Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

La Natura "impossibile"


  • Per cortesia connettiti per rispondere
94 risposte a questa discussione

#21 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2907 messaggi

Inviato 26 maggio 2017 - 01:46

scusa eh.
eretico scientificamente parlando è chi rifiuta le conclusioni della scienza. o no?

In questo caso si esatto.


6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#22 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 22863 messaggi

Inviato 26 maggio 2017 - 03:39

La natura mi ha sempre affascinato enormemente sia per quanto riguarda il mondo animale che quello vegetale, fu la mia prima passione da bambino e l'eterna mestra.

 

 

La natura non è maestra, ma imputata, e tu non sei lo scolaro ma il giudice.

Se vuoi capirla, guardare "quant'è bella" non ti serve a niente, conoscere è fare, non contemplare.

La natura non ha un orchestraio, la natura non insegna niente, prima si capisce questo, prima la si smette con certe pippe.

 

 

 

Proprio questa è una delle cose che per me vacilla enormemente almeno detta così, se la scienza dice questo secondo me è una supercazzula. Siamo d'accordo che l'animale non evolve consapevolmente e volutamente, che queste modifiche non sono volute e cercate, ma negare che il fine sia proprio quello di assmigliare al seprente per confondere o impaurire il predatore. "Basta" l'evoluzione? E chi la dirige l'evoluzione se siamo d'accordo che l'animale stesso non può farlo? Il caso? Beh qui francamente mi viene proprio da ridere, diciamo allora che chiamiamo caso qualcosa che non comprendiamo e almeno ci mostriamo modesti.

 

 

Mah, discutere di fini essendo a digiuno di filosofia, e di evoluzione senza sapere di cosa si parla, per me è questo da ridere.

Non c'è bisogno di nessun "chi" a dirigere l'evoluzione, il mutamento non ha un fine - solo gli esseri umani hanno fini, leggiti Kant - ma avviene e basta: ora, se tale mutamento è positivo, l'esemplare mutato ha la possibilità di tramandare i suoi geni e la specie sopravvive, se il mutamento è negativo, bon, la bestia muore e bella lì.

Hai una vaga idea del numero di specie che si sono avvicendate in secula seculorum sulla Terra? Di quante se ne sono estinte, di quante non abbiamo la benché minima traccia fossile? Milioni, ma che dico milioni, miliardi. L'evoluzione è un terno a lotto? No, l'evoluzione è una scimmia che batte a macchina casualmente per ere e ogni tanto compone testi di senso compiuto, ecco cos'è.

Poni i tuoi limitati orizzonti in un'ordine temporale incredibilmente vasto, inverti il tuo punto di partenza - non è l'animale che si adatta all'ambiente, è l'ambiente che uccide gli animali che non si adattano - e forse, e dico forse, il concetto di "caso" non ti sembrerà più tanto assurdo.

 

Una falena col disegno di un teschio sul dorso, in stile Il Silenzio degli Innocenti, non è nulla di inspiegabile in tal contesto, basta aprire la mente.

E del resto, se Dio dovesse intervenire ogni secondo nella sua creazione per dirigere l'evoluzione, sarebbe un cattivo orologiaio.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#23 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7526 messaggi

Inviato 26 maggio 2017 - 05:54

Il caso, interviene sempre e comunque, ovunque guardiamo.
Perché?
Perché non avendo altre risposte a:
Come fa un fungo a spuntare così bianco da un terreno scuro e argilloso?
Come fanno i fiori di calceolaria ad avere tutti quei puntini, non possedendo né matita nè pennelli? Etc...
Non lo sappiamo, né mai lo sapremo.
Che possiamo, allora dire?
Bislacco, imprevedibile, un caso!

#24 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2907 messaggi

Inviato 26 maggio 2017 - 05:56

La natura non è maestra, ma imputata, e tu non sei lo scolaro ma il giudice.
Se vuoi capirla, guardare "quant'è bella" non ti serve a niente, conoscere è fare, non contemplare.
La natura non ha un orchestraio, la natura non insegna niente, prima si capisce questo, prima la si smette con certe pippe.




Mah, discutere di fini essendo a digiuno di filosofia, e di evoluzione senza sapere di cosa si parla, per me è questo da ridere.
Non c'è bisogno di nessun "chi" a dirigere l'evoluzione, il mutamento non ha un fine - solo gli esseri umani hanno fini, leggiti Kant - ma avviene e basta: ora, se tale mutamento è positivo, l'esemplare mutato ha la possibilità di tramandare i suoi geni e la specie sopravvive, se il mutamento è negativo, bon, la bestia muore e bella lì.
Hai una vaga idea del numero di specie che si sono avvicendate in secula seculorum sulla Terra? Di quante se ne sono estinte, di quante non abbiamo la benché minima traccia fossile? Milioni, ma che dico milioni, miliardi. L'evoluzione è un terno a lotto? No, l'evoluzione è una scimmia che batte a macchina casualmente per ere e ogni tanto compone testi di senso compiuto, ecco cos'è.
Poni i tuoi limitati orizzonti in un'ordine temporale incredibilmente vasto, inverti il tuo punto di partenza - non è l'animale che si adatta all'ambiente, è l'ambiente che uccide gli animali che non si adattano - e forse, e dico forse, il concetto di "caso" non ti sembrerà più tanto assurdo.

Una falena col disegno di un teschio sul dorso, in stile Il Silenzio degli Innocenti, non è nulla di inspiegabile in tal contesto, basta aprire la mente.
E del resto, se Dio dovesse intervenire ogni secondo nella sua creazione per dirigere l'evoluzione, sarebbe un cattivo orologiaio.

La natura non insegna niente basta con le pippe... Facciamo così, hai vinto! Ciaone!😉

6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#25 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 22863 messaggi

Inviato 26 maggio 2017 - 06:24

La natura non insegna niente basta con le pippe... Facciamo così, hai vinto! Ciaone!

 

 

Questa sì ch'è un'argomentazione. Oxford? cit.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#26 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2907 messaggi

Inviato 26 maggio 2017 - 06:38

Questa sì ch'è un'argomentazione. Oxford? cit.

Veramente Oxford non c'entra nulla ho solo citato te, hai vuoti di memoria o è arrivata l'egregora del secondo turno? O.o E non ho considerato che valesse la pena parlarne perchè aldilà del discorso sul "caso" riguardo il quale ho ben spiegato come la penso, se dici che dalla natura non si impara nulla e che il mio dire che la vedo come maestra equivale a una pippa partiamo da visioni tanto lontane che qualunque confronto sarebbe inutile, pensa che per me nulla insegna come la contemplazione della natura e in nulla vedo l'opera divina come nella natura stessa! Puoi parlare di tutte le citazioni oxfordiane che vuoi o darmi del pazzo, io credo che neanche vale la pena di andare avanti e persino di risponderti, figurarsi fare addirittura una argomentazione!

"Il caso, interviene sempre e comunque, ovunque guardiamo.
Perché?
Perché non avendo altre risposte a:
Come fa un fungo a spuntare così bianco da un terreno scuro e argilloso?
Come fanno i fiori di calceolaria ad avere tutti quei puntini, non possedendo né matita nè pennelli? Etc...
Non lo sappiamo, né mai lo sapremo.
Che possiamo, allora dire?
Bislacco, imprevedibile, un caso!"
Posso essere d'accordo per alcuni casi come quelli citati anche perché pur sforzandomi non vedo grandi misteri nella presenza di punti bianchi su un fungo nonostante l'assenza di una matita! Non lo sono su casi come quello ormai famoso del bruco che si mimetizza da serpente per confondere il predatore, l'intelligenza a monte per me è tanto evidente che solo un cieco non la noterebbe, anzi se gli venisse descritta credo che anche lui se ne accorgerebbe. Per la cronaca e prima che lo tiri fuori, non ho nominato Dio, non penso che si intrometta addirittura lui in certe faccende.. :) Ciò non toglie che non credo possibile che sia il bruco direttamente ad architettare tutto, ancor più delirante per me è attribuire la cosa al caso.

6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#27 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 22863 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 02:51

Opera divina. Mah...

Oh già che alla fine, la "natura" nemmeno esiste.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#28 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7526 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 06:18

Il caso? Sembra che non usiamo continuamente la parola caso nella vita quotidiana!!

Per me,è un caso fortuito se succede, come poco fa, che io ho scritto a mio figlio e lui nello stesso istante scriveva a me.
È un caso fortuito se il caffè esce buono come lo ricordo io.
È un caso fortuito se da una vite ormai secca, è spuntato un germoglio etc.
Con questo lungi da me,il pensiero di offendere la materia.
Semplicemente non posso sapere cosa succede.
Posso pensare a un passaggio di informazioni che però posso intuire ma non vedere.
Il bruco ce la fa da solo, non ci siamo noi a dirigere le operazioni.
Se ci ricordarsi mo che i neuroni innescano le sinapsi,i dendriti abbracciano gli assoni elaborano pensieri e non dirigiamo noi le operazioni.
Pongo di nuovo la domanda: se noi ,fatti di materia che lavora per noi,siamo intelligenti,
Il.bruco,ma anche il fungo o un fiore o.
. Sono fatti di materia che. Lavora per loro, sono anch'essi intelligenti?
Certo. Che si!

#29 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2907 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 07:37

Il caffè buono, il germoglio di vite secca, la materia....... Il discorso è semplice io spero davvero che lo capisci da te, qui non parliamo di casi come quello dove un bruco è identico a un serpente, per me in quel caso l'intelligenza è evidente,nel caffè buono diciamo un po' di meno.......... L'unico modo per non farti diventare polemica è parlare di intelligenza della materia e delle particelle, che dire... Per me è no non è assolutamente questo il punto, semmai c'è una intelligenza a monte che guida anche queste, ma te pensa quel che vuoi!

6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#30 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7526 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 10:02

Cthulhu.
Sembra che tu voglia sminuire o stravolgere il senso dei miei post.
Non ho scritto di intelligenza del caffè o del germoglio di vite, li ho riferiti al caso.
L'intelligenza era riferita ai corpi costruiti dalla materia, nel caso,il corpo del bruco e il nostro corpo.

#31 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2907 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 10:58

Cthulhu.
Sembra che tu voglia sminuire o stravolgere il senso dei miei post.
Non ho scritto di intelligenza del caffè o del germoglio di vite, li ho riferiti al caso.
L'intelligenza era riferita ai corpi costruiti dalla materia, nel caso,il corpo del bruco e il nostro corpo.

Arja siamo sempre lì,  è che vedo le solite frasi ad effetto tipo il caso che influisce sulla bontà del caffè per poi finire con la solita storia della materia e delle particelle intelligenti, argomento che come ormai so usi per non accettare tutto ciò che contenga il concetto di divinità, se esprimo dissenso non è sminuire te o avercela con te, al massimo puoi dirmi che sminuisco le tue idee ma è quel che penso! Semplicemente non sono d'accordo!


6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#32 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7526 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 11:09

È allora di il tuo parere e lascia perdere i miei post.
Anche tu ripeti le solite cose ma non mi permetto neanche per sbaglio di stravolgere le tue risposte.
Siamo in un forum, rispettiamoci!

#33 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 27 maggio 2017 - 11:45

non ho capito perché ogni volta che si mette in dubbio la teoria darwiniana ci sia l'immediata alzata di scudi anticipatoria contro Dio. :roll:
qua nessuno sta parlando di Dio, o meglio si parla sempre di Dio ma questa è un'altra cosa :D, si sta parlando di quello che si è scoperto scientificamente.
si parla di scienza. relax.

avevo postato un link ma nessuno se lo è filato di pezza :D e allora siccome sono prepotente lo riporto qui.
non perché i miei link siano più belli ma perché spiega ciò che è stato scoperto a proposito delle mutazioni, ovvero che non siano poi così casuali come ritenevamo ma che siano una risposta precisa dell'organismo ad una domanda precisa dell'ambiente.

e prima di chiudere la mente preventivamente per paura ci si infili un concetto religioso forse è il caso di leggere.
poi dopo, se volete ne parliamo.

"Il lavoro di Cairns
Nel 1988, l'opinione affermata dalla Scienza sull'evoluzione casuale fu fortemente sfidata dalla sorprendente ricerca di John Cairns, genetista di fama internazionale. I nuovi studi di Cairns sui batteri, dal nome eccentrico The Origin of Mutants, furono pubblicati nel prestigioso giornale britannico Nature. Cairns scelse batteri con un gene “anomalo” che riproduceva una versione difettosa dell'enzima lattasi necessario per digerire il lattosio. Poi inoculò questi batteri lattasi-deficienti nei “piatti di coltura” dove l'unica sostanza nutriente era il lattosio. Incapaci di metabolizzare questo nutriente, i batteri non dovrebbero crescere né riprodursi. Non era stata prevista la comparsa di alcuna colonia, in nessun “piatto di coltura”.



Con grande sorpresa, una grande quantità di colture mostrò la crescita di colonie batteriche.[ Quando Cairms campionò i batteri nell'inoculum originale, nessuno di loro aveva mutato i propri geni difettosi di lactasi. Lo scienziato concluse che le mutazioni riparatrici dei geni di lactasi seguivano e non precedevano l a loro esposizione al nuovo ambiente. Gli esperimenti di Luria e Delbruck contavano sull'uccisione relativamente “istantanea” dei batteri da parte dei virus. Al contrario, l'esperimento di Cairns sostanzialmente affamava i batteri fino alla morte, un processo più lungo e più lento. Cairns concesse ai batteri stressati il tempo necessario di esecuzione per avviare i meccanismi innati che producevano la mutazione e servivano alla loro sopravvivenza.



Nello studio di Cairns, le mutazioni a sostegno della vita apparvero come risposta diretta alla crisi ambientale di questi batteri. Ulteriori analisi rivelarono che, in questi batteri “traumatizzati”, furono colpiti solo i geni associati al metabolismo della lattasi. Inoltre tutti i batteri sopravvissuti espressero lo stesso identico tipo di mutazione con una possibilità su cinque diversi meccanismi di mutazione.] Chiaramente i risultati del suo esperimento non sostengono l'ipotesi di mutazioni “casuali” e di evoluzione senza scopo!

Cairns si riferì a questo meccanismo appena scoperto come a una mutazione orientata. La sola idea che l'informazione ambientale potesse eseguire una retroazione e riscrivere i geni fu un affronto per i proponenti della teoria Darwiniana. La risposta da parte della scienza fu rapida e ostile. [Sia il giornale britannico Nature che quello americano Science pubblicarono violenti articoli contro i risultati di Cairns. Il titolo di quello americano, a grandi caratteri e in neretto, dichiarava: “Un'eresia nella biologia molecolare”.].



I massimi esponenti di Scientific Materialism erano pronti a condannare Cairns al rogo!
I risultati di Cairns si ripeterono nel decennio successivo, e da allora la sua idea scioccante e inaccettabile della mutazione orientata si attenuò per diventare mutazione adattiva per poi essere relegata a mutazione benefica. Alla sfida verso la casualità delle mutazioni si aggiunse quella per spiegare il meccanismo con cui tali mutazioni, in primo luogo, si verificherebbero.

[Attualmente è riconosciuto che nei batteri stressati, i meccanismi di feedback selezionano e riproducono attivamente copie di geni associati alla loro particolare disfunzione. Invece di adoperare meccanismi convenzionali che copiano il DNA, i batteri impegnano un unico enzima incline all'errore, e copia il DNA creando mutazioni mentre copia il gene. Una sorta di fotocopiatrice scadente che “sbaglia” intenzionalmente. Usare questo enzima per produrre una grande quantità di copie di geni mutati casualmente permette alle cellule di accelerare intenzionalmente il loro indice di mutazione per aumentare la propria sopravvivenza. Lo sviluppo di queste mutazioni “random” rappresenta la parte Darwniana del processo.]



Ed è con il nome di ipermutazione somatica, si indente quel meccanismo che fornisce batteri debilitati con numerosi geni duplicati, e ognuno esprime una diversa variazione del codice genetico. Quando una variante del gene produce un prodotto della proteina più efficace nel risolvere lo stress dell'organismo, il batterio libera il gene difettoso originale dal suo cromosoma e lo sostituisce con la versione nuovissima. Questa è la parte Lamarckiana del meccanismo, la fase in cui “un'interazione istruttiva” tra l'ambiente e la cellula porta alla selezione della versione migliore del nuovo gene.
Lo stesso meccanismo d'ipermutazione somatica viene usato dai nostri sistemi immunitari per produrre le apposite proteine dell'anticorpo che ci proteggono da virus, batteri e parassiti invasivi.

La tecnologia ha tratto profitto da questi meccanismi di mutazione per progettare batteri in grado di “digerire” fuoriuscite di olio o estrarre certi minerali grezzi dalle cave. Nello stesso tempo, la scienza medica è stata confusa e sopraffatta da questo meccanismo che permette ai microbi patogeni di “imparare” a diventare resistenti ai nostri antibiotici più potenti.

Il lavoro di Cairns ci introduce alla realtà che l'evoluzione -non è solo un caso fortunato- ma ---una danza tra un organismo e il suo ambiente---, un processo dinamico in cui gli organismi possono adattarsi continuamente agli ambienti nuovi e debilitanti."

#34 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2907 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 11:54

È allora di il tuo parere e lascia perdere i miei post.
Anche tu ripeti le solite cose ma non mi permetto neanche per sbaglio di stravolgere le tue risposte.
Siamo in un forum, rispettiamoci!

Guarda che sei te che hai risposto al mio commento Arja, non ti ho certo taggata io in stile facebook! E ho criticato quel che hai detto come spiegato e rispiegato, come sempre avviene nel forum, a volte si è d'accordo altre no e si critica, se prendi tutto come una offesa personale la colpa non è mia! Facciamo che basta?

 

@Cimy    Quello di cui parli è cosa nota e evidente soprattutto in medicina e in agricoltura, pensiamo a virus e batteri che diventano immuni a certi medicinali o ancora a parassiti delle piante che diventano immuni o come si dice "sviluppano resistenza" verso alcuni fitofarmaci. Anche qui si può dire che parlare di intelligenza è forse azzardato non essendoci un caso eclatante come quello dell'ormai arcinoto bruco, ma parlare di caso è quantomeno ridicolo.


6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#35 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 27 maggio 2017 - 12:24

Guarda che sei te che hai risposto al mio commento Arja, non ti ho certo taggata io in stile facebook! E ho criticato quel che hai detto come spiegato e rispiegato, come sempre avviene nel forum, a volte si è d'accordo altre no e si critica, se prendi tutto come una offesa personale la colpa non è mia! Facciamo che basta?

@Cimy Quello di cui parli è cosa nota e evidente soprattutto in medicina e in agricoltura, pensiamo a virus e batteri che diventano immuni a certi medicinali o ancora a parassiti delle piante che diventano immuni o come si dice "sviluppano resistenza" verso alcuni fitofarmaci. Anche qui si può dire che parlare di intelligenza è forse azzardato non essendoci un caso eclatante come quello dell'ormai arcinoto bruco, ma parlare di caso è quantomeno ridicolo.

come, non si parla di intelligenza.
non è forse intelligente reagire ad
uno stimolo ambientale negativo riorganizzando le risorse genetiche?

chiaramente si parla "solo" di batteri, ma se al di là della volontà cosciente del batterio, che è tonto come un .. batterio, c'è una capacità strutturale dei geni di potenziamento intelligente in RISPOSTA all'ambiente, evidentemente non è solo il CASO che governa l'adattamento delle creature al loro habitat

#36 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2907 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 12:32

come, non si parla di intelligenza.
non è forse intelligente reagire ad
uno stimolo ambientale negativo riorganizzando le risorse genetiche?

chiaramente si parla "solo" di batteri, ma se al di là della volontà cosciente del batterio, che è tonto come un .. batterio, c'è una capacità strutturale dei geni di potenziamento intelligente in RISPOSTA all'ambiente, evidentemente non è solo il CASO che governa l'adattamento delle creature al loro habitat

Non intendevo dire che la risposta non è intelligente ma se mi segui che l'intelligenza a monte risulta "meno evidente". Possiamo dire che la natura della vita è quella di adattarsi per sopravvivere, adattarsi a una sostanza chimica può essere visto come una "reazione naturale", capisco cosa intendi e sono d'accordo nel vedere intelligenza anche qui, ma gli altri casi postati all'inizio sono più eclatanti è questo che intendo! Parliamo di un vero e proprio camuffamento, la cosa colpisce ancora di più anche se la sostanza è la stessa!

Sia chiaro, in entrambi i casi il caso è escluso questo lo do per scontato.


6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#37 Guest_cimychan_*

Guest_cimychan_*
  • Ospiti

Inviato 27 maggio 2017 - 12:50

Non intendevo dire che la risposta non è intelligente ma se mi segui che l'intelligenza a monte risulta "meno evidente". Possiamo dire che la natura della vita è quella di adattarsi per sopravvivere, adattarsi a una sostanza chimica può essere visto come una "reazione naturale", capisco cosa intendi e sono d'accordo nel vedere intelligenza anche qui, ma gli altri casi postati all'inizio sono più eclatanti è questo che intendo! Parliamo di un vero e proprio camuffamento, la cosa colpisce ancora di più anche se la sostanza è la stessa!
Sia chiaro, in entrambi i casi il caso è escluso questo lo do per scontato.

dullo stesso argomento avevo trovato una voltà un articolo che spiegava che in u a specie di farfalle la mutazione del colore da tutte quante bianche a tutte nere era avvenuto nel giro di una sola generazione di farfalle, per adattarle ad un ambiente improvvisamente diventato ostile per le farfalle di color bianco.
altro esempio di risposta ambientale efficiente mirato e non casuale,
cosa ne sa una farfalla di che colore è?
se posso dopo lo cerco.
  • Cthulhu piace questo

#38 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2907 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 12:53

dullo stesso argomento avevo trovato una voltà un articolo che spiegava che in u a specie di farfalle la mutazione del colore da tutte quante bianche a tutte nere era avvenuto nel giro di una sola generazione di farfalle, per adattarle ad un ambiente improvvisamente diventato ostile per le farfalle di color bianco.
altro esempio di risposta ambientale efficiente mirato e non casuale,
cosa ne sa una farfalla di che colore è?
se posso dopo lo cerco.

Esatto, questo è quello che intendo per casi eclatanti o quantomeno evidenti!

6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#39 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 22863 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 01:30

Il caffè buono, il germoglio di vite secca, la materia....... Il discorso è semplice io spero davvero che lo capisci da te, qui non parliamo di casi come quello dove un bruco è identico a un serpente, per me in quel caso l'intelligenza è evidente,nel caffè buono diciamo un po' di meno.......... L'unico modo per non farti diventare polemica è parlare di intelligenza della materia e delle particelle, che dire... Per me è no non è assolutamente questo il punto, semmai c'è una intelligenza a monte che guida anche queste, ma te pensa quel che vuoi!

 

 

Dici bene: per te l'intelligenza è evidente.

Sappi comunque ch'è soltanto un tuo, limitato, punto di vista, e ti ho già anche spiegato dov'è che falli.

Spero che tu lo capisca da te.


 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#40 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2907 messaggi

Inviato 27 maggio 2017 - 02:21

Dici bene: per te l'intelligenza è evidente.

Sappi comunque ch'è soltanto un tuo, limitato, punto di vista, e ti ho già anche spiegato dov'è che falli.

Spero che tu lo capisca da te.

Grazie per avere ammesso che dico bene, ma ti ho già spiegato che sono più interessato ad andare a caccia col retino da pesca puttosto che approfondire il discorso con te, che non condivido la tua idea e che non mi interessa argomentare perchè la pensiamo in modo opposto, se te ne farai una ragione te ne sarò grato. Riciaone!


6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi