Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Wild Wild Country - docuserie su Osho


  • Per cortesia connettiti per rispondere
11 risposte a questa discussione

#1 goodlie

goodlie

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 615 messaggi

Inviato 19 maggio 2018 - 09:21

Ciao a tutti, ieri ho iniziato a vedere la docuserie Netflix su Osho Rajneesh, qualcuno l'ha già vista? che ne pensate?
Per il momento mi sembra molto ben fatta ma mi riservo di fare una recensione solo alla fine.



#2 Myfriend

Myfriend

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3824 messaggi

Inviato 20 maggio 2018 - 11:46

No, non l'ho vista.

Ma attendo la tua recensione.


Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita.

#3 goodlie

goodlie

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 615 messaggi

Inviato 20 maggio 2018 - 09:23

Eccomi a recensire!
Prima di tutto mi correggo, la serie non è propriamente su Osho, racconta piuttosto una fase della sua vita in cui fondò una comune che a un certo punto trasferì da Puna, in India, ad Antilope, un paesino sperduto in Oregon, Stati uniti. Sostanzialmente Osho e i suoi seguaci, con a capo la segretaria personale di Osho che era il suo braccio destro, invasero questo paesino di 40 abitanti nel nulla con l'idea di costruire una città. Qui ovviamente si scontrano con gli abitanti del luogo, che li odiano, e infine con il governo americano, tant'è che i vertici dell'organizzazione passano seri guai con la giustizia.
Solo sullo sfondo ci sono gli ideali della comune, la devozione verso Baghavan, lo stile di vita e i sogni di una generazione, la libertà sessuale, ma anche i dubbi e le contraddizioni di un uomo che andava in giro il rolls Royce e bracciali di diamanti. Un fiume di soldi non diverso da quello che gira intorno a Scientology, I pericoli delle sette e le fragilità delle persone che ci finiscono dentro.
Non voglio spoilerare nulla, anche se la storia potrebbe esservi già nota, quello che più mi ha colpito è stato il grande contrasto ideologico che viene messo in luce, tutti agiscono come se dall'altra parte della barricata ci sia un nemico, il diavolo in persona, ed è questo principalmente a causare la deriva degli eventi. Alla fine resta un po'di nostalgia per una dimensione collettiva che tutti i partecipanti dichiarano essere stata idilliaca. Viene da pensare se il reato sia provare ad essere felici, provare a sognare un mondo diverso.
  • Cthulhu piace questo

#4 Myfriend

Myfriend

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3824 messaggi

Inviato 21 maggio 2018 - 10:10

Eccomi a recensire!
Alla fine resta un po' di nostalgia per una dimensione collettiva che tutti i partecipanti dichiarano essere stata idilliaca. Viene da pensare se il reato sia provare ad essere felici, provare a sognare un mondo diverso.

 

Ottima recensione!

 

Mi ha colpito questa tua ultima frase.

Il mondo diverso non va solo sognato....ma anche - e soprattutto - realizzato.

Ma non è che gli altri rimangono lì ad osservare eh. Tutto ciò che è nuovo si scontra inevitabilmente con ciò che è vecchio e che vuole rimanere tale.

 

E penso che se il nuovo riesce a sopravvivere alla fase "idilliaca"....allora è nuovo davvero.


Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita.

#5 goodlie

goodlie

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 615 messaggi

Inviato 26 maggio 2018 - 09:55

Osho un impatto sul mondo l'ha avuto, ha moltissimi seguaci, ha scritto moltissimi libri tradotti in tutte le lingue, ha detto cose davvero "nuove" per molti versi, è stato causa di felicità per tante persone. Il fatto che non abbia fondato una città (che poi c'è ancora ed è diventata un campo per giovani cattolici) non significa che abbia fallito. Certo una radicale rivoluzione non c'è stata e il materialismo sembra aver vinto su tutti i fronti però chissà, certi semi restano silenti per moltissimo tempo prima di germogliare.
  • Cthulhu piace questo

#6 Tamayaf

Tamayaf

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 538 messaggi

Inviato 26 maggio 2018 - 10:29

«L'amore non è un bisogno, ma un traboccare... L'amore è un lusso. E abbondanza. Significa possedere cosi tanta vita che non sai più cosa farne, quindi la condividi. Significa avere nel cuore infinite melodie da cantare; che qualcuno ascolti o no è irrilevante. Anche se nessuno ascolta, devi comunque cantare, devi danzare la tua danza.»

Con te e senza di te...

Uno dei tanti
  • arjanedda, Furor e goodlie piace questo

#7 Tamayaf

Tamayaf

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 538 messaggi

Inviato 13 giugno 2018 - 02:18

" L'amore è come la morte"

#8 Il Morto

Il Morto

    Pandemio

  • Utenti
  • 22408 messaggi

Inviato 19 giugno 2018 - 08:44

Ciao a tutti, ieri ho iniziato a vedere la docuserie Netflix su Osho Rajneesh, qualcuno l'ha già vista? che ne pensate?
Per il momento mi sembra molto ben fatta ma mi riservo di fare una recensione solo alla fine.

 

molto bella ed accurata.

un dipinto di quello che hanno vissuto.

 

interessantissimo vedere come N persone che pensano nella stessa direzione siano capaci di trovare mezzi e costruire da zero una città.

interessantissimo l'attacco batteriologico.

interessantissimi i tentati omicidi.

 

mi ha preso a bestia :asdsi:


Samsara 1 - Nirvana 0

#9 Tamayaf

Tamayaf

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 538 messaggi

Inviato 27 giugno 2018 - 07:02

Ma hanno parlato anche della vera mente criminale Anand Sheela ? - (o come si faceva chiamare) -

#10 goodlie

goodlie

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 615 messaggi

Inviato 27 giugno 2018 - 08:10

Ma hanno parlato anche della vera mente criminale Anand Sheela ? - (o come si faceva chiamare) -

 

In realtà soprattutto di lei, tra l'altro è "interprete di sé stessa" visto che ancora vive e ha raccontato la vicenda dal suo punto di vista.



#11 Tamayaf

Tamayaf

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 538 messaggi

Inviato 27 giugno 2018 - 11:11

In realtà soprattutto di lei, tra l'altro è "interprete di sé stessa" visto che ancora vive e ha raccontato la vicenda dal suo punto di vista.


Avevo letto da qualche parte che essendosi dichiarata rea confessa l avevano pure ingabbiata

#12 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 19 luglio 2018 - 01:54

Su tv Movie stavo guardando "Il cammino per Santiago, ma dopo un'ora mi sono arresa: nemmeno uno scopo degno di attenzione.
Pellegrini che vanno dove? Perché?
Nessuna passione,nessuna gioia,dico gioia perché,chi sa di raggiungere una meta agognata dovrebbe gioire,credo.
Comunque,mi sono ricordata di una canzone,"il cammino" di Gipsy King,e l'ho trovata.
Ritmo e passione per un cammino di vagabondi e questo io sono,vagabonda.
Infinite strade che la vita offre e...
Senza croci!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi