Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
* * * * * 1 voti

Esperimento personale comparazione.


  • Per cortesia connettiti per rispondere
9 risposte a questa discussione

#1 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19884 messaggi

Inviato 29 marzo 2016 - 08:41

L'altro dí una conoscente mi ha parlato del ristorante incontro con una di quelle personalità particolari che suscitano da sempre la mia e probabilmente l'altrui curiosità. Un uomo in età, tipo nonnino che guarda i cantieri, che pratica varie "arti", quali iridologia, naturopatia, accreditato nutrizionista, master reiki e non saprei se c'è un termine preciso, ma diremo "sbloccatore di energia".
Dalla descrizione ho capito di chi parlava, mi capitò che durante una fiera, ero dietro il banco allo stand, un vecchietto gioviale mi si piantasse davanti elogiando le mie iridi, presentandosi appunto iridiologo, e vantandomi assai. Lo sconto non glielo feci comunque.

Insomma, forte dello slancio della conoscente a proposito del signore, che le avrebbe "sbloccato il primo chakra", ho deciso di tentare non dico un esperimento, ma una prova in prima persona, di quelle che tanto piacciono. Ho preso appuntamento per giovedì pomeriggio. Vado senza un intento ben preciso, con curiosità, rispetto e una buona dose di scetticismo.
Per alzare la posta ho in programma di rintracciare altre personalità particolari, per confrontare i responsi, i metodi, le soluzioni.
Ho già ampiamente avuto a che fare con sacerdoti esorcisti, e innanzi tutto vorrei vedere se questa prima persona offrirà un'interpretazione simile o completamente diversa da quelle datemi dai sacerdoti, riguardo la mia "vita", i miei caos, i problemi in generale, insomma, roba così.
Dopo il vecchietto ho intenzione di contattare una "strega", una di quelle vecchie signore specialiste nella medicina del malocchio. Anche di quelle ne ho conosciute tante, ma ne sto cercando una precisa che a differenza delle "colleghe" che tolgono il malocchio, é specializzata, a detta del popolo, in fatture dannose a cose o persone.
Spero vivamente di registrare correttamente questi colloqui, ovviamente valutando la privacy, i contenuti.

Vedremo un po'.

Aggiungo:
Chiunque volesse aggiungersi all'"esperimento", interno o esterno al forum, é il benvenuto. :D
Basta che non mi facciate le macumbe! (enonchiediatesoldi :rotfl: )
  • silverlPrap piace questo

#2 Preferiscovivere

Preferiscovivere

    Inniò

  • Utenti
  • 10571 messaggi

Inviato 29 marzo 2016 - 09:03

bell'idea.

ma il vecchietto lo lascerai libero di spaziare fra le tante varie presunte sue arti e gli chiederai di usarne solo una?


il caffè ti aiuta a vedere il mondo con occhi diversi: prima di berlo ti fa schifo, dopo paura


#3 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19884 messaggi

Inviato 29 marzo 2016 - 09:08

bell'idea.
ma il vecchietto lo lascerai libero di spaziare fra le tante varie presunte sue arti e gli chiederai di usarne solo una?


Alura, a quanto mi ha anticipato la ragazza che me ne ha parlato, dovrebbe essere lui, attraverso i "segnali del mio inconscio" a stabilire come intervenire. Tipo lui mi chiede: Perché sei qua? E io posso esporre quello che mi preme. A quanto ho capito lui fa un'analisi globale, sia psicofisica che spirituale.
Credo partirò dritta e loffia, senza menzionare spiritualità o altro, lamentando problemi allo stomaco, che poi sono reali, quindi avrei anche possibilità di valutare se ho tratto beneficio da un'eventuale intervento suo.
Eh son un po' disorganizzata, senza un piano d'azione.

#4 diamanda

diamanda

    Utente Junior

  • Utenti
  • 418 messaggi

Inviato 11 aprile 2016 - 09:06

Non ho capito lo scopo del tuo esperimento. Forse manca un pezzo di discussione, ho non leggo bene io. Però dici che vuoi vedere se tutti i responsi di vari tipi di persone combaciano. Ma questo a che pro? Quale cosa vuoi dimostrare? e come mai sei andato a cercarti tutte queste persone che dicono di avere dei poteri? Cosa devi risolvere? 


l'unico limite dell'uomo è se stesso.

#5 Guest_cimena_*

Guest_cimena_*
  • Ospiti

Inviato 11 aprile 2016 - 09:18

anche io non ho capito perché, che senso ha. A che pro. Cosa te ne giova sfrucugliare nel manico.

Comunque se proprio devi andare dalla strega puoi sempre fare una macumba a renzi e mandare il malocchio ad equitalia così la facciamo finita.

 

 

 

scherzo :roll:

 

rileggiti la mia firma, ragazza.



#6 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 3924 messaggi

Inviato 11 aprile 2016 - 09:19

.... Lo sconto non glielo feci comunque...

a quanto leggo, dei tuoi propositi d'investimento, non mi sembri nella posizione di concedere sconti.

#7 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19884 messaggi

Inviato 11 aprile 2016 - 09:23

Eh. A proposito. Devo pure resocontare l'incontro.

Diamanda, si, voglio vedere se per ogni cosa che mi vien detta c'è un riscontro effettivo sia nella realtà, sia fra gli altri responsi.
A che pro?
A parte curiosità personali, queste cose mi piombano davanti, certo son io a "cercarli", ma ad esempio il tizio sopra, é stato un "caso" che la conoscente me ne parlasse, per altro mai fatto con lei discorsi oltre le stupidaggini quotidiane, quindi mi ha incuriosito, che insistesse poi nel farmi partecipe. E ci ho provato.
Per la "strega", per trovare proprio quella che mi sono prefissata, devo aver pazienza, mi ci vogliono un po di indagini insomma.

Non le cerco, ste persone. Insomma ora posso dire di cercarle per quest esperimento, va bene, e almeno questo mi da una linea di azione attiva.
Comunque, appena metto il sedere al piccí faccio rapporto sul tizio uridochakranutrizilogo.

#8 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19884 messaggi

Inviato 11 aprile 2016 - 10:18

a quanto leggo, dei tuoi propositi d'investimento, non mi sembri nella posizione di concedere sconti.


Ho letto dopo. Scus.
Non ho capito il senso. :D

Boh, ma veramente il quesito ultimo é "a che pro?"
Potrei trovare, per razionalità, del tutto illogico e privo di senso ogni passo che gettate ogni giorno. A che pro. Per cercare, capire, muovere e smuovere la mente. Veramente siete così chiuse incementate a doppi giro di chiave cazxo?
Vabbuó, poi vediamo

#9 Furor

Furor

    Cave Canem

  • Utenti
  • 19884 messaggi

Inviato 14 aprile 2016 - 07:56

Faccio rapporto.

Il signore (credo vada per la sessantina, ma è molto “giovanile”, sano) mi accoglie sorridendo. Bando alle chiacchere, “come mai sei qua?”. Spiego della conoscente che mi ha parlato del loro incontro, esprimo curiosità e tanto basta. Mi chiede se comunque “ho problemi di qualche genere”, e io facendo la splendida <<ne ho molti, da quale iniziare!>>. Tonta. Son in piedi a lavorare dalle 6 di mattina e tanto fresca non mi sento. <<Iniziamo da uno>>. Sorride. Mi chiede info generali, sullo stato di salute, prende appunti etc. A pelle non mi piace tantissimo, con tutti i “sorride” non posso fare a meno di notare i denti farlocchi. Mi distraggo sui denti farlocchi. Non ha un aspetto New Age, anzi, a vederlo lo darei per un impiegato. Oh, i preconcetti. Comunque, c’ho problemi, gli dico, allo stomaco, spiego un po’, aggiungo non so bene perché, mi è venuto “spontaneo” di avere dei problemi di autostima e di svalutazione di me stessa di fronte al resto, per finire, visto il suo entusiasmo sorridente mentre appunta le mie cose, chiedo se mi trova il senso della vita. Non si scompone. Non mi guarda come una pazza. Evviva! Partiamo dallo stomaco. Premette, con un sorriso, che tutto ciò che ho lamentato è collegato, nomina il 3° chakra, che è preposto fisicamente all’attività di stomaco e fegato, e emozionalmente ad autostima e percezione di sé, forse poi nota la mia espressione da pesce lesso e alzandosi proclama: Iniziamo. Mi chiede il braccio sinistro e inizia a palparmi, inguantato di nitrile ovviamente, l’avambraccio interno,  capirò poi che valuta nervi e riflessi. Sorride, quanto sorride, e mi “passa” la mano attorno al capo, alle spalle, per valutare la mia energia. Poi si allontana, fruga in un armadio e tira fuori scatole di fialette, per macchine bio elettriche, leggo sulla scatola. Le fiale contengono estratti di alimenti e sostanze. Mi chiede di formare un anello con pollice e anulare destri, e mi spiega che in un dato momento, dovrò far forza affinchè lui non riesca ad allontanare le dita che tengo vicine, anulare e pollice appunto. Facciamo un paio di prove. Mi dice “brava”, anche se sono scoordinata e c’ho messo tre ore a “trovare” l’anulare. Con la mano sinistra invece debbo formare un altro anello di dita congiunte, con medio e pollice, e tenerla così durante le prove con le fiale. Allora, succede questo. La cosa mi ha perplesso un po’, perché non capisco bene se è dipeso da qualche riflesso inconscio, da una pressione differente che lui stesso applicava alle mie dita, ma succede che per alcune fiale, che dovevo tenere nel palmo sx sempre con le dita anellate, non riuscivo, nemmeno con forza e impegno, a evitare che lui aprisse le dita ad anello dx. La cosa nel mentre mi scocciava parecchio, tanto che a forza di guardare acciggliata quelle dita che venivano senza sforzo forzate, il tizio mi dice: Mi piae la faccia che fai, come a dire che non sia possibile. Puoi dirlo bene, la cosa mi puzzava, ma con tutto l’impegno non riuscivo a evitare. Le fiale incriminate erano: Uova, Latte e derivati di qualsiasi tipo, anche in minuscole quantità, tipo Dimenticatelo. Addirittura la carne di animali lattanti o da poco svezzati (agnello, maialetto e capretto. Ah, vitellino.). Comunque, la questione del dito che si apre, mi spiega, denuncia un calo di energia a causa di quegli alimenti, che mi provocano poi i famigarati problemi allo stomaco. Che ho per davvero. Da mettere a verbale che praticamente mi nutrivo di formaggio. A tonnellate. Tipo se la pasta non aveva due etti di formaggio sopra, preferivo passare. Insomma. Va bene, fattomi presente questo, procediamo a testare altre mille mila fialette, giusto per scrupolo, e notando ancora la mia faccia perplessa, stiamo tre minuti con me che tento inutilmente di tenere le dita unite, e lui che sorridendo le scosta. Arghhh. Passiamo ad altro. Prende un foglio che va a compilare dove sbircio scritte incomprensibili. Riconosco “mudra” e “chakra”, il resto sono boh, non saprei riportare termini simili. Mi fa alzare e facendomi tenere il braccio sx lievemente sospeso a mezz’aria mi passa in rassegna ghiandole e organi, avvicinando la mano al punto, senza toccarmi grazie al cielo, e nominando ogni cosa. Stabilisce da questo che ho tutto sano, energeticamente, ma ho problemi allo stomaco, dove lui sente appunto una disfunzione energetica. Mi chiede se ho fatto gastroscopie, e io loffiamente dico di no. Mi dice che ho un principio di ulcera duodenale. Lui non lo sa, io si. Cell’ho. Mi tocca un punto nell’orecchio, non spaventarti è un punto dell’agopuntura mi dice, e mi tiene la mano sopra la testa. Mi dice che la mie energia è buona, contando che sto in piedi da mille ore mi va di lusso, e che circola bene, qualsiasi cosa significhi. Mi dice che ho “roba” al 3° chakra. Non dice “roba” ma a quel punto mi ero persa nei pensieri e non lo seguivo benissimo.  Pensandoci ora mi sento un po’ cogliona, ma per tutto il tempo non ebbi la forza mentale di chiedere e fare domande. Passiamo alla questione autostima, e mi fa un bel discorso su fatto di non dovermi zerbinare al mondo, di non temere il giudizio altrui, che in tutti noi c’è la stessa quantità di divinità e nessuno è meglio dell’altro. Lo capisco razionalmente, ma internamente è sempre una merda. Mi spiega che la mia bassa considerazione è frutto di un evento “traumatico” pregresso, che praticamente siamo il prodotto di noi stessi, e mi propone una ricerca dell’evento scatenante, affinchè possa comprenderlo e passare oltre, ricollegando in mezzo in mezzo la questione dei problemi allo stomaco come tensioni per eventi irrisolti che si riflettono sul fisico sebbene emozionali e mentali. Mi chiede di ripensare ad un evento della mia infanzia in cui ho sentito la mia autostima sotto i piedi, ma ce ne son tanti tanti e alla fine devo aver scelto quello sbagliato. Mi fa chiudere gli occhi e ripensare a quell’evento, lui parla e io debbo ripetere, riviviamo l’evento, lo “vedo” nella mente, e lui da fuori cerca di fare tipo PNL, di condizionare in positivo il ricordo. Molto carino, non il ricordo etc, ma la tecnica. Se avessi azzeccato mi avrebbe fatto bene. Mi innervosisco durante, e per farla finita dico: Ahhh si, ha funzionato, mi sento meglio!!!! Non è vero. Anzi.  Ma a quel punto voglio solo andar via, fumarmi una sigaretta e bon. Mi stila una dieta priva di latte e derivati, stiamo a ciarlare di alimentazione, di tofu e di vegani sovrappeso per diete iper carboidrati, e alla fine me ne vò.

Risultati:

  • La mia autostima è ancora una merda
  • Lo stomaco va e viene, ma sono onestamente migliorata. C’è da dire che non ho manco considerato di comprare la miriade di prodotti omeopatici prescritti, ma almeno non sono nella linea vomito o no come prima. Dopo dieci gg di dieta quasi vegana, la carne ho notato che mi fa stare poco bene, quindi a tutti gli effetti sto facendo la mangia-zucchine, mi sono sgonfiata, ho smarrito non so dove 4 kg, mi sento piena di forza e leggiadra, come può sentirsi leggiadra una come me.
  • Sto 3° chakra, boh.
  • Centrotrenta dollari spesi maluccio.


#10 nemo82

nemo82

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 1383 messaggi

Inviato 04 agosto 2016 - 07:57

 

Faccio rapporto.

Il signore (credo vada per la sessantina, ma è molto “giovanile”, sano) mi accoglie sorridendo. Bando alle chiacchere, “come mai sei qua?”. Spiego della conoscente che mi ha parlato del loro incontro, esprimo curiosità e tanto basta. Mi chiede se comunque “ho problemi di qualche genere”, e io facendo la splendida <<ne ho molti, da quale iniziare!>>. Tonta. Son in piedi a lavorare dalle 6 di mattina e tanto fresca non mi sento. <<Iniziamo da uno>>. Sorride. Mi chiede info generali, sullo stato di salute, prende appunti etc. A pelle non mi piace tantissimo, con tutti i “sorride” non posso fare a meno di notare i denti farlocchi. Mi distraggo sui denti farlocchi. Non ha un aspetto New Age, anzi, a vederlo lo darei per un impiegato. Oh, i preconcetti. Comunque, c’ho problemi, gli dico, allo stomaco, spiego un po’, aggiungo non so bene perché, mi è venuto “spontaneo” di avere dei problemi di autostima e di svalutazione di me stessa di fronte al resto, per finire, visto il suo entusiasmo sorridente mentre appunta le mie cose, chiedo se mi trova il senso della vita. Non si scompone. Non mi guarda come una pazza. Evviva! Partiamo dallo stomaco. Premette, con un sorriso, che tutto ciò che ho lamentato è collegato, nomina il 3° chakra, che è preposto fisicamente all’attività di stomaco e fegato, e emozionalmente ad autostima e percezione di sé, forse poi nota la mia espressione da pesce lesso e alzandosi proclama: Iniziamo. Mi chiede il braccio sinistro e inizia a palparmi, inguantato di nitrile ovviamente, l’avambraccio interno,  capirò poi che valuta nervi e riflessi. Sorride, quanto sorride, e mi “passa” la mano attorno al capo, alle spalle, per valutare la mia energia. Poi si allontana, fruga in un armadio e tira fuori scatole di fialette, per macchine bio elettriche, leggo sulla scatola. Le fiale contengono estratti di alimenti e sostanze. Mi chiede di formare un anello con pollice e anulare destri, e mi spiega che in un dato momento, dovrò far forza affinchè lui non riesca ad allontanare le dita che tengo vicine, anulare e pollice appunto. Facciamo un paio di prove. Mi dice “brava”, anche se sono scoordinata e c’ho messo tre ore a “trovare” l’anulare. Con la mano sinistra invece debbo formare un altro anello di dita congiunte, con medio e pollice, e tenerla così durante le prove con le fiale. Allora, succede questo. La cosa mi ha perplesso un po’, perché non capisco bene se è dipeso da qualche riflesso inconscio, da una pressione differente che lui stesso applicava alle mie dita, ma succede che per alcune fiale, che dovevo tenere nel palmo sx sempre con le dita anellate, non riuscivo, nemmeno con forza e impegno, a evitare che lui aprisse le dita ad anello dx. La cosa nel mentre mi scocciava parecchio, tanto che a forza di guardare acciggliata quelle dita che venivano senza sforzo forzate, il tizio mi dice: Mi piae la faccia che fai, come a dire che non sia possibile. Puoi dirlo bene, la cosa mi puzzava, ma con tutto l’impegno non riuscivo a evitare. Le fiale incriminate erano: Uova, Latte e derivati di qualsiasi tipo, anche in minuscole quantità, tipo Dimenticatelo. Addirittura la carne di animali lattanti o da poco svezzati (agnello, maialetto e capretto. Ah, vitellino.). Comunque, la questione del dito che si apre, mi spiega, denuncia un calo di energia a causa di quegli alimenti, che mi provocano poi i famigarati problemi allo stomaco. Che ho per davvero. Da mettere a verbale che praticamente mi nutrivo di formaggio. A tonnellate. Tipo se la pasta non aveva due etti di formaggio sopra, preferivo passare. Insomma. Va bene, fattomi presente questo, procediamo a testare altre mille mila fialette, giusto per scrupolo, e notando ancora la mia faccia perplessa, stiamo tre minuti con me che tento inutilmente di tenere le dita unite, e lui che sorridendo le scosta. Arghhh. Passiamo ad altro. Prende un foglio che va a compilare dove sbircio scritte incomprensibili. Riconosco “mudra” e “chakra”, il resto sono boh, non saprei riportare termini simili. Mi fa alzare e facendomi tenere il braccio sx lievemente sospeso a mezz’aria mi passa in rassegna ghiandole e organi, avvicinando la mano al punto, senza toccarmi grazie al cielo, e nominando ogni cosa. Stabilisce da questo che ho tutto sano, energeticamente, ma ho problemi allo stomaco, dove lui sente appunto una disfunzione energetica. Mi chiede se ho fatto gastroscopie, e io loffiamente dico di no. Mi dice che ho un principio di ulcera duodenale. Lui non lo sa, io si. Cell’ho. Mi tocca un punto nell’orecchio, non spaventarti è un punto dell’agopuntura mi dice, e mi tiene la mano sopra la testa. Mi dice che la mie energia è buona, contando che sto in piedi da mille ore mi va di lusso, e che circola bene, qualsiasi cosa significhi. Mi dice che ho “roba” al 3° chakra. Non dice “roba” ma a quel punto mi ero persa nei pensieri e non lo seguivo benissimo.  Pensandoci ora mi sento un po’ cogliona, ma per tutto il tempo non ebbi la forza mentale di chiedere e fare domande. Passiamo alla questione autostima, e mi fa un bel discorso su fatto di non dovermi zerbinare al mondo, di non temere il giudizio altrui, che in tutti noi c’è la stessa quantità di divinità e nessuno è meglio dell’altro. Lo capisco razionalmente, ma internamente è sempre una merda. Mi spiega che la mia bassa considerazione è frutto di un evento “traumatico” pregresso, che praticamente siamo il prodotto di noi stessi, e mi propone una ricerca dell’evento scatenante, affinchè possa comprenderlo e passare oltre, ricollegando in mezzo in mezzo la questione dei problemi allo stomaco come tensioni per eventi irrisolti che si riflettono sul fisico sebbene emozionali e mentali. Mi chiede di ripensare ad un evento della mia infanzia in cui ho sentito la mia autostima sotto i piedi, ma ce ne son tanti tanti e alla fine devo aver scelto quello sbagliato. Mi fa chiudere gli occhi e ripensare a quell’evento, lui parla e io debbo ripetere, riviviamo l’evento, lo “vedo” nella mente, e lui da fuori cerca di fare tipo PNL, di condizionare in positivo il ricordo. Molto carino, non il ricordo etc, ma la tecnica. Se avessi azzeccato mi avrebbe fatto bene. Mi innervosisco durante, e per farla finita dico: Ahhh si, ha funzionato, mi sento meglio!!!! Non è vero. Anzi.  Ma a quel punto voglio solo andar via, fumarmi una sigaretta e bon. Mi stila una dieta priva di latte e derivati, stiamo a ciarlare di alimentazione, di tofu e di vegani sovrappeso per diete iper carboidrati, e alla fine me ne vò.

Risultati:

  • La mia autostima è ancora una merda
  • Lo stomaco va e viene, ma sono onestamente migliorata. C’è da dire che non ho manco considerato di comprare la miriade di prodotti omeopatici prescritti, ma almeno non sono nella linea vomito o no come prima. Dopo dieci gg di dieta quasi vegana, la carne ho notato che mi fa stare poco bene, quindi a tutti gli effetti sto facendo la mangia-zucchine, mi sono sgonfiata, ho smarrito non so dove 4 kg, mi sento piena di forza e leggiadra, come può sentirsi leggiadra una come me.
  • Sto 3° chakra, boh.
  • Centrotrenta dollari spesi maluccio.

 

 

quello delle dita è un trucchetto come tanti,

 

anzi troveresti molto interessante quel che si può fare influenzando la mente altrui, ti consiglio la visione di Keith Barry

 

 

questo è solo un esempio ma puoi trovare molti sui filmati e ti assicuro che avvolte fa cose inconcepibili, eppure ne non è occultismo o magia solo reazioni mentali....

 

il secondo consiglio è di cercare Darren.Brown, anche lui specializzato in ipnosi e plagio in particolare come sempio ti consiglio questo video, molto significativo per il tuo caso

 

 

:=)


Un saluto dall'inferno

2jcexky.jpg





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi