Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Gerarchie angeliche ed esagramma


  • Per cortesia connettiti per rispondere
112 risposte a questa discussione

#1 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2442 messaggi

Inviato 25 marzo 2018 - 10:19

C'è un collegamento tra le nove gerarchie angeliche e il simbolo dell'esagramma o Stella di Davide?

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#2 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente Senior

  • Utenti
  • 396 messaggi

Inviato 25 marzo 2018 - 11:04


C'è un collegamento tra le nove gerarchie angeliche e il simbolo dell'esagramma o Stella di Davide?


L'equipaggio permanente dell'astronave extraterrestre che rimane costantemente presso la Terra per sorvegliare gli Uomini, è composto da 9 Eloha (o Arcangeli/ Angeli come li chiama la Bibbia) rappresentanti gli Elohim o "Dio", e sullo scafo della nave si trova il loro simbolo ovvero la Stella di Davide che simboleggia l'infinito nello spazio (come in Alto, così in Basso) con al centro lo swastika che simboleggia ciclo e l'infinito nel tempo, o l'eternità. Più di questo non so ma forse tu chiedevi risposte più esoteriche, eh.

#3 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7055 messaggi

Inviato 25 marzo 2018 - 11:25

Astronave presso la terra?
Allora dev'esserci qualche video.
Vi prego, postate subito almeno una foto!
Ma non con la svastica, preferisco l'infinito!

#4 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2442 messaggi

Inviato 25 marzo 2018 - 11:29



L'equipaggio permanente dell'astronave extraterrestre che rimane costantemente presso la Terra per sorvegliare gli Uomini, è composto da 9 Eloha (o Arcangeli/ Angeli come li chiama la Bibbia) rappresentanti gli Elohim o "Dio", e sullo scafo della nave si trova il loro simbolo ovvero la Stella di Davide che simboleggia l'infinito nello spazio (come in Alto, così in Basso) con al centro lo swastika che simboleggia ciclo e l'infinito nel tempo, o l'eternità. Più di questo non so ma forse tu chiedevi risposte più esoteriche, eh.


Si cercavo in relazione all'esoterismo e/o comunque secondo l'ebraismo, ecc...
Niente alieni ☺
Comunque grazie lo stesso ☺

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#5 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7055 messaggi

Inviato 25 marzo 2018 - 12:09

Secondo la bibbia i cherubini stanno in adorazione di dio ma non possono stargli troppo vicino.
Mentre i serafini sono più vicini a dio.
Con il nuovo testamento i cherubini hanno quattro facce: bue, aquila, leone e uomo!
Certo che quanto a fantasia sul divino, ne avevano fin troppa!
Perché, ebrei erano quelli del vecchio testamento ed erano ebrei anche quelli del nuovo!
E da allora gli angeli ed arcangeli si sono moltiplicati perché la fantasia dei religiosi non ha limiti.
Ma oggi, pensare che esistano davvero?
Non vedo una ragione logica.

#6 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2852 messaggi

Inviato 25 marzo 2018 - 01:04

C'è un collegamento tra le nove gerarchie angeliche e il simbolo dell'esagramma o Stella di Davide?

In maniera specifica non saprei risponderti, diciamo che i due triangoli con le due correnti ascendente e discendente rappresentano quelle due energie o meglio quei due aspetti (polarità) dell'unità che sono ovviamente legati in modo stretto alle attività di angeli arcangeli ma anche di quelli che chiamaremmo "demoni", citando la tradizione indiana avremo i deva e gli asura. P.S. Suppongo sia scontato, ovviamente gli asura-demoni sono legati al triangolo inferiore o alla corrente discendente, al contrario i deva-angeli a quello ascendente.


  • micedan piace questo

6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#7 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente Senior

  • Utenti
  • 396 messaggi

Inviato 25 marzo 2018 - 02:20

Astronave presso la terra?
Allora dev'esserci qualche video.


Non è visibile dalla Terra, quella regione del cielo dev'essere schermata oppure loro usano tecnologia che la rende invisibile.
 

Vi prego, postate subito almeno una foto!


Dio è spirito, non lo sapevi? Non può essere fotografato.
 

Ma non con la svastica, preferisco l'infinito!


Bisogna riabilitare in occidente questo bellissimo simbolo (in oriente non ci sono problemi essendo parte del buddhismo, falun dafa, giainismo e tradizioni antichissime provenienti da tutto il mondo). >>> Pro-Swastika
 

Secondo la bibbia i cherubini stanno in adorazione di dio ma non possono stargli troppo vicino.


Cherubini ovvero creatori Elohim vengono dipinti nei quadri come bambini perché alti un metro e venti per cui visti da lontano per di più nelle tute spaziali sembrano appunto bambini. Il fatto che venivano dipinti nudi probabilmente non è un caso perché lassù, di solito, girano nudi.
 

Mentre i serafini sono più vicini a dio.


Robots? Beh, i più fedeli. Un robot non può sbagliare.
 

Con il nuovo testamento i cherubini hanno quattro facce: bue, aquila, leone e uomo!


Anche in Ezechiele - oltre che nell'Apocalisse trovi queste strane descrizioni del casco da astronauta il quale visto da davanti da dietro da destra e da sinistra sembrano "facce". In realtà la faccia è una sola, quella che osservi da davanti, dove c'è il vetro protettivo.
 

Certo che quanto a fantasia sul divino, ne avevano fin troppa!


Più che fantasia fine a se stessa, non sapevano come altrimenti spiegare la Scienza aliena e tutto quello che vedevano "scendere dal cielo"... o dallo spazio.
 

Perché, ebrei erano quelli del vecchio testamento ed erano ebrei anche quelli del nuovo!


Sì, gli ebrei sono dappertutto anche se quelli veri sono pochi - oggi i veri Ebrei sono i Raeliani mica quelli di isRaele...
 

E da allora gli angeli ed arcangeli si sono moltiplicati


Osservazione giusta, visto che gli Elohim sono circa 7 miliardi.
 

perché la fantasia dei religiosi non ha limiti.


Ognuno tira l'acqua al suo mulino indipendentemente dalla verità-realtà.
 

Ma oggi, pensare che esistano davvero?
Non vedo una ragione logica.


E tu non esisti? Angelo significa messaggero, anche tu rappresenti l'infinito dunque anche tu potresti essere un Angelo.



#8 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2442 messaggi

Inviato 25 marzo 2018 - 05:43

In maniera specifica non saprei risponderti, diciamo che i due triangoli con le due correnti ascendente e discendente rappresentano quelle due energie o meglio quei due aspetti (polarità) dell'unità che sono ovviamente legati in modo stretto alle attività di angeli arcangeli ma anche di quelli che chiamaremmo "demoni", citando la tradizione indiana avremo i deva e gli asura. P.S. Suppongo sia scontato, ovviamente gli asura-demoni sono legati al triangolo inferiore o alla corrente discendente, al contrario i deva-angeli a quello ascendente.


A me a questo punto mi viene in mente la Merkabah che ha questa struttura ad esagramma e a cui le gerarchie angeliche, soprattutto le tre superiori, sono legate.
  • Cthulhu e micedan piace questo

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#9 micedan

micedan

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 37 messaggi

Inviato 27 marzo 2018 - 03:27

Le gerarchie angeliche lavorano costantemente e strettamente in maniera interconnessa, indipendentemente dalla loro posizione superiore o inferiore. Ognuna ha una funzione spirituale, nell'universo e verso l'uomo. Questa scambio continuo di flussi energetici e spirituali funziona in maniera rotatoria spiraloide e possiamo giustamente visualizzarla come la Merkabah, cioè partendo da Dio a scendere a mò di spirale passando attraverso il lavoro della gerarchia dei Gloriosi (presso il trono di Dio), Serafini, Cherubini e Troni (Primo gruppo gerarchico con istanza presso il 7° cielo), Dominazioni, Virtù, Podestà (Secondo gruppo gerarchico con istanza rispettiva  6,5,4° cielo), Principati, Arcangeli, Angeli (Terzo gruppo gerarchico con istanza rispettiva 3,2,1° cielo). Tutto questo va visualizzato guardando i due tringoli da sopra (cioè dal punto di vista di Dio che possiamo immaginare come un punto all'interno del tringolo superiore) che ruotano continuamente a forma di spirale fino a giungere al punto interno del triangolo inferiore dove possiamo immaginare un punto rappresentante l'uomo.


  • Lunanerina piace questo

Non faccio parte di nessuna denominazione religiosa o filosofica
Lo scopo dell'uomo nel suo divenire è quello di imparare a vivere in maniera equilibrata le necessità della sostanza spirituale e di quella materiale, interiorizzarle coscientemente, e seguire in questa maniera le orme tracciate dallo Spirito Cristico atte a perfezionarci interiormente e fisicamente fino alla completa sublimazione di entrambe le necessità.


#10 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7055 messaggi

Inviato 28 marzo 2018 - 01:43

Certo,il tutto in cielo?
Tanto il cielo è grande e chi può indagare?
I telescopi,a oggi, non hanno rilevato troni celesti e corti sfarzose.
Ma dai,immaginare un dio come un potente sultano terrestre con la sua corte di angeli di ogni specie che gli ruotano intorno.
Ma chi sopporterebbe sempre e sempre questo giramento di ali intorno, sopra e sotto?
Come? È una mappa su un cielo di carta?
Ricco di annotazioni che solerti scrivani hanno aggiunto nel tempo? Ah!
Come mai allora, si pensa sempre e ancora al cielo,che dovrebbe racchiudere paradisi e beatitudini..
  • G.a.b.r.i.e.l piace questo

#11 micedan

micedan

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 37 messaggi

Inviato 28 marzo 2018 - 08:25

Certo,il tutto in cielo?
Tanto il cielo è grande e chi può indagare?
I telescopi,a oggi, non hanno rilevato troni celesti e corti sfarzose.
Ma dai,immaginare un dio come un potente sultano terrestre con la sua corte di angeli di ogni specie che gli ruotano intorno.
Ma chi sopporterebbe sempre e sempre questo giramento di ali intorno, sopra e sotto?
Come? È una mappa su un cielo di carta?
Ricco di annotazioni che solerti scrivani hanno aggiunto nel tempo? Ah!
Come mai allora, si pensa sempre e ancora al cielo,che dovrebbe racchiudere paradisi e beatitudini..

Le dimensioni spirituali non stanno in cielo...là è il posto delle galassie, è sempre il PIANO FISICO.
Quando si parla di zone spirituali si deve intendere dimensioni composte da sostanze totalmente diverse da quelle fisiche.
Non sto qui ad approfondire poichè la spiegazione richiederebbe intere pagine ma ti do un link che può darti un'idea orientativa.
https://www.fisicaqu...o-dello-spirito


  • skynight e Cthulhu piace questo

Non faccio parte di nessuna denominazione religiosa o filosofica
Lo scopo dell'uomo nel suo divenire è quello di imparare a vivere in maniera equilibrata le necessità della sostanza spirituale e di quella materiale, interiorizzarle coscientemente, e seguire in questa maniera le orme tracciate dallo Spirito Cristico atte a perfezionarci interiormente e fisicamente fino alla completa sublimazione di entrambe le necessità.


#12 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2442 messaggi

Inviato 28 marzo 2018 - 08:31

Le dimensioni spirituali non stanno in cielo...là è il posto delle galassie, è sempre il PIANO FISICO.
Quando si parla di zone spirituali si deve intendere dimensioni composte da sostanze totalmente diverse da quelle fisiche.
Non sto qui ad approfondire poichè la spiegazione richiederebbe intere pagine ma ti do un link che può darti un'idea orientativa.
https://www.fisicaqu...o-dello-spirito

Arjanedda è convintissima materialista :friendly_wink: non la smuovi  :friendly_wink: 


"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#13 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente Senior

  • Utenti
  • 396 messaggi

Inviato 28 marzo 2018 - 09:03

Certo,il tutto in cielo?
Tanto il cielo è grande e chi può indagare?
I telescopi,a oggi, non hanno rilevato troni celesti e corti sfarzose.
Ma dai,immaginare un dio come un potente sultano terrestre con la sua corte di angeli di ogni specie che gli ruotano intorno.
Ma chi sopporterebbe sempre e sempre questo giramento di ali intorno, sopra e sotto?
Come? È una mappa su un cielo di carta?
Ricco di annotazioni che solerti scrivani hanno aggiunto nel tempo? Ah!
Come mai allora, si pensa sempre e ancora al cielo,che dovrebbe racchiudere paradisi e beatitudini..


Sono d'accordo, non c'è nessuna prova che persone considerate spirituali o giuste abbiano comunicato con dèi o che abbiano attivato qualche funzionalità soprannaturale del cervello umano; hanno semplicemente vissuto con più intensità e gioia dei loro simili. Il bello è che la Vita non perde assolutamente niente senza l'appoggio della mistica. Non bisogna essere guru per studiare, intuire, capire un simbolo, per creare capolavori d'arte, per fare della propria esistenza un capolavoro, per "elevarsi" al di sopra dello stato di pecora beelante che segue un padrone politico militare o religioso, per sperimentare se stessi, per ricordarsi della bellezza di ogni istante dell'essere. Non c'è bisogno di credere in quel dio strano e curioso il quale seppur onnipotente si circonda di servi come un sultano, Perché una divinità descritta dai primitivi che tremavano di terrore davanti all'ignoto dovrebbe essere il modello da imitare? Non sarebbe meglio liberarci da ogni ostacolo più o meno antico che vuole limitare le potenzialità della mente e della coscienza? Troni e corti perfettamente tangibili semmai si potrebbero trovare sui pianeti. Non è un mistero che l'universo sia pieno di pianeti e di sistemi solari. Non comprendo perché quando si pensa al cielo subito si immagina dio, e non l'essere umano astronauta.
 

Le dimensioni spirituali non stanno in cielo...là è il posto delle galassie, è sempre il PIANO FISICO.
Quando si parla di zone spirituali si deve intendere dimensioni composte da sostanze totalmente diverse da quelle fisiche.


Ma la mia logica mi dice che le dimensioni spirituali non sono altro che i livelli di coscienza raggiunti dagli umani normalissimi, cioè livello di Amore e Giustizia.


  • arjanedda piace questo

#14 micedan

micedan

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 37 messaggi

Inviato 28 marzo 2018 - 09:16

Ma la mia logica mi dice che le dimensioni spirituali non sono altro che i livelli di coscienza raggiunti dagli umani normalissimi, cioè livello di Amore e Giustizia.

 

Cosa intendi per "livelli di coscienza" ?... Per me è l'anima stessa nelle sue tre forme di coscienza: razionale, senziente, astratta
Dunque se per livelli di coscienza intendi vari stati (o corpi spirituali) che l'anima usa per muoversi in determinate dimensioni spirituali allora concordo.
L'Amore e la Giustizia non possono essere oviamente delle dimensioni ma semmai delle qualità dell'anima che dunque in e tramite queste su attitudini è in grado di visitare dimensioni spirituali superiori.


Non faccio parte di nessuna denominazione religiosa o filosofica
Lo scopo dell'uomo nel suo divenire è quello di imparare a vivere in maniera equilibrata le necessità della sostanza spirituale e di quella materiale, interiorizzarle coscientemente, e seguire in questa maniera le orme tracciate dallo Spirito Cristico atte a perfezionarci interiormente e fisicamente fino alla completa sublimazione di entrambe le necessità.


#15 micedan

micedan

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 37 messaggi

Inviato 28 marzo 2018 - 09:21

Arjanedda è convintissima materialista :friendly_wink: non la smuovi  :friendly_wink:

Non è una bestemmia l'essere materialista, anzi. Ritengo sia lo step ideale da cui partire per affrontare seriamente la questione spirituale, ovviamente senza preconcetti ma con desiderio di indagare. Del resto l'umanità vive nella fase materialistica e di questa deve capire e vivere il meglio con un animo orientato all'amore, altruismo, etc.. Ma per una personalità equilibrata è buono cercare di fare altrettanto sul versante spirituale. In media virtutas est.


  • arjanedda piace questo

Non faccio parte di nessuna denominazione religiosa o filosofica
Lo scopo dell'uomo nel suo divenire è quello di imparare a vivere in maniera equilibrata le necessità della sostanza spirituale e di quella materiale, interiorizzarle coscientemente, e seguire in questa maniera le orme tracciate dallo Spirito Cristico atte a perfezionarci interiormente e fisicamente fino alla completa sublimazione di entrambe le necessità.


#16 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7055 messaggi

Inviato 28 marzo 2018 - 10:15

Spirituale.
Un tempo per me, era spirituale chi era in grado di avere pensieri profondi.
Poi,ho bandito la parola spirito,non riuscendo a darle un senso se non nel parlare comune, spirito di squadra, spirito di gioco, insomma nel senso di entusiasmo.
Ovviamente ho indagato sull'origine della parola, che stava ad indicare un apostrofo nel linguaggio greco.
Spirito aspro o diacritico e stava ad indicare una lettera che non si vedeva ma c'era.
Tipo l'alcool che evapora.
Poi con il cristianesimo lo spirito ha assunto un significato enorme e con la trovata di usarlo come "persona" della trinità, essere spirituali è diventato credere in Dio, tessere le lodi di dio e di tutta la sua corte.
Eppure,anche dio è un nome dato dagli uomini a un mistero che non si poteva capire : l'origine della vita.
Ma l'origine della vita,non si può indagare: è un affascinante mistero!

#17 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2852 messaggi

Inviato 28 marzo 2018 - 11:35

Le gerarchie angeliche lavorano costantemente e strettamente in maniera interconnessa, indipendentemente dalla loro posizione superiore o inferiore. Ognuna ha una funzione spirituale, nell'universo e verso l'uomo. Questa scambio continuo di flussi energetici e spirituali funziona in maniera rotatoria spiraloide e possiamo giustamente visualizzarla come la Merkabah, cioè partendo da Dio a scendere a mò di spirale passando attraverso il lavoro della gerarchia dei Gloriosi (presso il trono di Dio), Serafini, Cherubini e Troni (Primo gruppo gerarchico con istanza presso il 7° cielo), Dominazioni, Virtù, Podestà (Secondo gruppo gerarchico con istanza rispettiva  6,5,4° cielo), Principati, Arcangeli, Angeli (Terzo gruppo gerarchico con istanza rispettiva 3,2,1° cielo). Tutto questo va visualizzato guardando i due tringoli da sopra (cioè dal punto di vista di Dio che possiamo immaginare come un punto all'interno del tringolo superiore) che ruotano continuamente a forma di spirale fino a giungere al punto interno del triangolo inferiore dove possiamo immaginare un punto rappresentante l'uomo.

Si, quello che intendevo dire è che la schiera dei deva lavora con la corrente ascendente, l'altra con quella discendente, che non è male assoluto ma lo è per l'uomo nel senso che tende a trattenerci in quella condizione che possiamo definire successiva alla "caduta", ciò non toglie che entrambe le correnti abbiano il loro scopo, la dimensione formale dipende proprio dalla polarità, dai due opposti.


  • micedan piace questo

6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#18 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente Senior

  • Utenti
  • 396 messaggi

Inviato 28 marzo 2018 - 12:00

Cosa intendi per "livelli di coscienza" ?... Per me è l'anima stessa nelle sue tre forme di coscienza: razionale, senziente, astratta
Dunque se per livelli di coscienza intendi vari stati (o corpi spirituali) che l'anima usa per muoversi in determinate dimensioni spirituali allora concordo.
L'Amore e la Giustizia non possono essere oviamente delle dimensioni ma semmai delle qualità dell'anima che dunque in e tramite queste su attitudini è in grado di visitare dimensioni spirituali superiori.


Ogni nuovo livello di coscienza raggiunto risulta in una differente visione della realtà che si arricchisce dei particolari precedentemente ignorati, e risulta in un differente modus vivendi che si arricchisce di aspetti fino a quel momento sconosciuti.

Per questo motivo, a mio avviso molti parlano di "altre dimensioni", che sono stati d'essere/ di coscienza e non luoghi soprannaturali.

Amore e Giustizia, per me, non sono l'effetto ma la causa di un buon livello di coscienza, ovvero sono Porte-Archetipi attraverso le quali compiere il passaggio da umani ordinari che usano (troppo) la mente (convenzionale), a Esseri risvegliati che percepiscono direttamente la nostra vera natura senza doverci "pensare", senza doverla ricordare - e senza sforzarsi per trovare l'equilibrio in ogni circostanza.

Le Sacre Scritture ci fanno notare che quello che l'uomo medio pensa sia amore non è il vero Amore e che quello che pensa sia giustizia non è la vera Giustizia. La differenza tra un umano ordinario e un Essere risvegliato è molto grande, abissale, riguarda la profondità dell'esperienza della vita. Il "salto" è gigantesco, per cui non sorprende che soltanto la scoperta del vero Amore e della vera Giustizia permette la trasformazione interiore, che poi si rispecchia anche all'esterno e consente all'uomo "nato di nuovo" di contribuire concretamente alla creazione di una civiltà evoluta fondata sulla libertà di essere, non più imposizione di fingere un buonismo deleterio. Il dentro e il fuori diventa Uno, esattamente come lo sono "corpo" e "spirito", entrambi espressione dell' "anima", l'identità che siamo. Aggiungo agli Atei come me, che "spirito" e "anima" non sono enti misteriche immateriali ma coscienza e DNA.



#19 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2442 messaggi

Inviato 29 marzo 2018 - 03:51

Non è una bestemmia l'essere materialista, anzi. Ritengo sia lo step ideale da cui partire per affrontare seriamente la questione spirituale, ovviamente senza preconcetti ma con desiderio di indagare. Del resto l'umanità vive nella fase materialistica e di questa deve capire e vivere il meglio con un animo orientato all'amore, altruismo, etc.. Ma per una personalità equilibrata è buono cercare di fare altrettanto sul versante spirituale. In media virtutas est.


No non è una bestemmia ma è un dato di fatto che chi è materialista non pensa alle cose dello spirito e neppure ci crede in certi casi.
  • skynight piace questo

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#20 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2442 messaggi

Inviato 29 marzo 2018 - 03:54

Si, quello che intendevo dire è che la schiera dei deva lavora con la corrente ascendente, l'altra con quella discendente, che non è male assoluto ma lo è per l'uomo nel senso che tende a trattenerci in quella condizione che possiamo definire successiva alla "caduta", ciò non toglie che entrambe le correnti abbiano il loro scopo, la dimensione formale dipende proprio dalla polarità, dai due opposti.


Sì perché anche quelli della corrente "discendente" servono per la crescita dell'uomo, per testarci insomma, pure se non lo fanno con quello scopo ma Dio lo permette affinché possiamo migliorarci nelle prove.
  • micedan piace questo

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi