Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Buchi neri


  • Per cortesia connettiti per rispondere
285 risposte a questa discussione

#41 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 13379 messaggi

Inviato 31 dicembre 2016 - 08:56

Bruno Pontecorvo cià speso una vita sui neutrini classificandoli in tre tipi:

LA PARTICELLA MANCANTE

La Particella Mancante è il titolo di un famoso libro di Joao Magueijo docente di Teoria della Relatività Generale all’Imperial College di Londra. Il famoso fisico, che è uno dei più noti insegnanti di Fisica Quantistica con questo libro ne approfitta per fare la storia di Ettore Majorana. Ettore Majorana , come ben sapete è stato uno dei più grandi fisici che siano mai esistiti. Scomparso misteriosamente nel 1938, alcuni dicono che si sia imbarcato per l’Argentina, altri che si sia suicidato, altri ancora che si sia fatto frate e sia entrato in un convento di clausura. Quest’ultima ipotesi è la più probabile, visto il tenore delle sue ultime lettere. I fratelli sospettando questo lo hanno cercato presso numerosi conventi, ed in un convento si sarebbero sentiti rispondere dal priore “Ma perché vi preoccupate tanto quando lui stà bene.” Come facesse il priore a sapere che stava bene non lo si sa ma lo si intuisce, se avesse sospettato che si fosse suicidato non avrebbe certo detto una frase del genere e neppure avrebbe potuto saperlo se si fosse imbarcato per l’Argentina, pertanto, forse per volere dello stesso Ettore, non l’ha mostrato ai fratelli, facendosi monaco di clausura ha pure cambiato nome e sulla tomba è rimasto un nome diverso. Del resto del suo ingresso in monastero fosse poteva saperlo solo il priore che per volere dello stesso Ettore non l’ha rivelato mai. Forse Ettore si è ritirato dal mondo perché non voleva partecipare alla creazione della bomba atomica (è una delle ipotesi) , aveva intuito già prima l’enorme portata in senso negativo di una simile scoperta per l’umanità ed ha preferito ritirarsi, un po come uno dei piloti che ha sganciato la bomba atomica su Hiroshima, dopo averla sganciata si è fatto frate. Ettore Majorana aveva una mente straordinaria tanto che lo stesso Enrico Fermi aveva un complesso di inferiorità nei suoi confronti: le equazioni matematiche che Fermi doveva fare alla lavagna per arrivare al risultato dopo lunghi passaggi Majorana le faceva mentalmente in poco tempo. Ettore Majorana ha aderito alla fisica quantistica, ma se ne è discostato per molti aspetti. Il primo intervento scientifico noto di Ettore risale al 1928, quando aveva 22 anni soltanto. Fu una comunicazione della Società Fisica Italiana in cui correggeva il modello Thomas-Fermi, un modello per abbordare il problema degli elettroni multipli in un atomo sostituendoli  con nubi elettroniche. Fermi dissentiva in maniera decisa, il che non gli impedì di pubblicare lo stesso lavoro sei anni più tardi in collaborazione con Amaldi, senza riconoscere alcun credito ad Ettore. Nel periodo in cui si dedicò alla fisica atomica, Ettore pubblicò una mezza dozzina di articoli scientifici, tutti firmati da lui.  Di questo il più conosciuto riguarda la scoperta del modo in cui la luce spettrale, si modifica quando gli atomi sono immersi in un campo magnetico oscillante. Il risultato è l’effetto Majorana- Brossel ed esprime la tecnica matematica per risolvere il problema delle particelle dotate di spin. E’ da osservare che già in questa formula, Majorana si discosta dalla quantistica perchè la modificazione della luce spettrale in un campo oscillante è del tutto indipendente dall’osservatore. Un po come ha dimostrato Afshar che la propagazione della luce è indipendente dall’osservatore, così pure Majorana nell’effetto Majorana- Brossel fa cadere l’interpretazione magica di Copenaghen dei molti mondi, uno dei pilastri della Quantistica, e come per Afshar il gatto non esce più dalla scatola mezzo vivo o mezzo morto, ma vivo o morto. Cadiamo nel sistema causale e non casuale, ed abbiamo visto che tale sistema è proprio dei sistemi infiniti, ed anche l’atomo è un sistema infinito (questo perché è condizionato da tutti i sistemi maggiori che tendono all’infinito). Una degli scontri maggiori che ha avuto Majorana è stato quello con Dirac. Dirac concepiva la realtà come formata di particelle ed antiparticelle, ma quando Ettore venne a conoscenza della teoria di Dirac disse che non c’erano prove dell’esistenza del positrone e dell’antipositrone. Ad ettore questa teoria proprio non piaceva, a suo giudizio era ciarpame: energie negative, particelle che non esistevano e quant’altro, la sua reazione lo portò a formulare una teoria diversa, senza particelle ed antiparticelle, la teoria del Neutrino di Majorana; tale neutrino è un neutrino elettronico che ha un minimo di massa, una massa addirittura 1000 volte inferiore a quella di un elettrone, ma già sufficiente per mettere in crisi la relatività di Einstein, poiché il neutrino viaggia quasi alla velocità della luce però mantiene la sua massa costante, ciò che non è previsto dalla teoria ristretta della relatività. Osservazioni successive hanno messo in evidenza come il sole emetta 1/3 di neutrini rispetto a quelli che dovrebbe emettere secondo i calcoli, ma per spiegare il perché ci ha pensato Bruno Pontecorvo, rigidamente quantistico, dicendo che il neutrino viaggiando perde la sua massa, da neutrino elettronico, passa a neutrino muonico, a neutrino tauonico, per poi riacquistare nuovamente la massa e ridiventare neutrino elettronico. Pontecorvo ha detto che il neutrino viaggiando cambia il suo “sapore”, diventa, prima dolce, poi amaro, poi salato (elettronico). E questa è la Meccanica Quantistica.

Dice alla fine del testo Joao Magueijo: “”come la storia del neutrino la storia di Ettore è altrettanto elusiva. Anche se scoprissimo con certezza ciò che egli fece, non sapremmo mai perché lo fece, che è una cosa di gran lunga più importante. Questa mancanza di una verità ultima non deve rattristarci: almeno ci impedisce di nutrire deliri di onniscienza. Aver accesso ad ogni conoscenza non risolverebbe i nostri problemi, ma ne creerebbe soltanto di nuovi, a conferma che l’onniscienza è solo un miraggio. Se la massa del neutrino di Majorana ci porta a ritrattare tutte le dinamiche che avvengono all’interno del sole, a meno che non si ricorra all’ipotesi che il neutrino nel suo viaggio cambia di gusto e di massa, ipotesi ancora da dimostrare, altrettanto giustamente si può dire che il sole non è malato, sono solo le nostre ipotesi che non sono dimostrate. Dal nucleo del sole fuoriesce un vigoroso flusso di neutrini, ma il loro numero, o è 1/3 di quello che pensiamo o alcuni di essi oscillano in un'altra realtà.. Per lo studio dei neutrini si sono fatti sforzi giganteschi e si è visto che con opportuni mezzi alcuni si fermano e la loro velocità è prossima a quella della luce. Questo ci potrebbe far ritrattare che i neutrini non sono fermati neppure da 1 km^2 di piombo, ma da molto meno, forse i calcoli che abbiamo fatto finora sono completamente sbagliati. In uno di questi giganteschi studi denominato NEMO si utilizzava come bersaglio 1 km^3 di acqua del Mediterraneo, al largo delle coste orientali della Sicilia, a due chilometri di profondità. La purezza di quest’acqua, come quella dei ghiacciai dell’Antartico la rende una pellicola ideale per catturare l’immagine dei neutrini. C’è una grande pace laggiù , se si ignora la bioluminescenza dovuta all’occasionale passaggio di qualche pesce degli abissi. Mentre gli apparecchi rivelatori venivano calati in quelle profondità faustiane, gli scienziati furono sorpresi da una cacafonia di clic ultrasonici che non potevano essere assolutamente provocati dai neutrini data l’intensità ed il numero. Si trattava dell’inafferrabile materia oscura?? Oppure di qualcosa di ancora più inquietante del neutrino di Majorana? Vennero proposte diverse teorie fisiche bislacche prima che qualcuno avesse finalmente il buonsenso di consultare i biologi marini. Si scoprì così che quei clic ultrasonici erano i caratteristici segnali di accoppiamento dei capodogli, una specie a rischio di estinzione che si riteneva ormai scomparsa nel mediterraneo. In realtà, questi mastodontici mammiferi erano rimasti li per tutti questi anni, nascosti nelle profondità degli abissi, disgustati dalla vita in superfice. I capodogli lanciano stridii in un linguaggio alieno di pace conosciuto soltanto da loro, facendo strada agli scienziati che installarono gli apparecchi rivelatori che un giorno potrebbero dimostrare la teoria di Ettore. Ma a qualche studioso sorse il dubbio: che quei clic siano proprio tutti causati dai capodogli che si accoppiano?? Sembra un po strano in effetti perché i clic continuano ed i capodogli, assai rari, non è che continuino ad accoppiarsi. I clic continuano con la stessa identica intensità. Se fossero causati dai neutrini bisognerebbe riformulare tutta la teoria sui neutrini e sulla loro massa. Perlomeno quei clic ci dicono che sappiamo ancora assai poco della realtà. Un po di teorie non ancora dimostrate che forse vanno completamente riviste. Sono contento di vivere nell’ignoranza, fintantochè teorie meglio dimostrate ci permetteranno di raggiungere la verità; sono i barlumi delle risposte temporanee che ci spronano ad andare avanti, creando tensione e vita.””


  • celestino e arjanedda piace questo



#42 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 31 dicembre 2016 - 04:42

Interessante ma...torniamo ai buchi neri :icon_cool:

Chi pensa che potrebbero essere, ad esempio, dei tunnel spazio-temporali o passaggi per altri universi o regioni del nostro universo?


"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#43 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 31 dicembre 2016 - 06:16

Sono ipotesi che non credo potranno mai essere provate.
Non per niente sono buchi neri:niente si vede e niente si sa.

#44 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 01 gennaio 2017 - 04:01

Sono ipotesi che non credo potranno mai essere provate.
Non per niente sono buchi neri:niente si vede e niente si sa.

Hawking sostiene che i buchi neri non sono poi così neri :boardmod_main:


  • Wish You Were Here piace questo

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#45 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 01 gennaio 2017 - 04:07

Sì, ma non c'è entrato per vedere, giusto?

#46 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 01 gennaio 2017 - 04:19

Sì, ma non c'è entrato per vedere, giusto?

No, in effetti no, so che molte possono essere supposizioni, ma so anche che di astronomia non ci capisco un granchè, nonostante l' Universo mi abbia sempre affascinato, e cerco di analizzare e capire quello che lui dice, sapendo che ne sa molto più di me in materia.

Oltretutto credo che usino anche mezzi e strumenti anche parecchio sofisticati per arrivare a tali conclusioni.


"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#47 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 01 gennaio 2017 - 05:18

Anche a me piacerebbe sondare i misteri dell'universo e mi piace Stephen Hawkins. Ma anche lui ha dovuto nel tempo cambiare il suo odo di interpretare i dati sui buchi neri.

Quest'articolo di SCIENZE,
Forse l'avevo già postato ma non l'ho trovato.
Ci riprovo.

http://scienzenotizi...uco-nero-449799

#48 celestino

celestino

    Guardati e rifletti, stai intraprendendo la via peggiore

  • Utenti
  • 2185 messaggi

Inviato 02 gennaio 2017 - 05:39

............................................................................

 Ettore Majorana aveva una mente straordinaria tanto che lo stesso Enrico Fermi aveva un complesso di inferiorità nei suoi confronti: le equazioni matematiche che Fermi doveva fare alla lavagna per arrivare al risultato dopo lunghi passaggi Majorana le faceva mentalmente in poco tempo. Ettore Majorana ha aderito alla fisica quantistica, ma se ne è discostato per molti aspetti. Il primo intervento scientifico noto di Ettore risale al 1928, quando aveva 22 anni soltanto............................................................................

Straordinario, eppure il cervello è sempre di tale grandezza in tutti gli individui, mi domando cosa hanno realmente di più tali menti da capire cose a cui ci si giunge solo con il pensiero, non è lo stesso come guardare un meccanismo ed intuire come funziona, qui non si guarda un bel niente ma si intuisce come funziona un neutrino o atomo o altra cosa simile mai visti o toccati !



#49 tnt74

tnt74

    utente perverso

  • Utenti
  • 6335 messaggi

Inviato 05 gennaio 2017 - 08:00

E se la terra finisse in un buco nero? Vedevo ieri un programma a tal proposito, o si disintegrerebbe oppure secondo altre teorie si ritroverebbe in un universo parallelo, anche se non ho ben capito in questo caso che ne sarebbe della vita sul pianeta.
  • Lunanerina piace questo

#50 Shadowman89

Shadowman89

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 3071 messaggi

Inviato 14 gennaio 2017 - 03:23

I buchi neri non sono buchi.
E qualsiasi cosa vi finisca nel raggio d'azione è destinata a disintegrarsi.
I buchi neri non sono passaggi interdimensionali. Questo, ovviamente, dando per scontato che esistano le dimensioni alternative.

“In Virginia il signor Brown era l'uomo più antirazzista, un giorno sua figlia sposò un uomo di colore, lui disse: "Bene" ma non era di buonumore.”

( G. Gaber - 1972)


#51 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 09 febbraio 2017 - 09:50

Continuando a leggere Hawking, lui fa una differenza tra lo spazio-tempo reale, quello che conosciamo noi, e lo spazio-tempo immaginario

( Euclidiano ), in cui cioè lo spazio ed il tempo non sono separati. Afferma che, per fare un esempio, un astronauta che cadesse in un buco nero nel tempo reale verrebbe disintegrato. Mentre, se lo facesse in una situazione di spazio-tempo immaginario ciò non succederebbe, perchè non incontrerebbe  nessuna singolarità, quindi nessuna stella collassata, alias buco nero.

Sappiamo che il concetto di spazio-tempo reale è proprio della nostra dimensione fisica....ma, e anche se non siamo proprio nella sezione giusta, ci entrassimo senza il nostro corpo fisico e quindi non più in una situazione di spazio-tempo reale, ma immaginaria? non potrebbe costituire per noi un passaggio spazio-temporale ( che ci porterebbe solo in direzione del futuro, in termini di tempo, come mi pare che voglia far intendere Hawking per quanto riguarda il viaggiare nel tempo ), ad esempio?

Anche se lui fa un paragone tra il collasso dell' universo e il conseguente "reverse" del tempo ( il tempo va all' indietro ) e il cadere in un buco nero che è esso stesso una stella collassata, all' interno del quale il tempo procederebbe all' indietro..solo che un astronauta non farebbe a tempo a rendersene conto, naturalmente, perchè morirebbe prima.


"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#52 fasiel

fasiel

    pervertito gentiluomo

  • Utenti
  • 4733 messaggi

Inviato 09 febbraio 2017 - 10:20

31811177546_be7b6f941a_b.jpg

sembra che ci sia una mano di un essere col capuccio



#53 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9032 messaggi

Inviato 10 aprile 2019 - 06:35

http://www.nationalg...o_nero-4366138/

 

152056993-8e4c61fa-111d-4b36-a517-0850b4

 

Che bellino. :courage: :)



#54 Spinoza

Spinoza

    Utente in stand-by

  • Utenti
  • 5544 messaggi

Inviato 11 aprile 2019 - 06:56

 

E anche a 'sto giro aveva ragione Einstein, con buona pace di SauroClaudio.


  • malia piace questo

#55 Piter

Piter

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3750 messaggi

Inviato 11 aprile 2019 - 12:34

Hanno fotograto un ' entità immaggianaria, quella macchia lì puo' essere qualsiasi cosa, tanto nessuno potrà mai andare lì a verificare o smentire, nè tanto meno un complottista della domenica ha o puo' accedere a qualche strumentazione per ripetrre l' osservazione., ci dobbamo fidare sulla parola.

 

Avessero fotografato un cargo alieno quella sì che sarebbe stato uno scoop ( e sarebbe stato anche piu' credibile) .


E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero
Le labbra si macchiano e le macchie sono un segno di riconoscimento
E' con la sola volontà che metto in moto il mio pensiero


#56 Wish You Were Here

Wish You Were Here

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3660 messaggi

Inviato 11 aprile 2019 - 01:19

La bandierina sulla Luna non si riesce a vedere ma il buco nero lontano 55 milioni di anni luce sì...

Comunque pare che la foto del "nuovo" buco nero giri su internet da un paio d'anni

 

https://i.postimg.cc...to-Forensic.png

 

:discarica:


  • Lunanerina piace questo

Dopo Altamira, tutto è decadenza (Pablo Picasso)


#57 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9032 messaggi

Inviato 11 aprile 2019 - 01:47

Non pensavo ci fosse del complottismo pure sui buchi neri. Sto invecchiando, non riesco a tenere il passo. :arg:

 

EDIT. Che poi io ho aspettato :arg: 45 anni per vedere fotograto l'orizzonte degli eventi, e ora mi volete far crollare il sogno.

 

45 - 10, l'età in cui ne sono venuta a conoscenza per la prima volta. 35 anni. Crudeltà.


  • Spinoza piace questo

#58 Spinoza

Spinoza

    Utente in stand-by

  • Utenti
  • 5544 messaggi

Inviato 11 aprile 2019 - 01:55

Hanno fotograto un ' entità immaggianaria, quella macchia lì puo' essere qualsiasi cosa, tanto nessuno potrà mai andare lì a verificare o smentire, nè tanto meno un complottista della domenica ha o puo' accedere a qualche strumentazione per ripetrre l' osservazione., ci dobbamo fidare sulla parola.

 

Avessero fotografato un cargo alieno quella sì che sarebbe stato uno scoop ( e sarebbe stato anche piu' credibile) .

 

 

La bandierina sulla Luna non si riesce a vedere ma il buco nero lontano 55 milioni di anni luce sì...

Comunque pare che la foto del "nuovo" buco nero giri su internet da un paio d'anni

 

https://i.postimg.cc...to-Forensic.png

 

:discarica:

 

 

Se è per questo neanche gli atomi si riescono a vedere.

Ci stanno ingannando !!!11111


  • malia piace questo

#59 Spinoza

Spinoza

    Utente in stand-by

  • Utenti
  • 5544 messaggi

Inviato 11 aprile 2019 - 02:04

Attenzione, non sto negando la natura corpuscolare della materia, ma le unità che la compongono non sono gli atomi, trattasi invece di piccolissime caramelle dure alla frutta.



#60 Wish You Were Here

Wish You Were Here

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3660 messaggi

Inviato 11 aprile 2019 - 02:09

Se è per questo neanche gli atomi si riescono a vedere.

Ci stanno ingannando !!!11111

 

Aspe' com'era com'era...

 

"In una discussione una persona sostituisce all'argomento A un nuovo argomento B, in apparenza simile. In questo modo la discussione si sposta sull'argomento B. Così l'argomento A non viene affrontato. Ma l'argomento B è fittizio: è stato costruito espressamente per mettere in difficoltà l'interlocutore (ecco perché "fantoccio"). Se l'operazione retorica riesce sembrerà che l'avversario sia riuscito a smontare l'argomento A. Tutto sta nel far sembrare che A e B coincidano.

L'argomento fantoccio è generalmente un argomento più debole di quello iniziale e per questa ragione più facile da contestare.

 

Ti riconosci?"


Dopo Altamira, tutto è decadenza (Pablo Picasso)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi