Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Ve l'aspettavate?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
212 risposte a questa discussione

#201 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 7949 messaggi

Inviato 22 maggio 2018 - 10:01

Perché, esistono anche gli psicopatici renali o polmonari?
A parte ciò, qui se c'è uno psicopatico sei tu che smentisci una notizia in un topic e poi dici tutt'altra cosa in un altro. Fai pace con il cervello.
la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#202 skynight

skynight

    Utente Senior

  • Utenti
  • 6949 messaggi

Inviato 22 maggio 2018 - 10:11

Perché, esistono anche gli psicopatici renali o polmonari?
A parte ciò, qui se c'è uno psicopatico sei tu che smentisci una notizia in un topic e poi dici tutt'altra cosa in un altro. Fai pace con il cervello.

 

il fatto che la notizia fosse stata smentita l'ho letta dopo, in altre news in cui cercavo nuove informazioni, nella notizia che avevo scritto in questa discussione non c'era affatto scritto quella piccola aggiunta che era una fake news perchè i golponi che avranno scritto l'articolo per evitare di fare figuracce di melma, avranno pensato bene di aggiungerla dopo, appena avranno saputo che era falsa.

oppure credi che non sono andato a leggere l'articolo che ho postato? che oltretutto se era davvero specificato che era una fake news non in fondo all'articolo ma addirittura all'inizio 

non avrei nemmeno perso tempo a postarla, per cui prima di sparare a zero sugli  altri, fai pace anche te con il cervello e dai il beneficio del dubbio.


L'universo è la mia casa... la voce sommessa di questo mare infinito mi invoca e mi invita a vivere senza catene... la mia bandiera è un simbolo di libertà.


#203 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 7949 messaggi

Inviato 22 maggio 2018 - 10:13

si, si, come no. 

avanti un altro.


la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#204 skynight

skynight

    Utente Senior

  • Utenti
  • 6949 messaggi

Inviato 22 maggio 2018 - 10:21

si, si, come no. 

avanti un altro.

 

e guarda posso anche dimostrarlo visto che io ogni volta che posto una news uso sempre l'opzione del forum di scrivere il titolo principale della notizia e poi di incollarci il link del collegamento, questo era il titolo iniziale che avevo copia-incollato

 

Muore a 88 anni e lascia tutto a Silvio Berlusconi: al Cavaliere un'eredità da tre milioni di euro

 

 

e questa l'aggiunta che è stata messa dopo appena hanno saputo quelli della redazione che era falsa.

 

Ma quella dei tre milioni al Cav è una bufala

 

non per niente in altri siti che non hanno ancora aggiornato il fatto che la notizia fosse un fake hanno lasciato sempre il vecchio titolo precedente  :D

 

 

 

Muore a 88 anni e lascia 3 milioni in eredità al Cavaliere

 

 

Una signora 88enne originaria dell’Aquila ha lasciato tutti i suoi beni - una cospicua eredità del valore complessivo di circa 3 milioni di euro - a Silvio Berlusconi

Una signora 88enne originaria dell’Aquila ha lasciato tutti i suoi beni - una cospicua eredità del valore complessivo di circa 3 milioni di euro - a Silvio Berlusconi.

A renderlo noto è stato l’avvocato della donna, Andrea Ferrari. Anna C., ex impiegata della presidenza del Consiglio, originaria dell’Aquila ma residente a Palermo, spiega il legale, «si era rivolta al nostro studio per predisporre un testamento olografo in favore dell’ex premier Silvio Berlusconi con il quale ha lavorato durante i vari mandati di quest’ultimo al governo» La donna, deceduta circa venti giorni fa, nubile e senza figli, era proprietaria di tre immobili di grandi dimensioni, diversi terreni e due conti correnti, oltre a percepire la pensione di ex dipendente pubblica. Anna C. aveva scelto di lasciare tutto a Berlusconi dopo la sua dipartita, spiega ancora il legale, «in ragione - come si legge nel testamento - della riconoscenza per gli anni di lavoro passati insieme».

 

che poi bastava leggere i commenti degli utenti di facebook, della news che avevo postato prima che venisse modificata per capire che inizialmente sia il titolo che la news stessa non specificassero che era una bufala, io sarò pure a volte disattento e distratto ma ci sono ben più di una decina di commenti di gente indignata

e secondo te @Ignorante erano tutti indignati perchè gli dispiaceva che era una notizia falsa?

 

i commenti sotto

 

senza parole !

 

Anche io senza parole, sono rimasta a bocca aperta... 

 

Per poco non sono caduta nel caffellatte... stavo facendo colazione quando ho letto il titolo al TG.

 

 io che quando ho una briciola in più, la do a che ha meno e vive in situazione di difficoltà socio economica, non riesco ad immaginare come si possa donare tanti soldi a chi, di tutto ha bisogno, fuorché di soldi. Dal mio punto di vista è davvero incomprensibile.

 

che culo i solidi vanno daglialtri soldi

 

quante fesserie ci raccontate!?

 

A lavorare in certi ambienti drogati si perde il senso della realtà

 

Si può dire: piove sul bagnato?

 

ora capite perchè lo psiconano è stato al governo x 20 anni..!!!!

 

La mia povera mamma era solito ripetere che i soldi si telefonano..

 

Sembra una fakenews... tanto e' assurda...

 

Perché non riconoscere con rispetto verso la defunta un sentimento di umana riconoscenza e di affetto verso Berlusconi ? Non si possono più pronunciare queste parole ? Siamo diventati tutti schizofrenici ed imboniti da stampa e televisione con argomenti che ci tolgono la normale capacita' di giudizio?

 

condivido. Berlusconi é un grande imprenditore ed é stato un grande politico. Ha sbagliato nel 2011 a non contrastare i criminali Merkel e Sarkozy

 

forse perchè se l'obiettivo era mostrare umana riconoscenza ad un miliardario, una lettera avrebbe avuto più effetto di una donazione, mentre chessò sfamare migliaia di bambini in Africa per un po' sarebbe stato un bel "pay it forward"...

 

Poteva anche donarli agli eredi di Riina, avresti pensato nello stesso modo?

 

insomma tutti accecati e distratti da non aver letto nel titolo in prima pagina della news che era un fake, insomma. :asdsi:

 

 

 

 

 

 

 

 

L'universo è la mia casa... la voce sommessa di questo mare infinito mi invoca e mi invita a vivere senza catene... la mia bandiera è un simbolo di libertà.


#205 purple

purple

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 1993 messaggi

Inviato 22 maggio 2018 - 01:22

Anche fosse stata vera non è che fosse la notiziona del secolo... 



#206 skynight

skynight

    Utente Senior

  • Utenti
  • 6949 messaggi

Inviato 23 maggio 2018 - 06:04

Anche fosse stata vera non è che fosse la notiziona del secolo... 

 

era per rispondere a Ignorante che mi aveva dato del beota che si beve ogni fake news senza nemmeno leggerne il titolo.


L'universo è la mia casa... la voce sommessa di questo mare infinito mi invoca e mi invita a vivere senza catene... la mia bandiera è un simbolo di libertà.


#207 purple

purple

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 1993 messaggi

Inviato 24 maggio 2018 - 12:03

Ti sei lasciata confondere dal contenuto del vaniloquio: ho avuto per un attimo il sospetto di aver scelto la sceneggiatura con troppo ottimismo, ma confidavo nel fatto che la rottura di coglioni di una simile cantilena mattutina fosse evidente al di là di ogni giustificazione. Proprio perché il contenuto del vaniloquio è teoricamente virtuoso: se avessi immaginato un tizio che ogni mattina prende a pugni la moglie, sarebbe stato troppo ovvio, no?

 

Comunque, accetto l'obiezione che riguarda l'esempio che ho fatto, ma faccio presente che anche noi tutti qui sappiamo a memoria la tiritera sull'onestà e le magnifiche sorti dei "meravigliosi ragazzi".

Sfoderare ad ogni occasione, qualunque sia il discorso, questa giaculatoria è una forma di pazzia, anche perché - se si rispettasse la logica di domanda e risposta esaurienti e puntuali - la discussione diventebbe in breve una somma di pipponi illegilibili: uno fa il pippone sull'onestà, l'altro risponde entrando nel merito di ogni frase e così via in un crescendo esponenziale di contropipponi.

 

La tua osservazione e le riflessioni conseguenti mi hanno reso consapevole di una mia sistematica omissione, che probabilmente è un vero e proprio errore: io tendo a dare troppe cose per scontate, considerandole o condivise in quanto patrimonio culturale comune, o comunque conosciute e considerate nel loro valore storico-intellettuale, quand'anche non condivise.

 

Anch'io considero condivisa una certa coscienza che la carica ossessiva (pulsionale) nei discorso politico di parte dell'opinione pubblica non nasca certo col movimento 5 stelle, ma abbia origine in un lavaggio del cervello mediatico e una condizione psicologica indotta di altra fonte. Ma non mi pare che vi sia in atto alcun lavaggio del cervello da parte del M5S tramite imposizione con mezzi di comunicazione di massa, per cui uno non possa sottrarsi al sentire parlare della sorte dei "meravigliosi ragazzi". Infatti io non ne sento mai parlare a differenza tua evidentemente, che non ci spieghi però dove li senti tutti questi discorsi ossessivi. Qua sul forum leggo gente simpatizzante del M5S che mi pare, nella maggioranza dei casi, motivi i propri interventi senza ripetere ossessivamente slogan. Che poi vi siano concetti che uno reputa importante ribadire per sradicare abitudini di pensiero che si ritengono sbagliate dal proprio punto di vista, non mi pare nulla di strano per una persona politicamente schierata, se non si diventa troppo pesanti. E che si sia pesanti non lo decide un interlocutore solo per suo arbitrio o perché non vuole sentir parlare di certi concetti che gli sono antipatici. 

Personalmente ritengo importante la coscienza politica in questo momento storico, perché viviamo in una situazione socio-culturale poco edificante e ognuno nel proprio piccolo può far riflettere su atteggiamenti mentali che ritiene parte del problema. 



#208 Yanez

Yanez

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2062 messaggi

Inviato 24 maggio 2018 - 08:22

Anch'io considero condivisa una certa coscienza che la carica ossessiva (pulsionale) nei discorso politico di parte dell'opinione pubblica non nasca certo col movimento 5 stelle, ma abbia origine in un lavaggio del cervello mediatico e una condizione psicologica indotta di altra fonte. Ma non mi pare che vi sia in atto alcun lavaggio del cervello da parte del M5S tramite imposizione con mezzi di comunicazione di massa, per cui uno non possa sottrarsi al sentire parlare della sorte dei "meravigliosi ragazzi". Infatti io non ne sento mai parlare a differenza tua evidentemente, che non ci spieghi però dove li senti tutti questi discorsi ossessivi. Qua sul forum leggo gente simpatizzante del M5S che mi pare, nella maggioranza dei casi, motivi i propri interventi senza ripetere ossessivamente slogan. Che poi vi siano concetti che uno reputa importante ribadire per sradicare abitudini di pensiero che si ritengono sbagliate dal proprio punto di vista, non mi pare nulla di strano per una persona politicamente schierata, se non si diventa troppo pesanti. E che si sia pesanti non lo decide un interlocutore solo per suo arbitrio o perché non vuole sentir parlare di certi concetti che gli sono antipatici. 

Personalmente ritengo importante la coscienza politica in questo momento storico, perché viviamo in una situazione socio-culturale poco edificante e ognuno nel proprio piccolo può far riflettere su atteggiamenti mentali che ritiene parte del problema. 

Tu mi fai queste obiezioni, e io rispondo.

 

Non vado nemmeno a rileggere il mio post, nel quale facevo la battuta sull'autista dell'autobus: ricordo benissimo il come e il perché di questo esempio, in risposta a Ignorante.

Non mi riferivo affatto alla comunicazione dei 5stelle, ma soltanto a un certo modo di "dialogare" in uso sui forum o nei blog, ottimamente rispecchiato dal post di Ignorante al quale rispondevo e dai suoi post in generale.

Mi sembra di averti già spiegato il senso del raccontino sull'autista, ma a quanto pare non è servito. Quindi azzeriamo tutto e ricominciamo daccapo. Sarò breve e diligente.

 

Se capita di pestare un piede a qualcuno, uscendo dall'ascensore, chiediamo scusa, magari con un sorriso: non recitiamo l'Atto di Contrizione mi pento-e-mi-dolgo-dei-miei-peccati-perché-peccando-ho meritato-il vostro-castigo, aggiungendo pure un breve riassunto autobiografico sui sacrifici fatti per il prossimo e le nostre opere di volontariato per alleviare i dolori del mondo, al fine di dimostrare che non siamo amputatori seriali di piedi umani.

L'atto di Contrizione in sé è bello e buono.

La nostra autobiografia è commovente, interessantissima e bellissima.

Nessuna delle due cose costituisce un lavaggio del cervello: ma anche solo una delle due, e peggio ancora sommate insieme, sono una grandiosa rottura di coglioni, o anche un modo eccellente per farsi la fama di squilibrato, che il portiere del condominio si premurerebbe sicuramnte di diffondere per tutto il quartiere.

Nel pensare all'autista del bus, mi sono ispirato al mio miglior amico, che aveva il vizio di tornare a casa e - se malauguratamnte uno gli chiedeva "come va?" - si lanciava in un lungo e doloroso resoconto di tutte le fatiche, gli stress e i pericoli che un controllore di volo doveva affrontare: era diventato una barzelletta, tanto che io, sua moglie e altri amici eventualmente presenti lo bloccavamo per tempo facendo finta di svenire per esaurimento o di scappare via gridando "aiuto, aiuto, fermatelo". Poi naturalmente dopo cena si passvano ore a discutere di quelle sue o di altre vicissitudini.

 

Fuori di metafora, ritornando ai forum e ai blog, l'esempio starebbe a significare che sarebbe bene rispondere alle obiezioni, evitando di allargare e riportare ogni volta il discorso - magari senza aver risposto alle obiezioni - ai progetti e alle motivazioni fondanti del proprio partito (in questo caso il Movimento).

Certamnte, poi, le motivazioni fondanti e tutto il resto hanno un senso e si collegano a molte cose: ma questo collegamnto bisogna spiegarlo, anche perché le obiezioni (le mie, almeno) non è che nascano per caso, o nella totale ignoranza di quei motivi fondanti, cioè della filosofia generale, del Movimento.

Tra l'altro, pensare (o fare come se si pensasse) che il proprio interlocutore sia ammalato di ignoranza e pregiudizio è - era - tipico di due categorie con le quali, non a caso, era difficilissimo e sgradevolissimo discutere: i militanti ortodossi del PCI e i bigotti clericali. Come diceva Pannella, "per loro, ogni critica è una calunnia". E questo te lo dice uno che era perfino iscritto al PCI, e che ancora adesso lo rimpiange.

Purtroppo, ogni partito e ogni religione - diciamo pure ogni corrente di pensiero - ha i suoi bigotti.

 

Ma rimane ancora un'obiezione che hai fatto, alla quale rispondere: dove sento questi discorsi ossessivi.

Per quanto riguarda questo forum, forse io e te abbiamo sensibilità o parametri di giudizio differenti. Basta andare a leggere, poi - si fa per dire, :friendly_wink: - ne possiamo discutere.

Qui per qualche tempo c'è stato qualcosa di più e qualcosa di peggio che l'ossessività degli intreventi: c'è stata censura invasiva, che cancellava perfino parole  frasi, e account, e messaggi interi senza spiegazioni.

Nella vita reale ho già più volte raccontato cosa mi capita, e non mi sembra il caso di ripeterlo: oltre ai bigotti, evidentemente ogni partito e religione hanno i neo-convertiti, e la loro quota di coglioni.

Sono i barattoli vuoti quelli che fanno più rumore.


Storie diverse per gente normale, storie comuni per gente speciale


#209 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 7949 messaggi

Inviato 24 maggio 2018 - 12:36

...

Tra l'altro, pensare (o fare come se si pensasse) che il proprio interlocutore sia ammalato di ignoranza e pregiudizio è - era - tipico di due categorie con le quali, non a caso, era difficilissimo e sgradevolissimo discutere: i militanti ortodossi del PCI e i bigotti clericali. Come diceva Pannella, "per loro, ogni critica è una calunnia". E questo te lo dice uno che era perfino iscritto al PCI, e che ancora adesso lo rimpiange.

Purtroppo, ogni partito e ogni religione - diciamo pure ogni corrente di pensiero - ha i suoi bigotti.

...

il problema è che io NON lo penso, lo dimostro, è questo quello che tanti qua dentro NON riescono a digerire. tu parli di aggressività e pregiudizio da parte mia quando più volte ho dimostrato che i miei interlocutori, tu compreso, siete animati da pregiudizio e fake news e reagite violentemente quando qualcuno vi mette di fronte ai fatti. inoltre rispetto a te, quando io commetto un errore, lo ammetto candidamente, tu invece te ne esci con sempre con queste giaculatorie in cui sostanzialmente dici "io sono io, voi NON siete un cazzo", quindi a ben guardare sei tu quello saccente e aggressivo che definisce gli altri inferiori perchè NON vedono le cose secondo il tuo punto di vista  o muovono critiche al tuo metro di giudizio obsoleto e NON più adatto. lo hai dimostrato anche in questa occasione, in cui purple te l'ha fatto notare in modo assai cortese e tu rispondi in questo modo, l'unica differenza che appena vedi che ti risponde un'entità uterodotata, cerchi di edulcorare la solita paternale evitando di dare dello scemo alle interlocutrici (i maschi invece sono tutti scemi a prescindere quindi ci dai dentro senza problemi). 


la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#210 purple

purple

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 1993 messaggi

Inviato 24 maggio 2018 - 02:23

Tu mi fai queste obiezioni, e io rispondo.

 

Non vado nemmeno a rileggere il mio post, nel quale facevo la battuta sull'autista dell'autobus: ricordo benissimo il come e il perché di questo esempio, in risposta a Ignorante.

Non mi riferivo affatto alla comunicazione dei 5stelle, ma soltanto a un certo modo di "dialogare" in uso sui forum o nei blog, ottimamente rispecchiato dal post di Ignorante al quale rispondevo e dai suoi post in generale.

Mi sembra di averti già spiegato il senso del raccontino sull'autista, ma a quanto pare non è servito. Quindi azzeriamo tutto e ricominciamo daccapo. Sarò breve e diligente.

 

Se capita di pestare un piede a qualcuno, uscendo dall'ascensore, chiediamo scusa, magari con un sorriso: non recitiamo l'Atto di Contrizione mi pento-e-mi-dolgo-dei-miei-peccati-perché-peccando-ho meritato-il vostro-castigo, aggiungendo pure un breve riassunto autobiografico sui sacrifici fatti per il prossimo e le nostre opere di volontariato per alleviare i dolori del mondo, al fine di dimostrare che non siamo amputatori seriali di piedi umani.

L'atto di Contrizione in sé è bello e buono.

La nostra autobiografia è commovente, interessantissima e bellissima.

Nessuna delle due cose costituisce un lavaggio del cervello: ma anche solo una delle due, e peggio ancora sommate insieme, sono una grandiosa rottura di coglioni, o anche un modo eccellente per farsi la fama di squilibrato, che il portiere del condominio si premurerebbe sicuramnte di diffondere per tutto il quartiere.

Nel pensare all'autista del bus, mi sono ispirato al mio miglior amico, che aveva il vizio di tornare a casa e - se malauguratamnte uno gli chiedeva "come va?" - si lanciava in un lungo e doloroso resoconto di tutte le fatiche, gli stress e i pericoli che un controllore di volo doveva affrontare: era diventato una barzelletta, tanto che io, sua moglie e altri amici eventualmente presenti lo bloccavamo per tempo facendo finta di svenire per esaurimento o di scappare via gridando "aiuto, aiuto, fermatelo". Poi naturalmente dopo cena si passvano ore a discutere di quelle sue o di altre vicissitudini.

 

Fuori di metafora, ritornando ai forum e ai blog, l'esempio starebbe a significare che sarebbe bene rispondere alle obiezioni, evitando di allargare e riportare ogni volta il discorso - magari senza aver risposto alle obiezioni - ai progetti e alle motivazioni fondanti del proprio partito (in questo caso il Movimento).

 

 

 

Ti confesso che continuo a non capire il senso reale di queste metafore. Sul web, (tra simpatizzanti e non rappresentanti ufficiali quindi intendo) 3/4 dei discorsi di attacco sul M5S partono con un'accusa al movimento, come se si dovesse giustificare di esistere, di criticare gente delinquente e prepotente che ci ha apertamente derubato e portato nella melma e di rappresentare sacrosante istanze di parte della popolazione italiana. Queste accuse di solito consistono in fatti tanto stupidi nell'esposizione quanto infondati nel merito. Cioè analizzati con un minimo di ragionamento risultano delle critiche inutili e non costruttive. Come si può rispondere a queste "rotture di coglioni" per usare una tua espressione ribaltandola? Con il sarcasmo (e avviene spesso), con dei ragionamenti altrettanto cretini (avviene anche questo spesso, trascinandosi tutti insieme in un ribasso dell' intelligenza e del tono dei discorsi), oppure con un ragionamento il più possibile costruttivo (e accade anche questo, anche se pochi lo fanno visto l'andazzo generale). 

Quando l'attacco parte da uno del movimento su un fatto riguardante la famigerata in tutto il mondo disonestà e furbizia della classe dirigente del paese, invece di entrare nel merito delle questioni e contrapporre i meriti di questa classe dirigente (probabilmente perché scarsini), si parte con gli attacchi personali "incompetenti-fannulloni-servi di Grillo-bamboccioni-illusi- dove pensate di andare- noi siamo più furbi" oppure si alzano virtualmente gli occhi al cielo " che palle questa onestà e legalità giustizia sociale". Boh. Io di critiche un minimo strutturate a livello logico al movimento ne leggo e vedo poche in giro. La maggior parte sono ragionamenti infantili e quasi folli (vedi come si può intendere diversamente la pazzia...).

 

 

Certamnte, poi, le motivazioni fondanti e tutto il resto hanno un senso e si collegano a molte cose: ma questo collegamnto bisogna spiegarlo, anche perché le obiezioni (le mie, almeno) non è che nascano per caso, o nella totale ignoranza di quei motivi fondanti, cioè della filosofia generale, del Movimento.

Tra l'altro, pensare (o fare come se si pensasse) che il proprio interlocutore sia ammalato di ignoranza e pregiudizio è - era - tipico di due categorie con le quali, non a caso, era difficilissimo e sgradevolissimo discutere: i militanti ortodossi del PCI e i bigotti clericali. Come diceva Pannella, "per loro, ogni critica è una calunnia". E questo te lo dice uno che era perfino iscritto al PCI, e che ancora adesso lo rimpiange.

Purtroppo, ogni partito e ogni religione - diciamo pure ogni corrente di pensiero - ha i suoi bigotti.

 

 

Infatti, personalmente trovo le tue critiche strutturate e motivate, ma nessuno di noi è del tutto obiettivo e infallibile. Infatti sembri insofferente per altre eterne dispute che non c'entrano nulla col M5S, tipo interne al PCI o ai cattolici. Va bene che l'esperienza insegna, ma non è che si possa accollare ai riformisti di oggi la carica di rottura di coglioni subita da altri riformisti del passato di tutt'altro orientamento e su tutt'altre questioni... A meno di non diventare conservatori totali, dichiararsi tali e stop, chiudendosi a qualsiasi discussione sulle possibilità del futuro.

 

Qui per qualche tempo c'è stato qualcosa di più e qualcosa di peggio che l'ossessività degli intreventi: c'è stata censura invasiva, che cancellava perfino parole  frasi, e account, e messaggi interi senza spiegazioni.

 

 

 

 

Praticamente c'era una moderazione... un vero scandalo! A parte gli scherzi, sul fatto che si sia mai trattato di censura, io ne dubito e ti dico, onestamente, che non ho motivi per pensarlo.

 

 

Nella vita reale ho già più volte raccontato cosa mi capita, e non mi sembra il caso di ripeterlo: oltre ai bigotti, evidentemente ogni partito e religione hanno i neo-convertiti, e la loro quota di coglioni.

Sono i barattoli vuoti quelli che fanno più rumore.

 

 

 
Hai ragione, ma queste sono considerazioni sull'umanità più che sulle ideologie politiche.


#211 Yanez

Yanez

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2062 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 06:56

 

Ti confesso che continuo a non capire il senso reale di queste metafore. Sul web, (tra simpatizzanti e non rappresentanti ufficiali quindi intendo) 3/4 dei discorsi di attacco sul M5S partono con un'accusa al movimento, come se si dovesse giustificare di esistere,


Infatti, personalmente trovo le tue critiche strutturate e motivate, ma nessuno di noi è del tutto obiettivo e infallibile. Infatti sembri insofferente per altre eterne dispute che non c'entrano nulla col M5S, tipo interne al PCI o ai cattolici. Va bene che l'esperienza insegna, ma non è che si possa accollare ai riformisti di oggi la carica di rottura di coglioni subita da altri riformisti del passato di tutt'altro orientamento e su tutt'altre questioni... A meno di non diventare conservatori totali, dichiararsi tali e stop, chiudendosi a qualsiasi discussione sulle possibilità del futuro.

 

 

Praticamente c'era una moderazione... un vero scandalo! A parte gli scherzi, sul fatto che si sia mai trattato di censura, io ne dubito e ti dico, onestamente, che non ho motivi per pensarlo.

 

 

 

Continui a non capire, perché cerchi di capire la cosa sbagliata - e francamnte non so più come spiegarmi meglio di quanto ho fatto fino a questo momento.

Te lo ripeto: la rottura di coglioni, l'insofferenza, insomma il ridicolo non sta nell'esposizione di certe motivazioni o nell'elenco delle malefatte dei ladroni, etc etc, ma riguardava l'aspetto specifico di un certo modo di dialogare.

La metafora serve - anzi, visto il risultato avrebbe dovuto servire - a rendere più chiaro il concetto, sdrammatizzandolo.

Dio ce ne guardi, prometto di non azzardarmi mai più a fare una metafora.

 

A quanto sembra, per te - e non solo per te - il Movimento 5stelle non c'entra nulla con niente e con nessuno. Manco fosse sceso da Marte.

Non c'è meccanismo psicologico, non c'è fenomeno comunicativo, non c'è atteggiamnto politico, umano, disumano o organizzativo del M5stelle degno o suscettibile di essere paragonato a qualuque altro evento o fenomeno mai accaduto sulla Terra.

Le metafore, ok, non vanno bene. Chiedo scusa se magari me ne dovesse scappare comunque qualcuna, essendo addestrato, anzi avvelenato mentalmente, da un paio di millenni di letteratura.

I paragoni, benchè vengano spontanei e sembrino evidenti, con fatti e persone del passato non vanno bene: non so bene perché, ma ho l'obbligo di dimenticare di aver conosciuto tutto ciò che pre-esiste all'avvento del Movimento.

Abbiamo quindi l'Uomo Nuovo coronato di stelle? Quel Di Maio che bacia l'urna (o quel che è) di San Gennaro mi ricorda qualcuno o qualcosa, ma devo essere io che mi sbaglio, forse è un fake messo in giro dai Poteri Forti.

... ti lamenti del sarcasmo: e che altro rimane, di fronte a questo delirio di onnipotenza?

 

No, cara Purple, la moderazione è un'altra cosa.

Quella era censura e prepotenza, ed elementare mancanza di educazione.

Tu non hai motivo per pensarlo soltanto perché sei un'ortodossa aderente (come si dice, aderente, seguace, entusiasta, simpatizzante, ammiratrice?) del Movimento: se uno è - era - simpatizzante ed entusiasta del Movimento poteva insultare pure gesucristo (figuriamoci gli altri utenti), ma se uno era un "infedele" non poteva nemmeno grattarsi il naso.


  • skynight e supersimmetry piace questo

Storie diverse per gente normale, storie comuni per gente speciale


#212 silvya

silvya

    kkkhhh??

  • Utenti
  • 8426 messaggi

Inviato 25 maggio 2018 - 07:45

poi non ve la state a prendere se mi auguro che per certe persone è giusto che ci sia l'inferno ma come si può?

 

Muore a 88 anni e lascia tutto a Silvio Berlusconi: al Cavaliere un'eredità da tre milioni di euro

 

Anna C., abruzzese, lavorava alla Presidenza del Consiglio

 

ma che cavolo ma lasciarli anzi alla ricerca no?

MA CHE SIGNIFICA?


:king:


#213 Moroni

Moroni

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 591 messaggi

Inviato 10 giugno 2018 - 04:50

il 5 stelle è il governo del cambiamento e non va criticato

aspettiamo a vedere cosa fanno

se mantengono le promesse va bene

altrimenti mi ritoccherà votare santoro, travaglio e vauro come ho fatto negli anni di berlusconi






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi