Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Martino


  • Per cortesia connettiti per rispondere
42 risposte a questa discussione

#1 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 24 agosto 2018 - 10:03

La scrivo subito cogliendo l'occasione lanciata da Malia.

Non voglio commentare o dire quello che secondo me è stato, mi limito a riportare quello che ricordo.

Avevo dieci anni. Un giorno, scendendo a giocare con le amiche che abitavano al piano di sotto dello stesso isolato, mi sono chinata per allacciare le scarpe, e con la coda dell'occhio ho intravisto indistintamente una sagoma umana girata verso di me, che mi osservava. Per quel poco che ho colto era un ragazzo scuro di capelli e chiaro di carnagione, vestito di scuro, giacca pantaloni e camicia bianca: ho voltato di scatto la testa verso di lui e non c'era nessuno.
Un po' stranita per questo scherzo percettivo ho fatto spallucce e sono andata dalla mia amica a giocare.
A breve, non ricordo se il giorno stesso o due giorni dopo, stavo giocando con le barbie seduta per terra in camera mia, e ad un certo punto mi ha preso la stanchezza ed ho appoggiato la testa sul letto, in una posizione strana: ero ancora inginocchiata ma con le braccia e la testa sul letto.
Mi sono assopita immediatamente e ho cominciato immediatamente a sognare.
Di fronte a me c'era il viso di quello che ho identificato subito come il ragazzo intravisto sotto casa. Ha detto "Ciao. Io sono Martino". E d'improvviso io ero catapultata dentro il corpo di una donna adulta che correva verso di lui urlando "nooooooo" mentre un altro ragazzo vestito pressappoco come lui ma senza la giacca, con un gilet nero, prendeva la mira con uno schioppo antico e gli sparava. Sentivo un rumore fortissimo e assordante, mi misi (cioè quella donna si mise) le mani sulle orecchie sempre urlando, e poi mi sono svegliata di colpo.
Credo abbia voluto mostrarmi la sua morte.
Nei tre anni successivi ho sognato altri episodi di quella vicenda, ed in quei sogni io ero sempre la stessa donna ed ero completamente immersa nella sua vita. Vedevo scene di litigi in una cucina ottocentesca, le altre donne che ci lavoravano che mi disprezzavano, mi trattavano male, mi urlavano brutte cose.
Vedevo mia madre, una donna anziana molto intransigente, con una cuffia bianca.
Ho visto i miei incontri alla fontana con Martino, io lavavo i panni e lui mi guardava, sapevo che era il figlio della proprietaria della tenuta, e che io ero una ragazza povera, la figlia dello stalliere e di una governante.
Ho visto delle scene anche nella stanza in soffitta dove ci appartavamo, ed erano cose che da bambina non potevo sapere.
Ho visto la casa dove mi ha portato la mamma di Martino, in città, lasciandomi un cofanetto di gioielli per il figlio (illegittimo) di suo figlio Martino, al quale mio fratello aveva sparato perché "mi aveva disonorata".
In tutto questo io non sentivo veramente le emozioni di questa ragazza, mi limitavo ad entrare nel suo corpo e a ripercorrere gli episodi più salienti della sua vita che riguardavano solo e soltanto Martino.
Per questo non credo ad un episodio di reincarnazione, però su questo lascio alle vostre opinioni.

Questi sogni finirono quando a tredici anni consultandomi con un'amica, le domandai "cosa vorrà da me?" e lei rispose "boh? forse preghiere? non si fa così coi defunti?"
Andai al Duomo e commissionai con settimane di anticipo una Messa in suffragio per lui, la cosa divertente è che fu fissata per il 13 aprile, san Martino.
Poi me ne dimenticai del tutto.
Il 13 aprile vidi su un giornale una foto dove c'erano dei morti in qualche guerra, uno mi ricordava lui in maniera impressionante, mi ricordai improvvisamente della Messa, che era proprio per quell'ora, ma ormai era troppo tardi per andarci.
Non lo sognai mai più.
Opinioni?
  • skynight, malia, UffaLaMuffa e 5 altri piace questo

#2 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 7344 messaggi

Inviato 24 agosto 2018 - 10:14

perplesso, se si credesse nella reincarnazione quella donna in cui ti eri immedesimata durante la sua vita, nei momenti più cruciali e importanti per lei, saresti stata te, ma visto che per la nostra fede è impossibile che esista, l'unica cosa che mi viene in mente è un qualche tipo di collegamento tra te e la vittima, che ha fatto in modo di poterti trasmettere quando eri piccola i suoi passati ricordi di quando era in vita, possibile che quella persona che hai sognato non possa essere stata una tua lontana antenata? 

il problema di questi strani sogni che sembrano molto reali come dei ricordi vissuti è che non puoi sapere in che luogo si sono svolti, perchè cosi sapendo, potresti se ne avessi tempo e la disponibilità rintracciare chi erano e se realmente sono esistite le persone che hai sognato che hanno vissuto quella vita.

ma con la moltitudine di luoghi simili esistenti al mondo sarebbe come tentare di cercare un ago in un pagliaio.

l'unica tua possibilità sarebbe riuscire a ricordare un cognome, il nome di una strada o indirizzo per cercare di risalire al luogo di origine del tuo sogno.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#3 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 24 agosto 2018 - 10:54

perplesso, se si credesse nella reincarnazione quella donna in cui ti eri immedesimata durante la sua vita, nei momenti più cruciali e importanti per lei, saresti stata te, ma visto che per la nostra fede è impossibile che esista, l'unica cosa che mi viene in mente è un qualche tipo di collegamento tra te e la vittima, che ha fatto in modo di poterti trasmettere quando eri piccola i suoi passati ricordi di quando era in vita, possibile che quella persona che hai sognato non possa essere stata una tua lontana antenata?
il problema di questi strani sogni che sembrano molto reali come dei ricordi vissuti è che non puoi sapere in che luogo si sono svolti, perchè cosi sapendo, potresti se ne avessi tempo e la disponibilità rintracciare chi erano e se realmente sono esistite le persone che hai sognato che hanno vissuto quella vita.
ma con la moltitudine di luoghi simili esistenti al mondo sarebbe come tentare di cercare un ago in un pagliaio.
l'unica tua possibilità sarebbe riuscire a ricordare un cognome, il nome di una strada o indirizzo per cercare di risalire al luogo di origine del tuo sogno.

no, cognomi zero.
Sapevo che ero in Olanda.
Mio fratello fece una volta l'albero genealogico e la linea di ascendenza del ramo continentale (non sardo) della famiglia si perde in Austria, dove è stato impossibile continuare le ricerche, ma comunque decisamente lontano, però è una linea di ascendenza maschile, su quella femminile, buio.
Ti dirò comunque che una volta feci un viaggio in bicicletta e barca in esplorazione dell'Olanda, con un'amica, e percorremmo diverse campagne olandesi senza però che succedesse mai alcun avvistamento particolare, il casale lo avevo decisamente presente come struttura e credo lo avrei potuto ritrovare. Ma niente, perlomeno lungo quel percorso.

Però successe un fatto curioso: essendo bruna, venivo particolarmente notata dalla popolazione maschile in quanto forse "esotica".

Ed in una cittadina sperduta nel nord dell'Olanda e li' conoscemmo nell'osteria del paese diverse persone, tra le quali un ragazzone simpatico grosso e biondo, che si interessò parecchio a me dal punto di vista romantico, e dopo averci parlato un po' ma senza che avessi raccontato niente di quei sogni, mi fece qualcosa che per i cittadini di quel buco sperduto nel mondo l'onore supremo: mi ri-battezzò come cittadina onoraria.
Tra l'altro è una cosa che fecero solo con me, ne' con la mia amica ne' con nessun'altro del gruppo.

Di fatto c'era una stalla che era "la camera di consiglio" degli anziani della città, e sul muro in alto c'era un buco passando attraverso il quale gli stranieri prescelti dal consiglio degli anziani venivano nuovamente alla luce, rinascevano insomma come cittadini di quel paesino, che si chiama Maacum.
Lui mi issò e mi fece attraversare quel buco, e dall'altra parte c'erano gli anziani che mi presero in braccio e mi applaudirono commossi, perché io in quel momento rinascevo come cittadina di Maacum.

Carino no?

#4 Rainbow

Rainbow

    Immaginazione al potere.

  • Utenti
  • 21879 messaggi

Inviato 24 agosto 2018 - 12:27

Non ho ben capito come hai fatto a "dimenticarti" di eventi così particolari...io ci avrei ripensato su spesso, negli anni.:asdsi:

#5 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 7344 messaggi

Inviato 24 agosto 2018 - 12:28

no, cognomi zero.
Sapevo che ero in Olanda.
Mio fratello fece una volta l'albero genealogico e la linea di ascendenza del ramo continentale (non sardo) della famiglia si perde in Austria, dove è stato impossibile continuare le ricerche, ma comunque decisamente lontano, però è una linea di ascendenza maschile, su quella femminile, buio.
Ti dirò comunque che una volta feci un viaggio in bicicletta e barca in esplorazione dell'Olanda, con un'amica, e percorremmo diverse campagne olandesi senza però che succedesse mai alcun avvistamento particolare, il casale lo avevo decisamente presente come struttura e credo lo avrei potuto ritrovare. Ma niente, perlomeno lungo quel percorso.

Però successe un fatto curioso: essendo bruna, venivo particolarmente notata dalla popolazione maschile in quanto forse "esotica".

Ed in una cittadina sperduta nel nord dell'Olanda e li' conoscemmo nell'osteria del paese diverse persone, tra le quali un ragazzone simpatico grosso e biondo, che si interessò parecchio a me dal punto di vista romantico, e dopo averci parlato un po' ma senza che avessi raccontato niente di quei sogni, mi fece qualcosa che per i cittadini di quel buco sperduto nel mondo l'onore supremo: mi ri-battezzò come cittadina onoraria.
Tra l'altro è una cosa che fecero solo con me, ne' con la mia amica ne' con nessun'altro del gruppo.

Di fatto c'era una stalla che era "la camera di consiglio" degli anziani della città, e sul muro in alto c'era un buco passando attraverso il quale gli stranieri prescelti dal consiglio degli anziani venivano nuovamente alla luce, rinascevano insomma come cittadini di quel paesino, che si chiama Maacum.
Lui mi issò e mi fece attraversare quel buco, e dall'altra parte c'erano gli anziani che mi presero in braccio e mi applaudirono commossi, perché io in quel momento rinascevo come cittadina di Maacum.

Carino no?

 

Olanda? interessante anche se diciamo è sempre grande come luogo da cercare almeno hai ristretto di tanto le ricerche, hai mai pensato che magari la casa è stata dopo quasi due secoli demolita e potrebbero averci costruito sopra un'altra abitazione?

perdendosi le tue radici in Austria per cui è anche possibile che qualche tuo avo vivesse lassù, anche se non potrai mai saperlo.

carino e interessante, non conoscevo questa tradizione olandese e rito particolare, per farti diventare una loro cittadina onoraria pure non essendoci nata.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#6 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2845 messaggi

Inviato 24 agosto 2018 - 01:01

Neanche io credo alla reincarnazione, almeno..non su questa Terra, ma è tutta un'altra storia e rischierei oltretutto di andare OT.

Io sono d'accordo con te cimychan, che Martino ti abbia voluto far vedere, facendoti immedesimare in quella donna, la sua morte.

Bisognerebbe capire il perchè sia stato attirato a te ( a parte qualche capacità medianica che mi sembra di capire che hai, anche perchè non è la prima esperienza che fai in fatto di defunti ), che cosa in te abbia fatto scattare il principio di legge di attrazione che ha permesso il vostro incontro.


  • skynight piace questo

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#7 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 24 agosto 2018 - 01:29

Non ho ben capito come hai fatto a "dimenticarti" di eventi così particolari...io ci avrei ripensato su spesso, negli anni.:asdsi:

no beh ci ho ripensato spesso nel l'adolescenza ma non ho mai saputo trovare una valida spiegazione.
se invece chiedi come ho fatto a dimenticare la sua Messa, calcola che non era la mia chiesa vicino a casa ma il Duomo, me l'avevano fissata con qualche settimana di distanza e un giorno infrasettimanale, non ci ho proprio pensato più.

#8 Rainbow

Rainbow

    Immaginazione al potere.

  • Utenti
  • 21879 messaggi

Inviato 24 agosto 2018 - 01:51

no beh ci ho ripensato spesso nel l'adolescenza ma non ho mai saputo trovare una valida spiegazione.
se invece chiedi come ho fatto a dimenticare la sua Messa, calcola che non era la mia chiesa vicino na casa ma il Duomo, me l'avevano fissata con qualche settimana di distanza e un giorno infrasettimanale, non ci ho proprio pensato più.

Non la messa, dicevo proprio l'esperienza in sé..

#9 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 7344 messaggi

Inviato 24 agosto 2018 - 03:05

Neanche io credo alla reincarnazione, almeno..non su questa Terra, ma è tutta un'altra storia e rischierei oltretutto di andare OT.

Io sono d'accordo con te cimychan, che Martino ti abbia voluto far vedere, facendoti immedesimare in quella donna, la sua morte.

Bisognerebbe capire il perchè sia stato attirato a te ( a parte qualche capacità medianica che mi sembra di capire che hai, anche perchè non è la prima esperienza che fai in fatto di defunti ), che cosa in te abbia fatto scattare il principio di legge di attrazione che ha permesso il vostro incontro.

 

infatti proprio per questo Luna avevo ipotizzato che quella donna potesse essere una sua lontana parente antenata, perché se ci hai fatto caso, a parte il fatto tragico della morte di quell'uomo, Cimy non era nei suoi ricordi e nella sua vita, ma nei ricordi e nella vita di quella donna, nei momenti più importanti della vita di lei. 


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#10 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 7344 messaggi

Inviato 24 agosto 2018 - 03:06

no beh ci ho ripensato spesso nel l'adolescenza ma non ho mai saputo trovare una valida spiegazione.

 

IMHO! il senso dell'osservare la sua vita con distacco nel caso si prendesse come vera l'ipotesi della reincarnazione, sarebbe che ormai vivendo adesso te un'altra vita, i ricordi dell'altra pure essendo stati molto importanti, non hanno più 

una presa emotiva tale da turbarti, comunque sia Cimy se addirittura hai visto quest'uomo in questa vita e sempre ammesso se esistesse davvero la reincarnazione, significherebbe che era talmente importante per te, nella sua vita precedente che non sei riuscita a dimenticarlo, nemmeno dopo la tua passata dipartita.

che storia triste e tragica, comunque se mai lo incontrerai di nuovo in questa vita anche se avrà un altro aspetto e fisionomia penso che capirai lo stesso che è lui, se il tuo legame era cosi intenso e profondo nella tua vita passata. altrimenti Cimy nel caso non esistesse davvero la reincarnazione, non saprei proprio davvero come spiegarmi la tua visione di lui e i sogni che lo riguardavano come la vita esistenziale di quella donna.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#11 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 24 agosto 2018 - 03:46

Non la messa, dicevo proprio l'esperienza in sé..

beh non l'ho mai dimenticata.
Però da ragazzina mi ci s-cervellai al punto che non avendo "capito", l'ho archiviata come un'esperienza col punto di domanda e sono andata avanti.
Sicuramente quando andai in Olanda ero molto curiosa di sapere se sarebbe successo qualcosa che mi avrebbe aiutato a trovare un senso

#12 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 24 agosto 2018 - 03:55

Neanche io credo alla reincarnazione, almeno..non su questa Terra, ma è tutta un'altra storia e rischierei oltretutto di andare OT.
Io sono d'accordo con te cimychan, che Martino ti abbia voluto far vedere, facendoti immedesimare in quella donna, la sua morte.

è la spiegazione che mi sono data io, alla fine.
Di fatto credo che il fatto di avergli fatto recitare delle preghiere in suffragio probabilmente era ciò di cui aveva bisogno, dato che la cosa finì lì.
Oppure al contrario non era un'anima buona, era uno spirito maligno, e quel tipo di azione lo ha congelato.
Vattelapesca.

Bisognerebbe capire il perchè sia stato attirato a te ( a parte qualche capacità medianica che mi sembra di capire che hai, anche perchè non è la prima esperienza che fai in fatto di defunti ), che cosa in te abbia fatto scattare il principio di legge di attrazione che ha permesso il vostro incontro.

Non lo so e tra l'altro non credo di avere capacità medianiche particolari: è vero che nella mia vita sono successe delle cose di questo tipo ma francamente non credo sia dovuto a qualche mia presunta capacità.
Comunque penso che essendo una bambina io fossi un canale comunicativo molto più accessibile di un adulto.

#13 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 24 agosto 2018 - 04:07

IMHO! il senso dell'osservare la sua vita con distacco nel caso si prendesse come vera l'ipotesi della reincarnazione, sarebbe che ormai vivendo adesso te un'altra vita, i ricordi dell'altra pure essendo stati molto importanti, non hanno più
una presa emotiva tale da turbarti, comunque sia Cimy se addirittura hai visto quest'uomo in questa vita e sempre ammesso se esistesse davvero la reincarnazione, significherebbe che era talmente importante per te, nella sua vita precedente che non sei riuscita a dimenticarlo, nemmeno dopo la tua passata dipartita.

beh non credo nella reincarnazione, ma se anche fosse reincarnato, sarebbe dovuto nascere almeno tredici anni dopo di me.

A te piace molto questa ipotesi di una reincarnazione mia, però a dieci anni non ero poi così presa dalla mia vita presente, non avevo nessuna esperienza: mi turbava assistere a questa tragedia perché io ve l'ho raccontato con una sequenza temporale mentre in realtà sognavo di tanto in tanto episodi della vita di quella donna in relazione a Martino, che erano apparentemente slegati tra loro.

che storia triste e tragica, comunque se mai lo incontrerai di nuovo in questa vita anche se avrà un altro aspetto e fisionomia penso che capirai lo stesso che è lui, se il tuo legame era cosi intenso e profondo nella tua vita passata. altrimenti Cimy nel caso non esistesse davvero la reincarnazione, non saprei proprio davvero come spiegarmi la tua visione di lui e i sogni che lo riguardavano come la vita esistenziale di quella donna.

Non credo alle reincarnazioni, tantomeno quelle romantiche.
Poi se mi sono reincarnata prima io e lui ancora non lo era, penso che difficilmente ci sarebbe stato il romanticismo del riconoscimento al quale alludi, anche se mai dire mai.
Comunque non è mai successo che abbia guardato qualcuno negli occhi e abbia pensato "è lui".

Solo un gatto malato che avevamo trovato in campeggio aveva un mantello bianco e nero e gli occhi di un azzurro intenso con i quali mi guardava implorante, dico che mi fece pensare a lui perché aveva lo stesso colore di occhi incredibilmente azzurri, ma soprattutto perché c'era un bambino piccolissimo del campeggio, avrà avuto neanche due anni, che quando discutemmo come chiamarlo esclamo': "Martino. Lui si chiama Martino".
Chiesi alla mamma dove avesse sentito quel nome e lei rispose "boh? non conosce nessuno con quel nome"
Però quel gatto morì pochi giorni dopo.

Più che alla reincarnazione in un gatto, sono portata a pensare ad una "sovrapposizione" momentanea.

I bambini piccoli poi in queste cose a volte ci vedono più lontano di noi.
  • skynight piace questo

#14 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2845 messaggi

Inviato 24 agosto 2018 - 06:02

Non so, skynight, non è detto sia una sua antenata.

Cimychan, a me hai dato questa impressione che hai questa capacità.

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#15 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 24 agosto 2018 - 06:23

Non so, skynight, non è detto sia una sua antenata.

Cimychan, a me hai dato questa impressione che hai questa capacità.

se fossi "capace" saprei gestire la comunicazione con l'aldila', siccome quando mi e capitato, ed è successo raramente, sono sempre stata il soggetto passivo, quello che non decide ne' dove ne' quando ne' con chi, al massimo posso avere una "incapacità" :asdsi:

#16 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7510 messaggi

Inviato 25 agosto 2018 - 10:29

Di fatto credo che il fatto di avergli fatto recitare delle preghiere in suffragio probabilmente era ciò di cui aveva bisogno, dato che la cosa finì lì.
 

Cosa hai raccontato al parroco: mi faccia una messa con delle preghiere a suffragio di...?



#17 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 25 agosto 2018 - 10:32

Cosa hai raccontato al parroco: mi faccia una messa con delle preghiere a suffragio di...?

non gli raccontai proprio niente
gli chiesi una messa in suffragio della persona chiamata così e cosa', lui spulciò l'agenda e fisso' alla prima data libera.
mi spiace non esserci andata ma vabbè

#18 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7510 messaggi

Inviato 25 agosto 2018 - 10:39

No, aspè: così e cosà, cosa  era: non martino, uomo, razza bianca, del 1800 morto per inchioppetamento da carabina,  ma  solo martino morto ammazzato? O solo martino?



#19 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 25 agosto 2018 - 10:44

No, aspè: così e cosà, cosa era: non martino, uomo, razza bianca, del 1800 morto per inchioppetamento da carabina, ma solo martino morto ammazzato? O solo martino?

dissi solo il nome: Martino e basta.
non mi chiese ne' il cognome ne' chi fosse ne' quando fosse morto ne' come.

E io fui ben contenta.

In teoria potrei avergli chiesto una messa in suffragio per un parto della mia fantasia, lo so.

#20 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7510 messaggi

Inviato 25 agosto 2018 - 11:28

In teoria potrei avergli chiesto una messa in suffragio per un parto della mia fantasia, lo so.

Si. Non era quella la mia curiosità, quanto il comportamento del parroco. Sicuramente aveva fiducia nel fatto che le preghiere "vaghe" avrebbero comunque trovato la giusta strada, direzione e meta. Che poteva essere martino o tu che ti esprimevi attraverso martino.

Il parroco del mio paese, se non gli dai il codice fiscale...insomma...le preghiere da noi si perdono facilmente :arg:.






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi