Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

l'uomo non andrà mai su marte.


  • Per cortesia connettiti per rispondere
1075 risposte a questa discussione

#941 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11291 messaggi

Inviato 06 maggio 2019 - 10:57

Più indecente ancora è questa immogine che si "svolge" nel giro di pochi metri. Qui si vede addirittura la parete di cartongesso (o telone) che appoggia sul terreno, lo stacco è evidente fra il sopra ed il sotto:

 

33798801008_6a06d35c89_b.jpglagenzia-spaziale-russa-non-crede-alluomo-sulla-luna_2152803 frec by Claudio Sauro, su Flickr

 

40770702953_c446d64e99_b.jpglagenzia-spaziale-russa-non-crede-alluomo-sulla-luna_2152803 frec frec_res programma by Claudio Sauro, su Flickr

 

Peggio di così!!  Io credo che neppure loro credessero che le foto sarebbero state prese sul serio, per cui non hanno elaborato paesaggi più credibili. Forse pensavano che ben presto la verità sarebbe venuta fuori, era nel programma che venisse fuori. Nel qual caso avevano già delle scuse pronte. Invece no, le missioni lunari sono state messe nel Tabernacolo insieme alla formula E=M*C^2. Il mito si è imposto, del resto la gente ne ha estremo bisogno.
 



#942 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2625 messaggi

Inviato 07 maggio 2019 - 01:08

La foto è interessante per piu' motivi: il primo,  è quello per cui nessuno dei due astronauti porta con sè la macchina fotografica* (la stessa situazione c'era nella missione precedente) ; il secondo è che in quel set di foto ad un certo punto si vede sul suolo la "roccia madre" , liscia e compatta (il che spiega perchè non sprofondano in essa per piu' di qualche centimetro) ; il terzo è che in quel set di foto non è chiaro dove sia il LM ( o  se sia stato spostato  o magari ve ne erano piu' di uno - il che spiegherebbe le dicerie sulle presenze aliene - ).

 

Quanto ad e=mc^2 rimane il  mistero di come verrebbe raccolto nella regolite l' elio3 che pare essere abbondnate da quelle parti.

 

 

 

*

passi, ma pare che nemmeno una gamba fosse necessaria, almeno a giudicare da certi reperti storici:

 

https://www.theguard...moon-haul#img-1

 

Magari sarà lo stessa storia dellr crocette dietro gli oggetti: un spiegabilissimo effetto di rifrazione .


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#943 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2625 messaggi

Inviato 18 maggio 2019 - 01:15

Non sempre però vengono completamente inghiottite dalla regolita, più della metà dei grossi crateri lunari hanno delle rocce in mezzo:

 

 

Regolite

"Materiale incoerente, consistente di pietre e polvere, che forma il suolo lunare. Lo spessore dello strato di r. può variare da 5-10 m nei mari a circa 100 m negli altopiani "*

 

Uno dei  materiale naturale piu'analogo alla regolite è la sabbia fine dei deserti**.

 

Qui ci sono foto di orme nella sabbia del deserto dell' Oman.

 

http://tvtravel.it/a...ia-del-deserto/

 

La sabbia è profonda e le orme non hanno bordi netti e ben definiti  come quelle missioni lunari

 

Ora, quale è la forza misteriosa che tiene unite le particelle della regolite e fa si che che le orme in essa abbiamo i bordi netti  e ben definiti ?

 

http://anssa.it/scie...na_9699116.html

 

 

*

http://www.treccani....opedia/regolite

 

 

**

Ci sarebbero anche  la pozzolana fine  o il cemento in polvere, ma sorvoliamo.


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#944 supersimmetry

supersimmetry

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 646 messaggi

Inviato 18 maggio 2019 - 06:43

Regolite
"Materiale incoerente, consistente di pietre e polvere, che forma il suolo lunare. Lo spessore dello strato di r. può variare da 5-10 m nei mari a circa 100 m negli altopiani "*
 
Uno dei  materiale naturale piu'analogo alla regolite è la sabbia fine dei deserti**.
 
Qui ci sono foto di orme nella sabbia del deserto dell' Oman.
 
http://tvtravel.it/a...ia-del-deserto/
 
La sabbia è profonda e le orme non hanno bordi netti e ben definiti  come quelle missioni lunari
 
Ora, quale è la forza misteriosa che tiene unite le particelle della regolite e fa si che che le orme in essa abbiamo i bordi netti  e ben definiti ?

Nessun mistero: la gravità relativamente bassa, il "vuoto", e l'attrazione elettrostatica.

Se vuoi, però, nulla ti vieta di continuare a pensare al complotto e al mistero misterioso..
Le risposte ci sono senza scomodare enti inutili, e vanno oltre il tuo bias si (s)conferma.

https://link.springe...0035-006-0029-8
"Effects of gravity on cohesive behavior of fine powders: implications for processing Lunar regolith"



#945 giuliano47

giuliano47

    Utente Full

  • Utenti
  • 1373 messaggi

Inviato 18 maggio 2019 - 07:04

Nessun mistero: la gravità relativamente bassa,

Stavo scrivendolo io :-) Non e' relativamente bassa, ma molto piu' bassa, 1/6 di quella terrestre.

I bordi delle impronte non franano, non vengono tirati giu' dalla gravita'.



#946 supersimmetry

supersimmetry

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 646 messaggi

Inviato 18 maggio 2019 - 08:18

Stavo scrivendolo io :-) Non e' relativamente bassa, ma molto piu' bassa, 1/6 di quella terrestre.

 

 Philae non sarebbe d'accordo ;)



#947 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11291 messaggi

Inviato 19 maggio 2019 - 10:16

Stavo scrivendolo io :-) Non e' relativamente bassa, ma molto piu' bassa, 1/6 di quella terrestre.

I bordi delle impronte non franano, non vengono tirati giu' dalla gravita'.

Lo so, ti ricordi la caduta del sasso dallo zaino che avviene in un tempo di 0,47 sec, esattamente come se si fosse sulla terra, mentre, avevamo calcolato, che doveva avvenire in 1,32 sec??

Comunque le impronte possono avere i bordi che non cadono non solo per la gravità, ma per la "finezza" della sabbia lunare, enormemente più sottile della sabbia dei deserti terrestri. Questo chiaramente per la continua rottura dei granelli di sabbia causa gli sbalzi termici che possono superare i 300°. Questa "sottilezza" che può raggiungere anche i pochi Micron, la rende molto più compatta e coesa.E' uno dei pochi motivi che potrebbero rendere le missioni lunari autentiche.. Sai cosa potrebbe dare lo stesso risultato??: la cenere ben passata al setaccio: infatti anche la cenere ha i granuli di pochi micrometri.



#948 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2625 messaggi

Inviato 20 maggio 2019 - 06:31

Lo so, ti ricordi la caduta del sasso dallo zaino che avviene in un tempo di 0,47 sec, esattamente come se si fosse sulla terra, mentre, avevamo calcolato, che doveva avvenire in 1,32 sec??

Comunque le impronte possono avere i bordi che non cadono non solo per la gravità, ma per la "finezza" della sabbia lunare, enormemente più sottile della sabbia dei deserti terrestri. Questo chiaramente per la continua rottura dei granelli di sabbia causa gli sbalzi termici che possono superare i 300°. Questa "sottilezza" che può raggiungere anche i pochi Micron, la rende molto più compatta e coesa.E' uno dei pochi motivi che potrebbero rendere le missioni lunari autentiche.. Sai cosa potrebbe dare lo stesso risultato??: la cenere ben passata al setaccio: infatti anche la cenere ha i granuli di pochi micrometri.

 

O il cemento in polvere o anche il borotalco , dipende  dal colore che si vuole dare.

Anche la pozzolana fine va bene  e ha il vantaggio di essere piu' economica ed è dispobile in grandi quantità .


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#949 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11291 messaggi

Inviato 24 maggio 2019 - 09:59

O il cemento in polvere o anche il borotalco , dipende  dal colore che si vuole dare.

Anche la pozzolana fine va bene  e ha il vantaggio di essere piu' economica ed è dispobile in grandi quantità .

Il cemento in polvere........... ne ho un sacco in garage, ho provato prima con uno stivale....identica l'impronta a quella lunare.



#950 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2625 messaggi

Inviato 26 maggio 2019 - 08:06

Il cemento in polvere........... ne ho un sacco in garage, ho provato prima con uno stivale....identica l'impronta a quella lunare.

 

 

E in effetti il cemento in polvere è un ottimo surrogato della regolite lunare  tant'è che viene usato per fare simulazioni sulla formazione dei crateri lunari :
 

http://www.setterfie...er_origins.html

 

"La polvere di cemento viene utilizzata per simulare i crateri d'impatto perché in qualsiasi collisione di questo tipo, con una velocità fino a 45 miglia al secondo, qualsiasi materiale verrà polverizzato, sia che si tratti di pomice morbida o acciaio legato. Quindi, ciò che è necessario per riprodurre queste condizioni è un materiale che non ha forza tensile. C'è un tale materiale; è la polvereE per motivi pratici viene usta  la polvere di cemento in quanto è di qualità uniforme dopo che tutti i grumi sono stati eliminati".

 

L'articolo parla di due tipi di crateri: quelli da impatto e quelli causate da scariche elettriche; su quest' ultimi quelli de l' universo elettrico insistono parecchio per spiegare l'assenza di cospicue quantità di nichel nei crateri  da presunto impatto meteorico presenti qua e là sul nostro pianeta.

 

La differenza che si nota nelle foto è che il cemento il polvere è igroscopico e l' umidità dell'aria porta alla formazione di grumi, mentre la regolite lunare sembra una polvere finissima senza grumi.

 

Rimane il problema dell'albedo *  e dello spessore della regolite.

 

Secondo questo sito

 

https://www.stuff.co...historic-moment

 

Il problema dell' albedo puo' essere risolto mischiando le polveri di cemento ed antracite  e si ottiene così un surrogato migliore.

 

Per lo spessore la risposta data dal sito è semplice: 

""Below a dusty surface, the Moon is fairly densely packed rock. Any loose dust was kicked up."

 

Che è coerente con le foto delle missioni apollo ma non con le foto dei mari e dei crateri in essi presenti.

 

 

 

 

*

E' la frazione di luce incidente che è riflessa in tutte le direzioni. Essa indica dunque il potere riflettente di una superficie.


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#951 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11291 messaggi

Inviato 27 maggio 2019 - 10:48

E in effetti il cemento in polvere è un ottimo surrogato della regolite lunare  tant'è che viene usato per fare simulazioni sulla formazione dei crateri lunari :
 

http://www.setterfie...er_origins.html

 

"La polvere di cemento viene utilizzata per simulare i crateri d'impatto perché in qualsiasi collisione di questo tipo, con una velocità fino a 45 miglia al secondo, qualsiasi materiale verrà polverizzato, sia che si tratti di pomice morbida o acciaio legato. Quindi, ciò che è necessario per riprodurre queste condizioni è un materiale che non ha forza tensile. C'è un tale materiale; è la polvereE per motivi pratici viene usta  la polvere di cemento in quanto è di qualità uniforme dopo che tutti i grumi sono stati eliminati".

 

L'articolo parla di due tipi di crateri: quelli da impatto e quelli causate da scariche elettriche; su quest' ultimi quelli de l' universo elettrico insistono parecchio per spiegare l'assenza di cospicue quantità di nichel nei crateri  da presunto impatto meteorico presenti qua e là sul nostro pianeta.

 

La differenza che si nota nelle foto è che il cemento il polvere è igroscopico e l' umidità dell'aria porta alla formazione di grumi, mentre la regolite lunare sembra una polvere finissima senza grumi.

 

Rimane il problema dell'albedo *  e dello spessore della regolite.

 

Secondo questo sito

 

https://www.stuff.co...historic-moment

 

Il problema dell' albedo puo' essere risolto mischiando le polveri di cemento ed antracite  e si ottiene così un surrogato migliore.

 

Per lo ssessore la rispota data dal sito è semplice: 

""Below a dusty surface, the Moon is fairly densely packed rock. Any loose dust was kicked up."

 

Che è coerente con le foto delle missioni apollo ma non con le foto dei mari e dei crateri in essi presenti.

 

 

 

 

*

E' la frazione di luce incidente che è riflessa in tutte le direzioni. Essa indica dunque il potere riflettente di una superficie.

Ti dirò anche un altra cosa, che non ci dovrebbero essere tutti i sassi che si vedono, infatti i sassi che si vedono in qualche migliaio di anni dovrebbero sgretolarsi in polvere finissima per gli sbalzi termici che possono superare i 300 gradi, ma quello che è più curioso è che molti sassi sembrano levigati dall'acqua, esattamente uguali a quelli che ci sono sul fondo del torrente di Badia. Come si siano levigati in questo modo non lo saprei spiegare, forse durante i viaggi spaziali incontrando polvere cosmica.. E poi i sassi cadono dallo zaino da 140 cm di altezza in 0,47 sec (anzichè in 1,32 sec) esattamente come se fossero sulla terra. Per spiegare il fenomeno (dal momento che non lo sapevano spiegare) giuliano ha detto che i filmati lunari erano accelerati come i film muti di Ridolini.



#952 giuliano47

giuliano47

    Utente Full

  • Utenti
  • 1373 messaggi

Inviato 27 maggio 2019 - 12:40

 E poi i sassi cadono dallo zaino da 140 cm di altezza in 0,47 sec (anzichè in 1,32 sec) esattamente come se fossero sulla terra. Per spiegare il fenomeno (dal momento che non lo sapevano spiegare) giuliano ha detto che i filmati lunari erano accelerati come i film muti di Ridolini.

"I sassi cadono dallo zaino"
Noooo, non era un sasso!!! ma quante volte lo devo ripetere?
Era un sacchetto per la raccolta dei campioni lunari.
Gli astronauti dicono "bag", non "stone". Bag, bag, bag.

Era un sacchetto per la raccolta dei campioni di suolo. Nel sito della NASA c'e' la trascrizione dei colloqui fra astronauti e controllo a terra. L'avevo gia' riportato:
http://history.nasa....a8.html#1473136

La parte di dialogo che interessa e' quella che inizia al tempo 147:32:49
Inoltre il tempo di caduta non e' quello di un qualcosa lasciato cadere da fermo, ma accelerato
verso il basso da un colpo, e quindi il tempo i caduta e' minore.
Il sacchetto esce dalla tasca dello zaino mentre l'astronauta inarca indietro la schiena e
poi l'astronauta colpisce il sacchetto con la nuca. Ergo il sacchetto viene spinto verso il basso e quindi viaggia
piu' veloce che se fosse lasciato cadere da fermo!
https://history.nasa...a8.html#1473136
vedi al tempo 01:22

Per spiegare il fenomeno (dal momento che non lo sapevano spiegare)  (Lo sapevo spiegare!)
"giuliano ha detto che i filmati lunari erano accelerati come i film muti di Ridolini"
Balle.



#953 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2625 messaggi

Inviato 27 maggio 2019 - 12:50

Ti dirò anche un altra cosa, che non ci dovrebbero essere tutti i sassi che si vedono, infatti i sassi che si vedono in qualche migliaio di anni dovrebbero sgretolarsi in polvere finissima per gli sbalzi termici che possono superare i 300 gradi, ma quello che è più curioso è che molti sassi sembrano levigati dall'acqua, esattamente uguali a quelli che ci sono sul fondo del torrente di Badia. Come si siano levigati in questo modo non lo saprei spiegare, forse durante i viaggi spaziali incontrando polvere cosmica.. E poi i sassi cadono dallo zaino da 140 cm di altezza in 0,47 sec (anzichè in 1,32 sec) esattamente come se fossero sulla terra. Per spiegare il fenomeno (dal momento che non lo sapevano spiegare) giuliano ha detto che i filmati lunari erano accelerati come i film muti di Ridolini.

 

Su nexus c'era la disamina dell'esperimento con la piuma e il martello, ritrovarlo adesso è un'impresa. I relativi video su youtube poi sono a bassa risoluzione, è difficile concludere qualsiasi cosa.

 

Nei filmati poi cio' che supera la fantasia di Ridolini  (un cult nel suo genere) è il modo di camminare e le discese dal LM   da quell' improbabile scaletta. 


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#954 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11291 messaggi

Inviato 27 maggio 2019 - 01:05

"I sassi cadono dallo zaino"
Noooo, non era un sasso!!! ma quante volte lo devo ripetere?
Era un sacchetto per la raccolta dei campioni lunari.
Gli astronauti dicono "bag", non "stone". Bag, bag, bag.

Era un sacchetto per la raccolta dei campioni di suolo. Nel sito della NASA c'e' la trascrizione dei colloqui fra astronauti e controllo a terra. L'avevo gia' riportato:
http://history.nasa....a8.html#1473136

La parte di dialogo che interessa e' quella che inizia al tempo 147:32:49
Inoltre il tempo di caduta non e' quello di un qualcosa lasciato cadere da fermo, ma accelerato
verso il basso da un colpo, e quindi il tempo i caduta e' minore.
Il sacchetto esce dalla tasca dello zaino mentre l'astronauta inarca indietro la schiena e
poi l'astronauta colpisce il sacchetto con la nuca. Ergo il sacchetto viene spinto verso il basso e quindi viaggia
piu' veloce che se fosse lasciato cadere da fermo!
https://history.nasa...a8.html#1473136
vedi al tempo 01:22

Per spiegare il fenomeno (dal momento che non lo sapevano spiegare)  (Lo sapevo spiegare!)
"giuliano ha detto che i filmati lunari erano accelerati come i film muti di Ridolini"
Balle.

Che fosse un sasso od un sacchetto di plastica il tempo di caduta nel vuoto doveva essere identico. Inoltre macchè spinta che ti triplicaa velocità di caduta, il tutto consisteva in un leggero movimento dell'astronauta verso l'indietro il che avrebbe comportato un accelerazione minima. Per quasi triplicare la velocità di caduto ci sarebbe voluta un esplosione..... Per avere un tempo di caduta di 0,47 sec, un sasso, un sacchetto od un qualsiasi oggetto, sulla Luna deve cadere da 20 cm.



#955 supersimmetry

supersimmetry

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 646 messaggi

Inviato 27 maggio 2019 - 01:33


Per spiegare il fenomeno (dal momento che non lo sapevano spiegare)  (Lo sapevo spiegare!)
"giuliano ha detto che i filmati lunari erano accelerati come i film muti di Ridolini"
Balle.

 

Sarà stata una delle infinite sviste-invenzioni  tipo :" Monti lavorò all'LHC per oltre 20 anni", e "nacque nel 1919".

Di cosa ti meravigli?



#956 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11291 messaggi

Inviato 27 maggio 2019 - 02:51

Sarà stata una delle infinite sviste-invenzioni  tipo :" Monti lavorò all'LHC per oltre 20 anni", e "nacque nel 1919".

Di cosa ti meravigli?

Sempre spiegazioni molto profonde,.... ma per il l'oggetto che cade dallo zaino non valgono perchè c'è il filmato, ed il filmato mica me lo sono inventato..



#957 arcoteso

arcoteso

    Nuovo Utente

  • Bannati
  • 22 messaggi

Inviato 27 maggio 2019 - 03:57

Certa gente davanti anche alle evidenze continua a negare l'evidenza...E allora ci si chiede il perchè!!!

Del resto gli stati uniti sono famosi per ordire complotti e sabotaggi e raccontare un sacco di panzane solo per garantirsi vantaggi...



#958 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11291 messaggi

Inviato 27 maggio 2019 - 04:07

Vi lascio questo , è eccezzionale:

 

https://www.youtube....h?v=01rsyIsmFLU



#959 giuliano47

giuliano47

    Utente Full

  • Utenti
  • 1373 messaggi

Inviato 27 maggio 2019 - 04:40

Vi lascio questo , è eccezzionale:

 

https://www.youtube....h?v=01rsyIsmFLU

Come al solito credi a qualunque boiata. Se e' di DIno Tinelli, poi....

Ma non vedi che un conto sono le scarpe e un altro gli stivali che producevano l'impronta famosa?



#960 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 11291 messaggi

Inviato 27 maggio 2019 - 04:49

Come al solito credi a qualunque boiata. Se e' di DIno Tinelli, poi....

Ma non vedi che un conto sono le scarpe e un altro gli stivali che producevano l'impronta famosa?

Già, si mettevano gli stivali sopra le scarpe...






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi