Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

5 segnali radio dall' universo

spazio e.t.

  • Per cortesia connettiti per rispondere
113 risposte a questa discussione

#101 Piter

Piter

    Utente Full

  • Utenti
  • 1454 messaggi

Inviato 06 agosto 2018 - 01:20

"Se Recibe Una Misteriosa Señal Extraterrestre en Canadá"

 

https://youtu.be/dlIoP2IprFg


  • skynight piace questo

E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#102 skynight

skynight

    Utente Senior

  • Utenti
  • 6949 messaggi

Inviato 06 agosto 2018 - 03:14

a forza di gridare al lupo, al lupo quando poi i lupi arriveranno davvero sul serio non ci crederà più nessuno.


L'universo è la mia casa... la voce sommessa di questo mare infinito mi invoca e mi invita a vivere senza catene... la mia bandiera è un simbolo di libertà.


#103 Piter

Piter

    Utente Full

  • Utenti
  • 1454 messaggi

Inviato 06 agosto 2018 - 07:39

Speriamo di no (nel senso speriamo che non arrivi nessun lupo malintenzionato dalle profondità del cosmo) .

 

In ogni caso preferisco queste speculazioni sul flebile segnale radio (che fa intravedere una remota possibilità di vedere il telegiornale* degli alieni)  ad altre cronache spaziali ** .

 

 

 

*

Giusto per sperare di vedere cronache migliori delle nostre:

 

https://youtu.be/4k9FmGpLaUw

 

 

 

**

O anche cronache dell' Armaghedon :

 

https://www.repubbli...-C4-P14-S1.4-T1

 

Che storie.


  • skynight piace questo

E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#104 Piter

Piter

    Utente Full

  • Utenti
  • 1454 messaggi

Inviato 13 settembre 2018 - 02:16

Che stanno combinado gli alieni ?

 

https://it.sputnikne...enza-FRB121102/

 

"

Rilevati 72 segnali extraterrestri da galassia nana: sono ripetitivi

 

I ricercatori dell'università della California a Berkeley hanno scoperto 72 strani segnali durante la decodifica di 400 terabyte di informazioni radio proveniente da una galassia nana che si trova ad una distanza di 3 miliardi di anni luce dalla Terra.

 

La fonte del segnale, indicata dagli scienziati come FRB 121102, è unica nel suo genere, in quanto con frequenza regolare rapida arrivano le onde radio.

 

Come riportato dall'edizione russa della BBC, i segnali rilevati sono degli impulsi radio veloci ma chiaramente percepibili. Qualcosa di simile era stato già osservato dagli astrofisici nel 2007, quando un lampo radio veloce è stato scoperto da un'equipe di ricercatori guidata dal professore dell'Università della West Virginia Duncan Lorimer.

 

Ricordiamo, alcuni ricercatori ritengono che il misterioso segnale FRB 121102 possa essere "il messaggio di una civiltà aliena".

 

Gli impulsi radio veloci (Fast radio burst) sono un mistero per la comunità scientifica. Rappresentano un lampo, la cui potenza è equivalente al rilascio nello spazio dell'energia emessa dal nostro sole per diverse decine di migliaia di anni. FRB 121102 è uno dei più famosi impulsi radio veloci. Più tardi si è scoperto che il segnale non era singolo, ma veniva ripetuto in serie 16 volte. Questo ha lasciato seriamente perplessi gli scienziati

 

"


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#105 skynight

skynight

    Utente Senior

  • Utenti
  • 6949 messaggi

Inviato 13 settembre 2018 - 10:32

I ricercatori dell'università della California a Berkeley hanno scoperto 72 strani segnali durante la decodifica di 400 terabyte di informazioni radio proveniente da una galassia nana che si trova ad una distanza di 3 miliardi di anni luce dalla Terra.

 

eh buonanotte Piter con tre miliardi di anni luce di distanza, a quest'ora gli alieni si saranno estinti da quel pezzo.


L'universo è la mia casa... la voce sommessa di questo mare infinito mi invoca e mi invita a vivere senza catene... la mia bandiera è un simbolo di libertà.


#106 Piter

Piter

    Utente Full

  • Utenti
  • 1454 messaggi

Inviato 13 settembre 2018 - 12:54

E perchè mai si sarebbero dovuti estinguere ?

 

L' evoluzione è si caotica e gli organismi superiori (nel senso dei piu' complessi)  spesso si infilano in vicoli ciechi evolutivi, ma l'evoluzione ha creato l' intelligenza apposta, per evitare di finire nei vicoli ciechi  o quanto meno cercare di fuggire via da essi.

 

Semmai il problma è l'energia che c'è dietro questi fenomeni: "Gli impulsi radio veloci (Fast radio burst) sono un mistero per la comunità scientifica. Rappresentano un lampo, la cui potenza è equivalente al rilascio nello spazio dell'energia emessa dal nostro sole per diverse decine di migliaia di anni"

 

Anche ipotizzando che ci siano lo zampino degli alieni dietro questi osservazioni,  che tipo di fenomeno è quello che genera potenze di questa portata ?


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#107 skynight

skynight

    Utente Senior

  • Utenti
  • 6949 messaggi

Inviato 13 settembre 2018 - 04:44

E perchè mai si sarebbero dovuti estinguere ?

 

L' evoluzione è si caotica e gli organismi superiori (nel senso dei piu' complessi)  spesso si infilano in vicoli ciechi evolutivi, ma l'evoluzione ha creato l' intelligenza apposta, per evitare di finire nei vicoli ciechi  o quanto meno cercare di fuggire via da essi.

 

Semmai il problma è l'energia che c'è dietro questi fenomeni: "Gli impulsi radio veloci (Fast radio burst) sono un mistero per la comunità scientifica. Rappresentano un lampo, la cui potenza è equivalente al rilascio nello spazio dell'energia emessa dal nostro sole per diverse decine di migliaia di anni"

 

Anche ipotizzando che ci siano lo zampino degli alieni dietro questi osservazioni,  che tipo di fenomeno è quello che genera potenze di questa portata ?

 

perchè secondo me, nessuna civiltà per quanto longeva può sopravvivere per miliardi di anni, nel caso fosse possibile a quest'ora sarebbero immortali e con conoscenze e tecnologie tali da rivaleggiare quasi con una divinità, me temo che oltre una certa soglia di avanzamento e evoluzione oltre la capacità di comprensione si arrivi ad un punto che non si può oltrepassare e che questo possa provocare auto estinzioni di massa, parere mio naturalmente, che può anche essere sbagliato, per generare dei segnali di questo genere devono avere dei radiotrasmettitori grandi e dalla potenza quanto una stella gigante, cose fuori dalla portata di una comune civiltà evoluta di soli milioni di anni penso.


L'universo è la mia casa... la voce sommessa di questo mare infinito mi invoca e mi invita a vivere senza catene... la mia bandiera è un simbolo di libertà.


#108 Piter

Piter

    Utente Full

  • Utenti
  • 1454 messaggi

Inviato 13 settembre 2018 - 08:21

Spero che non tutti gli alieni siano come i sapiens che non sanno tenere i mostri dell'id chiusi nel recinto.


  • skynight piace questo

E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#109 Piter

Piter

    Utente Full

  • Utenti
  • 1454 messaggi

Inviato 17 settembre 2018 - 10:02

"

Tutto quello che sapete sugli alieni è sbagliato (e perché, se arrivano, conviene scappare)

 

Sì, con ogni probabilità c’è vita altrove. Ma difficilmente è intelligente e antropomorfa. Ed è molto probabile che se arrivasse qui da noi sarebbe poco benevola. Un fisico e un genetista distruggono tutti i luoghi comuni su Alien, Et e tutti i tentativi dell’uomo di immaginare l’extraterrestre

"

 

 

https://www.linkiest...rrivano-/39438/


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#110 skynight

skynight

    Utente Senior

  • Utenti
  • 6949 messaggi

Inviato 18 settembre 2018 - 09:28

"

Tutto quello che sapete sugli alieni è sbagliato (e perché, se arrivano, conviene scappare)

 

Sì, con ogni probabilità c’è vita altrove. Ma difficilmente è intelligente e antropomorfa. Ed è molto probabile che se arrivasse qui da noi sarebbe poco benevola. Un fisico e un genetista distruggono tutti i luoghi comuni su Alien, Et e tutti i tentativi dell’uomo di immaginare l’extraterrestre

"

 

 

https://www.linkiest...rrivano-/39438/

 

:rotfl: scappare dove? 


L'universo è la mia casa... la voce sommessa di questo mare infinito mi invoca e mi invita a vivere senza catene... la mia bandiera è un simbolo di libertà.


#111 rsorrt

rsorrt

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 6443 messaggi

Inviato 18 settembre 2018 - 03:03

:rotfl: scappare dove? 

in effetti scappare si ma dove ?

 

Se fossero ostili e molto più progrediti di noi sarebbero guai grossi, basti pensare a cosa potrebbe fare un gruppo di marines moderni contro un esercito di spartani, greci, armati di spade, lance e scudi.

 

Oppure un solo aereo moderno da guerra di oggi contro i trabiccoli stile barone rosso o una moderna nave da guerra contro le navi romane a remi..

 

 

Se arrivano qui sicuramente sono enormemente avanti a noi quindi avranno armi che noi nemmeno immaginiamo.

Potrebbero avere nanomacchine da guerra per cui nessuno di loro verrebbe personalmente sul campo di battaglia ma gestirebbero tutto da remoto.

 

Il dubbio è perchè mai dovrebbero sottometterci.

Di risorse sul pianeta che non possano esserci fuori a portata di mano, non ce ne sono.

Gli asteroidi sono pieni di acqua, oro. diamanti, ferro.... tutto quello che si vuole.

 

Qualcuno ha ipotizzato una situazione catastrofica:

una macchina aliena che inizialmente aveva il compito di studiare la vita preservandola (quindi senza fare del male) ma che poi si è trasformata, per errore, in una macchina che cerca la vita per distruggerla.

Questa macchina in grado di evolvere è divenuta complessa e potentissima... senza sentimenti, senza pietà, una macchina che esegue un complesso programma difettoso !!!!


Non avere una meta è comunque una meta, e cercare è di per sé un obiettivo, al di là del contenuto. La vita non ha uno scopo, è solo un viaggio.
[Gao XingJian]


#112 Piter

Piter

    Utente Full

  • Utenti
  • 1454 messaggi

Inviato 18 settembre 2018 - 07:41

 scappare dove? 

 

 

Questa semplice osservazione ha notevoli implicazioni. 

 

Cerco di spiegarmi meglio.

 

Questo brano fu proposto al grande pubblico mi pare alla fine degli anni 70

 

https://youtu.be/Knkmxnep6X0

 

Parla di quando si doveva fuggire via sia dalle scorrerie dei pirati nelle nostre marine, sia dalle scorrerie delle varie monarchie e di quando la montagna offriva rifugio relativamente sicuro.

 

Questo da punto di vista storico , dal punto di vista della letteratura di fantascienza lo spazio è stato all'inzio visto come una nuova frontiera da conquistare, frontiera piena di pericoloi si, ma dove si andava alla ricerva di nuovi mondi dove rifurgiarsi dalla decadenza di quelli in cui finora si era vissuto.

 

Poi il clima culturale è cambiato e lo spazio viene proposto dalla letteratura di fantascienza come un luogo da dove vengono mille minacce e la terra viene presentata come  l' isola sui cui ci siamo rifugiat e quindi come un luogo da difendere a tutti i costi.

 

Questo nella fantascienza dove , appunto, la fantasia degli autori ha proposto mille situazioni diverse ma aventi alcune cose comuni: che fosse possibile lasciare il pianeta e andare altrove .

 

Ora il fenomeno noto  "sospensione d’incredulità" è uno dei presupposti alla base dell’assioma della narrativa di genere, in particolare di quella gialla e fantastica: il lettore, lo spettatore  sospendono volontariamente la loro incredulità razionale, immergendosi così pienamente nel mondo fantastico di una data  storia che viene raccontata secondo le sue leggi interne di credibilità.

 

Nulla di male in cio', senza la sospensione dell' incredulità non ci sarebbe letteratura di nessun tipo.

 

Il punto è che questo fenomeno è stato fatto proprio  da quelli della politica che lo usano per fare audiences e creare consenso; ma sorvoliamo su questo ("qui si lavora, non si fa politica" si diceva un tempo) , il punto è che il mondo della divulgazione scientifca  ha fatto proprio questo fenomeno e lo usa senza remora alcuna quando dever raccontare al grande pubblico qualcosa con il risultato, tragico, che le cose di scienza acquistano una dimensione fiabesca.

 

Detto questo, se davvero volessimo andare a far visita di persona ai nostri vicini marziani la cosa sarebbe poi tecnicamente possibile ?  Già ci sono difficoltà per andare e tornare dalle stazioni spaziali orbitanti a poche centinaia di chilometri sopra le nostre teste, figurarsi a passare la magnetosefra e  affronatre il vuoto siderale.

 

Difatto di queste cose non si parla nella letteratura di divulgazione scientifica , si qua e là raccontano un po' di frottole  ma ancora l' aereo di linea da e per lo spazio non c'è e si ritorna dallo spazio qua vicino, non da quello remoto, lanciandosi con  il paracadute e atterrando così, appesi ad un paracadute,  nelle sicure steppe asiatiche.

 

Sorvoliamo per ora su armi e contatti tra biologie di mondi diversi    .


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#113 rsorrt

rsorrt

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 6443 messaggi

Inviato Ieri, 19 set 2018 alle 07:28

Questa semplice osservazione ha notevoli implicazioni. 

 

Cerco di spiegarmi meglio.

 

Questo brano fu proposto al grande pubblico mi pare alla fine degli anni 70

 

https://youtu.be/Knkmxnep6X0

 

Parla di quando si doveva fuggire via sia dalle scorrerie dei pirati nelle nostre marine, sia dalle scorrerie delle varie monarchie e di quando la montagna offriva rifugio relativamente sicuro.

 

Questo da punto di vista storico , dal punto di vista della letteratura di fantascienza lo spazio è stato all'inzio visto come una nuova frontiera da conquistare, frontiera piena di pericoloi si, ma dove si andava alla ricerva di nuovi mondi dove rifurgiarsi dalla decadenza di quelli in cui finora si era vissuto.

 

Poi il clima culturale è cambiato e lo spazio viene proposto dalla letteratura di fantascienza come un luogo da dove vengono mille minacce e la terra viene presentata come  l' isola sui cui ci siamo rifugiat e quindi come un luogo da difendere a tutti i costi.

 

Questo nella fantascienza dove , appunto, la fantasia degli autori ha proposto mille situazioni diverse ma aventi alcune cose comuni: che fosse possibile lasciare il pianeta e andare altrove .

 

Ora il fenomeno noto  "sospensione d’incredulità" è uno dei presupposti alla base dell’assioma della narrativa di genere, in particolare di quella gialla e fantastica: il lettore, lo spettatore  sospendono volontariamente la loro incredulità razionale, immergendosi così pienamente nel mondo fantastico di una data  storia che viene raccontata secondo le sue leggi interne di credibilità.

 

Nulla di male in cio', senza la sospensione dell' incredulità non ci sarebbe letteratura di nessun tipo.

 

Il punto è che questo fenomeno è stato fatto proprio  da quelli della politica che lo usano per fare audiences e creare consenso; ma sorvoliamo su questo ("qui si lavora, non si fa politica" si diceva un tempo) , il punto è che il mondo della divulgazione scientifca  ha fatto proprio questo fenomeno e lo usa senza remora alcuna quando dever raccontare al grande pubblico qualcosa con il risultato, tragico, che le cose di scienza acquistano una dimensione fiabesca.

 

Detto questo, se davvero volessimo andare a far visita di persona ai nostri vicini marziani la cosa sarebbe poi tecnicamente possibile ?  Già ci sono difficoltà per andare e tornare dalle stazioni spaziali orbitanti a poche centinaia di chilometri sopra le nostre teste, figurarsi a passare la magnetosefra e  affronatre il vuoto siderale.

 

Difatto di queste cose non si parla nella letteratura di divulgazione scientifica , si qua e là raccontano un po' di frottole  ma ancora l' aereo di linea da e per lo spazio non c'è e si ritorna dallo spazio qua vicino, non da quello remoto, lanciandosi con  il paracadute e atterrando così, appesi ad un paracadute,  nelle sicure steppe asiatiche.

 

Sorvoliamo per ora su armi e contatti tra biologie di mondi diversi    .

Al momento e chissà per quanto ancora non si può scappare dal pianeta terra quindi ci si può rifugiare solamente da qualche parte sulla terra. 

 

Non siamo in grado, al momento, neppure di andare con facilità su marte ne di avere una base stabile sulla luna, figurarsi costruire "arche spaziali" per salvare l'umanità sfuggendo ad alieni ostili ipertecnologici.

Al momento non è possibile.

 

L'unica è sperare che eventuali alieni ostili non ci trovino (magari sarebbe saggio evitare di inviare sonde con sopra informazioni sulla terra e su di noi).


Non avere una meta è comunque una meta, e cercare è di per sé un obiettivo, al di là del contenuto. La vita non ha uno scopo, è solo un viaggio.
[Gao XingJian]


#114 rsorrt

rsorrt

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 6443 messaggi

Inviato Ieri, 19 set 2018 alle 07:39

perchè secondo me, nessuna civiltà per quanto longeva può sopravvivere per miliardi di anni, nel caso fosse possibile a quest'ora sarebbero immortali e con conoscenze e tecnologie tali da rivaleggiare quasi con una divinità, me temo che oltre una certa soglia di avanzamento e evoluzione oltre la capacità di comprensione si arrivi ad un punto che non si può oltrepassare e che questo possa provocare auto estinzioni di massa, parere mio naturalmente, che può anche essere sbagliato, per generare dei segnali di questo genere devono avere dei radiotrasmettitori grandi e dalla potenza quanto una stella gigante, cose fuori dalla portata di una comune civiltà evoluta di soli milioni di anni penso.

beh il tempo non necessariamente è un ostacolo, anzi il progresso è legato al tempo e più tempo c'è più si può progredire. Se c'è qualcosa che può farci sopravvivere è proprio l'avere tempo.

 

Una volta la morte era ritenuta intoccabile, l'unica certezza fuori discussione, la grande livellatrice che vale per tutti e non guarda in faccia a nessuno. Oggi non è più così, si comincia a pensare che la morte possa essere debellata e che potrà essere possibile vivere senza un limite temporale.

 

La tecnologia potrebbe rendere l'essere umano amortale, potrebbe condurlo su nuovi mondi.

 

L'unico limite potrebbe essere l'esistenza dell'universo, la morte termica del tutto o un big crunch

però a quel punto potremmo essere tanto evoluti tecnologicamente da migrare in un altro universo (se c'è) oppure chissacosa.

 

Non necessariamente l'essere umano deve estinguersi.


Non avere una meta è comunque una meta, e cercare è di per sé un obiettivo, al di là del contenuto. La vita non ha uno scopo, è solo un viaggio.
[Gao XingJian]






Anche taggato con spazio, e.t.

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi