Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Vantaggi e svantaggi dei singoli segni zodiacali


  • Per cortesia connettiti per rispondere
278 risposte a questa discussione

#21 Equiseto

Equiseto

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 202 messaggi

Inviato 04 dicembre 2014 - 12:09

 Si ci sarebbero degli aspetti con nettuno ma sono prevalentemente negativi

 

il mio quadro astrale presenta

 un numero esagerato di quadrature e opposizioni 

il mio  nettuno è in  capricorno nella undicesima casa

 leso  da quadrature  di :sole, luna, marte  e opposizione con giove 

è congiunto a saturno e urano 

 

ho pianeti in acqua si, e sono giove in cancro e venere in scorpione  e plutone congiunto alla mia venere in nona casa.

i pianeti di acqua sono effettivamente  gli unici a farmi dei trigoni sul tema natale.

 

 in ottava ho la luna in bilancia e il sole congiunto a marte in cuspide  tra ottava/settima

la quarta invece non ha pianeti e mi cade nei gemelli.


Ho dormito per non morire, buttando i miei miti di carta su cieli di schizofrenia

 

Vox clamantis in deserto


#22 Bagattello

Bagattello

    Utente Junior

  • Utenti
  • 498 messaggi

Inviato 04 dicembre 2014 - 05:15

È un po' come pensavo: avere così tanti pianeti personali in aspetto con Nettuno (per quanto negativo) non può non conferirti tratti della sensibilità pescina. Le quadrature e la congiunzione con Saturno, dal canto loro, avranno magari reso un po' sofferto e "coattivo" lo sviluppo di questa dote. Se a questo aggiungiamo il trigono in acqua di Venere e la stimolazione dell'asse Scorpione/ottava direi che i conti tornano :)
Mi ha colpito leggere che nel tempo hai attratto molte persone di segni d'acqua: in questo potrebbe esserci lo zampino di Nettuno in undicesima (gruppi, associazioni) e dei Gemelli in quarta.
  • Panna e Equiseto piace questo
"I do not trouble my spirit to vindicate itself or be understood,
I see that the elementary laws never apologize".
 
W. Whitman, Song of Myself.
 

                   animated-deer-running.gif


#23 Panna

Panna

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 272 messaggi

Inviato 04 dicembre 2014 - 06:38

Minchia che palle Lancillò, ho capito che sei Leone e quindi hai orecchio solo per le lodi, ma io sto parlando dell'AQUARIO non di te.

Oggi c'ho anche il nazismo e il crimine scorpionici e mi trovi, mi trovi eccome.

 

 

 

e li avrai consociuti te fatti cosi .. ma io ne ho consosciuti in modo totalmente diverso, cioè donne e uomini del cancro gretti e limitati, incoerenti e non disponibili a dare un muccio di sigaretta spenta al prossimo, per darti un'idea... il tutto con farcitura di cattiveria, senso di odio isterico e vendetta.. a volte.

Quindi come la mettiamo ?

 

Al contrario ho consociuto acquariani e gemelliferi che hanno dato molto agli altri, spesso senza nemmeno prendersi un "grazie amico"

 

 

L'ho detto: il Cancro è un segno manipolativo e cedevole alla melanconia e alle relative frustrazioni. Un Cancro frustrato nei suoi bisogni emotivi è terribile, ciuccione, palloso e depresso. Data la sua natura lunare ha un lato luminoso e uno ombroso, senza vie di mezzo. Io ho la Luna in Cancro e conosco molto bene questo segno, ma ho anche avuto a che fare con gente dell'Aquario in modo molto confidenziale, e SE TI DEVO DIRE CHE SONO EMPATICI NON TE LO DICO, PERCHé NON LO SONO!!! Ripeto: sono amorosi e generosi, sono fraterni e solidali, ma non sono empatici. E che cazzo. Su NESSUN minchia di trattato di astrologia c'è scritto che l'Aquario è empatico, un motivo ci sarà? L'Aquario è dominato da SATURNO E URANO, ti sembrano pianeti empatici?!

 

 

se lo dici tu, in parte si può essere, ma tra il provare un senso protettivo e fare qualcosa .. c'è di mezzo "O' mare", cmq ok l'intenzionalità..

 

"Fare le cose" non è un ambito tipico del Cancro, infatti se leggi ho messo "inattività" fra i difetti del Cancro. Si prendono moltissima cura a livello emotivo degli altri, ma poca a livello materiale, anzi il Cancro tende alla sciatteria della sua persona e anche delle persone che eventualmente dipendono da lui. Il suo prendersi cura degli altri rimane a un livello sottile ma non per questo meno importante; nulla ti ristora di più di un Cancro in un momento luminoso, rinfresca e guarisce le ferite emotive.

 

 

ahahah, allora io sarò un Acquario Magnum .. penso sempre ai fatti miei e degli altri, senza distinzione.

 

No non è cosi, tu gli acquari non li hai mai conosciuti, ah già dici quelli medi ??? e che vor di?

 

 

Per "Aquario medio" intendo il tizio medio dell'Aquario, che non ha mai fatto un particolare lavoro su di sé. Il tizo che incontri per strada.

 

 

E infatti l'acquario in genere ha possibilità enormi dentro di sè, molto oltre la normale empatia, termine Dandy coniato da Robert Vischer, studioso di arti figurative e di problematiche estetiche, alla fine dell'Ottocento

 

TUTTI i segni hanno possibilità enormi dentro di loro, non solo gli Aquari perché sei ganzo solo te!

 

 

ah ecco ..quindi c'è una base egoistica in molti Cancri ..incominciamo a capirci

 

CERTO CHE C'è! C'è in tutti i segni. Tutti gli esseri umani tendono all'egoismo, chi più chi meno.

Il Cancro può avere però un ardente desiderio di aiutare gli altri, quando è evoluto, un desiderio molto amoroso e materno, al contrario di quello dell'Aquario che è più disinteressato, più sottile, più idealistico.

 

ok ok tu hai consociuto degli Acquari ma non ne hai capito "uno"

ora capisco il problema, non è che non riesci a comprendere chi non ti dà retta, ragione e fà ciò che tu magari gli chiedi in modo troppo spiccio ?

(è una domanda..eh)
 

 

 

Veramente Equiseto è asc. Aquario con stellium in undicesima... e siamo amiche da una vita e credo che ci siamo ampiamente capite a vicenda, e anche attraverso di lei ho capito gli Aquari, soprattutto quelli evoluti, ma ho avuto anche diverse persone transitanti nella mia vita con valori in Aquario e non ho mancato di osservarli attentamente, come osservo attentamente tutti.

Guarda, la tua accusa travestita da domanda mi odora tantissimo di proiezione, mi sa tanto che tu quelle cose le abbia dette a te stesso, non a me, anche perché io ho semplicemente espresso una mia opinione alla luce di quello che ho studiato sulle persone e sui libri... e tu ti sei subito sentito punto sul vivo, non so bene perché, e adesso sei qua a farmi 'sto pippone e io che sto pure qua a risponderti... non so neanche io perché, forse perché oggi ho il nazismo

 

 

forse al momento, ma l'acquario ha una notevole potenza discriminativa latente in sè.. oltre che quella Liberatoria e Rivoluzionaria in tutti i sensi ..e quindi "allontana o si allontana da manipolatori, negativi e arrivisti" .. questo è un VERO ACQUARIO medio, magnum, ultra .. cmq acquario nel pieno delle sue capacità mentali e sensibili.

 

 

Eh vabbè siccome non tutti gli Aquari sono dei guru discesi direttamente dalle astronavi, ma ci sono anche degli individui assai mediocri, ti posso assicurare che in questi individui assai mediocri ho riscontrato una certa (gisuta, per carità) insofferenza alle manipolazioni dell'Acqua, con tanto di fughe a gambe levate e/o accuse o sbuffi di incazzamento vero.

 

 

Guarda .. mi spiace ma anche qui hai cannato alla grande, di ragazze del cancro ne ho avute, anzi con una sono arrivato a doverla lasciare dopo centomila tradimenti (da parte sua), io cercavo un'unione lei cercava il primo che passa per strada (parole dei suoi amichi/e più vicini).

 

La sfacciataggine di una cancro lo poi appurata con cantanti e modelle che vivendo col telefono in mano .. "guarda lanci ..ma come faccio io ad avere un ragazzo fisso?"

ne aveva 10 alla volta.

 

Queste si le chiamerei freddezze, freddure, falsità ed egoismi.. niente da dire che ci tengano al Loro Nucleo, al calore famigliare .. ma come vedi a GENERALIZZARE ti troverai davanti PROVE DIVERSE e constatazioni molto molto contrarie alle tue attuali esperienze e deduzioni.

 

Sticazzi? MAGARI avevano valori dissonanti fra i pianeti, o un ascendente in un qualche segno fedifrago, o Dio solo sa cosa, o magari sei tu che manchi di empatia e NON SAI SCEGLIERTI LE PERSONE CON CUI AVERE A CHE FARE! :D Il concetto di amore cancrino lo conosco intimamente perché ho la Luna in questo segno e io sono:

1) fedele

2) bisognosa di contatto fisico

3) bisognosa di senso di fusione mistica e romantica

E ho usato la parola "bisognoso" con un motivo... perché il Cancro è un segno che può essere estremamente manchevole e bisognoso, rasentando e spesso sforando la lagnanza completa.

 

Chi se ne frega se hai avuto brutte esperienze con i Cancro... io ho avuto pessime esperienze con tutti i segni zodiacali, nessuno escluso, quindi ho avuto modo di osservare l'ombra di tutti i segni zodiacali, e che ti piaccia o no anche l'Aquario HA I SUOI LATI OMBRA e se vuoi te li approfondisco anche, così, giusto per farti venire ancora di più il nervoso: è rigido, fisso nelle sue opinioni, non cambia, non muta, è carente nell'ascolto, non capisce quali emozioni sta provando, sopravvaluta con facilità se stesso, ha qualcosa di vecchio dentro vista la natura saturnina del segno, è infeltrito, può avere bisogno smanioso di sentirsi parte di un gruppo perché da solo si sente una nullità, oppure al contrario rifugge i contatti umani per snobismo di fondo, nega il lato oscuro degli esseri umani, si scandalizza... eccetera, eccetera, eccetera.

 

CHE TI PIACCIA O NO! E m'importa una sega se questo tocca le tue cordicine più sensibili: anzi, è proprio a questo che serve l'astrologia.

 

Io che sono ascendente Scorpione cosa dovrei dire? Che mi sono vista scritto "tirannico, crudele, vizioso, plateale, egocentrico, manipolativo, oscuro, rabbioso, violento, perverso, con manie di grandezza e ambizione smisurata, egoista, cinico", e la lista potrebbe continuare ancora all'infinito? Mi sono messa una mano sul cuore e ho detto "porca puttana, è vero". Perché mi sono osservata e ho intravisto il mio lato ombra. Esiste anche l'espressione positiva e buona, ma non è tutto.

 

Abbiamo capito che c'hai sul gozzo i Cancro, e questo è proprio tipico di chi dell'astrologia non ha capito un accidente di nulla... L'astrologia non esiste per dirti che sei bravo e i segni incompatibili con il tuo sono stupidi e cretini, esiste per farti capire gli altri. IL CERCHIO ZODIACALE E' UN INTERO, non sono dei segmenti separati fra di loro, al mondo servono tanto le energie cancrine quanto quelle aquariane e non gliene fotte una sega di nulla a nessuno se a te non piacciono i Cancro e li credi egoisti, freddi e stronzi... perché non è questo il segno del Cancro, che ti piaccia o no. Ogni segno ha le sue incredibili specialità, e invidiare o disprezzare le caratteristiche di un segno distante dal tuo non ti rende onore e non cambierà il fatto che i segni dovrebbero collaborare e capirsi fra di loro, invece che andarsi addosso.

L'Aquario quadra la mia asse Sole-ascendente (Toro-Scorpione) e ho la Luna in Cancro: è un segno davvero molto incompatibile con i miei e ti posso assicurare che ho avuto brutte esperienze con questo segno, ma questo non significa che mi metto a infamarlo come tu hai fatto con il segno del Cancro. Cresci!

 

Comunicazione di servizio: abbiate fede e risponderò ai messaggi, datemi agio... sto piena di roba da studiaaaare!


  • Lamia, Bagattello e Anthony Van De Boer piace questo

Tutto triste, il camaleonte si rese conto che, per conoscere il suo vero colore, doveva posarsi sul vuoto.

Seguimmo per istinto le scie delle comete

 

The%20Chosen%20One.gif


#24 Lancillotto2013

Lancillotto2013

    Bannato

  • Bannati
  • 7299 messaggi

Inviato 04 dicembre 2014 - 08:37

Mi dispiace Panna .. ma si dovrai molto studiare.. ma anche molto molto sperimentare altro, le tue considerazioni sono filtrate dal tuo punto di vista personale e SONO QUASI COMPLETAMENTE ERRATE o cmq molto svianti. :icon_cool:

 

La profondità dei segni e delle personalità a mio parere si fa in modo differente dal tuo, ma non te lo dico per avere ragione, solo che la tua ragione io non la voglio .. e resta a te, senza offesa se permetti "io ho le mie idee ed esperienza".. anche in merito all'astrologia.

 

Ed è del tutto inutile se te la prendi se gli altri non la pensano come te e non ti danno ragione, la ragione te la può dare un inesperto e un neofita .. non Lancillotto (2013).

 

Poi non mi piace il tono a parolacce o parolone, come non mi piace ..se devo essere "franco" nemmeno che qualcuno, per esempio ovvio, "pretenda" i mie dati di nascita con tono strano e senza il minimo garbo e la benché minima "conoscenza tra le parti". Capisci cosa intendo?

 

Forse sei tu che mi risulti poco empatica, o cmq su di me non fai presa alcuna, poi come ripeto, ognuno ha le sue idee, esperienze e il suo personale punto di vista, il suo bagaglio e le sue doverose esperienze, studi, ecc..

 

Con l'Acquario però.. hai preso una svista enorme, ma che te lo dico a fa?

 

Quindi Ciao Panna, con tanto affetto, convinta te.. per me non ci sono problemi .. di empatia  Astro-Logica

.  


Immagine inserita Non esistono Regole l'unica legge è AMORE

#25 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 808 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 08:16

Cancro involuti e un po' scemi ma che comunque sentivano distintamente le emozioni degli altri. Magari lo esprimono condividendo un link lagnoso su Facebook, perché l'Acqua non sa fare a verbalizzare ciò che sente... ma comunque d'inverno il Cancro medio, specialmente se femmina e se è a casa, si preoccupa degli uccellini e dei barboni perché sa che stanno provando tantissimo freddo, anche senza averceli davanti agli occhi, mentre l'Aquario medio d'inverno quando è a casa pensa ai fatti suoi.
Questo non significa che sia uno stronzo egoista, infatti fra le qualità ho messo "amore disinteressato per gli altri", che è però molto diverso dall'empatia. Il Cancro può essere altamente manipolativo proprio perché sente e percepisce le emozioni degli altri e le fa tornare al suo comodo e a suo favore per potersi sentire al centro della mente degli altri, l'Aquario queste seghe non se le fa, gli sono completamente aliene così come non concepisce assolutamente la tendenza manipolativa dei segni d'Acqua... anzi lo fa piuttosto incazzare, proprio perché nel suo concetto di Amore rientra inevitabilmente, legato a filo doppio, quello della Libertà. L'Amore per un Cancro è fusione totale, Io&Te Te&Io, e un amore troppo libero per lui è sinonimo di freddezza e inconsistenza.


Oddio, posso dire una cosa al Cancro (e anche al Pesci)? Ma fatti i cazzi tuoi! Se c'è una cosa che mi dà un fastidio bestia è il pietismo filo-cristiano di ste povere anime in pena che soffrono così, random, per la chiunque. Secondo me se un barbone sta là fuori a patire il freddo è perché la sua anima si è scelta quel karma e quell'esperienza da fare, e non vedo perché mi dovrei rovinare io il fegato a soffrire per lui così, tanto per. Lo so che sembra un discorso cattivissimo (del resto ho marte in aquario e il sole in undicesima), ma starsi a dannare l'anima, senza nessuna ragione, per le sofferenze del mondo, lo trovo un atteggiamento assolutamente involuto. Un conto è sentire anche il male che c'è tutt'intorno (ed è tantissimo, è impossibile non notarlo) per empatia, un conto è stare lì a ravanare nelle sofferenze del prossimo tanto per sentirsi anime buone e pie. Che poi il guaio di molti Cancri è che sono tanto bravi a soffrire quando stai male quanto incapaci di gioire con te quando stai bene. Stessa cosa di moltissimi Pesci, che se non sei un caso umano, se non hai un arto mutilato, una famiglia sterminata, una gravissima malformazione congenita o non stai soffrendo la fame, ma manco di striscio ti cagano! Sono quelle persone che appena dici Africa vanno in brodo di giuggiole pensando a quanti bambini sofferenti possono aiutare. A me 'sta cosa terrorizza, mi fa pensare che ci sia quasi un culto del martirio, che più soffriamo per gli altri e più siamo degni del regno celeste (Pesci). Tra l'altro sentire il dolore altrui non sempre è empatia, spesso è soltanto la proiezione sugli altri di un proprio stato di mestizia generalizzata (tipica soprattutto delle donne Cancro), un po' in stile "mal comune mezzo gaudio". L'empatia dovrebbe essere a trecentosessanta gradi. Credo che il difetto del cancro sia di empatizzare solo con il male, allo stesso modo in cui il difetto del sagittario è di empatizzare solo con il bene.

Per quanto riguarda la relazione di coppia concepita come espressione di un amore fusionale, invece, condivido l'approccio cancerino, ma devo sottolineare che quello non è, purtroppo, amore evoluto. Una relazione si ha tra due individui separati, non può esistere nella fusione. Il desiderio di fusione nasce da un bisogno inappagato di amore durante l'infanzia, rimanda alla vita prenatale e ai primi mesi di simbiosi con la madre, ed è un desiderio regressivo, che non ci aiuta affatto nell'evoluzione. In questo senso l'aquario è molto più evoluto (almeno potenzialmente) perché non ama per bisogno (cosa tipica di molti cancri, soprattutto uomini, che restano aggrappati all'idea di mammina praticamente per tutta la vita), ma in modo disinteressato. Io ovviamente me ne sbatto le palle e continuo a cercare un amore fusionale, però è anche giusto riconoscere che questo è un limite.

Mi dispiace Panna .. ma si dovrai molto studiare.. ma anche molto molto sperimentare altro, le tue considerazioni sono filtrate dal tuo punto di vista personale e SONO QUASI COMPLETAMENTE ERRATE o cmq molto svianti. :icon_cool:

La profondità dei segni e delle personalità a mio parere si fa in modo differente dal tuo, ma non te lo dico per avere ragione, solo che la tua ragione io non la voglio .. e resta a te, senza offesa se permetti "io ho le mie idee ed esperienza".. anche in merito all'astrologia.

Ed è del tutto inutile se te la prendi se gli altri non la pensano come te e non ti danno ragione, la ragione te la può dare un inesperto e un neofita .. non Lancillotto (2013).

Poi non mi piace il tono a parolacce o parolone, come non mi piace ..se devo essere "franco" nemmeno che qualcuno, per esempio ovvio, "pretenda" i mie dati di nascita con tono strano e senza il minimo garbo e la benché minima "conoscenza tra le parti". Capisci cosa intendo?

Forse sei tu che mi risulti poco empatica, o cmq su di me non fai presa alcuna, poi come ripeto, ognuno ha le sue idee, esperienze e il suo personale punto di vista, il suo bagaglio e le sue doverose esperienze, studi, ecc..

Con l'Acquario però.. hai preso una svista enorme, ma che te lo dico a fa?

Quindi Ciao Panna, con tanto affetto, convinta te.. per me non ci sono problemi .. di empatia Astro-Logica
.


Attenzione anche tu all'ascendente Leone, Lancy, che è ben evidente in ogni tuo intervento o quasi. Considera che il primo passo verso una reale evoluzione spirituale e liberazione dal karma è proprio la disidentificazione dall'ascendente. Più ne conserviamo i difetti e meno avanti andiamo nel nostro cammino.
  • Avagaia e Equiseto piace questo

"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#26 Equiseto

Equiseto

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 202 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 10:55

 
Panna e io ci siamo comunque capite e anche sforzate per capirci alle volte, ma credo 
che il bello sia proprio quello.. 
l'impegno per andare oltre alcune cose, 
L'astrologia serve tanto per capire i propri difetti !!!!
e non serve a rassicurarti proprio per nulla, 
anche in antichità chi la usava in modo spirituale 
la usava proprio per combattere se stesso ! 
Non è che l'astrologia serve a dirti : QUANTO sei bello caro mio, 
come sei sensibile, come sei artistico, come sei compagno leale, come sei 
illustre, resta come sei perchè sei bello come sei (questa ultima sembra una frase 
di un qualunque film disney )
sennò poteva essere una leccaculogià e non Astrologia.
Ci sono dei limiti che l'acquario ha ed è vero, 
il fatto che comprenda poco le emozioni, che neghi il male negli altri perchè tende
 a non vedere il male dentro se stesso,  poichè non riesce a fare bene l'introspezione.
Poi molti acquari si sentono diversi e incompresi perchè segretamente 
si sentono più degli altri che schifano.. ecco perchè adoro invece gli acquari caciaroni
quelli che si possono trovare alla festa d'avanguardia ma anche alla festa
paesana a ballare i batussi XD
oppure sono molto superficiali nel giudizio e tendono a amare anche la polemica fine a se stessa.
 
 
Poi d'altro canto, il Cancro è lagnoso, capriccioso bambino ( a tutte le età),  bisognoso, vittimista
 e ancor peggio "ricattatore emotivo"
che son difetti non da poco.. 
I cancro come i segni di acqua tendono a attaccarsi alle loro sofferenze tanto da abituarsi a 
viverle come "normalità"
 
Gli uomini sono come direbbe un mio caro amico "perfettibili"
 
per questo ti dico che un cancro e un acquario entrambi sono perfettibili come tutti gli
altri segni, ma tra questi due segni se c'è la volontà può a mio avviso 
esserci una fortissima collaborazione e amicizia,
in quanto un cancro può riuscire a capire i drammi  e le gioie con il cuore
 mentre l'acquario lo può capire bene con la mente,
sono due segni che comunque nella loro parte positiva, amano
vedere gli altri felici, e vogliono un mondo diverso..
 
 Possono comporre una bella musica insieme :) 
questo è ovvio tutto parte se c'è la volontà  che necessita IMPEGNO
da entrambe le parti
 
C'è nervosismo nell'aria, deve essere giove retrogrado?

  • Salsy e Panna piace questo

Ho dormito per non morire, buttando i miei miti di carta su cieli di schizofrenia

 

Vox clamantis in deserto


#27 Avagaia

Avagaia

    Utentessa Basita

  • Utenti
  • 1885 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 12:15

Attenzione anche tu all'ascendente Leone, Lancy, che è ben evidente in ogni tuo intervento o quasi. Considera che il primo passo verso una reale evoluzione spirituale e liberazione dal karma è proprio la disidentificazione dall'ascendente. Più ne conserviamo i difetti e meno avanti andiamo nel nostro cammino.

Quindi bisogna "neutralizzare" i difetti dell'ascendente?


tumblr_mhem9cHEpt1r4zr2vo2_r1_500.gif


#28 Panna

Panna

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 272 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 12:46

Mi dispiace Panna .. ma si dovrai molto studiare.. ma anche molto molto sperimentare altro, le tue considerazioni sono filtrate dal tuo punto di vista personale e SONO QUASI COMPLETAMENTE ERRATE o cmq molto svianti. :icon_cool:


A me non dispiace dover studiare né sperimentare.
Che siano addirittura QUASI COMPLETAMENTE ERRATE sei il primo a dirmelo e onestamente, guardando a quello che ho scritto, non mi sembra di aver scritto queste grandi castronerie che tu dici, anche perché non argomenti affatto questa tua opinione, né la spieghi, e quindi per me vale poco.

Poi non mi piace il tono a parolacce o parolone, come non mi piace ..se devo essere "franco" nemmeno che qualcuno, per esempio ovvio, "pretenda" i mie dati di nascita con tono strano e senza il minimo garbo e la benché minima "conoscenza tra le parti". Capisci cosa intendo?


I dati li chiedo a tutti o quasi appunto perché voglio studiare, anche a persone che conosco appena, anche a chi di astrologia non sa nulla. Chi me li vuole dare me li dia, chi non vuole è libero di dire di no. Non vedo cosa ci sia di male.
Io ho un certo modo di fare grezzone dovuto a un Marte molto leso, specialmente quando ho il nazismo. Mi ha molto irritato la tua supponenza e la tua arroganza, e mi hai preso in un momento in cui pazienza non ne avevo. Capita, e meno male, non avrei voglia di fingermi quello che non sono.

Forse sei tu che mi risulti poco empatica, o cmq su di me non fai presa alcuna, poi come ripeto, ognuno ha le sue idee, esperienze e il suo personale punto di vista, il suo bagaglio e le sue doverose esperienze, studi, ecc..


La gara a chi è più empatico la posso subito mollare perché non mi interessa

Con l'Acquario però.. hai preso una svista enorme, ma che te lo dico a fa?


Boh... io ho molte parole belle per gli Aquari e li stimo per moltissimi motivi e mi piacciono, ma nessun segno si merita solo le lodi, quindi li critico come critico tutti i segni zodiacali, i miei compresi e forse anche di più. Se questa la chiami svista io dico che invece la chiamo "vista" e mi piace molto di più vedere le cose a 360° che non parzialmente. In pratica mi chiedi di vedere solo il bello degli Aquari e onestamente no, non c'ho voglia, non è questo lo scopo dell'astrologia e non mi sento di farlo. Ho criticato ferocemente anche il Cancro, che può essere davvero intollerabile, così come criticherei qualsiasi altro segno zodiacale, ho brutte e belle parole per tutti.

SE non è così dicci tu quali sarebbero i difetti dell'Aquario, dal tuo punto di vista che invece è sicuramente imparzialissimo al contrario del mio e non filtrato e tutto il resto. Io ti ascolto con tutte le orecchie aperte. Del resto l'ho detto all'inizio del post "sentitevi liberi di aggiungere o correggere", ma un minimo di criticismo ci vuole, anche nei confronti dei propri segni, altrimenti non stiamo facendo astrologia, che per definizione si rivolge all'essenza e non a quello che uno crede di essere o vuole sentirsi dire.

Oddio, posso dire una cosa al Cancro (e anche al Pesci)? Ma fatti i cazzi tuoi! Se c'è una cosa che mi dà un fastidio bestia è il pietismo filo-cristiano di ste povere anime in pena che soffrono così, random, per la chiunque. Secondo me se un barbone sta là fuori a patire il freddo è perché la sua anima si è scelta quel karma e quell'esperienza da fare, e non vedo perché mi dovrei rovinare io il fegato a soffrire per lui così, tanto per. Lo so che sembra un discorso cattivissimo (del resto ho marte in aquario e il sole in undicesima), ma starsi a dannare l'anima, senza nessuna ragione, per le sofferenze del mondo, lo trovo un atteggiamento assolutamente involuto. Un conto è sentire anche il male che c'è tutt'intorno (ed è tantissimo, è impossibile non notarlo) per empatia, un conto è stare lì a ravanare nelle sofferenze del prossimo tanto per sentirsi anime buone e pie. Che poi il guaio di molti Cancri è che sono tanto bravi a soffrire quando stai male quanto incapaci di gioire con te quando stai bene. Stessa cosa di moltissimi Pesci, che se non sei un caso umano, se non hai un arto mutilato, una famiglia sterminata, una gravissima malformazione congenita o non stai soffrendo la fame, ma manco di striscio ti cagano! Sono quelle persone che appena dici Africa vanno in brodo di giuggiole pensando a quanti bambini sofferenti possono aiutare. A me 'sta cosa terrorizza, mi fa pensare che ci sia quasi un culto del martirio, che più soffriamo per gli altri e più siamo degni del regno celeste (Pesci). Tra l'altro sentire il dolore altrui non sempre è empatia, spesso è soltanto la proiezione sugli altri di un proprio stato di mestizia generalizzata (tipica soprattutto delle donne Cancro), un po' in stile "mal comune mezzo gaudio". L'empatia dovrebbe essere a trecentosessanta gradi. Credo che il difetto del cancro sia di empatizzare solo con il male, allo stesso modo in cui il difetto del sagittario è di empatizzare solo con il bene.


Quello del Cancro io non lo chiamerei propriamente atteggiamento involuto, perché non è affatto detto che lo faccia per sentirsi buono e pio e timorato di Dio; può anche darsi che sia così, nel senso che molti Cancri involuti hanno voglia di essere i più buoni sulla faccia della terra a causa dei loro divoranti bisogni emotivi e allora sicuramente ha un che di falso e di fangoso e non è l'Acqua cristallina della fonte che dovrebbe essere, e allora sicuramente lo chiameremo atteggiamento involuto e terrorizza anche me (perché da lì a diventare fanatismo o estrema colpevolizzazione, come hai detto te, è un attimo), ma come ti ho detto non è sempre così.
A volte al Cancro come al Pesci e allo Scorpione (anche se in misura diversa) viene semplicemente spontaneo, non se lo chiede neanche perché, prova pietà e compassione per chiunque sia in una condizione di sofferenza e il suo cuore si rivolta e si ribella alla vista della sofferenza, pensa intimamente "Non deve essere così, non lo dovrebbe essere per nessuno" e questo io credo che sia una cosa molto bella, un grande pregio del Cancro, così come è uno splendido pregio trovarsi a provare felicità per la felicità altrui, pregio che senza dubbio fatica ad appartenere ai segni d'Acqua. Il barbone che soffre per strada si è scelto quella vita? Sì, il suo Sé superiore se l'è scelta probabilmente per scontare gravi colpe avute in passato, oppure perché l'Anima non si è ravveduta e non ha voluto udire. Questo non cambia il fatto che soffra, questo non cambia il fatto che sia inconsapevole e sperduto e solo e alcolizzato e per quanto sia necessaria quella sofferenza, per quanto sia in armonia con la legge del Karma, è comunque uno spettacolo orribile che desta sentimenti di compassione, di scombussolamento, di indignazione, e questo è profondamente umano.
Anche il bambino gravemente malato, o intrappolato in una condizione di sofferenza acuta... è la stessa cosa, se l'è scelto, chissà che ha combinato e tutto il resto, ma soffre, soffre un casino e questo a me personalmente suscita un sentimento molto acuto e difficile da spiegare, sicuramente doloroso, ma non credo che ci sia niente di perverso o di manipolativo, anche perché non è che dico "oh, poverino, povera stella!", me lo sento dentro, lo provo e sto zitta, un po' perché l'Acqua è muta, un po' perché l'interiore quando diventa esteriore si stempera e si degrada e sento un richiamo a tenere la compassione all'interno, nel luogo che le è proprio.
Rousseau (Cancro) scriveva che la ragione è nemica della compassione. Diceva che l'essere umano per natura è portato a provare compassione e identificazione se vede un essere senziente soffrire, che sia un insetto che si dibatte nella tela del ragno o un essere umano. Diceva però che il filosofo, l'uomo carico di ragione, può essere indifferente alle sofferenze altrui; in un passo molto bello descrive il filosofo nella sua stanza, mentre sente dalla finestra le grida di un uomo che viene preso a bastonate, e si tappa le orecchie per non sentire le grida mentre la ragione gli impone di disidentificarsi nell'uomo che viene ucciso di botte. Di fatto è come se la ragione ti dicesse "non sei tu a soffrire, non te ne devi curare, se scendi in strada ad aiutarlo verrai preso a bastonate anche tu" e dicendo questo soffoca il moto del cuore che sarebbe quello di soffrire, di scendere in strada come un pazzo, di urlare "smettetela, smettetela di fare del male a quest'uomo!" senza nemmeno pensare alle conseguenze del gesto ("verrai preso a bastonate anche tu"), solo per interrompere quello strazio.

Per quanto riguarda la relazione di coppia concepita come espressione di un amore fusionale, invece, condivido l'approccio cancerino, ma devo sottolineare che quello non è, purtroppo, amore evoluto. Una relazione si ha tra due individui separati, non può esistere nella fusione. Il desiderio di fusione nasce da un bisogno inappagato di amore durante l'infanzia, rimanda alla vita prenatale e ai primi mesi di simbiosi con la madre, ed è un desiderio regressivo, che non ci aiuta affatto nell'evoluzione. In questo senso l'aquario è molto più evoluto (almeno potenzialmente) perché non ama per bisogno (cosa tipica di molti cancri, soprattutto uomini, che restano aggrappati all'idea di mammina praticamente per tutta la vita), ma in modo disinteressato. Io ovviamente me ne sbatto le palle e continuo a cercare un amore fusionale, però è anche giusto riconoscere che questo è un limite.



No no non è affatto evoluto, ma è molto romantico! :D Ma come molte altre cose involute fondersi con la persona amata è un grande piacere... che poi la fusione non possa durare in eterno anche io te lo dico, perché soffoca e non dà respiro alla mente, ma la fusionalità è un'esperienza emozionale molto intensa e per chi vive più sul piano emotivo che non su quello mentale è come se fosse un nutrimento. Chi è spostato sull'asse mentale invece ha altre magagne da risolvere, come per esempio l'abbandono ai sentimenti e il mettere da parte la spocchia dell'intellettuale. A ognuno le sue proprie magagne
  • Notte, Bagattello, Aindir e 3 altri piace questo

Tutto triste, il camaleonte si rese conto che, per conoscere il suo vero colore, doveva posarsi sul vuoto.

Seguimmo per istinto le scie delle comete

 

The%20Chosen%20One.gif


#29 Equiseto

Equiseto

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 202 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 06:45

Una domanda però la devo fare a Lancillotto!

Hai mai studiato astrologia i temi natali, le case etcetera etcetera?


  • Lancillotto2013 e zarina piace questo

Ho dormito per non morire, buttando i miei miti di carta su cieli di schizofrenia

 

Vox clamantis in deserto


#30 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 808 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 07:22

A me non dispiace dover studiare né sperimentare.
Che siano addirittura QUASI COMPLETAMENTE ERRATE sei il primo a dirmelo e onestamente, guardando a quello che ho scritto, non mi sembra di aver scritto queste grandi castronerie che tu dici, anche perché non argomenti affatto questa tua opinione, né la spieghi, e quindi per me vale poco.

I dati li chiedo a tutti o quasi appunto perché voglio studiare, anche a persone che conosco appena, anche a chi di astrologia non sa nulla. Chi me li vuole dare me li dia, chi non vuole è libero di dire di no. Non vedo cosa ci sia di male.
Io ho un certo modo di fare grezzone dovuto a un Marte molto leso, specialmente quando ho il nazismo. Mi ha molto irritato la tua supponenza e la tua arroganza, e mi hai preso in un momento in cui pazienza non ne avevo. Capita, e meno male, non avrei voglia di fingermi quello che non sono.

La gara a chi è più empatico la posso subito mollare perché non mi interessa


Boh... io ho molte parole belle per gli Aquari e li stimo per moltissimi motivi e mi piacciono, ma nessun segno si merita solo le lodi, quindi li critico come critico tutti i segni zodiacali, i miei compresi e forse anche di più. Se questa la chiami svista io dico che invece la chiamo "vista" e mi piace molto di più vedere le cose a 360° che non parzialmente. In pratica mi chiedi di vedere solo il bello degli Aquari e onestamente no, non c'ho voglia, non è questo lo scopo dell'astrologia e non mi sento di farlo. Ho criticato ferocemente anche il Cancro, che può essere davvero intollerabile, così come criticherei qualsiasi altro segno zodiacale, ho brutte e belle parole per tutti.

SE non è così dicci tu quali sarebbero i difetti dell'Aquario, dal tuo punto di vista che invece è sicuramente imparzialissimo al contrario del mio e non filtrato e tutto il resto. Io ti ascolto con tutte le orecchie aperte. Del resto l'ho detto all'inizio del post "sentitevi liberi di aggiungere o correggere", ma un minimo di criticismo ci vuole, anche nei confronti dei propri segni, altrimenti non stiamo facendo astrologia, che per definizione si rivolge all'essenza e non a quello che uno crede di essere o vuole sentirsi dire.

Quello del Cancro io non lo chiamerei propriamente atteggiamento involuto, perché non è affatto detto che lo faccia per sentirsi buono e pio e timorato di Dio; può anche darsi che sia così, nel senso che molti Cancri involuti hanno voglia di essere i più buoni sulla faccia della terra a causa dei loro divoranti bisogni emotivi e allora sicuramente ha un che di falso e di fangoso e non è l'Acqua cristallina della fonte che dovrebbe essere, e allora sicuramente lo chiameremo atteggiamento involuto e terrorizza anche me (perché da lì a diventare fanatismo o estrema colpevolizzazione, come hai detto te, è un attimo), ma come ti ho detto non è sempre così.
A volte al Cancro come al Pesci e allo Scorpione (anche se in misura diversa) viene semplicemente spontaneo, non se lo chiede neanche perché, prova pietà e compassione per chiunque sia in una condizione di sofferenza e il suo cuore si rivolta e si ribella alla vista della sofferenza, pensa intimamente "Non deve essere così, non lo dovrebbe essere per nessuno" e questo io credo che sia una cosa molto bella, un grande pregio del Cancro, così come è uno splendido pregio trovarsi a provare felicità per la felicità altrui, pregio che senza dubbio fatica ad appartenere ai segni d'Acqua. Il barbone che soffre per strada si è scelto quella vita? Sì, il suo Sé superiore se l'è scelta probabilmente per scontare gravi colpe avute in passato, oppure perché l'Anima non si è ravveduta e non ha voluto udire. Questo non cambia il fatto che soffra, questo non cambia il fatto che sia inconsapevole e sperduto e solo e alcolizzato e per quanto sia necessaria quella sofferenza, per quanto sia in armonia con la legge del Karma, è comunque uno spettacolo orribile che desta sentimenti di compassione, di scombussolamento, di indignazione, e questo è profondamente umano.
Anche il bambino gravemente malato, o intrappolato in una condizione di sofferenza acuta... è la stessa cosa, se l'è scelto, chissà che ha combinato e tutto il resto, ma soffre, soffre un casino e questo a me personalmente suscita un sentimento molto acuto e difficile da spiegare, sicuramente doloroso, ma non credo che ci sia niente di perverso o di manipolativo, anche perché non è che dico "oh, poverino, povera stella!", me lo sento dentro, lo provo e sto zitta, un po' perché l'Acqua è muta, un po' perché l'interiore quando diventa esteriore si stempera e si degrada e sento un richiamo a tenere la compassione all'interno, nel luogo che le è proprio.
Rousseau (Cancro) scriveva che la ragione è nemica della compassione. Diceva che l'essere umano per natura è portato a provare compassione e identificazione se vede un essere senziente soffrire, che sia un insetto che si dibatte nella tela del ragno o un essere umano. Diceva però che il filosofo, l'uomo carico di ragione, può essere indifferente alle sofferenze altrui; in un passo molto bello descrive il filosofo nella sua stanza, mentre sente dalla finestra le grida di un uomo che viene preso a bastonate, e si tappa le orecchie per non sentire le grida mentre la ragione gli impone di disidentificarsi nell'uomo che viene ucciso di botte. Di fatto è come se la ragione ti dicesse "non sei tu a soffrire, non te ne devi curare, se scendi in strada ad aiutarlo verrai preso a bastonate anche tu" e dicendo questo soffoca il moto del cuore che sarebbe quello di soffrire, di scendere in strada come un pazzo, di urlare "smettetela, smettetela di fare del male a quest'uomo!" senza nemmeno pensare alle conseguenze del gesto ("verrai preso a bastonate anche tu"), solo per interrompere quello strazio.


No no non è affatto evoluto, ma è molto romantico! :D Ma come molte altre cose involute fondersi con la persona amata è un grande piacere... che poi la fusione non possa durare in eterno anche io te lo dico, perché soffoca e non dà respiro alla mente, ma la fusionalità è un'esperienza emozionale molto intensa e per chi vive più sul piano emotivo che non su quello mentale è come se fosse un nutrimento. Chi è spostato sull'asse mentale invece ha altre magagne da risolvere, come per esempio l'abbandono ai sentimenti e il mettere da parte la spocchia dell'intellettuale. A ognuno le sue proprie magagne

 

Tu hai perfettamente ragione, infatti il mio non era un intervento, diciamo, didascalico, ovviamente non parlerei mai in questi termini se dovessi fare un discorso serio, però c'avevo proprio bisogno di sfogare (lo sai che pure io c'ho il nazismo XD). Poi in realtà poveracci, i pesci e i cancri hanno dei lati davvero belli e apprezzabili. 

Ma tra tutti i segni quello che più di tutti sto notando essere ammirevole è il toro. Veramente, un segno di buon carattere e di una dolcezza unica, credo sia praticamente l'unico in grado di smorzare le mie isterie scorpioniche senza fare una piega.

 

Io c'ho da lavorare furiosamente sull'asse pesci-vergine -.- ma visto che interessa anche la seconda e l'ottava casa, sicuramente anche per me il piano emotivo è una bella rogna. 


  • Panna e zarina piace questo

"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#31 zarina

zarina

    Utente Fricchettona

  • Moderatore
  • 9642 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 07:31

 

Ma tra tutti i segni quello che più di tutti sto notando essere ammirevole è il toro. Veramente, un segno di buon carattere e di una dolcezza unica, credo sia praticamente l'unico in grado di smorzare le mie isterie scorpioniche senza fare una piega.

 

 

vero??? ma quanto siamo amorosi


  • Anthony Van De Boer piace questo

#32 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 808 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 07:35

Quindi bisogna "neutralizzare" i difetti dell'ascendente?

 

In pratica in astrologia karmica l'ascendente rappresenta le tue qualità innate, gli strumenti che hai già acquisito nelle vite passate. Siccome rappresenta anche la maschera, ovvero il nostro lato più superficiale, è importantissimo non identificarcisi. Una persona evoluta, teoricamente, non dovrebbe minimamente considerarlo, non dovrebbe neanche lavorarci su, perché tutto ciò che riguarda quel segno è già stato affrontato. L'unica cosa che va fatta è usare attivamente gli strumenti che quell'archetipo offre. Un ascendente scorpione riuscirà naturalmente a leggere negli altri e a scovare tutto ciò che è poco chiaro o nascosto, un ascendente aquario saprà spontaneamente dare e ricevere libertà e rinnovare la società, a un ascendente leone viene naturale essere prodigo, generoso, caloroso e positivo. Parimenti, però, tutte le volte che l'individuo con ascendente scorpione sente il bisogno di essere inutilmente sadico e pungente, che l'ascendente aquario diventa insensibile e smanioso di scappar via da tutto, che l'ascendente leone sente il bisogno di darsi importanza rimarcando continuamente IO IO IO, Io sono, Io faccio... ecco dovrebbe rendersi conto che c'è un allarme che sta suonando. Più ci si identifica con quei tratti caratteriali e più ci si addormenta nella materia. Il Leone è l'ascendente più difficile in assoluto da neutralizzare, perché il suo vizio supremo è la superbia, vizio che è facilissimo trasporre anche nel percorso evolutivo andando a cadere nella trappola dell'ego spiritualizzato. Il guaio è che non c'è modo di far togliere dalla testa a un leone l'idea che lui sia il migliore di tutti e, anzi, un percorso di miglioramento per lui può essere addirittura controproducente, perché più si "eleva" e più tende a sentirsi stocazzo guardando dall'alto i poveri comuni mortali. Cosa che capita anche all'ascendente capricorno, che io modestamente ho e del quale posseggo praticamente soltanto i difetti peggiori, questo tanto per sottolineare che siamo tutti sulla stessa barca e che io non sto messo meglio di nessun altro. L'unico fatto è che il capro si salva con l'autocritica, che ovviamente il Leone non sa neanche dove sia di casa (basti guardare la diva Leone per eccellenza, Madonna, l'unica donna in grado di presentarsi su un palco cantando in maniera improponibile, inventando stecche sconosciute all'apparato fonatorio e terminare lo stesso il concerto sentendosi bravissima).


  • Aindir, Avagaia e Equiseto piace questo

"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#33 Lancillotto2013

Lancillotto2013

    Bannato

  • Bannati
  • 7299 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 07:47

Una domanda però la devo fare a Lancillotto!

Hai mai studiato astrologia i temi natali, le case etcetera etcetera?

ettttttcetera :lol:

 

ma guarda li facevo a "manina" quando molti dei partecipanti andavano alle elementari e il pc non esisteva se non in poche aziende

 

ho studiato su vari libri e su alcuni di uno dei famosi Astrologhi e Filosofi Russi..

 

Non credo che oggi ci siano persone qualificate come un tempo su questa "elaborata e importante materia", anche perchè molti di questi new age, oltre a un certa fessa e imberbe convinzione "che sia giusto sottostare al destino imposto da campi magnetici e astrali" ,, non vede e non sà.

 

L'astrologia, i vantaggi e gli svantaggi del segno vanno vinti, superati ed eliminati, l'astrologo questo, oggi, non lo capirà mai e mai te lo dirà.

Il motivo è più che evidente, oltre la boria e il vanesio credersi di sapersi.. ectceterà etceterà.

 

Ps: se serve altro chiedi pure, ma non qui, seguo altre discussioni :icon_biggrin: , qui ho già detto abbastanza, e oltre non andrò :king: :look:

 

Ciao. :ciao:


Immagine inserita Non esistono Regole l'unica legge è AMORE

#34 Equiseto

Equiseto

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 202 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 08:03

In pratica in astrologia karmica l'ascendente rappresenta le tue qualità innate, gli strumenti che hai già acquisito nelle vite passate. Siccome rappresenta anche la maschera, ovvero il nostro lato più superficiale, è importantissimo non identificarcisi. 

 Ecco XD questo non lo sapevo assolutamente

ma quando l'ascendente è congiunto al nodo nord?

 

ettttttcetera :lol:

 

ma guarda li facevo a "manina" quando molti dei partecipanti andavano alle elementari e il pc non esisteva se non in poche aziende

 

ho studiato su vari libri e su alcuni di uno dei famosi Astrologhi e Filosofi Russi..

 

 

 lancillotto non irritarti cosi

se hai seguito la discussione magari  potresti dirci se sei d'accordo sulla teoria che comunque un acquaro puro sia diverso da un altro tipo di aquario  magari con aspetti che coinvolgono nettuno e ottava casa =) .


  • Lancillotto2013 piace questo

Ho dormito per non morire, buttando i miei miti di carta su cieli di schizofrenia

 

Vox clamantis in deserto


#35 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 808 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 08:41

 Ecco XD questo non lo sapevo assolutamente

ma quando l'ascendente è congiunto al nodo nord?

 

Significa che devi momentaneamente "dimenticare" quello che sai. Oppure semplicemente sarai ancora più spinta a utilizzare gli strumenti di quel segno. Queste cose le ho segnate durante una conferenza, vorrei cercare dei libri dove approfondire meglio l'argomento, ma per ora non ne ho trovati di molto chiari, quindi quello che ti sto dicendo me lo detta l'intuito. Quello che so è che al nodo nord non ci si arriva mai direttamente. Cioè non è che uno ha il nodo in pesci e allora si mette a fare l'infermiere, comincia ad aiutare tutti e via, evoluzione risolta. Di solito è praticamente impossibile assumere l'archetipo indicato dal nodo, a meno che non si abbiano come te degli aspetti che lo rafforzano. Bisogna prima disidentificarsi dall'ascendente, perché è quello che ci mette contro il nostro Sole/progetto di vita, guidandoci verso numerosi processi di divisione all'interno della materia. Poi bisogna iniziare a seguire le indicazioni del Sole, quindi lavorando su segno, casa e aspetti che fa, in modo da assorbirne i lati luminosi e neutralizzarne quelli ombra (es: sole in bilancia, costruire un rapporto equilibrato tra sé e gli altri, trovare un punto di incontro e di confronto armonioso tra le persone e contemporaneamente evitare di essere troppo indecisi e sforzarsi di agire senza tentennare troppo. Magari fare lavori che hanno a che fare con la legge o con le associazioni, oppure impegnarsi a costruire un matrimonio soddisfacente). Ovviamente bisogna superare tutte le paure insite nel proprio segno natale. La bilancia per esempio ha paura della disarmonia e di emergere rispetto agli altri, perché ciò la farebbe sentire sola contro il mondo. L'ariete, suo opposto, vuole essere sempre il primo, ma la bilancia sa che esserlo implica anche una solitudine essenziale e la mancanza totale di modelli di riferimento (perché se arrivi primo non puoi seguire l'esempio di nessuno, non puoi rifarti a nessun modello preesistente). La sfida è proprio quella di seguire se stessa creando ordine e armonia anche laddove non c'è mai stato, se necessario rischiando anche la solitudine. Una volta fatto questo lavoro bisogna lasciar andare anche il segno solare, smettere di identificarcisi e cominciare a lavorare sulla Luna, che è il pianeta che contiene in sé tutte le paure che ci separano dall'Uno, che ovviamente vanno superate. Una Luna in Vergine sarà trattenuta dalla paura della promiscuità e della contaminazione della propria purezza nel "tutto uno", una Luna in Cancro avrà il terrore di rinunciare alla protezione affettiva di ciò che già conosce (le memorie, la famiglia, gli affetti, le radici) buttandosi nell'ignoto, una Luna in Leone avrà paura di perdere la sua regalità, il prestigio, l'importanza, una Luna in Scorpione dovrà affrontare il concetto della morte (fisica, emotiva, psicologica) superando la sua paura della non-esistenza, e così via. Nel tuo caso Luna e Sole coincidono, quindi ti puoi anche risparmiare metà del lavoro :D Una volta fatta st'immane faticaccia si ricrea l'androgino alchemico perfetto.


  • Equiseto piace questo

"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#36 Lancillotto2013

Lancillotto2013

    Bannato

  • Bannati
  • 7299 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 09:07

 

lancillotto non irritarti cosi

se hai seguito la discussione magari  potresti dirci se sei d'accordo sulla teoria che comunque un acquaro puro sia diverso da un altro tipo di aquario  magari con aspetti che coinvolgono nettuno e ottava casa =) .

 

ma và, figurati.

 

sicuramente è tutto giusto ciò che dicono, non stò nemmeno a leggerlo, ma il problema è "altrove"

quando scopri che la mapap natale di un gandhi lo dà per un gran delinquente e la mia .. non è da meno

ma scopri che sia gandhi (e in questo caso io come chissà quanti ..) sono persone che hanno la loro vita per liberare e far str meglio popoli, nazioni, umanità ...

come la mettiamo?

 

Capisci ora qual'è il limite delle categorizzazioni magnetiche e praniche dell'astrologia (c'è anche quella orientale poi.. ma il ragazzo che la spiegava su CN .. non scrive più.. peccato .. perchè avevamo un'altro piatto sulla bilancina astrologica).

Ne io ne Gandhi ne chissà quanti altri siamo persone "malefiche" eppure.. se tu guardi le mappe diresti "uddiu ma questo è mefisto" .. invece no, è il contrario.

E io saprei spiegarti anche perchè è il contrario, ma andremmo oltre spiegazione astro logica, in una logica superiore, molto chiara ..in ogni caso, scevra da influenze astrali.

 

Il limite e le tendenze imposte dagli astri sono importanti.. ma sono cartapesta, nulla, confronto alle decisioni dello Spirito.

Non sarei di aiuto nella discussione, cmq grazie e pardon per l'ot se sono uscito dal seminato.

 

Cmq un vero acquario è fratellanza, ideale puro, umanità nel senso più ampio del termine, rivoluzione e rinnovamento, crescita con modifica di cose stantìe e ammuffite con un ribaltamento totalizzante.

 

Il segreto non è tanto nei suo astri, case, aspetti, ecc.. ma quanto nel fatto di arrendersi a sè stesso, cioè .. sono cosi e basta e cosi vivo .. come sono e non come gli altri vorrebbero che fossi.

Ma è tanto tempo che oramai non mi interesso molto di astri.. quindi potrei sempre sbagliarmi.. non essere aggiornato, ..chissà


Immagine inserita Non esistono Regole l'unica legge è AMORE

#37 Anthony Van De Boer

Anthony Van De Boer

    Utente Senior

  • Utenti
  • 808 messaggi

Inviato 05 dicembre 2014 - 09:48

ma và, figurati.

 

sicuramente è tutto giusto ciò che dicono, non stò nemmeno a leggerlo, ma il problema è "altrove"

quando scopri che la mapap natale di un gandhi lo dà per un gran delinquente e la mia .. non è da meno

ma scopri che sia gandhi (e in questo caso io come chissà quanti ..) sono persone che hanno la loro vita per liberare e far str meglio popoli, nazioni, umanità ...

come la mettiamo?

 

Capisci ora qual'è il limite delle categorizzazioni magnetiche e praniche dell'astrologia (c'è anche quella orientale poi.. ma il ragazzo che la spiegava su CN .. non scrive più.. peccato .. perchè avevamo un'altro piatto sulla bilancina astrologica).

Ne io ne Gandhi ne chissà quanti altri siamo persone "malefiche" eppure.. se tu guardi le mappe diresti "uddiu ma questo è mefisto" .. invece no, è il contrario.

E io saprei spiegarti anche perchè è il contrario, ma andremmo oltre spiegazione astro logica, in una logica superiore, molto chiara ..in ogni caso, scevra da influenze astrali.

 

Il limite e le tendenze imposte dagli astri sono importanti.. ma sono cartapesta, nulla, confronto alle decisioni dello Spirito.

Non sarei di aiuto nella discussione, cmq grazie e pardon per l'ot se sono uscito dal seminato.

 

Cmq un vero acquario è fratellanza, ideale puro, umanità nel senso più ampio del termine, rivoluzione e rinnovamento, crescita con modifica di cose stantìe e ammuffite con un ribaltamento totalizzante.

 

Il segreto non è tanto nei suo astri, case, aspetti, ecc.. ma quanto nel fatto di arrendersi a sè stesso, cioè .. sono cosi e basta e cosi vivo .. come sono e non come gli altri vorrebbero che fossi.

Ma è tanto tempo che oramai non mi interesso molto di astri.. quindi potrei sempre sbagliarmi.. non essere aggiornato, ..chissà

 

Ma guarda che nessuno ha mai detto nulla del genere... non c'è nessun segno al quale sia precluso qualcosa a priori, semplicemente si ragionava sul fatto che alcune doti, tipo l'empatia, sono prerogativa specifica di alcuni e non di altri.

 

Io nel tema di gandhi non ci vedo nulla di spaventoso o diabolico. Un sole in dodicesima, tipico di chi si impegna in ambiti umanitari e spirituali, opposto a un nettuno in sesta casa che lo ha spinto a trasporre lo stra-ordinario spirituale nell'ordinario, prendendosi cura quotidianamente del prossimo, sole e ascendente in bilancia uniti a un giove nella consignificante settima casa che vanno ad amplificare l'enorme importanza che per lui avevano gli altri, oltre a l'impegno politico. Gli aspetti peggiori sono plutone in settima e il quadrato di quest'ultimo con la luna in leone, che denotano almeno inizialmente un altruismo un po' viziato dal narcisismo e dal bisogno di apparire importante agli occhi del pubblico. Plutone in settima sottolinea il bisogno di avere potere sugli altri ed è curioso che lo stesso aspetto compaia anche nel tema di Madre Teresa di Calcutta. Sicuramente entrambi sono stati per il prossimo, e soprattutto nell'ambito di politica e associazioni, come una bomba atomica che ha scardinato i vecchi equilibri. Questo è probabilmente l'aspetto peggiore del tema natale, l'unico che possa essere interpretato davvero come "malefico". Io non lo considero tale, ma è evidente dalla vita di entrambi come avessero bisogno di esercitare il loro potere non in modo autonomo e indipendente, ma solo SUGLI altri attraverso il rapporto con il prossimo. E' innegabile infatti che l'enorme prestigio che entrambi hanno nella nostra cultura sia stato dovuto interamente agli altri. E' un po' il discorso a cui accennavo qualche post fa rispetto ai pesci: se non ci fossero stati martiri e sofferenti, Gandhi e Madre Teresa, non sarebbero stati quello che sono, per lo meno non per noi. Entrambi hanno saputo scoprire il proprio potere personale mediante il confronto con gli altri e con la società. Benissimo, in ogni caso, il lavoro che hanno fatto è stato eccelso. Certo, sicuramente a leggere il suo tema natale, non sarebbe una persona che sceglierei come fidanzato (venere congiunta a marte in scorpione, marte opposto a plutone), ma chissenefrega, l'ha usato per il suo scopo e ha fatto bene. Sicuramente vista la Luna in Leone e la prima casa sovraffollata non crederò mai che Gandhi abbia del tutto rinunciato al suo ego, anzi probabilmente tutto il successo che ha avuto non è stato un toccasana per il suo karma. Gandhi era una star, né più né meno, e di certo non ha fatto in modo di mantenere un profilo basso. Ha però contribuito alla divulgazione di messaggi importanti e innovativi e al miglioramento della società (Urano congiunto al mediocielo). Il suo tema natale è stato funzionale al suo scopo di vita.

C'è da dire però una cosa: io non credo e non crederò mai fino in fondo ai guru che diventano celebrità e che si conformano a un culto dell'immagine, specialmente con riproduzioni, foto, santini e iconografie varie che, personalmente, trovo aberranti. Questo lato di Gandhi (peggio ancora di Sai Baba e di Madre Teresa) non mi convince per nulla. Però vabbé, ci sta benissimo che sia un problema mio, visto che ho una personale avversione verso tutto ciò che è sfarzo, moda, ribalta e celebrità.


  • Bagattello e Panna piace questo

"How did it go so fast", we'll say as we are looking back.


#38 silvya

silvya

    kkkhhh??

  • Utenti
  • 9571 messaggi

Inviato 06 dicembre 2014 - 05:54

credo che i pesci a prescindere fanno le cose con una grande capacità mutevole proprio dei sentimenti e delle emozioni e poi tendono ad adeguarsi e questa cosa non la sanno esprimere proprio perché sono mutevoli sia emotivamente e sia energeticamente io il più delle volte ad esempio riesco a stare in situazioni fuori luogo e a starci a mio agio basta poco tipo uno sguardo complice rispetto a tutta una serata credo che forse c'entri il segno doppio in questo senso anche se non sono un pesci...*____* correggetemi se sbaglio


applause

Qualsiasi numero di URL


#39 Equiseto

Equiseto

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 202 messaggi

Inviato 06 dicembre 2014 - 06:29

Anthony ti ringrazio per la mega risposta che mi hai dato sul nodo 

e l'identificazione nel sole per il progresso evolutivo

veramente molto interessante, molte volte

mi sono identificata nell'ascendente, essendo sempre

arioso ha delle cose in  COMUNE con la bilancia, quindi 

spesso facevo pure confusione

 

 

per l'analisi di gandhi , veramente  fantastica, e sul fatto di madre teresa

e lui, che comunque effettivament erano personaggi di grande fama,

 chissà che anche padre pio non avesse qualche cosa di particolare nel suo tema natale.

Una che non andava sotto i riflettori  di cui 

hanno parlato poco è Natuzza d'evolo( mi pare si scriva cosi) 

e .. non so mi ha sempre incuriosita quella signora..

 

 

Lancillotto se leggi la mia mappa dovrei essere in  un manicomio

 e violenta tipo una

assassina briacona  perversa, 

ma comunque sia non è che una mappa  ti dice per forza di cose cosa tu 

sei, ma sono comunque inclinazioni, uno può seguirle 

come non seguirle

uno può riconoscerle, come non riconoscerle !

L'acquario su alcune cose è molto idealista e ama la fratellanza, 

Vorrei sapere da te quali sono i difetti dell'acquario  , 

e quali sono i pregi del cancro , sempre in base a ciò che hai studiato?

 

 

Non è vero che ogni segno è sempre importante? ogni costellazione ha i suoi pregi e i suoi difetti,

è una dualità, una scelta perenne...


  • Anthony Van De Boer e Uma_Coppola piace questo

Ho dormito per non morire, buttando i miei miti di carta su cieli di schizofrenia

 

Vox clamantis in deserto


#40 Lancillotto2013

Lancillotto2013

    Bannato

  • Bannati
  • 7299 messaggi

Inviato 06 dicembre 2014 - 10:27

Ma guarda che nessuno ha mai detto nulla del genere... non c'è nessun segno al quale sia precluso qualcosa a priori, semplicemente si ragionava sul fatto che alcune doti, tipo l'empatia, sono prerogativa specifica di alcuni e non di altri.
 
Io nel tema di gandhi non ci vedo nulla di spaventoso o diabolico. Un sole in dodicesima, tipico di chi si impegna in ambiti umanitari e spirituali, opposto a un nettuno in sesta casa che lo ha spinto a trasporre lo stra-ordinario spirituale nell'ordinario, prendendosi cura quotidianamente del prossimo, sole e ascendente in bilancia uniti a un giove nella consignificante settima casa che vanno ad amplificare l'enorme importanza che per lui avevano gli altri, oltre a l'impegno politico. Gli aspetti peggiori sono plutone in settima e il quadrato di quest'ultimo con la luna in leone, che denotano almeno inizialmente un altruismo un po' viziato dal narcisismo e dal bisogno di apparire importante agli occhi del pubblico. Plutone in settima sottolinea il bisogno di avere potere sugli altri ed è curioso che lo stesso aspetto compaia anche nel tema di Madre Teresa di Calcutta. Sicuramente entrambi sono stati per il prossimo, e soprattutto nell'ambito di politica e associazioni, come una bomba atomica che ha scardinato i vecchi equilibri. Questo è probabilmente l'aspetto peggiore del tema natale, l'unico che possa essere interpretato davvero come "malefico". Io non lo considero tale, ma è evidente dalla vita di entrambi come avessero bisogno di esercitare il loro potere non in modo autonomo e indipendente, ma solo SUGLI altri attraverso il rapporto con il prossimo. E' innegabile infatti che l'enorme prestigio che entrambi hanno nella nostra cultura sia stato dovuto interamente agli altri. E' un po' il discorso a cui accennavo qualche post fa rispetto ai pesci: se non ci fossero stati martiri e sofferenti, Gandhi e Madre Teresa, non sarebbero stati quello che sono, per lo meno non per noi. Entrambi hanno saputo scoprire il proprio potere personale mediante il confronto con gli altri e con la società. Benissimo, in ogni caso, il lavoro che hanno fatto è stato eccelso. Certo, sicuramente a leggere il suo tema natale, non sarebbe una persona che sceglierei come fidanzato (venere congiunta a marte in scorpione, marte opposto a plutone), ma chissenefrega, l'ha usato per il suo scopo e ha fatto bene. Sicuramente vista la Luna in Leone e la prima casa sovraffollata non crederò mai che Gandhi abbia del tutto rinunciato al suo ego, anzi probabilmente tutto il successo che ha avuto non è stato un toccasana per il suo karma. Gandhi era una star, né più né meno, e di certo non ha fatto in modo di mantenere un profilo basso. Ha però contribuito alla divulgazione di messaggi importanti e innovativi e al miglioramento della società (Urano congiunto al mediocielo). Il suo tema natale è stato funzionale al suo scopo di vita.
C'è da dire però una cosa: io non credo e non crederò mai fino in fondo ai guru che diventano celebrità e che si conformano a un culto dell'immagine, specialmente con riproduzioni, foto, santini e iconografie varie che, personalmente, trovo aberranti. Questo lato di Gandhi (peggio ancora di Sai Baba e di Madre Teresa) non mi convince per nulla. Però vabbé, ci sta benissimo che sia un problema mio, visto che ho una personale avversione verso tutto ciò che è sfarzo, moda, ribalta e celebrità.


Non mi pare stessi parlando di te e con te se non sbaglio, cmq se ti ritieni in causa da "te stesso" ..è già un tuo problema, per Gandhi ho riportato quanto detto da fior di Astrologi ..già parecchi anni fa.

Per quanto mi concerne invece è quello che ho detto, la mia mappa astrale dà risultanze NON VERE.

Ma solo in alcuni punti QUASI VERE, ma storpiate da concetti materialistici e astrali tipici (purtroppo) dei limiti dell'astrologia e di chi la studia ed emette sentenze e trae conclusioni attraverso di essa,

 

Ovviamente non stò a questioni su chi si sente preparato come te, e forse non hai letto bene e in modo accurato cosa dicevo sopra (non a te tra l'altro).

 

Riguardo al tema sfarzo, guru ecc.. io non ho alcun tipo di problema e fai bene a "considerarlo tuo punto di vista e tua avversione personale". Allo stesso tempo non ho alcuna avversione per l'Astrologia, le mappe natali, gli oroscopi (fatti bene), ecc.

 

SE permetti Lo Sfarzo è dominato dal Supremo, oltre agli studi e ai calcoli astrali che chiunque può estrapolare, è generato da chi tutto può e decide, povertà come ricchezza, bellezza come bruttezza, vita e trapasso (morte fisica). Il tutto con uno scopo sovralogico che sovrasta i ns. interessi materici ed egoici.

 

Il giudizio delle stelle non arriva oltre le tendenze magnetiche del planetario atomico, e te lo dico con tutto il santo rispetto per l'astrologia in sé come materia di studio e approfondimento, perché materia molto interessante ma trascendibile e cmq limitativa.

 

Le elucubrazioni astrologiche del tipo "migliora questo e fai quello ma non fare quest'altro" non servono a superare il proprio Lavoro Karmico ..ma spesso sono dei paletti che evitati.. ne creano altri centomila ..di riflesso: se eviti un problema te ne trovi due, tre, quattro.. per esempio.

 

L'altro limite astrologico è che l'esamina del mondo mentale (che è il mondo materiale) oltre che limitata e spesso usata per incentivare o disincentivare il soggetto .. sono completamente abbattibili da chiunque abbia una minimale "maestria" dei tattva, della respirazione, della concentrazione e delal meditazione yogica.

 

Ogni evento astrologico, forza, energia ed eventi in azione sono perfettamente smontabili e resi al contrario della loro natura .. con un po' di studio presso un Maestro di yoga mentale, ma parlo di pochi mesi.

Con questo non declasso il tuo studio, tutt'altro, però ti dico che il mitizzarlo porta sia te che altri ..in vie traverse senza uscita.

Quindi ti ringrazio per il tuo "richiamo e le tue note (sempre interessanti)" ma ti riconfermo che non devi sentirti inferiorizzato se qualcun altro non dà ragione a te ma ti pone le sue ragioni.. personali e buone quanto le tue.  

 

Forse è questa la motivazione della tua avversione profonda, una paura, un senso di inferiorità ?Prova a cercarla nel tuo profondo, o se non ci riesci prova con gli aspetti astrali (i tuoi) .. magari troverai una spiegazione al tuo dilemma nel tuo mondo mentale.

Questo è il mio Oroscopo su di te come astrologo e su chi intraprende l'analisi astrologica in genere, visto che me lo hai praticamente richiesto, come vedi, .. io te l'ho dato, e senza consultare le stelle e fare mappe natali.

 

Ciao Antò, con affetto.


  • Anthony Van De Boer piace questo
Immagine inserita Non esistono Regole l'unica legge è AMORE




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi