttosto che continuare a dare dell'ignorante a oltranza. 

 

Il titolo del thread è "il tredicesimo segno zodiacale". Qual è il tuo punto in merito a questo? Pensi che non esista un tredicesimo segno, oppure che debba essere integrato nello zodiaco attuale? Oppure sei dell'opinione che questo semplicemente invalidi l'astrologia?

 

Non sei d'accordo sul fatto che segni e costellazioni non siano la stessa cosa, ok. Quindi pensi che dovremmo tener conto delle precessioni e usare lo zodiaco siderale (esiste quel tipo di astrologia)? Per quanto riguarda i gradi delle costellazioni, che differiscono da quelli standard di 30° dei segni, ritieni sia opportuno attenersi all'effettiva estensione delle costellazioni?

 

Non sei d'accordo sul fatto che lo zodiaco è una proiezione interiore, d'accordo. Quindi ritieni che pianeti e costellazioni abbiano un'energia propria e che esercitino un influsso su di noi? Se sì, come pensi avvenga questo influsso?

 

Poi ha riportato degli aneddoti storici, come il fatto che Bilancia e Scorpione fossero un segno unico (io sapevo che la Bilancia era inclusa nella Vergine, essendo la dea Astrea a tenere in mano una bilancia, ma potrei ricordare male); alla luce di queste conoscenze, qual è la tua conclusione? Che lo Zodiaco è un'invenzione dell'uomo e che di per sé non esiste così come lo conosciamo oggi, con 12 segni?

 

Queste sono tutte domande a cui non ho avuto risposta, per cui non ho capito esattamente quale idea tu stia portando avanti, a parte quella che io e astro siamo stupidi.

 

Poi ci sarebbero altre domande da fare. Hai familiarità col concetto di divinazione e sui principi sui quali si basa, e da cui poi sono nati rune, tarocchi, lettura della mano, astrologia e altro? Hai familiarità con Jung, Neumann, col concetto di inconscio collettivo? Conosci qualcosa di esoterismo? Te lo chiedo perché non capisco da quale formazione culturale tu parta e non riesco a farmi un'idea dell'angolazione da cui osservi l'argomento astrologia.

 

 

A me sembra piuttosto allucinato perché non riesce a seguire un ragionamento e tende a fraintendere quello che gli viene detto.

Ad esempio Anthony gli ha parlato di proiezione intendendo proiezione in senso psicologico, e lui gli ha risposto che era fuori (di testa) come un balcone. E perché mai Anthony dovrebbe essere fuori di testa?

 

Secondo me Anfiarao ha capito che gli uomini con la forza del pensiero avrebbero modellato i pianeti o qualcosa del genere, ma non era affatto questo ciò che intendeva Anthony.

 

Mi associo a ciò che dice Anthony, Anfiarao spiegacelo tu che cosa dovremmo fare con Ofiuco perché finora non siamo riusciti a capire come la pensi, ma solo che noi non capiamo nulla di astrologia e di tutto il resto.

 

 

Rispondendo anche a Bobbg, per me possiamo integrare le conoscenze storico-archeologiche con quelle psicologico-umanistiche, l'importante è non trattarsi come pezze. L'astrologia che pratico io è del secondo tipo, per cui non ho una grande conoscenza né di astronomia, né di storia. Per quello che so, che ho imparato alle lezioni a cui ho assistito, le notizie più antiche che abbiamo in merito risalgono ai Sumeri, che avevano uno zodiaco già basato su dodici segni, anche se poi non consideravano il Sole, ma le eclissi lunari (un po' come fanno i vedici, che considerano la Luna più importante).

 

L'unico link che ho trovato online e che sintetizzi un po' le informazioni che avevo, è questo: http://altragenesi.b...diaco-dei.html 

mi sembra attendibile, ma non essendo uno storico, non posso dirlo con certezza.

 

Quello che noto io, nella pratica astrologica, è che le mitologie delle costellazioni spesso non corrispondono alle caratteristiche dei segni. Per esempio, parlando del Capricorno, segno invernale di prudenza, rigore, autonomia e auto-realizzazione, trovo poche attinenze col dissoluto dio Pan che si trasforma in pesce-capra per sfuggire all'ira di Tifone. Insomma il mito della costellazione non mi dice nulla del segno, e questo capita anche con gli altri, a parte poche eccezione (per esempio i Gemelli-Castore e Polluce). Quindi ne deduco che l'archetipo del Capricorno come oggi lo si intende in astrologia venga da altro.

 

Se qualcuno conosce lo Zodiaco sumero e sa spiegarmi le mitologie associate ai vari segni, gliene sarei grato.

 

Anthony,  scusa ma devo presentare il curriculum? Mi pare di si...So quello so, e non mi basterebbe un anno per scrivere le mille sfaccettature delle mie conoscenze...che poi, a pro di che? Non avete capito quello che vi ho spiegato fino ad ora, figuriamoci se capite il resto( tu e Astro)...abbiate l' umiltà di mettervi dei limiti, io lo faccio, infatti intervengo solo dove so che posso permettermi di contribuire. Poi, sei tu che hai azzardato il mio essere Ariete andando a vedere il mio profilo, quindi, chi si è basato su quel dato farlocco io o tu? Mah...Sul Dio Pan ti ho dato " un assaggio" di quello che è, e chi conosce e ha studiato bene quella divinità sa anche che è più che azzeccato il/la segno/costellazione del Capricorno...sull' Ofiuco, avrei da scrivere un bel po anche su quello ma visto la plebe a che serve? Scartando Bobbg e Purple ovviamente che sono intervenuti di recente. 

 

 

PS mi dimenticavo di Astrea, c' è qualche testo più antico di Ovidio, fai qualche ricerca...e la donna della costellazione della Vergine non tiene in mano una bilancia ma una spiga di grano, e qui Ovidio, ti fa capire perchè...che poi, ora che ci penso...Ovidio non parla proprio di bilancia nelle mani di Astrea!


  • BrantPa piace questo
 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 

#42 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 808 messaggi

Inviato 15 ottobre 2018 - 07:33

Peccato, poteva essere una discussione proficua per entrambi, ma a quanto pare tu hai tutta la scienza del mondo in mano e io sono un ebete, quindi pazienza. 


"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#43 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 15 ottobre 2018 - 08:28

Non fumo dal 24 agosto, ma adesso mi ritrovo con una sigaretta in mano, anche se non l'ho ancora accesa.

 

Anfiarao mi ha fatto proprio incazzare.

 

Ma che me ne frega a me se vuol pensare che segni e costellazioni sono la stessa cosa?

 

E' un po' come dire che lo spek che mi sono mangiato, e la confezione di plastica che lo conteneva sono la stessa cosa. 

 

Visto che c'ho ancora un po' di fame, adesso recupero la confezione di plastica dalla spazzatura, e mi mangio pure quella.

 

:glee:



#44 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 782 messaggi

Inviato 15 ottobre 2018 - 09:29

Non fumo dal 24 agosto, ma adesso mi ritrovo con una sigaretta in mano, anche se non l'ho ancora accesa.

 

Anfiarao mi ha fatto proprio incazzare.

 

Ma che me ne frega a me se vuol pensare che segni e costellazioni sono la stessa cosa?

 

E' un po' come dire che lo spek che mi sono mangiato, e la confezione di plastica che lo conteneva sono la stessa cosa. 

 

Visto che c'ho ancora un po' di fame, adesso recupero la confezione di plastica dalla spazzatura, e mi mangio pure quella.

 

:glee:

 

Povera stella, ah, non bruci,  peccato. 

 

Sai come si dice dalle mie parti quando sei incazzato? Piscia sulla (tua) scopa. Saluti.

 

PS, se scrivero' ancora qualcosa, ( non lo so) tranquillo che non ti interpello, visto che non sai rispondere. E' come pretendere di sentire a voce da uno che è nato muto....


 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 

#45 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 782 messaggi

Inviato 16 ottobre 2018 - 10:06

A capire che segno è .....non intervengo, ma, Anfiarao è un archeologo e studioso di belle arti. Non reputo neanche Ot il suo intervento in questa sezione. Io ho imparato a capire il suo modo di scrivere e infatti da questo thread ha spiegato come nascono i simboli dei segni zodiacali e delle valenze dei pianeti in modo storico..  filosofico, antico e storico. Se glie lo chiedi, ti potrebbe spiegare anche tutti gli altri segni zodiacali sparsi per il cielo e infatti, mi aspettavo spiegasse cosa comporterebbe Ofiuco se divenisse il 13esimo segno che mi interessa. Già, dicendo che la bilancia non c'era ma al suo posto c'era lo scorpione mi ha già fatto intendere perchè Michele l'arcangelo lo si festeggia in un segno di venere mentre lui è simboleggiato da marte scorpionico...

 

 

3aa25ffd1d3ec1b2e9e5d7753373c91a.jpg

 

 

L' incisione ( qui policroma ma in realtà monocroma) fu eseguita da un incisore di nome Durer nel 1515 ed illustra il Cielo Settentrionale con i relativi 12 segni  /costellazioni dello zodiaco e alcune Paranatellonta, cosa sono queste ultime e perchè ci interessano:

 

" I Paranatellonta  determinano il destino degli uomini e la qualità della loro vita  e della loro morte, a secondo dell' aspetto che assumono sorgendo e tramontando sull' orizzonte celeste al momento della nascita dell' individuo. Essi occupano tutti i trecentosessanta gradi dell' eclittica in modo che a ogni segno/costellazione dello zodiaco corrispondono 30 paranatellonta ciascuno."

 

Come si può notare nella carta celeste ce ho postato sopra, Ofiuco, detto " il portatore del serpente" ha un piede poggiato sulla ruota zodiacale tra Sagittario e Scorpione, e quel piede dovrebbe corrispondere alla "stella" della costellazione che sfiora l' eclittica, ripropongo il modello che Anthony ha postato prima con la sua affermazione:

 

Aggiungo una cosa: l'Ofiuco, cioè il tredicesimo segno, non può far parte dello zodiaco semplicemente perché non è contenuto nell'eclittica, se non per una singola stella. Guardate voi stessi l'immagine:

 

 

 

nuovi-segni-zodiacali-ofiuco.jpg

 

 

Mi trovo a confermare quanto Anthony affermava prima, in queste condizioni non può entrare a far parte delle/dei 12 costellazioni/segni dello zodiaco, perchè che si guardi alla "mia mappa celeste" o al "grafico di Anthony",  è nella mia proiettata " dentro" in quello di Anthony "fuori", tanto da non farla entrare "in rotazione" e di conseguenza farla attraversare dal "moto apparente del Sole." Tuttavia, risentiamo di Ofiuco energeticamente (dell' energia dei suoi astri) come "secondo effetto" dopo quello dell' energia  proiettata dai due segni/costellazioni che "ruotano" nella ruota dello zodiaco ( Sagittario e Scorpione). Ma Ofiuco, chi è e che influenze porterebbe?  Bella domanda! E' un Dio che nasce dal "rogo di una mortale" ( sua madre Coronis) ed è un Dio conosciuto per le arti mediche, il Dio Asclepio. Tuttavia, è un tipo di Medicina la sua che sfiora non solo la scienza, ma l' occultismo stesso, una medicina pericolosa capace di inaugurare "un nuovo ordine cosmico": Asclepio resuscitò un morto. Tuttavia, è "il confine che non si deve valicare", per questo gesto, Asclepio fu incenerito da Zeus, la lezione è la seguente  "chiunque cerchi di attraversare il confine che compromette l' equilibrio cosmico ( vita e morte), sarà vittima del fuoco celeste". E' Ofiuco quindi la medicina che travalica i suoi confini sfociando nel "dissacrato e nel pericoloso"...è un caso che il simbolo di Asclepio, il bastone con un serpente ( o due) intrecciati sia il simbolo farmaceutico? No...come si può dire che i farmacisti e i medici siano sotto la sua influenza. E' definito un segno di acqua, mi trovo d' accordo, poichè il serpente è il simbolo dell' acqua e l' emissario di questo elemento sin dall' antichità: Apollo trucida il  Pitone avvolto intorno alla fonte Castalia, Poseidone invia due serpenti a trucidare Laoconte dal mare, L' Oceano è il grande serpente che avvolge con le sue spire acquatiche ( le onde) la Terra, il Tempo e la Necessità sono le due entità primordiali dal corpo di serpente," il cosmo pulsa tra Toro e Serpente". L' Ofiuco, è forse, insieme al Toro, la costellazione/segno che potrebbero celare i primordi dell' universo stesso esotericamente parlando.       


  • Bobbg e Anthony Van De Boer piace questo
 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 

#46 Bobbg

Bobbg

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 692 messaggi

Inviato 16 ottobre 2018 - 10:40

Ne metterei due di "mi piace".... Nella mia fantasia che supera a volte la realtà di tenere i piedi per terra, sembrerebbe quindi che se introduciamo il 13 segno, si comincerrebbe ad applicare la scienza medica per ..resuscitare, forse è per la scoperta/dubbio di quando si cominciò a parlare di Ofiuco che cominciarono anche le clonazioni di animali e ..si dice anche di persone? Forse è stato meglio rigettare tale costellazione per salvaguardare l'integrità della vita e la sua esistenza divina? Risulta qualcuno folgorato degli scienziati clonatori? Essendo un segno d'acqua, ofiuco, comunque, i cloni di pecoara o altro dissero che non vivevano a lungo perchè le cellule si ...scioglievano!?
Premetto che la tua è storia filosofica, la mia fantasia..!
  • Anfiarao piace questo

#47 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 808 messaggi

Inviato 16 ottobre 2018 - 10:52

Grazie Anfiarao, ora mi è tutto molto più chiaro. Non c'era bisogno di litigare, così la discussione è molto interessante. Nell'astrologia che ho studiato io i parantellonta non vengono utilizzati e non si parla propriamente di influssi celesti, ma è sempre bello integrare nuove informazioni, per cui mi documenterò al riguardo.


  • Anfiarao piace questo

"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#48 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 782 messaggi

Inviato 16 ottobre 2018 - 10:54

Ne metterei due di "mi piace".... Nella mia fantasia che supera a volte la realtà di tenere i piedi per terra, sembrerebbe quindi che se introduciamo il 13 segno, si comincerrebbe ad applicare la scienza medica per ..resuscitare, forse è per la scoperta/dubbio di quando si cominciò a parlare di Ofiuco che cominciarono anche le clonazioni di animali e ..si dice anche di persone? Forse è stato meglio rigettare tale costellazione per salvaguardare l'integrità della vita e la sua esistenza divina? Risulta qualcuno folgorato degli scienziati clonatori? Essendo un segno d'acqua, ofiuco, comunque, i cloni di pecoara o altro dissero che non vivevano a lungo perchè le cellule si ...scioglievano!?
Premetto che la tua è storia filosofica, la mia fantasia..!

 

Ofiuco, per me, rientrerebbe più nelle Paranatellonta, e non tra i 12 segni/costellazioni zodiacali. Tuttavia, come ho su scritto subiamo la sua influenza  energetica, quella dei suoi astri, quelli che la compongono...e le tue osservazioni sono da prendere in considerazioni decisamente perchè è " l' eccesso della medicina". Ai tuoi esempi aggiungerei lo studio eccessivo delle cellule, del DNA e le sue combinazioni, del voler a forza e molte volte, senza necessità, carpire cosa si celi dietro un grembo o un guscio d' uovo, cose che, la natura ci cela con la non trasparenza se ci fai caso. 


  • Bobbg piace questo
 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 

#49 Bobbg

Bobbg

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 692 messaggi

Inviato 16 ottobre 2018 - 11:06

Si, anche... sembra allora che come si è scoperto Ofiuco, sia partita una branchia della medicina non etica ma anche a rigettare l'esistenza di Ofiuco, oramai c'è, è stata menzionata. Come se le sue energie influssi, una volta entrate a far parte della nostra memoria, non può essere dimenticato. Del resto, la memoria è di saturno che concretizza, cristallizza.... il pianeta piu yin di tutti. .....acci, mi sembra di risvegliare un'altro 10% delle potenzialità del nostro cervello!!!! Se continua cosi la prossima volta chattiamo telepaticamente risparmiando su connessioni internet . ..scherzo.
  • Anfiarao piace questo

#50 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 782 messaggi

Inviato 16 ottobre 2018 - 12:10

Grazie Anfiarao, ora mi è tutto molto più chiaro. Non c'era bisogno di litigare, così la discussione è molto interessante. Nell'astrologia che ho studiato io i parantellonta non vengono utilizzati e non si parla propriamente di influssi celesti, ma è sempre bello integrare nuove informazioni, per cui mi documenterò al riguardo.

 

Purtroppo, i Paranatellonta non vengono usati, hai ragione,di fatti, questi/e segni/costellazioni conobbero un millennio di oblio per essere poi riscoperte e reintrodotte negli studi Basso-medievali e nel Rinascimento. Io ti dirò, se non avessi una cultura classica ferrata, ibrido tra archeologia, storia dell' arte e lettere antiche, difficilmente si riuscirebbero a capire i significati e le valenze energetiche profonde delle Paranetellonta. Come anche sarebbe difficile capire la teoria dei Decani ( 36 Divinità astrali) che tramite i 7 pianeti pianeti ( ora 10) , governati da Demoni ( un tempo gli Dèi e poi dopo i Demoni, e ancora dopo gli Angeli) vegliano e influenzano il mondo sublunare; se uno associa tutti questi saperi, ne emerge una "verità meravigliosa". Tramite i dodici segni, i Paranatellonta, e i pianeti ( compresi i luminari), le anime attraversandoli e giungendo sulla Terra ( mondo sublunare) tramite una delle "Porte Celesti", quella che materializza (lo Yin) , Il Cancro,assumono le peculiarità fisiche, vizi e virtù degli Dèi. Un anonimo arabo, interprete di Aristotele, individuava nelle stelle  gli archetipi di tutte le cose, trovandosi " in esse tante immagini e figure quante ne esistono quaggiù".

 

E qui ritorno al concetto dei primi post che ho fatto, non si parla solo di segni ma anche di stelle, senza le stelle non si possono disegnare i segni, è come un lampadario senza lampadine, non produce energia, e se non vi fosse energia nei segni/costellazione e nei pianeti anche,non esisterebbe nulla di quanto conosciamo nel mondo sublunare, poichè noi  e tutto ciò che fa parte di questa Terra è la concretizzazione dell' energia astrale e planetaria. 


  • Bobbg piace questo
 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 

#51 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 07:01

Anfiarao ha scritto

Buongiorno, sono due, massimo tre sere che, sorge ad est una stella rossa che è visibile dalle 21:00 inoltrate. Ho fatto ricerche su internet ma non riesco a trovare nulla su codesta stella, qualcuno ne sa di più a riguardo? Grazie.

 

Come mai uno che lo scorso agosto non era in grado di riconoscere il pianeta Marte, oggi pretende di dare delle lezioni di astronomia e astrologia?

 

Caro Anfiarao scusami se te lo dico, ma tu hai qualche rotellina fuori posto.

 

Guarda ad esempio cosa hai scritto qui:

 

Che cosa obbietto, non si può affermare che segni zodiacali e costellazioni omonime non siano la stessa cosa solo perchè attualmente si sono "spostate" e non ricoprono più le posizioni di millenni fa...E' come dire che l' uomo, secondo dottrina cristiana cattolica, è fatto di anima e corpo, ma nel momento in cui l' anima spira, quel corpo non è più uomo perchè l' anima è spirata.

 

E perché è sbagliato? Quando l'anima abbandona un corpo, quel corpo cessa di essere un uomo perché diventa un cadavere.

Hai scelto proprio un bell'esempio.  :glee:  :glee:  :glee:  

 

Io ho provato a farti ragionare ma mi rendo conto che è impossibile, se solo cerco di farti capire che l'astrologia non si basa sulle stelle, tu incominci a sbraitare e mi dai del pazzo.

 

Riguardo al secondo punto sul non esserci correlazione tra la costellazione del Leone e la piena del Nilo, persone competenti che fanno archeologia con indirizzo orientalistico avrebbero parecchio da ridire su questa tua osservazione. In primis perchè la costellazione incideva, e non era l' unica, anche Sirio (Anubi) incideva, e guarda caso, in Grecia, quando Sirio ( Maira) si levava, iniziavano i Meltemi ( venti freschi che rendevano vivibile la torrida estate). E ancora tu vieni a dirmi che non c' è relazione tra costellazione e segno? 

 

... ... ...

 

PS dopo la costellazione o le costellazioni che non hanno influenzato il Nilo cosa ti inventerai? Che la Luna non ha influenza sui fluidi? Mah!

 

 

Ma quando scrivi che la costellazione del Leone incideva e che Sirio incideva, che cos'è che vuoi dire esattamente?

Vuoi dire che gli egizi e i greci pensavano che Sirio incidesse sull'inondazione del Nilo, oppure pensi che Sirio realmente incidesse su di essa?

 

Da come scrivi fai pensare che tu credi che Sirio c'entrasse veramente qualcosa con l'inondazione del Nilo, ma naturalmente non è affatto così. L'inondazione del Nilo è influenzata dal ciclo stagionale e avveniva e avviene intorno al solstizio d'estate il 21 giugno, e naturalmente le stelle non c'entrano nulla con questo. In un certo periodo della storia egizia che si estende sull'arco di tre millenni, il solstizio d'estate avveniva in corrispondenza alla levata eliaca di Sirio, e magari gli egizi avevano immaginato che Sirio influenzasse la piena del Nilo, MA QUESTO NATURALMENTE NON ERA VERO. La piena del Nilo è influenzata dalla stagione estiva e non certo da una stella!

 

Ma ora arriviamo al nocciolo della questione. Circa duemila anni fa, le costellazioni si trovavano grosso modo in corrispondenza dei segni omonimi, ma ai nostri tempi non è più così a causa del moto di precessione, scoperto da Ipparco nel I° secolo a.C. e non certo dalla NASA nel 2016.

 

Tu dici che costellazioni e segni sono la stessa cosa, anche se non si capisce come fai a farlo visto che i segni hanno tutti la stessa ampiezza di 30 gradi, mentre ci sono delle costellazioni più grandi e delle costellazioni più piccole.

 

Ma la cosa più importante è che se tu sei di un certo segno, ossia se sei nato con il Sole in un segno, questo significa che probabilmente il tuo Sole si trova nella costellazione precedente.

 

Quindi astrologicamente come dovrebbe tradursi tutto questo secondo te?

 

Anthony è un Sagittario perché il suo Sole è nel segno del Sagittario, oppure è uno Scorpione perché il suo Sole è nella costellazione dello Scorpione?

 

Certo che la Luna influenza le maree e  non soltanto i liquidi ma anche i solidi perché ci sono anche le maree terrestri che vengono rilevate dai GPS. Ma secondo te le maree dipendono dalle costellazioni in cui si trova la Luna o dai segni?

 

Dipendono dai segni, così come dipendono dai segni le stagioni.

 

Tu dici che i segni sarebbero dei fantasmi, ma solo perché non hai capito che cosa sono.

 

Tieni presente che gli unici influssi accertati dalla scienza, ossia gli effetti climatici e gravitazionali esercitati dal Sole e dalla Luna, dipendono dai segni zodiacali. Mi spieghi come farebbero dei fantasmi a produrre degli effetti oggettivi e riconosciuti dalla scienza?

 

Hai frainteso il disegno che avevo postato con le quattro Terre. Perché hai capito che auspicavo una astrologia eliocentrica, ossia con il Sole al centro dell'oroscopo invece della Terra. Ma non è affatto questo che sostengo.

 

Io ti consigliere di studiare prima di dire delle fesserie per evitare di fare delle figure barbine. L'argomento è geografia astronomica, ma fallo per conto tuo, perché io non ho intenzione di perdere il mio tempo per spiegare queste cose ad un presuntuoso ignorante come te.



#52 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 07:20



Si, anche... sembra allora che come si è scoperto Ofiuco, sia partita una branchia della medicina non etica ma anche a rigettare l'esistenza di Ofiuco, oramai c'è, è stata menzionata. Come se le sue energie influssi, una volta entrate a far parte della nostra memoria, non può essere dimenticato. Del resto, la memoria è di saturno che concretizza, cristallizza.... il pianeta piu yin di tutti. .....acci, mi sembra di risvegliare un'altro 10% delle potenzialità del nostro cervello!!!! Se continua cosi la prossima volta chattiamo telepaticamente risparmiando su connessioni internet . ..scherzo.

 

Ofiuco non è stato certo scoperto perché sono almeno 100.000 anni che sta là.

 

 

ariete.jpg

 

 

cancro.jpg

 

Le foto qui sopra mostrano i segni zodiacali Ariete e Bilancia (sopra) e il segno del Cancro (sotto) disegnati sul pavimento della basilica di S.Petronio a Bologna, dove si trova una grande meridiana solare che a mezzogiorno indica il segno zodiacale in cui ci si trova.

 

Questi segni zodiacali, contrariamente a ciò che pensa Anfiarao, nulla hanno a che fare con le costellazioni omonime. Infatti quando la luce del Sole proveniente dal soffitto della chiesa indica il segno del Cancro, il Sole non si trova mica nella costellazione del Cancro.

 

I segni zodiacali sono qui sulla Terra e non sono mica nel cielo, indicano semplicemente il rapporto tra la declinazione del Sole e la Terra, quando la Terra si trova a sinistra in quel disegno che avevo mostrato con le quattro Terre, il polo nord è inclinato nella stessa direzione del Sole, per cui il Sole è alto sopra le nostre teste, e la sua luce illumina il segno del Cancro. Al contrario, quando la Terra si trova nella posizione opposta, ed è il polo sud che è rivolto verso il Sole, il Sole ci appare basso sull'orizzonte e a mezzogiorno proietta la sua luce sul segno del Capricorno.

 

I segni zodiacali sono questi dai tempi di Tolomeo (secondo secolo dopo Cristo), perché Tolomeo nel suo Tetrabiblos parla chiaramente di segni equinoziali, anche se lui attribuiva ancora qualche significato astrologico alle singole stelle.

 

Praticamente, dopo che Ipparco aveva scoperto il moto di precessione, gli astrologi hanno avuto il compito di decidere se gli influssi astrologici dipendevano dai segni o dipendevano dalle costellazioni, e in occidente hanno deciso che dipendessero dai segni. In India hanno deciso diversamente, ma questo non importa perché qui si parla di astrologia occidentale.



#53 Bobbg

Bobbg

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 692 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 10:42

 

Ofiuco non è stato certo scoperto perché sono almeno 100.000 anni che sta là.

 

?  .......rivista, riscoperta, rinata, venuta alla luce, ricomparsa, arrivata col pullman la costellazione di Ofiuco?.....    Astro, ha ragione Anfiarao che oltre il tuo schemino non vai. Per il resto del tuo post, se non l'hai capito, si parla di andare indetro ancora di millenni rispetto a ciò che hai postato e uscendo un pò ..... lasciamo perdere che avresti da ridire...  almeno se ti mangiavi la confezione dello speck si salvavano le tartarughe marine dalle microplastiche.


  • Anfiarao piace questo

#54 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19815 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 10:48

Purtroppo, i Paranatellonta non vengono usati, hai ragione,di fatti, questi/e segni/costellazioni conobbero un millennio di oblio per essere poi riscoperte e reintrodotte negli studi Basso-medievali e nel Rinascimento. Io ti dirò, se non avessi una cultura classica ferrata, ibrido tra archeologia, storia dell' arte e lettere antiche, difficilmente si riuscirebbero a capire i significati e le valenze energetiche profonde delle Paranetellonta. Come anche sarebbe difficile capire la teoria dei Decani ( 36 Divinità astrali) che tramite i 7 pianeti pianeti ( ora 10) , governati da Demoni ( un tempo gli Dèi e poi dopo i Demoni, e ancora dopo gli Angeli) vegliano e influenzano il mondo sublunare; se uno associa tutti questi saperi, ne emerge una "verità meravigliosa". Tramite i dodici segni, i Paranatellonta, e i pianeti ( compresi i luminari), le anime attraversandoli e giungendo sulla Terra ( mondo sublunare) tramite una delle "Porte Celesti", quella che materializza (lo Yin) , Il Cancro,assumono le peculiarità fisiche, vizi e virtù degli Dèi. Un anonimo arabo, interprete di Aristotele, individuava nelle stelle gli archetipi di tutte le cose, trovandosi " in esse tante immagini e figure quante ne esistono quaggiù".



Questo è veramente interessante.
Purtroppo non mi sento molto ferrata in nessuna materia di cui state discutendo, vi leggo tutti ma purtroppo capisco la metà. Mea culpa.

Ma questa teoria dei Paranatellonta (spero di averlo scritto bene, scusate) la trovo molto bella. Spero che ne parliate ulteriormente, e spero di riuscire a seguirvi.
  • Anfiarao piace questo

#55 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 11:38

?  .......rivista, riscoperta, rinata, venuta alla luce, ricomparsa, arrivata col pullman la costellazione di Ofiuco?.....    Astro, ha ragione Anfiarao che oltre il tuo schemino non vai. Per il resto del tuo post, se non l'hai capito, si parla di andare indetro ancora di millenni rispetto a ciò che hai postato e uscendo un pò ..... lasciamo perdere che avresti da ridire...  almeno se ti mangiavi la confezione dello speck si salvavano le tartarughe marine dalle microplastiche.

 

Tu con l'italiano non vai proprio d'accordo. Che cosa hai detto?

 

Non capisci che l'articolo con cui inizia questa discussione è una presa per i fondelli?

 

Ofiuco è sempre stato lì da almeno 100.000 anni, perché le stelle si spostano molto lentamente, e per questo un tempo le chiamavano stelle fisse, e le loro distanze reciproche rimangono immutate per migliaia di anni(*). Per cui non è possibile riscoprire una cosa che è rimasta sempre visibile, sopra lo Scorpione e il Sagittario c'è la costellazione di Ofiuco.

 

La questione è che le costellazioni non c'entrano nulla con l'astrologia occidentale che si basa sui segni e che mai potrebbero essere 13, perché 13 non è divisibile per 4, e ci sono quattro stagioni. 

 

Tu hai subito costruito una teoria astrologica: "la medicina odierna è una medicina che oltrepassa il limite", sulla base di qualcosa di assolutamente infondato, ossia la riscoperta di Ofiuco. Che debbo dire? Questo genere di cose è proprio tipico di tanti astrologi e astrologhetti. Se l'astrologia fosse solo questo, io di sicuro non me ne sarei mai interessato.

 

Se fossi in te mi andrei a nascondere.  :glee:  :icon_twisted:  :glee:

 

 

 

(*) Ciò che cambia con la precessione non è la posizione delle stelle, ma l'orientamento della Terra rispetto alla volta celeste.



#56 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 782 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 11:54

Anfiarao ha scritto

Buongiorno, sono due, massimo tre sere che, sorge ad est una stella rossa che è visibile dalle 21:00 inoltrate. Ho fatto ricerche su internet ma non riesco a trovare nulla su codesta stella, qualcuno ne sa di più a riguardo? Grazie.

 

Come mai uno che lo scorso agosto non era in grado di riconoscere il pianeta Marte, oggi pretende di dare delle lezioni di astronomia e astrologia?

 

Caro Anfiarao scusami se te lo dico, ma tu hai qualche rotellina fuori posto.

 

Guarda ad esempio cosa hai scritto qui:

 

Che cosa obbietto, non si può affermare che segni zodiacali e costellazioni omonime non siano la stessa cosa solo perchè attualmente si sono "spostate" e non ricoprono più le posizioni di millenni fa...E' come dire che l' uomo, secondo dottrina cristiana cattolica, è fatto di anima e corpo, ma nel momento in cui l' anima spira, quel corpo non è più uomo perchè l' anima è spirata.

 

E perché è sbagliato? Quando l'anima abbandona un corpo, quel corpo cessa di essere un uomo perché diventa un cadavere.

Hai scelto proprio un bell'esempio.  :glee:  :glee:  :glee:  

 

Io ho provato a farti ragionare ma mi rendo conto che è impossibile, se solo cerco di farti capire che l'astrologia non si basa sulle stelle, tu incominci a sbraitare e mi dai del pazzo.

 

Riguardo al secondo punto sul non esserci correlazione tra la costellazione del Leone e la piena del Nilo, persone competenti che fanno archeologia con indirizzo orientalistico avrebbero parecchio da ridire su questa tua osservazione. In primis perchè la costellazione incideva, e non era l' unica, anche Sirio (Anubi) incideva, e guarda caso, in Grecia, quando Sirio ( Maira) si levava, iniziavano i Meltemi ( venti freschi che rendevano vivibile la torrida estate). E ancora tu vieni a dirmi che non c' è relazione tra costellazione e segno? 

 

... ... ...

 

PS dopo la costellazione o le costellazioni che non hanno influenzato il Nilo cosa ti inventerai? Che la Luna non ha influenza sui fluidi? Mah!

 

 

Ma quando scrivi che la costellazione del Leone incideva e che Sirio incideva, che cos'è che vuoi dire esattamente?

Vuoi dire che gli egizi e i greci pensavano che Sirio incidesse sull'inondazione del Nilo, oppure pensi che Sirio realmente incidesse su di essa?

 

Da come scrivi fai pensare che tu credi che Sirio c'entrasse veramente qualcosa con l'inondazione del Nilo, ma naturalmente non è affatto così. L'inondazione del Nilo è influenzata dal ciclo stagionale e avveniva e avviene intorno al solstizio d'estate il 21 giugno, e naturalmente le stelle non c'entrano nulla con questo. In un certo periodo della storia egizia che si estende sull'arco di tre millenni, il solstizio d'estate avveniva in corrispondenza alla levata eliaca di Sirio, e magari gli egizi avevano immaginato che Sirio influenzasse la piena del Nilo, MA QUESTO NATURALMENTE NON ERA VERO. La piena del Nilo è influenzata dalla stagione estiva e non certo da una stella!

 

Ma ora arriviamo al nocciolo della questione. Circa duemila anni fa, le costellazioni si trovavano grosso modo in corrispondenza dei segni omonimi, ma ai nostri tempi non è più così a causa del moto di precessione, scoperto da Ipparco nel I° secolo a.C. e non certo dalla NASA nel 2016.

 

Tu dici che costellazioni e segni sono la stessa cosa, anche se non si capisce come fai a farlo visto che i segni hanno tutti la stessa ampiezza di 30 gradi, mentre ci sono delle costellazioni più grandi e delle costellazioni più piccole.

 

Ma la cosa più importante è che se tu sei di un certo segno, ossia se sei nato con il Sole in un segno, questo significa che probabilmente il tuo Sole si trova nella costellazione precedente.

 

Quindi astrologicamente come dovrebbe tradursi tutto questo secondo te?

 

Anthony è un Sagittario perché il suo Sole è nel segno del Sagittario, oppure è uno Scorpione perché il suo Sole è nella costellazione dello Scorpione?

 

Certo che la Luna influenza le maree e  non soltanto i liquidi ma anche i solidi perché ci sono anche le maree terrestri che vengono rilevate dai GPS. Ma secondo te le maree dipendono dalle costellazioni in cui si trova la Luna o dai segni?

 

Dipendono dai segni, così come dipendono dai segni le stagioni.

 

Tu dici che i segni sarebbero dei fantasmi, ma solo perché non hai capito che cosa sono.

 

Tieni presente che gli unici influssi accertati dalla scienza, ossia gli effetti climatici e gravitazionali esercitati dal Sole e dalla Luna, dipendono dai segni zodiacali. Mi spieghi come farebbero dei fantasmi a produrre degli effetti oggettivi e riconosciuti dalla scienza?

 

Hai frainteso il disegno che avevo postato con le quattro Terre. Perché hai capito che auspicavo una astrologia eliocentrica, ossia con il Sole al centro dell'oroscopo invece della Terra. Ma non è affatto questo che sostengo.

 

Io ti consigliere di studiare prima di dire delle fesserie per evitare di fare delle figure barbine. L'argomento è geografia astronomica, ma fallo per conto tuo, perché io non ho intenzione di perdere il mio tempo per spiegare queste cose ad un presuntuoso ignorante come te.

 

Guarda, non ho minimamente intenzione di leggermi tutto il tuo ridicolo post chilometrico e di risponderti, fatti qualche stecca di sigaretta invece di scrivere le tue cretinate ( perchè le tue sono cretinate) da ciarlatano quale sei. Un demente del tuo calibro che dissocia astri da segni, come si dice in Toscana " l' è tutto un dire" , nel senso,  che è solo un pallone gonfiato che si riempe la bocca di cose astratte e senza senso, io ho studiato più di te e lo continuo a fare...(a differenza tua). 

 

PS Sei stato fortunato, ti ho risposto ed è già tanto averti scritto tre righe su.


 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 

#57 Anfiarao

Anfiarao

    Oracolo degli scettici.

  • Utenti
  • 782 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 12:03

Questo è veramente interessante.
Purtroppo non mi sento molto ferrata in nessuna materia di cui state discutendo, vi leggo tutti ma purtroppo capisco la metà. Mea culpa.

Ma questa teoria dei Paranatellonta (spero di averlo scritto bene, scusate) la trovo molto bella. Spero che ne parliate ulteriormente, e spero di riuscire a seguirvi.

 

Ciao Furor, diciamo che, il tuo interesse si è maggiormente attivato quando ho nominato il sistema astrologico demoniaco che influenza il mondo sublunare ehehehe :friendly_wink:


 
Dietro l'apparente perfezione nostra, serpeggia la vita esclusa.   [cit.]
 
 
 

#58 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 12:35

PS, se scrivero' ancora qualcosa, ( non lo so) tranquillo che non ti interpello, visto che non sai rispondere. E' come pretendere di sentire a voce da uno che è nato muto....

 

Guarda, non ho minimamente intenzione di leggermi tutto il tuo ridicolo post chilometrico e di risponderti, fatti qualche stecca di sigaretta invece di scrivere le tue cretinate ( perchè le tue sono cretinate) da ciarlatano quale sei. Un demente del tuo calibro che dissocia astri da segni, come si dice in Toscana " l' è tutto un dire" , nel senso,  che è solo un pallone gonfiato che si riempe la bocca di cose astratte e senza senso, io ho studiato più di te e lo continuo a fare...(a differenza tua). 

 

 

Prima mi accusa di non rispondere, e poi quando rispondo mi accusa di aver risposto troppo.

 

La verità è che non sai controbattere, perché di astronomia/astrologia non conosci nulla, tranne questa parola che hai tirato fuori per infinocchiare i gonzi. 

 

Quindi Cassini, Galilei, Keplero, ed io saremmo tutti dei cretini, giusto?

 

Ma vattela a piglià in saccoccia, come dicono a Roma, e sono stato fin troppo educato, perché dicono anche altre cose.



#59 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19815 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 01:08

Ciao Furor, diciamo che, il tuo interesse si è maggiormente attivato quando ho nominato il sistema astrologico demoniaco che influenza il mondo sublunare ehehehe :friendly_wink:


:rotfl: era così evidente?

Ho scorso le pagine annoiata e la parola Demoni ha scintillato su tutto.

#60 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 17 ottobre 2018 - 01:19

Ecco cosa scrive un altro cretino, mica possono essere tutti dei geni come Anfiarao.
 
Uno degli argomenti usati più spesso contro l’astrologia è che le dichiarazioni degli astrologi sono da tempo considerate obsolete. Secondo l’astrologia, chi è nato il 30 marzo ha il Sole a 10° in ariete, mentre nella realtà il 30 marzo il Sole si trova chiaramente nella costellazione dei pesci.
 
Dichiarazioni come questa creano decisamente confusione in chi s’interessa di astrologia. Davvero gli astrologi vivono dall’altra parte della Luna continuando ad aggrapparsi a credenze che la scienza ha screditato da tempo? La confusione è possibile perché entrambe le affermazioni di cui abbiamo parlato, a proposito della posizione del Sole il 30 marzo, sono corrette. A questa data infatti il Sole è sia nel segno zodiacale dell’ariete che nella costellazione dei pesci. Queste affermazioni si contraddicono perché sono fatte entro diverse basi sistemiche di principi e presupposti. Potrebbe succedere qualcosa di simile se dalla Germania vi capitasse di chiamare un amico a Londra per discutere dell’ora del giorno. La persona a Londra potrebbe dichiarare che sono le dieci del mattino, mentre per voi in Germania sarebbero le undici. Entrambe le posizioni sono corrette, naturalmente, all’interno di diverse basi sistemiche di principi e presupposti, cioè i fusi orari.
 
Le costellazioni sono gruppi di stelle fisse nel cielo, e sin dai tempi antichi gli esseri umani si sono interrogati sul loro significato. La striscia di cielo che risulta particolarmente importante per l’astrologia è l’eclittica entro cui si muovono i pianeti del nostro sistema solare. È qui che troviamo (andando in senso antiorario) le dodici costellazioni: ariete, toro, gemelli, cancro, leone, vergine, bilancia, scorpione, sagittario, capricorno, acquario e pesci. Queste costellazioni hanno dimensioni molto diverse e a volte persino si sovrappongono. Dato che le linee formate dalle costellazioni possono essere interpretate in vari modi, è impossibile dire, per esempio, dove finisce il capricorno e inizia l’acquario. 
È in questa zona del cielo (o sfera celeste) che gli astronomi proiettano un circolo perfetto – l’eclittica – formata dall’orbita annuale della Terra intorno al Sole, o dall’apparente orbita del Sole intorno al nostro pianeta, per chi osserva dalla Terra. L’eclittica risulta essenzialmente stabile rispetto allo sfondo di stelle fisse. Oggi, gli astronomi continuano a usare quest’orbita come punto di riferimento. Nel sistema di coordinate dell’eclittica, la posizione di un pianeta viene calcolata utilizzando due numeri: la longitudine dell’eclittica deriva dalla misurazione in senso antiorario partendo dal punto zero (sull’eclittica); la latitudine dell’eclittica si conta dalla rilevazione della deviazione del pianeta dall’orbita. Entrambe queste letture sono date in gradi; la longitudine dell’eclittica viene misurata da 0 a 360°. Ma qual è il punto zero dell’eclittica? Stabilire uno zero è necessariamente arbitrario – cioè una questione di definizione. Secondo le coordinate geografiche sulla Terra, per esempio, zero gradi di longitudine vengono fissati sul punto dell’Osservatorio astronomico di Greenwich. 
Il punto zero sull’eclittica è stato stabilito utilizzando l’equinozio di primavera sull’emisfero boreale – il 20 o il 21 marzo – il giorno in cui in tutto il pianeta il giorno e la notte hanno la stessa durata. Questo punto viene definito matematicamente, impiegando il punto di intersezione tra l’equatore e l’orbita terrestre intorno al Sole, cioè l’eclittica. L’equatore celeste viene calcolato dalla posizione dell’asse terrestre nello spazio. Se questo asse fosse stabile, l’equinozio di primavera del 21 marzo sarebbe un punto fisso nel cielo.
 
Nel periodo massimo dell’astronomia antica, durante l’età ellenistica (all’incirca dal 200 a.C. al 200 d.C.), l’equinozio di primavera nell’emisfero boreale era situato al confine tra la costellazione fissa dell’ariete e quella dei pesci. Gli astrologi dell’epoca dividevano la traiettoria dell’eclittica in dodici segmenti di 30° l’uno, utilizzando questo punto zero come struttura di riferimento. I segmenti avevano lo stesso nome delle costellazioni di stelle fisse che si trovavano dietro. È importante distinguere questi segmenti di 30° nell’eclittica (o segni dello zodiaco) dalle costellazioni di stelle fisse sullo sfondo che hanno gli stessi nomi ma sono definite in maniera incerta e hanno misure irregolari.
 
A ogni modo, l’asse terrestre non è stabile. La Terra non è una sfera perfetta perché si appiattisce ai poli e si rigonfia all’equatore. Reagisce alla forza gravitazionale del Sole e della Luna come una trottola la cui rotazione viene alterata da forze esterne: questo causa quella che è stata chiamata precessione dell’asse terrestre – che significa che lo stesso asse terrestre ruota secondo una propria orbita, portando a un movimento conico lungo un polo fisso dell’eclittica. Una rotazione completa intorno a questo cono impiega approssimativamente 26.000 anni. Lo spostamento dell’asse terrestre fa muovere l’equatore celeste in modo che il punto di intersezione tra questo e l’eclittica – l’equinozio di primavera – si sposti da est a ovest lungo la rotta dell’eclittica, cioè nella direzione opposta rispetto a quella dello zodiaco.
 
Ci vogliono circa 26.000 anni perché l’equinozio di primavera compia una rivoluzione completa lungo l’eclittica, cioè lungo tutte e dodici le costellazioni, e ci vuole circa un dodicesimo di questo tempo – pressappoco 2160 anni – perché attraversi un segno dello zodiaco. Nell’antichità, l’equinozio di primavera era situato tra i segni dei pesci e quello dell’ariete; a causa del suo movimento retrogrado lungo lo zodiaco, al momento attuale è situato nella fascia di confine tra la costellazione dei pesci e quella dell’acquario, e si sposta lentamente verso l’acquario. Per l’assenza di linee di demarcazione ben definite, è difficile stabilire esattamente quando l’equinozio di primavera si sposterà dalla costellazione dei pesci a quella dell’acquario, cioè quando comincerà quella che chiamiamo età dell’acquario. A seconda del punto in cui viene stabilito questo limite di demarcazione, accadrà tra il 2100 e il 2500 d.C.
 
L’equinozio di primavera è il punto di riferimento da cui sia gli astronomi che gli astrologi fanno iniziare la misurazione dell’eclittica, e segna l’inizio e la divisione dello zodiaco in dodici segmenti uguali. È per questa ragione che la parte di zodiaco conosciuta come “ariete” è collocata dove c’è la costellazione dei pesci. Il 30 marzo, il Sole è situato all’incirca a 10° nel segmento dell’eclittica che chiamiamo ariete, ma se si guarda nel cielo notturno si vede la costellazione fissa dei pesci.
 
L’astrologia occidentale non utilizza più lo sfondo delle stelle fisse come punto di riferimento. L’astrologia occidentale moderna usa gli stessi sistemi di riferimento dell’astronomia, divide cioè l’eclittica in segmenti che partono dall’equinozio di primavera. Sebbene questi segmenti abbiano gli stessi nomi delle stelle fisse, la precessione dell’asse terrestre fa in modo che non siano più in linea con le costellazioni omonime. È solo in alcuni ambiti dell’astrologia – come l’astrologia quando studia i grossi cambiamenti epocali – che la relazione tra le costellazioni di stelle fisse e l’eclittica trova un qualche rilievo. I riferimenti vengono quindi fatti alle “età”, quella dei pesci, quella dell’acquario ecc.
 
Ci sono altri sistemi di astrologia non occidentale che lavorano ancora a qualche misurazione con sistemi alternativi al sistema di coordinate dell’eclittica equinoziale utilizzato dagli astrologi occidentali. L’astrologia indiana usa un sistema che fa riferimento alle stelle fisse come metodo di misurazione ed è arrivata a una situazione in cui la posizione del punto zero è diventata motivo di controversie. Ciò a causa delle differenti scuole di astrologia indiana che hanno diversi punti zero di riferimento.
 
Tratto da astro.com che forse è il miglior sito di astrologia in europa.
======================================================
 
Secondo me le costellazioni non entrano in ballo nemmeno per la questione delle ere zodiacali, perché sarebbe una cosa priva di senso estromettere le costellazioni per l'astrologia ordinaria per poi reintrodurle per le ere zodiacali. Io credo alla questione delle ere zodiacali perché ritengo che stiamo vivendo nell'era dell'Aquario e che quella precedente fosse l'era dei Pesci, e che quella ancora prima fosse l'era dell'Ariete. Però non credo che queste ere siano determinate dallo spostarsi del punto vernale rispetto alle costellazioni, perché il riferimento potrebbe essere un altro, come ad esempio la direzione in cui viaggia il Sole e con lui tutto il sistema solare. Ma magari di questo ne parliamo un'altra volta.
 
La cosa assurda è che Anfiarao venga qui a contestare le cose che dico, come se fossi soltanto io a dirle, mentre si tratta di cose arcinote a chiunque si interessi un po' di astrologia.
 
Il pazzo non sono io Anfiarao, ma tutti quelli che come me viaggiano in autostrada nella stessa direzione contraria alla tua.  :icon_eek:  Forse dovresti informarti un po' meglio prima di fingerti esperto di cose di  cui non sai nulla.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi