Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Delucidazione:omosessualità


  • Per cortesia connettiti per rispondere
232 risposte a questa discussione

#21 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 800 messaggi

Inviato 05 ottobre 2018 - 09:24

Possibile che sia stata delusa dagli uomini, ma non è che tutte diventano lesbiche per questo dai. Alla fine quando ti trovi a leccare una patata, se non è cosa per te, ti fa schifo, o comunque ti annoia e non ti ecciti. Ma questa tipa ha mai mostrato un interesse concreto nei tuoi confronti?


"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#22 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 06 ottobre 2018 - 07:09

No. È da un po di mesi che l ho aggiunta su FB e guardo i suoi post. Secondo me ha avuto un sacco di delusioni dagli uomini ed ecco che si ritrova cosi confusa. Secondo te perché una persona rifiuta di ricevere affetto? Beh è ovvio

dovresti cercare di sapere se ha già avuto storie con uomini.
Certo, potrebbe essere in una fase in cui ha preso atto che non facciano per lei per n motivi.
Comunque se finora qualcuno lo ha preso in considerazione ma a te ha detto di essere lesbica, cioè se è bisex con gli altri ma con te omosessuale e basta, può anche darsi che il suo sia un duedipicche servito con grazia.

Che poi non si dice sempre che ci si innamora delle persone?
C'e' un solo modo per sapere quello che non sai: chiedile di uscire per un caffè, non per provarci, fatti raccontare la sua vita, il fatto che sia omosessuale mica le preclude l'avere rapporti sociali, no?

Se ti dice di no allora il problema non è che lei sia omosessuale, semplicemente non le susciti un minimo sindacale di interesse umano, quindi lassa sta e volta pagina.

#23 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 06 ottobre 2018 - 07:12

Possibile che sia stata delusa dagli uomini, ma non è che tutte diventano lesbiche per questo dai. Alla fine quando ti trovi a leccare una patata, se non è cosa per te, ti fa schifo, o comunque ti annoia e non ti ecciti. Ma questa tipa ha mai mostrato un interesse concreto nei tuoi confronti?

si io credo sia quello. A me piacciono le donne come esseri umani, qualcuna è anche bella, ma l'idea di farci cose la trovo vomitevole. bleahg

#24 bronson95

bronson95

    Runner

  • Utenti
  • 1404 messaggi

Inviato 06 ottobre 2018 - 08:50

Si intendevo quello soprattuto . l essere più sensibili nel profondo. Cmq OK un giorno di questi gli scriverò .

 "Se per te Dio è un concetto che non sta in ogni luogo ma che sta lontano, io te lo trasformo in energia vitale. E non possiamo affermare che l'energia vitale sia distaccata perchè altrimenti saremmo morti. Che cosa ci sostiene? Ciò che ci sostiene è qui. Dio è energia vitale; se questa energia la usi per costruire è Dio, se la usi per distruggere è il diavolo. Però è la stessa energia, dipende da come la utilizzi. Questo è quello che chiamo libero arbitrio. Dio o il diavolo sono un'energia a nostra disposizione, se la usiamo male è una catastrofe, se la usiamo bene Dio è qui. Esiste solo il presente, se Dio non è qui, non è da nessuna parte; se il diavolo non è qui, non è da nessuna parte; se tu ed io non siamo qui, non siamo da nessuna parte. Siamo fatti della stessa sostanza del divino: entrare nel sacro è entrare in sè stessi."   - Alejandro Jodorowsky

 

Ogni giorno di piu’, mi convinco che lo sperpero della nostra esistenza risiede nell’amore che non abbiamo donato. L’amore che doniamo e’ la sola ricchezza che conserveremo per l’eternita’.

 

 

 
 


 


#25 Owl

Owl

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3337 messaggi

Inviato 06 ottobre 2018 - 09:52

i neurologi oggi sono abbastanza sicuri di poter riscontrare differenze fra il cervello di un omosessuale e di un eterosessuale, così come sarebbero riscontrabili tra il cervello di un mancino e di un destrorso, ovviamente i fattori ambientali hanno un effetto significativo anche sulla sessualità di un individuo, comunque una base innata è innegabile 



#26 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 07 ottobre 2018 - 07:39

Certo. . Se però queste differenze siano responsabili dell’orientamento sessuale o ne siano la conseguenza è ancora tutto da verificare, dopotutto il cervello è un'organo plastico.
Anche perché non esiste una rispondenza puntuale tra gemelli monozigoti ed omosessualità.

"Se un gemello monozigote ha attrazione per lo stesso sesso, la possibilità che questa tendenza riguardi solo lui e non anche il suo co-gemello ha una percentuale dell' 11% per gli uomini e del 14% per le donne."

Comunque tutto questo mi sa che è OT

#27 Wolfthrone

Wolfthrone

    SVRSVM CORDA!

  • Utenti
  • 4380 messaggi

Inviato 07 ottobre 2018 - 09:56

certo un cazzo..non esiste ovviamente nessuna prova che evidenzi che l'omosessualità è determinata da fattori genetici...ma proprio nessuna..tutte cazzate, naturalmente conferire basi neurologiche all'omosessualità ha lo scopo di attribuire alla stessa una sorta di determinismo biologico. Cioè...mandiamo a p@@@@@@ le basi della scienza, la sua logica empirica.

 

insomma: "se sono checca è colpa della genetica, non dell'ambiente post-natale ecc ecc, non si può far na sega per cambiarmi" e qualsiasi studioso sostenga il contrario dev'essere licenziato in tronco per chè è omoffffobo...

 

ormai anche la scienza annega nell'ideologia e nel politicamente corretto, non c'è più niente quasi che si salvi da sto stramaledetto cancro.


No moon is there, no voice, no sound of beating heart; a sigh profound. Once in each age as each age dies. Alone is heard. Far, far it lies the Land of Waiting where the Dead sit, In their thought's shadow, by no moon lit. Upon the plain, there rushed forth and high shadows at the end of night and mirrored in the sky. Far far away beyond might of day there lay the land of the dead of mortal cold decay.

 

 
 

#28 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7715 messaggi

Inviato 07 ottobre 2018 - 10:30

 

 

insomma: "se sono checca è colpa della genetica, non dell'ambiente post-natale ecc ecc, non si può far na sega per cambiarmi"

A meno che l'omosessuale non abbia come scopo nella vita quello di entrare nel Regno dei Cieli, non si capisce perchè dovrebbe cambiare e non si capisce perchè qualcuno dovrebbe aver voglia di cambiarlo.


  • zarina piace questo

#29 Wolfthrone

Wolfthrone

    SVRSVM CORDA!

  • Utenti
  • 4380 messaggi

Inviato 07 ottobre 2018 - 02:47

A meno che l'omosessuale non abbia come scopo nella vita quello di entrare nel Regno dei Cieli, non si capisce perchè dovrebbe cambiare e non si capisce perchè qualcuno dovrebbe aver voglia di cambiarlo.

 

ti faccio presente che solo qualche anno fa l'omosessualità era considerata una patologia psichiatrica, secondo gli strizzacervelli, che non sono esattamente dei cattolici-cristiani osservanti. Ma che cazzo è la tua, deformazione professionale, che tiri sempre in ballo cristiani, cristianesimo, regno dei cieli e stronzate varie?

 

comunque non temere, che dopo aver derubricato la cosa a semplice orientamento sessuale, per alzata di mano e grazie agli studi di un entomologo, nessun psychiatra oserà più sostenere che si può uscire dall'omosessualità. anche perchè il rischio di licenziamento in tronco sarebbe dietro l'angolo.


No moon is there, no voice, no sound of beating heart; a sigh profound. Once in each age as each age dies. Alone is heard. Far, far it lies the Land of Waiting where the Dead sit, In their thought's shadow, by no moon lit. Upon the plain, there rushed forth and high shadows at the end of night and mirrored in the sky. Far far away beyond might of day there lay the land of the dead of mortal cold decay.

 

 
 

#30 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7715 messaggi

Inviato 07 ottobre 2018 - 03:11

Fino a qualche anno fa era addirittura reato. Immagino che il carcere e l'elettroshock ne abbiano curati molti di questi malati.

 

comunque non temere, che dopo aver derubricato la cosa a semplice orientamento sessuale, per alzata di mano e grazie agli studi di un entomologo, nessun psychiatra oserà più sostenere che si può uscire dall'omosessualità. anche perchè il rischio di licenziamento in tronco sarebbe dietro l'angolo.

 

 

Io non temo. Se quello che dici è vero, quello che deve temere, dovresti essere tu.



#31 Wolfthrone

Wolfthrone

    SVRSVM CORDA!

  • Utenti
  • 4380 messaggi

Inviato 07 ottobre 2018 - 03:22

Fino a qualche anno fa era addirittura reato. Immagino che il carcere e l'elettoshock ne abbiano curati molti di questi malati.

 

 

Io non temo. Se quello che dici è vero, quello che deve temere, dovresti essere tu.

 

 

che fosse presumibilmente reato è un fatto che dipendeva esclusivamente da chi si occupava di questioni giuridiche, non di questioni psichiatriche.

 

 

comunque non mi pare che esistessero esplicite leggi che condannavano le condotte omosessuali.

 

 

poi è arrivato il mangiamerda, che predicava altresì il diritto d'inchiappettare bambini -parlo di Mieli- e tutto è cambiato. Da lì i primi gay hanno iniziato a far i primi timidi "coming-out". Lo sai vero?


No moon is there, no voice, no sound of beating heart; a sigh profound. Once in each age as each age dies. Alone is heard. Far, far it lies the Land of Waiting where the Dead sit, In their thought's shadow, by no moon lit. Upon the plain, there rushed forth and high shadows at the end of night and mirrored in the sky. Far far away beyond might of day there lay the land of the dead of mortal cold decay.

 

 
 

#32 Cremisi

Cremisi

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3721 messaggi

Inviato 07 ottobre 2018 - 04:05

Gay si nasce e a volte lo si diventa.

 

Il figlio di un mio vicino da piccolo giocava con le bambole insieme alle  bambine fra cui mia figlia, dicevo a mia moglie: vuoi vedere che sarà gay? così e stato, oggi e un ragazzo quasi adulto  e....è gay, lui e nato così.

 

Altri lo diventano non si sa  cosa accade  nella loro mente...erano uomini etero sposati anche con figlio, ma poi accade qualcosa di incomprensibile, di strano,  vanno con i maschi, dalle mei parti non lo dicono apertamente cè ancora qualche   irriducibile ragion per cui certe cose lo si tiene nascosto il più possibile.

 

Non esiste una causa certa...si nasce o lo si diventa, mistero della vita.



#33 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7715 messaggi

Inviato 07 ottobre 2018 - 04:58


 

poi è arrivato il mangiamerda, che predicava altresì il diritto d'inchiappettare bambini -parlo di Mieli- e tutto è cambiato. Da lì i primi gay hanno iniziato a far i primi timidi "coming-out". Lo sai vero?

 (Volevi calare l'asso citando Mieli? :arg:)

 

Coming-out vuol dire che prima non dicevano di essere gay e poi hanno cominciato a dirlo, non che hanno cominciato ad esserlo.

 

Anche nell'altra discussione li hai chiamati "nuove" forme di vita, quando invece sono vecchie quanto il mondo. Solo che ora hanno una visibilità diversa perchè oggi rischiano di meno, rispetto al passato, di essere vittime di diverse forme di violenza.

 

Sembra quasi che il fatto che siano più visibili costituisca un pericolo.



#34 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 07 ottobre 2018 - 08:28

Gay si nasce e a volte lo si diventa.

Il figlio di un mio vicino da piccolo giocava con le bambole insieme alle bambine fra cui mia figlia, dicevo a mia moglie: vuoi vedere che sarà gay? così e stato, oggi e un ragazzo quasi adulto e....è gay, lui e nato così.

Altri lo diventano non si sa cosa accade nella loro mente...erano uomini etero sposati anche con figlio, ma poi accade qualcosa di incomprensibile, di strano, vanno con i maschi, dalle mei parti non lo dicono apertamente cè ancora qualche irriducibile ragion per cui certe cose lo si tiene nascosto il più possibile.

Non esiste una causa certa...si nasce o lo si diventa, mistero della vita.

c'è anche tanto lo sdoganamento dei comportamenti omosessuali, per i quali anche se non ci sei nato puoi assumere un comportamento omosessuale per curiosità, esperimenti, ambiente, un malinteso senso di progressismo, giusto per provare che effetto fa.
Ci sono molti fenomeni emulativi dovuti proprio all'enorme parlare dell'omosessualità.

http://m.ilgiornale....studio/1522463/
  • SiervaMarìa piace questo

#35 Owl

Owl

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3337 messaggi

Inviato 07 ottobre 2018 - 09:23

sono più di 40 anni che l'omosessualità è stata tolta dalle malattie mentali, chiaro che gli omofobi attuali sono obbligati a tirare acqua al proprio mulino screditando la comunità scientifica, definendola ideologizzata, oppure che il mondo sia governato da fantomatiche lobby gay; così come un secolo fa i fanatici temevano che a tirare i fili ci fossero i massoni, gli ebrei ecc

 

ovviamente i dietrologi di oggi non hanno smesso di vedere un mondo totalmente ingannevole e governato dietro la superficie da un mix delle più svariate entità occulte (vecchie e nuove) che si danno il cambio di volta in volta 

 

gli omofobi spesso attaccano col discorso che l'omosessualità sia contro natura; se gli fai notare che è diffussissima anche in natura allora optano nel dipingerla come una patologia. Se ricordi loro che da oltre 40 anni la comunità scienfica non la considera + una malattia allora devono ribadire che gli scienziati siano ideologizzati oppure manipolati da fantonatiche lobby gay. Se fai notare loro con argomenti razionali che non ci sono argomentazioni razionali a sostegno della tesi che sia una malattia, allora optano per la devizaione dai valori tradizionali che garantirebbero la sussistenza della società umana. Ovviamante nel dire questo lasciano intuire che l'omosessualità sia una piaga estirpabile e non un fattore ineliminabile che sussiste tollerato o meno: l'unica differenza sta nel fatto che le società omofobe sono semplicemente ipocrite; quelle tollerani no. 

 

Poi ovviamente c'è la strategia omofoba di associare l'omosessualità a parafilie che costituiscono un danno reale per la società; in primo luogo la pedofilia, ma anche la coprofilia. 

 

Ovviamente il modo migliore per smentire la tesi omofoba dello stravolgimento della società tradizionale è far loro studiare affondo la storia.     


  • malia, SilentHill e Anthony Van De Boer piace questo

#36 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 08 ottobre 2018 - 12:43

Il fatto di interrogarsi sulle cause dell'esistenza di una certa percentuale della popolazione umana che prova un'attrazione sessuale fisiologicamente controproducente rispetto alla riproduzione sessuale, non è mica un reato.
Tanto è vero che sono gli omosessuali stessi a domandarselo, e lo fanno con grande serenità, senza che nessuno si senta in dovere di ammannirgli ad ogni piè sospinto la lezioncina.

Comunque. Noia a parte. Nessuno ha parlato di patologie.
Ma va da sè che giustificazione dei comportamenti omosessuali nel mondo animale non è probante di alcunchè nel mondo umano.
A meno che si voglia ricondurre l'orientamento omosessuale ad un istinto come nella maggior parte degli animali, spero sia pacifico comprendere che essere omosessuale non significa semplicemente compiere gesti omosessuali, che quelli li possono fare tutti: significa essere attratti o innamorarsi esclusivamente di qualcuno del proprio sesso.

Il che per la maggior parte degli animali che possono avere comportamenti omosessuali, non è così, tranne per alcune specie con le quali non abbiamo nessunissima caratteristica in comune, nè fisiologica, nè etologica, nè biologica, nè psicofisica.

Poi. Che gli uomini prendano ad esempio gli uomini e la storia umana, è l'unico indirizzo sensato.
Difatti che l'omosessualità maschile (perchè quella femminile, come tutto ciò che è femminile, è sempre passata sottotraccia) abbia vissuto alcuni storici momenti di gloria, è un dato storico.

Ma che questo non avesse conseguenze sulla società.. eh beh: bisogna sempre guardarla in toto la società, e non dal solo versante del privilegio maschile.
Nell'antica grecia in che condizione versavano le donne?
Certo, ora la società è cambiata e le donne sono indipendenti e sdoganate dal fardello riproduttivo, ma un filo di maschilismo da parte degli uomini permane sempre, sottotraccia, e questo non è un problema dell'omosessualità: il maschilismo è un problema del maschio, e lo è indipendentemente dall'orientamento sessuale.

Non è un caso difatti che tutti gli omosessuali che si sono opposti alla visione di intercambiabilità e sostituibilità del ruolo materno nella battaglia per l'utero in affitto, sono stati pesantemente attaccati e ridotti al silenzio dal popolo bue ammaestrato a slogan, come nel caso clamoroso di Dolce e Gabbana, addirittura chiamati omofobi.
Il che è ridicolo, ma anche decisamente preoccupante.

Ecco, omofobia è una parola molto comoda per cercare di ridurre al silenzio le persone, anche perchè non avendo contorni definiti, essendo una parola che fa paura perchè evoca il senso di colpa di una discriminazione violenta ed ingiusta, finisce per mettere sullo stesso piano la rivendicazione di una fisiologia necessaria e sufficiente della maternità, con il calcio sui denti dato con le scarpe chiodate di un naziskin ad un effemminato. Che sono due cose molto diverse. E finisce per significare: non poter parlare. Neanche se se gaio, che la gente dice "non compro più i tuoi vestiti" e finisce che devi fare le scuse pubbliche.

Sviluppare un certo senso critico rispetto all'ideologia mainstream non fa diventare impotenti, ci tengo a dirlo, e neanche omofobi, addirittura non fa diventare etero: tanto è vero che non dipende dall'orientamento sessuale, dipende solo dall'orientamento cerebrale.
  • SiervaMarìa e Anthony Van De Boer piace questo

#37 SiervaMarìa

SiervaMarìa

    Utente Senior

  • Utenti
  • 476 messaggi

Inviato 08 ottobre 2018 - 01:01

Neanche io. Voglio dire,questa domanda non nasce dal cuore altrimenti una risposta seppur parziale l avrei trovata. Più che altro lo scopo di questo post era quello di ottenere delle informazioni precise del perche una donna diventa lesbica per scelta anzi quasi per ideologia. Non so non conosco questa ragazza ma il solo pensiero che ora ne avevo trovata una carina che faceva per me ho scoperto che gli piacciono le donne... Cosa dovrei fare secondo voi gettare la spugna? O provarci?
La mia intenzione era quella di convincerla a cambiare idea. :)

 

Non potevi dirlo subito? :glee:

 

Lasciala stare, se le  piacciono le ragazza e ne sta frequentando una evidentemente non è roba per te.

 

Per curiosità: come fai a dire che è diventata lesbica per scelta?


[SIGPIC][/SIGPIC]

#38 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 800 messaggi

Inviato 08 ottobre 2018 - 03:15

ti faccio presente che solo qualche anno fa l'omosessualità era considerata una patologia psichiatrica, secondo gli strizzacervelli, che non sono esattamente dei cattolici-cristiani osservanti. Ma che cazzo è la tua, deformazione professionale, che tiri sempre in ballo cristiani, cristianesimo, regno dei cieli e stronzate varie?

 

comunque non temere, che dopo aver derubricato la cosa a semplice orientamento sessuale, per alzata di mano e grazie agli studi di un entomologo, nessun psychiatra oserà più sostenere che si può uscire dall'omosessualità. anche perchè il rischio di licenziamento in tronco sarebbe dietro l'angolo.

 

Anche il disturbo antisociale di personalità (sociopatia) è considerato una patologia psichiatrica, e non è ancora stato derubricato...  :friendly_wink:


"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#39 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7715 messaggi

Inviato 08 ottobre 2018 - 03:43

Difatti che l'omosessualità maschile (perchè quella femminile, come tutto ciò che è femminile, è sempre passata sottotraccia) abbia vissuto alcuni storici momenti di gloria, è un dato storico.

Ma che questo non avesse conseguenze sulla società.. eh beh: bisogna sempre guardarla in toto la società, e non dal solo versante del privilegio maschile.

Nell'antica grecia in che condizione versavano le donne?

Le donne versano in condizioni pietose anche in società in cui gli omosessuali sono condannati a morte.

 

 

La condizione della donna non è conseguenza della condizione degli omosessuali in una società.



#40 bronson95

bronson95

    Runner

  • Utenti
  • 1404 messaggi

Inviato 08 ottobre 2018 - 08:16

Non potevi dirlo subito? :glee:

Lasciala stare, se le piacciono le ragazza e ne sta frequentando una evidentemente non è roba per te.

Per curiosità: come fai a dire che è diventata lesbica per scelta?

Boh era una mia impressione. Come per dire:gli uomini sono tutti stronzi cosi decido di avere relazioni solo con le donne. Ovviamente sulla base di quello che ipotizzò ci potrebbe essere un trauma. Poi la mentalità dei ragazzi di oggi un po si sta aprendo o almeno da quello che vedo in giro nei dintorni,scelgono di essere bisex un po per moda un po vallo a sapere che gli passa x la mente

 "Se per te Dio è un concetto che non sta in ogni luogo ma che sta lontano, io te lo trasformo in energia vitale. E non possiamo affermare che l'energia vitale sia distaccata perchè altrimenti saremmo morti. Che cosa ci sostiene? Ciò che ci sostiene è qui. Dio è energia vitale; se questa energia la usi per costruire è Dio, se la usi per distruggere è il diavolo. Però è la stessa energia, dipende da come la utilizzi. Questo è quello che chiamo libero arbitrio. Dio o il diavolo sono un'energia a nostra disposizione, se la usiamo male è una catastrofe, se la usiamo bene Dio è qui. Esiste solo il presente, se Dio non è qui, non è da nessuna parte; se il diavolo non è qui, non è da nessuna parte; se tu ed io non siamo qui, non siamo da nessuna parte. Siamo fatti della stessa sostanza del divino: entrare nel sacro è entrare in sè stessi."   - Alejandro Jodorowsky

 

Ogni giorno di piu’, mi convinco che lo sperpero della nostra esistenza risiede nell’amore che non abbiamo donato. L’amore che doniamo e’ la sola ricchezza che conserveremo per l’eternita’.

 

 

 
 


 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi