Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

i contatti Marte/Plutone in sinastria


  • Per cortesia connettiti per rispondere
5 risposte a questa discussione

#1 Saramita

Saramita

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 113 messaggi

Inviato 26 ottobre 2017 - 02:04

Ciao a tutti,

Questo topic mi é stato ispirato da una delle recenti discussioni (la violenza in astrologia) in questo forum.
Mi é infatti tornata in mente una relazione in cui avevo questo tipo di contatto con il mio partner: Io ero plutone e lui marte (entrambi in scorpione). La relazione era tormentata, emotivamente e sessualmente intensa piena di scenate, violenza fisica e verbale e, nonostante fossimo pienamente consapevoli di come il rapporto ci stesse consumando non riuscivamo a farne a meno. Lui era letteralmente ossessionato, arrivando a fare cose che per me erano oltre il limite della sopportazione, come minacce, stalking, e in un caso ci fú anche della violenza fisica, momento in cui trovai la forza di lasciarlo.
Mi chiedevo se qualcuno di voi avesse sperimentato questo tipo di aspetto in sinastria, mi piacerebbe sapere la vostra esperienza, in particolare chi era marte, chi plutone e le dinamiche di coppia dal vostro punto di vista.

Personalmente ho vissuto una sola relazione di questo tipo ma da quando é terminata é come se stessi cercando quelle sensazioni ancora e ancora.

Volevo anche sapere dai piú esperti se e quanto questo aspetto agisce diversamente quando le due persone hanno il loro plutone in segni diversi:
Nel caso del mio ex i nostro plutoni erano entrambi in scorpione (e il suo marte congiunto), ora invece ho conosciuto un´ altra persona che ha il suo marte  congiunto al mio plutone in scorpione, ma il suo plutone é in bilancia (dove tra l´altro io ho il mio marte, ma non congiunto).

Fatemi sapere!
A presto


  • BleatmestBora piace questo



#2 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 811 messaggi

Inviato 26 ottobre 2017 - 03:25

Eh, i rapporti tra marte e plutone sono complicatini, anche nel tema natale personale...

 

Plutone rappresenta la volontà profonda, quella del subconscio, e di solito si ancora ad esperienze molto precoci in cui ci si è sentiti a rischio di sopravvivenza. Plutone di solito agisce poco, più che altro mette in atto una forza magnetica, un controllo profondo e nascosto sull'altra persona. Marte invece è molto più esteriore, agisce concretamente, compie azioni concrete. Il marziale in una relazione è quello che sbotta subito, che litiga, si confronta, ma può essere anche quello che prende in mano la situazione, risolve problemi, prenota viaggi, prende iniziative concrete per raggiungere degli obiettivi. E' come se Plutone fosse l'eminenza grigia e Marte la mano armata.

 

Se una persona mette il suo plutone sul marte del parner, a rigor di logica dovrebbe essere quello che nella relazione ha più potere, ma poi bisogna vedere il tema singolo e verificare quanto plutone sia forte. Il marziale della coppia, invece, di solito è quello che diventa un catalizzatore del plutone dell'altro, porta allo scoperto tutte le ombre (la paura, la rabbia, il bisogno di controllo, ma anche in positivo il desiderio sessuale e il profondo interesse). Magari apparentemente il marziale della coppia è quello più tormentato, perché commette azioni plateali e spesso violente, ma in realtà si trova a esprimere cose che appartengono anche all'altra persona, soprattutto se il tema prevede una certa percettività.

 

Certo che avere plutone congiunto a marte di nascita è sempre una bella sfida, perché c'è una profonda corruzione della propria forza. E' come se all'inizio fosse impossibile auto-affermarsi in modo diretto e sereno, spesso si sperimentano nell'infanzia dei veri e propri abusi di forza, ci si trova costretti a falsare e distorcere le nostre azioni, agiamo in modi che tradiscono la nostra natura profonda e ovviamente accumuliamo una quantità incredibile di rabbia. Tra l'altro chi ha questi aspetti nel tema probabilmente canalizza una rabbia che non è solo sua, ma è stata tramandata nella famiglia da diverse generazioni. A volte ci sono, nell'infanzia o nelle generazioni precedenti, storie di violenza e di abusi. Il simbolo dice che l'uso della forza non è stato impiegato correttamente, quindi o ci sono state coercizioni, oppure qualcuno si è castrato e non ha espresso il suo potenziale energetico. E' come un vulcano che ribolle sempre.

 

Plutone in segni diversi dà un'inquadramento diverso alle generazioni... noi con plutone in scorpione abbiamo tutta una nostra dimestichezza con le cose poco chiare, con i pericoli sotterranei... siamo più scafati, siamo nati nel periodo dell'aids e di cernobyl e di mani pulite, nel periodo in cui tutta l'economia è diventata nascosta e corrotta, siamo stati esposti a violenza, sesso e droghe fin da piccoli, tramite i media. Siamo parecchio smaliziati e siamo abituati ad aspettarci sempre da qualche parte un'insidia nascosta. I plutone in bilancia invece sono molto più lineari, sopratutto perché la bilancia tende a proiettare le cose poco armoniose sugli altri, e infatti in quella generazione c'era la tendenza a vedere i cattivi sempre all'esterno. Poi magari esprimono il loro potere nella relazione (o nel semplice fatto di averne una), nell'estetica (credo che il culto dell'immagine sia iniziato a essere preponderante in quel periodo, ma potrei sbagliarmi), o magari nella diplomazia. Qui però vado con la teoria, perché di storia ne so il giusto e di plutoni in bilancia ne conosco pochi.


  • Notte, purple e Saramita piace questo

"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#3 purple

purple

    Utente

  • Utenti
  • 3765 messaggi

Inviato 27 ottobre 2017 - 07:19

Plutone in segni diversi dà un'inquadramento diverso alle generazioni... noi con plutone in scorpione abbiamo tutta una nostra dimestichezza con le cose poco chiare, con i pericoli sotterranei... siamo più scafati, siamo nati nel periodo dell'aids e di cernobyl e di mani pulite, nel periodo in cui tutta l'economia è diventata nascosta e corrotta, siamo stati esposti a violenza, sesso e droghe fin da piccoli, tramite i media. Siamo parecchio smaliziati e siamo abituati ad aspettarci sempre da qualche parte un'insidia nascosta. I plutone in bilancia invece sono molto più lineari, sopratutto perché la bilancia tende a proiettare le cose poco armoniose sugli altri, e infatti in quella generazione c'era la tendenza a vedere i cattivi sempre all'esterno. Poi magari esprimono il loro potere nella relazione (o nel semplice fatto di averne una), nell'estetica (credo che il culto dell'immagine sia iniziato a essere preponderante in quel periodo, ma potrei sbagliarmi), o magari nella diplomazia. Qui però vado con la teoria, perché di storia ne so il giusto e di plutoni in bilancia ne conosco pochi.

 

Plutone in Bilancia è senz'altro più "soft" rispetto a quando si trova in Scorpione. Quindi le tematiche del potere e dell'occulto sono meno centrali nelle carte in questione. Non a caso con Plutone in Scorpione l'occultismo è entrato nella cultura di massa, tra templari, Codice Da Vinci, Harry Potter e chi più ne ha più ne metta. I Plutone in Bilancia, facendo un' ultra-generalizzazione, sono meno propensi all'uso a gamba tesa del potere e appartengono a una generazione dove la sopravvivenza economica pareva scontata e quindi le relazioni interpersonali, l'amore in particolare, erano visti come la sfida maggiore di realizzazione. Il potere stesso, visto che la posizione di Plutone era concomitante con la presenza di Nettuno in Sagittario, è visto come ricerca di armonia di interessi e giustizia, una sorta di idealismo con molti scrupoli. Anche la sessualità, con Plutone in Bilancia, aveva nella cultura di massa sfumature maggiormente venusiane giustamente, mentre con Plutone in Scorpione, c'è stato appunto l'ingresso di prospettive più disinvolte, profonde ma anche contorte, tipiche del segno.



#4 Saramita

Saramita

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 113 messaggi

Inviato 28 ottobre 2017 - 04:13

Non sono sicura di avere un maggiore controllo su di lui, mi sembra piú il contrario. Forse é dovuto al fatto che ho piú pianeti in bilancia:  sole,mercurio, marte (anche la lilith) e forse lui ha piú controllo col suo plutone in bilancia sui miei pianeti personali (anche se sono ben lontani da una congiunzione) che io con il mio plutone in scorpione vicino al suo marte.
L´unica congiunta al suo plutone bilancia é la mia lilith. Potrebbe essere quella? io mi sento molto provocata e confusa dalla sua presenza e la sensazione che ho é proprio quella di una battaglia psicologica che devo vincere a tutti costi, non mi sono mai sentita cosí competitiva e controllante nei confronti dei miei sentimenti verso qualcuno. Con quell altro ragazzo invece sentivo di avere il pieno controllo su di lui e di poter prevedere ogni suo comportamento impulsivo senza alcuno sforzo mentale.



#5 Saramita

Saramita

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 113 messaggi

Inviato 28 ottobre 2017 - 04:16

 



#6 Notte

Notte

    ?

  • Utenti
  • 14757 messaggi

Inviato 28 ottobre 2017 - 04:51

Certo che avere plutone congiunto a marte di nascita è sempre una bella sfida, perché c'è una profonda corruzione della propria forza. E' come se all'inizio fosse impossibile auto-affermarsi in modo diretto e sereno, spesso si sperimentano nell'infanzia dei veri e propri abusi di forza, ci si trova costretti a falsare e distorcere le nostre azioni, agiamo in modi che tradiscono la nostra natura profonda e ovviamente accumuliamo una quantità incredibile di rabbia. Tra l'altro chi ha questi aspetti nel tema probabilmente canalizza una rabbia che non è solo sua, ma è stata tramandata nella famiglia da diverse generazioni. A volte ci sono, nell'infanzia o nelle generazioni precedenti, storie di violenza e di abusi. Il simbolo dice che l'uso della forza non è stato impiegato correttamente, quindi o ci sono state coercizioni, oppure qualcuno si è castrato e non ha espresso il suo potenziale energetico. E' come un vulcano che ribolle sempre.

é verissimo, confermo.
  • Anthony Van De Boer piace questo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi