Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Richiesta: Il film più strano che abbiate mai visto?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
58 risposte a questa discussione

#1 Plebeo

Plebeo

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 10 messaggi

Inviato 17 maggio 2016 - 10:26

Salve a tutti! Ho una richiesta: mi dite il titolo del film più strano che abbiate mai visto?
Sì... Un film STRANO! Spaventoso, inquietante. Magari poco conosciuto, nuovo o vecchio che sia.

 

Grazie in anticipo.


  • Anthonyeneds piace questo



#2 Guest_hohe_*

Guest_hohe_*
  • Ospiti

Inviato 17 maggio 2016 - 10:33

Ne ho visti una marea . Gli anni 70 e 80 in Italia hanno dato "perle memorabil" per stomaci forti che ho ricercato anni dopo, uno fra i tanti con locandina non troppo esplicita:

 

zombie-holocaust.jpg

 

e in generale tutto il genere cannibal.


  • Plebeo e Herr Wolfo piace questo

#3 Guest_cimena_*

Guest_cimena_*
  • Ospiti

Inviato 17 maggio 2016 - 10:41

strano per me è stato "Clerks, commessi". tutto giocato su frasi battute e situazioni al limite, scenografia scarsissima.

molto carino.


  • Anarko e Spinoza piace questo

#4 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 9761 messaggi

Inviato 17 maggio 2016 - 10:54

Cold fish di Sion Sono (2010).


  • cash piace questo

#5 Guest_hohe_*

Guest_hohe_*
  • Ospiti

Inviato 17 maggio 2016 - 10:57

florianbertmertheholymountain.jpeg

 

 

e poi ovviamente David Lynch...

 

Mulholland.png


  • Anarko, Plebeo, Tryptamine e un altro piace questo

#6 zarina

zarina

    Utente Fricchettona

  • Moderatore
  • 11438 messaggi

Inviato 17 maggio 2016 - 11:30

District 9

O in via confidenziale 'ti ricordi quel film coi gamberoni ?'


Una delle cose più brutte mai viste
E strano ovviamente.

#7 Tryptamine

Tryptamine

    Runner

  • Utenti
  • 1623 messaggi

Inviato 17 maggio 2016 - 12:12

questo:

 

è uno dei piu strani che ho visto, scene ambigue e personaggi insoliti, ma tuto sommato è carino

 

e poi questo, che tra l altro è interperetato da  ryan gosling, che è un attore che mi piace moltissimo


La chiave di tutto è nascosta nel linguaggio. Tutto ciò che ci circonda è un linguaggio. Se si conoscono le parole di cui è fatto il mondo si può fare quello che si vuole.

Non si può fare la rivoluzione senza amore.

#8 Guest_purple_*

Guest_purple_*
  • Ospiti

Inviato 17 maggio 2016 - 01:35

Tetsuo the iron man (i giapponesi non li batte nessuno quanto a stranezze) e Eraserhead.


  • Herr Wolfo piace questo

#9 API

API

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 361 messaggi

Inviato 17 maggio 2016 - 02:40

La trilogia sui cannibali di Ruggero Deodato: "Ultimo mondo cannibale" - "Cannibal Holocaust" - "Inferno in diretta"

 

"Amore tossico" di Claudio Caligari

 

Se vuoi qualcosa di più leggero e recente "Valhalla Rising" di Nicolas Refn

 

Per stomaci forti, soprattutto i primi...


  • Herr Wolfo piace questo

#10 Secret84truths

Secret84truths

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 1177 messaggi

Inviato 17 maggio 2016 - 05:22

Un film che potrebbe soddisfare la voglia di stranezza, se collegata all'inquietudine che si richiede nel post iniziale, potrebbe essere La casa dalle finestre che ridono di Pupi Avati, uno degli horror più apprezzati del panorama italiano degli anni '70 anche se rimasto per lungo tempo prettamente "di culto". Restando sempre in ambito horror, anche se con tutt'altre atmosfere, mi viene in mente il delirante Calvaire, film belga uscito nel 2004.


  • GocciadiLuce, Plebeo e Herr Wolfo piace questo

#11 Cremisi

Cremisi

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3846 messaggi

Inviato 17 maggio 2016 - 07:04

The Lobster, non so se definirlo strano o la cagata perfetta.


  • malia e API piace questo

#12 tconzero

tconzero

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 22 messaggi

Inviato 17 maggio 2016 - 07:20

Un cultore di ossessioni carnali e allo stesso tempo metafisiche. Un genio dell'inquietudine, per chi lo ama.
Tutto di lui.

https://it.m.wikiped...Peter_Greenaway
  • Plebeo piace questo
L'anima la si ha ogni tanto. Nessuno la ha di continuo e per sempre. W. Szymborska

#13 Guest_hohe_*

Guest_hohe_*
  • Ospiti

Inviato 17 maggio 2016 - 08:01

Due maestri dell' horror in film geniali:

 

locandina-videodrome.jpg

 

Cronenberg

 

 

essi_vivono_roddy_piper_john_carpenter_0

 

Carpenter


  • Herr Wolfo e Spinoza piace questo

#14 API

API

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 361 messaggi

Inviato 17 maggio 2016 - 09:07

The Lobster, non so se definirlo strano o la cagata perfetta.

 

Una cacata pazzesca :frog:

Però effettivamente rientra nel catalogo



#15 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19919 messaggi

Inviato 18 maggio 2016 - 08:50

Ancora vivo nella memoria dopo una decade. Il pasto nudo. :asdsi: Booooh.

Preferisco i libri, ad ogni modo.
  • Spinoza piace questo

#16 Guest_hohe_*

Guest_hohe_*
  • Ospiti

Inviato 18 maggio 2016 - 08:54

Una cacata pazzesca :frog:

Però effettivamente rientra nel catalogo

 

Beh, questa e' follia pura in vero stile trash giappo

 

Zombie ass - Toilet of the dead

 

Zombie-ass-toilet-of-the-dead.jpg



#17 Spinoza

Spinoza

    Utente in stand-by

  • Utenti
  • 5764 messaggi

Inviato 18 maggio 2016 - 12:43

strano per me è stato "Clerks, commessi". tutto giocato su frasi battute e situazioni al limite, scenografia scarsissima.

molto carino.

 

Clerks è un piccolo gioiello, cosi come "in cerca di Amy", sempre dello stesso regista.



#18 GocciadiLuce

GocciadiLuce

    L'utente che visse due volte The User who lived twice

  • Utenti
  • 784 messaggi

Inviato 18 maggio 2016 - 08:19

Secondo me, questo.

Mi ha lasciata basita. :icon_eek:

 

la%20verita%20nascosta.jpg


perladiluce.jpggoccia-di-acqua-nelle-nubi-24934144.jpge61b117a73_5425100_med.jpgCF&V-logos.gif 

Il mio amore era così unico,come il cielo iridato di una goccia di rugiada, in un fiore all'alba. Il tuo sole mi colpì nel sangue, evaporo' la rugiada e restai senza cielo..

"Ogni creatura è una goccia di luce nello splendore del Tutto"


#19 Herr Wolfo

Herr Wolfo

    Bannato

  • Utenti
  • 5151 messaggi

Inviato 18 maggio 2016 - 09:13

ahah il titolo promette bene,grazie per la segnalazione,questo Zombieass non lo conoscevo.Se sei un cultore di schifezze trash,sul tema zombesco ti segnalo questa cagata enorme.Ti avverto subito.Per riuscirlo a vedere fino alla fine ci vuole uno sforzo enorme.Questa pellicola sta a un qualsiasi film zombesco di Fulci come qualsiasi film zombesco di Fulci sta a qualsiasi film zombesco di Romero.

 

 

 

la recensione presa dal sito "Filmbrutti".

 

 

Il prolifico tema degli zombi nazisti ha dato il suo frutto anche in quel di Francia.
 In un paesino della campagna francese, a pochi anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, efferati omicidi vengono compiuti ai danni di giovani donne che si avvicinano incautamente al “lago maledetto dei maledetti” (così lo chiama il sindaco), situato in prossimità della casa-maniero del primo cittadino. A compiere la mattanza è un gruppo di non-morti in divisa da soldato tedesco: essi erano nazisti trucidati dalla Resistenza, che aveva nascosto i cadaveri nel lago. Dopo che molte ingenue e disinibite ragazze (le scene di nudo, a volte a carattere quasi ginecologico, non si contano) perderanno la vita, gli abitanti riusciranno a liberarsi del gruppo di assatanati non-morti sfruttando cinicamente l’amore paterno di uno di essi, che ritrova la figlioletta avuta prima di morire da una ragazza del paese.
 Il solo fatto di aver pensato che uno degli zombi possa andare a cercare post-mortem la figlia e che la protegga con tanto di scazzottata con un altro zombie (episodio forse del tutto inedito nella storia del cinema) è il sintomo del delirio che ha animato il regista di questo filmbrutto doc. Il senso del ridicolo che permea la pellicola è dovuto in gran parte alle molte scene subacquee, vero piatto forte del film: oltre del fatto che esse sono state palesemente girate in una piscina dove è stata buttata qualche foglia qua e là per tentare pateticamente un misero raccordo ambientale con il sudicio laghetto, lo spettatore potrà anche godere degli spasmi dei poveri attori, portati al limite dell’apnea per rendere più avvincenti le scene di emersione dal lago.
 Ma non basta, perchè gli zombie di questo film sono probabilmente i più ridicoli mai apparsi su celluloide: faccia dipinta di verde, trucco che stinge di continuo macchiando la pelle delle vittime, espressioni facciali imbarazzanti, movimenti goffissimi ed impacciati che sono la metafora tangibile della lentezza disarmante di questa pellicola.
 La ripetitività del film è fortunatamente spezzata da alcune scene madri, come quella dell’aggressione di gruppo ad una squadra di basket femminile in gita al laghetto, o quella del colloquio fra il sindaco ed una inutile giornalista, nella quale una delle luci di scena si spenge per poi riaccendersi qualche istante dopo, dando vita ad un macroscopico effetto luce-ombra-luce clamoroso. Notevole è anche l’irruzione degli arrapatissimi zombie (mirano solo alle donne!) nel bar del paese, dove l’assurdità dei loro movimenti raggiunge l’apice del ridicolo.
 Sfiniti dall’incedere pachidermico del film, si arriva con sofferenza al catartico finale, con gli zombie messi in trappola e bruciati con un lanciafiamme (la giornalista aveva suggerito addirittura di usare il napalm, come se un qualunque cittadino potesse procurarselo liberamente). Il fatto che sia la figlia dello zombie buono ad innescare la trappola, pur ricambiando lo zombesco amore paterno, è una nota sentimental-patetica decisamente innovativa, che sicuramente sarà apprezzata dagli spettatori meno ortodossi.
 E’ pesante, ma è da vedere!


Feci un tentativo con quel tizio, Buckethead. Lo incontrai e gli chiesi di lavorare con me, ma a patto che si liberasse di quel fottuto secchiello. Tornai poco dopo e lo trovai che aveva in testa questa fottuta cosa tipo cappello verde da marziano. Gli dissi, "guarda, sii solo te stesso". Mi disse che si chiamava Brian, quindi dissi che l'avrei chiamato così. Lui dice, "nessuno mi chiama Brian tranne mia madre". Perciò dissi, "allora fai finta che io sia tua mamma!" Non sono ancora uscito dalla stanza e già sto facendo giochetti mentali con questo tizio. Cosa succede se un giorno sparisce lasciando una nota che dice: "mi hanno teletrasportato via?" Ozzy

#20 Herr Wolfo

Herr Wolfo

    Bannato

  • Utenti
  • 5151 messaggi

Inviato 18 maggio 2016 - 09:23

Un film che potrebbe soddisfare la voglia di stranezza, se collegata all'inquietudine che si richiede nel post iniziale, potrebbe essere La casa dalle finestre che ridono di Pupi Avati, uno degli horror più apprezzati del panorama italiano degli anni '70 anche se rimasto per lungo tempo prettamente "di culto". Restando sempre in ambito horror, anche se con tutt'altre atmosfere, mi viene in mente il delirante Calvaire, film belga uscito nel 2004.

Fantastico,sempre che si possa definire horror,La casa dalle finestre che ridono è secondo me il miglior film italiano del genere,dopo Profondo Rosso.Molto bello anche Calvaire.


  • Secret84truths piace questo
Feci un tentativo con quel tizio, Buckethead. Lo incontrai e gli chiesi di lavorare con me, ma a patto che si liberasse di quel fottuto secchiello. Tornai poco dopo e lo trovai che aveva in testa questa fottuta cosa tipo cappello verde da marziano. Gli dissi, "guarda, sii solo te stesso". Mi disse che si chiamava Brian, quindi dissi che l'avrei chiamato così. Lui dice, "nessuno mi chiama Brian tranne mia madre". Perciò dissi, "allora fai finta che io sia tua mamma!" Non sono ancora uscito dalla stanza e già sto facendo giochetti mentali con questo tizio. Cosa succede se un giorno sparisce lasciando una nota che dice: "mi hanno teletrasportato via?" Ozzy




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi