Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

L’INCUBO DI DORIS BITHER: IL CASO PARANORMALE PIÙ DOCUMENTATO DELLA STORIA [IMMAGINI + VIDEO]


  • Per cortesia connettiti per rispondere
90 risposte a questa discussione

#81 Wolfthrone

Wolfthrone

    SVRSVM CORDA!

  • Utenti
  • 4380 messaggi

Inviato 03 giugno 2018 - 04:12

l'intervista di Ortega a un figlio di Doris è questa, in inglese.

 

http://www.ghosttheo...ris-bithers-son

 

questo link invece vi porta al blog del Dr.Taff, sempre in inglese.

 

http://barrytaff.net...-entity-case-2/


No moon is there, no voice, no sound of beating heart; a sigh profound. Once in each age as each age dies. Alone is heard. Far, far it lies the Land of Waiting where the Dead sit, In their thought's shadow, by no moon lit. Upon the plain, there rushed forth and high shadows at the end of night and mirrored in the sky. Far far away beyond might of day there lay the land of the dead of mortal cold decay.

 

 
 

#82 jericho

jericho

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 713 messaggi

Inviato 03 giugno 2018 - 04:13

Concordo con tutto quello che ha scritto Nehe.

Parlando da un punto di vista esoterico,
I VA non sono legati al mondo materiale come le proiezioni eteriche.
I primi sono simili ai sogni, i secondi legati alla materia.
I primi possiamo averli tutti più o meno coscientemente, i secondi no perché richiedono una quantità di prana individuale difficile da avere senza un Daimon o Augoeides ben sviluppato.
In questo concordo in pieno con la Golden Dawn e con Nehe, ovviamente.

Quella dell'episodio riportato nel 3D, è un'entità conosciuta a livello esoterico, si chiama incubo, succube o vampiro di solito.
Non ha niente a che vedere con i VA o banalissimi sogni.
È anche vero però, che il sonno, sostituendosi alla trance aiuta a canalizzare e vivere questi differenti stati di coscienza.

Questa citazione di Kenneth Grant su Spare è simile alla fenomenologia descritta e in parte, alla possibile entitá in questione:

"Spare too was able occasionally to conjure thought-forms to visible appearance, but whereas in the old witch's case it was an unfailing power, in his own case it was erratic and uncertain. On one occasion it worked only too effectively, as two unfortunate persons learnt to their cost. They were of the dilettante kind, mere dabblers in the occult. They wanted Spare to conjure an Elemental to visible appearance. They had seen materialized spirits of the dead in the seance room, but had never seen an Elemental. Spare tried to dissuade them, explaining that such creatures were subconscious automata inhabiting the human psyche at levels normally inaccessible to the conscious mind. As they almost always embodied atavistic urges and propensities, it was an act of folly to evoke them as their intrusion into waking life could be extremely dangerous. But the smatterers did not take him seriously.

Using his own method of elemental evocation, Spare set to work. Nothing happened for some time, then a greenish vapour, resembling fluid seaweed, gradually invaded the room. Tenuous fingers of mist began to congeal into a definite, organized shape. It entered their midst, gaining more solidity with each successive moment. The atmosphere grew miasmic with its presence and an overpowering stench accompanied it; and in the massive cloud of horror that enveloped them, two pinpoints of fire glowed like eyes, blinking in an idiot face which suddenly seemed to fill all space. As it grew in size the couple panicked and implored Spare to drive the thing away. He banished it accordingly. It seemed to crinkle and diminish, then it fell apart like a blanket swiftly disintegrating. But while it had cohered and hung in the room like a cloud, it was virtually opaque and tangible; and it reeked of evil. Both the people concerned were fundamentally changed. Within weeks, one died of no apparent cause; the other had to be committed to an insane asylum."

Se non volontariamente, queste entità si creano o si "attaccano" ad una vittima durante un rituale in cui trovano molta energia. (causa più comune che ogni "evocatore", spiritista e praticante theurgico deve conoscere, saper affrontare ed evitare)
Dopo di che, se non vengono bandite e riassorbite, per mantenersi per così dire, in vita, si nutrono di energia sessuale e o, dell'energia provocata dal terrore solitamente.
Alcune di queste forme pensiero vampiriche sono molto antiche e tramite un processo particolare, possono anche mettere incinta la vittima o nutrirsi dell'energia del bimbo in grembo, si chiamano volgarmente nosferatu o lamie.
@Malia
Per bau bau non ho capito cosa intendi, beh, Angeli, Demoni e Demòni non hanno bisogno di sottrarre energia per mantenersi in vita.
Lo stesso un viaggiatore astrale, supponiamo che debba avere prima di tutto una proiezione eterica e non astrale, si trova quindi, in una continua rigenerazione di prana rimanendo attaccato al suo corpo e non deve "rubarne" altro per rimanere in vita.
Da morto il discorso cambia, ma di solito sa già dove reincarnarsi se è un buon "stregone"
Rispondendo, in maniera più chiara possibile alla tua domanda, no, non è possibile secondo me che un viaggiatore astrale o eterico che sia, possa avere tanta energia da provocare fenomeni del genere come: morsi fisici, apparizione, spostare oggetti etc.
Possono farlo solo spiriti disincarnati o forme pensiero molto grosse.
  • Nehelamite piace questo

#83 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7287 messaggi

Inviato 03 giugno 2018 - 04:59


 

Una persona di questo tipo dovrebbe possedere poteri come la telecinesi, persino a distanza, telepatia, chiaroveggenza ecc. Tutto questo potere usato per cosa...? Avere rapporti con una tizia che, a ben guardare dalle foto, non è manco tutto 'sto granché? :D E perché? Puoi interagire col piano fisico, ma che razza di piacere dovrebbe darti avere ""rapporti"" con una persona attraverso il corpo eterico?

Anche fosse che il tuo "pene eterico" :rotfl: compia realisticamente un qualche gesto e tu ne ricavi una qualsiasi cosa, faresti assai prima e sarebbe assai più facile, con tutte quelle conoscenze dei mondi sottili, trovarti un'entità del piano astrale, davvero :rotfl:

Quindi no, per me non ha affatto senso l'ipotesi di un viaggiatore astrale-eterico che usa poteri degni di un film sui supereroi per "violentare" una tizia random :asdsi:

Stai psicanalizzando un corpo astrale.

 

 

Rispondendo, in maniera più chiara possibile alla tua domanda, no, non è possibile secondo me che un viaggiatore astrale o eterico che sia, possa avere tanta energia da provocare fenomeni del genere come: morsi fisici, apparizione, spostare oggetti etc.
Possono farlo solo spiriti disincarnati o forme pensiero molto grosse.

E' possibile misurare l'energia di uno spirito disincarnato e di un viaggiatore eterico?



#84 Nehelamite

Nehelamite

    Fiat Iustitia et pereat Mundus

  • Utenti
  • 20895 messaggi

Inviato 03 giugno 2018 - 05:04

In effetti, sembra un incubo se non altro per il particolare della presunta violenza sessuale, però bah la casistica da "comune" poltergeist mi dà da pensare.

Doveva essere un incubo bello grosso... 

 

Una semplice entità bassa non può nemmeno permettersi di sprecare tutta questa energia, ammesso che la possegga, si vede che ne aveva "da buttare" per qualche motivo.

E' come in quel film In Time, dove il tempo che ti rimane da vivere è anche la moneta che possiedi per comprare cose e può aumentare o diminuire, con tutte le conseguenze del caso: se ti rimangono due ore sull'orologio, non entri in un parco divertimenti col biglietto che costa un'ora e cinquantanove.

 

Stai psicanalizzando un corpo astrale.

 

 

Beh, l'ipotesi assurda l'hai lanciata tu, perdona dunque se ti vengono date risposte che ti sembrano assurde... 

E poi che vuol dire? Se parliamo di proiezioni eteriche e quindi proiezioni di persone, umani, individuals :asdsi: , la psicologia della persona ricalca quello che poi farà concretamente a livello eterico, non mi pare affatto fuori luogo parlare di psicologia in questo contesto.

Salvo perdite di lucidità che comunque *non* dovresti avere se sei capace di manipolare l'energia a quei livelli, devi essere pienamente cosciente e consapevole, altrimenti nisba - non è una cosa che ti capita a caso.

Potevi magari dirlo per un'entità non umana, forse, nemmeno tanto.

 

 

E' possibile misurare l'energia di uno spirito disincarnato e di un viaggiatore eterico?

 

 

A livello empirico, sì. Più che altro ti rendi conto di quanta energia possiede dalle sue azioni.

In questo caso, l'energia era tanta, qualsiasi cosa fosse ne aveva a iosa e si può ipotizzare fosse la stessa vittima, il cui unico pregio magari era essere una grossa grassa pila energetica, a fornirgliela. 

 

Naturalmente, qui ragioniamo per sommi capi eh, insomma... puor parler  :roll:


  • jericho piace questo

tumblr_n87fw4H4EV1tdab6go2_500.gif

 
I was in the darkness, so darkness I became

#85 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7287 messaggi

Inviato 03 giugno 2018 - 05:20

Io non ho lanciato alcuna ipotesi. Ho solo chiesto, in modo provocatorio, come mai, vista la fumosità dell'argomento, ci si poteva lanciare in spiegazioni così perentorie.

 

 

EDIT. Ho letto ora cosa hai scritto dopo. Risponderò anche a quello, appena posso.



#86 Nehelamite

Nehelamite

    Fiat Iustitia et pereat Mundus

  • Utenti
  • 20895 messaggi

Inviato 03 giugno 2018 - 05:23

Io non ho lanciato alcuna ipotesi. Ho solo chiesto, in modo provocatorio, come mai, vista la fumosità dell'argomento, ci si poteva lanciare in spiegazioni così perentorie.

 

 

Mai sentito parlare di teoretica?

Ragionamento contestuale?

Ecco.

 

Non sappiamo se gli unicorni esistono o no, o almeno non è nostro scopo deciderlo in questo contesto, però due cose dell'unicorno possiamo dirle per certe: è un cavallo, ha un corno.

Può pesare due o duemila tonnellate, non importa. Può essere rosa, blu, marrone, non importa. E' sempre un unicorno. Però, se non ha un corno e/o non è un cavallo, allora stai parlando di qualcos'altro.


tumblr_n87fw4H4EV1tdab6go2_500.gif

 
I was in the darkness, so darkness I became

#87 jericho

jericho

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 713 messaggi

Inviato 03 giugno 2018 - 09:27

E' possibile misurare l'energia di uno spirito disincarnato e di un viaggiatore eterico?


Si, è un po vago spirito disincarnato..
Solitamente s'intende un'essere che non ha mai avuto un corpo materiale ma può esistere senza, un'essere umano dopo la morte dovrebbe venir riassorbito attraverso i "piani di coscienza" fino a rimanere un "ricordo" impresso nell'akasha, questo per chi percorre la via della mano destra.
Gli Angeli sono espressione dell'akasha stesso, Kia o anima mundi se preferisci, appartenenti alle sue diverse manifestazioni o per dirla meglio, alle qualità dei suoi elementi.
Angeli e i Demoni quindi, (considera che per me non esiste nessun punto di vista cristiano nemmeno se scrivo Angelo) esistono con la stessa creazione e sono parte dei suoi differenti aspetti (elementari e planetari) infatti, venivano rappresentati come messageri degli Dèi, hanno a disposizione energia potenzialmente "infinita"
Dubito che un'essere umano a meno che non sia un "santo", un semidio, un orisha etc. possa aprire i canali alla fonte.
Non c'è paragone quindi.

Per elementi intendo, aria, fuoco etc o aztiluth, briah etc. Che corrispondono anche ai piani sottili di cui siamo formati.
Un succube o comunque una forma pensiero vampirica invece, è una creazione umana e la sua quantità di energia dipende da quanta ne ha "assorbita" nel corso della sua esistenza.
Il discorso è molto ampio comunque e senza cianciare fino ad arrivare a come Hermod resuscita Baldr, no, non è possibile misurare l'energia con valori specifici, ma l'intensità della manifestazione si.


Ho letto che Bakeneko ha scritto qualcosa sulla ouja, non basta così poco, a volte si, può essere però che avendo un certo tipo d'interesse la signora Doris Bither possa aver giocato a fare la spiritista senza alcun tipo di preparazione :bb:
  • Nehelamite piace questo

#88 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7287 messaggi

Inviato 13 giugno 2018 - 11:28

@Nehelamite

Unicorni.

Pour parler.

Differenza tra me e te: tu dici che non si sa se esistono e che comunque  un unicorno è un cavallo con un corno in fronte;

io dico che non si sa se esistono, e siccome in alcune tradizioni sono stati descritti con la coda di leone, o di bue, e gli zoccoli bipartiti, in mancanza di prove mi riservo di avere dei dubbi sulla cavallinità e di ampliare i miei orizzonti. Sai che noia ripetere a pappagallo  le "tradizioni" quando non sono (fino a prova contraria) che chiacchiere "tradizioni"?

Io e te abbiamo anche idee diverse sul significato della parola prove, visto che hai considerato quella fotina una prova-indizio (?) del fatto che le cose raccontate non potevano essere frutto di allucinazione.

Poi, sulla psicanalisi del corpo astrale..tu hai avuto esperienze dirette o parli per aver letto di viaggi astrali?

 

@Jericho

Hai parlato di succubi,  incubi, ecc. Una parte della "letteratura" e Malia ascrivono ai succubi, incubi e agli alieni (le cose si evolvono :D) le stesse cose che si vivono durante le allucinazioni. Quindi se per te le allucinazioni sono "forme pensiero vampiriche, creazioni umane," (cit.) siamo d'accordo.

Tutto il resto, le energie non ben misurabili, per me lasciano il tempo che trovano in assenza di prove e in assenza di dati universalmente condivisibili e accettati.

(Mi piacerebbe sbagliarmi)

O meglio, sono d'accordo per una macro suddivisione della realtà in corpi materiali e corpi sottili (mi sento proprio costretta a suddividere proprio per partecipare un minimo alle discussioni) consapevole che sia tutto sfumatura. Sentir dire: e no, col corpo astrale puoi giocare a tennis e basta, col corpo eterico ce la fai a giocare a basket, in assenza sempre di dati...mi lascia perplessa.

 

"non è possibile misurare l'energia con valori specifici, ma l'intensità della manifestazione si" (cit.)

Yes, ma "intensità della manifestazione" è un'espressione priva di significato. A parità di energia  si possono avere manifestazioni diverse condizionate dal contesto. Quindi, un bau bau può a malapena  alitarti in faccia in un contesto e  violentarti in un altro contesto. A parità di energia di bau bau.

 

Alla descrizione che ha fatto Tornado aggiungo una cosa: di notte c'è un abbassamento fisiologico della soglia del dolore e chi soffre di allucinazioni percepisce come dolorose una varietà di sensazioni che di giorno non percepirebbe neanche; inoltre alcune sensazioni, anche se  percepite come non dolorose, sono percepite come estranee a se stessi ma se si ha la possibilità di viverle attentamente dall'inizio alla fine, si può constatare che è tutto lì: parte tutto da una percezione falsata di quello che avviene nel corpo, sul corpo, e di quello che viene percepito in immagini, suoni e odori.

(Mi piacerebbe sbagliarmi).



#89 Frèyja

Frèyja

    .L.

  • Utenti
  • 3753 messaggi

Inviato 13 giugno 2018 - 11:54

Non è solo questo Malia.
Ultimamente riesco ad individuare con quasi totale precisione quando avrò una paralisi, appena mi sdraio per dormire.
È una sensazione inspiegabile ma ci si sente diversi, se si fa attenzione.
Questo non può avere a che fare con percezioni falsate sul momento.
Senza contare i casi in cui si riesce ad averne con la forza di volontà.

#90 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7287 messaggi

Inviato 13 giugno 2018 - 03:58

Non ho capito bene cosa intendi: le paralisi le abbiamo sempre. A volte le percepiamo, a volte no. Tu riesci a capire prima quando le percepirai? Non mi stupirebbe.  A me non è mai successo.

 

Io mi riferivo alle sensazioni provate durante le allucinazioni, quando ci si sente malmenati, violentati, feriti, si sentono persone addosso, sul letto e nella stanza, ecc. in riferimento al video della tizia che racconta delle violenze e dei segni sul corpo.

 

Comunque, anche nel caso in cui ci si induce una paralisi, potrebbe (?) essere normale un cambiamento della soglia del dolore, perchè comunque ci si va a ficcare in una situazione in cui, causa paralisi, il corpo deve essere più vigile.



#91 Frèyja

Frèyja

    .L.

  • Utenti
  • 3753 messaggi

Inviato 13 giugno 2018 - 09:03

Non ho capito bene cosa intendi: le paralisi le abbiamo sempre. A volte le percepiamo, a volte no. Tu riesci a capire prima quando le percepirai? Non mi stupirebbe. A me non è mai successo.

Io mi riferivo alle sensazioni provate durante le allucinazioni, quando ci si sente malmenati, violentati, feriti, si sentono persone addosso, sul letto e nella stanza, ecc. in riferimento al video della tizia che racconta delle violenze e dei segni sul corpo.

Comunque, anche nel caso in cui ci si induce una paralisi, potrebbe (?) essere normale un cambiamento della soglia del dolore, perchè comunque ci si va a ficcare in una situazione in cui, causa paralisi, il corpo deve essere più vigile.

Si. Dicevo proprio che riesco a capire quando la percepirò. (effettivamente detto in quel modo era sbagliato).
Sulla soglia del dolore non saprei, perché dolore non ne ho mai sentito.
Gente intorno e sul letto invece molta.
  • malia piace questo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi