Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Cosa vuol dire conoscere se stessi


  • Per cortesia connettiti per rispondere
12 risposte a questa discussione

#1 il guerriero dragone

il guerriero dragone

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 16 messaggi

Inviato 08 maggio 2016 - 09:52

qualcuno lo sa? Ha opinioni ? Cosa c'entra con la meditazione ?

#2 Furor

Furor

    Guest Mode

  • Utenti
  • 12465 messaggi

Inviato 08 maggio 2016 - 10:49

La meditazione é una via per quella "conoscenza".

#3 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 5928 messaggi

Inviato 08 maggio 2016 - 01:15

Io non ho tratto alcun beneficio dalla meditazione, nè per quanto riguarda la conoscenza di me stessa nè per il raggiungimento di uno stato  di quiete mentale: per quest'ultimo mi affido alla natura (escluso l'uomo :boardmod_main:), che su di me, ha  un effetto immediato riequlibrante.

Per me, la conoscenza di me stessa, è arrivata (e arriva tuttora) analizzando volta per volta tutti i fastidi che mi procurano le persone e gli impicci quotidiani. Che poi, più "mi conosco" più automaticamente svaniscono quelle caratteristiche che mi contraddiscono come persoma, cioè più mi conosco più divento "neutra". Non so come spiegarlo. :boardmod_main:


  • Lamia, occhibianchi e zarina piace questo

#4 zarina

zarina

    Utente Fricchettona

  • Utenti
  • 6973 messaggi

Inviato 08 maggio 2016 - 01:30

qualcuno lo sa? Ha opinioni ? Cosa c'entra con la meditazione ?

 

 

 

 

 

Non medito perché non è una cosa che si concilia bene con la mia natura. Quindi non saprei.

Di certo conoscere se stessi credo sia eliminare il riconoscersi e identificarci in tutto quello che ci hanno indotto a credere di essere. Noi non siamo la nostra età, il nostro aspetto, il nostro lavoro, i nostri genitori, i nostri figli.. non siamo quello che abbiamo né quello che di noi amano o odiano gli altri. La nostra dimensione più pura, spoglia dalle pressioni e libera da ogni aspettativa, è essenziale e ben nascosta dentro di noi.  Nel momento in cui raggiungiamo un equilibrio, in cui accettiamo i nostri limiti, le nostre debolezze quanto le nostre forze e rusciamo ad dosare bene queste risorse, possiamo dire di conoscerci.. almeno un po'. 


  • occhibianchi piace questo

#5 il guerriero dragone

il guerriero dragone

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 16 messaggi

Inviato 08 maggio 2016 - 04:53

Credo che la meditazione sia ascolto. Credo che ascoltare noi stessi voglia dire consapevolezza.
Consapevoli che il mio corpo ha un sacco di voglia di gelato,ma che in realtà non lo voglio mangiare per seguire la dieta.
Allora cosa voglio veramente. Chi sono io ??
La dieta mi serve se no perdo la fidanzata , quindi non lo mangio per paura . Ma quella voce dentro vuole il gelato!!
Forse vorrà dire che in realtà ho un sacco bisogno di dolcezze, ma non me le concedo per paura.

La domanda è se realmente conosciamo chi siamo . Siamo quello a cui piace un sacco il gelato o quello a cui interessa solo la dieta.

#6 Preferiscovivere

Preferiscovivere

    Inniò

  • Utenti
  • 10304 messaggi

Inviato 08 maggio 2016 - 05:04

La domanda è se realmente conosciamo chi siamo . 

no


ieri è un ricordo domani un'ipotesi oggi sticazzi

#7 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 5928 messaggi

Inviato 08 maggio 2016 - 05:48

 Siamo quello a cui piace un sacco il gelato o quello a cui interessa solo la dieta.

Nè uno nè l'altro? Se ci identifichiamo con i nostri bisogni o desideri facciamo un errore, credo. Fra dieci anni o fra due settimane il gelato non mi piace più, o fra dieci anni non mi interessa avere una fidanzata: sono un essere apparentemente mutevolissimo. Scopriamo volta per volta degli aspetti di noi, alcuni momentanei, altri più duraturi, ma sono solo aspetti, dei riflessi del nostro io reale, che cambiano a seconda della luce che ci "investe", come i riflessi di un prisma di cristallo multisfaccettato investito dalla luce (e mosso dal vento). Per me la voglia di gelato è tipo riflesso di cristallo, non il cristallo.


  • Cthulhu, Anarko e occhibianchi piace questo

#8 occhibianchi

occhibianchi

    Utente Intergalattico

  • Moderatore
  • 13903 messaggi

Inviato 09 maggio 2016 - 07:33

qualcuno lo sa? Ha opinioni ? Cosa c'entra con la meditazione ?

 

La meditazione è uno dei mezzi per mettersi nelle condizioni di conoscere se stessi, di togliere le sovrastrutture mentali, i meccanismi egoici, di eliminare la mente, intesa come entità pensante autonoma.

Tutte le vie iniziatiche tradizionali, non solo la meditazione, hanno come fine quello di conoscere se stessi, la propria essenza.


  • Cthulhu piace questo

#9 il guerriero dragone

il guerriero dragone

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 16 messaggi

Inviato 09 maggio 2016 - 02:22

E se invece quella parte di noi che desidera il gelato fosse la nostra parte più istintiva , che si muove rispondendo a impulsi primitivi , esageriamo diciamo che ragiona come fosse un bambino.
E se imparassimo a conoscere quel bambino !
forse capiremmo che vuole il gelato perché ha bisogno di piacere.
Ok io sono il genitore e posso violentemente dire no , ma se imparo a conoscere quel bambino e di seguito ad amarlo capirò che forse si merita un pochettino di gelato.
Credo che il conoscere , ascoltare sia il primo passo per amare.

#10 Furor

Furor

    Guest Mode

  • Utenti
  • 12465 messaggi

Inviato 09 maggio 2016 - 02:29

Il genitore non deve e non lo fa, decidere se il bambino vuole o merita o no il gelato. La concessione é per la conoscenza e lo stimolo del piacere, che é il motore per la spinta alla vita, la negazione e la privazione serve solo al.bambino, non al genitore che non ha merito ne colpa, ma solo insegna al bambino la misura, e insegna che quel che sembra bisogno é capriccio, quel che sembra necessità é illusione. E questo é più amorevole di una concessione, perché insegna, ed é la la prova del conoscere quel bambino, perché il genitore conosce il bambino più di quanto lui stesso creda.
Ma allora, seguendo questo, il bambino ha bisogno del genitore per conoscersi e conoscerlo, il genitore conosce il bambino ma ma ma, avrà bisogno anche lui di essere conosciuto per conoscersi?
Manca qualcuno? Qualcosa?

Il problema della scissione. Della dualità.
Parlando di meditazione, ma mettici anche un altra via, la meditazione ti porta a riunire tutti i tuoi se e i tuoi ma, tutte le illusione, in una sola grande palla, e poi a disgregarla, assottigliarla, fino ad arrivare a conoscere chi o cosa sei.

#11 Poe

Poe

    Utente Senior

  • Utenti
  • 461 messaggi

Inviato 09 maggio 2016 - 04:37

io scelsi di mettermi in gioco. situazioni estreme, estremi rimedi. per esempio non sapevo di poter gestire una piccola alluvione plus inondazione accampamento nelle foreste del Chiapas sgranocchiando insetti e larve direttamente a mollo nel fiume per un giorno e una notte intera. ero diventato un pesce di tutto rispetto. questa situazione come mille altre affrontate senza mai piegarmi a circostanze sfavoreli hanno aperto altrettante finestre su cosa sono sempre stato e cosa sono ora. inoltre un uso coscienzioso di sostanze psicotrope ha contribuito non poco. la mia idea è che la chiave della questione sta nelle paure e nell'affrontarle a qualsiasi costo. niente scuse. i tesori più preziosi giacciono sempre sul fondo della caverna. Zum Wohl!


  • Asterah e arjanedda piace questo

All life is but a skull-bone and. A rack of ribs through which we keep passing food & fueljust so's we can burn so furious beautiful.


#12 fasiel

fasiel

    IN VACANZA

  • Utenti
  • 3870 messaggi

Inviato 11 agosto 2017 - 02:30

significa sapere i propri limiti e distruggere i falsi limiti che si crede di avere

conoscere la luce e oscurità in noi

il perchè siamo su questo mondo,qual'è la nostra vera natura, qual'è la nostra missione

perchè siamo nati, chi ci ha fatto nascere, perchè soffriamo, qual'è il nostro nome vero ed eterno



#13 Meditante

Meditante

    Utente Full

  • Utenti
  • 1670 messaggi

Inviato 11 agosto 2017 - 04:05

agostino firma qua

agostino firma la

agostino firma su

agostino firma giù


Sono felice e contento





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi