Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Il meccanismo che sta alla base dei tumori


  • Per cortesia connettiti per rispondere
1063 risposte a questa discussione

#1061 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 10808 messaggi

Inviato Oggi, 18 mar 2019 alle 00:24

CURCUMA E BROCCOLI
 

La curcumina viene distrutta x glucoronazione nel fegato dopo diversi passaggi; aggiungendo il pepe nero nell'integratore la piperidina del pepe inibisce l'enzima glucoronato transferasi ...e quindi la curcumina permane per più ore in circolo (incremento dell'emivita del fitocomposto).
il pepe nero viene inserito nell'integratore di curcuma ad alto grado farmaceutico per inibire la glucoronato transferasi presente nel fegato (che è uno dei tanti enzimi della detossificazione di fase-2) .....PROPRIO X QUESTO IL PEPE NERO "NON FA TANTO BENE ALLA SALUTE" però nel caso specifico della curcumina è utilissimo per amplificare il tempo di azione del nutraceutico ed attivare i segnali antinfiammatori via SIRT-1/pgc-1alfa/NRF-2 e reprimere l'attivazione di NF-KB e bloccare i 200 geni pro-infiammatori controllati da questo NF-KB tra cui figura anche la COX-2, LA LOOP-5, la iNOS, ed altri fattori che sono la causa del dolore e dell'infiammazione
Anche il pompelmo ha una attività simile grazie ad un suo fenolo presente nel succo ....però inibisce un enzima della detossificazione di FASE-1; per questa ragione SE BEVI SUPERALCOLICI ....e ti mangi pompelmi contemporaneamente....l'alcol permarrà per + tempo in circolo nel sangue "non potendo essere detossificato", prolungando l'ubriachezza .......AL CONTRARIO L'INDOLO-3-CARBINOLO DEL CAVOLO E DELLE RAPE....aumenta l'espressione genica della glutatione trasferasi e dei livelli di glutatione....favorendo la detossificazione e togliendoti subito la SBORNIA DA ALCOOL.
Sulforafano del Broccolo e Resveratrolo dell'Uva, potenti antinfiammatori naturali
La sintesi endogena di enzimi antiossidanti e antiinfiammatori come il glutatione Transferasi “GSH” prodotti all'interno delle cellule, sono controllate dal recettore nucleare NRF-2.
Più glutatione transferasi produciamo all'interno delle cellule, maggiore sarà la protezione contro i radicali liberi e le infiammazioni.
Per produrre più glutatione transferasi, bisogna cercare di stimolare il coattivatore NRF-2 che una volta attivato, entra nel nucleo e stimola l'espressione di vari geni anti-infiammatori tra cui appunto il Glutatione Transferasi.
Alcuni comuni attivatori di NRF-2, sono:
 L'acido lipoico (un Integratore alimentare)
Il Terzbutilidrochinone (TBHQ) antiossidante di sintesi chimica impiegato come additivo alimentare.
 Sulforafano, composto sulfureo presente nei Broccoli e Cavoli.
Estratto secco di Cospidatum Polygonum (contenente il 50% di resveratrolo), pianta di origina Giapponese utilizzata come rimedio anti-infiammatorio nella medicina tradizionale Cinese.
In una recente ricerca (Fonte-1) condotta su astrociti in vitro, si è visto che esponendo queste cellule alle su elencate sostanze attivatori di NRF-2, provocavano un incremento dose dipendente di Glutatione Trasferasi.
Tra le 4 sostanze testate, quella che ha stimolato la max produzione di glutatione Transferasi è stato il Sulforafano sempre che sia presente il Selenio; Buona è stata anche quella del Resveratrolo dell'uva e delle Antocianine del Mirtillo Nero.
Possiamo concludere dicendo che una alimentazione in cui sono presenti il Sulforafano (Broccoli, rape, cavoli, rucola) e Resveratrolo (Uva nera, estratto di Cospidatum polygonum) e le Antocianine possono incrementare i livelli di Glutatione trasferasi e quindi essere più protetti dall'infiammazione e dallo stress ossidativo con effetto anti-invecchiamento
Induzione cellulare a produrre GSH con ac lipoico, TBHQ, sulforafano e resveratroloInduzione cellulare a produrre GSH con ac lipoico, TBHQ, sulforafano , resveratrolo e antocianine.
Curcumina e metilsulfonilmetano sono compatibili: agiscono su fronti diversi; La curcumina spegne i segnali infiammatori lavorando su NF-KB ....mentre MSM (metil-sulfonil-metano) pare che abbia la proprietà di fungere da antiossidante; valuta anche la possibilità di una integrazione di Zn, Mn, Se, e olio di perilla.



#1062 mario61

mario61

    Utente Senior

  • Utenti
  • 364 messaggi

Inviato Oggi, 18 mar 2019 alle 07:34

non sempre spendere di più in sanità migliora i servizi .... anzi

in pratica la gestione di ogni malattia non dev'essere affidata solo a chi ha un interesse economico specifico

http://www.cmaj.ca/c...1/E297.full.pdf



#1063 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 10808 messaggi

Inviato Oggi, 18 mar 2019 alle 16:41

FARMACI CHE POSSONO ESSERE UTILI NEL MORBO DI ALZHEIMER

Sia chiaro che quelli sotto elencati sono dei presidi naturali che possono risultare utili ma mai risolutivi della patologia di Alzheimer. In alcuni casi poi si hanno degli evidenti miglioramenti, in altri casi non si ha nessuna risposta. Comunque essendo dei presidi naturali non tossici conviene sempre tentare, associando tali presidi alle cure che da il neurologo.. E’ necessario anche far presente al proprio medico la cura che si stà facendo al fine che possa predisporre ulteriori consigli o accertamenti.

 

  • Vit D3 alla dose di 100.000 UI alla settimana da prendere per bocca oppure 15 gocc di Dibase 10.000 tutte le mattine; fare un dosaggio ematico della Vit D della calcemia e della creatinina ogni mese e se la Vit D supera i 100 ng/ml dilazionare le somministrazioni (meglio che mi telefoniate che vi do delucidazioni in merito). La Vit D3 agisce come stabilizzatore di membrana e nell’attivare certe funzioni neuronali. Si usi sempre la forma primaria di Vit D3 (Dibase o Xarenel)
  • Prendere sempre, tutte le mattine, due perle di OLIO DI FEGATO DI MERLUZZO della FARMADERBE perché così si apporta anche Vit A che stimola l’attività della Vit D.
  • Magnesio Cloruro, 2 cucchiaini in un litro di acqua da bere durante il giorno. Non ci si preoccupi se all’inizio da un po di diarrea, generalmente dopo il terzo giorno le feci ritornano normali e soprattutto meno odorose. Se dovesse persistere la diarrea ridurre la quantità di magnesio ad 1 cucchiaino/die sempre in un litro di acqua. L’ideale sarebbe sciogliere il Magnesio Cloruro in aceto in modo da ottenere una soluzione satura, infatti l’acido acetico favorisce l’ingresso nella cellula del magnesio. Inoltre anche l’acido acetico, come il magnesio incrementa l’utilizzo dell’ossigeno da parte dei mitocondri, intendo dire che acido acetico e magnesio facilitano l’utilizzo dell’ossigeno da parte della cellula, e nell’ALZHEIMER per le cellule neuronali questo meccanismo diventa estremamente importante. Con un cucchiaio di questo aceto arricchito di magnesio si può condire anche la verdura (non si superi mai la dose di 2 cucchiai al giorno); l’unico problema è che è molto amaro e talvolta il paziente si rifiuta di prenderlo, in tal caso bisogna ripiegare su un altro tipo di magnesio molto meno efficace (es MAGNESIO SUPREMO, due cucchiaini alla sera sciolti in un bicchiere di acqua)
  • E’ molto importante nell’Alzheimer somministrare zinco dal momento che questo regola 70 reazioni enzimatiche ed è carente nell’80% della popolazione; inoltre lo zinco incrementa l’utilizzo dell’ossigeno. Io consiglierei Zinco Solfato IDI cp 200 mg, mezza cp al mattino dopo colazione e mezza cp alla sera dopo cena.
  • Tutti gli antiossidanti sono utili, in particolare si è visto che agisce molto bene l’” oleuropeina” delle foglie di olivo. Se non si riesce a trovare la sostanza in farmacia si possono fare anche dei decotti concentrati di Foglie di Ulivo (una manciata di foglie secche in ½ litro facendo bollire per 5 minuti) e da bere durante il giorno. Ma anche altri antiossidanti possono essere utili, ad esempio il Selenio + Vit C (SELENIUM ACE EXTRA della Angelini, 1 cp al mattino), inoltre N-ACETILCISTEINA(FLUIMUCIL BUSTE 600MG 2/DIE) o MSM (metilsulfonilmetano) 2 cp da 500 mg al giorno, , è zolfo organico che entra nella catena mitocondriale e l’ACIDO ALFA LIPOICO che agisce come protettivo delle membrane cellulari, a questo proposito consiglio ECUNERV CP 1 cp al giorno meglio dopo pranzo.
  •  Molto importante è anche somministrare omega-3 ovvero oli di pesce, in particolare ESAPENT 1000 cp: le raccomanderei di darne tre cp al giorno; hanno una straordinaria efficacia nel riattivare la respirazione neuronale. Anche l’uso della Curcuma può risultare efficace, si prenda Curcumina + Piperina della Arkopharma, 3 cp al giorno.

 

  • Inoltre è utile somministrare tutti i minerali ed oligoelementi, es SUPRADIN CP EFF 1 cp tutte le mattine per un mese, poi sospendere 20 giorni e riprendere per un altro mese e così via.. Nelle forme tumorali somministrare anche Vit B6 ad alte dosi ( Nature’S Plus VITAMINA B6  300 mg (BENADON 300) cp  1 cp al giorno)

Tutti questi farmaci si possono abbinare alla terapia che da il neurologo, trattandosi di vitamine ed oligoelementi non ci sono interferenze.

P.S. Se faccio il nome di qualche prodotto specifico di qualche casa farmaceutica, non è per far pubblicità alla casa farmaceutica, ma semplicemente perché è il prodotto che io ritengo più valido in commercio.



#1064 SauroClaudio

SauroClaudio

    Super Utente

  • Utenti
  • 10808 messaggi

Inviato Oggi, 18 mar 2019 alle 16:48

NATURAL ANTICANCER INTEGRATION

 

Importante: quelli indicati sotto sono delle sostanze naturali che hanno dimostrato in innumerevoli studi di avere azione antitumorale. Sarebbe ideale associarli ad una Termoterapia Oncologica che si esegue in vari centri (che saranno riportati sotto) dal momento che riscaldando il tumore viene aumentata l’efficacia delle sostanze naturali (oltre che avere una distruzione del tumore per effetto termico).

Fare inizialmente un dosaggio ematico di: Paratormone,Vit D, Calcemia, Creatininemia, Immunoglobuline e comunicarmi anche per via telefonica i risultati

  • Vit D3 300.000 UI fiale, una fiala alla settimana per quattro settimane, poi una fiala ogni 15 giorni da 100.000 UI sempre per os; si usi il Dibase. La vit D ad alte dosi ha azione anti- angiogenetica, cioè impedisce al tumore di formare nuovi vasi. Inoltre si è visto che distrugge le cellule tumorali con meccanismi ancora sconosciuti. Dopo 45 giorni fare un dosaggio ematica di Vit D e Calcemia e comunicarmi anche per via telefonica i risultati.
  • Vit K2 o MENOCHINONE (da non confondere con la Vit K1 che non ha nessuna azione nei tumori)   La Vit K2 va al fegato ed il fegato la ridistribuisce tramite la frazione di Colesterolo delle Lipoproteine a bassa densità (LDL), localizzate nei tessuti periferici, come nelle Ossa e nel sistema vascolare. Da qui chiaramente può passare anche nei tumori. Alti dosaggi di vitamina D3 assunti specie in combinazione con una alimentazione ricca di CALCIO...DEVONO ASSOLUTAMENTE INTEGRARE la Vitamina K2 - dato che ambedue LAVORANO IN SINERGIA TRA LORO...evitando depositi e incrostazione di Calcio specie nelle Arterie. Ma l'azione più importante della Vit K2 se presa in alte dosi (400 mcg) è un azione antitumorale diretta nell'inibire il CICLO DEI PENTOSI meccanismo che adottano i tumori per la respirazione, ed inoltre un potenziamento dell'azione ANTI-ANGIOGENETICA tramite la Vit D3 di cui ne potenzia moltissimo l'azione. Le compresse di Vit K2 alla dose di 100 mcg si possono ordinare in Farmacia le cp da 100 mcg e sono della ditta STREGA,  se ne devono prendere 4 al giorno, es due mattina e due sera prima dei pasti (è controindicata solo se uno prende il COUMADIN)
  • Magnesio Carbonato (MAGNESIO SUPREMO) 1 cucchiaino alla  sera sciolto in mezzo bicchiere di acqua.(da prendere sempre)
  • POTASSIO ASCORBATO CP da 500 mg, 1 cp al mattino prima di colazione ed 1 cp alla sera prima di cena (è la cura Pantellini); da prendere sempre.
  • GRAVIOLA CP DA 500 MG 1 cp tre volte al giorno dopo i pasti, si è dimostrata un potente antitumorale, da prendere sempre.
  • ARTEMISINA CP 200 MG 1 capsula al giorno, a stomaco pieno, con abbondante acqua, 2 ore dopo cena. Proseguire il trattamento per 5 giorni consecutivi, dopodiché sospendere il trattamento per 2 giorni. Proseguire con tale schema posologico per 4 settimane, dopodiché sospendere il trattamento per 2 settimane.  
  • Selenium –ACE EXTRA cp (Angelini)  3 cp/die 2 mattina ed una sera (il selenio stimola la GLUTATIONE PEROSSIDASI che è il principale enzima deputato alle nostre difese immunitarie). Si può prendere sempre.
  • Curcuma + Piperina 45 cp della Arkopharma da 315 mg (33 mg di curcumina): tre cp al giorno (105 mg di curcumina) meglio dopo i pasti; la Curcuma vanta molti studi come antitumorale, agisce soprattutto nel inibire la crescita dei carcinomi, ha inoltre un potente effetto antalgico ed antinfiammatorio. Si può prendere sempre.
  • Tè Verde della LongLife 50 cp da 375 mg (45 mg di EGCG); l’EGCG (gallato di gallacatechina) ha un azione anti-angiogenetica ed agisce in sincronia con la Vit D; tre cp al giorno (135 mg di EGCG) meglio dopo i pasti (si può prendere insieme alla Curcuma). Si può prendere sempre.
  • Aspirinetta 100 mg , 1/die; si è visto che riduce considerevolmente certe malattie neoplastiche. Si può prendere sempre, sospenderla solo nel caso che insorgesse gastrite.

Dopo 30 giorni fare un dosaggio ematico diVit D, Calcemia, Creatininemia e comunicarmi i risultati anche per via telefonica. Il mio numero di cellulare è 3479125014

ALIMENTAZIONE NEI TUMORI

L’alimentazione è estremamente importante nei tumori, soprattutto deve essere povera di proteine animali soprattutto della carne e del latte e di zuccheri semplici. E’ consentito invece il pesce di mare, anche tutti i giorni, ma preferibilmente quello piccolo (sgombro) non il tonno che è ricco di mercurio . Il pesce è ricco di  grassi insaturi Omega -3 che hanno azione antitumorale.  . E’ consentito anche un uovo alla settimana. Ma si faccia soprattutto leva sulle proteine vegetali, in particolare le lenticchie che sono ricche di principi antitumorali. Si deve usare molta verdura di ogni genere con la quale si possono fare dei minestroni. Inoltre riporterò nella dieta alcune piante che sono palesemente antitumorali.

- Le brassicacee sono dei potenti antitumorali. Fra queste spicca in particolar modo il RAFANO RUSTICANO e la RAPA sia bianca (Brassica Rapa ) che la RAPA ROSSA o barbabietola rossa (Beta Vulgaris Rubra) e la Verza ed il Broccolo. Tutti questi vegetali hanno una potente azione antitumorale. Pare che tale azione sia dovuta a glicosidi solfocianici (sinalbina, gluconasturzinaecc), sia a gruppi S-H che hanno azione del tutto simile all’allicina. I glucosidi solfocianici sono comuni nelle crucifere ed hanno un azione apoptosica, cioè favoriscono la morte delle cellule tumorali

- L'Aglio e la Cipolla con i suoi prodotti solforati naturali hanno dimostrato di essere i più potenti antitumorali in natura; i primi studi consistenti risalgono ai primi anni 60 e sono stati raccolti dal farmacologo Cattorini (oltre 100 studi); però l'aglio e la cipolla occorre mangiarli crudi alla dose di 30 gr al giorno per l’aglio e 200 gr per la cipolla ; la cipolla cruda in particolare è particolarmente indicata nei tumori delle vie urinarie (reni, prostata, vescica, ureteri, uretra)

- Si faccia molto uso di OLIO DI OLIVA EXTRA VERGINE spremuto a freddo (ANCHE 100 GR AL GIORNO) perché contiene numerosi antiossidanti ed antitumorali. Si può utilizzare direttamente per condire la verdura. Non ci si preoccupi se può rialzare leggermente i trigliceridi, quelli che contano sono i Polifenoli ed i Tocoferoli che contiene che hanno una potente azione antitumorale.

- Succo di Mirtillo puro, se ne faccia uso spesso, le antocianine del mirtillo sono dei potenti antitumorali .

- La Frutta Secca è di fondamentale importanza: Noci, Nocciole e Mandorle sono dei potenti antitumorali. Si possono usare con vantaggio anche altri semi come quello di Girasole e di Sesamo, Pinoli, Bacche di Goij, Bacche di Rosa Canina, Bacche di Crespino. (per assimilarli meglio conviene macinarli con un macinacaffè). Generalmente nell'alimentazione si devono eliminare le proteine animali, ad eccezione del pesce, e sostituirle con le proteine dei legumi, fagioli, lenticchie ceci. Un ottima cosa è mangiare a colazione un frullato di frutta (frutti vari e di stagione) e si associ pure della cioccolata fondente al 99% , a pranzo un insalata mista con rucola , insalatina, fagioli, sgombro, salmone, olive snocciolate e condita con olio di oliva extra vergine in abbondanza, oppure pasta integrale seguita da verdura mista e da pesce, a cena un minestrone di verdura con molti fagioli e lenticchie ed olio di oliva extra vergine in abbondanza. Si usi spesso anche aglio e cipolla. Fra i pasti, come spuntino, si può usare qualche frutto senza esagerare. E' buona cosa eliminare gli zuccheri semplici ( con qualche eccezione), gli alcolici e gli alimenti in barattolo. Si possono usare invece liberamente gli alimenti surgelati. Si usi spesso la verza tagliata sottile e condita con olio e sale; meglio ancora se a questa si aggiunge un po di cipolla (tagliuzzata) o uno spicchio d'aglio. Per le bevande non si usino bevande troppo zuccherate (es CocaCola), meglio l'acqua fresca naturale. Per il caffè si usino pure due caffè al giorno purché non si zuccheri troppo. Le spezie si possono usare liberamente, in particolare quelle aromatiche ( timo, origano, salvia, maggiorana) sono molto salutari.

Centri di IPERTERMIA ONCOLOGICA:

 

Avellino Ospedale S. Giuseppe Moscati – Unità Fegato
Via Otranto – 83100 Avellino
Dr. Salvatore. D’Angelo (sadangelo@aosgmoscati.av.it)
Web:www.aosgmoscati.av.it

 

Bagnoli del Trigno (IS) Domus Area MJedica casa della salute
Variante Esterna
Per Info e contatti: Tel. 0874 870304 Fax.0874 870895
email: info@domusmedicabagnoli.it
Dott. Francesco Mastrodonato

 

Bari C/O Istituto Dei Tumori Giovanni Paolo II
Viale Orazio Flacco 65
Web:www.oncologico.bari.it/ Dr. Caldarola

 

Brescia Spedali Civili di Brescia
Piazzale Spedali Civili 1
Tel.:+39 (30) 39951 Prof. Dr. Vittorio Ferrari
Web:www.spedalicivili.brescia.it

 

Carrara Ospedale Civico di Carrara
Piazza Sacco e Vanzetti
Tel.:+39 (585) 7671 Dr. Alfonso Del Freo

 

Caserta Azienda Ospedaliera S. Anna e S. Sebastiano
Unità Operativa di Oncologia
Via Tescione, 1 – 81100 Caserta
Web: www.ospedale.caserta.it

Dr. Giovanni Pietro Ianniello (ianniellog@libero.it)

 

Dogana (Rep. San Marino) Servizi Medici Avanzati SRL.
Via Tre Settembre, 11 Alberto Zamboni
Tel.:+378 (549) 909532
Fax.:+378 (549) 909547
E-mail:info@sma.sm

 

Empoli (FI) Instituto Toscano Tumori / Ospedale San Giuseppe
Via Boccaccio 16
Tel.:+39 (571) 705639
Fax.:+39 (571) 705695

 

Lucera (FG) P.O. “F.Lastaria”
DH ONCOLOGIA – SENOLOGIA P.O. “F.Lastaria”
Viale Lastaria – 71036
Tel. 081543535

 

Marano di Napoli Centro Aktis
Via Lazio 32
Tel.:+39 (81) 39951 Dr. Gianfranco Scoppa
E-mail:centro.aktis@libero.it
Web:www.centroaktis.it

 

Massa Carrara Centro di Ipertermia
Via don Luigi Sturzo, 31 – 54100 Marina di Massa (MS)
Dr. Italo Spinelli (spinmutt@alice.it)

 

Milano Istituto di Medicina Biologica (IMBIO)
Via Molino delle Armi, 3-zona centro
Tel. 02 58300445 (4 linee) – Fax 02 58300670 info@imbio.it
Web: www.imbio.it

 

Merano (BZ) Ospedale di Merano
Servizio di Medicina Complementare
Tel. 0473 251 400 (Lu – ve dalle ore 09:00 – 12:00 e dalle 13:00 – 15:00)
Fax 0473 251 401
E-mail: komed@asbmeran-o.it
Responsabile: dott. Christian Thuile

 

Padova Studio Medico Serena SRL
Via F.G. D’acquapendente, 4/B
Tel. 049687899

 

Paviawww.ipertermia.org
Centro di Ipertermia
Via Trieste, 4/g – 27010 S. Genesio ed Uniti (PV). Tel. 0382/580185

Prof. Paolo Pontiggia – Dr.ssa Elisabetta Pontiggia (info@ipertermia.org)

 

Roma Clinica Villa Salaria
Via Filippo Antonio Gualterio 127
Tel.:+39 (328) 7867524 Dr. Carlo Pastore
E-mail:carlopastor@libero.it
Web:www.ipertermiaitalia.it

 

Roma Presidio Ospedaliero Sant’Andrea
U.O.C. Radioterapia
Via di Grottarossa 1035-1039
Dott. Enrico Clarke
e-mail: enricoclk@gmail.com

 

Roma Università Tor Vergata “Pol. Università di Tor Vergata” PTV
Centro di Ipertermia Clinica
Viale Oxford, 81 – 00133 – Roma
Dr.ssa Grazia Castigliani / Dr. Massimo Assogna / Dr. Mauro De Chicchis
Web: www.ptvonline.it

 

Roma Casa di Cura Marco Polo
Clinica Oncologica Monospecialistica
Viale Marco Polo, 41 – 00154 Roma
Responsabile servizio di radioterapia e oncologia: Dott.essa Sabrina Del Bufalo

 

Roma – www.ipertermiaoncologica.it
Centro medico “PRAXIS DS”
Via Magna Grecia, 117 – 00183 Roma (RM)
Prof. G. M. Pigliucci (giuseppe.pigliucci@libero.it)

 

Jerzu Casa Di Cura M. Tommasini S.R.L.
Via Ospedale
Tel.:+39 (782) 729000 Dr. Giorgio Pisu
Web:www.clinicatommasini.com

 

Salerno Casa di Cura Tortorella
Via Nicola Aversano, 1
84122 Salerno (SA)
Centralino Tel : 0892578111
Prenotazioni Tel : 0892578666
Fax: 089237081
Dr. Carmine Andrea Calvanese
Dirigente Medico

 

Teramo -Centro Polispecialistico Farnese
Località La Traversa – S.S. 81 64012 Campli (TE)
ipertermia.abruzzo@libero.it
Web: www.ipertermiaoncologicaabruzzo.it

 

Terni Demetra Istituto Italiano Andrologia S.r.l. Oncotherm partner:Demetra Istituto Italiano Andrologia S.r.l.
Via Staderini 19 / B
Tel.:+39 (0744) 461230 Dr. Marco Ballerini
E-mail:info@istitutoitalianoandrologia.com
Web:www.istitutoitalianoandrologia.com






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi