Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Vi parlo di cosa mi è successo oggi...

storia psicologia

  • Per cortesia connettiti per rispondere
8 risposte a questa discussione

#1 Luca Russo

Luca Russo

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 4 messaggi

Inviato 06 febbraio 2017 - 06:11

Tutto quello che scriverò magari potrà sembrarvi pazzesco, e potrà sembrarvi che io stia esagerando, ma sento che c'è qualcosa che va oltre quello che un essere umano può capire, per ora.

 

Questo pomeriggio ho dormito un'oretta, verso le 15:30 mi sono svegliato, mentre ero nel letto, con gli occhi chiusi ma sveglio, nel giro di qualche minuto ho come una visione/sogno che dura abbastanza, ma che nella realtà è durato poco, non so come spiegarlo, mi sono alzato dal letto circa 3/4 minuti dopo che mi sono svegliato, e questa visione/sogno richiedeva molto più tempo.

 

Praticamente in questo sogno c'ero io e un altro ragazzo, eravamo amici e di età adulta, io attualmente ho 18 anni, io non ero nel mio corpo, cioè ero consapevole di essere io, ma non in questo corpo (essendo più grande), e sopratutto non in quest'epoca, era in un altra epoca, dell'inizio di questo sogno ricordo poco, ricordo solo un esplosione (di una bomba credo), e poi io e quest'altro ragazzo che scappavamo, eravamo due soldati credo, intorno a me c'era un clima di guerra, di distruzione, le robe che indossavamo erano diverse da quelle che indossiamo adesso, non riesco a capire di quale epoca fossero, ma la cosa strana è che non ho mai e dico mai visto film risalenti al 1800/1900, credo sia compreso tra questi anni il sogno che ho fatto, ma non ne sono sicuro dato che in storia non sono molto bravo,

la parte che mi ha colpito di più è stato quando mentre scappavamo, siamo entrati in una specie di "zona protetta", c'era un cancello aperto e delle guardie, credo fossero guardie, ad aspettarci, quando entriamo in questa zona circondata da mura, finisce il sogno/visione, la parte in cui entro in questa zona murata è come se l'avessi vissuto davvero, cioè non è stato un semplice sogno, ma io ricordo quasi con certezza di questa esperienza, ma non è di questa vita ovviamente, per varie ragioni: 

1. Epoca completamente diversa.

2. Avevo un età adulta, e io ho solo 18 anni.

3. C'era in clima di guerra, fumo, esplosioni, fuoco, gente morta...

4. Gli altri soldati che c'erano erano vestiti in modo molto diverso dal nostro, quindi non ho idea di qualche epoca si tratti, anche perchè come ho già detto non sono bravo in storia, e non ho mai visto questa tipologia di film.

 

Ora volevo sapere se qualcuno ha avuto un'esperienza del genere, vorrei parlare con questa gente, potete contattarmi a questa mail: lucarusso9999@outlook.it

Ovviamente Luca Russo è un identità inventata, non voglio svelare la mia, perchè non vorrei che la gente mi prendesse per pazzo.

 

Vi chiedo due cose:

 a chi si intende di psicologia e roba varia di spiegarmi cosa possa essere questo sogno/visione, precisando che io non credo in un altra vita prima di questa, o in altre vite, ma questa volta è stato davvero strano, quel posto che ho sognato mi è sembrato così famigliare, reale, sono quasi certo di esserci stato, ma è comunque impossibile, penso semmai al fatto che usiamo una piccola parte del nostro cervello, solo il 20%, magari ci sono cose che non possiamo spiegarci, non so cosa pensare, ma questo sogno è stato davvero strano.

 

e poi volevo chiedere a chi si intende di storia, anche se siamo in ambito psicologico, se sa dirmi se ci sono mai stati luoghi circondati da mura con dei cancelli per accedervi, durante qualche guerra, parlo anche della seconda guerra mondiale, del periodo nazista, perchè mi sembrava quel periodo, ma non ne sono sicuro, non sono sicuro di niente riguardo a questo sogno.





#2 RedRose777

RedRose777

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 503 messaggi

Inviato 06 febbraio 2017 - 09:46

Ci sarebbe una spiegazione, però forse non la capiresti, e sopratutto puoi credermi come no, non devi prenderla per verità assoluta. In certi stati della percezione abbiamo accesso a un database con tutte le esperienze presenti, passate e future di tutto il globo, queste esperienze sono immateriali ovviamente, poiché il tempo in cui erano materializzate é già passato o non è mai avvenuto. Alcuni autori hanno chiamato questo luogo spazio delle varianti ( Zeland ) , altri akasha ( Steiner- teosofi )
  • arjanedda piace questo

#3 Luca Russo

Luca Russo

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 4 messaggi

Inviato 08 febbraio 2017 - 03:32

se ti va, puoi provare a rispondermi, vedrò di capire

Ci sarebbe una spiegazione, però forse non la capiresti, e sopratutto puoi credermi come no, non devi prenderla per verità assoluta. In certi stati della percezione abbiamo accesso a un database con tutte le esperienze presenti, passate e future di tutto il globo, queste esperienze sono immateriali ovviamente, poiché il tempo in cui erano materializzate é già passato o non è mai avvenuto. Alcuni autori hanno chiamato questo luogo spazio delle varianti ( Zeland ) , altri akasha ( Steiner- teosofi )



#4 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 08 febbraio 2017 - 04:10

Le variabili nascoste.
Lo penso anch'io.
Io mi trovo spesso in un paese negli anni 50, e sono io, ma un'altra vita, le persone del posto mi riconoscono e mi chiedono di mio figlio,ma negli anni 50 non potevo avere un figlio.
Semplicemente magico.
Lamia coscienza di madre,donna, della mia casa, era intatta, le persone vestite stile anni 50, conoscevano me che venivo dal futuro!
Misteri della mente e degli infiniti files nell'universo a disposizione.
Forse lo scopo è vedere se riesco a riconoscere uno spazio mio.
Mio! Dell'immagine virtuale o ologramma del mio corpo!
Io non posso entrare oltre, ma posso ancora intuire e osservare e ammirare le strade in terra battuta o sassi di fiume e colori caldi!
È come passare alcune ore come protagonisti di un film,talmente reale da sembrare la nostra vita.
Che forse è reale quanto questa...
Sprazzi di realtà.
Ma potrebbe aver ragione Jean E. Charon, quando dice che i miliardi di elettroni, Contengono il nostro intero io.
Allora, elettroni appartenenti ad altre persone in altre epoche, potrebbero essere arrivati da noi, con il loro bagaglio di informazioni. È capitano di questi strani. casi.
Ma secondo me, lo scopo è riuscire a interagire.
Con l'ambiente, con la gente!
Questo è paranormale!
  • antifona e Luca Russo piace questo

#5 Nehelamite

Nehelamite

    Flip Flap

  • Utenti
  • 24028 messaggi

Inviato 10 febbraio 2017 - 04:12

Gli annali akashici, a.k.a. "coscienza collettiva."
Non è nulla di esoterico o chissà quanto difficile da comprendere, soltanto l'ennesima prova di sincretismo new age.

Con la differenza che qui qualcosa di reale potrebbe esserci, stay tuned coi progressi della fisica quantistica.


  • arjanedda e Luca Russo piace questo

-Flip Flap-


#6 RedRose777

RedRose777

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 503 messaggi

Inviato 10 febbraio 2017 - 05:17

Per rispondere al tuo messaggio, probabilmente si tratta di immagini provenienti dal calderone della coscienza collettiva, come ho detto sopra ( ho usato solo altri nomi).Quello che devo capire é come mai alcuni si collegano a certe cose, altri ad altre. Probabilmente, anzi molto probabilmente, in qualche modo a livello individuale sei legato a quelle esperienze, se vai a sbirciarci.
  • Luca Russo piace questo

#7 Nehelamite

Nehelamite

    Flip Flap

  • Utenti
  • 24028 messaggi

Inviato 10 febbraio 2017 - 05:43

Per rispondere al tuo messaggio, probabilmente si tratta di immagini provenienti dal calderone della coscienza collettiva, come ho detto sopra ( ho usato solo altri nomi).Quello che devo capire é come mai alcuni si collegano a certe cose, altri ad altre. Probabilmente, anzi molto probabilmente, in qualche modo a livello individuale sei legato a quelle esperienze, se vai a sbirciarci.

 

 

Se le menti umane condividono gli stessi modelli di funzionamento inconsci, discorso che andrebbe approfondito da chi di dovere ed in tutt'altro spirito e contesto, allora parlare di "coscienza collettiva" è possibile anche in termini non metafisici.


-Flip Flap-


#8 Luca Russo

Luca Russo

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 4 messaggi

Inviato 10 febbraio 2017 - 05:51

Posso solo dirvi che quel giorno, quel "sogno" è stato bellissimo, sembrava di viverlo davvero.



#9 Nehelamite

Nehelamite

    Flip Flap

  • Utenti
  • 24028 messaggi

Inviato 10 febbraio 2017 - 06:05

Posso solo dirvi che quel giorno, quel "sogno" è stato bellissimo, sembrava di viverlo davvero.

 

 

Questo gli conferisce un significato più profondo: se la tua mente gli attribuisce tanto valore, allora lo devi conservare caro.

Prima di tutto, cos'è che hai imparato da esso?


-Flip Flap-






Anche taggato con storia, psicologia

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi