Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Guerra o pace?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
14 risposte a questa discussione

#1 Adonay

Adonay

    Utente Senior

  • Utenti
  • 404 messaggi

Inviato 07 febbraio 2018 - 09:27

http://eastwest.eu/i...giappone-russia

Alla luce della situazione politico-militare internazionale, secondo te, come finirà?
  • Alexwer e WilbertIdova piace questo

#2 marcot1994

marcot1994

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 221 messaggi

Inviato 07 febbraio 2018 - 12:56

Bhe si spera sempre che vada a finire nel migliore dei modi, ovvero nella pace...ma chissà..è una situazione un bel pò difficile...



#3 skynight

skynight

    Utente Senior

  • Utenti
  • 3310 messaggi

Inviato 07 febbraio 2018 - 01:31

come un niente di fatto non sono nemmeno più buoni a bluffare fanno ridere i polli e ormai non ci casca più nessuno per il semplice fatto che essendo economicamente tutti i paesi del mondo

interconnessi tra di loro, nel caso un paese distruggesse un altro anche se ne uscisse vincitore avrebbe delle tali ripercussioni economiche nel breve termine che sarebbero i suoi stessi cittadini a chiedere la testa del responsabile che ha fatto per prima partire l'attacco. le guerre al giorno d'oggi sono solo economiche che sono più distruttive di mille bombe atomiche,

visto che riduce un paese alla fame letteralmente.


In My Restless Dream, I See That Town. Silent Hill... 


#4 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 149 messaggi

Inviato 07 febbraio 2018 - 03:37

Alla luce della situazione politico-militare internazionale, secondo te, come finirà?

\ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \
Rael: "Costringiamo gli “Stati canaglia” (USA), a firmare ad ottobre il Trattato per la messa al bando delle armi nucleari"

13 lug, 2017

LAS VEGAS, 9 luglio - Trattato delle Nazioni Unite per la messa al bando delle armi nucleari

Dopo che lo scorso venerdì a New York è stato adottato da 122 nazioni il primo Trattato delle Nazioni Unite per la messa al bando delle armi nucleari, Rael ha applaudito quello che ha definito un “fantastico successo” per questa iniziativa. Ha tuttavia invitato le persone del mondo intero a continuare ad agire, dato che le nazioni in possesso di armi nucleari hanno boicottato la votazione. "Dobbiamo fare in modo di costringere i governi degli “Stati canaglia” che non vogliono smantellare il proprio arsenale atomico, in particolare Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia, a firmare questo Trattato il prossimo mese di ottobre", ha dichiarato Rael. "Sono le loro bombe che minacciano la sopravvivenza dell’Umanità, per cui spetta alla popolazione di questi Paesi costringere i propri governi a firmare questo Trattato". Negli ultimi tre mesi, migliaia di pacifisti, inclusi i raeliani di tutto il mondo, hanno seguito il consiglio di Rael e meditato per la pace nei luoghi pubblici, informando la gente circa questa votazione per la messa al bando delle armi nucleari. "Le nostre azioni devono proseguire", ha affermato Rael. "La prossima scadenza è ora ad ottobre".

Secondo Rael, è particolarmente ipocrita che i 5 Paesi dominanti rivendichino il diritto ad essere gli unici a poter possedere delle armi nucleari, visto che India e Pakistan già ne hanno. "Ed è ancora più ipocrita che tutti fingano di non sapere che anche Israele possiede oltre 100 testate nucleari", ha detto. "La cosa più divertente è che le potenze occidentali dominanti tengano sotto controllo Paesi come l’Iran per assicurarsi che non abbiano armi nucleari, quando essi non votano nemmeno per vietare le proprie". "È vergognoso che i Paesi Bassi abbiano espresso voto contrario", ha aggiunto Rael. "Tutte le nazioni che si oppongono alla messa al bando saranno responsabili della distruzione dell’Umanità, se ciò dovesse accadere". In un precedente discorso, Rael ha spiegato che l’alternativa all’obbligo di messa al bando delle armi nucleari è rappresentata dal fatto che tutti i Paesi debbano avere il diritto di possedere armi atomiche, il che potrebbe rappresentare un’altra via per imporne il divieto. "Ora, l’unico modo per far cambiare idea alle grandi nazioni nucleari è quello di sperare che la maggior parte dei piccoli Paesi del mondo possa dotarsi anch’essa della bomba atomica.

Allora, tutti saranno talmente spaventati che se ne proibirà l’uso", ha spiegato Rael. "Ma non arrendetevi, c’è ancora speranza, e fino ad allora dobbiamo continuare ad esercitare pressioni sulla nazione leader del movimento a favore del nucleare: gli USA". "Chiedo solennemente a tutti gli amanti della pace di promuovere il boicottaggio dei prodotti e dei servizi degli USA, oltre che del turismo in questa nazione", ha dichiarato Rael. "Chiedo invece di acquistare i prodotti e i servizi dei Paesi che hanno sostenuto il divieto, e di promuovere il turismo in questi Paesi, come la Svezia, la Svizzera, l’Austria, il Brasile, il Sudafrica, l’Egitto, l’Indonesia e le Filippine. Si tratta di nazioni bellissime dal punto di vista turistico e sono molto più interessanti degli USA". Rael ha anche deplorato la mancanza di copertura mediatica delle notizie riguardanti il "Trattato per la messa al bando delle armi nucleari". "I principali organi d’informazione di Stati Uniti, Francia e Regno Unito (e anche Italia) non hanno riportato alcuna notizia riguardo a questa votazione", ha sottolineato. "Questo è uno dei peggiori esempi di manipolazione di massa".

Rael ha concluso dicendo che le nazioni che si oppongono al Trattato che vieta le armi atomiche "sono certamente degli “Stati canaglia”, poiché sono solo una minoranza rispetto all’Umanità nel suo complesso". "Non possono continuare a dire di essere i paladini della democrazia, quando rappresentano solo una piccola minoranza (5 nazioni su 180) e continuano a dominare il mondo", ha sottolineato. "Questo è un terribile esempio di imperialismo fascista. Sono infatti gli unici Stati che posseggono armi nucleari grazie al loro ipocrita Trattato di Non Proliferazione Nucleare".

Fonte: http://raelianews.org/

\ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \
26/09: Giornata internazionale per l’abolizione delle armi nucleari. È in gioco il futuro dell’Umanità.

29 set, 2017

Le Nazioni Unite hanno dichiarato il 26 settembre “Giornata internazionale per l’abolizione delle armi nucleari” (www.un.org/en/events/nuclearweaponelimination). In questa occasione, il Movimento Raeliano desidera ribadire quanto sia fondamentale per la sopravvivenza dell’Umanità il Trattato internazionale per il divieto delle armi nucleari, che è stato ratificato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 7 luglio scorso ed è stato adottato da oltre centoventi Paesi. Esso è stato però boicottato da alcune nazioni quali gli Stati Uniti, la Francia, il Regno Unito, e anche l’Italia, mentre è importante che questi Paesi ritardatari si impegnino a sostenerlo.

"Questo Trattato è prioritario per l’intera Umanità", ha dichiarato Princess Loona, portavoce del Movimento Raeliano in Europa. "Esso rappresenta una speranza per il disarmo nucleare totale e quindi per una pace duratura, allontanando così lo spettro del totale annientamento del nostro pianeta a causa di una inevitabile guerra nucleare, dato che alcuni “Paesi canaglia” come gli Stati Uniti, la Francia e il Regno Unito possiedono tali armi." Molte voci si stanno levando per incoraggiare questi Governi a cambiare i loro atteggiamenti criminali e pericolosi per la sopravvivenza dell’umanità. "Questi Paesi, che si dichiarano democratici e si permettono di dare lezioni al mondo, sono i primi a non rispettare il voto di maggioranza delle Nazioni Unite (sono centoventidue i Paesi a favore del Trattato, nove i contrari e uno astenuto)", continua la portavoce. "La Francia, gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno comunemente annunciato, già l’8 luglio scorso, che non firmeranno il Trattato, adducendo a pretesto il fatto che non sia sicuro farlo. Eppure, questi Paesi rappresentano il più grande pericolo per il solo fatto di possedere il maggior numero di testate nucleari", ha denunciato.

Secondo le cifre diramate dall’organizzazione internazionale ICAN (Campagna Internazionale per l’Abolizione delle Armi Nucleari), gli Stati Uniti possiedono quasi ottomila testate nucleari, mentre la Corea del Nord ne ha solo dieci (http://www.icanw.org...clear-arsenals/, arsenali nucleari). "Chi è il più pericoloso?", si chiede Princess Loona. All’inizio di settembre, Rael - leader spirituale del Movimento Raeliano - ha sottolineato come la Corea del Nord abbia sempre affermato di aver avviato un proprio programma di sviluppo nucleare solo come misura difensiva. "Hanno visto ciò che è successo in Yugoslavia, in Libia e in Iraq negli ultimi anni e ritengono che l’unica misura preventiva per proteggersi da un attacco dagli Stati Uniti sia lo sviluppo di un programma nucleare", ha affermato. "La vigliaccheria degli USA e delle potenze della NATO non avrebbe mai permesso loro di invadere la Yugoslavia, l’Iraq o la Libia se questi Paesi avessero avuto delle armi nucleari. Essi attaccano solo coloro che sono sicuri di sconfiggere", ha aggiunto. Rael ci ha anche ricordato che l’agenzia centrale di intelligence coreana ha recentemente dichiarato che il Paese sarebbe pronto ad abbandonare il proprio programma di sviluppo nucleare se gli Stati Uniti abbandonassero la propria politica ostile.

"Questa affermazione apre chiaramente la porta a un progresso nel processo diplomatico, se anche gli Stati Uniti facessero dei passi avanti in questa direzione", ha dichiarato Rael. Allo stesso tempo, il Presidente degli Stati Uniti ha invitato il mondo intero, qualche giorno fa presso il forum dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, a considerare la possibilità della totale distruzione della Corea del Nord, vale a dire di venticinque milioni di civili, bambini compresi. "Ancora una volta, chi sono i più pericolosi e i più criminali?", ha ribadito Princess Loona, soprattutto perché la maggior parte dei nordcoreani ricorda ancora come gli Stati Uniti, meno di una generazione fa, abbiano decimato la popolazione della Corea del Nord e distrutto la maggior parte degli edifici. Nel corso del mese – in occasione della Giornata internazionale per la pace in programma il 21 settembre e della Giornata internazionale per l’abolizione delle armi nucleari in programma il 26 settembre- il Movimento Raeliano ha intensificato la propria campagna di sensibilizzazione, invitando i Paesi che non sono firmatari del Trattato ad adottare una posizione a favore della pace, ratificandolo.

Inoltre, accentueranno la loro presenza nelle strade con l’azione “Meditate un minuto per la pace” (www.1min4peace.org). "La pace è una nostra responsabilità in ogni momento, e ogni volta che non ci schieriamo in suo favore, anche noi diventiamo progressivamente responsabili della guerra", ha detto. www.raelpress.org

Fonte: http://raelianews.org/

\ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \
Rael encourages all countries to get atomic weapons

28 Mar, 2017

Rael explains that in a world ruled by barbaric Western powers that apply the Law of the Jungle, weaker countries must become as strong as them and get atomic weapons to balance their bullying attitudes

Yes, it’s much more “realistic” to get closer and closer to a nuclear holocaust that will destroy all humanity. And our creators will hold these idiotic politicians responsible for it.

The example given of North Korea using the atomic bomb while all “good” imperialist countries do not have it is just absurd. For example, even if it were to happen, the U.S. war machine has enough power and war planes to totally destroy North Korea without using any atomic bombs, just as it destroyed Afghanistan, Serbia, Iraq, Libya, etc.

The most terrible hypocrisy is that they refuse to forbid atomic weapons while continuing to support the nonproliferation treaty. Translation: “Only we, the superpowers can have them. Other countries cannot have them so that we can continue to dominate and bully the world.”

Sadly, the only solution is for all other countries to get nuclear weapons as soon as possible. If Libya, Afghanistan, Iraq and other victims of U.S. imperialism had had them, they would have never been attacked, invaded and occupied.

The message is very clear for all countries not wanting to be the next victims of U.S./Western imperialism and neocolonialism: Get as many atomic bombs as soon as you can!

In today’s egoist world where there is no more compassion or consciousness, if there were a Gandhi, the United Kingdom would drop a nuclear bomb on him. And nobody would care.

In the same way, nobody cares about the fate of the Palestinian people, who are prisoners in the huge concentration camp of Gaza. Instead, people focus on football games and stupid new talent shows, or on the fate of a dog trapped in a hole.

The wonderful, huge peace movement that stopped the Vietnam War and made the United States lose it can no longer exist, since journalists “are embedded” among the invasion forces. And nobody cares as long as people can watch their games on TV while U.S. soldiers and drones are killing innocent children elsewhere.

Since there is no more compassion or consciousness, it’s time to partly abandon the values of absolute nonviolence that are one of the basis premises of our philosophy, even if they still apply individually. From now on, it is acceptable for Raelians of nonnuclear countries to work for the armament industries of their countries or armed forces, in order to make it impossible for Western imperialist and neocolonialist powers to attack, invade and occupy them in a new, modern colonization accomplished under the guise of “bringing democracy.”

Only they and no others around the world care at all about their nonviolence. For example, when France forcibly removed the great President Gbagbo in Ivory Coast because he wasn’t supporting French interests, nobody lifted a finger.

Sadly, the millions of Palestinian Ghandis suffering under the boots of Israeli torturers fail to trigger a reaction from the so-called “civilized world.” Such reactions did occur during the times of the original great Gandhi and the antiwar peace activists against the Vietnam War.

Sadly also, the so-called “civilized world” of the Western powers knows only the use of force. Like the great Jean de la Fontaine said long ago, “La raison du plus fort est toujours la meilleure.” (The logic of the strongest is always the best).

So we arrive at the paradox that the allegedly modern civilized countries, with their mouthfuls of words about freedom, democracy and human rights, actually impose only the rule of the jungle. Instead, they are the real savages and barbarians of this planet, bringing us closer and closer to the total destruction of humanity. Since they understand only the use of force, it’s time for the weakest to arm themselves to the strongest degree possible, including the acquisition of nuclear weapons.

And it is also time for the formerly colonized countries to become allies against Western imperialism. It’s much safer for African or South American countries to make alliances with China or India, both of which were also devastated and occupied by Western colonizers.

It’s important to notice that the United Kingdom still hasn’t apologized for its colonization crimes in India. India’s prime minister recently called that a “collective amnesia.” In addition, France still dares to claim that African colonization was beneficial to the African people. France also still imposes money printed in France on Africans plus a “colonial tax.” Am I having a bad dream?

Now all these criminal Western powers have their eyes on Africa for new colonization. They already have many military forces there under the guise of humanitarian aid, or allegedly to protect French nationals in case of political violence.

Of course, as soon as an African president doesn’t support French pillage, he is killed by those forces. It’s also interesting to notice that there is no African military force in France to protect the African citizens there who are the victims of so much violence, racism and discrimination.

The double standard is clear: French soldiers can protect French citizens in Africa but African soldiers are not invited in France to protect African citizens. Therefore, particularly for Africa, but also for South American countries and many other countries, it’s time to get strong, create militias to expel Western occupation forces and try to get nuclear weapons as soon as possible.

No Western power will hesitate one minute to invade any of the African countries, given their current level of defense. But if they become nuclear powers, the cowardly Western powers that attack only the weakest will not lift a finger against them. The message for them is clear: In a world ruled by barbaric Western powers that apply the Law of the Jungle, you must be as strong as them. Get atomic weapons! http://www.bbc.com/n...canada-39410173

Fonte: http://raelianews.org/



#5 Adonay

Adonay

    Utente Senior

  • Utenti
  • 404 messaggi

Inviato 07 febbraio 2018 - 07:48

\ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \Rael: "Costringiamo gli "Stati canaglia" (USA), a firmare ad ottobre il Trattato per la messa al bando delle armi nucleari"13 lug, 2017


Costringerete?
Quali sono gli stati canaglia, solo gli USA?

#6 Adonay

Adonay

    Utente Senior

  • Utenti
  • 404 messaggi

Inviato 07 febbraio 2018 - 09:12

http://eastwest.eu/i...-uniti-nucleare

#7 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 149 messaggi

Inviato 07 febbraio 2018 - 09:57

Costringerete?
Quali sono gli stati canaglia, solo gli USA?


Non solo gli USA, quello è il titolo, non vorresti consultare i tre articoli per intero?

Quanto alla "costrizione":

Matteo 5,43-48

“43 Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico; 44 ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori, 45 perché siate figli del Padre vostro celeste, che fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti. 46 Infatti se amate quelli che vi amano, quale merito ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? 47 E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? 48 Siate voi dunque perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste.”

La preghiera è una "costrizione". Anche alcune forme di meditazione. Lo sapevi?



#8 Adonay

Adonay

    Utente Senior

  • Utenti
  • 404 messaggi

Inviato 07 febbraio 2018 - 11:15

Vorrei che tu consultassi il futuro nell'eterno presente.
Un passo del Vangelo? Yehoshua pregò forse per i farisei?
Attento alle costrizioni del mondo, date per parole sante.
  • Furor e Wish You Were Here piace questo

#9 Adonay

Adonay

    Utente Senior

  • Utenti
  • 404 messaggi

Inviato 09 febbraio 2018 - 10:14

come un niente di fatto non sono nemmeno più buoni a bluffare fanno ridere i polli e ormai non ci casca più nessuno per il semplice fatto che essendo economicamente tutti i paesi del mondo
interconnessi tra di loro, nel caso un paese distruggesse un altro anche se ne uscisse vincitore avrebbe delle tali ripercussioni economiche nel breve termine che sarebbero i suoi stessi cittadini a chiedere la testa del responsabile che ha fatto per prima partire l'attacco. le guerre al giorno d'oggi sono solo economiche che sono più distruttive di mille bombe atomiche,
visto che riduce un paese alla fame letteralmente.


Preferivo che rispondessi dopo aver indagato

https://www.investir...della-risalita/

#10 Adonay

Adonay

    Utente Senior

  • Utenti
  • 404 messaggi

Inviato 13 febbraio 2018 - 11:28

come un niente di fatto non sono nemmeno più buoni a bluffare fanno ridere i polli e ormai non ci casca più nessuno per il semplice fatto che essendo economicamente tutti i paesi del mondo
interconnessi tra di loro, nel caso un paese distruggesse un altro anche se ne uscisse vincitore avrebbe delle tali ripercussioni economiche nel breve termine che sarebbero i suoi stessi cittadini a chiedere la testa del responsabile che ha fatto per prima partire l'attacco. le guerre al giorno d'oggi sono solo economiche che sono più distruttive di mille bombe atomiche,
visto che riduce un paese alla fame letteralmente.


http://www.ilgiornal...rd-1493828.html

Ti tico di più, l'ultima guerra mondiale è contro i giusti.

#11 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 9291 messaggi

Inviato 13 febbraio 2018 - 05:34

come un niente di fatto non sono nemmeno più buoni a bluffare fanno ridere i polli e ormai non ci casca più nessuno per il semplice fatto che essendo economicamente tutti i paesi del mondo

interconnessi tra di loro, nel caso un paese distruggesse un altro anche se ne uscisse vincitore avrebbe delle tali ripercussioni economiche nel breve termine che sarebbero i suoi stessi cittadini a chiedere la testa del responsabile che ha fatto per prima partire l'attacco. le guerre al giorno d'oggi sono solo economiche che sono più distruttive di mille bombe atomiche,

visto che riduce un paese alla fame letteralmente.

E' vero quello che dici ma le guerre sono quasi sempre scoppiate in modo irrazionale. Quando è stato affondato il Kurst da due sommergibili USA tutto lo stato maggiore della marina Russa premeva per fare una guerra. Si vede che di armi la Russia ne aveva già allora una bella dose. E' stato Putin ad opporsi, ma ha dovuto destituire quasi tutti i generali (non so se avete seguito la vicenda???). Ma se ora un siluro USA affondasse un grosso sommergibile Russo o viceversa, non so cosa succederebbe. La partenza di un siluro può partire anche per motivi irrazionali, ad esempio per il Kurst gli USA hanno giustificato la faccenda dicendo che aveva aperto alcuni sportelloni missilistici, in realtà era li solo per una dimostrazione di pace, doveva mostrare l'efficacia dei SILURI A BOLLA che viaggiano sott'acqua a 500 km/ora, c'erano anche alla dimostrazione alcuni generali cinesi, cosa che agli USA non faceva comodo. Ma il problema secondo me è un altro: fra due-tre anni la Cina sarà la massima potenza mondiale anche da un punto di vista tecnologico e c'è da chiedersi: fino a che punto gli USA sono disposti ad essere secondi dal momento che finora hanno sempre voluto essere i primi?? Ed allora è possibile, che qualche presidente USA matto, inventi qualche scusa per risolvere il problema demografico. Ti ricordi "Il Vangelo secondo Giovanni di Steiner"?? dopo il 2000 , dice Steiner, ci saranno 1000 anni di malformati.



#12 Iasonis

Iasonis

    Utente Full

  • Utenti
  • 2379 messaggi

Inviato 13 febbraio 2018 - 07:32

SauroClaudio, on 13 Feb 2018 - 6:34 PM, said:SauroClaudio, on 13 Feb 2018 - 6:34 PM, said:

E' vero quello che dici ma le guerre sono quasi sempre scoppiate in modo irrazionale. Quando è stato affondato il Kurst da due sommergibili USA tutto lo stato maggiore della marina Russa premeva per fare una guerra. Si vede che di armi la Russia ne aveva già allora una bella dose. E' stato Putin ad opporsi, ma ha dovuto destituire quasi tutti i generali (non so se avete seguito la vicenda???). Ma se ora un siluro USA affondasse un grosso sommergibile Russo o viceversa, non so cosa succederebbe. La partenza di un siluro può partire anche per motivi irrazionali, ad esempio per il Kurst gli USA hanno giustificato la faccenda dicendo che aveva aperto alcuni sportelloni missilistici, in realtà era li solo per una dimostrazione di pace, doveva mostrare l'efficacia dei SILURI A BOLLA che viaggiano sott'acqua a 500 km/ora, c'erano anche alla dimostrazione alcuni generali cinesi, cosa che agli USA non faceva comodo. Ma il problema secondo me è un altro: fra due-tre anni la Cina sarà la massima potenza mondiale anche da un punto di vista tecnologico e c'è da chiedersi: fino a che punto gli USA sono disposti ad essere secondi dal momento che finora hanno sempre voluto essere i primi?? Ed allora è possibile, che qualche presidente USA matto, inventi qualche scusa per risolvere il problema demografico. Ti ricordi "Il Vangelo secondo Giovanni di Steiner"?? dopo il 2000 , dice Steiner, ci saranno 1000 anni di malformati.

SauroClaudio, vorresti lasciar intendere che piuttosto che rinunciare a essere i primi sul podio dell'economia, i vertici Usa sarebbero disposti a farsi loro stessi del male innescando una guerra nucleare?

Comunque se non dovesse succedere niente di lampante entro i prossimi 2 anni, visto che la Cina per allora dovrebbe averci superato, potremo  tirare un sospiro di sollievo?



#13 Adonay

Adonay

    Utente Senior

  • Utenti
  • 404 messaggi

Inviato 13 febbraio 2018 - 10:40

I criminali che hanno diviso il mondo e l'uomo dall'uomo, finanche dentro se stesso, mai vorrebbero distruggere quel mondo che hanno conquistato con il denaro, con le armi ed ogni tipo di terrore, altrimenti si sarebbero già trucidati.
No, loro vogliono una pace armata, non la Pace assoluta, per questo stanno attenti a non scatenare l'inferno sulla Terra, disinnescando i tanti incidenti accaduti per evitare l'escalation, non vogliono perdere la torta sul più bello.
Finora sono stati anche troppo premurosi, anzi, fortunati, se la costante protezione diabolica può definirsi fortuna tecnologica, già da troppo tempo infatti doveva accadere l'irreparabile.
Ora vogliono a tutti i costi stringere la morsa mondiale del potere tripolare, una pace duratura che metta fine al conflitto tra demoni e l'umanità al loro servizio, ma nel tempo finale le cose cambiano, e tutto può accadere alla dormiente umanità sedata da mille compromessi e bestemmie.

#14 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 9291 messaggi

Inviato 13 febbraio 2018 - 11:03

I criminali che hanno diviso il mondo e l'uomo dall'uomo, finanche dentro se stesso, mai vorrebbero distruggere quel mondo che hanno conquistato con il denaro, con le armi ed ogni tipo di terrore, altrimenti si sarebbero già trucidati.
No, loro vogliono una pace armata, non la Pace assoluta, per questo stanno attenti a non scatenare l'inferno sulla Terra, disinnescando i tanti incidenti accaduti per evitare l'escalation, non vogliono perdere la torta sul più bello.
Finora sono stati anche troppo premurosi, anzi, fortunati, se la costante protezione diabolica può definirsi fortuna tecnologica, già da troppo tempo infatti doveva accadere l'irreparabile.
Ora vogliono a tutti i costi stringere la morsa mondiale del potere tripolare, una pace duratura che metta fine al conflitto tra demoni e l'umanità al loro servizio, ma nel tempo finale le cose cambiano, e tutto può accadere alla dormiente umanità sedata da mille compromessi e bestemmie.

E' troppo semplicistica la risposta, ripeto e ribadisco, spesso le guerre scoppiano per motivi irrazionali...



#15 Adonay

Adonay

    Utente Senior

  • Utenti
  • 404 messaggi

Inviato 14 febbraio 2018 - 12:06

Ti do perfettamente ragione, o almeno li fanno sembrare tali, in più questa volta hanno affidato tutto ai computers, e quelli lo sai... non perdonano.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi