Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Morirò sola


  • Per cortesia connettiti per rispondere
158 risposte a questa discussione

#21 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 04 ottobre 2018 - 10:12

perchè io sono disoccupato e mia sorella invece ha un lavoro a tempo determinato e non può chiederlo, potrei al massimo se vedo che le crepe iniziano a diventare troppo evidenti, andare dall'altra mia sorella a vivere, ma dovrei prima sapere se posso, visto che la casa il suo ex marito gli è l'ha lasciata per vivere solo per lei e le figlie e non so se potrebbe ospitarmi, visto che la vuole buttare fuori di casa per venderla, facendo pressioni tramite avvocato dal giudice, infatti mia sorella quella che abita più lontano sta facendo una causa sia civile che penale contro l'ex marito.

potresti anche mettere in sicurezza la casa con dei ponteggi in attesa.
in certe zone esistono dei finanziamenti pubblici per le ristrutturazioni, o della comunità europea, vai a sentire, soprattutto se hai il documento di un tecnico che attesta il pericolo di crollo.
intanto consulta un'impresa che ti faccia un preventivo e ti dica che lavori ci sono da fare, poi man mano puoi farli un po' alla volta man mano che racimoli i soldi.
Oppure puoi tentare un crowfounding: dici ragazzi non ho un lavoro e sta per crollarmi la casa, chi mi aiuta?
certo trovare un lavoro sarebbe meglio
magari come muratore
  • skynight piace questo

#22 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 7873 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 10:20

potresti anche mettere in sicurezza la casa con dei ponteggi in attesa.
in certe zone esistono dei finanziamenti pubblici per le ristrutturazioni, o della comunità europea, vai a sentire, soprattutto se hai il documento di un tecnico che attesta il pericolo di crollo.
intanto consulta un'impresa che ti faccia un preventivo e ti dica che lavori ci sono da fare, poi man mano puoi farli un po' alla volta man mano che racimoli i soldi.
Oppure puoi tentare un crowfounding: dici ragazzi non ho un lavoro e sta per crollarmi la casa, chi mi aiuta?
certo trovare un lavoro sarebbe meglio
magari come muratore

 

tanto tra qualche mese, dovrò andare di nuovo a rinnovare lo stato di disoccupazione per l'Isee per avere almeno l'esenzione per la tassa della spazzatura, per adesso di lavori non ce ne sono, comunque sia visto quello che sbandierano al governo vediamo se cambieranno davvero le cose, oppure saranno state come al solito promesse da marinaio.

di certo la vedo tragicomica cercare un finanziamento grazie al reddito di cittadinanza, per pagare una ditta di muratura, anche con solo 400 euro al mese prima che arrivassi ad avere i soldi per aggiustarla fa prima a venire giù, a mia sorella ho anche detto che a nuovo anno l'andrò lo stesso a vendere se sarà possibile anche in queste condizioni, tramite una agenzia anche se dovessi pagare una forte penale, visto che ho ottenuto da poco l'usucapione e per cinque anni non potrei venderla, ( in pratica 1/3 dei soldi del valore della casa venduta me li prenderebbe

lo stato) ma sempre meglio che aspettare e poi rischiare di finirci sotto.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#23 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 04 ottobre 2018 - 10:24

tanto tra qualche mese, dovrò andare di nuovo a rinnovare lo stato di disoccupazione per l'Isee per avere almeno l'esenzione per la tassa della spazzatura, per adesso di lavori non ce ne sono, comunque sia visto quello che sbandierano al governo vediamo se cambieranno davvero le cose, oppure saranno state come al solito promesse da marinaio.
di certo la vedo tragicomica cercare un finanziamento grazie al reddito di cittadinanza, per pagare una ditta di muratura, anche con solo 400 euro al mese prima che arrivassi ad avere i soldi per aggiustarla fa prima a venire giù, a mia sorella ho anche detto che a nuovo anno l'andrò lo stesso a vendere se sarà possibile anche in queste condizioni, tramite una agenzia anche se dovessi pagare una forte penale, visto che ho ottenuto da poco l'usucapione e per cinque anni non potrei venderla, ( in pratica 1/3 dei soldi del valore della casa venduta me li prenderebbe
lo stato) ma sempre meglio che aspettare e poi rischiare di finirci sotto.

a parte che se ora vivi con 0 euro, ne avresti 400 in più.

prima informati meglio.
ti ho già mandato un link privato, questo è un altro.
https://ricerca.repu...tiMilano03.html

e comunque sia chiaro: la valutazione economica la fa il perito, non il muratore.

cerca tra i bandi
https://www.trovaban...cerli-e-usarli/

chiudo l'OT
  • skynight piace questo

#24 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 18370 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 10:30

Sì, il fatto è riuscire a prendere le crisi in modo costruttivo, o anche distruttivo, sfogarsi far danni mandare tutto a rotoli, ma poi cavarci qualcosa di buono. Bisogna dire che quando le cose vanno veramente di cacca, le persone si "dileguano", anche solo mentalmente, per cui i periodi veramente rognosi tocca affrontarli da soli spesso. Almeno questo per mia esperienza. Forse ci sono persone che quando sono in periodi no si tirano su vampirizzando gli altri e non è che sia sbagliato. Altre che hanno un equilibrio (questo sconosciuto) e non hanno grosse scosse né nella vita né nei rapporti. A me gli amici hanno sempre rimproverato che quando ho problemi sparisco, invece di appoggiarmi a loro. E quando il periodo no è lungo, finisce che l'amicizia si è persa per strada, perché nel frattempo la gente continua la propria vita. In realtà è una forma di amicizia anche non voler ammorbare il prossimo, ma l'incomunicabilità con gli anni cresce. Insomma, aggiungendoci gli impegni, la vita frenetica, gli spostamenti, non è facile davvero conservare i legami. Però se si desidera una cosa la si può ottenere, adattandosi. In certi posti o in città è molto facile legare, ma poi stringi stringi son rapporti effimeri. In altri posti la gente è chiusa, ma quando entri nel loro cerchio e nel loro cuore è per sempre o quasi.


Lo so che il quid di Aster erano i rapporti, gli amici etc.

Però. Onestamente. La solitudine serve, bisogna trovare se stessi. Questi momenti schifosi servono a quello, anche a quello, o forse solo a quello. Sono grida prima disperate e poi rabbiose, del nostro vero essere che giace sommerso da tutta questa spazzatura che chiamiamo Io.
Chiama, alza la voce, inascoltato poi urla e poi ruggisce e poi eccolo, irrompere e sfondare tutto. Serve. È l'esperienza più vera e reale e utile che andiamo a intraprendere, o meglio, a subire, ogni tanto.

Risorgere, questo è. :D
  • Asterah e purple piace questo

#25 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 7873 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 10:30

ok grazie mille Cimy.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#26 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 04 ottobre 2018 - 10:34

ok grazie mille Cimy.

figurati. spero che ti serva.
Ma comunque, NON siamo amici. :asdsi:

#27 purple

purple

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2501 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 11:20

Lo so che il quid di Aster erano i rapporti, gli amici etc.

Però. Onestamente. La solitudine serve, bisogna trovare se stessi. Questi momenti schifosi servono a quello, anche a quello, o forse solo a quello. Sono grida prima disperate e poi rabbiose, del nostro vero essere che giace sommerso da tutta questa spazzatura che chiamiamo Io.
Chiama, alza la voce, inascoltato poi urla e poi ruggisce e poi eccolo, irrompere e sfondare tutto. Serve. È l'esperienza più vera e reale e utile che andiamo a intraprendere, o meglio, a subire, ogni tanto.

Risorgere, questo è. :D

 

 

Amen  :mrgreen: .

 

Vero quello che dici, sono i percorsi importanti della nostra anima, che a periodi fanno fatica ad accordarsi con la vita esterna, le cose materiali, gli altri. Ed è vero che il fulcro delle nostre percezioni e vissuto siamo noi, quindi se di qualcosa sentiamo la mancanza, vorremmo ma non possiamo, dobbiamo correggere dal di dentro. È anche vero che la società ha creato persone come dire... aride forse, che al'amicizia, alla solidarietà, all'umanità, non sono poi così interessate al di là del piccolo orticello in cui bene o male campano. Sento spesso dalle mie parti discorsi dei più anziani tipo "ma come siamo diventati, tutti indifferenti, tutti che odiano tutti". Un po' sarà così, la società è un po' persa e poco accogliente per tutti. Forse.


  • Furor piace questo

#28 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 18370 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 11:25

Amen :mrgreen: .

Vero quello che dici, sono i percorsi importanti della nostra anima, che a periodi fanno fatica ad accordarsi con la vita esterna, le cose materiali, gli altri. Ed è vero che il fulcro delle nostre percezioni e vissuto siamo noi, quindi se di qualcosa sentiamo la mancanza, vorremmo ma non possiamo, dobbiamo correggere dal di dentro. È anche vero che la società ha creato persone come dire... aride forse, che al'amicizia, alla solidarietà, all'umanità, non sono poi così interessate al di là del piccolo orticello in cui bene o male campano. Sento spesso dalle mie parti discorsi dei più anziani tipo "ma come siamo diventati, tutti indifferenti, tutti che odiano tutti". Un po' sarà così, la società è un po' persa e poco accogliente per tutti. Forse.


:flu:

Non siamo fatti, non sono fatta, per tutto questo. Parlo al personale che ognuno ha il suo pensiero, ma credo che in fondo sia universale.. Non siamo fatti per queste stronxate della società, siamo meglio di così. :D anche se non sembra :D

Anche se tutto intorno a noi sembra crollare, perché oh alla fine ad aspettare che il mondo rimandi l'immagine giusta si muore di vecchiaia, e alla fine è un'illusione anche quella, perché chi se ne frega, intimamente, che tutto intorno vada a pennello se dentro esplodono kilotoni di disagio?
:D

Basta ora, che sto impestando il bel topic di Asteruccia. :flu:

Tieni duro. Tenere duro. E ASCOLTATEVI.
  • Asterah e purple piace questo

#29 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23413 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 01:50

Va beh, questo perché vivete al nord :dunno:


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#30 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 18370 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 02:57

Al nord ci sarai tu. :dunno:

#31 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23413 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 03:30

Al nord ci sarai tu. :dunno:

 

 

Dal mio punto di vista, la Sardegna è comunque nord :dunno:


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#32 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 18370 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 04:04

Dal mio punto di vista, la Sardegna è comunque nord :dunno:


Scriverò affinché spostino il Greenwich sotto casa tua, così anche il fuso orario andrà bene secondo il tuo punto di vista.
E comunque il Nord è un modo di essere dentro, mica geografico, dal mio punto di vista.
  • Nehelamite piace questo

#33 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 04 ottobre 2018 - 04:06

anche io morirò sola. perché non moriamo insieme?

#34 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 7873 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 04:30

Scriverò affinché spostino il Greenwich sotto casa tua, così anche il fuso orario andrà bene secondo il tuo punto di vista.
E comunque il Nord è un modo di essere dentro, mica geografico, dal mio punto di vista.

 

ma infatti,  imho la differenza da Nord e Sud sono solo stupide credenze prive di fondamento, come se fossimo tutti un idiota di stereotipo e dovremmo essere e comportarci secondo la latitudine di riferimento.


  • Rainbow piace questo

Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#35 purple

purple

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2501 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 04:38

Va beh, questo perché vivete al nord :dunno:


Profondo Nord prego.

#36 purple

purple

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 2501 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 04:45

(Detto anche in c.lo ai lupi).

#37 flyzmarco

flyzmarco

    Utente Senior

  • Utenti
  • 2183 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 07:24

Bel topic!! In effetti non capisco perche tra bimbi, ragazzi, adolescenti o cmq scolari sia molto piu semplice instaurare amicizie profonde e durature e dopo passata una certa età invece no (o quasi). E poi cmq vadano le cose, sono quelle le persone che tendiamo a frequentare di piu soprattutto se si vive in piccoli paesi, quelle che si conoscono da una vita. Premetto che in quanto ex secchione non faccio testo in merito a questo tema (sebbene abbia avuto qualche "momento di gloria"). La mia impressione è che in qualsiasi modo siamo sarà cmq una mission impossible creare legami d'amicizia superata la fase "scolastica". D'altro canto soprattutto da uomo non è che sia un bel biglietto da visita sia in ambito lavorativo che in ambito affettivo ma d'altra parte se c'è un muro c'è poco da fare. In certi casi poi sono proprio le persone con tantissimi amici a rifarsi facilmente amicizie (come se avessero una sorta di attrattiva ma sono cmq casi rari), mentre chi non ne ha o ne ha poche annaspa e non poco forse perchè è la comunicazione non verbale ad essere sbagliata o forse avendo fatto poche esperienze ha poco da dire o forse per altri motivi. Mi domando se è cosi anche altrove oltre che in Italia.


  • Asterah piace questo

#38 Asterah

Asterah

    Super Utente

  • Utenti
  • 4455 messaggi

Inviato 04 ottobre 2018 - 08:08

Ho appena perso la mia lunga risposta, perdonate la mia pigrizia ma rispondo un po' a caso. Avete tutti detto cose giuste e sensate.

Anche se l'altra sera mi sono fatta il trip (lo ammetto, tutto è nato perché stavo pensando al matrimonio, GLI INVITATI, mi sono chiesta chi cazzo avrei mai potuto invitare e così mi sono resa conto di non avere amici :asdsi: ) non è che io stia male o mi manchi qualcuno, in effetti. È stata un'interrogazione estemporanea ed un po' troppo melodrammatica del tipo ommioddio nessuno mi ama scappano tutti grazie Johnny Cash everyone I know goes away in the end (Furor stile, sfoghiamoci!). Anche se razionalmente non è vero. Capita a tutti di perdersi di vista e continuare a farsi la propria vita, perché prenderla così sul personale? Devo avere qualcosa di sbagliato io? Sticazzi, è la vita. E le mie due amiche in realtà mi bastano e avanzano, è solo che sono distanti (una oltreoceano) e un po' mi manca il poter vivere il rapporto nel fisico-quotidiano. E come ha ipotizzato Zarina al momento sono sia presa da una relazione impegnativa (in positivo) che da ben altre priorità.

Ma soprattutto, nell'ultimo periodo come non mai mi sono resa conto che a svoltarmi le giornate e farmi stare bene non siano decisamente grandi gesti d'amicizia ma delle semplici o perfino "banali" interazioni sociali (come il sorriso di un estraneo che non mi fissi le tette, cose così). A saperlo decadi fa sarei potuta essere quasi felice, a quest'ora. Non me l'aspettavo. Ultimamente mi erano solo mancate tali interazioni, ridotte quasi ai minimi termini. Ecco tutto! Però comunque mi serviranno invitati, idee?

p.s. giusto per capire il mio caso psichiatrico: il caffè! Non giudicatemi, ma è andata così: ho compiuto il mio banale ma carino gesto e al momento non sono stata praticamente nemmeno ringraziata. E fin lì, chi se ne frega. Piccolo gesto a parte, sia io che un'altra ragazza cercavamo di aiutare/dare risposte e informazioni a questa donna. E dopo aver visto che lei quasi ignorava le mie risposte ma continuava a rivolgersi all'altra mi sono irritata (adolescenti irrisolti ne abbiamo? Sorta di gelosia? Mancanza di apprezzamenti e riconoscimenti? Ma almeno ne sono conscia, mica cazzi). Sono uscita da lì quasi incazzata e mi vergogno a dirlo. Mai successa una cosa del genere, che io ricordi. Livello elementari, proprio. Ho proprio pensato di questa povera cara donna "che stronza". E ho subito cercato di ripigliarmi, pensando che ho fatto quel gesto spontaneamente e chi se ne frega se non è stato apprezzato o altro: io dovevo sentirmi a posto con me stessa e basta, fine. Poi il giorno dopo questa mi chiama e tiene al telefono mezz'ora, anche per ringraziarmi. Inaspettatamente. E mi dice che il mio gesto le ha SCIOLTO IL CUORE, che non se lo aspettava e che ero stata così carina che anche se non ci saremmo più viste (stava per iscriversi al mio stesso corso, ma mi ha chiamato anche per dirmi che rinunciava) avrebbe avuto piacere a invitarmi da lei per un caffè. Ovviamente mi sono sentita una merda per il pensiero del pomeriggio prima, perché l'unica stronza ero stata io (anche se lei non ne ha mai saputo niente, ovviamente). E sono stata anche superficialissima, infondo, perché alla faccia dell'introspezione e della presunta profondità mica ho pensato "magari ha apprezzato ma è timida/lo farà in un altro momento/è presa da altro ora" o altro. Fine storia triste. Ma perché ogni cazzo di volta mi metto a nudo così? Aiutatemi.

Nehe adoro quella canzone e al secondo post nella top five di cose per me disarmanti c'è proprio la questione del diventare estranei pur avendo condiviso così tante cose. :asdsi: E sono passata da circa 80K a 29K di abitanti.

Frè, ma quindi secondo te gli amici "servono" solo nel periodo di crescita? Ma perché poi tendenzialmente non si sarà soli ma si avrà la propria famiglia, o proprio in ogni caso? E soprattutto, a parte il bisogno sociale di tutti e se vogliamo l'uso reciproco, gli amici dovrebbero "servire" solo per crescere e non possono solo essere compagni di viaggio, nel piacere reciproco?

Rainuccia, addirittura onorata? Ma sono un mostro! Comunque l'invito è reciproco, mi farebbe piacere. Quando vuoi  :flu: 

Sky! Visto che hai parlato di "a differenza mia" presumo pensi di avere problemi a farti/mantenere amicizie? Quel che ti ha detto il tuo conoscente non è sbagliato, anzi. Pensi di avere un caratteraccio? E chi non l'ha? Nessuno è perfetto e non sbaglia mai, figurati. Ma magari io stessa, se potessi saperlo, scoprirei di aver fatto mille errori e cazzate. Mi lamento solo di non averlo eventualmente mai saputo, ai tempi. Per quanto riguarda il lamentarsi troppo... dipende. Mi sembra chiaro che una persona che lo faccia 24/24H, magari con l'aggravante di non ricambiare l'ascolto e non lasciar sfogare anche l'altro, risulti pesante e possa facilmente scadere nel vittimismo o nell'autocommiserazione. Ma mi sembra anche sacrosanto e lecito il diritto di POTERSI sfogare, ogni tanto, liberamente e senza giudizi. Come ho fatto io con la storia del caffè cinquantenne, ecco. Come per tutte le cose, il segreto sta nella giusta misura. 

Per quanto riguarda la casa, mi dispiace. Mi sembra assurdo pensare che ti si possa lasciare in quelle condizioni, se rischi la vita. Che tu abbia soldi o meno. Non sono esperta e non saprei cosa consigliarti o a chi potresti rivolgerti, ma ti ha dato qualche idea Cimy! Provaci.
 


  • skynight e Rainbow piace questo

We'll long live all those lifes

You tell yourselves

You will be allright

 


#39 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 05 ottobre 2018 - 04:34

ti sposi? yeeeeeehhhhheeeerhhhheee!!!!!
  • skynight piace questo

#40 Yanez

Yanez

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2497 messaggi

Inviato 05 ottobre 2018 - 07:33

nel senso che se ti lamenti e sei pessimista e logorroico per troppo tempo poi la ggente ti scansa come se fossi un appestato, insomma ok lamentarti ogni tanto ma non troppo, almeno nel mio caso è preferibile cosi.  :D

 

stanno cedendo le fondamenta sul lato davanti della casa, perchè non è stato fatto un muro di sostegno e il basamento della casa poggiando sulla terra si è in parte spezzato, se fosse aggiustata ti darei minimo 180.000 euro, cosi come è invece non più di 50.000 perchè se devo comprare una casa per poi demolirla e ricostruirla di nuovo, faccio prima a spendere soldi anzi in una aggiustata dove posso abitarci senza avere nuove spese, comunque sia io in una casa cosi non ci dormirei  la notte nemmeno se 

mi pagassero perchè quando poi cederà e verrà giù del tutto chiunque sia dentro non farà in tempo nemmeno a scappare.

 

Non è un caso che, in un thread basato inzialmente da Asterh sull'amicizia, venga fuori un discorso sulla casa.

Il sentimento dell'amicizia ha molto in comune col sentimento di avere una casa, ossia un luogo, una dimensione che può accogliere, ma che ha anche qualcosa di unico e di esclusivo nel quale ci ritroviamo con facilità, con gratitudine e che possiamo percorrere anche al buio, e piena di piccole cose ognuna delle quali ci ricorda  altre piccole cose, altri momenti e altri noi stessi.

 

Sky, anche io ho una casa che vale poco, è piena di problemi, nonostante che negli anni ci abbia speso dei soldi - spesi male, perché ho seguito un criterio estetico, non quello dell'efficienza - e ogni muratore, o idraulico, che viene per qualche riparazione fa valutazioni fosche, quasi sconsolate.

In effetti hanno tutti ragione: il tetto è bucato in un angolo, lassù, in camera da letto il soffitto ha una chiazza scura di umidità, e né la stufa a legna, né i termosifoni riescono a sconfiggere il freddo artico che cala su questo fondovalle già nel tardo autunno. L'anno scorso stavo per impazzire, quando per un disgraziato concatenrasi di coincidenze, sono rimasto quattro giorni senza legna per la stufa e senza gas per la caldaia.

E la banca vorrebbe soldi che non ho - se capisci a cosa voglio alludere con questo eufemismo.

 

Ma mi sono affezionato a tutto questo.

..."insomma ok lamentarti ogni tanto ma non troppo", dicevi all'inizio. E' giusto, sul piano del comportamnto.

Bisogna cominciare da dentro, dal sentimento: soffrire, perfino essere disperati, ma riuscire in qualche modo a trasformare tutto - i buoni come i cattivi pensieri - in qualcosa di trasmissibile e riconoscibile.

A questo serve la comunicazione con gli altri, cioè a farci avere uno scopo, anche se la comunicazione fosse solo letteraria, poesie o confessioni chiuse in un cassetto, e "gli altri" fossero solo immaginari:  i pensieri e i sentimenti esistono solo se hanno una "forma".

 

Avere amicizia significa, di fatto, scegliere cosa essere, dopo aver dato una forma al caos dei propri pensieri e sentimenti, e accettare uno scambio di aspettative che mette alla prova la forma che siamo riusciti a dare al caos.


  • skynight e Asterah piace questo

Storie diverse per gente normale, storie comuni per gente speciale





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi