Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

La civiltà Maya


  • Per cortesia connettiti per rispondere
54 risposte a questa discussione

#1 Myfriend

Myfriend

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3824 messaggi

Inviato 21 ottobre 2017 - 11:34

Mi trovo in Messico ora. E precisamente a Tulum, antica città Maya, uno dei luoghi più significativi (e più belli) della civiltà Maya. E una delle coste più belle bagnate dal Mar dei Caraibi.

Qui siamo 7 ore indietro rispetto all'Italia...per cui ora sono le 18:34.

 

Mayan-Ruins.jpg

 

tour-xelha-tulum-4.jpg

 

Tulum.jpg

 

Anche i Maya, come gli antichi Greci, avevano inventato le colonne.

E anche i Maya, come gli antichi Greci, erigevano i loro templi su delle alture...e, in prossimità del mare, su delle alture a strapiombo sul mare in modo che fossero ben visibili da chi proveniva dal mare stesso. I templi costruiti nella zona "alta" della città avevano lo scopo di "impressionare" coloro che li guardavano da lontano. Erano un "codice" che doveva incutere timore e rispetto.

 

La cosa non funzionò molto bene....perchè, come sappiamo, fu proprio dal mare che vennero coloro che decretarono la fine della civiltà Maya.

 

Furono gli spagnoli a decretare la fine di questa civiltà. Come quella degli Aztechi.

Gli anglosassoni, invece, decretarono la fine della civiltà degli indiani d'America.

Sono cose di cui è bene non essere fieri.

E' mai possibile che l'incontro di due civiltà debba necessariamente tramutarsi in scontro?

Se una persona venisse a casa tua e ti dicesse: "Bella casa tua...belle le tue usanze. Ma sai che ti dico? Io faccio quello che mi pare e continuo a vivere come quando ero a casa mia e se questo ti crea qualche problema arrangiati. Anzi preparati. Tra poco anche tu dovrai cambiare il tuo stile di vita e adeguarti al mio stile di vita, alle mie usanze.", tu che faresti?

 

Spagnoli e inglesi non hanno fatto tutto sto giro di parole. Hanno rubato le chiavi di casa ai vecchi padroni e hanno detto: "Qui prendo tutto io. Quella che una volta era casa tua adesso è casa mia e tu mi farai da servo".

Ma anche il modo subdolo di imporre le proprie regole, i propri usi e costumi senza l'uso eclatante della violenza, non è da meno.

Possibile che le antiche civiltà e il modo in cui sono finite non ci abbiano insegnato nulla?

Possibile che della storia passata delle antiche civiltà ci ostiniamo a non volerne apprendere la lezione?

 

Mah!

Impossibile non farsi domande come queste in posti come questo.

Diciamo la verità...al di là di tutto, per un europeo, questi posti sono un po' imbarazzanti.


  • Menkalinan, arjanedda e JesusDiz piace questo
Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita.

#2 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7526 messaggi

Inviato 22 ottobre 2017 - 06:55

Che posti meravigliosi!

#3 fasiel

fasiel

    pervertito gentiluomo

  • Utenti
  • 4733 messaggi

Inviato 22 ottobre 2017 - 12:56

non c'è nulla di imbarazzante, dopotutto io e tu non abbiamo cercato di rubare ai maya il loro territorio

non mi sento europeo, non ha senso sentirsi europei

 

si puo imparare sentendo l'energia degli oggetti antichi, ma non esiste ancora una tecnologia del genere,

c'è l'ha l'uomo ma dentro



#4 Menkalinan

Menkalinan

    quark charm

  • Utenti
  • 3011 messaggi

Inviato 22 ottobre 2017 - 03:42

Waw ...ti invidio un pò Myfriend  :icon_cool: , sono posti spettacolari e suggestivi.

 

 

"come sappiamo, fu proprio dal mare che vennero coloro che decretarono la fine della civiltà Maya.

Furono gli spagnoli a decretare la fine di questa civiltà. Come quella degli Aztechi."

 

Non solo, nel caso dei Maya ha  influito molto anche il cambiamento climatico con perodi di grande siccità, il sovraffollamento, le guerre;

poi una civiltà che pratica sacrifici umani é destinata a scomparire, le civiltà che non evolvono, (termine che sostieni pure tu) per me, sono condannate al declino e alla fine.


La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere. (Max Planck)


#5 Myfriend

Myfriend

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3824 messaggi

Inviato 22 ottobre 2017 - 05:03

In effetti hai ragione.


Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita.

#6 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 22 ottobre 2017 - 09:23

si. diciamo che ci sono invasioni più esplicite ed altre che lo sono meno.

se i Maya avessero invitato migliaia di spagnoli cancellando le proprie usanze ed abitudini per non offenderli, cosa avremmo detto di loro?

comunque sono invidiosa che bei posti il mio sogno.

#7 Usékar

Usékar

    Utente Junior

  • Utenti
  • 199 messaggi

Inviato 23 ottobre 2017 - 08:05

Ho vissuto un bel po' di tempo nello Yucatàn messicano, conosco bene Tulum e non sono d'accordo che sia uno dei posti più belli e significativi della civiltà Maya.

 

Anzitutto, Tulum è un insediamento cerimoniale costruito nella fase decadente (Postclassico Tardo), attorno al 1200, anche se è stata rinvenuta una iscrizione glifica risalente al VI sec., pare però trasportata lì da un altro sito.

Anticamente aveva il nome di Zamà che significa alba, proprio perché la sua posizione permette di osservare nitidamente il sorgere del sole.

In secondo luogo, a causa dell'inciviltà dimostrata dai turisti, che stavano letteralmente distruggendo il sito, i monumenti più importanti non sono più accessibili da circa una decina di anni.

In realtà, gran parte dei turisti accede al sito solo perché è l'unica maniera per accedere anche alle due bellissime spiagge sottostanti la falesia su cui sorge il sito. Vanno a fare il bagno e prendere il sole costaggiù, poi risalgono e vanno a cambiarsi dentro una delle poche strutture ancora accessibili, spogliandosi e togliendosi la sabbia, qualcuno fa anche i propri bisognini... lo scrivo perché li ho visti, l'ultima volta 3 anni fa (poi, sono tornato in Italia).

 

Ben più importante è il sito di Cobà, che si trova a una cinquantina di km verso l'interno, rispetto a Tulum.

 

Ma se vuoi vedere una vera città Maya di epoca classica, monumentale e veramente splendida, accessibile con una certa difficoltà e quindi poco frequentata, devi andare a Calakmul, cioè Due Colline, il nome che gli archeologi le diedero per via delle sue due altissime e monumentali grandi piramidi.

Sorge in mezzo a una foresta che fa parte di una riserva di quasi 800.000 ettari, gestita direttamente dai Maya del luogo.

Un tempo era nota come Kaan (serpente) ed era appunto l'antica capitale del regno della dinastia della Testa di Serpente.

Per arrivarci è necessario percorrere circa 60 km in mezzo alla foresta e il sito stesso è ancora tutto forestato, per cui oltre ai monumenti si possono vedere un sacco di animali che in quella foresta ci vivono.

Una alternativa, più accessibile ma molto più frequentata, è Palenque, l'antica Lakam Ha (Grandi Acque, se ci vai, quando esci capirai perché).

 

E mi fermo qui... i siti Maya censiti nello Yucatàn sono più di 6000...


  • Furor e dodecaedra piace questo

#8 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 23 ottobre 2017 - 10:53

io avevo sentito che non c'è assolutamente lo stesso tipo di scrupolo relativamente alla sicurezza che c'è in Italia, e che per scalare queste piramidi non esiste attrezzatura o alcun sistema di ancoraggio o punto di sosta.
una persona mi raccontava di turisti a metà dell'immensa scalinata che non avevano più la forza di salire fino alla cima o il coraggio di scendere. non potevano sedersi e stavano a metà strada disperati. dovevano arrangiarsi.

#9 Myfriend

Myfriend

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3824 messaggi

Inviato 23 ottobre 2017 - 11:00

@usekar

 

Si, ma  l'unico sito Maya che si affaccia a strapiombo sul mar dei Caraibi è Tulum.

Da qui la sua bellezza unica.

E Tulum non è un insediamento cerimoniale. Era uno scalo commerciale marittimo.

Da questo la sua significatività.

Fu la prima città Maya avvistata dagli spagnoli il 3 marzo 1517. Da qui la sua significatività storica,

 

Hai vissuto un bel po' di tempo nello Yucatan e non sai queste cose?

Strano.....

E mi fermo qui....che è meglio.

:icon_biggrin:


Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita.

#10 Tyrande Soffiabrezza

Tyrande Soffiabrezza

    Utente Full

  • Utenti
  • 1878 messaggi

Inviato 23 ottobre 2017 - 12:17

Sono stata in Messico, un posto meraviglioso, anche se pericoloso. 

Devo dire che mi ha colpita di più il Guatemala. 

Tikal è qualcosa di straordinario. Andrebbe visto per ultimo, altrimenti tutti gli altri siti Maya perdono di fascino. 

 

@Cimy: confermo, sicurezza quasi zero. 


"La scienza non è democratica: la velocità della luce non si decide per alzata di mano."

 

giphy_1.gif

 


#11 Myfriend

Myfriend

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3824 messaggi

Inviato 23 ottobre 2017 - 01:14

si. diciamo che ci sono invasioni più esplicite ed altre che lo sono meno.

se i Maya avessero invitato migliaia di spagnoli cancellando le proprie usanze ed abitudini per non offenderli, cosa avremmo detto di loro?

comunque sono invidiosa che bei posti il mio sogno.

 

« Una grande civiltà viene conquistata dall'esterno solo quando si è distrutta dall'interno »

 

Prova a chiedere in giro cosa significa essere italiani? cosa significa essere europei?

I più non lo sanno. Sono quelli cresciuti a videogame e canne che pensano di essere i più furbi e ignorano totalmente il fatto che se non conosci le tue radici non sei nulla...sei solo una canna spezzata dal primo vento.


Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita.

#12 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7526 messaggi

Inviato 23 ottobre 2017 - 01:54

Le nostre radici.
Quelle che affondano in terre libere, o quelle faticosamente conquistate, meglio acquisite sui banchi e libri di scuola.
Per questioni politiche, siamo italiani, per questioni politiche siamo europei.
I potenti non fumano canne, troppo grezze, loro si fanno di cocaina o di giovani prede da sedurre.
Tanti modi per essere diversi da ciò che siamo?
E se c'è un problema, la rete offre tecnici ed esperti per ogni causa persa.
Ma quando mi serve risolvere un problema?
Penso in sardo e la soluzione arriva chiara e infallibile.
È rinfrescante, per me, tornare ogni tanto a quelle che considero mie vere radici.

#13 Usékar

Usékar

    Utente Junior

  • Utenti
  • 199 messaggi

Inviato 23 ottobre 2017 - 04:23

In Yucatàn ci sono stato un bel po' e studio le civiltà della Mesoamerica dal 1993.

 

Tulum effettivamente nacque come scalo commerciale, in virtù del suo piccolo spazio portuale ben protetto, poi attorno al 1200 divenne un importante sito religioso.

Quello che viene chiamato Castillo o Acropoli, cioè la più grande ed evidente costruzione che si può ammirare nel sito, quella situata più in alto, a picco sul mar dei Caraibi, era una struttura templare.

Altrettanto sono le strutture che si possono ammirare alla base, poco fuori dal recinto del "Castillo".

In pratica quello che vediamo oggi è una "raccolta" di templi, più o meno grandi, dedicati a varie divinità, e quella che viene considerata l'abitazione dell'Halach Uinic cioè "il grande uomo", vale a dire il Signore, il tutto circondato da una muraglia difensiva.

Copio dal sito ufficiale di Mundo Maya

 

Il Recinto Cerimoniale è circondato da un muro perimetrale di cinque metri di spessore e cinque strette porte che chiudono i tre fianchi di accesso terrestre. All’interno, dietro la Casa del Chultún, si trova la Casa de las Columnas o Gran Palácio, situata fronte a fronte con La Casa del Halach Uinic o Gran Signore, i cui interiori conservano una grande varietà di sculture e pitture.

A un lato, il Tempio dei Freschi, alcuni di essi d’influenza mixteca, fu utilizzato come osservatorio per seguire il movimento del sole. Le pareti interne sono adornate con pitture nelle quali abbondanti serpenti mitologici. Una piattaforma cerimoniale da accesso all’edificio più conosciuto del recinto e più prominente costruzione di Tulum, chiamato Il Castello, che in più alle sue funzioni cerimoniali, compiva con quella di faro, permettendo ai navigatori maya di evitare i pericoli della seconda barriera corallina più lunga del mondo.

Le navi navigavano per mare aperto in parallelo alla barriera corallina e quando vedevano la luce proveniente da “El Castillo”, sapevano il momento per prendere il canale che divideva la barriera corallina. All’interno della torre si vedono le due grandi finestre della facciata illuminate, da luce naturale durante il giorno e con fiaccole nella notte. L’edificio ha una larga scalinata esteriore che conduce, prima a un tempio del tardo post-classico chiamato delle Serie Iniziali, che è coronato da un altro tempio caratterizzato da tre nicchie sul fronte e una straordinaria scultura sotto la nicchia centrale. Sul fronte del Tempio del Dio Discendente, c’è anche una scultura simile alla rappresentazione di una figura che cade o si piega, alla quale si suole associare con il sole di ponente. Questa figura si ripete nell’alto di fasce decorate, a volte con le gambe piegate, come sembrare voler nascondersi.

Dall’altra parte della stupenda spiaggia dei caraibi, contro l’intensissimo azzurro del mare, c’è un tempio situato nell’alto della scogliera dedicata al Vento, che completa gli edifici più importanti di Tulum. Dietro, un cammino o sacbé porta al Cenote che somministrava acqua potabile alla città, e alla logicamente chiamata Casa del Cenote.

Fonte: http://mundomaya.tra...item/tulum.html

 

In pratica, quello che si vede oggi è un insieme di templi e l'abitazione del signore. 

Dove sia situata la zona abitata dai "comuni", se c'è stata, ancora non si sa.

 

Ho visitato il sito l'ultima volta nel gennaio 2014, il degrado era notevole e tutti i templi non erano accessibili, si potevano vedere solo da una certa distanza, un cordone teneva lontani i visitatori.

Lo si vede bene sia nella prima che nella seconda delle foto pubblicate, i visitatori sono a debita distanza dai monumenti, in particolare dal Castillo.

Un tempo non era così, si poteva entrare all'interno dei templi e del palazzo del Castillo, si potevano ammirare gli affreschi che si trovano dentro e vedere da vicino la stele con l'iscrizione glifica del VI sec. che si trova all'interno dell'edificio che si vede in basso sulla destra del Castillo.

Questa stele è ancora un enigma, nel VI sec. Tulum ancora non esisteva, almeno così la pensano gli archeologi, che suppongono che per ragioni religiose quella stele sia stata portata lì, prelevandola da un sito ben più antico.

 

Qui si possono vedere belle fotografie di quasi tutti gli edifici, i cordoni di sicurezza che tengono lontani i visitatori dai monumenti sono ben evidenti

http://www.giuseppef...oba-pdf-rid.pdf

 

Da un punto di vista architettonico, artistico e anche decorativo, Tulum è considerata "decadente", espressione di un periodo della cultura Maya paragonabile ai nostri secoli post imperiali, cioè quelli che vanno dal V all'VIII sec. d.C.

La cultura Maya classica si espresse dal IV sec. a.C. all'VIII sec. d.C., ne sono un esempio appunto Calakmul e Palenque, tanto per citare due siti stupendi che ho nominato in precedenza.

La qualità dei bassorilievi e delle costruzioni che si possono ammirare nei siti di epoca classica è ben superiore a quella che si può riscontrare nei siti edificati dopo il "crollo" della società Maya classica, avvenuto tra il 750 e il 900 d.C., a seconda delle zone.

 

Strano che tu non sappia queste cose, tanto per citare le tue parole.

E mi fermo qui, che è meglio...


  • malia, arjanedda e dodecaedra piace questo

#14 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 23 ottobre 2017 - 06:35

che storie affascinanti :love:

(per il resto
Non litigate e basta con questi "strano che tu non lo sapessi" gnegne che cioè. mica uno deve portare le prove di avere abitato in un posto e giustificarsi mentre l'altro fa il figo perché ci va in vacanza e vorrebbe fare quello che ne sa di più.)
  • Usékar piace questo

#15 Tyrande Soffiabrezza

Tyrande Soffiabrezza

    Utente Full

  • Utenti
  • 1878 messaggi

Inviato 23 ottobre 2017 - 09:15

Qua ci siete stati? :)

 

417409_4447937044999_870960231_n.jpg


  • malia e arjanedda piace questo

"La scienza non è democratica: la velocità della luce non si decide per alzata di mano."

 

giphy_1.gif

 


#16 Myfriend

Myfriend

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3824 messaggi

Inviato 23 ottobre 2017 - 11:05

No.

Però oggi sono stato al Grand Cenote di Tulum....

 

DSC01850.jpg

 

gran-cenote01.jpg

 

gran-cenote-3.jpg

 

 

 

Grand-Cenote-1070x727.jpg

 

Poi sono andato a vedere le rovine dell'antica città Maya di Cobà....

 

 

coba-map.jpg

 

coba1.jpg

 

1200px-Coba1.jpg

 

 

E poi sono tornato nella moderna Tulum e ho fatto un salto sul Mar dei Caraibi alla Playa El Paraiso..... :icon_biggrin:

 

maxresdefault.jpg

 

El-Paraiso-Tulum-photos-Exterior.JPEG


  • malia e arjanedda piace questo
Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita.

#17 Usékar

Usékar

    Utente Junior

  • Utenti
  • 199 messaggi

Inviato 24 ottobre 2017 - 07:27

io avevo sentito che non c'è assolutamente lo stesso tipo di scrupolo relativamente alla sicurezza che c'è in Italia, e che per scalare queste piramidi non esiste attrezzatura o alcun sistema di ancoraggio o punto di sosta.
una persona mi raccontava di turisti a metà dell'immensa scalinata che non avevano più la forza di salire fino alla cima o il coraggio di scendere. non potevano sedersi e stavano a metà strada disperati. dovevano arrangiarsi.

 

Beh, non è proprio così.

Diciamo che in circa 2/3 dei siti che ho visitato, l'accesso alle scalinate era assolutamente libero e non c'era nessun tipo di controllo.

Però, non si deve pensare che tutte le piramidi siano difficili da salire, la stragrande maggioranza è alta non più di 20 mt e ha una scalinata decisamente accessibile, anche se i gradini sono alti circa 30 cm ciascuno.

L'unica "pericolosa" tra quelle che ho visitato, è quella di Ek' Balam, alta circa 40 mt e con una scalinata molto pendente, con gradini alti e pedata stretta. Non ci sono balaustre laterali né corda nel mezzo, salire è faticoso e scendere pericoloso, bisogna essere molto prudenti e scendere lentamente.

 

Negli altri casi, o c'è una grossa corda nel mezzo per aggrapparsi, come si vede nel caso della piramide alta 42 mt del gruppo Nohoch Mul di Cobà, di cui Myfriend ha appena pubblicato una foto, oppure l'accesso è vietato e ci sono cartelli segnaletici e cordoni davanti alla scalinata per impedire il passaggio, come nel caso della piramide principale di Chichen Itza.


  • arjanedda piace questo

#18 Usékar

Usékar

    Utente Junior

  • Utenti
  • 199 messaggi

Inviato 24 ottobre 2017 - 04:30

Dimenticavo.

La pericolosità delle scalinate più alte delle piramidi Maya sta non solo nel fatto che sono alte, con gradini alti, pedata stretta e forte pendenza.

Molto importante è il fatto che si dovrebbero visitare i siti al mattino presto, cosa che i turisti in gruppo in genere non sono in grado di fare.

I siti archeologici non sono vicini alle località turistiche, per es. Chichen Itzà dista circa 1h30min di pullman sia da Cancùn che da Playa del Carmen, Uxmal dista altrettanto da Mérida e più di 2h da Cancùn. In genere i pullman dei tour organizzati passano a raccogliere i turisti dopo le 8:30, per cui raggiungono i siti alle 10, quando va bene.

A quell'ora, il sole è già alto e l'umidità relativa anche, iniziare la salita alle 10:30 significa essere pronti a scendere dopo le 11, quando il sole picchia. Se la scalinata è molto ripida, si è già un po' affaticati dalla salita.

Mettici poi che il turista medio che arriva in pullman è poco abituato a camminare e in genere è in deciso sovrappeso (mi riferisco soprattutto ai nordamericani, che sono di gran lunga i più numerosi) ed ecco che la situazione diventa problematica...

 

La piramide principale di Chichen Itzà è stata transennata perché ci sono state in passato cadute, con danni anche gravi ai turisti interessati.

Ma più che alla ripidità della scalinata e alla sua altezza, che in quel caso sono tutt'altro che eccessive, gli incidenti sono stati causati da un principio di insolazione e dall'affaticamento in persone poco abituate a camminare e/o in sovrappeso.



#19 Myfriend

Myfriend

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3824 messaggi

Inviato 25 ottobre 2017 - 11:18

Da Tulum mi sono spostato a Chetumal, citta vicino al confine col Belize.

Chetumal è la capitale del Quintana Roo, lo stato del Messico situato nella parte orientale della penisola dello Yucatan, la parte che si affaccia sul Mar dei caraibi.

 

Chetumal_aerea.jpg

 

Il mio viaggio è iniziato da Cancun...bè..una meraviglia. Nulla da dire.

 

header-cancun-hotel-zone-CANCUNALLIN0117

 

 

Captura%2Bde%2BTela%2B2017-05-19%2Ba%25C

 

 

Ma torniamo a Chetumal. Oggi ho fatto un salto alla Laguna di Bacalar e al cenote Azul che distano una quarantina di km dalla città.

La laguna di Bacalar è un lago di acqua dolce...anche se sembra di essere sul mar dei Caraibi.

 

albergue-ecocamping-yaxche-bacalar-000.j.

 

Servicios-que-te-ofrece-el-Hotel-Laguna-

 

Bacalar-la-laguna-de-los-siete-colores-8

 

Nella cittadina di Bacalar, che si affaccia sulla omonima laguna, c'è il castello di san Felipe, costruito dagli spagnoli nel 1725 per difendersi da.....da tutti quelli che erano riusciti a fare incazzare. Ed erano tanti.

 

fuerte-1.jpg

 

13572-el-fuerte-de-bacalar.jpg

 

Domani....devo ancora decidere dove andare. :icon_biggrin:


Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita.

#20 Tyrande Soffiabrezza

Tyrande Soffiabrezza

    Utente Full

  • Utenti
  • 1878 messaggi

Inviato 26 ottobre 2017 - 05:56

Cancun mi è piaciuta solo per il mare cristallino. Per il resto è una prostituta acchiappaturisti. Molto più bella Merida, tanto per dirne una.


  • Usékar piace questo

"La scienza non è democratica: la velocità della luce non si decide per alzata di mano."

 

giphy_1.gif

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi