Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Sensazionale:il pugnale di Thutankamon proviene dallo spazio!!

Fer

  • Per cortesia connettiti per rispondere
62 risposte a questa discussione

#1 THERETURN

THERETURN

    Utente Full

  • Utenti
  • 6171 messaggi

Inviato 30 maggio 2016 - 01:23

Analizzati i due pugnali trovati sul corpo del giovane faraone egizio:

https://www.google.c...2FRBytkBLtCk5iA

Una conferma di quanto scritto sugli antichi papiri egizi!

Come io ho detto e ridetto,la civiltà egizia era connessa con lo spazio,la civiltà marziana emigrata sulla Terra e gli alieni "illuminati" (Lux)


Infatti:

le conoscenze astronomiche degli antichi egizi erano sorprendenti:



https://www.google.c...4yPr7QgqbWSaExw

L'occhio di Ra,come io scrissi qui tempo fa,era un simbolo direttamente connesso col cielo e il cosmo.

Tutto l'Impero Egizio lo era,i sacerdoti e i faraoni in particolare.

Un intero popolo addotto dagli alieni illuminati(Lux)per tremila anni!

Non senza i vantaggi che ho detto,ma gli antichi egizi erano in uno status di sudditanza tale rendere stereotipata e priva di creatività e di vita...viva anche l'arte :



https://www.google.c...b98TVgC_lrI3kwA

In questo bel lavoro si legge:

"In questi 3.000 anni di vita l’antico Egitto ha prodotto un’arte dalle caratteristiche stilistiche molto omogenee e riconoscibili. In effetti, caso unico nella storia dell’arte, l’arte egiziana non ha conosciuto evoluzioni, restando sempre fedele ad alcuni moduli figurativi che vengono fissati agli inizi della sua storia e non vengono più mutati.

In pratica l’arte egiziana contraddice una delle caratteristiche che noi oggi riteniamo imprescindibile all’arte: la creatività. In realtà arte, in questo caso, non può essere sinonimo di "inventiva" ma di "ben fatto". E ciò che può essere considerato "ben fatto" deve rispondere ad un modello ideale, unico e immutabile per tutti. Come vedremo in seguito, la concezione di un’arte come pratica non creativa era una diretta conseguenza di un sistema politico che lasciava poco spazio alla libertà dell’individuo."

CAPITO??

UNA CIVILTÀ INTERA STANDARDIZZATA E UNIFORMATA PER 3000 ANNI,IN TUTTI I SENSI!!😠

****

ATTUALMENTE,la presenza aliena si riscontra nello stesso modo,diffusa su tutto il pianeta,permeato di standardizzazione,uniformitá,omogeneitá:

UN MODELLO UNICO DI POTERE IN PARTE VISIBILE ,DI UMANITÀ,DI TERRESTRIALITÂ !😠

L'OMBRA dell'Impero Egizio,una caricatura attuale di quello che fu la civiltà più longeva,resistente e, per molti aspetti,interessante,della storia.

Tolte le conoscenze scientifiche efficienti , la tecnologia annessa e i vantaggi connessi,non resterebbe in piedi, oggi, niente e nessuno.

L'eredità alieno egizia è il cimitero terreno attuale!







Sacerdoti "illuminati" che avevano conoscenze astronomiche tali da poterci FONDARE tutta una religione di potere

Faraoni rappresentati spesso con una espressione semiassente,ieratica,con gli occhi fissi e senza PUPILLE....

Mummificati per paura della morte,data la natura mortale senz'anima dei loro padroni non umani.








Co , gli occhi fissi e,spesso,SENZA PUPILLE(la stessa espressione dei loro padroni alieni)
  • johnt e HanukM piace questo
ali libere e il resto pure!

#2 Furor

Furor

    Guest Mode

  • Utenti
  • 16469 messaggi

Inviato 30 maggio 2016 - 07:36

Mi son sempre chiesta una cosa, passi il grande amore che ho per la civiltà antica egizia e altre.
Se realmente ci sono stati degli "apporti" alieni, e guarda sebbene sia molto scettica a riguardo, ci potrebbe anche stare, visto il progresso a tratti inspiegabile che hanno conseguito civiltà anche "primitive" riguardo scienza e tecnologia, perché mai queste civiltà hanno finito poi per spegnersi in modi altrettanto curiosi di come sono progredite, insomma vedi le precolombiane, vedi gli egizi, i sumeri, insomma tanto capaci e appoggiati dall'alto e poi, una passata di Roma Caput Mundi o di Conquistadores e puff. Potevano dargli pure un fucile fotonico no?

E anche, se ci fosse stato questo apporto alieno al progresso dell'umanità, e ancora ora sti cosi vagano in terra, dalla magnificenza delle piramidi siamo passati a cosa? A facebook? Perché impegnarsi tanto eventualmente a dare una tale spinta in tempi antichi se ora siamo come siamo, come dici sempre, una terra marcia?
  • arjanedda e Tyrande Soffiabrezza piace questo

#3 cash

cash

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 266 messaggi

Inviato 30 maggio 2016 - 09:14

Età del ferro: 1200 AC più o meno. Tutti i manufatti in ferro prodotti precedentemente erano di origine meteorica.

Oltretutto; siderurgia, da Sider, siderero, "delle stelle". Era considerata un'arte sacra, cui pochi potevano accedere. Un po' come i segreti dei maestri muratori. 

Mi dispiace, gli alieni non c'entrano nemmanco 'stavolta.

 

Dai, sarà per la prossima.


  • waitec, nemo82, dodecaedra e 2 altri piace questo

#4 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2879 messaggi

Inviato 30 maggio 2016 - 12:39

Analizzati i due pugnali trovati sul corpo del giovane faraone egizio:

https://www.google.c...2FRBytkBLtCk5iA

Una conferma di quanto scritto sugli antichi papiri egizi!

Come io ho detto e ridetto,la civiltà egizia era connessa con lo spazio,la civiltà marziana emigrata sulla Terra e gli alieni "illuminati" (Lux)


Infatti:

le conoscenze astronomiche degli antichi egizi erano sorprendenti:



https://www.google.c...4yPr7QgqbWSaExw

L'occhio di Ra,come io scrissi qui tempo fa,era un simbolo direttamente connesso col cielo e il cosmo.

Tutto l'Impero Egizio lo era,i sacerdoti e i faraoni in particolare.

Un intero popolo addotto dagli alieni illuminati(Lux)per tremila anni!

Non senza i vantaggi che ho detto,ma gli antichi egizi erano in uno status di sudditanza tale rendere stereotipata e priva di creatività e di vita...viva anche l'arte :



https://www.google.c...b98TVgC_lrI3kwA

In questo bel lavoro si legge:

"In questi 3.000 anni di vita l’antico Egitto ha prodotto un’arte dalle caratteristiche stilistiche molto omogenee e riconoscibili. In effetti, caso unico nella storia dell’arte, l’arte egiziana non ha conosciuto evoluzioni, restando sempre fedele ad alcuni moduli figurativi che vengono fissati agli inizi della sua storia e non vengono più mutati.

In pratica l’arte egiziana contraddice una delle caratteristiche che noi oggi riteniamo imprescindibile all’arte: la creatività. In realtà arte, in questo caso, non può essere sinonimo di "inventiva" ma di "ben fatto". E ciò che può essere considerato "ben fatto" deve rispondere ad un modello ideale, unico e immutabile per tutti. Come vedremo in seguito, la concezione di un’arte come pratica non creativa era una diretta conseguenza di un sistema politico che lasciava poco spazio alla libertà dell’individuo."

CAPITO??

UNA CIVILTÀ INTERA STANDARDIZZATA E UNIFORMATA PER 3000 ANNI,IN TUTTI I SENSI!!

****

ATTUALMENTE,la presenza aliena si riscontra nello stesso modo,diffusa su tutto il pianeta,permeato di standardizzazione,uniformitá,omogeneitá:

UN MODELLO UNICO DI POTERE IN PARTE VISIBILE ,DI UMANITÀ,DI TERRESTRIALITÂ !

L'OMBRA dell'Impero Egizio,una caricatura attuale di quello che fu la civiltà più longeva,resistente e, per molti aspetti,interessante,della storia.

Tolte le conoscenze scientifiche efficienti , la tecnologia annessa e i vantaggi connessi,non resterebbe in piedi, oggi, niente e nessuno.

L'eredità alieno egizia è il cimitero terreno attuale!







Sacerdoti "illuminati" che avevano conoscenze astronomiche tali da poterci FONDARE tutta una religione di potere

Faraoni rappresentati spesso con una espressione semiassente,ieratica,con gli occhi fissi e senza PUPILLE....

Mummificati per paura della morte,data la natura mortale senz'anima dei loro padroni non umani.








Co , gli occhi fissi e,spesso,SENZA PUPILLE(la stessa espressione dei loro padroni alieni)

Scusa ma non seguo, l'egitto era un popolo di addotti che vuol dire? :) Mummuficati per paura della morte data la loro natura senza anima?????? O.o Uno cerca di essere gentile, ma almeno hai idea di cosa simbolizzava e a cosa serviva la mummificazione? Che il pugnale potesse essere stato fatto con un meteorite si ipotizzava da tempo, è solo arrivata la conferma... Questo non c'entra proprio niente con gli alieni e tantomeno con gli addotti.


  • Galaxy piace questo

6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#5 THERETURN

THERETURN

    Utente Full

  • Utenti
  • 6171 messaggi

Inviato 30 maggio 2016 - 01:12

Età del ferro: 1200 AC più o meno. Tutti i manufatti in ferro prodotti precedentemente erano di origine meteorica.
Oltretutto; siderurgia, da Sider, siderero, "delle stelle". Era considerata un'arte sacra, cui pochi potevano accedere. Un po' come i segreti dei maestri muratori. 
Mi dispiace, gli alieni non c'entrano nemmanco 'stavolta.
 
Dai, sarà per la prossima.


Questo lo sanno anche i manovali

Il problema è che tu concretizzi un discorso simbolico, limitandoti al ferro dei pugnali ,non tieni conto del resto del post e così non ne cogli il senso.

Rileggi.
ali libere e il resto pure!

#6 THERETURN

THERETURN

    Utente Full

  • Utenti
  • 6171 messaggi

Inviato 30 maggio 2016 - 01:42

Scusa ma non seguo, l'egitto era un popolo di addotti che vuol dire? :) Mummuficati per paura della morte data la loro natura senza anima?????? O.o Uno cerca di essere gentile, ma almeno hai idea di cosa simbolizzava e a cosa serviva la mummificazione? Che il pugnale potesse essere stato fatto con un meteorite si ipotizzava da tempo, è solo arrivata la conferma... Questo non c'entra proprio niente con gli alieni e tantomeno con gli addotti.


Infatti,ma soltanto perché hai fatto lo stesso sbaglio di cash.

Ma forse dovevo chiarire meglio io il senso del post.

Quei due pugnali non sono significativi per il ferro meteorico in quanto tale,stranoto da migliaia di anni.

L'importante è il simbolismo dei pugnali,quello che si dice di loro sui papiri,il rapporto tra cielo e terrace poi il resto del post.

Gli arabi adorano la pietra nera,un semplice meteorite.

Ma la loro adorazione non è per il meteorite,ma per quello che rappresenta simbolicamente.

Adesso,fate 1+1,lo dico con rispetto,e non per prendervi in giro e relazionate queste mie spiegazioni con il mio precedente post e i vostri dubbi.

Vi posso intanto dire che i non umani dopo la fine egizia,si sono specializzati in religioni monoteistiche .

L'Islam ha il loro interesse particolare,per vari motivi non ultimo la perdita di presa e di potere delle chiese cristiane nel mondo.

Il particolare cdella pietra nera non è insignificante perché per loro quella pietra rappresenta vtutto un discorso simbolico simile anche se diluito e edulcorato, a quello della cultura egizia.

Gli alieni sono dentro e fuori la gente su tutto il pianeta, l'hanno formattato come volevano loro e FUROR ha ragione.

Loro si sono limitati a interferire,parassitare dando in cambio supporto e conoscenze, MA SENZA MAI DARE ALL',UMANITÀ PIÙ DI QUEL TANTO.

In particolare evitando di dare agli umani conoscenze e strumenti che gli umani avrebbero potuto usare contro di loro.

Ecco perché non ci hanno dato...un fucile fotonico...ma,in compenso,ESSENDO LORO ESPERTI DI ELETTRO MAGNETISMO ,ci hanno ben supportati nel l'informa rizzare e virtualizzare il mondo,satelliti compresi.

In questo modo,se agli umani venisse in mente di usare queste cose per liberarsi e cambiare lo status cimiteriale terrestre, LORO SAREBBERO IN GRADO DI SPEGNERE O DISTURBARE TUTTI I SISTEMI ELETTROMAGNETICI DEL PIANETA,TUTTI GLI OGGETTI IL CUI FUNZIONAMENTO PRESUPPONE O È SENSIBILE AI CAMPI EM

Gli alieni dominano la Terra,ma solo nei modi e con i contenuti che interessano loro.

Per il resto se ne fregano allegramente,anche perché quel resto non rappresenta un pericolo per il loro potere e a dire il vero rappresenta ben poco anche per gli umani.

Io sono soltanto un osservatore neutrale,non parteggio per nessuno e dico quello che so e che mi posso permettere di dire.

Per il resto,fate vobis,per me la terra è un incidente di percorso da non sottovalutare nè sopra valutare.

Di sicuro l'umanità è addotta e usata, si fa addurre e usare, ne trae vantaggi e ne soffre svantaggi.

Gli alieni, o non umani, o ...?....,PURE.

Non chiedetemi Qui Prodest,non l'ho capito ,talmente assurda e illogica è la millenaria storia umana(e non)che,come scrive Furor,ha portato al fallimento attuale,più specie e un intero pianeta.

Non sono più problemi miei,non lo sono mai stati a dire il vero,anche se qualcuno ha cercato di mettermeli in un certo senso,addosso.
ali libere e il resto pure!

#7 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2879 messaggi

Inviato 30 maggio 2016 - 01:48

Scusami tanto ma anche leggendo l'intero post 4 volte non si capisce cosa c'entrino gli alieni. Se si capisce davvero il simbolismo della religione egizia compresa la mummificazione è evidente che le abduction e gli alieni non c'entrano proprio nulla... 

Al contrario, la religione egizia mirava come le altre tradizioni all'uno, al reintegro e la mummificazione alla padronanza del ka, vero è che qui ci sarebbe una picocla contraddizione ma il discorso sarebbe lungo e infondo indifferente per l'argomento del topic.

A limite e cmq forzando non poco si può pensare che alcuni loro Dei rappresentassero abitanti di altri "mondi" ma immaginarli come alieni tecnologici è già una forzatura e non vedo proprio il nesso con le abduction. Cmq per carità, sono intervenuto giusto perchè l'argomento interessava anche me, ma definire una grande civiltà come quella egizia come un popolo di addotti suona davvero delirante!

 

P.S. Ho letto, onestamente per me stai facendo un gran minestrone ma va bene così, a ognuno la sua idea.


6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#8 THERETURN

THERETURN

    Utente Full

  • Utenti
  • 6171 messaggi

Inviato 30 maggio 2016 - 02:03

La mummificazione era il prolegomeno del'idea di resurrezione della carne proposta poi dagli ebrei e dal cristianesimo religioni derivate, guarda un po',dal culto del disco solare visto come unico Dio IMPOSTO DACAKHENATON,l'unico Faraone che sia riuscito a sgonfiare e ridimensionare l'interferenza nel mondo egizio

La mummia simbolicamente conservavacil corpo e il rituale lo accompagnava nel viaggio.

Questo in termini molto semplici.

Il fatto è che gli egizi erano ossessionati dalla morte e cercavano di esorcizzarla da un lato e di usarla dall'altro per conquistare l'immortalità.

Le loro tombe erano come mostre di pittura e cultura artistica,ma le case no,le città, a parte i templi funerari o meno erano prosaiche e laicamente spoglie ,la gente non era creativa ,la cultura anche,l'architettura era grandiosa e tecnicamente buona,ma creativamente latitante.

Non c'è paragone tra la cultura cdelle piramidi maya e azteche,il loro uso rituale, religioso,sociale ,perfino....sacerdotalagricolo e sapienziale divinatorio e propiziatorio e quelle egizie!!

Tolta l'idealizzazione al regno egizio,resta una realtà standard e niente affatto creativa sul piano artistico e culturale.

Una realtà vantaggiosa ,in alcuni casi, svantaggiosa in altri ma sicuramente noiosa data le sue permanenti caratteristiche uniformi e ridondanti durate migliaia di anni.

Gli egizi coltivavano e costruivano, ma non creavano niente di originale, mutevole ,come stile e contenuti,non erano creativi,vivevano la vita di sempre i culti, i rituali,le abitudini di sempre.

Una cosa,a ben vedere , allucinante, se si pensa alla sua durata.

E tutto questo è in linea perfetta con la mentalità interferenziale,chr alla fine,ha steso umani e pianeti in uno status ombra generale.
ali libere e il resto pure!

#9 Cthulhu

Cthulhu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 2879 messaggi

Inviato 31 maggio 2016 - 07:24

Return hai un mondo tutto tuo e anche qui interpreti tutto a modo tuo. Non voglio offenderti ma l'impressione è che se parlassimo di salsicce e lasagne verrebbe fuori che sono addotte e provenienti da Plutone... Puoi credere e scrivere quel che vuoi, ma a mio avviso il discorso non ha senso.... Unica traccia non di abduction o alieni ma di qualcosa di similare è nel libro egizio dei morti e scopo del libro e delle istruzioni è la liberazione.... Akhenaton ha effettivamente rinnovato la religione egizia puntando per così dire alla non dualità, all'uno o potremmo anche dire riportandola alla sua essenza. È chiaro che come in tutte le religioni c'è nel famoso libro dei morti un equivalente dei volanderos, arconti ecc. ma non vedo cosa c'entri parlare di civiltà di addotti o schiave di entità aliene... A mio avviso finisci sempre con l'estremizzare davvero troppo le coclusioni....

6588708.jpgCiò che non si vede non significa necessariamente che non esista, anche l’aria per esempio, non si può vedere, ma non per questo bisogna smettere di respirare.
 
 
leftquote.pngL'anima non è di oggi; essa conta milioni di anni. Ma la coscienza individuale è solo il fiore e il frutto di una stagione.rightquote.png  - Carl Gustav Jung
 
 

D: in che cosa il sogno differisce dallo stato di veglia?
M: nel sogno si prendono corpi differenti, che rientrano nel corpo fisico quando si sognano le percezioni dei sensi.
Dialoghi con Sri Ramana Maharshi vol. 2

 

La mente è un buon servitore, ma è un padrone crudele”  cit. Blavatsky

 

“Quando l'ultimo albero sarà abbattuto, l'ultimo pesce mangiato, e l'ultimo flusso d'acqua contaminato, vi renderete conto che non potete mangiare il denaro”


#10 Furor

Furor

    Guest Mode

  • Utenti
  • 16469 messaggi

Inviato 31 maggio 2016 - 08:50

Credo, vagamente, che TheReturn intenda che sebbene grandioso e tutt'ora misterioso e interessante, il periodo egizio é stato come una "bolla" sospesa nel tempo, una volta stabilito il culto non ci sono state evoluzioni di sorta, comunque votate a niente altro che il proseguo del culto al Dio faraone e agli dei vari, come "formichine" nel terrario, nate cresciute e sviluppate e poi collassate sotto il loro stesso peso. Poi, che sia una naturale evoluzione societaria, insomma così é stato per tutte le grandi civiltà, é fuor di dubbio. Che TheReturn ci veda le "interferenze" pensiero suo, curioso, per quello cercavo di capire. :D

#11 THERETURN

THERETURN

    Utente Full

  • Utenti
  • 6171 messaggi

Inviato 31 maggio 2016 - 10:46

Esatto furor,hai definito bene lo status egizio durato 3000 anni:

UNA BOLLA SOSPESA NEL TEMPO E NELLO SPAZIO,grandiosa esteticamente ,funzionale, efficiente ma NON creativa,dinamica,mutevole, viva nel vero senso della parola!

Una bolla millenaria,che ha avuto momenti di entropia notevoli,quindi,recuperi,e poi la dissolvenza finale.

Una civiltà "aliena" rispetto a tutte le altre,precedenti e seguenti.

Horus,il Dio massimo, rappresentato con il suo occhio,la sua mitologia e sembianze di volatile semiumano.

Sul volto dei faraoni,il serpente, proprio davanti alla fronte:

potere,aggressività guidata dalla mente e la mente era "illuminata" sul serio,una illuminazione umana e non.

Una organizzazione sociale perfetta,uno status sociale di relativo benessere nessuna mira espansiva e di conquista, se non per motivi di difesa del territorio e molto raramente.

Un esercito ridotto all'essenziale.

Niente schiavi,nessuna schiavitù.

In un certo senso, una civiltà modello,ma priva di ciò che rende veramente UMANA E CREATIVA una societá:

i conflitti,le contraddizioni l'inaspettato, l'imprevisto,i problemi,le prove e gli esami generali,ecc...

Questa è la VITA.

Gli alieni ,invece,mirano allo status quo,creando un limbo invisibile che influenza la gente portandola in una situazione di semitrance.

Nel contempo lavorano a un sociale stabile,sicuro,uniforme,rassicurante e in parte vantaggioso.

Sono dei fossili viventi,fossilizzano tutti e tutto A PARTE scienza e tecnologia, dato che esse sono i supporti essenziali della vita attuale.

Se la vita umana vera è un fiume che scorre,loro sono come i castori che costruiscono dighe che la fermano e nel contempo cercano di rendere la diga confortevole per loro.

A differenza dei castori, loro,insieme agli umani che la pensano come loro ,nella diga ci vogliono mettere anche gli altri "animali"...

Il risultato è una vita terrestre ad impulsi vstorici ,diga dopo diga, fino alla diga o bolla attuale.

Con questo non voglio giudicare o condannare nessuno,ma la vita vera non è una pozza per confortevole che sia!

Non è una bolla sospesa come un limbo dove la gente recita aspettando un miracolo,l'eroe o il messia, oppure una catastrofe.

La vita vera ,umana, è qualcosa di totalmente diverso, la qual cosa fa paura ad umani e non umani.

Se qualcuno liberasse ora umani e non da questa globalizzazione ad impulsi,ci sarebbe un momento di silenzio totale,poi un panico generale e questo richiederebbe la riproposta di un " eroe" o di un disastro finale.

Mi spiace a dirlo,ma,ora come ora,niente e nessuno su questo pianeta,è in grado di gestire un cambiamento vero e reale.

Né alieni nè umani... nessuno.

Come scrive bene furor,la bolla diventa un formicaio,l'umano un ibrido, l'alieno PURE,il tutto raggrinzisce e si spegne, come un fico secco.

Le macchine diventano indispensabili,la comunicazione si macchinizza e virtualizza,il sociale si uniforma e standardizza a livello planetario e,alla fine,tutti scoprono di essere diventati dei semi androidi, alieni compresi,senza prospettiva reale di una reale e vera vita.

Un pianeta in standby,sospeso e in attesa di qualcosa e qualcuno che non esiste e non arriverà maiii

Qui prodest tutto ciò?

A nessuno.

Buona giornata
ali libere e il resto pure!

#12 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7526 messaggi

Inviato 31 maggio 2016 - 11:20

Nessuna società arcaica è rimasta uguale a se stessa, non avrebbe potuto. Anche i greci, erano diversi per usi e costumi da tutti gli altri, i fenici, pieni d'ingegno, e tanti altri popoli,.
Per come li abbiamo studiati nella storia, seMerano tutte bolle sospese nel tempo. Ma la vita evolve, niente rimane uguale a se stesso. Anche gli Incas avevano una grande tradizione con uccelli paradisiaci e serpenti piumati e tante intuizioni.
Se tutti sono alieni venuti da altri pianeti, potremmo essere tutti alieni, tutti fratelli in uno strano e splendido universo e il problema non si pone.
Per quel che sappiamo, o meglio, non sappiamo, pensare che siano arrivati in tempi recenti da altri pianeti, vorrebbe dire che avevano le giuste tecnologie, non è certo semplice attraversare indenni lo spazio.
La terra sembra la più adatta alla vita umana? Beh,anche a quella dei lombrichi.
Ecco, questa è fantastoria!!
Come quando parli di alieni che fanno, che modificano, che parassitano...che instupidiscono la gente.
Ma per tutto questo c'è la caviamo bene da soli .

#13 THERETURN

THERETURN

    Utente Full

  • Utenti
  • 6171 messaggi

Inviato 31 maggio 2016 - 03:07

Tremila anni di civiltá sulla terra,equivalgono all'infinito.

Hitler prometteva un Reich di mille anni.....

Io mi limito a prendere atto dei fatti, storici e attuali ,e questi fatti mi dicono che la gente e le cose non sono quello che sembrano essere.

Attualmente più che mai!

Trovo strano che la gente non trovi questo strano e non si trovi strana.

Non sono affari miei,se non mi ci metto,e mi chiedo anche perché ne parlo.

Forse per troppo amore per e nell'umanità, un errore che non voglio più fare.
  • arjanedda piace questo
ali libere e il resto pure!

#14 arjanedda

arjanedda

    Utente Senior

  • Utenti
  • 7526 messaggi

Inviato 31 maggio 2016 - 03:43

Sono d'accordo con te,le cose spesso non sono come sembrano.
  • THERETURN piace questo

#15 Guest_hohe_*

Guest_hohe_*
  • Ospiti

Inviato 01 giugno 2016 - 09:54

Questo e' interessante per sapere anche l'origine ancestrale delle religioni:

 

"

Dalla diaspora dei seguaci dell’atonismo sarebbe infatti nata la religione ebraica. Questo troverebbe dei riscontri in similitudini sia stilistiche che di contenuto che si possono trovare tra l’Inno al sole scritto sulla tomba del faraone Ay ed alcune parti della Bibbia come il Libro dei Salmi, ed il Libro dei Proverbi.

Il faraone Tutankhamon, morto prematuramente all’età di diciannove anni per una seria forma di malaria, apparteneva all’aplogruppo R1b1a2, SNP R-M269, è l’aplogruppo più diffuso in Europa occidentale e identifica le popolazioni che dopo l’ultima grande glaciazione hanno popolato l’Europa occidentale.

Nella tabella che segue ecco i valori dei primi 15 marker del suo cromosoma Y.

TUT.jpg

Sembrerebbe davvero che l’antico Egitto fosse in effetti governato da sovrani di origine ancestrale europea, il cui DNA era quindi assai differente dal resto della popolazione che amministravano. Oggi meno dell’1% degli egiziani è di aplogruppo R1b.

Fin troppo ovvio allora che se Tutankhamon era R-M269 allora erano dello stesso aplogruppo tutti i faraoni della XVIII dinastia che regnò sull’Egitto dal 1540 al 1299 a.c., il che troverebbe conferma anche da una rapida analisi di alcune mummie della dinastia come quella di Thutmosi IV, molto ben conservata, che presenta tratti del volto nordici e soprattutto i capelli rossi che sono un tratto peculiare per questo aplogruppo. In effetti test diagnostici sono stati compiuti sul DNA della mummia di Amenhotep III, su una mummia sconosciuta ma che si suppone sia di Akhenaton, confermando che le tre mummie erano tra loro correlate da legami di parentela"

 

http://genealogiagen...di-tutankhamon/


  • Cthulhu piace questo

#16 THERETURN

THERETURN

    Utente Full

  • Utenti
  • 6171 messaggi

Inviato 02 giugno 2016 - 12:05

Sulla nascita dell'ebraismo vi posso dire l'essenziale.

Un popolo di agricoltori allevatori,denominato "Re pastori" si sposta dall'alto al medio e basso Egitto.

È un piccolo esodo dovuto a motivi climatici e altro.

I re pastori arrivano e vengono accolti in una sorta di "riserva" dove hanno una libertà non totale ma dignitosa.

Vengono in contatto con il cultori divAton,che continuavano la loro religione in semi segretezza dopo la morte di Akhenaton.

I due gruppi sono più che compatibili e formano un nucleo socio culturale omogeneo.

Il faraone li tiene d'occhio ma senza esagerare.

Arrivano le famose piaghe d'Egitto,fenomeni naturali e,una,dovuta a una muffa velenosa del grano.

Il nuovo gruppo,in parte per questo in parte perché non più a suo agio in Egitto per motivo della sua religione,chiede al faraone di poter partire.

Il faraone nicchia ma poi,per le preoccupazioni relative alle piaghe e per liberarsi di quella per lui piccola spina nel fianco,li lascia partire.

Non solo ma li fa accompagnare fino al confine da un reparto del suo esercito!

Una volta usciti dall'Egitto,percorrono un cammino relativamente lungo.

Sono guidati da una leadership composta da re pastori e cultori di Aton,civili e sacerdoti.

"Mosè", infatti,significa " colui/coloro che guidano" senza specificare il numero dei capi!

La leadership conosce bene il culto di Aton,e in particolare, IL DECALOGO DI AKHENATON:

ne fa un uso coerente e mirato,definendoli COMANDAMENTI DEL DIO UNICO.

Loda Aton con i sacrifici animali e i SALMI DI AKHENATON:

uno di questi,l'INNO AL DISCO SOLARE",diventerà poi,senza cambiare frasi e parole,il SALMO DI DAVIDE.

Dopo varie peripezie,arrivano finalmente in terra mediorientale dove si insediano stabilmente.

Questa è la vera storia dell'ebraismo e dell'Esodo.

Tutto il resto sono palle ideologiche raccontate a profusione,una dopo l'altra.

Ad esempio,le mura di Gerico erano note per la loro debolezza e fragilità:

ne cadevano spesso dei pezzi che poi venivano ricostruiti.

Quindi,la storia della caduta di Gerico ad opera delle trombe ebraico e atonistiche,è una pura invenzione.

Bastava dare loro un colpetto...

Insomma,io non sono antiebraici ma posso dire che si tratta del popolo che ha distorto ad hoc parecchi fatti storici.

Dalle condizioni di schiavitù in Egitto, alle piaghe,all'esodo,alle mura di Gerico,a Sodoma e Gomorra,alla Torre di Babilonia,alle misure del Tempio di Gerusalemme.

Tutto questo con la fissa di essere il popolo eletto da Dio,come se questo fosse una patente di superiorità e di priorità, mentre per Dio elezione significa AL SERVIZIO DEGLI ALTRI.

L'ebraismo inoltre si porta dietro una oscurità che compensa la "luce idealizzata " solare e non.

Questa tenebra ha giocato un ruolo letale sotto forma di sacrifici animali,dinamica del capro espiatorio in particolare,ma anche nell' odio contro il nemico e nella legge del taglione.

Il culmine o cima abissale di questa tenebra è la vicenda di Cristo:

Luce uccisa da...se stessa in nome di un sacrificio espiatorio totale.

Parentesi malanghiana:

nel corso di un dialogo con una entità lux , Malanga chiede:

"Come siete riusciti a pensare la questione di Gesù così bene per voi?"

Il lux risponde:

"Eeee...noi siamo intelligenti...e vi sappiamo usare bene!"

Vedete,Cristo,sul piano dei contenuti,ha proposto buone cose e rimedi per la legge ebraica.

Ma,sul piano della dinamica, ha recitato il ruolo estremo sacrificale che prevedeva un suicidio, un omicidio e un bel po' di follia da parte di tutti quanti!!!!

In questo,sicuramente ispirato e ingannato dai Signori della Luce e delle Tenebre,che sono poi gli stessi quando cambiano abito.

Se voi sapeste quanto io aborri,detesti e rifiuti questo genere di interferenze,vi meravigliereste,come mi stupisco anch'io,che non ne abbia ucciso io durante la mia vita,nelle fasi acute di dolore conflittuale.

Io so che questo pianeta non è normale nè sano,ma è una anomalia terroristica in parte diluita in poteri "razionali", in parte coperta e in parte agita ogni giorno sotto forma di ogni genere di crimini e delitti ,micro/medio/grossi.

I diritti umani sono scritti su un rotolo di carta igienica,la quale si sa a che cosa serve!

E questo in mille modi,su tutto il pianeta, anche nelle democrazie, dove,anzi,la cosa appare anche più odiosa,vista l',ideologia " liberale' connessa all'incresciositá dello status dipendente e fallimentare di tutti quanti.

Una porcheria di mondo,che ha le sue origini e metastasi nella storia non solo occidentale e medio orientale,nell'USO AD HOC delle religioni e nel VERME che parassita l'uomo!!!

Buona notte nel senso di sogni e sonno
  • malia piace questo
ali libere e il resto pure!

#17 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7170 messaggi

Inviato 02 giugno 2016 - 05:03

Questo e' interessante per sapere anche l'origine ancestrale delle religioni:

 

"

Dalla diaspora dei seguaci dell’atonismo sarebbe infatti nata la religione ebraica. Questo troverebbe dei riscontri in similitudini sia stilistiche che di contenuto che si possono trovare tra l’Inno al sole scritto sulla tomba del faraone Ay ed alcune parti della Bibbia come il Libro dei Salmi, ed il Libro dei Proverbi.

Il faraone Tutankhamon, morto prematuramente all’età di diciannove anni per una seria forma di malaria, apparteneva all’aplogruppo R1b1a2, SNP R-M269, è l’aplogruppo più diffuso in Europa occidentale e identifica le popolazioni che dopo l’ultima grande glaciazione hanno popolato l’Europa occidentale.

Nella tabella che segue ecco i valori dei primi 15 marker del suo cromosoma Y.

TUT.jpg

Sembrerebbe davvero che l’antico Egitto fosse in effetti governato da sovrani di origine ancestrale europea, il cui DNA era quindi assai differente dal resto della popolazione che amministravano. Oggi meno dell’1% degli egiziani è di aplogruppo R1b.

Fin troppo ovvio allora che se Tutankhamon era R-M269 allora erano dello stesso aplogruppo tutti i faraoni della XVIII dinastia che regnò sull’Egitto dal 1540 al 1299 a.c., il che troverebbe conferma anche da una rapida analisi di alcune mummie della dinastia come quella di Thutmosi IV, molto ben conservata, che presenta tratti del volto nordici e soprattutto i capelli rossi che sono un tratto peculiare per questo aplogruppo. In effetti test diagnostici sono stati compiuti sul DNA della mummia di Amenhotep III, su una mummia sconosciuta ma che si suppone sia di Akhenaton, confermando che le tre mummie erano tra loro correlate da legami di parentela"

 

http://genealogiagen...di-tutankhamon/

Mi è venuto in mente di alcune rappresentazioni del periodo predinastico in cui ci sono "egiziani" biondi; sarà che già all'epoca erano venuti in contatto con popolazioni europee dalle caratteristiche fisiche diverse.  E anche nella Bibbia ci sono personaggi rispettati e/o temuti volta per volta (angeli e patriarchi nell'AT), fisicamente riconoscibili rispetto agli altri, se ricordo bene proprio biondi e con pelle chiara.

Potrebbe essere che la bibbia sia il racconto dell'incontro tra queste due razze di cui, quella europea, più evoluta e spacciata successivamente per divina. Ho riassunto molto. Però molte cose troverebbero un senso che ora non hanno.


  • THERETURN piace questo

#18 Guest_hohe_*

Guest_hohe_*
  • Ospiti

Inviato 02 giugno 2016 - 05:21

Mi è venuto in mente di alcune rappresentazioni del periodo predinastico in cui ci sono "egiziani" biondi; sarà che già all'epoca erano venuti in contatto con popolazioni europee dalle caratteristiche fisiche diverse. .

 

Sugli egizi ci sono riscontranze anche genetiche e questo avrebbe un senso se li si collega con i popoli indoeuropei presenti anche in Mesopotamia (Iittitti, Urriti) oltre che ovviamente in europa dove diedero origine ai celti-italo-germanici del sud (aplogruppo y r1b).

 

I racconti mitologici parlano anche di Dei biondi e carnagione chiara in Mesoamerica.

 

Secondo Sylvanus Grisword Morley, studioso della civiltà maya, sotto le leggende messicane raccolte dai Conquistadores spagnoli, sembrano essere celate concrete realtà storiche. Quetzalcoalt, o Serpente Piumato, il dio messicano della Luce, potrebbe in realtà essere stato un personaggio storico reale che aveva introdotto in Messico l’arte della scrittura e conoscenze in tutti i campi dello scibile, come astronomia (il famoso calendario maya), matematica, medicina, metallurgia, architettura, agricoltura, legislatura e quant’altro.

 

Descritto come un uomo alto, biondo e robusto, con grandi occhi e barba fluente, abolì i sacrifici umani, permettendo solo quelli di frutta e fiori ed era noto come il dio della pace. Morley, infatti, afferma quanto segue nel suo libro “An introduction to the Study of Maya Hieroghyphs” : - Il grande dio Cuculcàn, o Serpente Piumato, era il corrispondente maya del Quetzalcoalt azteco, il dio messicano della luce, dell’erudizione e della cultura.

 

Nel pantheon maya era considerato il grande organizzatore, il fondatore di città, il promulgatore di leggi e il maestro del calendario. Invero i suoi attributi e la storia della sua vita sono talmente umani che non è da escludere che sia stato un personaggio storico reale, un grande legiferatore -.

 

Stranamente tutte le leggende dell’America centrale sembrano essere popolate da personaggi molto simili, anche se vengono indicati con nomi diversi, come Culcàn, Gucumaz, Votan, Itzamana, gemelli a quanto sembra della divinità andina di Virachoca: tutti condividevano il simbolo del Serpente.

 

Improvvisamente questi esseri misteriosi e sapienti, arrivati dal mare da un luogo molto lontano, ad un certo punto salparono di nuovo nella direzione da cui erano giunti, promettendo poi di ritornare. Quali furono le cause di questa improvvisa partenza?

 

 


  • Cthulhu piace questo

#19 THERETURN

THERETURN

    Utente Full

  • Utenti
  • 6171 messaggi

Inviato 02 giugno 2016 - 07:21

A questo proposito,vi propongo un articolo interessante:


https://www.google.c...scNRnZ8WgFU5OuQ

Quindi avete/abbiamo ragione!

Probabilmente, questi popoli si erano spostati verso sud per ragioni climatiche.

Inoltre,come sapete,questi popoli ,come i wikinghi,ad esempio,erano degli abili navigatori!

Un'altra informazione,che forse avete già:


https://www.google.c...dtid99uSN7EEP9Q

Probabilmente, le migrazioni erano di gruppi e non di interi popoli.

Avvenivano in due direzioni:

a)verticalmente

b)orizzontalmente

detto in modo schematico

Ad esempio,dal centro sud America alla Mesopotamia, dal Nord Europa del tempo al Sud

Inoltre,trasversalmente nelle regioni artiche e subartiche

E ,ancora, dall'Asia Orientale verso il medio oriente e l'Europa, dall'Africa verso l'Europa e il medio Oriente.

Questo ha portato a incroci genetici,culturali,linguistici commerciali, politici,militari.

La biblioteca di Alessandria conteneva lo scibile umano e forse non umano della storia significativa.

Io non credo che tutti quei documenti siano andati distrutti.

La biblioteca aveva dei guardiani curatori,che sapevano il fatto loro e che conoscevano anche i pericoli che avrebbero potuto correre quei documenti.

QUINDI, NE AVRANNO FATTO COPIE,come noi usavamo fare con la carta carbone,poi con la foto copiatrice,quindi con i dischetti,poi con i CD ROM e le spinette moderne senza parlare di back up automatici.

Quelle copie ,secondo me,sono state nascoste e conservate in un luogo segreto,a disposizione di una ristretta cerchia di studiosi.

Sempre secondo me,sono ancora lì attualmente, probabilmente in territorio egiziano, magari in cavità situate nelle piramidi o sotto la piana di Giza.

A dopo
ali libere e il resto pure!

#20 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 7170 messaggi

Inviato 10 giugno 2016 - 02:22

QUINDI, NE AVRANNO FATTO COPIE,come noi usavamo fare con la carta carbone,poi con la foto copiatrice,quindi con i dischetti,poi con i CD ROM e le spinette moderne senza parlare di back up automatici.

Quelle copie ,secondo me,sono state nascoste e conservate in un luogo segreto,a disposizione di una ristretta cerchia di studiosi.

Sempre secondo me,sono ancora lì attualmente, probabilmente in territorio egiziano, magari in cavità situate nelle piramidi o sotto la piana di Giza.

A dopo

O Nag Hammadi. Può essere?






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi