Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Ipotesi aldilà


  • Per cortesia connettiti per rispondere
209 risposte a questa discussione

#61 Bartimeus

Bartimeus

    Utente Senior

  • Utenti
  • 294 messaggi

Inviato 27 agosto 2018 - 01:08

No non ci credo e non sono convinto di nulla, la frase "piu mi convinco" per enfatizzare l' inefficacia del mio percorso. 

Non voglio semplicemente credere, per come sono fatto io anche se so che non avrò mai una certezza devo costruirmi un percorso di conoscenza, e purtroppo a controbilanciare delle ipotesi a favore (di un aldilà) ci sono altre cose che la mia mente non riesce a correlarle appunto con l' ipotetica aldilà.

Il tizio del video dice che l' IO muore con la morte del cervello, vero, ne sono persuaso, ma se dovessi vedere una coscienza svincolata dalla materia la vedrei "dietro" l' IO. 

Ma questa coscienza è veramente SOLO frutto della corteccia prefrontale? "Semplici" scambi elettrici e chimici tra cellule sono davvero capaci di creare la Coscienza? 





#62 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 27 agosto 2018 - 01:40

in realtà penso che l'anima sia connaturata al l'interezza del corpo, la coscienza senza corpo può esistere ma l'essere umano è l'intero.

devo pensarci meglio

#63 Spinoza

Spinoza

    Utente in stand-by

  • Utenti
  • 5508 messaggi

Inviato 27 agosto 2018 - 02:12

 

Ma questa coscienza è veramente SOLO frutto della corteccia prefrontale? "Semplici" scambi elettrici e chimici tra cellule sono davvero capaci di creare la Coscienza? 

 

E se la coscienza, così come la intendiamo abitualmente, fosse un'illusione?



#64 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 27 agosto 2018 - 02:26

È se fosse questa vita, un sogno?
In fondo questo nostro io é solo una funzione del corpo.
Non potrebbe esistere senza un corpo.
Così alti concetti come anima, spirito e coscienza, li abbiamo elaborati grazie a un corpo.
Pretendere che esistano senza un corpo è solo un errore, secondo me.

#65 tornado

tornado

    Utente Intergalattico

  • Utenti
  • 18009 messaggi

Inviato 27 agosto 2018 - 10:02

Visto il video, per me piuttosto raccapricciante... 
Purtroppo un tipetto che praticamente non ha ancora "pisciato nel mondo" inneggiante all' inesistenza di un dopo la vita basandosi solo sul pensiero (io) espresso dalle sinapsi non mi da ulteriore conferma che non esista un aldilà. 
Di certo, nel percorso di "studio" dell' ipotesi dopo-vita, questo video può essere interpretato come un esilarante coffee break... 
C'è molto potenziale nel creato per tentare di capire ed illuderci che ci possa essere un' ipotetico seguito alla vita terrena, dove la fisica newtoniana aveva posto dei limiti relegando la faccenda ai dogmi religiosi ora con lo studio del subatomico riscopriamo un universo imprevedibile e ricco di possibilità. 
Col tempo ci sono dei cardini che ho costruito che non mi fanno rifiutare del tutto l' ipotesi della vita dopo la vita: 
- Lo scopo. Personalmente non credo che l' intero universo sia nato da solo, ne tantomeno la vita, figuriamoci poi un essere cosciente con l' essere umano. Tanto spreco di energie per raggiungere il prodotto "essere cosciente" che nasce-vive-crepa? Lo trovo illogico (nella locica umana comunque...) 
- Racconti di persone che sentono proprie esperienze che non hanno mai vissute, di cui comunque anche io ne ho avuto la percezione. 
- Sessioni di ipnosi regressiva antecendenti l' attuale vita. 
- Casi di NDE (Confini della vita) senza entrane nel dettaglio medico, dove cervelli in forte ipossia che non sarebbero in gradi di dire "A" invece hanno esperienze molto forti e tutte sostanzialmente uguali, riferite da persone da tutte le parti del globo, di diversa cultura o credo religioso. In ultimo, tutte le persone che hanno avuto questa esperienza hanno cambiato profondamente il modo di concepire la morte e la vita. 
 
Però tutto ciò non risponde "alla sete" di sapere cosa accade dopo la vita, se mai ci sia un dopo. 
Guardo le persone, i bambini, gli adulti, gli anziani e mi chiedo come sia possibile che essi siano Coscienze che, passatemi il termine, abitano quei corpi, la mia logica, la mia mente non riesce a conciliare il binomio Coscienza-Corpo come qualcosa di separati.

 
 
Ovviamente come avrai ben capito, sono sono delle seghe mentali :asdsi:
Innanzitutto è vero che l'io è inconsistente, e che nasce e muore con il cervello, ma è anche vero che l'io non è la vera natura dell'uomo. Anche nel Vangelo Gesù dice che per vedere il Regno dei Cieli, bisogna rinascere dall'alto.
Quindi il ragazzo ha ragione quando dice che l'io "muore" con il corpo fisico, ma ignora che non c'è nulla di nuovo in quello che lui ha affermato. 
 
 
[1]C'era tra i farisei un uomo chiamato Nicodèmo, un capo dei Giudei. [2]Egli andò da Gesù, di notte, e gli disse: «Rabbì, sappiamo che sei un maestro venuto da Dio; nessuno infatti può fare i segni che tu fai, se Dio non è con lui». [3]Gli rispose Gesù: «In verità, in verità ti dico, se uno non rinasce dall'alto, non può vedere il regno di Dio». [4]Gli disse Nicodèmo: «Come può un uomo nascere quando è vecchio? Può forse entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?». [5]Gli rispose Gesù: «In verità, in verità ti dico, se uno non nasce da acqua e da Spirito, non può entrare nel regno di Dio. [6]Quel che è nato dalla carne è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito. [7]Non ti meravigliare se t'ho detto: dovete rinascere dall'alto. [8]Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai di dove viene e dove va: così è di chiunque è nato dallo Spirito». [9]Replicò Nicodèmo: «Come può accadere questo?». [10]Gli rispose Gesù: «Tu sei maestro in Israele e non sai queste cose? [11]In verità, in verità ti dico, noi parliamo di quel che sappiamo e testimoniamo quel che abbiamo veduto; ma voi non accogliete la nostra testimonianza. [12]Se vi ho parlato di cose della terra e non credete, come crederete se vi parlerò di cose del cielo? [13]Eppure nessuno è mai salito al cielo, fuorchè il Figlio dell'uomo che è disceso dal cielo. [14]E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell'uomo, [15]perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna».[/size]
 
Anche la storia dell'alzheimer non è come lui lui crede, ossia che il soggetto è solo un'automa. Mio nonno aveva l'alzhmeir, e persino nella più totale degenerazione negli ultimi suoi mesi di vita, era comunque in perfetta sintonia con i tutti i suoi famigliari, continuava a dormire nel letto con mia nonna senza sentirsi minimamente estraneo. Ma dire che il malato di alzheimer è uno zombie, è una cagata pazzesca  :icon_confused: https://youmedia.fan...tI17uSw-zHa4A2R


  • Bartimeus piace questo

330x242_placeholder2.jpg


#66 Bartimeus

Bartimeus

    Utente Senior

  • Utenti
  • 294 messaggi

Inviato 28 agosto 2018 - 11:50

Che la vita che tutti noi facciamo sia solo un' illusione, un sogno, è qualcosa che spessissimo viene tirata in ballo. 

Concettualmente se potessimo "trasferire" questa coscienza dentro un altro "contenitore" potendo scrivere i parametri di configurazione senza "copiare o trasferire" il ricordo del prima e del trasferimento, ci si ritroverebbe in un mondo fittizio come se avessimo bevuto dal fiume Lete (senza memoria), ignari abitanti di quella realtà (in quanto per la coscienza smemorata sarebbe l' unica realtà). 

Si potrebbe copiare la coscienza nella nuova realtà in base alle esigenze, fornendola di un corpo adatto allo scopo, programmando un percorso di vita per fargli superare prove e, senza quei ricordi parcheggiati "dall' altra parte" la coscienza deve imparare ad affrontare quello che è stato programmato. 

Tecnicamente quella stessa coscienza potrebbe scrivere il proprio percorso e decidere quale dose di energie (intese come talenti, personalità) trasferire per cercare di fortificarsi. 

Molto fantascientifico, ma in base alle conoscenze moderne si potrebbe, passatemi il termine, futurare un interfaccia capace di intercettare la coscienza dal cervello, tradurla in qualcosa di trasferibile e inserirla in un nuovo ricevitore, cervello di un corpo, in un grande simulatore di vita.

Magari stiamo semplicemente descrivendo quello che è già successo, mentre siamo indaffarati in questo mondo le nostre vere essenze sono chissà dove interconnesse ad un enorme sistema dati.

E non ho neanche fumato... O bevuto... 

:frog: 


  • arjanedda piace questo

#67 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 01:30

Ho sognato la mia cara amica morta 10 anni fa. Nel sogno era viva ma io mi dicevo che era un sogno impossibile e dovevo trovare un significato.
Non facile.
Io, nel sogno avevo coscienza di quel preciso istante.
Forse il senso é nel fatto che posso continuare a vedere le persone che ho amato e che amo. Proprio per questo amore.
Ma non posso fare domande, non posso interagire, anche se raramente, abbiamo bevuto un caffè insieme.
Ma i morti che vedo sono, come me, appassionati personaggi creati dalla mia mente.
In film assolutamente reali.
Le tante realtà della mia vita, meritano la mia profonda attenzione, anche se, dove siano nascosti i sogni che poi si dipanano e dove i morti non sono morti, chi può saperlo?
I morti vivono in chi li ricorda!
  • skynight piace questo

#68 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 9283 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 03:25

Ho sognato la mia cara amica morta 10 anni fa. Nel sogno era viva ma io mi dicevo che era un sogno impossibile e dovevo trovare un significato.
Non facile.
Io, nel sogno avevo coscienza di quel preciso istante.
Forse il senso é nel fatto che posso continuare a vedere le persone che ho amato e che amo. Proprio per questo amore.
Ma non posso fare domande, non posso interagire, anche se raramente, abbiamo bevuto un caffè insieme.
Ma i morti che vedo sono, come me, appassionati personaggi creati dalla mia mente.
In film assolutamente reali.
Le tante realtà della mia vita, meritano la mia profonda attenzione, anche se, dove siano nascosti i sogni che poi si dipanano e dove i morti non sono morti, chi può saperlo?
I morti vivono in chi li ricorda!

 

per questo non abbiamo dubbi allora che nel caso una divinità eventualmente esistesse non dimenticherebbe mai le sue creature.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#69 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 03:32

per questo non abbiamo dubbi allora che nel caso una divinità eventualmente esistesse non dimenticherebbe mai le sue creature.


Hai dubbi sull'esistenza della Divinità?

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#70 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 9283 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 03:54

Hai dubbi sull'esistenza della Divinità?

 

se devo essere sincero non avevo mai avuto dubbi nemmeno prima che non ero più credente che non esistesse una divinità, ma avevo dubbi nel suo operato e giudizio circa l'umanità e l'essere umano, che è capace di ogni malvagità e nefandezze grazie al libero arbitrio concesso da Dio, poi ho capito che purtroppo per via che l'essere umano sia libero di scegliere e di non subire una ingiusta obbedienza fatta più per paura delle conseguenze che per amore e fede verso il creatore, l'unica scelta possibile è stata quella di non rendere evidente e chiara la sua esistenza, ma solo di poterla percepire con il nostro discernimento e fede.

ho il presentimento che Dio nell'aldilà non sarà esso a giudicarci personalmente ma che lascerà alla nostra anima di ricordare i peccati commessi in vita e di giudicarci da soli se saremmo meritevoli davvero di essere salvati oppure no, d'altronde non esiste peggiore giudice di una persona che se stesso messo di fronte alle sue colpe.

IMHO.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#71 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 04:14

se devo essere sincero non avevo mai avuto dubbi nemmeno prima che non ero più credente che non esistesse una divinità, ma avevo dubbi nel suo operato e giudizio circa l'umanità e l'essere umano, che è capace di ogni malvagità e nefandezze grazie al libero arbitrio concesso da Dio, poi ho capito che purtroppo per via che l'essere umano sia libero di scegliere e di non subire una ingiusta obbedienza fatta più per paura delle conseguenze che per amore e fede verso il creatore, l'unica scelta possibile è stata quella di non rendere evidente e chiara la sua esistenza, ma solo di poterla percepire con il nostro discernimento e fede.
ho il presentimento che Dio nell'aldilà non sarà esso a giudicarci personalmente ma che lascerà alla nostra anima di ricordare i peccati commessi in vita e di giudicarci da soli se saremmo meritevoli davvero di essere salvati oppure no, d'altronde non esiste peggiore giudice di una persona che se stesso messo di fronte alle sue colpe.
IMHO.


Giusto, è il nostro cuore che ci condanna e nell'Aldilà vivremo secondo quella che è la natura della nostra sfera.

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#72 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 9283 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 04:23

Giusto, è il nostro cuore che ci condanna e nell'Aldilà vivremo secondo quella che è la natura della nostra sfera.

 

uhm un attimino Luna non sono molto d'accordo o forse ho interpretato e frainteso male io quello che hai scritto, il nostro cuore indubbiamente può essere influenzato da quello degli altri, 

ma la condanna secondo me non sarà davvero senza appello se i nostri peccati non saranno cosi gravi da non essere perdonati, io confido nella benevolenza e giustizia divina che guarda dentro i nostri cuori e conosce le nostre virtù come pure le nostre più intime debolezze, anche se può essere che da noi Dio si aspetterebbe di più, ma di certo non pretenderebbe l'impossibile.

è per questo secondo me che ogni momento della nostra vita facciamo i conti con la nostra coscienza e siamo tormentati dai dubbi circa la volontà e il giudizio divino, anche per coloro che affermano di non credere nella divinità e di essere atei, perchè imho, NESSUNO ha la certezza che una entità soprannaturale superiore non possa davvero esistere 

e all'essere umano basta questo unico dubbio per farlo riflettere nel suo modo di rapportarsi e comportarsi verso gli altri.

 

anche se effettivamente sarebbe più giusto e corretto che un individuo si dovrebbe comportare bene nel confronto del prossimo sempre a prescindere dal credere che esistesse oppure no una divinità e non perchè teme il suo giudizio nell'aldilà.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#73 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 04:29

Skynight quindi metti in dubbio l'esistenza di Dio se nel tuo cuore non hai la certezza della Sua esistenza. La fede è certezza.

Certo che nell'Aldilà c'e un percorso che ognuno può fare per poter migliorare e avvicinarsi sempre più a Dio, anche e addirittura per chi sperimenta il più profondo Inferno, per quanto per questi ultimi sia moooolto difficile! Ma Dio è Amore e vuole recuperare tutti.

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#74 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 9283 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 06:09

Skynight quindi metti in dubbio l'esistenza di Dio se nel tuo cuore non hai la certezza della Sua esistenza. La fede è certezza.

Certo che nell'Aldilà c'e un percorso che ognuno può fare per poter migliorare e avvicinarsi sempre più a Dio, anche e addirittura per chi sperimenta il più profondo Inferno, per quanto per questi ultimi sia moooolto difficile! Ma Dio è Amore e vuole recuperare tutti.

 

scrivevo generalizzando mettendomi nei panni di una persona atea o non credente nel Dio cristiano io ho fede nella esistenza della divinità anche senza avere certezze e prove, altrimenti non si chiamerebbe dogma no?

 

esattamente se Dio fosse intransigente e inflessibile nel giudicare i peccati dell'essere umano non si salverebbe davvero nessuno.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#75 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 06:52

Quando si parla di aldilà, non potendo esserci risposte giacché nessuno ritorna dalla morte per raccontare, ecco che spunta fuori dio che dovrebbe comprendere ciò che non comprendiamo.
Una gran comodità per una ragione pigra.
Perché il mistero é e rimane mistero!
Che bisogno c'è di dare nomi al mistero?
Ah, miliardi di ragioni superpagate?
  • alexx90 piace questo

#76 tornado

tornado

    Utente Intergalattico

  • Utenti
  • 18009 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 07:21

Ma se non ci fosse continuità del nostro essere individuale dopo la morte fisica, secondo voi ci sarebbe possibilità di accorgersene ? 🤔

330x242_placeholder2.jpg


#77 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 05 settembre 2018 - 07:28

Certo che c'è continuità!
La materia si trasforma all'infinito e noi siamo fatti di materia!
Noi siamo foglie al vento o meglio, canne al vento! Un soffio di vita, un istante di luce ! Ma se non vediamo che ogni altra forma di vita é importante quanto noi...
Viviamo solo nell'illusione che un dio preferiscca noi!
A tutto il resto che non vediamo!

#78 Guest_metallica_*

Guest_metallica_*
  • Ospiti

Inviato 05 settembre 2018 - 07:42

Tanto tanto OT non credo che sia, comunque sempre di aldilà parliamo e chissà, nel caso esistesse tutto ciò, che dinamiche seguono dall' altra parte per in qualche modo guidare noi, che dotati di grande intelletto per tutte le cose, quelle buone e purtroppo quelle cattive, potremmo farci veramente del male e non evolvere mai.

a parte che essendo ateo non credo a nulla quindi secondo me quando si muore finisce tutto...detto questo non possiamo sapere cosa c'è veramente quindi ognuno si crea quello che più gli piace dopo la morte. Io ad esempio credo che dopo non c'è nulla
  • alexx90 piace questo

#79 alexx90

alexx90

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 831 messaggi

Inviato 06 settembre 2018 - 01:34

Quando si parla di aldilà, non potendo esserci risposte giacché nessuno ritorna dalla morte per raccontare, ecco che spunta fuori dio che dovrebbe comprendere ciò che non comprendiamo.
 

 

 

 

 

Infatti (come avevo gia'  postato) e la famosa dottrina del "dioTappabuchi"  esposta dal carcere nazista il teologo Bonhoeffer _ 

Quando NON si possono dare risposte (perchè NON si sa !)  viene in aiuto quel  sublime.. insondabili sono i disegni divini !

 

Cosi' in riferimento al tuo scritto: Nessuno è Ri-tornato ...

- GIA' 4000 anni fa lo scrivano di quel celebre Canto egizio (dell' Arpista _ conservato al British Museum)  riportava che. NESSUNO è ancora venuto quaggiu' _ seppur per pochisimo tempo _ a magnificare l' eccelso regno dell' Aldila'... NESSUNO  !!  


  • arjanedda piace questo

#80 alexx90

alexx90

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 831 messaggi

Inviato 06 settembre 2018 - 01:39

 non possiamo sapere cosa c'è veramente  -   

 

 

 

 

Infatti "Meta" - Nessuno puo' saperlo con assoluta certezza (!).

Solo ipotesi su ipotesi -

Se leggi anche le celebri lettere/epistole dell' eccelso dottrinario di Tarso _ troverai sempre ( e solo !)  di "Speranza" - perchè lui stesso NON sapeva cosa avviene dopo. 

Da qui la "speranza"  ( questa parola è perennemente presente nei suoi scritti !) che possa realizzarsi quanto gli stessi divulgatori ( che NON sanno ) - purtuttavia prospettano eventi Indimostrabili !!


  • arjanedda piace questo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi