Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Il deserto bianco


  • Per cortesia connettiti per rispondere
6 risposte a questa discussione

#1 diamanda

diamanda

    Utente Junior

  • Utenti
  • 319 messaggi

Inviato 21 febbraio 2018 - 02:41

L"anno scorso dopo un problema di salute che mi ha fermato per un pò di tempo, è iniziata dentro di me una strana evoluzione. All'inizio era un limbo privo di emozioni. Mi dicevano:" sei così tranquilla, come fai a sopportare tutto questo?" Ed io non sapevo che dire. Non capivo cosa mi stavs succedendo. Infatti dopo son diventata priva di impulsi istintivi, desideri, voglie di ogni tipo. Percepivo solo una specie di deserto bianco dentro di me e ora sono arrivata al punto da avere a breve la mia prima seduta di meditazione ( cosa che nella mia zona prima non esisteva) e quindi mi son chiesta se questo faccia parte di un percorso particolare o se sia solo normale diventare così dopo certi anni o certe esperienze. A voi è mai capitato? E come vi siete sentiti? Io non so cosa pensare. Persino il mio istruttore in palestra mi ha detto " sei così rilassata". Ma io non ho fatto niente per diventare così e non so davvero come spiegarlo. Un cambiamento in me evidente. I miei familiari si son accorti. Prima ascoktavo spesso musica e ora preferisco il silenzio. Prima amavo uscire, star cogli altri e far casino. Adesso preferisco stare nella natura o camminare sola. Il genere umano mi sembra così distante da me e forse ho accettato la mia missione senza accorgemene.
  • Notte piace questo
l'unico limite dell'uomo è se stesso.

#2 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 7297 messaggi

Inviato 21 febbraio 2018 - 05:26

L"anno scorso dopo un problema di salute che mi ha fermato per un pò di tempo, è iniziata dentro di me una strana evoluzione. All'inizio era un limbo privo di emozioni. Mi dicevano:" sei così tranquilla, come fai a sopportare tutto questo?" Ed io non sapevo che dire. Non capivo cosa mi stavs succedendo. Infatti dopo son diventata priva di impulsi istintivi, desideri, voglie di ogni tipo. Percepivo solo una specie di deserto bianco dentro di me e ora sono arrivata al punto da avere a breve la mia prima seduta di meditazione ( cosa che nella mia zona prima non esisteva) e quindi mi son chiesta se questo faccia parte di un percorso particolare o se sia solo normale diventare così dopo certi anni o certe esperienze. A voi è mai capitato? E come vi siete sentiti? Io non so cosa pensare. Persino il mio istruttore in palestra mi ha detto " sei così rilassata". Ma io non ho fatto niente per diventare così e non so davvero come spiegarlo. Un cambiamento in me evidente. I miei familiari si son accorti. Prima ascoktavo spesso musica e ora preferisco il silenzio. Prima amavo uscire, star cogli altri e far casino. Adesso preferisco stare nella natura o camminare sola. Il genere umano mi sembra così distante da me e forse ho accettato la mia missione senza accorgemene.

crisi esistenziale ci passano tutti, comunque dal tuo modo di scrivere mi sembri molto giovane, per cui guarda è troppo presto per te starsi a rassegnare e vivere in solitudine, fattela passare in qualche modo e vivi la tua vita al meglio delle tue possibilità che le occasioni e la giovinezza vengono una volta sola e non ritornano più, avrai tempo nella vita per stare da sola e fare pratica di eremitaggio trascendentale. :asdsi:


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#3 goodlie

goodlie

    Utente Senior

  • Utenti
  • 422 messaggi

Inviato 21 febbraio 2018 - 05:47

Penso che sia una esperienza bella, potrebbe essere un periodo oppure un cambiamento duraturo, questo lo saprai solo vivendo. Ti linko una lettura che feci tempo fa, magari può esserti di aiuto
http://www.gianfranc...na/broberts.htm

#4 Jane Eyre

Jane Eyre

    Utente Junior

  • Utenti
  • 66 messaggi

Inviato 22 febbraio 2018 - 09:13

L"anno scorso dopo un problema di salute che mi ha fermato per un pò di tempo, è iniziata dentro di me una strana evoluzione. All'inizio era un limbo privo di emozioni. Mi dicevano:" sei così tranquilla, come fai a sopportare tutto questo?" Ed io non sapevo che dire. Non capivo cosa mi stavs succedendo. Infatti dopo son diventata priva di impulsi istintivi, desideri, voglie di ogni tipo. Percepivo solo una specie di deserto bianco dentro di me e ora sono arrivata al punto da avere a breve la mia prima seduta di meditazione ( cosa che nella mia zona prima non esisteva) e quindi mi son chiesta se questo faccia parte di un percorso particolare o se sia solo normale diventare così dopo certi anni o certe esperienze. A voi è mai capitato? E come vi siete sentiti? Io non so cosa pensare. Persino il mio istruttore in palestra mi ha detto " sei così rilassata". Ma io non ho fatto niente per diventare così e non so davvero come spiegarlo. Un cambiamento in me evidente. I miei familiari si son accorti. Prima ascoktavo spesso musica e ora preferisco il silenzio. Prima amavo uscire, star cogli altri e far casino. Adesso preferisco stare nella natura o camminare sola. Il genere umano mi sembra così distante da me e forse ho accettato la mia missione senza accorgemene.

Ciao! Forse in parte posso capire...Io ho avuto un coma profondo dove tutti pensavano sarei morta da lì a poco,mi tenevano in vita le macchine,questo a 25 anni.Mi svegliai il 21 di Novembre,il 23 Dicembre ero a casa,x farti capire...
Il discorso è che certe esperienze ti modificano dentro,nel dna,tanto che x un po' sono stata convinta che mi avessero fatto qualcosa anche nell'anima.La sensazione,molto + di una sensazione di trovarmi nel posto sbagliato,dov'ero prima ero a casa e invece no, mi accompagna da allora,ora so che c'è ma pace. Prima non trovavo una tregua.
Nonostante l'età non appartenevo + alla vita della persona che l'aveva prima,a questo mondo. Sono cambiata tantissimo. Vedo tutto da un'altra realtà,col tempo le cose (con il mondo esterno) sono tornate a posto dove e con chi dovevano tornare a posto.Ogni secondo del giorno mi metto le mani sul petto e sento il cuore battere,la vita in me,e sono così grata...Sto capendo che devo condividere questa cosa con la gente,devo parlare con le persone,xché quello che ho vissuto é troppo bello e grande,che sono tornata a fare se no qua?
Ma devi darti tempo,non forzare nulla,non ascoltare quelle voci che ti dicono che dovresti fare questo o quello,lo sai solo te che devi fare...Ognuno ha il suo compito qui,la Vita ti porterá a capire qual'é,a volte x far capire qualcosa ci scuote di brutto.
Buon proseguimento,é un viaggio bellissimo stare qui.
  • Notte e Ema79 piace questo

#5 Notte

Notte

    ?

  • Utenti
  • 13056 messaggi

Inviato 22 febbraio 2018 - 09:11

L"anno scorso dopo un problema di salute che mi ha fermato per un pò di tempo, è iniziata dentro di me una strana evoluzione. All'inizio era un limbo privo di emozioni. Mi dicevano:" sei così tranquilla, come fai a sopportare tutto questo?" Ed io non sapevo che dire. Non capivo cosa mi stavs succedendo. Infatti dopo son diventata priva di impulsi istintivi, desideri, voglie di ogni tipo. Percepivo solo una specie di deserto bianco dentro di me e ora sono arrivata al punto da avere a breve la mia prima seduta di meditazione ( cosa che nella mia zona prima non esisteva) e quindi mi son chiesta se questo faccia parte di un percorso particolare o se sia solo normale diventare così dopo certi anni o certe esperienze. A voi è mai capitato? E come vi siete sentiti? Io non so cosa pensare. Persino il mio istruttore in palestra mi ha detto " sei così rilassata". Ma io non ho fatto niente per diventare così e non so davvero come spiegarlo. Un cambiamento in me evidente. I miei familiari si son accorti. Prima ascoktavo spesso musica e ora preferisco il silenzio. Prima amavo uscire, star cogli altri e far casino. Adesso preferisco stare nella natura o camminare sola. Il genere umano mi sembra così distante da me e forse ho accettato la mia missione senza accorgemene.

personalmente non credo ci sia un "modo giusto" o "normale" di vivere, l'unico metro di giudizio è lo stato di benessere o di malessere che una persona prova stando in una condizione.

nel momento in cui è una scelta volontaria che fa stare bene la persona, credo che non ci sia nulla di preoccupante.

nel momento in cui la persona sente di non aver scelta e non poter fare altrimenti (per cui ne soffre), bisogna farsi qualche domanda in più.

A questo riguardo, distinguerei tra un periodo transitorio ed uno più statico.

dalla mia esperienza, dopo aver vissuto una situazione difficile o un evento negativo, un periodo di "ritiro" e di introspezione è fisiologico ed anzi ha una sua utilità.
Gli eventi importanti mettono in discussione le nostre certezze, perciò nasce il bisogno di guardarsi dentro per capire meglio chi siamo e cosa vogliamo, e per fare questo abbiamo bisogno di un po' di silenzio e solitudine.

Se però il ritiro diventa una situazione statica e dolorosa, allora non si tratta più di un isolamento produttivo, ma di un tentativo di evitare qualcosa del mondo esterno.
  • arjanedda e Tyrande Soffiabrezza piace questo

#6 Aleya

Aleya

    Utente Junior

  • Utenti
  • 64 messaggi

Inviato 08 marzo 2018 - 01:04

A me sembra depressione, o perlomeno qualcosa di simile.
Da una che ci è passata, questo stato diatarassia non è normale

#7 Jane Eyre

Jane Eyre

    Utente Junior

  • Utenti
  • 66 messaggi

Inviato 09 marzo 2018 - 08:04

A me sembra depressione, o perlomeno qualcosa di simile.
Da una che ci è passata, questo stato diatarassia non è normale

Cos'è 'normale'?




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi