Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Abbattere l'Ego :)


  • Per cortesia connettiti per rispondere
117 risposte a questa discussione

#41 Flyer

Flyer

    عزرائیل

  • Utenti
  • 3215 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 04:07

La guerra la devi fare per liberarti del falso io corticale che la società-branco ti impone e devi salire all'Ego divino, senza scambiare la prima per il secondo. Bada bene.

Senza guerra al mondo non puoi ascendere come il Cristo.
Io raccolgo dove non ho seminato.



#42 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 10117 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 04:14

Non subire alcuna influenza esterna è assolutamente impossibile, anche nascendo da soli in una foresta ciò che ci temprerebbe sarebbe la foresta stessa ed i suoi abitanti e il nostro assetto mentale base consterebbe degli stimoli ottenuti dall'ambiente circostante. Il punto è che noi non siamo solo il nostro assetto mentale e quindi solo il nostro Ego, noi nasciamo in quanto Essere e in base a questo siamo capaci di discernere ciò che NOI vogliamo da ciò che l'ambiente in cui nasciamo ci dice che dovremmo volere. Questo però è possibile comprenderlo solo prendendo consapevolezza del fatto che noi in quanto Essere siamo altro da noi in quanto Ego ( e cioè costruzioni mentali e sociali).

Andare oltre questa costruzione mentale significa finalmente acquisire libertà di SCELTA, che non avremo mai fin quando ci identificheremo come un ruolo sociale o un'immagine ideale che il nostro Ego ha stabilito per noi.

Il nostro vero Io non ha ruoli sociali; non si autoimpone limiti perché è nato libero; non aspira ad ottenere la macchina o la casa di lusso, perché non necessita di oggetti materiali con cui rafforzare il proprio senso di identità, in quanto esso stesso nasce completo e perfetto in tutto; non soffre del confronto con l'altro come un attacco personale volto a svilire il proprio senso di sé, poiché esso stesso è prima essenza dell'Essere e niente potrebbe mai svilirlo in alcun modo. 

Senza Ego noi nasciamo pace e quando questo poi sovviene ci vestiamo della nostra armatura e andiamo in guerra. 

più facile a farsi che a dirsi e che mi dici delle imposizioni e condizioni fisiche imposte dalla natura biologica e istintuale? tralasciando le cose materiali superflue che accrescono solo il nostro ego che mi diresti del bisogno ad esempio innato di non stare da soli? e di fare dei figli? oppure del sentimento di sentirsi amati, rispettati e considerati da qualcuno?

non sono anche tutte queste cose che ci rendono schiave inconsciamente del nostro ego? certo si può vivere anche da soli e pure non fare famiglia o avere figli ma 

possono queste cose per davvero liberarci dalla schiavitù egoica e renderci liberi e felici? ne dubito molto


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#43 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 04:32

Che significa abbattere l'ego?
Ego Sum. ..
Togli l'ego e non rimane niente.
Perché il significato di ego è io.
Ma il tentativo di prendere l'ego a bastonate sembra proprio l'annullamento dell'io.
Perché non usare i termini superego, ego smisurato, egoismo, etc...?
Che poi, non sono differenti da un io, io, io, sempre al centro dell'attenzione.
Ci scontriamo sui termini, come potremo incontrarci per confrontare i nostri pensieri?
Per migliorarci?
Per volerci bene...
Beh, almeno per rispettarci!
  • madmax piace questo

#44 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 10117 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 04:39

Che significa abbattere l'ego?
Ego Sum. ..
Togli l'ego e non rimane niente.
Perché il significato di ego è io.
Ma il tentativo di prendere l'ego a bastonate sembra proprio l'annullamento dell'io.
Perché non usare i termini superego, ego smisurato, egoismo, etc...?
Che poi, non sono differenti da un io, io, io, sempre al centro dell'attenzione.
Ci scontriamo sui termini, come potremo incontrarci per confrontare i nostri pensieri?
Per migliorarci?
Per volerci bene...
Beh, almeno per rispettarci!

secondo le tradizioni mistiche delle religioni mediorientali liberarsi dal destino, dalla ruota karmica del Samsara delle rinascite e per il momento si pensa che sia stata una sola persona storica che ci sia riuscita, il fondatore del Buddismo, Siddhattha Gotama

 

https://it.wikipedia.../Gautama_Buddha


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#45 Maxwelly

Maxwelly

    Utente Junior

  • Utenti
  • 90 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 04:43

più facile a farsi che a dirsi e che mi dici delle imposizioni e condizioni fisiche imposte dalla natura biologica e istintuale? tralasciando le cose materiali superflue che accrescono solo il nostro ego che mi diresti del bisogno ad esempio innato di non stare da soli? e di fare dei figli? oppure del sentimento di sentirsi amati, rispettati e considerati da qualcuno?

non sono anche tutte queste cose che ci rendono schiave inconsciamente del nostro ego? certo si può vivere anche da soli e pure non fare famiglia o avere figli ma 

possono queste cose per davvero liberarci dalla schiavitù egoica e renderci liberi e felici? ne dubito molto

 

Nascere completi e perfetti non esclude in automatico il desiderio di compagnia di altri esseri simili, ma anche in questo caso una cosa è ricercare un partner o un amico per validare il proprio Ego (quindi ad esempio mi cerco un compagno/a inferiore a me così da sentirmi rassicurato nella mia condizione di superiorità) e una cosa è per condividere l'esperienza umana a sè, in quanto l'uomo rimane un essere sociale. Il punto è sempre essere liberi di scegliere.

L'uomo senza il proprio Ego è completo e non ha bisogno di altro, di conseguenza ricercherà compagnia perché lo ha consapevolmente deciso, per condividere con l'altro il cammino della vita, che potrebbe condurre comunque da solo, ma che invece SCEGLIE di condividere.

Un uomo soggiogato dal proprio Ego andrà alla ricerca di compagnia perché necessita dell'altro come mero strumento per accrescere la propria egoicità e per questo sarà sempre incapace di vivere la solitudine, perché senza l'altro che validi la sua identità si sentirà incompleto a vita. Di conseguenza la ricerca di compagnia non sarà mai una vera e propria scelta libera da condizionamenti, poiché è costretto a ricercarla, dato che senza morirebbe.


  • Glianta piace questo

#46 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5796 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 05:02

più facile a farsi che a dirsi e che mi dici delle imposizioni e condizioni fisiche imposte dalla natura biologica e istintuale? tralasciando le cose materiali superflue che accrescono solo il nostro ego che mi diresti del bisogno ad esempio innato di non stare da soli? e di fare dei figli? oppure del sentimento di sentirsi amati, rispettati e considerati da qualcuno?
non sono anche tutte queste cose che ci rendono schiave inconsciamente del nostro ego? certo si può vivere anche da soli e pure non fare famiglia o avere figli ma
possono queste cose per davvero liberarci dalla schiavitù egoica e renderci liberi e felici? ne dubito molto


Puoi fare a meno di tutte le cose che hai detto.

#47 skynight

skynight

    Remember on November 5th

  • Utenti
  • 10117 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 06:03

Puoi fare a meno di tutte le cose che hai detto.

eh purtroppo non è fra le mie massime aspirazioni spirituali diventare un asceta eremita :( 


Sotto questa maschera c'è più di semplice carne, c'è un'idea, e le idee sono a prova di proiettile.


#48 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5796 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 06:03

eh purtroppo non è fra le mie massime aspirazioni spirituali diventare un asceta eremita :(


Capisco

#49 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5796 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 06:09

Spero che tutto lo sforzo che compi per attaccare chi ha un pensiero differente dal tuo ti dia almeno un minimo di soddisfazione, anzi anche più della semplice soddisfazione se possibile. Lo dico e te lo auguro sinceramente, davvero.


Perdonalo, tu non lo conosci ma è un noto coprofilo del forum. Non può fare a meno di parlare di cacca e non ha tutte le rotelle a posto.

Comunque osho non piace neanche a me.
L'unica cosa buona che ne è uscita sono le più belle frasi di osho.

#50 Flyer

Flyer

    عزرائیل

  • Utenti
  • 3215 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 06:16

E la capra dov'è?
Io raccolgo dove non ho seminato.

#51 Maxwelly

Maxwelly

    Utente Junior

  • Utenti
  • 90 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 06:17

Perdonalo, tu non lo conosci ma è un noto coprofilo del forum. Non può fare a meno di parlare di cacca e non ha tutte le rotelle a posto.

Comunque osho non piace neanche a me.
L'unica cosa buona che ne è uscita sono le più belle frasi di osho.

 

Ahahahaha neanche a me fa impazzire Osho, continuo a snobbarlo nonostante tutto l'hype xD

Comunque gli auguravo sul serio di ottenere almeno un po' di soddisfazione dai suoi attacchi agli altri, perché altrimenti deve essere dura convivere con tutto quel senso di frustrazione. 



#52 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5796 messaggi

Inviato 28 gennaio 2018 - 06:20

E la capra dov'è?


Sui monti a salutare Heidi

#53 Glianta

Glianta

    Utente Junior

  • Utenti
  • 90 messaggi

Inviato 23 febbraio 2020 - 08:41

Boh.
Nella vita reale sono una persona comunissima.
Quale altro abito dovrei indossare che sono nuda?

Mi dovrei rivestire, casomai.

Ok, in un nuovo inizio.

In un nuovo mondo.

In una nuova progenie.

Cosa non ti va bene di questo?

Spiegamelo che non capisco.
ADIEU

#54 Guest_CROWN_*

Guest_CROWN_*
  • Ospiti

Inviato 23 febbraio 2020 - 11:31

La guerra la devi fare per liberarti del falso io corticale che la società-branco ti impone e devi salire all'Ego divino, senza scambiare la prima per il secondo. Bada bene.
Senza guerra al mondo non puoi ascendere come il Cristo.


Beh, devi liberarti pure della falsa metà, amico mio.
  • Flyer piace questo

#55 Flyer

Flyer

    عزرائیل

  • Utenti
  • 3215 messaggi

Inviato 25 febbraio 2020 - 05:03

Già fatto CROWN, le ultime prove erano volte solo a mettere il sigillo sull'argomento, e dovresti essertene già accorto.

Dopo così tanto tempo ti sei convinto della estrema unzione?

Mitico.
Io raccolgo dove non ho seminato.

#56 Nehelamite

Nehelamite

    Flip Flap

  • Utenti
  • 24028 messaggi

Inviato 25 febbraio 2020 - 07:11

Ah ma quindi Crown e quell'individuo sono compagni di merende? Beh avrei dovuto intuirlo da certe uscite da incel, oh beh :asdsi:


-Flip Flap-


#57 Crispus73

Crispus73

    Utente Senior

  • Utenti
  • 310 messaggi

Inviato 25 febbraio 2020 - 09:43

E' da un po' che non scrivo più su questo forum, ma ogni tanto torno a farvi visita per vedere se ci sono discussioni interessanti. E in questo caso specifico vorrei dire anch'io la mia.
Non sono riuscito a leggere tutti i messaggi di questa discussione, ma vedo che ci sono le opinioni più disparate.

 

Io sono venuto a conoscenza di quello che chiamo "illusione dell'io" o ego, come qui lo chiamate (basta intendersi sul significato), dagli insegnamenti del Cerchio Firenze 77 (un cerchio medianico che ora non esiste più, perchè il medium Roberto Setti è morto nel 1984). Ma prima di allora ignoravo completamente questo concetto e non immaginavo nemmeno che faceva parte di molte filosofie, tra cui soprattutto quelle orientali. Ma per me, che ho appreso i loro insegnamenti, ha un significato ben preciso in quanto si colloca all'interno di una filosofia particolare che spiega com'è strutturato l'individuo uomo, com'è la Realtà (con la R maiuscola in quanto differisce dalla realtà, quella illusoria) e che cosa è Dio.
Quindi, diciamo che, in un certo senso, condivido pienamente quel che dice Arjanedda. Perchè ci sono molte cose da capire prima di dire di dover o voler superare il proprio "ego". Chi è interessato a queste tematiche sa bene di cosa si sta parlando, come ho visto dalla discussione. Però c'è qualcosa che vorrei dire.
Negli insegnamenti del Cerchio Firenze 77 non è mai stato dato nessun metodo per superare il proprio "io". Da quel che ho capito, seguire un determinato metodo signfica, alla fin fine, alimentare il proprio "io". Quindi significa fare il suo gioco. In altre parole è un cane che si morde la coda. Ovviamente lo dico con le mie parole (le guide hanno usato altre parole). Ma allora come si fa a superare "l'illusione dell'io"? L'unico "metodo" è l'osservazione di sè stessi, il famoso "conosci te stesso" (inciso sul tempio di Apollo a Delfi), come hanno detto i più grandi maestri del passato e anche di oggi. Che poi, l'osservazione di sè stessi non sarebbe altro che la consapevolezza. Ma, per quel che io sono riuscito a capire, anche la consapevolezza può essere un'illusione. Perchè bisogna che ognuno capisca da solo per quale motivo fa questa cosa. Che cosa lo spinge a fare questa "consapevolezza". Cioè bisogna fare la consapevolezza per la consapevolezza, senza nessun altro fine nascosto. Il nodo da sciogliere è capire che l'io si nasconde dietro ogni azione o pensiero che noi facciamo. Ma se facciamo questo esercizio di consapevolezza con il fine di eliminare l'ego... allora vuol dire che siamo mossi dall'ego. Quindi, come dicevo prima, è un cane che si morde la coda. Ma bisogna pur cominciare da qualcosa. Allora, io penso che fare questa consapevolezza sia giusto, ma che vada fatta in modo sempre più approfondito. Essere consapevoli di che cosa è che ci spinge ad agire.

Un'altro punto cruciale è lo "sforzo". Lo sforzo che ognuno fa per "cambiare" (per raggiungere una determinata meta) oppure, come nel nostro caso, lo sforzo che si fa per essere consapevoli. Quando non si è più mossi dal proprio ego, le azioni ed i pensieri sorgono "spontaneamente" dal proprio vero Sè. Cioè si agisce e si pensa perchè mossi dal proprio vero Sè (con la S maiuscola). Ma finchè cè uno sforzo in tal senso... Quello che sono riuscito a capire è che l'unico sforzo dev'essere indirizzato verso la conoscenza di sè stessi, verso l'auto-osservazione, la consapevolezza. Ma nel momento in cui si è consapevoli di qualcosa (di essere egoisti per esempio), non bisogna fare nessun altro sforzo per cambiare, perchè questo mostrerebbe che dietro si nasconde l'ego. Quando si è consapevoli di qualcosa, dopo non si deve fare più nulla. E' la stessa consapevolezza che ci libera. Perchè se la consapevolezza è vera, è comprensione di sè stessi, e la comprensione ci farà agire in un modo spontaneo, senza sforzo, come dicevo prima.
 


  • LUMA piace questo

#58 Flyer

Flyer

    عزرائیل

  • Utenti
  • 3215 messaggi

Inviato 26 febbraio 2020 - 11:22

Cristus, mi spieghi come fanno ad "abbattere l'ego" se sono così legati ai loro ruoli, nella vita come pure nei forum?

Vorrei farti notare che sono tutti fossilizzati in questa realtà illusoria, tanto da ostentare quella loro prosopopea culturale facendola passare per "dialogo"?
In effetti se ne fregano di ciò che vede un semplice osservatore esterno, per cui sono incapaci di empatia spontanea, visti i ceppi mentali della "scienza, coscienza e consapevolezza" in cui amano stare incastrati come dotti logorroici, e guai a chi glieli tocca... Sarebbero questi i moderni asceti bodhisattva?
I loro baluardi spirituali sono il marxisimo, il femminismo, lo spiritismo, l'allucinismo, lo scientismo, il nonnismo, il campanilismo e il bannismo, spacciati per pacata compassione.

Dimmelo tu se dico scemenze, vediamo.
Io raccolgo dove non ho seminato.

#59 Nehelamite

Nehelamite

    Flip Flap

  • Utenti
  • 24028 messaggi

Inviato 26 febbraio 2020 - 02:29

I loro baluardi spirituali sono il marxisimo, il femminismo, lo spiritismo, l'allucinismo, lo scientismo, il nonnismo, il campanilismo e il bannismo

 

 

eeee macarena.


-Flip Flap-


#60 Flyer

Flyer

    عزرائیل

  • Utenti
  • 3215 messaggi

Inviato 26 febbraio 2020 - 03:04

Quanto ognuno di noi vive la propria vita in dipendenza del proprio Ego?

Tutto il social branco fattosi "uno", ogni singola tessera, dalla più piccola alla più imponente.

Quanto questo ci rende schiavi? Quanto ci impedisce di connetterci realmente ai VERI noi stessi e al prossimo?

Infinitamente, perchè l'ego sociale è una brutta bestia che somiglia ad un branco di lupi affamati di libere prede, e per primi divora quelli che lo accolgono come liberatore.

Ogni volta che mi fermo a rifletterci lo percepisco lì imponente a gestire lui la mia vita per me, fin quando non mi rimbocco di nuovo le maniche nel cammino della Consapevolezza e Presenza. :)

Ah, allora te ne sei accorto? L'ego è il moderatore della esistenza dei suoi schiavi, il censore del libero arbitrio altrui, il bannatore di chi non obbedisce al social club.

Voi invece come lo vivete? :)

Mandandolo all'Inferno con i suoi posseduti, facile per l'Ego Sum, che non ha schemi, nè parametri d'obbligo verso nessuno che voglia annichilirlo con la sua "compassione" recitata e le sue cervellotiche nozioni socio-scolastiche.

"Abbatti il tuo Ego", tuonano streghe, diavoli e fumati, omettendo di aggiungere lo scopo della loro propaganda: "Così noi possiamo distruggerti con il nostro social-ego".
L'ego volgare è una sporca bestia rossa, piena di rabbia e falsità.
  • Glianta piace questo
Io raccolgo dove non ho seminato.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi