Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Esperienza OBE domande e risposte

out of body viaggio astrale fuori dal corpo vibrazione notturna obe

  • Per cortesia connettiti per rispondere
37 risposte a questa discussione

#1 sinapsi94

sinapsi94

    Utente Senior

  • Utenti
  • 312 messaggi

Inviato 25 settembre 2016 - 09:58

Ciao, 

 

è da molto tempo che non posto sul forum e volevo condividere una esperienza OBE, accaduta appena la notte scorsa circa alle 4:00 di mattina. 

 

 

Mi trovavo sdraiato supino ricordo vagamente cosa stessi sognando, ero in una situazione insolita di forte emozione e questo mi fece realizzare che ero in un sogno. Lo scenario si interruppe ed ero consapevole di essere nel letto con gli occhi chiusi. Percepivo un rumore come un forte ronzio alle orecchie che aumentava di intensità insieme ad una forte vibrazione lungo tutto il corpo.
 


La sensazione delle “vibrazioni” è indistinguibile e viene descritta molto bene dagli utenti nel forum. È impossibile paragonarla di intensità con un comune brivido, tutti lo avranno sicuramente già provato. Possiamo fare un esempio con l’ascolto di una bel pezzo musicale o una scena commovente in un film.

 

L’intensità della vibrazione non è per niente comparabile alla comunemente nota “pelle d’oca" ma comunque simile, giusto per dare l’idea.

 

Ci definiamo OBEisti? Siamo influenzabili l’uno con l’altro? 

 

Io credo che vi ci sia un forte senso d’interesse nel leggere situazioni descritte in modo così simile e accurato dagli altri utenti, o comunque personaggi che ci hanno dedicato dei libri. Riconosciamo l’esattezza con cui si descrivono situazioni già provate e che non avremmo potuto descrive diversamente. 

 

 

La frequenza della vibrazione diventò così elevata che raggiunse uno stato di quasi impercettibilità come per un fischio a ultrasuoni. Provai ad alzarmi, ero pesante, o forse leggero nel compiere movimenti lenti, con fatica sia ad eseguirli che a lasciarli cadere. Riuscii a muovere le braccia e ad alzarmi lievemente con il busto. In primo luogo notai le mani lievemente traslucide o comunque verso il trasparente. 

 

In quel ambito posso constatare che osservare un solo arto accentuava il colore rispetto a quell’altro. 

 

Ma in realtà non abbiamo corpo e forse vediamo quello che ci aspettiamo di vedere in base al nostro ricordo di noi?

 

Si chiedono tutti in quale mondo ci troviamo e se onirico, è comparabile alla realtà che conosciamo ma su un’altro piano, ma cosa vuol dire esattamente?

 

Dalle esperienze che ho avuto, posso dire che possiamo sentirci sia molto pesanti incapaci di compiere movimenti che molto leggeri nell’eseguirli controllando per cui maggiormente il corpo sottile. Si noti che la sensazione rimane presso che la stessa, ci si sente coscienti del fatto: IO sono quella cosa li.

 

Deduco ci siano diversi livelli, alti oppure bassi e varia in base alla frequenza vibratoria o comunque stato di dormiveglia più o meno consapevole.

 

 

Purtroppo mi svegliai poco dopo, nel provare a girarmi vidi il pavimento dal laterale, ero incapace di compiere qualsiasi altro movimento. Al risveglio ero supino sul letto e vedevo il soffitto della stanza.

 


  • Vicgyrsad piace questo



#2 Cremisi

Cremisi

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3846 messaggi

Inviato 25 settembre 2016 - 11:28

La..."vibrazione" non e altro che un colpo di freddo o un brivido, può capitare sopratutto  quando si e sotto stress lo dimostra il fatto che ammetti di esserti  trovato in una situazione di forte stress emotivo.

 

Avere  difficoltà di movimento durante il sonno  e un sintomo molto comune  tipico nelle paralisi del sonno come anche le allucinazioni....vedere il proprio corpo in trasparenza   librarsi nell'alto,  e sempre riconducibile a uno  stato di stress e questo che provoca nel cervello queste reazioni incontrollate.

 

Beh...si,  i cultori delle obe si influenzano fra loro descrivendo situazioni che non sono reali  sono vittime di scherzi del cervello a volte ci sono delle patologie dietro il  fenomeno delle obe.

 

Io suggerisco una indagine medica  se il fenomeno  e  frequente.


  • nemo82 piace questo

#3 sinapsi94

sinapsi94

    Utente Senior

  • Utenti
  • 312 messaggi

Inviato 25 settembre 2016 - 01:00

La..."vibrazione" non e altro che un colpo di freddo o un brivido, può capitare sopratutto  quando si e sotto stress lo dimostra il fatto che ammetti di esserti  trovato in una situazione di forte stress emotivo.
 
Avere  difficoltà di movimento durante il sonno  e un sintomo molto comune  tipico nelle paralisi del sonno come anche le allucinazioni....vedere il proprio corpo in trasparenza   librarsi nell'alto,  e sempre riconducibile a uno  stato di stress e questo che provoca nel cervello queste reazioni incontrollate.
 
Beh...si,  i cultori delle obe si influenzano fra loro descrivendo situazioni che non sono reali  sono vittime di scherzi del cervello a volte ci sono delle patologie dietro il  fenomeno delle obe.
 
Io suggerisco una indagine medica  se il fenomeno  e  frequente.


Grazie della risposta, mi è nota la sensazione di brivido di cui parli, colpo di freddo in Settembre è forse plausibile.

Con forte emozione nel sonno intendo una situazione positiva, conosco bene la vibrazione e possono esserci diversi metodi per raggiungere lo stato di dormiveglia o di paralisi notturna. Può essere casuale e può anche essere indotto. Potrebbe sembrare spaventoso forse dalla descrizione del post, è percepito come una situazione intesa ma non di stress.

Non sono situazioni incontrollate, ti posso garantire molto vivide. Potrebbero sì essere allucinazioni.

Ti chiedo cortesemente di postare alcuni link riguardo le patologie di cui parli riconducibili alle sensazioni descritte delle O.B.E. e se possibile un quadro più completo sostenibile e valutabile.

#4 franciscus

franciscus

    Utente Senior

  • Utenti
  • 608 messaggi

Inviato 25 settembre 2016 - 01:34

Ciao, 

 

è da molto tempo che non posto sul forum e volevo condividere una esperienza OBE, accaduta appena la notte scorsa circa alle 4:00 di mattina. 

 

 

Mi trovavo sdraiato supino ricordo vagamente cosa stessi sognando, ero in una situazione insolita di forte emozione e questo mi fece realizzare che ero in un sogno. Lo scenario si interruppe ed ero consapevole di essere nel letto con gli occhi chiusi. Percepivo un rumore come un forte ronzio alle orecchie che aumentava di intensità insieme ad una forte vibrazione lungo tutto il corpo.
 


La sensazione delle “vibrazioni” è indistinguibile e viene descritta molto bene dagli utenti nel forum. È impossibile paragonarla di intensità con un comune brivido, tutti lo avranno sicuramente già provato. Possiamo fare un esempio con l’ascolto di una bel pezzo musicale o una scena commovente in un film.

 

L’intensità della vibrazione non è per niente comparabile alla comunemente nota “pelle d’oca" ma comunque simile, giusto per dare l’idea.

 

Ci definiamo OBEisti? Siamo influenzabili l’uno con l’altro? 

 

Io credo che vi ci sia un forte senso d’interesse nel leggere situazioni descritte in modo così simile e accurato dagli altri utenti, o comunque personaggi che ci hanno dedicato dei libri. Riconosciamo l’esattezza con cui si descrivono situazioni già provate e che non avremmo potuto descrive diversamente. 

 

 

La frequenza della vibrazione diventò così elevata che raggiunse uno stato di quasi impercettibilità come per un fischio a ultrasuoni. Provai ad alzarmi, ero pesante, o forse leggero nel compiere movimenti lenti, con fatica sia ad eseguirli che a lasciarli cadere. Riuscii a muovere le braccia e ad alzarmi lievemente con il busto. In primo luogo notai le mani lievemente traslucide o comunque verso il trasparente. 

 

In quel ambito posso constatare che osservare un solo arto accentuava il colore rispetto a quell’altro. 

 

Ma in realtà non abbiamo corpo e forse vediamo quello che ci aspettiamo di vedere in base al nostro ricordo di noi?

 

Si chiedono tutti in quale mondo ci troviamo e se onirico, è comparabile alla realtà che conosciamo ma su un’altro piano, ma cosa vuol dire esattamente?

 

Dalle esperienze che ho avuto, posso dire che possiamo sentirci sia molto pesanti incapaci di compiere movimenti che molto leggeri nell’eseguirli controllando per cui maggiormente il corpo sottile. Si noti che la sensazione rimane presso che la stessa, ci si sente coscienti del fatto: IO sono quella cosa li.

 

Deduco ci siano diversi livelli, alti oppure bassi e varia in base alla frequenza vibratoria o comunque stato di dormiveglia più o meno consapevole.

 

 

Purtroppo mi svegliai poco dopo, nel provare a girarmi vidi il pavimento dal laterale, ero incapace di compiere qualsiasi altro movimento. Al risveglio ero supino sul letto e vedevo il soffitto della stanza.

 

...Vedi Corpo Astrale e Mondo Astrale...



#5 Cremisi

Cremisi

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3846 messaggi

Inviato 25 settembre 2016 - 03:19

Grazie della risposta, mi è nota la sensazione di brivido di cui parli, colpo di freddo in Settembre è forse plausibile.

Con forte emozione nel sonno intendo una situazione positiva, conosco bene la vibrazione e possono esserci diversi metodi per raggiungere lo stato di dormiveglia o di paralisi notturna. Può essere casuale e può anche essere indotto. Potrebbe sembrare spaventoso forse dalla descrizione del post, è percepito come una situazione intesa ma non di stress.

Non sono situazioni incontrollate, ti posso garantire molto vivide. Potrebbero sì essere allucinazioni.

Ti chiedo cortesemente di postare alcuni link riguardo le patologie di cui parli riconducibili alle sensazioni descritte delle O.B.E. e se possibile un quadro più completo sostenibile e valutabile.

 

http://medbunker.blo...-dal-corpo.html



#6 tornado

tornado

    Vaccinato

  • Utenti
  • 18779 messaggi

Inviato 25 settembre 2016 - 10:40

 

Questo articolo non si può leggere, perché non solo è di basso livello culturale e lo ha scritto un pingo-pallino  :frog:  (un ginecologo, ma mi faccia il piacere di fare solo il suo mestiere di vedere vagine :icon_cool: ) ma non ha nessuna validità medico scientifica :nono:

Non mi pare comunque che l'esperienza di sinapsi sia dovuta a qualche patologia, tutti noi possiamo provare queste sensazioni, solo che non tutti (direi quasi tutti) hanno l'attenzione per provocare e mantenere lo stato psico-fisico che causa l'OBE. 

Ad esempio sono in tanti che si ritrovano nella paralisi cosciente, più di quanto si possa credere, ma si tende a non parlarne o a non capire esattamente di cosa si tratta. Pertanto tra i tanti che la provano, sono sempre tanti che si lasciano prendere dal terrore e si fermano nella paralisi, anziché rilassarsi, prendere coscienza del corpo astrale, e avere un'OBE. Ma purtroppo questi tanti permettono a loro stessi :frown: di subire le sensazioni sgradevoli dovute alla paralisi, che non è di per sé la paralisi che li crea, ma la loro mente, presa dalla paura e dal panico e non sanno quello che devono fare, e pensano solo a "sforzarsi" a muoversi per uscirne, aumentando il senso di paralisi e di terrore :shock:

Stessa cosa per le sensazioni pre-OBE (vibrazioni, sensazione di sprofondare o allungarsi, perdita di contatto con il proprio corpo e con lo spazio, disorientamento generale) che si manifestano prima di entrare in paralisi in uno stato di coscienza vigile, sono tantissimi che tendono subito a muoversi per allontanare queste sensazioni che appaiono loro innaturali. Invece dovrebbero farsi sopraffare da queste sensazioni, con l'entrata in paralisi subito dopo, e da qui "uscire" dal corpo  :icon_smile:


  • Cthulhu, malia e Bartimeus piace questo
Immagine inserita

#7 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9769 messaggi

Inviato 26 settembre 2016 - 08:03

Ci definiamo OBEisti? Siamo influenzabili l’uno con l’altro? 
 

 
Dalle esperienze che ho avuto, posso dire che possiamo sentirci sia molto pesanti incapaci di compiere movimenti che molto leggeri nell’eseguirli controllando per cui maggiormente il corpo sottile. Si noti che la sensazione rimane presso che la stessa, ci si sente coscienti del fatto: IO sono quella cosa li.
 
Deduco ci siano diversi livelli, alti oppure bassi e varia in base alla frequenza vibratoria o comunque stato di dormiveglia più o meno consapevole.


Credo che il rischio di influenza reciproca, la suggestione o altro, possa esistere,  credo pure che sia abbastanza normale, perchè capita a tutti in tutti i campi dell'esperienza.

Rimane il fatto che un sacco di persone descrivono queste sensazioni senza aver mai letto nulla, senza aver mai conosciuto questi argomenti, il forum è pieno di queste testimonianze, in quel caso, il rischio di aver subito delle influenze che abbiano poi generato delle suggestioni è escluso.
Per quanto riguarda invece la capacità di muoversi, ho notato su di me negli anni, delle differenze, non tanto nella capacità di movimento che per me è uguale, quanto nell'altezza a cui si ritrovava "il corpo "astrale" o quello che è: i primi anni ero sempre moooolto in alto una volta fuori e sentivo di avere molta energia a disposizione per effettuare degli spostamenti; poi col passare del tempo mi sono abbassata sempre di più, ero arrivata dopo diversi anni a rimanere a metà nel pavimento, quindi non sul letto, ma proprio incastrata nel pavimento; poi per diverso tempo non ho più avuto OOBE, da un po' a questa parte sono tornate e sono tornata molto al di sopra del pavimento ma con un altro tipo di energia che direi di tipo "sessuale"; quindi io nel corso degli anni ho sempre gestito facilmente tutti i movimenti, ma non ho avuto  potere sulla mia altezza da terra, che non riuscivo a modificare nonostante i miei sforzi.

Sento di escludere che fossero diversi stati di dormiveglia perchè le differenze appunto riguardavano lunghi periodi e non la singola esperienza rispetto ad un'altra, ma non saprei dare una spiegazione.



#8 Guest_Eleonor Rigby_*

Guest_Eleonor Rigby_*
  • Ospiti

Inviato 01 ottobre 2016 - 10:18

Raccontandoti la mia esperienza posso dirti che ho avuto la mia prima paralisi nel 2009, e non ero assolutamente a conoscenza di tale fenomeno, tanto meno degli Oobe. 

Da allora mi capita 4-5 volte al mese.

Ogni volta che mi rendo conto di star avendo un sogno lucido mi sveglio con la paralisi in corso. L'ultima qualche mese fa è stata molto forte:

sentivo delle vibrazioni fortissime, il mio corpo era attraversato da una specie di "scossa elettrica" che mi dava degli "scossoni". Inoltre ronzio alle orecchie, incapacità di muovere gli arti e sensazione di pesantezza costante.

Ormai riesco a controllarle quasi del tutto, ma questa mi ha segnato parecchio. Non ho più allucinazioni dovute alla paura come le prime volte. Tendo invece a rilassarmi, ma per quanto mi sforzi forse non è ancora arrivato il momento adatto per un'uscita completa. Per adesso ho solo sentito come se alcune parti si separassero dal corpo fisico (una sorta di bilocazione), sentivo la testa spaccata in due, sia appoggiata sul cuscino che sollevata a circa 3 centimetri da dove mi trovavo. :icon_eek: Stessa cosa per la gamba destra che mi sono sentita trascinare fuori dal letto. Finisco sempre col risvegliarmi purtroppo!

 

Per quanto riguarda l'altra domanda: In astrale (almeno le prime volte) si ritova una proiezione di ciò che si ha nel mondo materiale (sai di essere nella tua stanza e di conseguenza vedrai la tua stanza; sai di avere un corpo fisico e materiale e quindi vedrai il tuo corpo anche in astrale, anche se trasparente e sfocato). Tuttavia, ovviamente, col passare del tempo e con l'esperienza, alcuni affermano di non vedere più sé stessi come proiezione del corpo fisico, ma solo come entità. Semplicemente ci sono. Semplicemente immaginano qualcosa, e questa cosa si manifesta. 

 

Questo è il mio punto di vista, dopo le esperienze personali e documentazioni. Se sei in dubbio ascolta cosa dice la tua voce più interiore, non si sbaglia mai  :friendly_wink:  



#9 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 02 ottobre 2016 - 07:27

"Immaginano qualcosa che si manifesta".
Eleanor: in questa frase è contenuto il nocciolo di quel che accade, a parer mio.
In uno stato di rilassamento osservo il soffitto in legno, mi è capitato di trovarmi a osservare le tavole e vedevo le venature minuscole a formare spirali e i nodi e i colori che sfuma vano in varie tonalità con una precisione come fossi la, a tre mt dal pavimento.
Mentre mi chiedevo come era possibile, sono rientrata nella visione ordinaria, lontana.
Di sicuro non mi sono avvicinata perché poi avrei sentito un tonfo nel letto.
Non possono essersi avvicinate le tavole.
Ma può essere che la mente abbia zoomato sul soffitto rendendo disponibili i particolari.
Mi è capitato di vedere il mio corpo sul letto.
Ero da un'altra parte?
Virtualmente si.
Ma non si può, secondo me, uscire dal corpo.
Come non si esce dal corpo in un sogno.
Semplicemente entriamo in un film e diventiamo protagonisti del film.
Questa splendida possibilità esiste grazie al corpo (sconosciuto) che può farci vivere una realtà virtuale dove forse siamo degli ologrammi biologici.
Ma chi può entrare nella mente per vedere come funziona?
Nessuno.
Possiamo intuire, ipotizzare, fantasticare, mai avere delle certezze.
Infatti questa mia, è solo un'ipotesi.

#10 Guest_Eleonor Rigby_*

Guest_Eleonor Rigby_*
  • Ospiti

Inviato 02 ottobre 2016 - 07:53

"Immaginano qualcosa che si manifesta".
Eleanor: in questa frase è contenuto il nocciolo di quel che accade, a parer mio.
In uno stato di rilassamento osservo il soffitto in legno, mi è capitato di trovarmi a osservare le tavole e vedevo le venature minuscole a formare spirali e i nodi e i colori che sfuma vano in varie tonalità con una precisione come fossi la, a tre mt dal pavimento.
Mentre mi chiedevo come era possibile, sono rientrata nella visione ordinaria, lontana.
Di sicuro non mi sono avvicinata perché poi avrei sentito un tonfo nel letto.
Non possono essersi avvicinate le tavole.
Ma può essere che la mente abbia zoomato sul soffitto rendendo disponibili i particolari.
Mi è capitato di vedere il mio corpo sul letto.
Ero da un'altra parte?
Virtualmente si.
Ma non si può, secondo me, uscire dal corpo.
Come non si esce dal corpo in un sogno.
Semplicemente entriamo in un film e diventiamo protagonisti del film.
Questa splendida possibilità esiste grazie al corpo (sconosciuto) che può farci vivere una realtà virtuale dove forse siamo degli ologrammi biologici.
Ma chi può entrare nella mente per vedere come funziona?
Nessuno.
Possiamo intuire, ipotizzare, fantasticare, mai avere delle certezze.
Infatti questa mia, è solo un'ipotesi.

 

Cara Arjanedda, io invece la penso diversamente :)

 

Considero il mio corpo un contenitore, un guscio, che racchiude all'interno la mia vera essenza più profonda. 

Posso dirti la mia riguardo la tua esperienza: nel piano astrale si hanno percezioni 100 volti più forti rispetto a quelle che sentiamo nel piano fisico, ad esempio si vedono colori brillanti, vi è una sensazione di grandissima felicità e completezza (ovviamente dipende dal piano in cui ci si trova).

 

Siamo esseri straordinari dotati di poteri enormi. Tu semplicemente hai inconsciamente cercato di scomporre la materia delle tavole del soffitto, addentrandoti nel legno stesso, come se fosse una cosa naturale. Probabilmente se avessi continuato ti saresti addentrata ancora di più, sentendo l'energia del nucleo dell'atomo. Dopotutto anche la fisica quantistica ci dice che tutto vibra, che qualsiasi oggetto materiale altri non è che energia che prende una determinata forma. Ma qui sto andando Off Topic.

 

Quando mi ritrovo nello stato di paralisi e di quasi uscita dal corpo sono troppo lucida, so che è una cosa che sta accadendo realmente, sento dentro di me che ciò è reale. E poiché credo nel concetto dell'anima so anche che essa è collegata al corpo fisico ma che in realtà è una cosa a parte. Il distacco c'è ed è reale. Sento spesso, nello stato di paralisi, come se essa volesse liberarsi da questa situazione (del corpo materiale), come se volesse staccarsi, evadere, volare, danzare. 

 

Ognuno ha la sua visione eheh :)


  • Cthulhu piace questo

#11 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7527 messaggi

Inviato 02 ottobre 2016 - 09:13

Ho capito cosa intendi.
D'accordo sulla lucentezza,faccio spesso sogni definiti lucidi,ma è da quando ho iniziato lo studio(?) Del microcosmo cellulare e molecolare,si è aperto un universo di interazioni che sembrano normali perché studiate e riprodotte in laboratorio, ma come fanno ad interagire nel mio corpo e produrre risultati spettacolari? L'intricata giungla neuronale, il sistema respiratorio,la precisione delle funzioni cardiache,digestive etc..
Non si può,io non posso liquidare il corpo come guscio per chissà quali contenuti stabiliti da altri.
Il concetto di anima che è un nome,non un'entità, di qualcosa non definibile, astratta, per cui tanti la usano come tappabuchi della conoscenza.
Ma se ragioniamo sui termini,capiremo che siamo ingrati, noi, se non diamo valore al corpo,reale,infatti sappiamo che un numero incalcolabile di lavoratori, particelle,mi sembra riduttivo, che lavorano incessantemente affinché possiamo star bene, camminare,pensare,sognare etc.
È come ignorare se stessi, per inseguire concetti astratti.
E si, siamo collegati al resto del mondo.
Ma chi può dire come e definire un perché?
Chi può permettersi di dire:
Fidatevi, io so per certo come stanno le cose, anima e spirito sono tutto e il corpo è niente, burlandosi della biologia,della fisica e della ragione?
Religiosi? Filosofi?
Ma è il loro mestiere!
Sfruttare la credulità delle persone.
E più persone credono e più loro possono vivere.
Non dico che non servono pareri di altre persone,anzi,io leggo sempre molto.
Ma alla fine, devo avere una mia idea in merito a quel che leggo.
Vedere se è una buona e utile idea, o se è frutto della fantasia di chi scrive ed è inutile se non dannosa.

#12 tornado

tornado

    Vaccinato

  • Utenti
  • 18779 messaggi

Inviato 02 ottobre 2016 - 02:25

Raccontandoti la mia esperienza posso dirti che ho avuto la mia prima paralisi nel 2009, e non ero assolutamente a conoscenza di tale fenomeno, tanto meno degli Oobe. 

Da allora mi capita 4-5 volte al mese.

Ogni volta che mi rendo conto di star avendo un sogno lucido mi sveglio con la paralisi in corso. L'ultima qualche mese fa è stata molto forte:

sentivo delle vibrazioni fortissime, il mio corpo era attraversato da una specie di "scossa elettrica" che mi dava degli "scossoni". Inoltre ronzio alle orecchie, incapacità di muovere gli arti e sensazione di pesantezza costante.

Ormai riesco a controllarle quasi del tutto, ma questa mi ha segnato parecchio. Non ho più allucinazioni dovute alla paura come le prime volte. Tendo invece a rilassarmi, ma per quanto mi sforzi forse non è ancora arrivato il momento adatto per un'uscita completa. Per adesso ho solo sentito come se alcune parti si separassero dal corpo fisico (una sorta di bilocazione), sentivo la testa spaccata in due, sia appoggiata sul cuscino che sollevata a circa 3 centimetri da dove mi trovavo. :icon_eek: Stessa cosa per la gamba destra che mi sono sentita trascinare fuori dal letto. Finisco sempre col risvegliarmi purtroppo!

 

Per quanto riguarda l'altra domanda: In astrale (almeno le prime volte) si ritova una proiezione di ciò che si ha nel mondo materiale (sai di essere nella tua stanza e di conseguenza vedrai la tua stanza; sai di avere un corpo fisico e materiale e quindi vedrai il tuo corpo anche in astrale, anche se trasparente e sfocato). Tuttavia, ovviamente, col passare del tempo e con l'esperienza, alcuni affermano di non vedere più sé stessi come proiezione del corpo fisico, ma solo come entità. Semplicemente ci sono. Semplicemente immaginano qualcosa, e questa cosa si manifesta. 

 

Questo è il mio punto di vista, dopo le esperienze personali e documentazioni. Se sei in dubbio ascolta cosa dice la tua voce più interiore, non si sbaglia mai  :friendly_wink:  

 

Le esperienze OBE per quanto possano essere soggettive, hanno pur sempre una realtà oggettiva seppure ipotetica, ma in un contesto razionale.

Ad esempio le cosiddette "vibrazioni" secondo me sono dovute alla percezione sensoriale amplificata della circolazione sanguigna e scariche nervose, quindi nulla di più fisico. Infatti durante la paralisi cosciente o pre-paralisi (quella in cui ci si può ancora muovere e quindi interrompere le sensazioni che si provano) le sensazioni fisiche interiori sono parecchio amplificate, e questo può causare anche dolore se ad esempio un arto o un fianco sono schiacciati, o fare sentire un peso enorme sul petto se in posizione supina a causa dell'atonia muscolare causata dalla stessa paralisi che determina un peso morto sulla gabbia toracica.

In questi episodi di sensazioni fisiche alterate e notevolmente amplificate, in caso di assenza di lucidità, da libero sfogo alla propria immaginazione "cosciente" specie se accompagnate da allucinazioni ipnagogiche, che a seconda delle proprie credenze o paure si può ad esempio credere di essere rapiti e sezionati dagli alieni (abduction in camera da letto) essere violentati sessualmente da un mostro depravato, oppure di subire attacchi demoniaci  :icon_twisted: in un delirio paranoico anche successivamente al risveglio  :icon_cry:

 

http://www.cosenasco...no/#entry328369

http://www.cosenasco...-3#entry1182459

http://www.cosenasco...-3#entry1182482

 

Invece per quanto riguarda la possibilità di uscire fuori dal corpo durante una paralisi cosciente, innanzitutto è necessario che ci sia sufficiente lucidità per rendersi conto di quello che sta accadendo e di avere una minima dose di volontà cosciente. Durante la paralisi bisogna assolutamente evitare di cercare di muoversi, perché ogni tentativo risulta invano e questo mantiene l'attenzione sul corpo fisico. Invece bisogna rilassarsi mentalmente fino a non sentire più la stretta della paralisi, evitare però di provare la sensazione di sprofondamento, ma invece mantenere la percezione del corpo fisico e continuare a sentire il letto sotto di noi., evitare quindi di entrare in un viaggio mentale (ma se si preferisce lo si può fare, nessuno lo vieta :nono: ) A questo punto immaginare di muoversi, dapprima un braccio, poi una gamba, poi tutti e 4 gli arti assieme, e poco dopo ci si renderà conto che quello che sembrava pura immaginazione sentiamo invece che lo stiamo facendo veramente. Questo è segnale che  abbiamo preso coscienza del corpo astrale, e quindi lo abbiamo slegato dal corpo fisico, seppure ancora parzialmente. Continuando a muoverci sempre più con il corpo astrale, arriverà il momento in cui siamo sicuri che possiamo alzarci dal letto con il corpo astrale. Dapprima può captare che si possa avvertire una sensazione di tiro o di blocco, questo è dovuto al fatto che ancora stiamo trasmettendo inconsapevolmente il comando del movimento al corpo fisico, che in quel momento essendo in paralisi questo ci da tali sensazioni. Quindi quando ci stiamo alzando e ci sentiamo tirati o bloccati, fermarsi un attimo, rilassarsi e concentrarsi sul corpo astrale; accade che il residuo di coscienza sul nostro corpo fisico scompare, e quindi possiamo andare liberamente avanti. Una volta che la separazione è completa, e la coscienza non è più sul corpo fisico, con il corpo astrale possiamo liberamente spostarci e andare dove vogliamo, con una sensazione di leggerezza e libertà  :icon_cool: Con il tempo e con l'esperienza, la separazione cosciente può avvenire rapidamente senza accorgimenti, basta semplicemente volerlo :asdsi:

Ovvio che durante un'OBE inizialmente si potrà non vedere nulla, dopo un po si comincerà a vedere quella che dovrebbe essere la nostra camera, ma ovviamente non è la reale camera fisica, ma frutto delle proprie aspettative. Capita spesso che si può vedere un'altra stanza dove alcune volte dormiamo, ma in realtà stiamo dormendo da tutt'altra parte  :azz:  :sbonk: specie se si è costretti a cambiare spesso il posto dove dormire (casa e città) oppure siamo abituati a dormire saltuariamente in un'altra stanza della casa, in un altro letto o divano. Può anche capitare, anche se non sempre, di vedere quello che dovrebbe essere il proprio corpo fisico, ma ovviamente anche questo è frutto delle nostre aspettative. Provando a toccare una parte di questo immaginario corpo fisico, ad esempio un piede o un braccio, sentiremo di essere toccati proprio in quel punto  :icon_eek:  :huh: provare per credere  :frog:


Immagine inserita

#13 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 02 ottobre 2016 - 04:11

@tornado

ricordo ad esempio un' esperienza dove sentivo di uscire dal corpo fisico ( ma la camera non l' ho guardata però ) e poi mi sono girata verso il mio corpo fisico, che percepivo come veramente reale,  anche se non vedevo il viso perchè coperto dai capelli, ho toccato la testa con un dito e ricordo la sensazione di tocco sotto il mio dito. Ma non mi sono sentita toccare in quel punto, probabilmente perchè ne ero fuori...però visto che siamo collegati..boh.

Comunque ognuno ha le sue esperienze, interessante questa tua.

un' altra volta invece ho visto il mio viso, perchè mi sono chinata a guardarmi, ma i connotati della stanza erano diversi!


  • tornado piace questo

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#14 tornado

tornado

    Vaccinato

  • Utenti
  • 18779 messaggi

Inviato 02 ottobre 2016 - 04:27

@tornado

ricordo ad esempio un' esperienza dove sentivo di uscire dal corpo fisico ( ma la camera non l' ho guardata però ) e poi mi sono girata verso il mio corpo fisico, che percepivo come veramente reale,  anche se non vedevo il viso perchè coperto dai capelli, ho toccato la testa con un dito e ricordo la sensazione di tocco sotto il mio dito. Ma non mi sono sentita toccare in quel punto, probabilmente perchè ne ero fuori...però visto che siamo collegati..boh.

Comunque ognuno ha le sue esperienze, interessante questa tua.

un' altra volta invece ho visto il mio viso, perchè mi sono chinata a guardarmi, ma i connotati della stanza erano diversi!

 

Si certo, ognuno ha le sue esperienze, forse ho azzardato a dire che tutti possono provare la mia esperienza con la stessa modalità. Ma per tale esperienza chiaro che si tratta di un inganno del cervello bello e buono  :glee: perché nella realtà nessuno tocca e nessuno viene toccato, è il mio cervello  :frog: che ha fatto tutto  :ass: Preciso però che tale mia esperienza, che l'ho avuta un po di volte, con una sorta di coscienza automatica (quindi non con volontà cosciente, raramente l'abbiamo anche da svegli  :o ) è una sensazione veramente sgradevole, per non dire impressionante :shock:

Poi ho avuto l'esperienza della doppia coscienza, per cui con il mio corpo astrale "lontano" dal corpo fisico, percepisco il mio corpo astrale con la sua relativa posizione nello spazio, e allo stesso tempo percepisco il mio corpo fisico nel letto  :poke: Io credo che questo dipenda dal fatto che la paralisi non è totale e si è in uno stato prossimo alla veglia :asdsi:


Immagine inserita

#15 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 03 ottobre 2016 - 08:46

Si certo, ognuno ha le sue esperienze, forse ho azzardato a dire che tutti possono provare la mia esperienza con la stessa modalità. Ma per tale esperienza chiaro che si tratta di un inganno del cervello bello e buono  :glee: perché nella realtà nessuno tocca e nessuno viene toccato, è il mio cervello  :frog: che ha fatto tutto  :ass: Preciso però che tale mia esperienza, che l'ho avuta un po di volte, con una sorta di coscienza automatica (quindi non con volontà cosciente, raramente l'abbiamo anche da svegli  :o ) è una sensazione veramente sgradevole, per non dire impressionante :shock:

Poi ho avuto l'esperienza della doppia coscienza, per cui con il mio corpo astrale "lontano" dal corpo fisico, percepisco il mio corpo astrale con la sua relativa posizione nello spazio, e allo stesso tempo percepisco il mio corpo fisico nel letto  :poke: Io credo che questo dipenda dal fatto che la paralisi non è totale e si è in uno stato prossimo alla veglia :asdsi:

Si, si , non preoccuparti ,  lo so che non volevi fare della tua esperienza un' esclusiva :friendly_wink:

Ma il fatto che percepisci il corpo astrale con una sua relativa posizione che vuol dire? che lo vedi come se ne fossi ulteriormente distaccato?

Nel senso che a me qualche volta capita di sentirmi in una certa posizione o percepisco determinati miei movimenti ed allo stesso tempo vedo qualcuno che fa le stesse cose che sto facendo io in quel momento :huh:


  • tornado piace questo

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#16 tornado

tornado

    Vaccinato

  • Utenti
  • 18779 messaggi

Inviato 03 ottobre 2016 - 11:49

Si, si , non preoccuparti ,  lo so che non volevi fare della tua esperienza un' esclusiva :friendly_wink:

Ma il fatto che percepisci il corpo astrale con una sua relativa posizione che vuol dire? che lo vedi come se ne fossi ulteriormente distaccato?

Nel senso che a me qualche volta capita di sentirmi in una certa posizione o percepisco determinati miei movimenti ed allo stesso tempo vedo qualcuno che fa le stesse cose che sto facendo io in quel momento :huh:

 

Alcune volte sento di essere nel corpo astrale nella sua posizione, sentendo anche che è staccato e lontano dal corpo fisico. E allo stesso tempo sento di essere nel corpo fisico ovviamente a letto, sentendo anche che il corpo astrale è staccato e lontano dal corpo fisico  :icon_eek: Sembra una situazione apparentemente paradossale, ma in realtà si può benissimo verificare anche durante un sogno: si sente il corpo del sogno (verosimilmente il corpo astrale) che si muove nel suo sogno, e allo stesso tempo si sente il corpo fisico che dorme. Solo che nel sogno non si ha coscienza di questo perché non c'è lucidità, ma l'esperienza viene ricordata ed elaborata comunque al risveglio. Invece durante un'OBE, per il fatto che si ha un minimo di lucidità, non solo ci si rende conto di questa doppia coscienza di percezione simultanea dei due corpi che avvertono l'altro corpo lontano da sé, ma proprio il fatto che si ha lucidità per rendersene conto la sensazione appare più figa  :glee: perché viene osservata nel momento, invece nel sogno passa inosservata. Pensa te che ne parlai in questo forum anche nel 2008  :huh: qui  :icon_arrow: http://www.cosenasco...le/#entry340970

 

Può capitare però di avere una doppia coscienza: dopo essersi alzati con il corpo astrale si ha la reale sensazione di percepire contemporaneamente il corpo astrale e il corpo fisico, sensazione che può risultare anche assai sgradevole.
 
Posizione relativa del corpo astrale, perché chiaro che non c'è una reale ed oggettiva distanza spaziale tra il corpo astrale e il corpo fisico, e questa posizione è relativa perché è una percezione puramente soggettiva. Nel mio corpo astrale mi posso sentire relativamente vicino o lontano dal corpo fisico, dato che lo percepisco e quindi stabilisco soggettivamente a che distanza mi trovo dal corpo fisico, diciamo ad occhio. Ovvio però che anche quando mi sento vicino o lontano dal corpo fisico, fra essi potrebbe esserci la stessa medesima distanza, quindi la distanza percepita è soggettiva e non realmente quantificabile. 
Non si può dire ovviamente la stessa cosa del corpo fisico, perché il corpo astrale si potrebbe trovare chissà dove dal corpo fisico, mentre il corpo fisico è sicuro che è posizionato nel letto :asdsi:
Per chi crede nella Teosofia, nel libro "il corpo astrale" di Powell, viene proprio spiegato che per l'uomo comune il corpo astrale non si allontana mai tanto dal corpo fisico, ma durante la fase REM in cui si verificano  i sogni, il corpo astrale si limita a fluttuare sopra il corpo fisico, e comunque rimarrebbe sempre all'interno della camera dove si dorme.
Stessa cosa durante un'OBE dell'uomo comune, poiché il corpo astrale non si allontana neppure dal corpo fisico, ma rimane prossimo ad esso, quindi sentirsi lontano o vicini dal corpo astrale è una pura percezione illusoria  :icon_cry: Quando io parlo di OBE, ormai da diversi anni  :arg: mi riferisco ad una pura esperienza psico-fisica, ossia avvertire la paralisi cosciente, sentire di distaccarsi ed allontanarsi dal corpo fisico, e sentire di ritornarci, per il resto la fuori non è diverso rispetto ad un sogno, semmai durante un'OBE ciò che si vede appare più chiaro e statico, ma è solo una questione di stato di coscienza  :icon_surprised:

Immagine inserita

#17 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 06 ottobre 2016 - 11:26

Ma quindi cosa ne pensi del fatto che mi sento in una posizione nel corpo astrale ( o ne sento il movimento ) e allo stesso tempo vedo una "figura" che fa le mie stesse cose?

 

Inoltre, stamattina, mi è successa una cosa curiosa, mi sembra sia successa proprio dopo che ad un certo punto ho sentito come se avessi la testa "vuota", insomma la testa del corpo fisico non la sentivo praticamente: ad un certo punto mi si apre la fessura come di un occhio e vedo, attraverso questa fessura, la trama di un tessuto biancastro come di lana. Ma non solo, allo stesso tempo vedo questa "faccia" come se guardassi dall' interno...vedo le due linee laterali del naso e questa "maschera" ha un colore azzurrino-grigiastro..eterico. Come se vedessi la "faccia" del corpo astrale(?) dal' interno.

Fatto sta, che, più tardi, mentre sono ancora a riposo, mi domando "ma cosa ho visto?" e penso che avevo il cuscino sopra la testa ( me l' ero messo perchè c'erano rumori che mi disturbavano )..poi ricordo che il cuscino sotto la federa è appunto di lana.

Fatto sta che quando mi sveglio, guardo il cuscino sotto la federa e vedo che nella parte che avevo sopra la testa il tessuto era non solo di lana, ma dello stesso colore biancastro che avevo visto attraverso quell' "occhio"! ( anche un' altra volta mi era capitato che mi si aprisse qurest' "occhio" a fessura ).

Sembra come se avessi visto attraverso il tessuto di cotone della federa del cuscino. Curioso, eh?!

Però come è possibile che abbia visto la mia "faccia" dall' interno? è come se uno potesse vedere dal di dentro i muscoli che sono dentro la faccia, per fare un esempio... 


"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#18 Guest_jackblack_*

Guest_jackblack_*
  • Ospiti

Inviato 06 ottobre 2016 - 12:58

Ma quindi cosa ne pensi del fatto che mi sento in una posizione nel corpo astrale ( o ne sento il movimento ) e allo stesso tempo vedo una "figura" che fa le mie stesse cose?

 

Inoltre, stamattina, mi è successa una cosa curiosa, mi sembra sia successa proprio dopo che ad un certo punto ho sentito come se avessi la testa "vuota", insomma la testa del corpo fisico non la sentivo praticamente: ad un certo punto mi si apre la fessura come di un occhio e vedo, attraverso questa fessura, la trama di un tessuto biancastro come di lana. Ma non solo, allo stesso tempo vedo questa "faccia" come se guardassi dall' interno...vedo le due linee laterali del naso e questa "maschera" ha un colore azzurrino-grigiastro..eterico. Come se vedessi la "faccia" del corpo astrale(?) dal' interno.

Fatto sta, che, più tardi, mentre sono ancora a riposo, mi domando "ma cosa ho visto?" e penso che avevo il cuscino sopra la testa ( me l' ero messo perchè c'erano rumori che mi disturbavano )..poi ricordo che il cuscino sotto la federa è appunto di lana.

Fatto sta che quando mi sveglio, guardo il cuscino sotto la federa e vedo che nella parte che avevo sopra la testa il tessuto era non solo di lana, ma dello stesso colore biancastro che avevo visto attraverso quell' "occhio"! ( anche un' altra volta mi era capitato che mi si aprisse qurest' "occhio" a fessura ).

Sembra come se avessi visto attraverso il tessuto di cotone della federa del cuscino. Curioso, eh?!

Però come è possibile che abbia visto la mia "faccia" dall' interno? è come se uno potesse vedere dal di dentro i muscoli che sono dentro la faccia, per fare un esempio... 

 

ecco, anche a me ultimamente sta succedendo di avere questa specie di visione, un po in bianco e nero. sei riuscita a capire cosa può essere?



#19 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3664 messaggi

Inviato 06 ottobre 2016 - 01:39

ecco, anche a me ultimamente sta succedendo di avere questa specie di visione, un po in bianco e nero. sei riuscita a capire cosa può essere?

Esattamente che ti succede?


"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#20 Guest_jackblack_*

Guest_jackblack_*
  • Ospiti

Inviato 06 ottobre 2016 - 02:01

vedo aprirsi questa fessura proprio come dici tu a volte vedo figure sfocate ed altre volte vedo in modo molto dettagliato, alberi volti città, tutte cose che non conosco.







Anche taggato con out of body, viaggio astrale, fuori dal corpo, vibrazione notturna, obe

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi