Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Numero 23 e numerologia


  • Per cortesia connettiti per rispondere
29 risposte a questa discussione

#21 Guest_iaionzi_*

Guest_iaionzi_*
  • Ospiti

Inviato 07 settembre 2018 - 03:06

La vita senza piacere personalmente non mi interessa e vorrei proprio vedere voi oltre le parole.

#22 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2822 messaggi

Inviato 07 settembre 2018 - 03:52

Oddio le cose che assumono forme di numeri mi era nuova, ma immagino lo sconcerto. xD
E tu hai trovato info sul numero 4 che possano in qualche modo dare una parvenza di senso al fatto che ti si pari dinanzi continuamente?


Dicono che il numero 4 sia legato agli Angeli in generale, ma io non ci credo per nulla. La ritengo una superstizione, come la piuma bianca degli Angeli...manco fossero uccelli 😆
  • UffaLaMuffa e Maxwelly piace questo

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#23 Guest_iaionzi_*

Guest_iaionzi_*
  • Ospiti

Inviato 07 settembre 2018 - 04:06

Più che agli angeli, il numero 4 è legato al Tetramorfo uno dei primi simboli che ho iniziato ad indagare anche io e che ha infiniti sviluppi.

https://it.m.wikiped...wiki/Tetramorfo

#24 Crispus73

Crispus73

    Utente Senior

  • Utenti
  • 303 messaggi

Inviato 07 settembre 2018 - 07:47

Un esempio pratico? Non capisco come si fa ad osservare rinunciando al piacere.

Io nel forum leggo solo ciò che mi piace, compio una scelta precisa.

 

Per rispondere alla tua domanda preferisco lasciare la parola ad altri, e precisamente a Germana Di Paolo. Questo brano è tratto dal suo libro "Viaggio nella solitudine". Lei è molto brava a spiegare queste cose e riesce a dirle in maniera efficace e semplice. Quello che dice proviene da Krishnamurti. Lo dice lei stessa nel suo libro.
 

La vera morale è solo ed esclusivamente spontanea. Quella falsa, del controllo delle azioni, non ci interessa. Se vediamo del marcio in noi è proprio attraverso le azioni, le parole che usiamo, le relazioni e le reazioni che abbiamo; finché avremo da pulire questi saranno i nostri specchi per rifletterci. Quindi non è all’azione che dobbiamo dare la nostra energia. Questo non vuol dire che possiamo andare in giro ad uccidere la gente. Si spera che se siamo arrivati fin qui, questo non succeda; dovremmo avere un ego piccolo e abbastanza agile da scansare tali pericoli, la consapevolezza agisce già da freno naturale. Ma per quanto possediamo una percentuale estremamente minore di violenza in noi, rispetto ad un assassino, la violenza è ancora parte della nostra coscienza e si traduce in aggressività e rabbia nelle nostre reazioni. Accontentarci di averne meno non basta; dobbiamo scoprire se c’è un modo per dissolverla. Fino ad ora gli esseri umani hanno sempre agito all’esterno. Anche noi di solito facciamo così: ripuliamo l’esterno, cerchiamo di apparire più gentili e ci sforziamo con sincero interesse di non fare alcune cose, censurando una parte di noi. Questo ci fa sentire buoni con qualche conflitto in più e molto controllo, ma non risolve niente; basilarmente, dentro siamo ancora come prima ed evitiamo di guardarlo, lo sopprimiamo. Perché la nostra energia è posta all’esterno, al nostro comportamento, è dissipata. L’azione è solo una conseguenza di ciò che siamo dentro e se dentro c’è violenza e non la dissolviamo, resta a covare e prima o poi le nostre azioni e reazioni lo dovranno far notare. Quando non saremo più violenti, non dovremo fare alcuno sforzo perché le nostre azioni siano pacifiche. Quindi, nonostante quello che siete abituati a fare, faremo l’esatto opposto. Saremo naturali fuori e vigili dentro! Altrimenti staremmo mettendo solo un’altra maschera, quella del saggio o del guru o del pio e ricominceremmo a formare un ego artificioso, cosa che la maggior parte dei guru e dei cosiddetti santi fanno. Dobbiamo essere davvero sinceri con noi stessi e osservare dentro di noi ogni cosa, non giustificare qualcosa che riteniamo giustificabile o condannare cose che non ci piacciono. Dobbiamo osservare senza scelta. Come si può osservare senza scelta, se finché c’è un io c’è un giudizio, un commento, una censura? Allora non è possibile. È vero. È proprio così, non si può. E questo, infatti, è stato il nostro limite finora. Fino a questo momento siamo stati consapevoli pur ammettendo l’intralcio dell’io nell’osservazione; per questo è stato un movimento superficiale e lento. L’io è la voce sopra i pensieri e le immagini, è il commentatore ufficiale nella nostra testa, decide lui se qualcosa va bene o no, a volte si sdoppia; se siamo in un momento di nevrosi galoppante ne possiamo notare due, uno che dice una cosa e un altro che lo smentisce. Le avete mai notate queste cose? Se sì, continuate a farlo. Questa è consapevolezza e ne avete bisogno come il pane per passare a un movimento risolutivo.

 

germana di paolo VIAGGIO NELLA SOLITUDINE: La meravigliosa metamorfosi della solitudine quando viene finalmente vissuta (pp.144-146)

 

 

Invece a questo link, viene riportato un bel brano tratto da uno dei libri di Jiddu Krishnamurti:

 

https://lacompagniad...enza-di-se.html


  • Maxwelly piace questo

#25 Guest_iaionzi_*

Guest_iaionzi_*
  • Ospiti

Inviato 08 settembre 2018 - 07:51

Vabbè, dice tutta un'altra cosa.

#26 Crispus73

Crispus73

    Utente Senior

  • Utenti
  • 303 messaggi

Inviato 08 settembre 2018 - 11:31

Vabbè, dice tutta un'altra cosa.

 

A scanso di equivoci (si tratta di argomenti che ognuno può interpretare a suo modo), ho voluto chiederglielo e questo è quello che mi ha risposto: "senza scelta vuol dire anche guardare tutto, mentre spesso si lavora solo su ciò che fa soffrire. Col tempo l'osservazione diviene totale proprio perché comincia a vedere la pericolosità di tutti il movimento del pensiero (anche quello che credeva innocuo)."



#27 UffaLaMuffa

UffaLaMuffa

    Captain Maravigghia 😁

  • Utenti
  • 1490 messaggi

Inviato 09 settembre 2018 - 06:00

Oddio le cose che assumono forme di numeri mi era nuova, ma immagino lo sconcerto. xD
E tu hai trovato info sul numero 4 che possano in qualche modo dare una parvenza di senso al fatto che ti si pari dinanzi continuamente?

A un certo punto mi sono impelagata con l'alfabeto ebraico che mi ha portato a delle belle dritte, ma nulla che rimanesse vivo in me in modo così particolare. E se è così probabilmente non sono sulla strada giusta per quanto riguarda l'interpretazione.
Per intenderci, fino a ieri pomeriggio ai piedi del comodino
IMG_20180909_195830_341.jpgpic upload

#28 UffaLaMuffa

UffaLaMuffa

    Captain Maravigghia 😁

  • Utenti
  • 1490 messaggi

Inviato 09 settembre 2018 - 06:05

Più che agli angeli, il numero 4 è legato al Tetramorfo uno dei primi simboli che ho iniziato ad indagare anche io e che ha infiniti sviluppi. https://it.m.wikiped...wiki/Tetramorfo


Iaio, mi sa che Ezechiele vide un ufo all'epoca (Biglino docet...)

#29 LunaRossa91

LunaRossa91

    Utente Junior

  • Utenti
  • 72 messaggi

Inviato 23 settembre 2018 - 07:11

Assurde ste coincidenze del numero 4!!! Forse dopo tante adesso riesci anche a notarne più del dovuto, però riconosco che effettivamente non sembrano essere diventate una fissa della tua mente o una forzatura.. dovresti indagare se sei legato al numero 4 per qualche caso o motivo della tua vita .. o di qualche tuo parente. Mia mamma, e quindi io, indirettamente e un Po meno, è perseguitata dal numero 19 invece.

#30 UffaLaMuffa

UffaLaMuffa

    Captain Maravigghia 😁

  • Utenti
  • 1490 messaggi

Inviato 30 settembre 2018 - 07:24

Assurde ste coincidenze del numero 4!!! Forse dopo tante adesso riesci anche a notarne più del dovuto, però riconosco che effettivamente non sembrano essere diventate una fissa della tua mente o una forzatura.. dovresti indagare se sei legato al numero 4 per qualche caso o motivo della tua vita .. o di qualche tuo parente. Mia mamma, e quindi io, indirettamente e un Po meno, è perseguitata dal numero 19 invece.


È quel che sto cercando di capire ma davvero non è semplice venirne a capo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi