Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Sono anni che faccio ricerche. Niente. Niente di niente


  • Per cortesia connettiti per rispondere
612 risposte a questa discussione

#21 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 29 marzo 2018 - 07:25

cosa c'entrano i milioni? Paragone assurdo, pur di distogliere l'attenzione dal focus della discussione.

dici? A me sembra un esempio calzante invece. C'è chi ha un talento speciale e un fiuto per i soldi, e chi no. Io ad esempio no.
Perché le esperienze paranormali non dovrebbero essere frutto di particolare predisposizione? Chi lo ha detto che debbano essere accessibili a chiunque?

La logica del tuo discorso è che le esperienze paranormali debbano rispondere alle logiche di ripetibilità e controllabilità degli esperimenti scientifici, quando invece appartengono a tutt'altra sfera conoscitiva, per la quale la ripetibilità a pari condizioni è uno strumento completamente inadeguato.

Ho fatto l'esperimento della carta, quando vado in astrale (esperimento di cui ho parlato sopra). Mai, dico MAI ho visto la carta giusta.

Ho aiutato l'amica mia che ha vissuto un lutto ad avere un contatto con l'aldilà. Abbiamo consultato decine di medium. Niente. Un cazzo. Solo baggianate. Come te lo spieghi?

a) non conosco l'esperimento della carta perché non ho mai fatto viaggi astrali, quindi mi sta benissimo tu non abbia visto niente, io non sarei nemmeno un grado di uscire dal corpo, tu evidentemente sì. Quindi sospendo il giudizio su questo.
b) le medium. Immagino abbiate anche pagato. Non sono di certo io a caldeggiare il ricorso ad una medium ed alle sedute spiritiche, perché quando non sono truffe sono eventi spiritualmente molto pericolosi.

Avete perso tempo e probabilmente anche denaro perché anche qui, il contatto con l'aldila' non è qualcosa di riproducibile a tavolino secondo la logica del l'esperimento scientifico.

E questo mi permetto di dirlo perché il contatto con l'aldila' esiste.
Lo affermo perché io ne ho avuto prove personali. Ma la verità è che non le ho mai cercate ne' ho mai provato a replicarle su richiesta.
L'unica che so è che è chi è nell'aldilà che, secondo logiche che a me sfuggono, decide di palesarsi o no, non il contrario. Perlomeno io non sarei capace di riprodurre determinate cose che mi sono successe, però oh, mi sono successe.

Dopodiché le prove che ho avuto io sono state per me abbastanza decisive per credere all'aldila'. Potrei raccontarle ma si finirebbe nell'aneddottistica, nel colore, e tu dovresti decidere se dal tuo punto di vista il mio racconto è convincente oppure no.
Ma te lo dico io che a sentire certe cose io resterei perplessa, sono perplessa già solo per il fatto che mi siano successe m, figurati.
Però i riscontri ci sono stati. Sia per quel che riguarda me che per altre persone alle quali ho riportato alcuni messaggi che ho ricevuto, dei quali mi vergognavo come una ladra perche io non sono una medium, ne' avrei mai pensato di trovarmi in certe situazioni.
sono solo una tizia alla quale è capitato (e per fortuna molto sporadicamente) di sognare o addirittura sentire la voce di alcuni defunti, mio malgrado eh, che però hanno detto cose vere.
Ma lungi da me l'idea di andare a cercarli io,

Quindi ecco come la penso:
- secondo me le sedicenti medium che millantano la loro possibilità di contattare i defunti a piacimento, quando e come dicono loro, boh, a meno che siano delle sante veggenti.. sono o delle illuse o delle imbroglione, e tra l'altro il denaro non dovrebbe mai entrare in queste cose.
- Ti illudi anche tu se pensi di poter riprodurre a piacimento un contatto con l'aldila', le prove a me sono state date, nel senso che ho avuto riscontri oggettivi a quanto detto dai defunti, ma devo dire tutta la verità e cioè che NON avevo chiesto niente ne' avevo cercato un contatto ne' lo cercherò mai.
Questo è quello che so in merito e sei liberissima di non crederci, anche perché faccio fatica a crederci anche io, eppure.
Sui viaggi astrali non ho la più pallida idea, figuriamoci leggere il seme di una carta.
  • Wish You Were Here e max123 piace questo



#22 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1774 messaggi

Inviato 29 marzo 2018 - 08:43

Il vantaggio maggiore consiste nell'arrivare già parzialmente preparati alla morte (...)


Scusa se risponderò in modo sincero - ma è quello che "penso". Quindi dopo aver letto la mia "opinione" prova a "convincermi" (nel senso buono) che i viaggi astrali siano una cosa utile e desiderabile nel contesto che ho esposto, ovvero nel "mio" mondo cioè nella mia Visione della Realtà.

La morte per lo "spirito" (coscienza) non esiste. E se esistesse non sarebbe niente di ché. La morte è nulla. Il problema semmai è sofferenza fisica se uno ha qualche malattia grave prima della morte del corpo-contenitore e non sa gestire il dolore. Non esiste un'anima mistica, immortale autonoma, anche se le informazioni contenute nell'anima/ dna non possono "morire" o essere cancellate. Se uno merita il passaggio ad una nuova "dimensione" (leggi: se uno viene Clonato sul pianeta degli Eterni) c'è solo il continuum, l'eterno presente non si interrompe mai per la coscienza. Quello che ha vissuto qui sulla Terra, sarà lo stesso che potrà sperimentare di là nel cosiddetto "vero Mondo", nelle condizioni di vita migliori. Tu parli del "prepararsi", ma un uomo ordinario non merita la vita eterna mentre il risvegliato è pronto - in quanto l'Essere che è non può risvegliarsi due volte. Se tu appartieni a quelle dottrine spiritiche secondo le quali l'anima si reincarna milioni di volte o se appartieni a quelle dottrine spiritiche secondo le quali non c'è bisogno della Resurrezione (o Clonazione) perché siamo già anime immortali, allora capisco la necessità del "prepararsi", almeno parzialmente, come dici tu, per migliorarsi sempre più etc. Ma io affermo che l'uomo, quello vero, è già perfetto se risvegliato, e non c'è modo (e nemmeno la necessità) di "migliorarsi", di prepararsi - o di imparare chi sa cosa per potersi "adattare" all'aldilà. Io dico che il risvegliato vive qui-ed-ora il Paradiso. Quello che c'è in "alto" e quello che c'è in "basso" diventa Uno, come in Cielo così in Terra. Io ho scelto la Via della non resistenza come modalità di "esistere" (per fare un paragone come nel Tai Chi) il che vuol dire che sia nel Sogno -di notte- sia nella Realtà -di giorno- tutto avviene senza sforzo alcuno e nella "dimensione" della "coscienza superiore" senza mai scendere a compromessi, con il mondo e le cose del mondo seppur costantemente circondato dalle interferenze fortissime degli Oscurati più o meno legalizzati - a livello fisico, mentale, spirituale e delle quali non ho mai avuto paura anzi sono loro ad aver paura della mia reazione che fa da specchio a tutti i loro pensieri e azioni. Per questo, io mi chiedevo, che senso avrebbe perdere tempo a "provocare" oppure a immaginare "viaggi" visto che nei "sogni normali" e nella mia "quotidianità" ho sperimentato tutto quanto serve per accedere al Cielo. Vorrei sapere inoltre, se possibile, quale sarebbe il vantaggio di fare questi viaggi per un risvegliato e non per l'uomo ordinario dormiente. Sono convinto che uno non si "salva" (il passaggio non accade) se ci si limita a "prepararsi" con questi trucchetti senza la trasformazione integrale del corpo mente spirito essere, che sono espressioni dell' "anima". Chiaro che per me si vive una sola volta sulla Terra - e il resto non è tanto differente. Un ultima domanda: cosa sarebbe la "dimensione astrale"? Quello che vive sperimenta e percepisce l'Essere risvegliato, o qualcosa di diverso che io non conosco? PS: dal momento che non sono una spia né un giudice, a cosa mi servirebbe andare in un luogo esterno X o Y senza essere visto? Ma non dicevi che la verità è dentro, e non fuori? A scoprire le trame segrete di alcuni nostri governanti criminali? A guardare le donne nude? Non ho bisogno di queste cose, conosco perfettamente le loro intenzioni e progetti a breve e lungo termine non sono uno sprovveduto. Non voglio nascondermi, quando osservo qualcuno.
 

Ma la cosa più strana è che uno che non crede per principio alle dichiarazioni di chi certe esperienze afferma di averle vissute, pretenda di risolvere il problema facendo a sua volta una dichiarazione in cui afferma un fatto pretendendo di essere creduto.


Non bisogna credere nelle affermazioni sul paranormle o soprannaturale o comunque cose strane, ma occorre sperimentare direttamente, per non cadere in numerose trappole del "demonio" o "sistema". A meno che, uno non abbia le capacità di "comprendere senza provare", allora è diverso.
 

Penso dica così per cercare di invogliare a discutere.


Io l'ho interpretato invece come disillusione e rassegnazione cronica, dopo averle provate tutte...
 

la mia esperienza l'ho già postata, puoi leggerla e credere quello che vuoi, dal fatto che mi sia inventato tutto avendo molta fantasia, al fatto che sia stato vittima di una allucinazione oppure che quello che ho visto io e un mio amico che era in auto con me, sia stata una esperienza vera ma soprannaturale.


Non so dove sta. Non hai un link?
 

Nella mia vita avrò avuto, fino a ora, una trentina di esperienze astrali. Di queste solo una manciata sono state semi-volontarie, ovvero le ultime, quando ho imparato a controllare lo stato di paralisi del corpo, ma ci sono voluti anni e un grandissimo lavoro su me stessa parallelo, lavoro che riguarda la mente intera si intende, non questa specifica abilità.


Quindi un viaggio astrale consiste nell'interferire con il sogno in modo da costringerlo ad andare dove vuoi tu invece di inventarsi il film mentale casuale? E perché i "luoghi" che scegli tu dovrebbero essere più interessanti dei "luoghi" scelti da un Angelo custode, dall'Essere o dall'inconscio, o da un Creatore? Io mi fido delle scelte della Natura (e della nostra vera natura). Perché dunque forzare quei meccanismi già perfetti? Mica sono uno scassinatore.
 

Nonostante questo sarebbe difficile anche per me, probabilmente, vedere i semi reali delle carte.


Ed anche se ci riuscissi, non sarebbe la dimostrazione della veridicità degli eventi vissuti, nei "viaggi", perché potresti semplicemente captare semi reali delle carte dalla mente dei presenti (= telepatia) oppure potrebbero suggerirteli gli "spiriti" - burloni e non, per farti credere nelle menzogne e tenerti lontano dalla Verità o, la vera spiritualità. E' una "ipotesi", la mia.
 

Molto più semplice invece per il corpo astrale è andare da una persona che si conosce, specie se vi è un legame affettivo, e leggere, ad esempio, un suo pensiero o una sua emozione, o qualcosa che lo caratterizza e di cui non eravamo a conoscenza.


Perché chiamarlo "viaggio astrale" creando confusione invece di chiamarlo telepatia? Non serve "uscire dal corpo" (ammesso che ciò sia possibile) per poter comunicare telepaticamente esattamente come il Ricevitore TV non esce dall'antenna RX per ricevere l'informazione ma sono le onde elettromagnetiche, ad essere percepite e modificate all'interno delle apparecchiature RX.
 

Oppure visitare un luogo a cui si è legati, sempre però andando incontro alle medesime possibili distorsioni della realtà fisica.


Se ci sono distorsioni allora il viaggio non è affidabile, diventa solo immaginazione e speculazione.
 

b) le medium. Immagino abbiate anche pagato. Non sono di certo io a caldeggiare il ricorso ad una medium ed alle sedute spiritiche, perché quando non sono truffe sono eventi spiritualmente molto pericolosi.


Esatto. Il diavolo ti fa credere di avere ("tu", uomo mortale) poteri fantastici, per aderire alla sua Dottrina, in realtà l'adepto non sa niente e non può niente, è Satana ad operare i suoi "prodigi" all'insaputa dell'Adepto-vittima, una vittima inconsapevole dell' inganno Globale-universale.


  • malia piace questo

#23 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 6964 messaggi

Inviato 29 marzo 2018 - 09:01

Gabriel, perché ti devo convincere? Tu hai ormai la tua personale visione delle cose, ovvero la dottrina raeliana. Per convincerti dovrei distruggere il tuo mondo, un mondo che hai costruito pezzo dopo pezzo con estrema cura. Convincerti richiederebbe un impegno che potrei prendermi solo con una persona a cui sono particolarmente legata.
Per cui diciamo che mi interesserebbe ma non fino a questo punto.
Ciò che ho visto e sperimentato l'ho scritto. Non è in alcun modo incastrabile con la dottrina raeliana, mi spiace.
  • malia e micedan piace questo

#24 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9664 messaggi

Inviato 29 marzo 2018 - 09:04

Secondo me sono le stesse cose raccontate con termini diversi, con sfumature diverse. Tu Freyja, cosa vedi in quello che scrive Gabriel che non puoi condividere assolutamente?



#25 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 10821 messaggi

Inviato 29 marzo 2018 - 09:56

Non so dove sta. Non hai un link?

 

l'avevo postata anche qua ma non riesco a trovarla comunque te ne posto entrambi, uno su questo forum e uno su un altro, dove a metà pagina descrivo la strana esperienza che ho vissuto, da perfettamente sveglio!

 

Ombre nere, presenza in casa e tanta negatività

 

 

Uomini ombra.... è successo anche a voi qualcosa di simile?


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#26 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 6964 messaggi

Inviato 29 marzo 2018 - 11:11

Secondo me sono le stesse cose raccontate con termini diversi, con sfumature diverse. Tu Freyja, cosa vedi in quello che scrive Gabriel che non puoi condividere assolutamente?


"Non esiste un'anima mistica, immortale e autonoma ". Esiste solo il dna.
Non esiste nessun cammino di auto perfezionamento: i giusti vengono clonati fisicamente e stop.
Fra le tante cose eh.
Ma già queste bastano.
  • Wish You Were Here piace questo

#27 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 29 marzo 2018 - 12:03

no non bisogna credere a chiunque racconti una storia fantasmagorica, anzi non bisogna credere a nessuna di certe storie.
Io credo a determinate cose perché sono capitate a me, prima che mi capitassero dicevo boh.
Ora, se leggo qualcosa di simile, sono molto più possibilista di un tempo, ma non è che ci credo sempre e comunque e per partito preso.
Poi se una cosa me la racconta mia mamma tendo a crederle ciecamente, se una cosa me la racconta una tizia sconosciuta che vuole 50 euro per il consulto, mica tanto.
  • Frèyja piace questo

#28 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1774 messaggi

Inviato 29 marzo 2018 - 12:33

Gabriel, perché ti devo convincere?


Per sapere se mi son perso qualcosa, in "questa vita".
 

le stesse cose raccontate con termini diversi,


Già, anche a me sembra.
 

Ciò che ho visto e sperimentato l'ho scritto.


Probabilmente non l'avevo letto. C'è un link?
 

"Non esiste un'anima mistica, immortale e autonoma ".


Non lo dico io ma la Bibbia.

ebook: "L'ANIMA È IMMORTALE?"
 

Esiste solo il dna.


Non ho detto "solo il dna". Il cervello umano genera una infinità di onde/ segnali che influenzano l'universo intero e ne riceve altrettanti da ovunque. Prevede diversi Stati d'Essere e Percorsi (alternativamente selezionabili) - attivabili e disattivabili a seconda di cosa scegli liberamente, per sperimentare la tua vera Natura, il Dharma differente per ognuno. Il che molti confondono con l'ipotetico Sè, sostanziale e imperituro, che credono "immateriale" o soprannaturale o comunque "mistico". Tutte parole antiche e troppo approssimative, le quali a mio avviso non descrivono correttamente i fenomeni e quanto accade dentro e fuori di noi. Se l'Essere o Coscienza Superiore detta "Spirito" non ha caratteristiche immaginate da spiritisti e credenti in Dio, non significa che non esiste. Il soggetto c'è, cambia l'interpretazione, descrizione, spiegazione ma il soggetto non cambia. Se dico che non c'è un Sé sostanziale imperituro non sto negando l'Essere e la spiritualità. Tu hai le prove dirette che dopo la morte del corpo, morte vera e non finta, uno spirito o un'anima autonoma continui a vivere (in modalità cosciente di se) senza il bisogno della incarnazione o resurrezione oppure clonazione? Bene, sono contento ma io non ho queste prove e senza prove non potrei mai accettare una simile ipotesi, perché illogica, irrazionale per me.
 

Non esiste nessun cammino di auto perfezionamento:


Io dico che il risveglio può essere uno soltanto, non due tre quattro, ma il livello di coscienza di ognuno cambia istante per istante e ciò dura all'infinito, non c'è un limite prefissato. Ovvio che c'è un cammino di auto perfezionamento ma riguarda l'esperienza, non la nostra scelta "esistenziale". Tu puoi scegliere di tendere all'evoluzione una sola volta e non infinite volte (non serve). L'Anima dovrebbe manifestarsi -pienamente- e ciò richiede il Tempo e lo Spazio, anche se l'Essere è lo stato in assenza di tempo e di spazio (=paradosso). Si dice "coltivare anima" non per caso, è un processo lento - e ci vuole pazienza. Tuttavia l'uomo non è in divenire: o sei o non sei già adesso, la questione è quindi Essere o non essere?
 

i giusti vengono clonati fisicamente e stop.


Non vedo lo scandalo. Chi non vorrebbe vivere per sempre? Che poi tu riesca a compiere una resurrezione senza la Clonazione, ben venga ma pare illusione dei cristiani.
 

Fra le tante cose eh.
Ma già queste bastano.


Ok non insisto.



#29 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 29 marzo 2018 - 03:20

Gabriel, che tipo 😉 un raeliano che cita la Bibbia? se sei raeliano non puoi credere alla Bibbia...che mi sono persa? 😉

Spigolatrice, e allora che ne pensi di quei casi di presunta morte dove l' EEG era piatto eppure la persona, dichiarata clinicamente morta, ha rivelato di aver udito e visto cose poi rivelatesi vere mentre la persona stessa era in totale stato di incoscienza?

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#30 Nehelamite

Nehelamite

    Flip Flap

  • Utenti
  • 24028 messaggi

Inviato 29 marzo 2018 - 08:55

Toh, non c'è riuscita l'umanità in millenni e millenni di ricerca a trovare una prova degna di questo nome, e vorresti riuscirci tu nell'arco di una vita sola?

Beh... buona fortuna. Non credo tu abbia fatto nulla di diverso da chi s'è affannato prima di te sugli stessi argomenti.

Che poi, concretamente, cos'è che hai fatto? Sei andata a chiacchierare con la chiromante in mezzo alla strada? Eh amen.

 

Forse stavi peccando d'ingenuità fin dall'inizio, non credi?


-Flip Flap-


#31 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 06:22

Gabriel, che tipo un raeliano che cita la Bibbia? se sei raeliano non puoi credere alla Bibbia...che mi sono persa?
Spigolatrice, e allora che ne pensi di quei casi di presunta morte dove l' EEG era piatto eppure la persona, dichiarata clinicamente morta, ha rivelato di aver udito e visto cose poi rivelatesi vere mentre la persona stessa era in totale stato di incoscienza?

Questo cosa significa?
Era incosciente ma non morto e ci saranno sensori o addirittura neuroni che non vengono rivelati o rilevati da una macchina.
Dovremmo spiegare le cose che accadono in maniera logica, e solo dopo aver indagato e indagato ammetteremo di non avere soluzione!
  • G.a.b.r.i.e.l piace questo

#32 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 07:44

Questo cosa significa?
Era incosciente ma non morto e ci saranno sensori o addirittura neuroni che non vengono rivelati o rilevati da una macchina.
Dovremmo spiegare le cose che accadono in maniera logica, e solo dopo aver indagato e indagato ammetteremo di non avere soluzione!


E se non trovi soluzione?

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#33 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19916 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 08:08

A me ha colpito solo una parola su tutto: ossessivamente (riferito alla ricerca di Spigolatrice (a proposito, ben tornata!))

Tutto là. Lungi dal lanciarmi in una pseudopsicoanalisi che non ne ho voglia e credo sia del tutto inappropriata, vedo in quell'unica parola la domanda e la risposta.

#34 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1774 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 08:10

E se non trovi soluzione?


Per poter dire che non si è trovata una soluzione prima bisogna studiare a fondo il dna il cervello e l'essere umano nel suo insieme ma la nostra scienza conosce poco o nulla l'essere umano nel suo insieme. Ed anche se fossimo in grado di creare l'essere umano dagli atomi quindi conoscere in modo dettagliato e completo tutte le sue funzioni più o meno nascoste, la presenza di un fenomeno insolito non dimostra l'esistenza del soprannaturale o delle divinità, perché potrebbe essere prodotto dalle civiltà extraterrestri, questo non potrebbe, non dovrebbe essere escluso a priori solo perché si ha il bisogno, il desiderio di credere in Dio.
 

Gabriel, che tipo 😉 un raeliano che cita la Bibbia? se sei raeliano non puoi credere alla Bibbia...che mi sono persa? 😉


Secondo il Raelismo grandi profeti e saggi della Storia sono stati inviati sulla Terra -ovvero fatti nascere- da una civiltà extraterrestre molto progredita per elevare il livello di coscienza degli uomini di questo pianeta. La Bibbia è scaturita dalla predicazione di Yahshua, di Ezechiele, di Elia, di Mosè etc, così come il Corano è scaturito dalla predicazione di Muhammad, anche il Buddha, Smith e Bahá'u'lláh sarebbero tra gli inviati degli Elohim, nostri creatori menzionati nella Genesi. La Bibbia originale infatti non parla di Dio e non descrive Dio, sono stati i religiosi più o meno primitivi a trasformare gli extraterrestri in Dio per ignoranza e perché faceva comodo per il Potere di ieri e di oggi.



#35 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 08:46

@Gabriel
Capisco. È che il credo raeliano e la Bibbia mi sembrano così in antitesi!
Comunque...grazie per la risposta ☺

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#36 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 30 marzo 2018 - 09:14

Per poter dire che non si è trovata una soluzione prima bisogna studiare a fondo il dna il cervello e l'essere umano nel suo insieme ma la nostra scienza conosce poco o nulla l'essere umano nel suo insieme. Ed anche se fossimo in grado di creare l'essere umano dagli atomi quindi conoscere in modo dettagliato e completo tutte le sue funzioni più o meno nascoste, la presenza di un fenomeno insolito non dimostra l'esistenza del soprannaturale o delle divinità, perché potrebbe essere prodotto dalle civiltà extraterrestri, questo non potrebbe, non dovrebbe essere escluso a priori solo perché si ha il bisogno, il desiderio di credere in Dio.


Secondo il Raelismo grandi profeti e saggi della Storia sono stati inviati sulla Terra -ovvero fatti nascere- da una civiltà extraterrestre molto progredita per elevare il livello di coscienza degli uomini di questo pianeta.

scusa ma non ha nessun senso logico sforzarsi così tanto con la genetica di far nascere dei profeti che spiegassero le cose (quali cose poi? I profeti che citi parlavano esplicitamente di Dio e non di extraterrestri) quando agli extraterrestri, essendo esseri presumibilmente fisici e materiale, sarebbe bastato mostrarsi e parlare direttamente alla folla.
Che senso avrebbe invocare la fede su una realtà che è del tutto materiale?
Anche Gesù Cristo ha sempre parlato di fede, ha compiuto miracoli lodando la FEDE umana, ha predicato amore e fratellanza in vista della volontà del Padre creatore, non avrebbe avuto nessun bisogno di fare tutto questo se si fosse trattato di una realtà materiale, invece Gesù ha distinto moooolto bene la logica del principe di questo mondo dalla logica del Padre celeste.

La Bibbia è scaturita dalla predicazione di Yahshua, di Ezechiele, di Elia, di Mosè etc, così come il Corano è scaturito dalla predicazione di Muhammad, anche il Buddha, Smith e Bahá'u'lláh sarebbero tra gli inviati degli Elohim, nostri creatori menzionati nella Genesi. La Bibbia originale infatti non parla di Dio e non descrive Dio, sono stati i religiosi più o meno primitivi a trasformare gli extraterrestri in Dio per ignoranza e perché faceva comodo per il Potere di ieri e di oggi.

È una sciocchezza perché tu non puoi avere nessuna prova che l'Antico Testamento sia stato manipolato sostituendo Dio con gli extraterrestri, e comunque Colui del quale abbiamo una testimonianza più vicina nel tempo e molto più documentata è Gesù Cristo, che non ha certamente ne' parlato ne' alluso ad extraterrestri.
Il punto è che essendo il suo un portare a compimento la Rivelazione progressiva di Dio agli uomini, se ci fosse stato dell'altro è LUI che lo avrebbe detto, perché così come è stato accettato ciò che ha detto e fatto, che era molto difficile da accettare, stai sicuro che i suoi seguaci avrebbero accettato anche questo.
E invece nulla della sua predicazione conferma la teoria raeliana.

In quanto a Maometto io non lo considero neanche un profeta ma un falso profeta, che ha fatto tornare indietro una grande parte di umanità rispetto alle strade aperte da Gesù Cristo in termini di amore e comprensione. Le sure che inneggiano all'omicidio e alla violenza contro gli infedeli sono profondamente anticristiche, la sua condotta personale sposando e violando una bambina è anticristica, e la sua predicazione di sottomissione e svalutazione della donna è anticristica. Ha contraddetto tutto quello che Gesù Cristo aveva mostrato attraverso parole ed opere, ha chiuso le porte che Gesù Cristo aveva aperto, ha cancellato la strada che Gesù Cristo aveva tracciato.
Poi è vero che spesso non viene detto che i musulmani considerano Gesu' un profeta importantissimo, ma io mi domando come possano convivere i suoi insegnamenti con quelli di Maometto, detto proprio sinceramente, a meno che vengano filtrati attraverso un racconto che non corrisponde al nostro.
  • skynight piace questo

#37 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 09:16

E se non trovi soluzione?


Se non trovo la soluzione,aspetto e indago ancora ma non mi do risposte che non spiegano nulla, soprattutto se le risposte sono date da una religione,anzi,da una chiesa che è diventata ricca con la nostra creduloneria!
  • G.a.b.r.i.e.l piace questo

#38 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 10821 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 10:03

Per poter dire che non si è trovata una soluzione prima bisogna studiare a fondo il dna il cervello e l'essere umano nel suo insieme ma la nostra scienza conosce poco o nulla l'essere umano nel suo insieme. Ed anche se fossimo in grado di creare l'essere umano dagli atomi quindi conoscere in modo dettagliato e completo tutte le sue funzioni più o meno nascoste, la presenza di un fenomeno insolito non dimostra l'esistenza del soprannaturale o delle divinità, perché potrebbe essere prodotto dalle civiltà extraterrestri, questo non potrebbe, non dovrebbe essere escluso a priori solo perché si ha il bisogno, il desiderio di credere in Dio.
 


Secondo il Raelismo grandi profeti e saggi della Storia sono stati inviati sulla Terra -ovvero fatti nascere- da una civiltà extraterrestre molto progredita per elevare il livello di coscienza degli uomini di questo pianeta. La Bibbia è scaturita dalla predicazione di Yahshua, di Ezechiele, di Elia, di Mosè etc, così come il Corano è scaturito dalla predicazione di Muhammad, anche il Buddha, Smith e Bahá'u'lláh sarebbero tra gli inviati degli Elohim, nostri creatori menzionati nella Genesi. La Bibbia originale infatti non parla di Dio e non descrive Dio, sono stati i religiosi più o meno primitivi a trasformare gli extraterrestri in Dio per ignoranza e perché faceva comodo per il Potere di ieri e di oggi

 

si ok ma almeno da quello che leggo in questo Thread nei commenti dell'utente Siva che conosce abbastanza bene l'ebraico antico e il greco la tua ipotesi sugli alieni Elohim al posto di Dio fa acqua da tutte le parti!
 
 
 
 
 
 
 
D:Il discorso è anche, cosa sono le famose nubi di cui tratta la bibbia?
Ipotesi uno  ufo, giustamente Biglino utilizza la logica moderna per individuarle
Ipotesi  due   nube tipo Lost, beh qui oltrepassiamo la fantascienza di brutto
Ipotesi tre?
 
S:Si va' a guardare il reale significato della parola tradotta "nuvola"
cioè quale idea intendevano trasmettere attraverso quella parola
il numero di volte in cui compare 
se ci sono casi in cui la stessa parola è stata tradotta diversamente 
infine si sostituisce la traduzione alternativa ("ufo") e si verifica se la frase ha ancora senso 
Esempio:
 
אֶת קַשְׁתִּ֕י נָתַ֖תִּי בֶּֽעָנָ֑ן וְהָֽיְתָה֙ לְא֣וֹת בְּרִ֔ית בֵּינִ֖י וּבֵ֥ין הָאָֽרֶץ
וְהָיָ֕ה בְּעַֽנְנִ֥י עָנָ֖ן עַל הָאָ֑רֶץ וְנִרְאֲתָ֥ה הַקֶּ֖שֶׁת בֶּעָנָֽן 
 
(Bereshit 9,13-14)
 
E in men che non si dica l'ufo non c'è piu'
 
 
D:Siva se mi metti frasi in ebraico non ci capisco una mazza, cosa sarebbero dunque queste nubi?
 
S:La parola tradotta "nuvola" è ענן l'unione di עין "occhio" e della Nun (la lettera dell'anima)
quando compare la Nun a fine parola indica un azione continuata nel tempo
ma la lettera Ain rimanda anche al senso della percezione e dell'azione ed è legata sia al tempo che alla luce 
Da qui abbiamo i vari significati che stanno alla base della parola tradotta come "nuvola" 
"cielo coperto/oscurato" e in senso figurato "guardare/agire di nascosto" 
come anche "praticare la magia" cioè detto di "chi osserva i segni del tempo"
In poche parole la "nuvola" è la visione (della luce del cielo) che discende (la nun) cioè che si affievolisce 
 
si veda qui http://biblehub.com/hebrew/6051.htm(From anan; a cloud AS COVERING THE SKY)
 
Gli ufo esistono solo per chi vuole inventare a ruota libera. L'ebraico è un'altra cosa
 
 
 
Per facilitarti sostituiamo la parola "nuvola" e ci mettiamo "ufo"
 
sempre prendendo come esempio Bereshit 9,13-14
 
"Il mio arco pongo nell'UFO* ed esso sarà il segno dell'alleanza tra me e la terra.
Quando radunerò** l'UFO* sulla terra e apparirà l'arco nell'UFO*"
 
*la parola è al singolare a dimostrazione che si tratta di "cielo coperto/oscurato"
** la parola "radunare" è la stessa che viene tradotta "nuvola". http://biblehub.com/...ebrew/6049.htm 
 
Questa della Nuvola/Ufo la mettiamo insieme all'Efod/Iphone
 
 
D:No Siva, così la fai troppo facile, l'ebraico é una lingua come si dice, quando una parola assume diversi significati, non mi ricordo il termine
Biglino fa l'esempio della pluralità di usi della parola spirito, non farei così presto ad eludere il discorso come vuoi fare con questo "caso" nubi
Ci sono molti più riferimenti di questa cosa nella bibbia piuttosto del fantastico efod 
Te ne metto uno dei tanti preso a caso 
Vediamo se smantelli anche questo wink.png
In un’occasione si udì la voce di Geova stesso provenire da una nube luminosa ed esprimere approvazione nei confronti del suo unigenito Figlio. Quella fulgida nube ricoprì Gesù e tre suoi apostoli, Pietro, Giacomo e Giovanni, sul monte dove avvenne la trasfigurazione. — Mt 17:5.
 
 
D:A parte il fatto che la tua citazione è tratta dal Nuovo Testamento in particolare dal Vangelo di Matteo scritto in GRECO 
che nella frase non viene citato Geova ma leggiamo soltanto di una voce 
e per concludere in bellezza che le parole in greco sono νεφέλη φωτεινὴ cioè "nuvola luminosa" 
e che invece in EBRAICO il "cielo coperto" è tutto tranne che "luminoso" ?
 
Ah ok
 
Poi si va' avanti e leggiamo
 
καὶ καταβαινόντων αὐτῶν ἐκ τοῦ ὄρους ἐνετείλατο αὐτοῖς ὁ ἰησοῦς λέγων, 
μηδενὶ εἴπητε τὸ ὅραμα* ἕως οὖ ὁ υἱὸς τοῦ ἀνθρώπου ἐκ νεκρῶν ἐγερθῇ.
 
("...Non parlate a nessuno di questa VISIONE...")
 
 
E anche qui niente ufo
 
 
 
niente ufo, per cui niente alieni che giocano a fare Dio con il piccolo chimico, cosi è la bibbia Gabriel, stacce!

  • Lunanerina piace questo

Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#39 micedan

micedan

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 45 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 12:43

Per poter dire che non si è trovata una soluzione prima bisogna studiare a fondo il dna il cervello e l'essere umano nel suo insieme ma la nostra scienza conosce poco o nulla l'essere umano nel suo insieme. Ed anche se fossimo in grado di creare l'essere umano dagli atomi quindi conoscere in modo dettagliato e completo tutte le sue funzioni più o meno nascoste, la presenza di un fenomeno insolito non dimostra l'esistenza del soprannaturale o delle divinità, perché potrebbe essere prodotto dalle civiltà extraterrestri, questo non potrebbe, non dovrebbe essere escluso a priori solo perché si ha il bisogno, il desiderio di credere in Dio.
 


Secondo il Raelismo grandi profeti e saggi della Storia sono stati inviati sulla Terra -ovvero fatti nascere- da una civiltà extraterrestre molto progredita per elevare il livello di coscienza degli uomini di questo pianeta. La Bibbia è scaturita dalla predicazione di Yahshua, di Ezechiele, di Elia, di Mosè etc, così come il Corano è scaturito dalla predicazione di Muhammad, anche il Buddha, Smith e Bahá'u'lláh sarebbero tra gli inviati degli Elohim, nostri creatori menzionati nella Genesi. La Bibbia originale infatti non parla di Dio e non descrive Dio, sono stati i religiosi più o meno primitivi a trasformare gli extraterrestri in Dio per ignoranza e perché faceva comodo per il Potere di ieri e di oggi.

E' innegabile che le ricerche della Fisica Quantistica e della Genetica stanno procedendo a larghi passi verso una sintesi unitaria che prevede la postulazione scientifica dell'esistenza dell'Anima (già Todeschini ha formulato matematicamente ed anche dimostrato la realtà dell'energia vitale, ovvero del Corpo Eterico quale guaina tra il Corpo Fisico ed il Corpo Astrale o del Desiderio -  sede appunto delle nostre pulsioni emozionali).
Se poi l'Anima è la matrix reale che usa il corpo fisico per sperimentare attraverso questo la dimensione materiale oppure è un qualcosa derivante dalle potenzialità inespresse o non ancora conosciute del cervello umano questo è ancora difficile da postulare.
La neurologia ha cmq dimostrato che ciò che "vediamo" con i nostri occhi è qualcosa che il cervello riceve e poi proietta all'esterno di noi.
Dunque da dove riceve se non lo produce esso stesso ?
 

 

 

Anche la Teosofia, l'Antroposofia e il Rosicrucianesimo postulano questo ma non addebitano il fatto a civiltà extraterrestri ma all'azione delle Entità Spirituali.
Forse la verità sta in mezzo e stiamo subendo entrambe le cose ? Mah....
 


Non faccio parte di nessuna denominazione religiosa o filosofica
Lo scopo dell'uomo nel suo divenire è quello di imparare a vivere in maniera equilibrata le necessità della sostanza spirituale e di quella materiale, interiorizzarle coscientemente, e seguire in questa maniera le orme tracciate dallo Spirito Cristico atte a perfezionarci interiormente e fisicamente fino alla completa sublimazione di entrambe le necessità.


#40 Vanesio

Vanesio

    Utente Sexy

  • Utenti
  • 4221 messaggi

Inviato 30 marzo 2018 - 12:49

Il problema è che ci si affida alla speranza, piuttosto che alla logica. Come diceva Voltaire, all'uomo conviene scommettere sull'esistenza di qualcosa di trascendente, ma da un punto di vista logico, per un credente la morte dovrebbe far sorridere perché crede che dopo la morte l'anima sarà tra le braccia di Cristo, per un non credente la morte non interessa proprio, è la fine di tutto. La neuroscienza ha fatto passi da gigante, adesso sappiamo che bloccando certi recettori neuronali e attivandone altri possiamo modificare la nostra condotta, il nostro carattere ed addirittura la maniera in cui prendiamo decisioni, quindi il libero arbitrio. Secondo gli ultimi studi dei neuroscienziati non esiste nemmeno il libero arbitrio, i pensieri che arrivano a livello della coscienza esistono già a livello incoscio. L'"anima" è solo un concetto filosofico creato per sopperire alla mancanza di informazioni di cui gli antichi soffrivano. Il pensiero deve il suo insorgere all'attività del cervello. Quasi ogni aspetto della mente (temperamento, memoria, appetito, ecc) può esser distrutto da danneggiamenti di specifiche aree del cervello. Le tecniche attuali di visualizzazione possono anche rilevare attività cerebrale correlata col pensiero. L'"anima" era l'entità a cui si affidavano gli antichi per giustificare la caratteristica della coscienza, che per il tempo era sicuramente qualcosa di sorprendente ed era facile pensare che fosse qualcosa che trascendesse la materia e il corpo stesso. L'eterna paura della morte, poi, fece il resto. Dal momento che c'era questa entità indipendente dalla materia, allora questa entità poteva essere anche eterna e immortale (non soggetta a deperimento come la materia), ed ecco l'illusione, condivisa da quasi tutti i culti e le religioni, di poter sopravvivere alla propria morte. Oggi possiamo spiegare la coscienza in termini fisiologici, sappiamo da dove proviene e da cosa è originata. Sappiamo che questa può essere alterata tramite droghe, traumi o malattie e che quindi non è nulla di indipendente dalla materia, ma che è anzi indissolubilmente legata a questa, e con essa deperisce. L'illusione della vita dopo la morte è una bella illusione, a tutti piacerebbe che ci fosse una così comoda scappatoia alla morte. Purtroppo pare che quella dell'anima non sia altro che una pura e semplice illusione. In ogni caso non c'è mai stata alcuna prova a sostegno dell'esistenza di questa entità non meglio definita. Hai detto bene tu, non esiste un cazzo, non ci sono prove, e quello che molti intendono per "anima" non è altro che attività neuronale.
  • arjanedda piace questo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi