Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Teoria dei sistemi infiniti


  • Per cortesia connettiti per rispondere
1179 risposte a questa discussione

#1141 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3750 messaggi

Inviato 13 ottobre 2020 - 03:05

Lo spazio è radioattivo, luna compresa:

 

"La Luna è più radioattiva del previsto. I dati della sonda lunare cinese Chang’e 4"

 

https://www.blitzquo...-sonda-3224531/

 

Tra Le soluzioni tecniche proposte spicca questa:

 

"Chernobyl, fungo cresciuto nel reattore nucleare protegge dalle radiazioni. Scienziati: “E’ la chiave per vivere su Marte"

 

https://www.blitzquo...attore-3209040/

 

Sintesi:

 

"La vita sulla Terra può sembrare pericolosa, eppure secondo l’astrofisico Paul Sutter, rimane il posto più sicuro che in qualsiasi altra parte dell’universo."

 

https://www.blitzquo...sutter-3207873/


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero




#1142 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 13 ottobre 2020 - 11:05

Lo spazio è radioattivo, luna compresa:

 

"La Luna è più radioattiva del previsto. I dati della sonda lunare cinese Chang’e 4"

 

https://www.blitzquo...-sonda-3224531/

 

Tra Le soluzioni tecniche proposte spicca questa:

 

"Chernobyl, fungo cresciuto nel reattore nucleare protegge dalle radiazioni. Scienziati: “E’ la chiave per vivere su Marte"

 

https://www.blitzquo...attore-3209040/

 

Sintesi:

 

"La vita sulla Terra può sembrare pericolosa, eppure secondo l’astrofisico Paul Sutter, rimane il posto più sicuro che in qualsiasi altra parte dell’universo."

 

https://www.blitzquo...sutter-3207873/

E pensa te, che la Luna sia radioattiva se ne accorgono solo ora!!!! Ma che la terra sia il posto più sicuro dell'universo, non lo sappiamo, probabilmente ci sono un infinità di altri pianeti che sono altrettanto sicuri.



#1143 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 13 ottobre 2020 - 10:09

CO2 in atmosfera: mai così alta in 800.000 anni: sia chiaro che senza CO2 la temperatura media dell’atmosfera sarebbe di -18°. Questo vi da l’idea di quanto siano importanti anche minime variazioni della CO2

Per molte migliaia di anni i livelli di CO2 in atmosfera sono oscillati tra 170 e 280 parti per milione: le cose hanno iniziato a cambiare molto velocemente con l'inizio dell'era industriale.

L'analisi dei dati mostra che procediamo al ritmo di oltre 2 ppm in media in più ogni anno, ma questo fino a 10 anni fa, mentre negli ultimi 10 anni la crescita è stata esponenziale: entro i prossimi 10 anni, se non prima, potremmo raggiungere le 500 ppm (o anche 550 ppm secondo alcuni esperti). Questo anticipa di 40 anni le previsioni: cioè si pensava che le 550 ppm si sarebbero raggiunte entro 50 anni. Negli anni '50, le prime misurazioni di Charles David Keeling evidenziavano concentrazioni stabili attorno a 310 ppm; oggi, in un milione di kg di aria troveremmo oltre 410 kg di anidride carbonica cioè 410 ppm , un terzo in più rispetto alle letture di 60 anni fa ed addirittura più che doppia di quella antecedente all’era industriale.

Gli effetti di tutto questo sono difficilmente immaginabili: gli esseri umani non hanno mai respirato aria così satura di CO2. Sull'ultima volta che si sono toccati tali valori non c'è un accordo, ma potrebbe essere stato nel Pliocene, tra i 4,6 e i 2 milioni di anni fa, o nel medio Miocene (14-10 milioni di anni fa). Ma le 550 ppm si possono far risalire al Cretaceo o al Giurassico, cioè a 60-110 milioni di anni fa, l’epoca dei dinosauri.

Gli aumenti della CO2 nell’atmosfera nella preistoria si pensa siano stati causati da immensi incendi che potevano interessare un intero continente: nella preistoria infatti la terra era tutta ricoperta di foreste. Un altro motivo può essere stata un intensa attività vulcanica, anche se questo è meno probabile dal momento che le eruzioni vulcaniche generano anche ANIDRIDE SOLFOROSA che ha un effetto raffreddante. Per cui le foreste che ricoprivano il pianeta se, assorbendo CO2 hanno contribuito a ridurre la temperatura della terra innescando i periodi glaciali, incendiandosi successivamente hanno dato luogo ai periodi caldi con conseguente scioglimento dei ghiacci. L’importanza della CO2 nel riscaldare l’atmosfera trattenendo i raggi infrarossi è tale che se nell’atmosfera non ci fosse la CO2 la temperatura si attesterebbe sui 18 gradi sotto zero. Ora siamo passati da 170 e 280 parti per milione prima dell’era industriale ai 410 parti per milione attuali. Benché non sia il peggiore gas serra (questo primato spetta al metano), la CO2 è il più abbondante e quello che può maggiormente incidere sul clima: livelli di 550 ppm di anidride carbonica potrebbero causare un aumento della temperatura media globale di 8 °C, ossia quattro in più del limite massimo prospettato . E’ possibile che livelli così alti di CO2 si possano raggiungere più rapidamente del previsto visti gli enormi incendi di interi continenti (es Australia, Siberia, Amazzonia). Inoltre l’aumento della temperatura di 8° C causerebbe lo scioglimento non solo dell’Artide, ma anche dell’Antartide con conseguente rialzo degli oceani di 67 metri. Già ora, che la temperatura media, rispetto a 60 anni fa, è aumentata di 3° centigradi (e non di 1,5 come si sente talvolta dire), già si sono sciolti gran parte dei ghiacciai alpini, si sono sciolti 5 miliardi di m^3 di ghiaccio in Groenlandia, si è praticamente sciolto il Polo Nord determinando problemi enormi per gli orsi bianchi e per le foche e trichechi che devono accontentarsi di qualche zolla di ghiaccio, si stanno sciogliendo tutti i bordi esterni del Polo Sud, e c’è il rischio che si stacchi una zolla di ghiaccio grande tre volte l’Italia e se questo avviene il livello degli oceani potrebbe alzarsi di 1 metro. Andrebbero sott’acqua, Venezia e tutte le città costiere. Il grave è che anche se cercassimo di abolire tutte le emissioni di CO2, la situazione dell’atmosfera è giunta ad un punto tale che la temperatura continuerebbe ad aumentare lo stesso. Questo dipende dal fatto che i 9/ 10 della CO2 è incamerata nell’acqua degli oceani. Questi, più aumenta la temperatura dell’atmosfera più rilasciano CO2 perché pure l’acqua si riscalda; ora si è visto, da studi fatti, che l’incremento esponenziale della CO2 dipende più dagli oceani che dall’attività industriale, si è visto anche, che in questo momento, gli oceani rilasciano molta più CO2 di quella che ci si aspetterebbe, pertanto è un circolo vizioso, più CO2 rilasciano gli oceani, più l’atmosfera si riscalda, e più si riscalda l’atmosfera più CO2 rilasciano gli oceani. C’è da presumere che quei 550 ppm sia una previsione troppo ottimistica.  “”Gli oceanografi ritengono che negli oceani ci sia da 50 a 60 volte più CO2 che nell’atmosfera ed essi sono dei forti accumulatori di questo gas. È stato calcolato che dall’inizio della rivoluzione industriale ad oggi gli oceani hanno emesso circa 2 trilioni di tonnellate di biossido di carbonio (CO2) nell’atmosfera.”” Anche l’ipotesi formulata sulla rivista NATURE che sembra che gli oceani siano diventati meno assorbenti per delle correnti che fanno risalire l’acqua fredda delle profondità in superficie, a mano a mano che la parte alta si riscalda, si è dimostrata errata, in quanto si è visto che questo è un effetto transitorio e molto passeggero ed inoltre limitato alle acque tropicali e subtropicali. Insomma, uno studio successivo ha dimostrato che l’emissione di CO2 è costante e continua.



#1144 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3750 messaggi

Inviato 14 ottobre 2020 - 02:04

E pensa te, che la Luna sia radioattiva se ne accorgono solo ora!!!! Ma che la terra sia il posto più sicuro dell'universo, non lo sappiamo, probabilmente ci sono un infinità di altri pianeti che sono altrettanto sicuri.

 

Qui un articolo sulla radioattività lunare

 

https://www.sciencea...ion-on-the-moon

 

La conclusione è che servono 80 com di regolite per fermare le radiazioni del cosmo .

 

Purtuttavia quel che è carina è l' immagine a corredo, che è in coerenza con l' ampia letteratura spaziale: niente stelle nel cielo, solo quelle della bandiera yankee - quelle della cina che ha fattole misure proprio no - ; la stessa bandiera poi è nel cielo; ancora, niente antenne sugli zaini degli astronauti  (già, la tecnologia va avanti ) ,  sono al buio - come nelle prime missioni lunari - , i massi sono senza polvere sopra e sono levigati come quelli dei fiumi ( inoltre si dà per scontato che siano inerti e non radioattivi visto che li prendono a martellate senza precauzioni); infine il suolo lunare è compatto , altro che le sabbie mobili che le immagini dei telescopi fanno intendere.


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#1145 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 14 ottobre 2020 - 08:57

Qui un articolo sulla radioattività lunare

 

https://www.sciencea...ion-on-the-moon

 

La conclusione è che servono 80 com di regolite per fermare le radiazioni del cosmo .

 

Purtuttavia quel che è carina è l' immagine a corredo, che è in coerenza con l' ampia letteratura spaziale: niente stelle nel cielo, solo quelle della bandiera yankee - quelle della cina che ha fattole misure proprio no - ; la stessa bandiera poi è nel cielo; ancora, niente antenne sugli zaini degli astronauti  (già, la tecnologia va avanti ) ,  sono al buio - come nelle prime missioni lunari - , i massi sono senza polvere sopra e sono levigati come quelli dei fiumi ( inoltre si dà per scontato che siano inerti e non radioattivi visto che li prendono a martellate senza precauzioni); infine il suolo lunare è compatto , altro che le sabbie mobili che le immagini dei telescopi fanno intendere.

 

Ma mi vien da ridere:

 

https://www.meteogio...a-del-previsto/

“”Durante le missioni Apollo gli astronauti erano dotati di strumenti per misurare la radioattività presente sulla Luna, ma per qualche ragione questi dati non giunsero mai a terra. Ora, grazie alla missione spaziale robotica cinese Chang’e 4, atterrata sul lato oscuro della Luna all’inizio del 2019, si è potuto misurare con precisione i livelli di radiazione presenti sul suo suolo. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Science Advances.””

Nota bene: “ ma per qualche ragione questi dati non giunsero mai a terra””

Quindi erano dotati del “contatore geiger” ma non hanno comunicato che sulla Luna la radioattività è 200 volte superiore a quella della terra. Un dato trascurabile………..Chissà poi quali erano le ragioni………



#1146 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3750 messaggi

Inviato 15 ottobre 2020 - 01:15

Intanto, alla chetichella,  la corsaal nuovo Yukon continua, pare siamo in prima linea

 

https://www.ilmessag...sa-5522771.html


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#1147 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 18 ottobre 2020 - 09:53

Dai che IL NUOVO ORDINE MONDIALE fa parte dei SISTEMI INFINITI. Chi crede che siano i capi dei governi che hanno potere sulla nazione non è sulla giusta strada, forse Francesco Amodeo ha le idee chiare:

 



#1148 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3750 messaggi

Inviato 19 ottobre 2020 - 03:06

https://scontent-fco...0db&oe=5FB283E6


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#1149 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3750 messaggi

Inviato 19 ottobre 2020 - 03:09

Sul web  e l' uso dei social

 

"La fogna del comportamento: i commenti social, Ned Flanders, la caccia al colpevole, il tracollo della civiltà"
 

 

https://www.bufale.n...-della-civilta/

 

 

Sbancor l'aveva previsto  piu' di un decennio fa sulle pagine di Indymedia


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#1150 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 21 ottobre 2020 - 10:48

La Forza di Gravità, questa sconosciuta. Proviene secondo voi dal basso o dall'alto, e gli oggetti sono trascinati verso il basso dal vortice che fa ruotare la terra, che fa parte di un vortice maggiore che non è altro che il Sistema Solare:

 

15912700495_51ff339226_c.jpg006ri by Claudio Sauro, su Flickr

 

Questo comporterebbe una serie di conseguenze, che la GRAVITA' non dipende tanto dalla massa, ma dal vortice che la massa crea. E' significativo che l'universo sia strutturato secondo vortici, dall'atomo, ai sistemi planetari, alle galassie, ed ai sistemi di galassie e così via. Se lasciate cadere un oggetto da 1 metro di altezza, per voi cade in perpendicolare, ma per un osservatore esterno cate 127 metri più in là, per la rotazione della terra.



#1151 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3750 messaggi

Inviato 21 ottobre 2020 - 11:21

La gravità per come la vediamo noi, ossia una forza che dalla superfice punta verso il centro della terra, è una risultante.

 

Sono due e passa secoli che è noto , così come sono secoli che è nota la conservazione della quantità di moto.


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#1152 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 22 ottobre 2020 - 07:30

La gravità per come la vediamo noi, ossia una forza che dalla superfice punta verso il centro della terra, è una risultante.

 

Sono due e passa secoli che è noto , così come sono secoli che è nota la conservazione della quantità di moto.

E' una risultante del vortice di etere che cade continuamente verso la terra, ed il sasso che cade, per un osservatore esterno disegna esattamente questo vortice. Poi a mano a mano che scendi verso il centro della terra la gravità decade perchè incontra il vortice che cade in senso opposto, per cui al centro si annulla perchè il controvortice è esattamente identico a quello che avevi considerato. Non c'è altra spiegazione, altrimenti non potresti spiegarti perchè nell'universo tutto si struttura in vortici.Ovviamente poi un oggetto è tanto più pesante quanto più è fitto il reticolo atomico che lo compone, appunto perchè il vortice incontrando un oggetto lo trascina verso il basso quanto più fitto è il suo reticolo atomico oltre al volume ovviamente.



#1153 giuliano47

giuliano47

    Utente Full

  • Utenti
  • 1664 messaggi

Inviato 22 ottobre 2020 - 08:29


Questo comporterebbe una serie di conseguenze, che la GRAVITA' non dipende tanto dalla massa, ma dal vortice che la massa crea. E' significativo che l'universo sia strutturato secondo vortici, dall'atomo, ai sistemi planetari, alle galassie, ed ai sistemi di galassie e così via. Se lasciate cadere un oggetto, per voi cade in perpendicolare, ma per un osservatore esterno cate 127 metri più in là, per la rotazione della terra.

L'accelerazione di gravita' dipende dalla massa, eccome.

Lasciando cadere un oggetto, per noi non cade perpendicolarmente. Forse per te si, ma per noi no.
La cima di una torre solidale con la Terra, ad esempio, ha una velocita' "orizzontale" (chiamiamola cosi', che e' piu' chiaro) maggiore di quella della sua base a causa della rotazione terrestre.
Quindi, per la conservazione della quantita' di moto, man mano che l'oggetto cade ha una velocita' ortogonale alla direzione della caduta sempre maggiore di quella della base della torre ed alla fine, quando tocca terra, e' spostato in avanti, e' spostato verso Est.
Se la torre si trova esattamente su un Polo, li non vi e'  un tipo di rotazione terrestre tale che si possa osservare il fenomeno.

Si era gia' fatto l'esempio in cosenascoste e tu lo avevi capito al punto  #15 di

http://www.cosenasco...e-sulluniverso/

Dove avevi scritto:
"Si' cade in verticale esattamente se sei sul punto esatto del polo, cioè solo in due punti della terra, ma questo mi ero dimenticato di dirlo, mi sembrava superfluo. "
Superfluo avevi scritto? era essenziale!
La caduta perpendicolare esiste solo al Polo.

"ma per un osservatore esterno cade 127 metri più in là, per la rotazione della terra."
Indipendentemente dall'altezza di caduta??

 



#1154 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 22 ottobre 2020 - 09:34

L'accelerazione di gravita' dipende dalla massa, eccome.

Lasciando cadere un oggetto, per noi non cade perpendicolarmente. Forse per te si, ma per noi no.
La cima di una torre solidale con la Terra, ad esempio, ha una velocita' "orizzontale" (chiamiamola cosi', che e' piu' chiaro) maggiore di quella della sua base a causa della rotazione terrestre.
Quindi, per la conservazione della quantita' di moto, man mano che l'oggetto cade ha una velocita' ortogonale alla direzione della caduta sempre maggiore di quella della base della torre ed alla fine, quando tocca terra, e' spostato in avanti, e' spostato verso Est.
Se la torre si trova esattamente su un Polo, li non vi e'  un tipo di rotazione terrestre tale che si possa osservare il fenomeno.

Si era gia' fatto l'esempio in cosenascoste e tu lo avevi capito al punto  #15 di

http://www.cosenasco...e-sulluniverso/

Dove avevi scritto:
"Si' cade in verticale esattamente se sei sul punto esatto del polo, cioè solo in due punti della terra, ma questo mi ero dimenticato di dirlo, mi sembrava superfluo. "
Superfluo avevi scritto? era essenziale!
La caduta perpendicolare esiste solo al Polo.

"ma per un osservatore esterno cade 127 metri più in là, per la rotazione della terra."
Indipendentemente dall'altezza di caduta??

Ma certamente, concordo in pieno, ma coss'è quest'ETERE?? Ti riporto uno stralcio di Leonardo Angeloni:

 

""La visione dell’universo che deriva da questa trattazione è quindi  completamente diversa da quella prospettata da Einstein nella sua teoria della relatività: in questa visione, la terra e gli altri pianeti, il sole e tutte le altre stelle sono immersi in un campo elettromagnetico conservativo determinato dalla distribuzione delle cariche  elettromagnetiche sia di elettroni spaiati con il loro momento di spin, sia di elettroni accoppiati con spin antiparallelo o dei nuclei, che sono parti costituenti di tutta la materia.
Ritorna così in campo il concetto di etere così caro a Maxwell e Lorentz e abbandonato più di cento anni fa. Naturalmente non si tratta di un etere materiale come quello postulato da Cartesio, cioè di un cielo, od atmosfera, che si muove con il nostro mondo come gli altri cieli si muovono con il loro mondo ma di un campo conservativo, analogo al campo gravitazionale, generato anche esso dalla materia e che si muove con il nostro pianeta e con la nostra galassia.
Le leggi dell’elettrodinamica classica, di cui la costanza della velocità della luce nel vuoto è un elemento basilare, si occupa quindi delle modalità del trasporto di questi quanti di energia a cui non è associata nessuna massa e nessuna velocità propria ma solo di un vettore di propagazione perpendicolare ai vettori di oscillazione del campo elettrico e del campo magnetico senza nessuna necessità di orologi che rallentano o di regoli che si accorciano""

 

Io Correggerei "analogo con il campo gravitazionale" in "coincide con il campo gravitazionale"

 

Ci rifacciamo in sostanza a quel Principio dell'1, che è tanto sottolineato da A nella sua spiegazione della negazione del tempo:

""Ma le grandezze universali sono tutte identiche e né può concepirsi un tempo, perché gli elementi sono semplici e l’elemento universale è l’”1” che solo in aggiunta ad altri può dare un apparenza relativa""

 

Poi è chiaro che il VORTICE o meglio la SPIRALE nella quale tutto si configura, deve essere necessariamente una legge universale, per cui possiamo dire che l'aggiunta di altri elementi semplici avviene sempre secondo questa modalità.



#1155 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3750 messaggi

Inviato 26 ottobre 2020 - 10:30

O delle "meccaniche celesti" e dintorni :

 

https://it.wikipedia...rza_di_Coriolis

 

 

https://www.youmath....itazionale.html

 

La fisica classica, un cult.


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#1156 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 28 ottobre 2020 - 10:31

Vi assicuro, è tutto mio, per cui se ho sbagliato qualcosa nei calcoli, vi prego, correggetemi:

 

 

QUANTE FUSIONI AVVENGONO IN UN SECONDO IN 1 GR (TERRESTRE) DI IDROGENO AL CENTRO DEL SOLE.

 

Per calcolarlo, dobbiamo calcolare quanti atomi ci sono in 1 gr di Idrogeno terrestre. Chiaramente che l’idrogeno sia più o meno compresso non ha importanza, il numero di atomi resta sempre lo stesso. Per un calcolo accurato e preciso dobbiamo ragionare passando per le moli. Confrontiamo 1g di H2 e 1g di O2 e vediamo chi ha più atomi:

MM H2 = 2,016 g/mol (l' idrogeno è sotto forma di molecole biatomiche)

MM O2 = 32 g/mol (l' ossigeno è sotto forma di molecole biatomiche)

moli di H2: 1g / 2,016 g/mol = 0,496 mol

moli O2: 1g / 32 g/mol = 0,03125 mol

Per sapere il numero di atomi moltiplichiamo prima per il numero di Avogadro:

n° molecole di H2: 0,496 mol * 6,022 * 10^23 molecole = 2,987 * 10^23 molecole x 2 = 5,974 * 10^23 atomi di H2

QUANTI SECONDI IN UN ANNO: 60X60 (min)X60 (ora)X24 (giorno)X360 (giorni dell’anno)= 1866240000 (sec in un anno)= che se moltiplichiamo per 12 miliardi = 223948800000000000000 e se riduciamo, tutti i numeri a zero, visto che è il numero di zeri che ci interessa abbiamo 21 (ventun) zeri

10^23 - 10^21 = 10^2 Cioè nel sole mediamente avvengono 100 reazioni di fusione per grammo(terrestre) ogni secondo (circa).

Poiché si calcola che il 90% della massa del sole sia concentrata nel nucleo del sole che ha forma ellittica e dove la pressione raggiunge la 400 milioni di atmosfere si può ragionevolmente dire che nel nocciolo interno avvengono 100 reazioni di fusione al secondo per grammo di idrogeno, e questo giustifica la lunga vita del sole. Nella parte esterna non avvengono fusioni, ma semplicemente i protoni, salendo in superfice si scindono in neutroni ed elettroni (i protoni hanno una vita massima di 15 minuti). Questo scarsissimo numero di fusioni che avvengono ogni secondo, calcolando che 1 gr di idrogeno ha un numero di atomi di 10 seguito da 23 zeri, ci conferma che il Boscoli ha ragione, la fusione all’interno del sole non può che essere fredda (io direi tiepida) e cioè con una temperatura inferiore a quella che vi è in superficie. E’ anche presumibile che sia omogenea, con un maggior numero di fusioni (per collasso dell’elettrone sul protone)leggermente maggiore se ci avviciniamo al nocciolo più interno, fusioni che forse raggiungono le 400-500 al secondo per grammo, ma sempre un numero irrisorio se si considera il numero di atomi per grammo. E’ chiaro che poi i neutroni che si sono formati tenderano a combinarsi con neutroni (anche se molti di questi vengono spinti verso l’esterno) e nel contempo a combinarsi con elettroni vaganti formanto in tal modo tutti gli elementi della TAVOLA STECHIOGENETICA. Gli alementi più giganti viaggerano lentamente verso il nucleo del solo, formando nel nucleo del sole un nocciolo duro, non eccessivamente caldo, la presione infatti non è un motivo di temperatura se non nel lasso di tempo in cui viene esercitatata, una volta esauritasi ha accelerazione verso forme di pressione maggiori, la temperatura si stabilizza inferiore a quello nel quale la pressione veniva esercitata. Nelle stelle giganti la pressione è certamente maggiore, però non proporzionalmente alla massa perché l’enorme flusso di protoni che sale in superficie riduce la pressione causata dalla gravità, intendo dire che quanto maggiore è il flusso di protoni tanto più si compensa verso il basso la pressione interna. Questo ci fa dedurre un'altra cosa, e cioè che una certa pressione non potrà mai essere superata così come un certo numero di fusioni non potranno mai essere superati (la materia ha un limite di pressione), e non è neppure ipotizzabile in un oceano di idrogeno e suoi isotopi delle reazioni immediate ed imponenti come avviene nella bomba H, perché questo innescherebbe inevitabilmente una reazione a catena e la stella esploderebbe. Nel caso si verificasse una reazione simile a quella della H avremmo una supernova, fenomeno che può avvenire ma è assai raro, visto il numero di stelle che costantemente osserviamo. Ma queste considerazioni ridimensionano anche i Buchi Neri, i quali non possono che essere stelle che rispondono a queste leggi, e non a “particolarità” come si è invocato.



#1157 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 28 ottobre 2020 - 11:58

MA COME PUÒ ESSERE STRUTTURATO IL SOLE??

 

Noi abbiamo presupposto che sia composto prevalentemente di Idrogeno, e di Elio che via via che si forma sale lentamente in superficie (per il maggior peso). Ma questa visione potrebbe non essere esatta, dal momento che nella fusione si formano , anche se in misura minore, tutti gli elementi della Tavola Stechiogenetica, ma proprio tutti, ci possiamo chiedere?? Secondo studi fatti, si è visto che gli elementi pesanti si formano in percentuale sempre minore a seconda del peso, per cui il Carbonio, che ha 12 atomi di Idrogeno, si forma con una percentuale che è di uno a 100 (cioè 1 al secondo per Gr di Idrogeno), la percentuale del Molibdeno, che ha 96 atomi di idrogeno nel nucleo,  si forma con una percentuale che non è 100 volte moltiplicato 10 ma 100 elevato al quadrato, cioè la formazione di elementi pesanti è estremamente modesta. Sia chiaro che la combinazione dei nuclei semplici in nuclei complessi è del tutto casuale. Posto questo si può fare un calcolo di quanta è la consistenza del nucleo solido in 5 miliardi di anni. Posto che in 5 miliardi di anni i secondi sono circa 103948800000000000000 di secondi, si può fare facilmente il calcolo di quanti atomi pesanti si formano e precipitano al centro del sole. Il calcolo lo lascio fare a voi perché io ora vado a letto. Comunque, in 5 miliardi di anni, penso che si sia formato un nucleo consistente, forse del diametro di 12 mila Km (come la terra), ma composto prevalentemente di atomi relativamente leggeri, Litio, Berillio, Boro, Carbonio, Azoto, Ossigeno, Fluoro, Neo, Sodio ecc. Ma allora come si possono essere formati gli atomi pesanti?? Osmio, Iridio, Platino, Oro, Mercurio, Tallio, Piombo, Bismuto, Polonio , Uranio. Si sono formati da una lenta maturazione nel nucleo di elementi più leggeri, che data l’altissima pressione (si può arrivare nel centro del nucleo anche al miliardo di atmosfere) si sono lentamente combinati fra loro in elementi pesanti, e molto pesanti. Ciò ha richiesto miliardi di anni, ma questo è confermato dal fatto, che nell’esplosione nucleare, dove si sviluppano decine di miliardi di atmosfere, si formano in poche frazioni di secondo, tutti gli elementi della Tavola Stechiogenetica.



#1158 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3750 messaggi

Inviato 29 ottobre 2020 - 02:59

Il sole è fatto di ferro:

 

"Per anni gli astrofisici hanno pensato al Sole come a un'enorme massa di idrogeno. Al congresso annuale della Meteorical Society americana, però, un astronomo ha presentato nuove prove a favore di una teoria secondo cui l'elemento più abbondante nella nostra stella sia in realtà il ferro. Oliver Manuel, dell'Università del Missouri a Rolla, sostiene infatti che solo una piccola frazione del calore del Sole sia generata dalla fusione dell'idrogeno: la maggior parte proverrebbe dal nucleo ricco di ferro di una supernova esplosa alcuni miliardi di anni fa. "Il Sole si è formato sul nucleo di una supernova collassata ..."

 

https://www.lescienz...l_sole_-589332/

 

https://www.lescienz...i_ferro-590110/

 

In ogni caso il sole (e quindi le stelle) sono sempre un rompicapo, ad inziare dalla storia della corona*:

 

"La corona solare nasconde un segreto che da quasi un secolo gli astronomi cercano di svelare: lo strato più esterno dell’atmosfera solare raggiunge temperature di milioni di gradi, centinaia di volte superiori a quelle della stessa superficie del Sole."

 

 

https://www.galileon...-corona-solare/

 

Una spiegazione pare sia stata trovata dalla fisica del plasma

 

" Le onde di Alfvén, inoltre, non sarebbero solo responsabili del riscaldamento della corona, ma produrrebbero anche un’accelerazione del potente vento solare.  Un flusso di particelle che, soffiando a più di un milione e mezzo di chilometri orari, viaggia per tutto il sistema solare, influenzando i campi magnetici e l’atmosfera dei pianeti, compresa la Terra."

 

 

 

 

*

 

https://www.universo...-dalle-eclissi/

 

Ebbene si,  intorno al sole c'è il plasma, il resto viene da sè.


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#1159 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 29 ottobre 2020 - 11:04

Il sole è fatto di ferro:

 

"Per anni gli astrofisici hanno pensato al Sole come a un'enorme massa di idrogeno. Al congresso annuale della Meteorical Society americana, però, un astronomo ha presentato nuove prove a favore di una teoria secondo cui l'elemento più abbondante nella nostra stella sia in realtà il ferro. Oliver Manuel, dell'Università del Missouri a Rolla, sostiene infatti che solo una piccola frazione del calore del Sole sia generata dalla fusione dell'idrogeno: la maggior parte proverrebbe dal nucleo ricco di ferro di una supernova esplosa alcuni miliardi di anni fa. "Il Sole si è formato sul nucleo di una supernova collassata ..."

 

https://www.lescienz...l_sole_-589332/

 

https://www.lescienz...i_ferro-590110/

 

In ogni caso il sole (e quindi le stelle) sono sempre un rompicapo, ad inziare dalla storia della corona*:

 

"La corona solare nasconde un segreto che da quasi un secolo gli astronomi cercano di svelare: lo strato più esterno dell’atmosfera solare raggiunge temperature di milioni di gradi, centinaia di volte superiori a quelle della stessa superficie del Sole."

 

 

https://www.galileon...-corona-solare/

 

Una spiegazione pare sia stat trovata dalla fisica del plasma

 

" Le onde di Alfvén, inoltre, non sarebbero solo responsabili del riscaldamento della corona, ma produrrebbero anche un’accelerazione del potente vento solare.  Un flusso di particelle che, soffiando a più di un milione e mezzo di chilometri orari, viaggia per tutto il sistema solare, influenzando i campi magnetici e l’atmosfera dei pianeti, compresa la Terra."

 

 

 

 

*

 

https://www.universo...-dalle-eclissi/

 

Ebbene si,  intorno al sole c'è il plasma, il resto viene da sè.

 

Ma, non capisco come facciano “LE SCIENZE” a sostenere una teoria così strampalata. Intanto in una SUPERNOVA (sai almeno cos’è) non si forma solo FERRO, ma tutti gli elementi della tavola STECHIOGENETICA. Ci sono molte nubi di supernove esplose, ed il FERRO (stando alle analisi spettrografiche) è rappresentato in maniera minima. Se dovesse collassare qualcosa, certamente non collassa solo il FERRO ma anche tutti gli elementi più pesanti che si sono formati. Se dovessimo presupporre un nucleo solido, dovremmo pensarlo composto da tutti gli elementi più pesanti della TAVOLA STECHIOGENETICA. Il FERRO, con il peso di 55, sarebbe uno degli ultimi, e potrebbe formare la superficie del nucleo. Relativamente alla CORONA che può raggiungere milioni di gradi, questo era già stato spiegato da molto tempo. Sai da cosa è data la temperatura?? Dall’ampiezza e dalla velocità di oscillazione degli atomi e delle molecole. Ora in un ambiente estremamente rarefatto tale ampiezza diventa enorme, e quindi la temperatura va altissima, mentre in un ambiente in cui la pressione è di 400 milioni di atmosfere, o addirittura di 1 miliardo di atmosfere come nel nucleo del sole, tale ampiezza diventa minima, praticamente si annulla, gli atomi si avvicinano fino a fondersi in elementi più pesanti. Per questo il Boscoli sosteneva che nel nucleo la temperatura è bassa., addirittura lui proponeva, in base alla pressione, lo zero quasi assoluto. Relativamente a molte meteore che ci giungono a terra e che sono ferrose, questo può spiegarsi anche se il nucleo è piccolo, come sostenevo io, perché tale nucleo, sarebbe costituito da elementi più pesanti solo andando verso il centro, mentre in superficie sarebbe costituito da elementi più leggeri, appunto il ferro che incontrando delle correnti fortissime ascensionali, verrebbe poi espulso dalla superficie, o più probabilmente non è altro che l’esito di supernove che sono esplose in precedenza. Ma la maggioranza delle meteore non sono di ferro, sono di ghiaccio, ma queste non giungono a terra, perché si disintegrano appena entrano in atmosfera. Ma certamente dalle supernove che sono esplose non ci giunge solo il ferro, ma tutti gli elementi della tavola stechiogenetica. Ed in effetti questi sono rappresentati tutti anche sulla superficie terrestre, come spiegheresti altrimenti l’oro presente in certe zone che forma dei veri e propri filoni?? Certamente il sole si è formato in seguito all’esplosione di una supernova, ma questo non giustifica che sia prevalentemente di ferro, visto che anche nell’esplosione di una supernova quello che è presente più abbondantemente è l’IDROGENO, e questo almeno per il 80% (il resto è quasi tutto Elio) , gli elementi più pesanti, oltre che nel nucleo, roteano attorno alla massa di idrogeno e vanno a costituire i pianeti, che se piccoli lasciano fuggire i gas leggeri (idrogeno, ossigeno ecc), se grandi, come Giove e Saturno li trattengono, o addirittura, per la maggior parte ne sono costituiti. Se fosse di ferro il sole, moltissime altre stelle sarebbero di ferro, così abbiamo scoperto che metà dell’universo è di ferro.Ma l'elemento base dell'universo è l'Idrogeno, e di Idrogeno sono fatte le stelle.



#1160 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3750 messaggi

Inviato 30 ottobre 2020 - 12:23

C'è mica bisogno che ti agiti e di ricorrere allo "straw man argument" dicendo "questo almeno lo sai?" et similia.

 

Allora :

 

"Sai da cosa è data la temperatura?? Dall’ampiezza e dalla velocità di oscillazione degli atomi e delle molecole. Ora in un ambiente estremamente rarefatto tale ampiezza diventa enorme, e quindi la temperatura va altissima, mentre in un ambiente in cui la pressione è di 400 milioni di atmosfere, o addirittura di 1 miliardo di atmosfere come nel nucleo del sole, tale ampiezza diventa minima, praticamente si annulla, gli atomi si avvicinano fino a fondersi in elementi più pesanti. Per questo il Boscoli sosteneva che nel nucleo la temperatura è bassa., addirittura lui proponeva, in base alla pressione, lo zero quasi assoluto. Relativamente a molte meteore che ci giungono a terra e che sono ferrose, questo può spiegarsi anche se il nucleo è piccolo, come sostenevo io, perché tale nucleo, sarebbe costituito da elementi più pesanti solo andando verso il centro, mentre in superficie sarebbe costituito da elementi più leggeri, appunto il ferro che incontrando delle correnti fortissime ascensionali, verrebbe poi espulso dalla superficie, o più probabilmente non è altro che l’esito di supernove che sono esplose in precedenza"

 

Ora le meccaniche celesti dicono che il campo gravitazionale all' interno di un asfera piena (alias pianeta, stella etc) cresce linearmente con la distanza dal centro della sfera fino a raggiungere il suo valore massimo sulla sua superfice. Ossia al centro della sfera l'attrazione gravitazionale  è "zero"  mentre è massima sulla sua superficie.

 

Pertanto come fa la pressione (forza per unità di superfice)  al centro della sfera ad essere dell' ordine del milione di atmosfere ?

 

Poi:

"Ma la maggioranza delle meteore non sono di ferro, sono di ghiaccio, ma queste non giungono a terra, perché si disintegrano appena entrano in atmosfera."

 

Sarà stato consultato un qualche data base di una università aliena *  non noto ai piu' - chissà se usano anche loro l'ansi sql ? .

 

 

Infine:

"Se fosse di ferro il sole, moltissime altre stelle sarebbero di ferro, così abbiamo scoperto che metà dell’universo è di ferro.Ma l'elemento base dell'universo è l'Idrogeno, e di Idrogeno sono fatte le stelle."

 

Non è proprio così  semplice, le cose di madre natura, come al soiito,  sono molto complesse.

 

Da

 

"A decades-long dispute over how much carbon, nitrogen and oxygen lie within our closest star has implications for the entire universe"

 

https://www.scientif...m-with-the-sun/

 

"Surprisingly, no one knows the stars’ exact chemical composition: how many carbon, nitrogen and oxygen atoms they have relative to hydrogen, the most common element.

These numbers are crucial, because they affect how stars live and die, what types of planets form and even how readily life might arise on other worlds."

 

Si, la spettoscopia mostra tanto idrogeno** in giro per l' universo, dà una stima della composizone di quel che si vede nei telescopi ***,  ma siamo ben lungi dal risucire a quantificare correttamente le composizioni elementari degli oggetti lontani perduti negli abissi del cosmo .

 

 

 

*

"è così fino a prova contaria"

https://nonciclopedi..._ad_ignorantiam

 

 

**

anche in forme inaspettate

 

https://en.wikipedia...atomic_hydrogen

 

***

e questo permette di fare delle classificazioni

 

https://it.wikipedia...azioni_stellari


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi