Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Le origini del male


  • Per cortesia connettiti per rispondere
96 risposte a questa discussione

#81 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 235 messaggi

Inviato 04 ottobre 2017 - 07:25

Non mi riferisco ad una religione in particolare, per me seguire un modello o un maestro "morale" è come delegare a qualcun'altro i nostri doveri. Oltretutto non funziona. Scusami ma evidentemente non sono in grado di riuscire a spiegarmi visto che si sono creati vari fraintendimenti.

Le masse saranno sempre al di sotto della media, la maggior età si abbasserà, la barriera del sesso cadrà.

E la democrazia arriverà all'assurdo rimettendo la decisione intorno alle cose più grandi ai più incapaci.

Sarà la punizione per il suo principio astratto dell'Uguaglianza, che dispensa l'ignorante di istruirsi, l'imbecille di giudicarsi,

il bambino di esser uomo e il delinquente di correggersi. Il Diritto pubblico fondato sull'uguaglianza andrà in pezzi a causa delle sue conseguenze. 

Perché non riconosce la disuguaglianza di valore, di merito, di esperienza. Cioè la fatica individuale: Culminerà nel trionfo della feccia e dell'appiattimento.

L'Adorazione delle apparenze si paga.

henri frederic amiel - Diario Intimo - 12 Giugno 1871,


#82 Frèyja

Frèyja

    hesperus

  • Utenti
  • 1624 messaggi

Inviato 04 ottobre 2017 - 10:15

Non ci vuole troppo, a me riesce dannatamente facile, forse è per questo che mi arrabbio.

Basterebbe "Distruggere" la morale precostruita dalla religione e dalla società, rimuovere tutti i modelli di maestri esistenti, perché non esistono delle regole che possono essere universali per tutti.

Contattare il proprio io interiore e Chiedergli: cosa vuoi? cosa ti serve? che devo fare?

Poi si può lavorare per "migliorare" l'anima.

Seguire delle regole serve solo a farci continuare a dormire perché non sono cose che vengono da noi, non siamo spontanei, non siamo veri, siamo dei soldati che ubbidiscono a degli ordini.

Magari questi ordini ci stano anche stretti, e se lo sono lo resteranno per tutta la vita, anzi! continueranno a pesare su di noi di più, perché se abbiamo una pulsione seguendo le regole questa rimarrà repressa ed involontariamente la alimenteremo con i nostri pensieri fino ad ingigantirla. Facendo così abbiamo di fatto ingigantito un problema, perché se non facciamo scorrere l'energia derivata da quella pulsione essa ristagnerà dentro di noi fino a farci scoppiare.  

Ecco perché le regole imposte sono sempre un male, perchè non ci fanno "migliorare" 

A Qualcuno viene naturale pensare, sono regole giuste, quindi è giusto, se voglio essere migliore "devo" rispettarle. "ecco l'inganno della falsa morale in tutta la sua pochezza" e  che "purtroppo" fa di chi la pensa in questo modo una persona dalla "statura" morale bassa, come l'inganno stesso, e spiego anche perché: Una cosa è superare il problema Migliorandosi, un altro è reprimersi. 

Nel primo caso noi siamo sereni, certe cose nemmeno ci toccano più, le abbiamo di fatto "sconfitte" non dimoreranno più dentro di noi, non ci apparterranno più.

Nel secondo caso invece il pericolo di esplodere è sempre dietro l'angolo, la tensione sarà evidente, i desideri sempre più forti, e noi resisteremo per tenerli a bada, ma alla fine cederemo, (non può essere altrimenti) per poi ritornare a rispettare di nuovo queste regole una volta sbollito le emozioni.

Questo paragrafo merita un discorso aggiuntivo, parlando con i cattolici essi mi dicono sempre che questa è la nostra natura di "peccatori" e che ne usciremo solo con la misericordia di dio prostrandoci ad esso chiedendogli perdono. "Quando mi fanno questo discorso mi incazzo talmente tanto che me ne vado per non menare qualcuno"

Perchè In questo modo noi non supereremo mai il nostro problema, quindi non miglioreremo mai veramente cambiando la nostra natura, in più "questo versetto utilizzato dai cattolici" è perfetto per continuare a confinare la propria coscienza nella tenebre. Non posso mai dimenticare una persona che conoscevo, questo faceva il killer di professione, quando gli chiesi come faceva a far quel lavoro lui mi disse testuali parole: "ma poi alla fine io vado in chiesa a pregare e rimetto tutti i peccati" NO COMMENT"

Ce un detto meraviglioso che dice: se hai una coscienza sana non hai bisogno di qualcuno che ti dica come comportarti.

Quindi se uno ha l'impulso di uccidere o molestare è un male che segua una morale generica che dice che è sbagliato?

Finchè esiste l'istinto di far soffrire gli altri è un bene che esistano dei paletti, sociali o religiosi che siano, che mettano un freno a determinate pulsioni. 

Per altre pulsioni che sono relativamente innocue è un altro discorso. Spesso società e religione mettono paletti e bocca su questioni che, tutto sommato, potrebbero essere lasciate da parte, facendo più danni che altro. 

Vedo che sei un lettore di Gurdjieff, ti ricordo che lui stesso diceva che non tutti possono praticare, a non tutti è data la possibilità di svegliarsi.

Dunque, dato che si nasce inevitabilmente imperfetti su questo pianeta, come cercheresti tu di provare a regolare almeno un minimo la questione degli impulsi distruttivi in chi non può lavorare, se non tramite regole imposte dall'esterno?


  • Furor piace questo

#83 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 6301 messaggi

Inviato 04 ottobre 2017 - 11:04

Conosco una persona cattolica,una brava persona, ma talmente indottrinare che nei suoi messaggi, non mancano mai riferimenti all'amore di dio e immagini di Gesù con gli occhi verdi o azzurri,mi sono permessa di scriverle che per quanto ne so, Gesù era un arabo e non poteva avere occhi così chiari.
Mi ha risposto che era solo un particolare e non cambiava ciò che era Gesù,per lei.
Allora, si venera un Gesù, si fanno addirittura milioni di immagini, si pensa che sia morto per i nostri peccati (male) quando è stato,a quanto si legge, condannato a morte dagli ebrei.
Visto che Pilato chiese a loro di scegliere.
E si è trasformato Gesù in dio, figlio unico di dio, ora questo è un ragionamento umano, dio avrebbe lasciato che il suo unico figlio fosse insultato, beffato e crocifisso?
Ecco il male apparire nelle costruzioni mentali.
Dico il male perché io lo considero mostruoso.
Come è male parlare e scrivere sempre di dio e di Gesù sperando di convincere una persona Buona, perché, se non crede in tutte le tortuose costruzioni di una religione, non è una persona Buona.
La storia delle confessioni poi?!
Siamo peccatori senza scampo?
Ma con la confessione a un prete, un uomo, e con la preghiera "liberaci dal male",
Siamo liberi dal male?
No, bisogna confessarsi e comunicarsi spesdo e pregare sempre!
Un ciclo infinito dal quale non si esce... perché "il male" è sempre in agguato.
Così, si aggiungono i mali fisici ai mali mentali!
Per tutto questo mi viene in mente una parola: grottesco.
Ma ne sono uscita e ora vedo dal di fuori e posso sorridere e ridere!
  • skynight e Emanuele piace questo

#84 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 235 messaggi

Inviato 04 ottobre 2017 - 11:07

Quindi se uno ha l'impulso di uccidere o molestare è un male che segua una morale generica che dice che è sbagliato?

Finchè esiste l'istinto di far soffrire gli altri è un bene che esistano dei paletti, sociali o religiosi che siano, che mettano un freno a determinate pulsioni. 

Per altre pulsioni che sono relativamente innocue è un altro discorso. Spesso società e religione mettono paletti e bocca su questioni che, tutto sommato, potrebbero essere lasciate da parte, facendo più danni che altro. 

Vedo che sei un lettore di Gurdjieff, ti ricordo che lui stesso diceva che non tutti possono praticare, a non tutti è data la possibilità di svegliarsi.

Dunque, dato che si nasce inevitabilmente imperfetti su questo pianeta, come cercheresti tu di provare a regolare almeno un minimo la questione degli impulsi distruttivi in chi non può lavorare, se non tramite regole imposte dall'esterno?

 

Vedo che sei un lettore di Gurdjieff, ti ricordo che lui stesso diceva che non tutti possono praticare, a non tutti è data la possibilità di svegliarsi.

 

Purtroppo io non leggo nulla, è tutto al mio interno.

Molte volte ho avuto riscontro con quel che dico in scritti del passato. (la cosa bella è che chi li ha partoriti in principio sapeva almeno spiegarsi meglio di me)

Comunque no, non so chi sia  Gurdjieff, cercherò di leggere qualcosa.

 

Quindi se uno ha l'impulso di uccidere o molestare è un male che segua una morale generica che dice che è sbagliato?

 

Non è di certo l'imposizione morale che "tiene a bada" questi individui ma la legge terrena. La regola morale serve solo ad "asservire" i timorosi di dio.

Esempio se abbiamo un oppressore i "timorosi" non lo combatteranno, ma lo risparmieranno per non andare all'inferno. Si faranno sottomettere e controllare.

Non mi sembra che la regola di "non commettere atti impuri" freni molto i sacerdoti che ultimamente hanno più condanne loro che gli ergastolani.

Come vedi se non "veicoli da dentro" questi impulsi le persone non miglioreranno mai. (dovremmo sostituire i 10 comandamenti con un bel corso di pratico di risveglio)

 

Dunque, dato che si nasce inevitabilmente imperfetti su questo pianeta, come cercheresti tu di provare a regolare almeno un minimo la questione degli impulsi distruttivi in chi non può lavorare, se non tramite regole imposte dall'esterno?

Si può lavorare sulla persona stessa con tecniche precise per farla evolvere ed abbandonare certe abitudini. Non tutti ci riescono è vero, ma almeno sapendo che esiste una possibilità

magari con il tempo e con la dovuta saggezza inizieranno a praticarla.


Le masse saranno sempre al di sotto della media, la maggior età si abbasserà, la barriera del sesso cadrà.

E la democrazia arriverà all'assurdo rimettendo la decisione intorno alle cose più grandi ai più incapaci.

Sarà la punizione per il suo principio astratto dell'Uguaglianza, che dispensa l'ignorante di istruirsi, l'imbecille di giudicarsi,

il bambino di esser uomo e il delinquente di correggersi. Il Diritto pubblico fondato sull'uguaglianza andrà in pezzi a causa delle sue conseguenze. 

Perché non riconosce la disuguaglianza di valore, di merito, di esperienza. Cioè la fatica individuale: Culminerà nel trionfo della feccia e dell'appiattimento.

L'Adorazione delle apparenze si paga.

henri frederic amiel - Diario Intimo - 12 Giugno 1871,


#85 Frèyja

Frèyja

    hesperus

  • Utenti
  • 1624 messaggi

Inviato 04 ottobre 2017 - 11:27

Si, ma la legge terrena si basa sulla morale sociale. Le leggi degli uomini sono fatte in base a ciò che gli uomini ritengono generalmente giusto e sbagliato. 

Per questo motivo la morale è indispensabile, senza di essa saremo in balia di impulsi discutibili e dannosi.

A un risvegliato la morale non serve, ma è utile a una persona dall'intelletto medio, mentre è totalmente inutile per chi è portato a delinquere. Per questi ultimi funziona ben poco anche la paura di finire in galera.

Che poi un clericale pedofilo sia particolarmente disgustoso, anche per il ruolo che ricopre, lo condivido. Ma la sua esistenza non dimostra il fallimento totale della morale, religiosa o meno che sia. Dimostra solo che con quella persona non funziona.

 

 

Gurdjieff è stato il primo a parlare del ricordo di sè,. Credevo che, avendo nominato questa pratica, tu lo conoscessi. 


  • Emanuele piace questo

#86 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 235 messaggi

Inviato 04 ottobre 2017 - 11:36

Si, ma la legge terrena si basa sulla morale sociale. Le leggi degli uomini sono fatte in base a ciò che gli uomini ritengono generalmente giusto e sbagliato. 

Per questo motivo la morale è indispensabile, senza di essa saremo in balia di impulsi discutibili e dannosi.

A un risvegliato la morale non serve, ma è utile a una persona dall'intelletto medio, mentre è totalmente inutile per chi è portato a delinquere. Per questi ultimi funziona ben poco anche la paura di finire in galera.

Che poi un clericale pedofilo sia particolarmente disgustoso, anche per il ruolo che ricopre, lo condivido. Ma la sua esistenza non dimostra il fallimento totale della morale, religiosa o meno che sia. Dimostra solo che con quella persona non funziona.

 

 

Gurdjieff è stato il primo a parlare del ricordo di sè,. Credevo che, avendo nominato questa pratica, tu lo conoscessi. 

 

Quindi mi stai dicendo che il mio tentativo disperato di risvegliare le persone è vano? Se è così devo riconoscere che in fondo non hai tutti i torti. A volte mi capita che quando dialogo con persone faccia a faccia che stimo, e con cui ci parlo bene, arrivato ad un certo punto sembra che io inizi a parlare in aramaico e loro mi osservano come se stessero osservando qualcuno in preda al delirio, insomma un matto senza speranza.

Il ricordo di sé l'ho scoperto leggendo l'officina alchemica.


Le masse saranno sempre al di sotto della media, la maggior età si abbasserà, la barriera del sesso cadrà.

E la democrazia arriverà all'assurdo rimettendo la decisione intorno alle cose più grandi ai più incapaci.

Sarà la punizione per il suo principio astratto dell'Uguaglianza, che dispensa l'ignorante di istruirsi, l'imbecille di giudicarsi,

il bambino di esser uomo e il delinquente di correggersi. Il Diritto pubblico fondato sull'uguaglianza andrà in pezzi a causa delle sue conseguenze. 

Perché non riconosce la disuguaglianza di valore, di merito, di esperienza. Cioè la fatica individuale: Culminerà nel trionfo della feccia e dell'appiattimento.

L'Adorazione delle apparenze si paga.

henri frederic amiel - Diario Intimo - 12 Giugno 1871,


#87 Frèyja

Frèyja

    hesperus

  • Utenti
  • 1624 messaggi

Inviato 04 ottobre 2017 - 12:10

Quindi mi stai dicendo che il mio tentativo disperato di risvegliare le persone è vano? Se è così devo riconoscere che in fondo non hai tutti i torti. A volte mi capita che quando dialogo con persone faccia a faccia che stimo, e con cui ci parlo bene, arrivato ad un certo punto sembra che io inizi a parlare in aramaico e loro mi osservano come se stessero osservando qualcuno in preda al delirio, insomma un matto senza speranza.
Il ricordo di sé l'ho scoperto leggendo l'officina alchemica.


Si..nella maggior parte dei casi purtroppo è vano, perché lo stimolo deve sempre partire da dentro e portato avanti con mezzi propri.
Officina alchemica è di Brizzi giusto? Lui infatti è gurdjieffiano.

#88 Emanuele

Emanuele

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 235 messaggi

Inviato 04 ottobre 2017 - 12:16

Si..nella maggior parte dei casi purtroppo è vano, perché lo stimolo deve sempre partire da dentro e portato avanti con mezzi propri.
Officina alchemica è di Brizzi giusto? Lui infatti è gurdjieffiano.

 

Si è di Brizzi.


Le masse saranno sempre al di sotto della media, la maggior età si abbasserà, la barriera del sesso cadrà.

E la democrazia arriverà all'assurdo rimettendo la decisione intorno alle cose più grandi ai più incapaci.

Sarà la punizione per il suo principio astratto dell'Uguaglianza, che dispensa l'ignorante di istruirsi, l'imbecille di giudicarsi,

il bambino di esser uomo e il delinquente di correggersi. Il Diritto pubblico fondato sull'uguaglianza andrà in pezzi a causa delle sue conseguenze. 

Perché non riconosce la disuguaglianza di valore, di merito, di esperienza. Cioè la fatica individuale: Culminerà nel trionfo della feccia e dell'appiattimento.

L'Adorazione delle apparenze si paga.

henri frederic amiel - Diario Intimo - 12 Giugno 1871,


#89 Daniele Zummo

Daniele Zummo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 597 messaggi

Inviato 08 ottobre 2017 - 03:59

°Stella, appunto deriva dalla separazione da Dio, che successivamente abbiamo iniziato ad essere schiavi dell'ego.
Per lotta tra bene e male, intendevo in senso biblico (tra angeli e demoni). Concordo che l'unica lotta è dentro noi stessi.

Satana non esiste proprio perché i demoni sono personificazioni dei nostri pensieri negativi.

Non ho mai pensato che Dio non ci ami, anzi è esattamente l'opposto, anzi, in molti periodi della mia vita, dove ero clinicamente depresso, lui era l'unica luce che vedevo.

L'amore tra due persone è sacro, ma se subentra la sofferenza allora li è attaccamento, perché viene generato dal legame con il partner. Non tutto l'amore è libertà purtroppo. Solo l'amore incondizionato lo è davvero.

L'uomo infatti, deve evovelsi spiritualmente, e poi continuerà negli altri piani dopo la morte, anche se li dipende dalla persona, e dal suo karma.

#90 Daniele Zummo

Daniele Zummo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 597 messaggi

Inviato 08 ottobre 2017 - 04:09

@Ariaj, purtroppo in questi secoli il cattolicesimo ha distorto e snaturato ciò che di bello, c'è nel cristianesimo. Hai ragione, Gesù probabilmente non aveva gli occhi azzurri (anche se ho visto donne arabe che li avevano).
Raggiungendo l'illuminazione il male può essere sconfitto perché è solo dentro di noi. :)
Eh...purtroppo di indottrinati ne esistono a bizzeffe, ma ci sono anche i veri cristiani e purtroppo sono pochi.
No, non siamo senza via d'uscita, al contrario: bisogna imparare a non seguire il nostro ego e i nostri impulsi, lo so, è facile a dirli ma è più difficile a farsi, ma non tutto è perduto. :)

#91 Daniele Zummo

Daniele Zummo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 597 messaggi

Inviato 08 ottobre 2017 - 04:20

@Emanuele, hai dimenticato di scrivere un altro fatto: il cattolicesimo è stata la causa principale della peste in Europa.
Quando il cattolicesimo cominciarono a uccidere le "streghe" hanno collegato il gatto nero al demonio, e quindi alle streghe. Cosa hanno fatto allora? Hanno cominciato ad uccidere centinaia di migliaia di gatti in Europa finché non ne rimase quasi nessuno.
Questo portò ad una sovrappopolazione di ratti in Europa che in conseguenza portarono la peste. Ovviamente la scarsa igiene contribuì non poco alla cosa. Le morti furono tantissimi.
  • arjanedda piace questo

#92 Daniele Zummo

Daniele Zummo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 597 messaggi

Inviato 08 ottobre 2017 - 04:27

Lavorando in un convento, dei francescani dissero che avevano catturato, e ripeto, catturato dei ribelli che li torturavano mettendoli a testa in giù per delle ore.
C'è gente che si confessa e sono bestemmiatori, questi sono i cattolici.
I cristianesimo è un'altra cosa.

#93 Daniele Zummo

Daniele Zummo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 597 messaggi

Inviato 08 ottobre 2017 - 04:43

@Il Decimo, probabilmente Emanuele è stato troppo duro, ma ha scritto semplicemente la verità. :(
Non c'è molto buon senso nel minacciare il prossimo che ha scritto le cose per come sono e poi magari andare in giro e criticare il prossimo, anche quello si chiama rispetto.

#94 fasiel

fasiel

    IN VACANZA

  • Utenti
  • 3870 messaggi

Inviato 08 ottobre 2017 - 10:31

Quindi mi stai dicendo che il mio tentativo disperato di risvegliare le persone è vano? Se è così devo riconoscere che in fondo non hai tutti i torti. A volte mi capita che quando dialogo con persone faccia a faccia che stimo, e con cui ci parlo bene, arrivato ad un certo punto sembra che io inizi a parlare in aramaico e loro mi osservano come se stessero osservando qualcuno in preda al delirio, insomma un matto senza speranza.

Il ricordo di sé l'ho scoperto leggendo l'officina alchemica.

un bimbo di 14 anni una volta mi disse: troppa luce acceca


  • Emanuele piace questo

#95 Meditante

Meditante

    Utente Full

  • Utenti
  • 1670 messaggi

Inviato 09 ottobre 2017 - 05:31

Stasera a casa di una conoscente

scusa ma non li metti i calzini nelle scarpe? Tu sei sistemato ti ammali se non indossi i calzini, io volevo dire un bel MA STI CAZZI?

poi ma non la segui la televisione? Io annuisco e faccio capire no e lei dice è importante va seguita

io dico lo sport

e lei dice sempre sport e cosa ti da lo sport? 

Per la serie fai come ti dico io e ti troverai bene 

 

sta gente guarda i quiz in televisione non sapendo che è tutto preparato almeno lo sport ti fa provare emozioni, emozioni che una signora di 40 anni non può capire anche se lei dice che è juventina

per non parlare del fatto che la televisione secondo marco baston fa male perchè ti brucia il cervello

 

l'origine del male è l'ignoranza della gente per me


Sono felice e contento


#96 Meditante

Meditante

    Utente Full

  • Utenti
  • 1670 messaggi

Inviato 09 ottobre 2017 - 05:34

una volta disse una mia prof di italiano alle superiori anche se avete ragione ma non vi sapete esprimere avrete sempre torto

e ha avuto ragione 

perchè se io non faccio chiarezza mentalmente non riuscirò mai a fronteggiare nessuno


Sono felice e contento


#97 Daniele Zummo

Daniele Zummo

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 597 messaggi

Inviato 15 ottobre 2017 - 12:48

@fasiel, Be...chi non sopporta la luce, può tranquillamente stare al buio.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi