Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Come gli alieni hanno interferito e come ne sono uscito


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 THERETURN

THERETURN

    Utente Full

  • Utenti
  • 6171 messaggi

Inviato 09 luglio 2016 - 12:14

La scenografia della mia nascita è significativa .


Mio padre si ammala fin quasi a morire,poi guarisce e MI mette al mondo.

Teoricamente ,io sarei stato un figlio della resurrezione sua.

Ma lui non era mai morto quindi la definizione aveva un senso simbolico.

Cmq per lui e mia madre sarei dovuto essere importante,significativamente importante ma non speciale,umanamente importante intendo e loro sarebbero dovuti essere presenti e attenti alla mia crescita.

Invece non fu così,anzi,tutto il contrario.

L'idea che mi ero fatto in proposito,era che qualcosabnon andava,non quadrava.

e questo qualcosa era un rifiuto di mia madre e la mancanza psicologica di mio padre.

Mia madre non era pazza,neppure mio padre lo era,quindi qualcosa non quadrava per niente.

Io lo capivo anche se ero piccolo,molto piccolo e ne ero terrorizzato.

A quel punto subentrano gli alieni.

Io mi ricordo molti di loro vagamente,presenti nella camera.

Sembravano amichevoli ma intanto facevano qualcosa e io non capivo che cosa.

I miei genitori mi dissero poi ,quand'ero più grande,che mi sentivano ridere,o parlare come se stessi giocando e divertendosi con qualcuno.

per loro era un fatto OK,per me un inganno .

Io crescevo in pratica da solo,non avevo una presenza genitoriale,ero trattato come fossi stato un trovatello un estraneo,un...alieno...e nel contempo...speciale...ideale.....ecc...

Insomma una miscela schizofrenica che,stranamente,però,non mi provocava nessun problema mentale o fisico.

A scuola riuscivo bene,avevo amici,ecc...

Quindi...

Eppure c'era questa presenza cachi cosa che io percepito dapprima solo vagamente poi in modo sempre più evidente.

Una presenza ostile,cattiva,omicida.

Ad esempio quand'ero in montagna,molto piccolo,questa presenza mi ha spinto a cadere nella fontana a testa in giù.

Sarei annegato se mio padre non mi avesse visto in tempo e tirato fuori.

Un'altra volta,andando a pescare cin mio padre,ed essendo io davanti,vengo spinto via dal cane che abbaiando ha qualcosa in bocca.

mio padre mi manda via gridando e mi rendo conto che il mio cane stava uccidendo un grosso aspide su cui avrei messo le mani appoggiandosi alla roccia di cui stava.

Quindi,un'altra aggressione e un'altro salvataggio vero.

Poi i miei familiari vengono aggrediti socialmente in un modo sempre più pesante.

La situazione familiare diventa problematica,mio padre,che è uno dri segretari comunali più stimati e apprezzati,viene mobbingato in un modo becero e assurdo ,mia madre colpita da malattie che la riducono ad una larva...

Epppure io resisto ma in questo resistere c'è qualcosa di inquietante e di cattivo .

Volevo piangere,sfogatmi disoerarmi anche,conecsarebbe stato normale ,fino ad avere quello che avevo bisogno come bambino e ragazzo.

Ma qualcuno me lo impediva e nel contempo sembrava tenermi ma era un tenere strano e ,non lo sentivo come umano.

Questo anzi confermava la mia strana idea di essere speciale e reietto nel contempo,di avere custodi speciali ma nel contempo freddi e esclusivi.

tutto questo senza alcun a problematica psicotica,nevrotica o altro.

Anzi...ero rispettato e riuscivo bene,MA COME QUALVUNO DI DIVERSO ,SPECIALE O CMQ NON UMANO COME LO ERANO GLI ALTRI.

Per me questo non era un piacere ma un dolore,dato che io NON MI SENTIVO E RITENEVO TALE,NON LO ERO ANZI IO SAPEVO DI ESSERE ANCHE IN DIFFICOLTÁ DENTRO DI ME SUL PIANO UMANO CON QUESTA MALEDIZIONE IN PARTE AGGRESSIVA E A VOLTE POTENZIALMENTE MORTALE E IN PARTE SALVATORIA E ESCLUSIVA CHE MI PIRTAVA VIA DALLE PERSONE E DAI MIEI COMPAGNI IN UN MODO ASTUTO E CATTIVO,CIOÈ METTENDOMI SOPRA O SOTTO DI LORO,MA MAI ALLA PARI.

UNA DISUMANIZZAZIONE CRIMINAKE CON L'IDEA CHE COSÎ AVREI POTUTO ESSERE O FARE CHISSACHECOSA.

Arriviamo ora ai ricordi più vividi e chiari.

Questi ricordi sono tutti relativi a esseri piccoli e strani e ad altri più alti e umani,in una epoca in cui nonnsi parlava affatto ancora di queste cose e io,cmq,non ne sapevo niente.

Ricordi IPNAGOGICI,datovche me li vedevo spesso nell'addome tentarmi e non erano le solite immagini ipnagogiche,permanevano per minuti,mi guardavano con occhi attenti ma senza emoxioni,un interesse che si potrebbe chiamare professionale

Intanto cresceva il mio interesse per UFO e poi alieni,e la mia sorpresa era molta nel ritrovare in quelle immagini le facce e che mi ricordavo

Quindi cominciai a capire.

Ero stato addotto usando la mia famiglia prima,e il sociale dopo.

La prima parte di me che riconquistati era piccola ecdisperata,piangeva ed era abbandonata.

L'ho presa letteralmente in braccio e levho dato quello che aveva bisogno.

Man mano che questa mia vera e reale umanità rinasceva o nasceva veramente,percepito una recrudescenza delle influenze sociali e non umane.

Io mr ne fregavo,perché caoivo checCERCAVANO DI RI-*USARMI CONVINCENDOMI DI ESSERE INDISOENSABILE ,UN CAPO,CHISSACHIECHECOSA SOECIALE,ecc....

A questo colpo di coda io non rispondevo,lasviavo perdere ABBANDONANDOLI

Non dovevano più avere niente da me,nessuna risposta niente,per me erano morti,come poi effettivamente sono.

IO VOLEVO UMANIZZARMI REALMENTE ,ESSERE MÈ STESSO ABBANDONANDO OGNI INGANNO INTEFERENZIALE OGNI PROGETTO ALTRUI,SNCHE UMANO,CHE SI BASAVA SULL'INGANNO DI BASE

Quindi,cominciai a stare meglio ma anche a stare malr,non ero più un progetto ma un essere umano VIVO E INVFASE DI LIBERAZIONE IBTERIORE ED ESTERIORE.

Sbagliavo,avevo paura,erovfekice,triste,vero,vulnerabile,attaccabile,mi sentivo finalmente UMANO al cento per cento.

NIENTE PIÚ ALIENI MA ANCHE NIENTE PIÚ UMANI ALIENATI E
ALIENANTI,NIENTE PIÚ PROGETTI ALTRUI,SPECIE PROMETTENTI LA MIA ELEZIONE IN QUALCHE MODO A RUOLI O AKTRO DI AUTORITÁ ,MODELLO,GUIDA...

In pratica,avevo UCCISO IN ME OGNI PRESENZA E INFLUENZA NON UMANA E UMANA NON MIA E NON CONGENIALE A ME ,INCOMPATIBILE.

Poi vomitai via il sociale,l'esteriorità interferente,scontrandosi con ispettori e "super io" sociali di m....a ,coglioni e str...i di ogni genere.

Fino a oggi e continuo a farlo.

La cosa strana che conferma lo stile alieno e umano interferente è il fatto che se l'avessecfatto un altro,o lo facesse un altro,probabilmente sarebbe morto o impazzito.

Invece io sto relativamente bene e ho capito il perché:

gli alieni,i non umani,NON CAMBIANO MAI DENTRO E FUORI.

Sono così da milioni di anni,fanno sempre le stesse cose e le confermano.

VOLEVANO FARE DI ME UN ADDOTTO DOC .

Non ci sono riusciti che su un punto che li frega:

LORO MI VOLEVANO SPECIALE MA POCO UMANO,ADESSO IO SONO MOKTO UMANO E MI CONCEDO COSR SOECIALI PER UN UMANO.

LORO NON POSSONO CONTESTARMI QUESTA MIA SOECIALITÁ NELL'ESSERE UMANO QUINDI MI POSSO PERMETTERE DI DIRE O FARE COSR CHE CARE A QUALSIASI PERSONA.

Perô ho capito una cosa:

non farlo,perché,anche sevcome contenuti è anti interferenziale ,come dinamica e tentazione non lobè,o meglio,conferma l'illusione e un rediduo di potere alieno,di non umanità in me.

Perciò,sono diventato umanamente umano con tutti quanti,alieni compresi.

La qual cosa mi e li ha spiazzati e poi rassicurati quindi perdonati evnel contempo messi alla porta sul serio.

Io non riesco a non essere umanamente umano quindi lomsono e basta anche socialmente.

Ho PERSO l'aureola e l'aura dinterferenziale,non honpiú addosso progetti,non ho e non amo autorità e ruoli conseguenti ,sono davvero mè stesso.

L'unico problema ora è il fatto che i miei conspecifici umani ma anche gli alieni,MI VEDONO COME UN VINCENTE LIBERO e mi rispettano, perfino,creando una situazione comica e non negativa.

In pratica sono uscito da una trappola idealizzante,spersonalizzante isolante,asettica ,aliena e mi trovo fuori libero ma visto come ammirevole e
...speciale.

Questo lo posso anche capire e concederlone ,perché CONFERMA LA MIA UMANISSIMA REALTÁ.

E poi,le mir risposte,ora sono umanissime in ogni caso.

Quindi non rischio più niente.

Neppure loro e lo sanno.

Forse il senso di tutta quanta la mia sofferenza e battaglia per uscirne STA NEI RISULTATI .

Ho dovuto lottare,soffrire e pagare anche prezzi molto alti per liberarmi,quindi mi sono umanizzato sul serio compiendo il mio percorso terreno .

Teoricamente adesso potrei anche morire,oppure continuare a vivere cosí per decenni.

Sono felice,sereno,soddisfatto,quindi non ho neppure nessun problema con l 'età e la morte,un fantasma inesistente ,una parola e basta.

Merito indiretto anche degli alieni?

Certo,anche del diavolo in persona se esiste.

Anche di Dio,delle persone che mi hanno capito e amato,di me stesso.

La terra è una strana e contraddittoria maestra di vita.

La cosa che mi dispiace dinpiú è il fatto di doverla lasciare,prima o poi,standoci relativamente bene e stando bene con me stesso e gli altri.

È l'unico rammarico che potrei avere.

ciau
ali libere e il resto pure!






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi