Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Sono anni che faccio ricerche. Niente. Niente di niente


  • Per cortesia connettiti per rispondere
612 risposte a questa discussione

#41 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 01:23

Io mi definisco atea, eppure sono convinta della sopravvivenza della vita dopo la morte.
Non la"mia", di vita: quella degli atomi che compongono il mio corpo.
Gli stessi atomi che con il loro lavoro invisibile, hanno costruito il mio corpo e in modo invisibile gestiscono universi di alta tecnologia fatta di segnali invisibili.
  • G.a.b.r.i.e.l piace questo



#42 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1774 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 01:27

scusa ma non ha nessun senso logico sforzarsi così tanto con la genetica di far nascere dei profeti


Gli alieni possono creare una tua copia esatta, ovvero te stessa, in pochi secondi come descritto in Ezechiele 37,1-14. Questo per dire che per loro non è un problema far nascere un profeta o un loro figlio sulla Terra. Gesù leggeva i pensieri degli umani perché essendo figlio diretto-genetico dell'alieno YHWH, ha ereditato da loro le facoltà telepatiche naturali, che mancano agli umani.

laparola.net.riferimento=Ezechiele37,1-14
 

che spiegassero le cose (quali cose poi?


L'essere umano è dotato di una grande intelligenza e di libero arbitrio a differenza degli animali. Ciò significa che il bambino ha bisogno di un'informazione veritiera sulla realtà che ci circonda per poter scegliere Amore e Giustizia, una scelta che gli garantirebbe la felicità, e tra l'altro il diritto alla vita eterna, che è lo scopo di questa esistenza provvisoria (qui siamo di passaggio). La Realtà, include l'infinito, la nostra sorgente, società, l'individuo. Se un uomo in mancanza dell'informazione veritiera inizia a credere nelle menzogne e illusioni, non può più scegliere correttamente se non sceglie la sua vera natura, di solito diventa depresso infelice un delinquente, tossico etc, che non è granché rispetto alle potenzialità della coscienza superiore o "Spirito"/ Essere che siamo.
 

I profeti che citi parlavano esplicitamente di Dio


Servono le prove per questa tua ardita affermazione...
 

essendo esseri presumibilmente fisici e materiale, sarebbe bastato mostrarsi e parlare direttamente alla folla.


Qualche volta l'hanno fatto, ma è inutile perché non puoi pretendere di costringere la gente a cambiare; ognuno dovrebbe scegliere in modo autonomo se progredire o regredire perché non siamo robot i quali comandare a distanza. Senza la scelta la vita stessa non ha più senso peché l'uomo nasce libero.
 

Che senso avrebbe invocare la fede su una realtà che è del tutto materiale?


Ricordi la parabola della casa costruita sulla sabbia? Gesù stava spiegando che non conta credere, invocare le "Divinità" o scacciare i "Demoni" in suo nome, apparire buoni(sti)... davanti agli uomini; quel che conta davvero è mettere in pratica i suoi insegnamenti che sono: Amore e Giustizia.
 

Anche Gesù Cristo ha sempre parlato di fede,


Per amare il tuo prossimo amico o nemico che sia, prima dovresti "avere fede" che il tuo amore non è vano ma che porterà i suoi frutti prima o poi - altrimenti non perdi il tuo tempo prezioso. Se riesci a comprenderlo, non hai bisogno della fede; ma se non lo comprendi allora la Fede per te diviene indispensabile per progredire spiritualmente. Nessuno si mette ad amare il prossimo che non conosce in modo incondizionato se non crede nella sua efficacia e nel "potere" dell'amore, o se ancora non sa e/o non comprende che Amore è la nostra vera natura. Noi siamo Amore originariamente, è la qualità principale della coscienza che siamo. La fede è necessaria, in questi casi, perché se non credi che l'insegnamento di Yahshua proviene dalla Sorgente, non lo metterai mai in pratica. Solo se ti FIDI di quell'insegnamento, potrai considerarlo seriamente.

Inoltre per amare la sorgente - è necessario prima credere nella sua esistenza. Come potresti amare qualcosa che non esiste o che credi non esista? Ovviamente se tu sai che la sorgente c'è, non hai bisogno di credere nella sua esistenza. Ma non basta credere nell'esistenza della sorgente occorre fidarsi della sorgente: cioè credere (o sapere/ comprendere) che quanto insegna attraverso i suoi profeti e inviati è per il nostro bene e la nostra gioia e non un'imposizione da accettare contro-voglia mormorando come faceva il popolo d'isRaele.
 

ha compiuto miracoli lodando la FEDE umana,


Quando uno guarisce perché aveva fede di guarire, non ha importanza se nel suo caso specifico è intervenuto Yahshua, o Elohim o uno degli Dèi, o se si è trattato di autoguarigione. Avere fede nella riuscita delle cose positive è sempre giusto e questo, indipendentemente dall'esistenza di Dio, e dall'interpretazione della Bibbia. Il fatto che il creatore sia una divinità, o esseri umani di altri pianeti, non cambia la necessità di credere in ciò che si fa o che si desidera avere perché si ritiene giusto averlo.
 

ha predicato amore e fratellanza in vista della volontà del Padre creatore, non avrebbe avuto nessun bisogno di fare tutto questo se si fosse trattato di una realtà materiale,


Quindi secondo te "amore e fratellanza" non sarebbe un insegnamento adatto agli esseri umani tangibili, solo agli Dèi immateriali. Motivo? Mi chiedo perché un Alieno non dovrebbe avere la stessa Volontà, del Padre celeste. Perché un Extraterrestre non dovrebbe volere la nostra evoluzione spirituale? C'è qualche differenza "sottile e segreta" che non riesco a cogliere?
 

invece Gesù ha distinto moooolto bene la logica del principe di questo mondo dalla logica del Padre celeste.


"Voi siete Dèi" e "Farete opere più grandi delle mie opere". Chiaro che l'oppositore spinge l'umanità dall'altra parte cioè verso il Caos, regresso spirituale, la falsa/ finta "scienza", la schiavitù al "peccato", odio, ingiustizie, l'inquinamento, l'autodistruzione, e la guerra finale nucleare totale. Ma i giusti non devono temere le bugie del "diavolo", hanno le parole di Yahshua!: "Voi siete Dèi" e "Farete opere più grandi delle mie opere". Tutto è possibile.
 

È una sciocchezza perché tu non puoi avere nessuna prova che l'Antico Testamento sia stato manipolato sostituendo Dio con gli extraterrestri,


Veramente contrario hanno eliminato gli extraterrestri e inventato dio - lo sanno tutti basta fare questa semplice domanda a un qualunque Ebreo praticante: "Dimmi il nome della tua Sorgente", la risposta sarà sempre "Elohim", non "Dio". Nella Bibbia, dio non esiste poi se leggi i passi che spiegano incontri tra uomini-profeti e la Sorgente, c'è sempre la descrizione degli extraterrestri esseri materiali vestiti in modo molto strano spesso di metallo. Infine i ragionamenti della Sorgente sono gli stessi ragionamenti nostri, degli Uomini della Terra, non per caso, essendo stati creati a immagine e somiglianza degli Elohim (la nostra Sorgente), nostri Padri celesti, tra cui c'è YHWH il padre genetico di Yahshua e Rael.
 

e comunque Colui del quale abbiamo una testimonianza più vicina nel tempo e molto più documentata è Gesù Cristo, che non ha certamente ne' parlato ne' alluso ad extraterrestri.


«Eloì, Eloì, lemà sabactàni». Ma a parte questo - a cosa ci serve un paradiso materiale (ad esempio quello descritto da Yahshua come pure da Muhammad e Joseph Smith) e la resurrezione dei CORPI se poi andiamo a visitare un cielo immateriale e ad incontrare una divinità mistica e immateriale? Yahshua ritornerà nel corpo dal cielo esattamente come è asceso in CORPO. I giusti saranno "rapiti" sulle NUVOLE. "Nella casa del Padre mio ci sono molte dimore", "Vado a prepararvi un posto". Nessun dio onnipotente e onnipresente parla così, solo esseri umani (Alieni).
 

Il punto è che essendo il suo un portare a compimento la Rivelazione progressiva di Dio agli uomini, se ci fosse stato dell'altro è LUI che lo avrebbe detto,


Per cui gli uomini erano in grado di capire cosa sono gli aerei prima dell'effettiva invenzione degli aerei? Secondo te potevano capire cosa sono le astronavi prima di aver inventato lo Space Shuttle potevano capire il DNA prima di aver scoperto il DNA etc. No questo non era concepibile nelle epoche prescientifiche dunque due millenni fa... Divinizzavano qualsiasi cosa soprattutto oggetti e soggetti discesi dal cielo.
 

perché così come è stato accettato ciò che ha detto e fatto, che era molto difficile da accettare, stai sicuro che i suoi seguaci avrebbero accettato anche questo.


Illusioni. Se io oggi parlo della Clonazione umana, molti ti rispondono "guarda che il clone non sei tu". Dimostrazione che neppure uomini "adulti e vaccinati" acculturati e laureati in medicina della nostra epoca capiscono, di cosa io parlo, figuriamoci i bipedi delle tribù primitive di 20 secoli fa che non hanno mai tenuto in mano un libro scientifico sulla genetica e che credono nella Terra piatta o che le malattie sono spiriti e la vita biologica un miracolo assolutamente inspiegabile.
 

E invece nulla della sua predicazione conferma la teoria raeliana.


Dipende. Per me tutto della sua predicazione conferma la teoria raeliana ma leggere senza preconcetti e pregiudizi non è facile, anzi.
 

In quanto a Maometto io non lo considero neanche un profeta


Questo è logico - altrimenti non saresti Cattolica, ma Musulmana. Parlavo dunque a quelli di mente aperta, umani di larghe vedute, e ai liberi pensatori. Se non ti riconosci in queste categorie non puoi capire.
 

Ha contraddetto tutto quello che Gesù Cristo aveva mostrato attraverso parole ed opere,


Esattamente come pure Gesù ha contraddetto tutto quello che Mosè, il Profeta, aveva mostrato attraverso parole ed opere. Siamo sempre lì, ognuno denigra la religione dei fratelli chiamandola una setta pericolosa e considerando il fondatore: criminale, come gli Ebrei consideravano Gesù un criminale indemoniato posseduto etc e la sua dottrina anti-Umana (mangiare il corpo del messia e bere il suo sangue come vampiri), utopia (amore senza condizioni) e una bestemmia contro dio il "creatore dell'universo". La cosa curiosa, è che la stessa gente poi predica amore e dichiara di aiutare prossimo in attesa del giudizio che, sperano, li porterà nel paradiso dei "martiri" cioè assassini.
 

Poi è vero che spesso non viene detto che i musulmani considerano Gesu' un profeta importantissimo, ma io mi domando come possano convivere i suoi insegnamenti con quelli di Maometto, detto proprio sinceramente, a meno che vengano filtrati attraverso un racconto che non corrisponde al nostro.


Desideri fare un confronto veritiero tra religioni? Allora dovresti chiamare un esperto del Cristianesimo un esperto dell'Ebraismo un esperto dell'Islam etc e questi "esperti" dovrebbero essere approvati da me (non mi fido di nessuno a priori) altrimenti invece di imparare qualcosa che non sai, non fai che rafforzare le bugie in te che ti hanno insegnato Demòni che hai consultato prima di scrivere opinioni sulle altre religioni. E' ovvio che per sapere parole e opere di Yahshua non vai ad interrogare Satana, che non aspetta altro per immergerti in falsità su quel particolare Mashiach, per tentarti o per altri motivi ancora. Non si "studiano" le altre religioni per denigrarle ma per amarle. Immagina un nemico del Cristo che si mette a "studiare" il Cristianesimo da zero beh il primo sito web che aprirà "per informarsi" sarà quello dell'Apprendista Stregone Guardiano dell'Anticristo - così tu hai fatto con l'Islam ignorando che c'è un vero Islam un falso Islam e un finto Islam (un'americanata, come al solito).

Discutere di religione con un cristiano non è possibile. Il cristianesimo non è una religione. Il cristianesimo è una malattia della psiche.


  • malia piace questo

#43 Guest_purple_*

Guest_purple_*
  • Ospiti

Inviato 30 marzo 2018 - 02:07

Il problema è che ci si affida alla speranza, piuttosto che alla logica. Come diceva Voltaire, all'uomo conviene scommettere sull'esistenza di qualcosa di trascendente, ma da un punto di vista logico, per un credente la morte dovrebbe far sorridere perché crede che dopo la morte l'anima sarà tra le braccia di Cristo, per un non credente la morte non interessa proprio, è la fine di tutto. La neuroscienza ha fatto passi da gigante, adesso sappiamo che bloccando certi recettori neuronali e attivandone altri possiamo modificare la nostra condotta, il nostro carattere ed addirittura la maniera in cui prendiamo decisioni, quindi il libero arbitrio. Secondo gli ultimi studi dei neuroscienziati non esiste nemmeno il libero arbitrio, i pensieri che arrivano a livello della coscienza esistono già a livello incoscio. L'"anima" è solo un concetto filosofico creato per sopperire alla mancanza di informazioni di cui gli antichi soffrivano. Il pensiero deve il suo insorgere all'attività del cervello. Quasi ogni aspetto della mente (temperamento, memoria, appetito, ecc) può esser distrutto da danneggiamenti di specifiche aree del cervello. Le tecniche attuali di visualizzazione possono anche rilevare attività cerebrale correlata col pensiero. L'"anima" era l'entità a cui si affidavano gli antichi per giustificare la caratteristica della coscienza, che per il tempo era sicuramente qualcosa di sorprendente ed era facile pensare che fosse qualcosa che trascendesse la materia e il corpo stesso. L'eterna paura della morte, poi, fece il resto. Dal momento che c'era questa entità indipendente dalla materia, allora questa entità poteva essere anche eterna e immortale (non soggetta a deperimento come la materia), ed ecco l'illusione, condivisa da quasi tutti i culti e le religioni, di poter sopravvivere alla propria morte. Oggi possiamo spiegare la coscienza in termini fisiologici, sappiamo da dove proviene e da cosa è originata. Sappiamo che questa può essere alterata tramite droghe, traumi o malattie e che quindi non è nulla di indipendente dalla materia, ma che è anzi indissolubilmente legata a questa, e con essa deperisce. L'illusione della vita dopo la morte è una bella illusione, a tutti piacerebbe che ci fosse una così comoda scappatoia alla morte. Purtroppo pare che quella dell'anima non sia altro che una pura e semplice illusione. In ogni caso non c'è mai stata alcuna prova a sostegno dell'esistenza di questa entità non meglio definita. Hai detto bene tu, non esiste un cazzo, non ci sono prove, e quello che molti intendono per "anima" non è altro che attività neuronale.

 

Questa è biofisica o biochimica un po' grossolana però secondo me. Se uno usa solo il peso come unità di misura ad esempio, prende un pezzo di legno ed è 1 kg, lo brucia e pesa la cenere, sono solo più 10 grammi. Se ha solo il peso per misurare, dirà che il resto del peso è apparentemente sparito. Se usa una fisica con più strumenti di misura, vedrà che nulla è sparito, ma si è trasformato in gas, calore, cenere. Il peso ha solo cambiato forma.

Così il fatto che la coscienza sia modificabile con azioni chimiche e meccaniche, indica anche, in un'altra prospettiva di analisi, che non esiste una realtà oggettiva che non sia una specie di ologramma creato dalla nostra percezione e elaborazione. E questo apre ad altre analisi sulla nostra esistenza.


  • arjanedda e Vanesio piace questo

#44 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4221 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 02:17

Questa è biofisica o biochimica un po' grossolana però secondo me. Se uno usa solo il peso come unità di misura ad esempio, prende un pezzo di legno ed è 1 kg, lo brucia e pesa la cenere, sono solo più 10 grammi. Se ha solo il peso per misurare, dirà che il resto del peso è apparentemente sparito. Se usa una fisica con più strumenti di misura, vedrà che nulla è sparito, ma si è trasformato in gas, calore, cenere. Il peso ha solo cambiato forma.
Così il fatto che la coscienza sia modificabile con azioni chimiche e meccaniche, indica anche, in un'altra prospettiva di analisi, che non esiste una realtà oggettiva che non sia una specie di ologramma creato dalla nostra percezione e elaborazione. E questo apre ad altre analisi sulla nostra esistenza.

Condivido in parte. Dell'anima posso anche essere sicuro che è un'invenzione delle religioni, ma per quanto riguarda la coscienza nell'atto stesso in cui io formulo un pensiero, mi accorgo di formularlo, e non posso ingannarmi. La coscienza è quindi la prima verità. Ma non una coscienza astratta (alla maniera degli idealisti) quanto piuttosto la coscienza di un mondo, di qualcos'altro. E questa è l'altra verità ovvero l'altro da me.
  • madmax e arjanedda piace questo

#45 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1774 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 04:37

si ok ma almeno da quello che leggo in questo Thread nei commenti dell'utente Siva che conosce abbastanza bene l'ebraico antico e il greco la tua ipotesi sugli alieni Elohim al posto di Dio fa acqua da tutte le parti!


Se conosci una traduzione della Bibbia - migliore della Nuova Diodati, Nuova Riveduta, e la C.E.I. ottimo, dammi le coordinate dove acquistarne una copia. Anzi, meglio ancora posta qui i capitoli chiave (interi senza commenti) - così la analizziamo insieme. Di certo non vado sul sito indicato per leggere i dogmi di Satana (Siva). Non dimenticare che per capire davvero le sacre scritture dovresti rinnegare te stesso e prepararti al martirio, cosa che "esegeti" e "traduttori" standard di solito non fanno e allora sarebbe come chiedere ad un criminale di parlarti di amore/ giustizia. Non sono talmente scemo da fidarmi del primo venuto. La Bibbia è la Porta per ricevere il cosiddetto Spirito Santo, che ti spiega tutta la verità sempre che lo meriti e se vieni attratto dal Padre. La Bibbia NON è La verità (non gettare le perle davanti ai porci). Credi che basti leggere un paio di frasi random su un blog, o forum per conoscere e per comprendere il Pensiero di Dio, o chi per lui? Spero tu stavi scherzando.
 

L'ipotesi di base di Mauro Biglino: il fondamento della sua esegesi biblica


Ti fidi di un (ex) Massone che non sa cos'è la Bibbia e cos'è la spiritualità? E lui chi è? Un profeta? Un figlio di Dio? Un uomo Saggio e Geniale? O piuttosto un semplice mortale, come te? Non sapevi che per crescere hai bisogno dell'esperienza diretta, e non delle opinioni raccattate a destra e a manca? Hai una tua Ricerca o fai il copia e incolla delle "ricerche" di altre persone che nemmeno conosci? Tu aspetti dagli uomini di spiegarti la verità/ la Bibbia ma non accadrà mai. Almeno @cimychan fa dei ragionamenti tu lasci link-inutili-ad-hoc, solo per fare conclusioni sul nulla. Non devi confutare parole di Biglino ma le parole della Nuova Diodati, della Nuova Riveduta, e della 'C.E.I.'.



#46 Moroni

Moroni

    Utente Full

  • Utenti
  • 1341 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 06:26

secondo me è una provocazione



#47 madmax

madmax

    Utente Full Optional

  • Utenti
  • 9408 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 06:54

Condivido in parte. Dell'anima posso anche essere sicuro che è un'invenzione delle religioni, ma per quanto riguarda la coscienza nell'atto stesso in cui io formulo un pensiero, mi accorgo di formularlo, e non posso ingannarmi. La coscienza è quindi la prima verità. Ma non una coscienza astratta (alla maniera degli idealisti) quanto piuttosto la coscienza di un mondo, di qualcos'altro. E questa è l'altra verità ovvero l'altro da me.


Altro da te beccarti una scarica di un fulmine che non vedi arrivare se non quando già hai iniziato a fumare...Ma ormai è tardi perché non hai più una coscienza....sempre secondo un approccio poco idealista...

"Significa una totale libertà. In questa libertà c'è un'enorme energia, perchè non c'è nessun conflitto, nessuna lotta. Nulla!"


#48 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4221 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 07:04

Altro da te beccarti una scarica di un fulmine che non vedi arrivare se non quando già hai iniziato a fumare...Ma ormai è tardi perché non hai più una coscienza....sempre secondo un approccio poco idealista...

Non ho capito un cazzo.

#49 madmax

madmax

    Utente Full Optional

  • Utenti
  • 9408 messaggi

Inviato 31 marzo 2018 - 09:20

Non ho capito un cazzo.

volevo dire la stessa cosa....Ti capisco :fox:


"Significa una totale libertà. In questa libertà c'è un'enorme energia, perchè non c'è nessun conflitto, nessuna lotta. Nulla!"


#50 Guest_purple_*

Guest_purple_*
  • Ospiti

Inviato 31 marzo 2018 - 11:15

Condivido in parte. Dell'anima posso anche essere sicuro che è un'invenzione delle religioni, ma per quanto riguarda la coscienza nell'atto stesso in cui io formulo un pensiero, mi accorgo di formularlo, e non posso ingannarmi. La coscienza è quindi la prima verità. Ma non una coscienza astratta (alla maniera degli idealisti) quanto piuttosto la coscienza di un mondo, di qualcos'altro. E questa è l'altra verità ovvero l'altro da me.

 

Ho sempre pensato che ci sia qualcosa di fallato o strano nel cervello umano. Nonostante sia il più potente per i fini dell'adattamento, c'è qualcosa che gli fa percepire come doloroso l'adattamento a questo "altro da sé", alla realtà esterna. È questo qualcosa che stride continuamente che stimola l'autocoscienza, la filosofia, la razionalità. Non sappiamo se le altre specie siano filosofiche in realtà, però nell'uomo sappiamo che è una costante.



#51 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 31 marzo 2018 - 01:53

Cimychan, Maometto era un profeta, ma non del Dio ebraico ( anche se a quanto ne so l'Islam per certi versi somiglia all'ebraismo ) o cristiano.
Il fatto che non lo seguisse npn vuol dire che non fosse un profeta, lo era ma di un diverso credo.

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#52 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4221 messaggi

Inviato 01 aprile 2018 - 12:38

Ho sempre pensato che ci sia qualcosa di fallato o strano nel cervello umano. Nonostante sia il più potente per i fini dell'adattamento, c'è qualcosa che gli fa percepire come doloroso l'adattamento a questo "altro da sé", alla realtà esterna. È questo qualcosa che stride continuamente che stimola l'autocoscienza, la filosofia, la razionalità. Non sappiamo se le altre specie siano filosofiche in realtà, però nell'uomo sappiamo che è una costante.

mi hai fatto pensare alla sindrome di Stoccolma, la vittima sente delle sensazioni positive per il suo carnefice per una forma di autodifesa.
L'uomo è fatto principalmente di sensazioni, sentimenti. Alcuni di questi sono incomunicabili, indicibili. Spesso mi capita di sentire un qualcosa e non saperlo esternare, non avere le parole. E quando non ti senti capito, subentra dapprima un senso di frustrazione, poi di rabbia, e alla fine rimani solo nel tuo dolore. Questo smarrimento avviene perché cerchiamo in un'altra autocoscienza uno specchio, un'empatia, ma in verità ogni autocoscienza riflette solo sé stessa, e lo specchio si rompe.

#53 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 10821 messaggi

Inviato 01 aprile 2018 - 01:03

Cimychan, Maometto era un profeta, ma non del Dio ebraico ( anche se a quanto ne so l'Islam per certi versi somiglia all'ebraismo ) o cristiano.
Il fatto che non lo seguisse npn vuol dire che non fosse un profeta, lo era ma di un diverso credo.

 

Cimychan come me e anche chiunque Lunanerina avesse un minimo di amor proprio non può accettare di tollerare una religione che invece è intollerante verso i fedeli delle altre religioni e peggio ancora e molto grave, mette la religione sopra ogni diritto dell'individuo, ritenendo addirittura la femmina della specie umana inferiore rispetto alla controparte maschile.

non per niente hanno dovuto fare una loro versione islamica dei diritti universali dell'uomo perchè la dichiarazione accettata da tutti non andava invece bene per loro e la loro religione.

 

https://it.wikipedia...ritti_dell'uomo

 

In effetti, la dichiarazione del 1981 scaturisce da varie critiche dirette da paesi prevalentemente islamici, come SudanPakistanIran ed Arabia Saudita, verso la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo per la mancanza di considerazione per le "esigenze religiose e culturali" dei paesi islamici.
Essa è stata preceduta da un intervento presso le Nazioni Unite da parte del rappresentante iraniano Saʿid Rajaie Khorasani, secondo il quale Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo rappresentava "una interpretazione laica della tradizione giudaico-cristiana" che non avrebbe potuto essere attuata dai musulmani senza violare la legge del'Islam.

Quindi, questa non è la sola versione della Dichiarazione islamica dei diritti dell'uomo; nel 1990, al Cairo, la 19a Conferenza Islamica dei Ministri degli Esteri (dal 31 luglio al 5 agosto) ha proclamato la Dichiarazione del Cairo dei Diritti Umani dell'Islam, un testo molto più compatto in 25 articoli ed un breve preambolo che sembra non riconoscere l'esistenza della Dichiarazione di Parigi, dal quale si legge testualmente "Recognizing the importance of issuing a Document on Human Rights in Islam that will serve as a guide for Member states in all aspects of life;" cioè "Riconoscendo l'importanza dell'emettere un Documento sui Diritti Umani nell'Islam che serva come guida per gli Stati membri in tutti gli aspetti di vita;" come se non ne esistessero di antecedenti.

 

e con questa mia risposta voglio rispondere anche agli utenti Gabriel e Malia, che per quanto riguarda quanto postato da me sopra non è di certo per colpa di cattive interpretazioni e ne fraintendimenti degli scritti sul Corano, visto che loro mi hanno tanto criticato per la mia fede cristiana, la quale però non ha mai ritenuto illegittima o sbagliata la dichiarazione universale dell'uomo a differenza della religione islamica.


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#54 madmax

madmax

    Utente Full Optional

  • Utenti
  • 9408 messaggi

Inviato 01 aprile 2018 - 04:50

Si potrebbe sempre andare tutti quanti allo zoo comunale....


"Significa una totale libertà. In questa libertà c'è un'enorme energia, perchè non c'è nessun conflitto, nessuna lotta. Nulla!"


#55 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1774 messaggi

Inviato 02 aprile 2018 - 08:07

con questa mia risposta voglio rispondere anche agli utenti Gabriel e Malia, che per quanto riguarda quanto postato da me sopra non è di certo per colpa di cattive interpretazioni e ne fraintendimenti degli scritti sul Corano,


Domanda alla 'Famiglia Cristiana' di un lettore: "L’islam non va confuso con i terroristi, ma nel Corano ho riscontrato diverse contraddizioni, che ne manifestano anche un volto violento."

Risposta dell'esperto: "Nessun testo sacro è un catechismo. Si tratta piuttosto di grandi narrazioni che trasmettono una spiritualità e un’etica. Il fatto che vi siano contraddizioni dipende dal “calarsi” del messaggio nello spazio e nel tempo, mutando così di tono e talvolta apparentemente anche di contenuto in base alle circostanze. Letti globalmente e contestualizzati, tuttavia, tali testi vedono prevalere l’armonia in noi stessi, con gli altri e con l’ambiente. Chi rifiuta o non cerca almeno tale armonia, che prefigura il nostro destino futuro, non fa alcuna autentica esperienza che possa dirsi religiosa nel vero senso della parola."

Fonte: www.famigliacristiana.it/articolo/

visto che loro mi hanno tanto criticato per la mia fede cristiana, la quale però non ha mai ritenuto illegittima o sbagliata la dichiarazione universale dell'uomo a differenza della religione islamica.


Il Papa: «I diritti sono fragili se non fondati su Dio»

Il Vaticano: l'Onu non depenalizzi l'omosessualità

google.it/search?q=vaticano+carta+dei+diritti+umani

Io non critico mai la scelta di Tizio o Caio di seguire questa e quella religione ma critico le non-spiegazioni spacciate per spiegazioni e le false interpretazioni delle Scritture di tutto il mondo.

tollerare una religione che invece è intollerante verso i fedeli delle altre religioni e peggio ancora e molto grave, mette la religione sopra ogni diritto dell'individuo, ritenendo addirittura la femmina della specie umana inferiore rispetto alla controparte maschile.


Noto che Muhammad non ti piace, perché la sua religione sarebbe "piena di violenza". Ah, si? Immagino allora il Cristo?! :

«Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra: sono venuto a portare non pace, ma spada! Sono venuto infatti a separare il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera: e i nemici dell’uomo saranno quelli della sua casa» (Matteo 10:34-36).

«Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu và e annunzia il regno di Dio» (Luca 9:60).

«Ma ora, chi ha una borsa la prenda, e così chi ha una sacca; chi non ha spada, venda il mantello e ne compri una» (Luca 22:35).

«E quelli ch’eran con lui, vedendo quel che stava per succedere, dissero: Signore, percoterem noi con la spada? E uno di loro percosse il servitore del sommo sacerdote, e gli spiccò l’orecchio destro» (Luca 49:50).

«Ma essi non vollero riceverlo, perché era diretto verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: “Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?”» (Luca 9:53).

«Un fuoco cammina davanti a lui e brucia tutt’intorno i suoi nemici» (Salmo 96:3).

«Mai più in eterno nasca un frutto da te» (Matteo 21:19).

«Che cosa farà dunque il padrone della vigna? Verrà e sterminerà quei vignaioli e darà la vigna ad altri. Non avete forse letto […]» (Marco 12:1-11).

«Ma essi, udito ciò, esclamarono: “Non sia mai!”. Allora egli si volse verso di loro e disse: “Che cos’è dunque ciò che è scritto: La pietra che i costruttori hanno scartata, è diventata testata d’angolo? Chiunque cadrà su quella pietra si sfracellerà e a chi cadrà addosso, lo stritolerà”» (Luca 20:9-18).

«Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subito tale sorte? No, vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. O quei diciotto, sopra i quali rovinò la torre di Sìloe e li uccise, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? No, vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo» (Luca 13:2-5).

«Taglialo. Perché deve sfruttare il terreno? Ma quegli rispose: Padrone, lascialo ancora quest’anno finché io gli zappi attorno e vi metta il concime e vedremo se porterà frutto per l’avvenire; se no, lo taglierai» (Luca 13:8-9).

«Un tale gli chiese: “Signore, sono pochi quelli che si salvano?”. Rispose: “Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, vi dico, cercheranno di entrarvi, ma non ci riusciranno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: Signore, aprici. Ma egli vi risponderà: Non vi conosco, non so di dove siete […] Allontanatevi da me voi tutti operatori d’iniquità! Là ci sarà pianto e stridore di denti quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio e voi cacciati fuori”» (Luca 13:23-28).

«Si avvicinava la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe e, là seduti, i cambiamonete. Allora fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori dal tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi» (Giovanni 2:13-25).

«Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, ma piangete su voi stesse e sui vostri figli. Ecco, verranno giorni nei quali si dirà: Beate le sterili e i grembi che non hanno generato e le mammelle che non hanno allattato. Allora cominceranno a dire ai monti: Cadete su di noi! e ai colli: Copriteci! Perché se trattano così il legno verde, che avverrà del legno secco?» (Luca 23,28-31).

«Ricorda loro che siano sottomessi ai magistrati e alle autorità, che siano ubbidienti, pronti a fare ogni opera» (Tito 3:1).

«Siate sottomessi, per amor del Signore, a ogni umana istituzione: al re, come al sovrano; ai governatori, come mandati da lui per punire i malfattori e per dare lode a quelli che fanno il bene. Perché questa è la volontà di Dio: che, facendo il bene, turiate la bocca all’ignoranza degli uomini stolti […]. Onorate il re» (1 Pietro 2:13-17).

«Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro ad osservare TUTTO ciò che vi ho COMANDATO» (Matteo 28:19-20, CEI).

«Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli» (Matteo 28:19, Nuova Riveduta).

«Nessuno ha mai visto Dio» (Giovanni 1:18).

«Non chiamate nessuno sulla terra vostro padre, perché uno solo è il Padre vostro, quello che è nei cieli. Non vi fate chiamare guide, perché una sola è la vostra Guida, il Cristo; […]» (Matteo 23:9-10).

«In quel tempo, Gesù si mise a rimproverare le città nelle quali aveva compiuto il maggior numero di miracoli, perché non si erano convertite: Guai a te, Corazin! Guai a te, Betsaida. Perché, se a Tiro e a Sidóne fossero stati compiuti i miracoli che sono stati fatti in mezzo a voi, già da tempo avrebbero fatto penitenza, ravvolte nel cilicio e nella cenere. Ebbene io ve lo dico: Tiro e Sidóne nel giorno del giudizio avranno una sorte meno dura della vostra. E tu, Cafàrnao, “sarai forse innalzata fino al cielo? Fino agli inferi precipiterai!”. Perché, se in Sòdoma fossero avvenuti i miracoli compiuti in te, oggi ancora essa esisterebbe! Ebbene io vi dico: Nel giorno del giudizio avrà una sorte meno dura della tua!» (Matteo 11:20-24).

«Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio. Gesù disse loro: Vedete tutte queste cose? In verità vi dico, non resterà qui pietra su pietra che non venga diroccata» (Matteo 24:1-2).

«Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine. Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi; ma tutto questo è solo l’inizio dei dolori. Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome. Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e odieranno a vicenda. […] per il dilagare dell’iniquità, l’amore di molti si raffredderà. Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato. Frattanto questo vangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine. […] allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti, chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa, e chi si trova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello. […] Pregate perché la vostra fuga non accada d’inverno o di sabato. Poiché vi sarà allora una tribolazione grande, quale mai avvenne dall’inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà. E se quei giorni non fossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa degli eletti quei giorni saranno abbreviati. […] Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, gli astri cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte. Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo e allora si batteranno il petto TUTTE LE TRIBU’ DELLA TERRA, e vedranno il Figlio dell’uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria. Egli manderà i suoi angeli con una grande tromba e raduneranno tutti i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all’altro dei cieli. […] sappiate che Egli è proprio alle porte. In verità vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo accada. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. Quanto a quel giorno e a quell’ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre. Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell’arca, e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del Figlio dell’uomo. Allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l’altro lasciato. Due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l’altra lasciata. […] Perciò anche voi state pronti, perché nell’ora che non immaginate, il Figlio dell’uomo verrà. […] Beato quel servo che il padrone al suo ritorno troverà ad agire così! In verità vi dico: gli affiderà l’amministrazione di tutti i suoi beni. Ma se questo servo malvagio dicesse in cuor suo: Il mio padrone tarda a venire, […] arriverà il padrone quando il servo non se l’aspetta e nell’ora che non sa, lo punirà con rigore e gli infliggerà la sorte che gli ipocriti si meritano: e là sarà pianto e stridore di denti» (Matteo 24:4-51).

«Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato» (Giovanni 3:17-18).

«Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; chi non obbedisce al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio incombe su di lui» (Giovanni 3:36).

«Chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo, non avrà perdono in eterno: sarà reo di COLPA ETERNA» (Marco 3:28-30).

«Non sarà perdonato né in QUESTO MONDO né in QUELLO FUTURO» (Matteo 12:32).

«Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l’amore del Padre non è in lui» (1 Giovanni 2:15).

«[…] perché tutto quello che è nel mondo […] non viene dal Padre, ma dal mondo. E il mondo passa […] ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno!
Figlioli, questa è l’ultima ora. Come avete udito che deve venire l’anticristo, di fatto ora molti anticristi sono apparsi. Da questo conosciamo che è l’ultima ora. Sono usciti di mezzo a noi, ma non erano dei nostri; se fossero stati dei nostri, sarebbero rimasti con noi; ma doveva rendersi manifesto che non tutti sono dei nostri» (1 Giovanni 2:16-19).

«Chi non è con me è contro di me» (Matteo 12:30).

«ORA E’ IL GIUDIZIO DI QUESTO MONDO; ora il principe di questo mondo sarà gettato fuori» (Giovanni 12:31).

«[…] il principe di questo mondo è stato giudicato» (Giovanni 16:11). «[…] egli non ha nessun potere su di me» (Giovanni 14:30).

«Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto» (Luca 21:17-18).

«Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla condizione di schiavitù: […] sono il tuo Dio, un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano» (Esodo 20,2-5).

«Maestro buono, che cosa devo fare per avere la vita eterna?. Gesù gli disse: Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo. Tu conosci i comandamenti […]» (Marco 10:17-19).

«La tua malvagità è quella che ti castiga; le tue infedeltà sono la tua punizione. Sappi dunque e vedi che cattiva e amara cosa è abbandonare il SIGNORE, il tuo Dio, e il non aver di me nessun timore, dice il Signore, DIO degli eserciti» (Geremia 2:19).

«Metterò a morte i suoi figliuoli; […]» (Apocalisse 2:20-23).

«Serpenti, razza di vipere, come scamperete al giudizio della geenna?» (Matteo 23:33).

«Infatti, se persistiamo nel peccare volontariamente dopo aver ricevuto la conoscenza della verità, non rimane più alcun sacrificio per i peccati; ma una terribile attesa del giudizio e l’ardore di un fuoco che divorerà i ribelli. Chi trasgredisce la legge di Mosè viene messo a morte senza pietà sulla parola di due o tre testimoni. Di quale peggior castigo, a vostro parere, sarà giudicato degno colui che avrà calpestato il Figlio di Dio e avrà considerato profano il sangue del patto con il quale è stato santificato e avrà disprezzato lo Spirito della grazia? Noi conosciamo, infatti, colui che ha detto: “A me appartiene la vendetta! Io darò la retribuzione!” E ancora: “Il Signore giudicherà il suo popolo”. È terribile cadere nelle mani del Dio vivente» (Ebrei 10:26-31).

«[…] è impossibile ricondurli di nuovo al ravvedimento perché crocifiggono di nuovo per conto loro il Figlio di Dio e lo espongono a infamia […] se produce pruni e spine, non ha alcun valore ed è vicina alla maledizione: sarà infine arsa dal fuoco!» (Ebrei 6:6-8).

«[…] il peccato è la violazione della legge» (1 Giov. 3:4). «[…] il salario del peccato è LA MORTE» (Romani 6:23). «Se uno vede il proprio fratello commettere un peccato che non conduce alla morte, preghi, e Dio gli darà la vita; s’intende a coloro che commettono un peccato che non conduce alla morte: c’è infatti un peccato che conduce alla morte; per questo dico DI NON PREGARE» (1 Giovanni 5:16-17).

«Fuori i cani, gli stregoni, gli idolatri […]. Se alcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali le piaghe descritte in questo libro; […]» (Apocalisse 22:15-21). «Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi» (Matteo 7:6).

«Se uno viene a me e non odia suo padre, sua madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo» (Luca 14:26).

«Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna» (Giovanni 12:25).

«Se dunque siete stati risuscitati con Cristo, cercate le cose di lassù dove Cristo è seduto alla destra di Dio. Aspirate alle cose di lassù, non a quelle che sono sulla terra; poiché voi moriste […]» (Colossesi 3:1).

«Servi, ubbidite in ogni cosa ai vostri padroni secondo la carne; non servendoli soltanto quando vi vedono, come per piacere agli uomini, ma con semplicità di cuore, temendo il Signore. Qualunque cosa facciate, fatela di buon animo, come per il Signore e non per gli uomini, sapendo che dal Signore riceverete per ricompensa l’eredità. Servite Cristo, il Signore! Infatti chi agisce ingiustamente riceverà la retribuzione del torto che avrà fatto, senza che vi siano favoritismi» (Colossesi 3:25).

«Che volete che io faccia per voi? Essi gli dissero: Concedici di sedere uno alla tua destra e l’altro alla tua sinistra nella tua gloria» (Marco 10:36-37).

«Non ha forse Dio dimostrato stolta la sapienza di questo mondo?» (1Corinzi 1:20).

«Nessuno s’inganni. Se qualcuno tra di voi presume di essere un saggio in questo secolo, diventi pazzo per diventare saggio; perché la sapienza di questo mondo è pazzia davanti a Dio» (1 Corinzi 3:18-19).

«[…] perché Dio non è un Dio di confusione […]. Come si fa in tutte le chiese dei santi, le donne tacciano nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare; stiano sottomesse, come dice anche la legge. Se vogliono imparare qualcosa, interroghino i loro mariti a casa; perché è vergognoso per una donna parlare in assemblea» (1 Corinzi 14:33-35).

«La donna impari in silenzio, con ogni sottomissione. Non permetto alla donna d’insegnare, né di usare autorità sull’uomo [di dettare legge], ma ordino che stia in silenzio» (1 Timoteo 2:11-12).

«Perché prima è stato formato Adamo e poi Eva; e non fu Adamo ad essere ingannato, ma fu la donna che, ingannata, si rese colpevole di trasgressione. Essa potrà essere salvata partorendo figli, se persevererà nella fede […]» (1 Timoteo 2:13-15).

«Ma voglio che sappiate che il capo di ogni uomo è Cristo, che il capo della donna è l’uomo […] ogni donna che prega o profetizza senza avere il capo coperto fa disonore al suo capo, perché è come se fosse rasa. Perché se la donna non ha il capo coperto, si faccia anche tagliare i capelli! Ma se per una donna è cosa vergognosa farsi tagliare i capelli o radere il capo, si metta un velo. Poiché, quanto all’uomo, egli non deve coprirsi il capo, essendo immagine e gloria di Dio; […] perché l’uomo non viene dalla donna, ma la donna dall’uomo; e l’uomo non fu creato per la donna, ma la donna per l’uomo. Perciò la donna deve, a causa degli angeli, avere sul capo un segno di autorità. […] Giudicate voi stessi: è decoroso che una donna preghi Dio senza avere il capo coperto? Non vi insegna la stessa natura che se l’uomo porta la chioma, ciò è per lui un disonore? […] Se poi a qualcuno piace essere litigioso, noi non abbiamo tale abitudine; e neppure le chiese di Dio» (1 Corinzi 11:3-16).

«Ogni creatura che respira, lodi il SIGNORE. Alleluia» (Salmo 150:6)!

Ordunque una possibile interpretazione letterale -e decontestualizzata- (cioè criminale) potrebbe essere la seguente: il CRISTIANO deve comprare armi, odiare il mondo padre madre amici fratelli figli quindi partire “in missione” (armato), accettare di buon grado “martirio” – qualunque cosa dovesse significare anche “farsi esplodere” nella sua “accezione moderna”, essere catastrofista-veggente e “apocalittico”, rinunciare alla ragione, e alla Terra, essere pazzo, offendere e sottomettere la donna – sulla qual testa metterà il velo, separarsi dai cani dai porci dai miscredenti, e dai “morti”, picchiare fedeli poco fedeli, cioè infedeli disubbidienti, amare il potere, conquistare quindi indottrinare il pianeta intero, anzi, l’universo secondo quanto ha comandato il suo messia, Gesù, 2000 anni fa dunque imporre quella “verità” ad ogni creatura (vuol dire convertire e battezzare) e se uno si oppone minacciare di morte il povero malcapitato, invocare gl’inferi, maledizioni, e fuoco dal Cielo sopra il ribelle di turno (a volte colpirlo con qualche arma terrena, o mistica) il quale ha osato sfidare le disposizioni e gli ordini imperituri del signore degli eserciti, l’iddio invisibile universale che nessuno ha mai visto e che però tutti, indistintamente, devono lodare e pagare, qui-ed-ora. I Cattolici, inoltre, devono convertire alla loro Denominazione-Setta e battezzare ogni infante che gli passa tra le mani. Un quadro desolante, insomma, fanatico, talebano, integralista e… un po’ “jihadista”.
  • malia e arjanedda piace questo

#56 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 10821 messaggi

Inviato 03 aprile 2018 - 07:26

tutto giusto Gabriel cercando il pelo nell'uovo e non contestualizzando i versetti che hai citato, ma nei fatti concreti Gesù Cristo ha mai fatto una qualsiasi guerra santa contro gli infedeli e ucciso tagliando loro la testa e facendo schiavi le loro donne e bambini?

 

Nota Bene ho citato appositamente Gesù e il suo vangelo proprio per evitare che mi vieni a ribattere delle guerre di conquista che sono state compiute nel vecchio testamento oppure delle crociate compiute dopo  secoli dalla morte di Gesù che nulla avevano a che spartire con il suo insegnamento.

 

osi per caso negare anche le fonti storiche adesso?

 

http://www.progettod...brei-di-medina/

 

 Egli però non accetta questo incontro e, dopo aver vinto la famosa Battaglia del Fossato, il primo giorno dopo la partenza dei Meccani attacca i Qurayza. Questi resistono 25 giorni e, quando capitolano, sono convinti di poter ottenere le stesse condizioni dei Nadir. Purtroppo però Maometto vuole fare di loro un esempio. Lo storico islamico dell’VIII secolo Ibn Ishaq racconta che, dopo aver fatto scavare delle fosse nella piazza del mercato, Maometto li fa portare lì a piccoli gruppi. I soldati di Maometto ne decapitano fra 600 e 900, tutti ragazzi e uomini, mentre le donne e i bambini sono ridotti in schiavitù.

Come parte del bottino, Maometto sceglie una ragazza ebrea, Rayhana, il cui marito è stato appena decapitato e gettato in un fosso. Rayhana diventa poi sua moglie, una delle tredici attribuite a Maometto.

Dopo il 627 Medina, resa fertile e ricca dagli ebrei fuggiti nel corso delle guerre giudaico romane, diventa una proprietà privata di Maometto. Tutte e tre le maggiori tribù di Ebrei sono state eliminate, e rimangono solo alcune famiglie che, però, non rappresentano un pericolo per il primo condottiero musulmano.

 

https://www.islamica...ani-ed-ebrei-2/

 

e tra l'altro leggo qua

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Islam

 

Molti musulmani credono che Dio - al contrario di quanto pensavano i mutaziliti e altri - non conceda il libero arbitrio all'uomo, essendo ogni atto (compreso quello umano) osservato da Dio. Egli dà all'uomo tutt'al più il possesso (iktisāb) dell'atto compiuto, mentre il presumere di poter creare qualcosa o di penetrare l'insondabile Volontà divina sono peccati di massima superbia, con la conseguenza che il Volere divino dovrà essere accettato senza condizione alcuna da parte delle Sue creature.

Questo avviene non solo nelle pratiche di culto - il cui obbligo non si considera assolto convenientemente senza l'osservanza precisa delle loro minuziose modalità (precise ritualità da osservare nel corso del pellegrinaggio obbligatorio alla Mecca e nei suoi dintorni) -, ma anche nell'ottemperare alle precise e cogenti norme alimentari che, secondo lo schema vetero-testamentario, non si giustificano con motivazioni di carattere razionale, in grado cioè di essere percepite dall'intelligenza umana, ma che devono essere accettate come tutto il resto "senza chiedersi il come e il perché" (bi-lā kayfa).

 

altra bellissima perla

 

Matrimoni misti

La struttura familiare islamica permette ai musulmani di sposare donne di fede ebraica o cristiana (Sura V:5) che siano «miḥsanāt», tradotto con «fortificate» e interpretato con «oneste, caste e virtuose».[66] La moglie non musulmana ha diritto di esercitare il suo culto e di consumare i cibi che la sua religione permette. I figli devono essere educati secondo la religione del padre, a pena di ripudio. La moglie non musulmana può ereditare la sua parte attingendo a quel terzo che la legge islamica consente di legare a chi non sia parte legale di una successione. Alla donna musulmana è vietato sposare un uomo non musulmano. Tale disposizione discriminatoria è presente anche in altre culture giuridiche semitiche, compresa quella israelitica.[67] Una simile condizione è regolamentata da leggi dello Stato in gran parte dei paesi a maggioranza islamica.

 

una religione molto tollerante che rispetta le libere opinioni e il libero arbitrio, indubbiamente! :asdsi:


  • Lunanerina piace questo

Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#57 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9664 messaggi

Inviato 03 aprile 2018 - 07:53

nei fatti concreti Gesù Cristo ha mai fatto una qualsiasi guerra santa contro gli infedeli e ucciso tagliando loro la testa e facendo schiavi le loro donne e bambini?

 

Certo che si. Perchè secondo il tuo credo Gesù è Dio e Dio avrebbe fatto tutte quelle cose, uguali uguali.



#58 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 10821 messaggi

Inviato 03 aprile 2018 - 08:44

Certo che si. Perchè secondo il tuo credo Gesù è Dio e Dio avrebbe fatto tutte quelle cose, uguali uguali.

 

peccato che quello che disse Gesù Cristo nel suo vangelo è proprio l'opposto di quello che interpretavano e fraintendevano secondo il loro tornaconto alcuni condottieri dell'antico testamento 

che affermavano di seguire la volontà di Dio e di uccidere in suo nome. una cosa di certo non la potete negare, che cioè la bibbia a differenza di altri testi ritenuti sacri, non ha omesso proprio nulla di quanto e stato fatto e compiuto dall'uomo sia di giusto che di profondamente condannabile e sbagliato in nome di Dio, nel quale non è la volontà divina ad essere considerata sbagliata e criticabile, ma tra le righe, si capisce che la critica è stata fatta riportando i  fatti narrati come sono avvenuti, dell'opera dell'uomo nei confronti del suo simile.

il Dio cristiano non mette nessuno sul piedistallo di rappresentante fedele del suo volere e volontà, tranne naturalmente Gesù Cristo ed è proprio per il fatto che i cristiani credono che Gesù Cristo sia Dio, che si comprende dal suo insegnamento che molte cose erano sbagliate nel vecchio testamento, specialmente le guerre di conquista, i genocidi di massa dei credenti di religioni corrotte e il trattare esseri umani schiavi come se fossero semplice merce di scambio e compravendita. avresti avuto ragione se Gesù Cristo avesse predicato un vangelo e una predicazione istigando poi i suoi fedeli a rovesciare l'ordine costituito della classe religiosa dominante dell'epoca quella farisaica e avesse poi cercato di  conquistare il dominio in alcuni territori usando la scusa della volontà divina e sopratutto se avesse secondo il suo volere, essendo rappresentante e Dio stesso in terra, ordinato ai suoi fedeli di uccidere, non avere pietà e di rendere schiavi altre etnie religiose differenti da quella ebraica giudaica, cosa che mi risulta non sia mai avvenuta, anzi a differenza di Maometto, Gesù nonostante sia stato l'avatar in terra di Dio fattosi carne si è fatto giudicare, imprigionare, processare e condannare a morte come un comune delinquente e malfattore, per espiare i peccati dell'umanità, cosa che nessun aspirante e presunto profeta di nessuna altra religione venuti prima o dopo di lui ho mai letto che avessero mai fatto.


  • Lunanerina piace questo

Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#59 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1774 messaggi

Inviato 03 aprile 2018 - 09:05

tutto giusto Gabriel cercando il pelo nell'uovo e non contestualizzando i versetti che hai citato, ma nei fatti concreti Gesù Cristo ha mai fatto una qualsiasi guerra santa contro gli infedeli e ucciso tagliando loro la testa e facendo schiavi le loro donne e bambini?


Assolutamente sì, se Gesù è Dio trinitario, ha fatto molto di più nel vecchio e nuovo testamento sia direttamente che indirettamente e in ogni tempo - come promesso. Il problema è che tu non credi in quello che è scritto nella Bibbia ma ti spacci per Cristiano. Se il testo biblico non conta allora non conta nemmeno il testo coranico e la storia dell'Islam, non differente dalla storia del popolo giudeo-cristiano... :asdsi:
 

Nota Bene ho citato appositamente Gesù e il suo vangelo proprio per evitare che mi vieni a ribattere delle guerre di conquista che sono state compiute nel vecchio testamento oppure delle crociate compiute dopo secoli dalla morte di Gesù che nulla avevano a che spartire con il suo insegnamento.


Per par condicio, tu dovresti eliminare le guerre e tutti i "versetti violenti" anche dal Corano visto che affermi che i falsi cristiani, ed i falsi musulmani avrebbero usato i testi sacri per scopi politici e criminali, infatti i morti causati da Gesù/ Dio mica sono tornati in vita, mica Gesù/ Dio si è scusato con le sue numerose vittime tra cui donne e bambini. Dovresti deciderti, o tutta la Bibbia e tutto il Corano andrebbe considerato, oppure alcuni versetti e capitoli sono obsoleti quindi non sono più validi. Per par condicio, dovresti annullare tutte le regole sorpassate del Corano come hai fatto con la Bibbia senza mischiare paesi mediorientali/ politica con l'insegnamento di Dio/ Allah per la nostra epoca... :asdsi:
 

osi per caso negare anche le fonti storiche adesso?


Sei tu che hai apostatato dalla tua Fede pur di portare avanti certe ideologie, e il tuo progetto politico. I Cristiani devono accettare il loro "passato terribile", e sottomettersi totalmente alla volontà del dio degli eserciti giudaico né più né meno come islamici, non puoi fare una selezione tra avvenimenti della storia che più ti aggradano. O tutto o niente. Secondo il vero Islam "non c'è costrizione nella religione", come spiegato nella sura 2:256. Nell'Islam uccidere una persona innocente equivale a uccidere l'intera umanità e salvare una persona è come se avessi salvato tutta l'umanità. Più chiaro di così. Se poi tu hai una tua personale "spiegazione" e interpretazione della Bibbia e Corano, sono affari tuoi, sei libero di errare... :asdsi:
 

è proprio per il fatto che i cristiani credono che Gesù Cristo sia Dio, che si comprende dal suo insegnamento che molte cose erano sbagliate nel vecchio testamento,


Non c'è nulla di sbagliato nel vecchio testamento. Hai già abdicato, vedo.


  • malia piace questo

#60 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9664 messaggi

Inviato 03 aprile 2018 - 09:24

@skynight

 

Credo che con quello che scrivi, tu ti stia mettendo nei pasticci "teologici": stai considerando alcuni venerati profeti dei condottieri che fraintendono Dio per proprio tornaconto.

 

Potrei anche essere d'accordo eh (ma io non sono cristiana), è che non dovresti essere d'accordo tu (cristiano) con quello che dici.

 

Si dovrebbero usare gli stessi pesi e le stesse misure per valutare entrambi i libri sacri, gli stessi pesi e le stesse misure per valutare l'operato dei profeti.






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi