Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto
- - - - -

Arriva l'inverno più freddo del secolo!


  • Per cortesia connettiti per rispondere
182 risposte a questa discussione

#41 tornado

tornado

    Josephine Williams 😂🙂🤣

  • Utenti
  • 16965 messaggi

Inviato 03 gennaio 2014 - 06:29

Mmm però mi pare che nel 2004/2005 di neve ne fece molta ma molta meno rispetto a due anni fà. Bho vedremo... tu però tienici aggiornati che se ricordo bene eri piuttosto bravo nell' arte della metereologia. :D

Precipitazioni nevose più intense e maggiori non significa più freddo. Anzi solitamente gli inverni più freddi sono quelli in cui nevica di meno, e si ha la persistenza più a lungo e la maggiore presenza durante l'inverno dell'anticiclone russo-siberiano in italia, che non fa nevicare ovviamente, ma determina condizioni di maggiore freddo perché appunto il cielo si mantiene sereno e senza nebbie.

                                       28saiba.jpg

 

 

                        a.e.%2B7.jpg

 

 

                                          


#42 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8121 messaggi

Inviato 03 gennaio 2014 - 06:46

Mmm però mi pare che nel 2004/2005 di neve ne fece molta ma molta meno rispetto a due anni fà. Bho vedremo... tu però tienici aggiornati che se ricordo bene eri piuttosto bravo nell' arte della metereologia. :D


i fattori sono molteplici. ad esempio il vento da est in adriatico impedisce alla neve di attecchire bene sul livello del mare, mentre permette accumuli maggiori in collina. poi, come spiego a tornado...

Precipitazioni nevose più intense e maggiori non significa più freddo. Anzi solitamente gli inverni più freddi sono quelli in cui nevica di meno, e si ha la persistenza più a lungo e la maggiore presenza durante l'inverno dell'anticiclone russo-siberiano in italia, che non fa nevicare ovviamente, ma determina condizioni di maggiore freddo perché appunto il cielo si mantiene sereno e senza nebbie.


questo è vero, ma NON sempre per le coste adriatiche. se il mare è relativamente caldo (come lo è adesso) ed entra aria fredda e secca potrebbe attivarsi l'effetto ase Adriatico Snow Effect
detto in parole povere, se adesso entrasse aria siberiana con venti NON troppo forti, le coste adriatiche riceverebbero un bel carico di neve, mentre passato l'appennino, la parte tirrenica si beccherebbe solo freddo sterile senza precipitazioni.
la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#43 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 03 gennaio 2014 - 06:59

Precipitazioni nevose più intense e maggiori non significa più freddo. Anzi solitamente gli inverni più freddi sono quelli in cui nevica di meno, e si ha la persistenza più a lungo e la maggiore presenza durante l'inverno dell'anticiclone russo-siberiano in italia, che non fa nevicare ovviamente, ma determina condizioni di maggiore freddo perché appunto il cielo si mantiene sereno e senza nebbie.


Sì,anche perché nevica a 0 gradi,quindi quando nevica, non fa mai troppo freddo.

#44 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8121 messaggi

Inviato 03 gennaio 2014 - 08:04

Sì,anche perché nevica a 0 gradi,quindi quando nevica, non fa mai troppo freddo.

quindi secondo questa logica i poli dovrebbero essere sgombri... perchè dovete continuamente aprire la bocca per vomitare cazzate? vi rendete conto che parlare per luoghi comuni senza approfondire la cosa vi mette alla pubblica gogna e mostra solo la vostra pochezza culturale.
la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#45 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 03 gennaio 2014 - 08:13

quindi secondo questa logica i poli dovrebbero essere sgombri... perchè dovete continuamente aprire la bocca per vomitare cazzate? vi rendete conto che parlare per luoghi comuni senza approfondire la cosa vi mette alla pubblica gogna e mostra solo la vostra pochezza culturale.


Beh,da quel che mi risulta il Polo Sud ha un clima desertico, quindi quasi totale assenza di precipitazioni ed essendo le temperature a meno 50 o 60 gradi, ci sono i ghiacci perenni. Inoltre, se uno avesse un minimo di base fisica,saprebbe che 0 gradi sono il momento in cui avviene il passaggio dallo stato liquido allo stato solido. In soldoni,se la temperature scende sotto 0 gradi,non possiamo parlare di neve ,ma di grandine, cioè pezzi di ghiaccio.... la neve invece essnedo acqua semighiacciata,può esserci soltanto a circa 0 gradi. Ma chiaramente bisogna avere un minimo di sapienza non solo geografica per sapere che al polo sud vi è un clima desertico,ma anche un minimo di conoscenza della fisica.....

#46 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8121 messaggi

Inviato 03 gennaio 2014 - 09:02

direi che con "acqua semi ghiacciata a 0 gradi" mostri in modo esaustivo le tue basi fisiche, sempre che NON ti stessi riferendo ai tuoi piedi.
ora vediamo dove vai a parare.
www.meteoromagna.com/vis_testi.php?curl=meteocenter&idtesto=396
la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#47 tornado

tornado

    Josephine Williams 😂🙂🤣

  • Utenti
  • 16965 messaggi

Inviato 03 gennaio 2014 - 10:33

Sì,anche perché nevica a 0 gradi,quindi quando nevica, non fa mai troppo freddo.


Beh,da quel che mi risulta il Polo Sud ha un clima desertico, quindi quasi totale assenza di precipitazioni ed essendo le temperature a meno 50 o 60 gradi, ci sono i ghiacci perenni. Inoltre, se uno avesse un minimo di base fisica,saprebbe che 0 gradi sono il momento in cui avviene il passaggio dallo stato liquido allo stato solido. In soldoni,se la temperature scende sotto 0 gradi,non possiamo parlare di neve ,ma di grandine, cioè pezzi di ghiaccio.... la neve invece essnedo acqua semighiacciata,può esserci soltanto a circa 0 gradi. Ma chiaramente bisogna avere un minimo di sapienza non solo geografica per sapere che al polo sud vi è un clima desertico,ma anche un minimo di conoscenza della fisica.....

No principessa non è come dici.
In italia al livello di pianura o di mare, la neve cade intorno ai 0° (solitamente tra i 2 e -2°) perché da noi non fa mai troppo freddo per avere temperature più basse quando nevica al livello del piano. Ma la neve può cadere anche a temperature molto basse, anzi non c'è un limite di temperatura sotto il quale la neve non può cadere. La neve può cadere anche a -60°C ed anche alla temperatura più bassa che si sia mai avuta sulla Terra.
Ovviamente c'è una differenza nella forma tra la neve che cade a 0°C (zero gradi) e la neve che cade a temperature più basse. A 0°C la neve si presenta a fiocchi molto grandi, si hanno quindi i classici fiocchi di neve molto soffici. Mentre a temperature più basse di 0°C, i fiocchi sono sempre di dimensioni più piccole a temperature sempre più basse, e sono anche sempre meno soffici con temperature sempre più basse, ma si tratta sempre di neve anche a -60°C poiché la struttura è la medesima. Infatti sotto gli 0°C le precipitazioni solide che possono esserci sono la neve, la pioggia gelata e la pioggia congelandosi, ma non può mai grandinare (grandine, neve tonda, gragnola)
Link Pioggia gelata - Wikipedia
Link Pioggia congelantesi - Wikipedia

                                       28saiba.jpg

 

 

                        a.e.%2B7.jpg

 

 

                                          


#48 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 04 gennaio 2014 - 09:17

direi che con "acqua semi ghiacciata a 0 gradi" mostri in modo esaustivo le tue basi fisiche, sempre che NON ti stessi riferendo ai tuoi piedi.
ora vediamo dove vai a parare.
www.meteoromagna.com/vis_testi.php?curl=meteocenter&idtesto=396


innanzi tutto noi stiamo parlando per il nostro paese e nel nostro paese nevica solitamente a 0 gradi. Quindi se in Italia nevica,non è indice di un inverno freddissimo. Detto questo, non ci vuole l'intelligenza di Marie Curie per capire che la neve non può cadere a grandi temperature sotto 0 perché altrimenti sarebbe un mezzo disastro per tutto l'ecosistema. Prendiamo per un momento in esame la sciocchezza che hai detto,cioè quella delle nevicate al Polo Sud, per esempio. Se davvero nevicasse al Polo Sud,come tu credi, e non so quanto, diciamo 10 cm di neve l'anno, secondo le tue farneticazioni, in un 10.000 anni d'umanità , si sarebbero formate montagne di neve di 1000 metri. In sostanza tutta l'acqua del pianeta andrebbe a finire ai Poli dove rimarebbe per sempre ghiacciata. Quindi, anche senza il cervello di Marie Curie,possiamo affermare che non nevica mai laddove le temperature sono eccessivamente basse perché la neve deve anche sciogliersi per ritornare nel ciclo dell'acqua. E se nevicasse al polo sud, come tu credi, questa neve non tornerebbe mai indietro,ma rimarebbe per sempre ghiacciata là.

Ah,dimenticavo. In montagna nevica a -10 perché bolle a 90 e non a 100....lo sanno anche i polli che in montagna è tutto sfasato per 10 gradi.

#49 dodecaedra

dodecaedra

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 3906 messaggi

Inviato 04 gennaio 2014 - 12:01

Il polo sud ha un clima desertico, quasi senza precipitazioni. Tuttavia, forti venti possono causare fenomeni di neve. (wiki)

Capire fischi per fiaschi scatena le fantasie più accese, il perchè lo sa soltanto il Signore.



#50 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8121 messaggi

Inviato 04 gennaio 2014 - 12:17

innanzi tutto noi stiamo parlando per il nostro paese e nel nostro paese nevica solitamente a 0 gradi. Quindi se in Italia nevica,non è indice di un inverno freddissimo. Detto questo, non ci vuole l'intelligenza di Marie Curie per capire che la neve non può cadere a grandi temperature sotto 0 perché altrimenti sarebbe un mezzo disastro per tutto l'ecosistema. Prendiamo per un momento in esame la sciocchezza che hai detto,cioè quella delle nevicate al Polo Sud, per esempio. Se davvero nevicasse al Polo Sud,come tu credi, e non so quanto, diciamo 10 cm di neve l'anno, secondo le tue farneticazioni, in un 10.000 anni d'umanità , si sarebbero formate montagne di neve di 1000 metri. In sostanza tutta l'acqua del pianeta andrebbe a finire ai Poli dove rimarebbe per sempre ghiacciata. Quindi, anche senza il cervello di Marie Curie,possiamo affermare che non nevica mai laddove le temperature sono eccessivamente basse perché la neve deve anche sciogliersi per ritornare nel ciclo dell'acqua. E se nevicasse al polo sud, come tu credi, questa neve non tornerebbe mai indietro,ma rimarebbe per sempre ghiacciata là.


innanzitutto ai poli nevica eccome, solo che la neve NON accumula quasi mai perchè per il vento forte (quasi sempre presente) e la temperatura bassissima, NON riesce ad attecchire sulle superfici venendo continuamente spazzata via. solo in presenza di ostacoli si possono avere "accumuli eolici", altrimenti la superficie viene sempre livellata dal vento. inoltre, caso mai ti fosse sfuggito, l'altezza media delle calotte artiche è di 2000 metri, con punte oltre i 4000 metri in certe zone, senza considerare che da sole rappresentano quasi il 90% dell'acqua dolce presente su questo pianeta.

Ah,dimenticavo. In montagna nevica a -10 perché bolle a 90 e non a 100....lo sanno anche i polli che in montagna è tutto sfasato per 10 gradi.


tu e i tuoi polli sapete sta cosa perchè vivete nel villaggio di hello kitty, ma nella nostra realtà le cose sono ben diverse. dai un'occhiata al diagramma dell'acqua e ti renderai conto delle assurdità delle tue affermazioni. se NON riesci a capirlo, vai in montagna, metti una bottiglia d'acqua in congelatore e vedi se riesce a ghiacciare con temperature inferiori ai -10 gradi.
la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#51 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 04 gennaio 2014 - 12:31

Il polo sud ha un clima desertico, quasi senza precipitazioni. Tuttavia, forti venti possono causare fenomeni di neve. (wiki)

Capire fischi per fiaschi scatena le fantasie più accese, il perchè lo sa soltanto il Signore.


No. Al polo sud non nevica praticamente mai e se nevica,nevica lungo le coste, a causa delle correnti calde provenienti dal mare. Al polo sud ci sono rarissime precipitazioni che però non rientrano nella definizione di neve, ma di simil-neve.

@Ignorante:
Al polo sud nevicava moltissimi secoli fa, permettendo l'accumulo di neve. Tuttavia questi ghiacci sono tali da millenni,non certamente dovuti agli accumili di oggigiorno. Perciò al Polo Sud ha nevicato soltanto in epoche remotissime quando il Polo Sud occupava una posizione diversa, periodo in cui si sono accumulati i ghiacci. Oggi, da quel che mi risulta, non c'è un significativo accrescimento dei ghiacci del polo sud proprio perché non nevica più.

#52 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8121 messaggi

Inviato 04 gennaio 2014 - 12:59

No. Al polo sud non nevica praticamente mai e se nevica,nevica lungo le coste, a causa delle correnti calde provenienti dal mare. Al polo sud ci sono rarissime precipitazioni che però non rientrano nella definizione di neve, ma di simil-neve. ...

essendo la superficie coperta di ghiacci e le temperature bassissime, NON c'è praticamente evaporazione e i moti convettivi dell'aria NON possono attivarsi, da qui l'assenza di precipitazioni "locali". tuttavia data la forza dei venti circumpolari spesso accade che i venti umidi e caldi oceanici riescano a far breccia apportando precipitazioni anche pesanti ben oltre le coste. poi come detto, essendo tutto ghiacciato, la neve NON attecchisce al suolo, ma viene spazzata via generando solo accumuli eolici.
inventare termini come "simil-neve" per cercare di avere ragione a tutti i costi mostra solo quanto sia disperato il tuo tentativo di arrampicarti sugli specchi.
la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#53 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 04 gennaio 2014 - 01:26

essendo la superficie coperta di ghiacci e le temperature bassissime, NON c'è praticamente evaporazione e i moti convettivi dell'aria NON possono attivarsi, da qui l'assenza di precipitazioni "locali". tuttavia data la forza dei venti circumpolari spesso accade che i venti umidi e caldi oceanici riescano a far breccia apportando precipitazioni anche pesanti ben oltre le coste. poi come detto, essendo tutto ghiacciato, la neve NON attecchisce al suolo, ma viene spazzata via generando solo accumuli eolici.
inventare termini come "simil-neve" per cercare di avere ragione a tutti i costi mostra solo quanto sia disperato il tuo tentativo di arrampicarti sugli specchi.


Prendiamo come punto di partenza la presunta data inventata dagli scienziati come estinzione dei dinosauri, cioè 65 milioni di anni fa, se ogni anno dovesse nevicare anche solo 1 millimetro,avremmo 650.000 metri di neve di montagne,ti rendi conto della sciocchezza che hai detto? al polo sud non nevica e infatti non vi vengono fatte le misurazioni mensili / annue proprio perché le precipitazioni non ci sono. Ora,non vengono fatte le misurazioni e non abbiamo dati in riguardo, però i dati ce li ha un Ignorante . Un comportamento davvero sciocchino.

#54 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8121 messaggi

Inviato 04 gennaio 2014 - 01:52

Prendiamo come punto di partenza la presunta data inventata dagli scienziati come estinzione dei dinosauri, cioè 65 milioni di anni fa, se ogni anno dovesse nevicare anche solo 1 millimetro,avremmo 650.000 metri di neve di montagne,ti rendi conto della sciocchezza che hai detto? al polo sud non nevica e infatti non vi vengono fatte le misurazioni mensili / annue proprio perché le precipitazioni non ci sono. Ora,non vengono fatte le misurazioni e non abbiamo dati in riguardo, però i dati ce li ha un Ignorante . Un comportamento davvero sciocchino.

forse sai contare, ma di certo NON capisci quello che scrivo, o meglio, NON te ne frega niente perchè la tua convinzione ti porta a credere, NON a capire. inutile che mi ripeta, leggiti la storia di amundsen.
la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#55 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 04 gennaio 2014 - 01:54

forse sai contare, ma di certo NON capisci quello che scrivo, o meglio, NON te ne frega niente perchè la tua convinzione ti porta a credere, NON a capire. inutile che mi ripeta, leggiti la storia di amundsen.


e tu citami la stazione meteorologica del polo sud che fa le rilevazioni delle precipitazioni nevose e indicamene le misurazioni:)

#56 anguana

anguana

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 185 messaggi

Inviato 04 gennaio 2014 - 03:34

Buongiorno, vorrei portare un contrinuto alla discussione (copiato da internet :shame:), da cui traspare che Principessa non ha tutti i torti, certo non conosce perfettamente la termodinamica:icon_smile:, ma al Polo Sud nevica pochissimo, in media tra i 5 e i 20 cm all'anno (un cm cubo d'acqua pesa un grammo):

IL CLIMA IN ANTARTIDE

1.3 Precipitazione

L’acqua del ghiaccio antartico rappresenta circa il 2% di quello contenuto dagli oceani della terra. Visto che la calotta glaciale e’ in equilibrio, nel senso che non avanza ne’ regredisce, ne deriva che la quantita’ di acqua ricevuta sottoforma di precipitazioni deve bilanciare quella persa nello scioglimento. Le stime di precipitazione sono difficili da fare in quanto il vento muove la neve continuamente attraverso la superficie del continente, ed in modo particolare sull’Antartide occidentale. Qualsiasi ostacolo presente sulla superficie, blocca la neve trascinata dal vento e viene sepolto, creando quindi un accumulo, mentre le superfici gia’ lisce vengono continuamente ripulita da qualsiasi tipo di precipitazione. In ogni caso, gli accumuli sono stati stimati utilizzando vari metodi quali ad esempio le sezioni stratigrafiche, differenze nel rapporto isotopico dell’ossigeno nella neve accumulata e il decadimento negli strati nevosi degli isotopi radioattivi presenti nell’atmosfera sia naturalmente che come risultato dei test atomici. Si rileva che la precipitazione e’ < di 5 gr/cm^2 /anno su gran parte del plateau dell’Antartide orientale, e la maggior parte del continente riceve tra 5 e 20 gr/cm^2/anno. Sulle coste l’andamento delle precipitazioni e’ variabile, alcune localita’ ricevono oltre 60 gr/cm^2/anno, mentre altre aree isolate ricevono scarse quantita’ di precipitazioni. La precipitazione media totale per l’intero continente ammonta a circa 15 gr/cm^2/anno. La caratteristica piu’ importante da rilevare, e’ il fatto che la distribuzione delle precipitazioni su gran parte dell’Antartide orientale, rispecchia quella di regioni estremamente aride del pianeta quali il Sahara e il deserto del Gobi. Di fatto, la maggior parte dell’Antartide e’ tecnicamente un deserto. La natura arida del continente viene ulteriormente enfatizzata dal freddo estremo e, nonostante la grande quantita’ di acqua presente, essa rimane perennemente ghiacciata, e quindi di fatto , mai disponibile in forma liquida. L’aridita’ della parte centrale dell’Antartide e’ una conseguenza della circolazione atmosferica. Secondo Weyant (1966) gran parte dell’acqua atmosferica precipitata sull’Antartide, ha origine nelle acque libere dell’emisfero australe. Il maggior afflusso d’ acqua si verifica durante l’inverno e, la maggior parte di essa viene trasportata nell’alta troposfera. La zona del Plateau piu’ interno, che comprende gran parte dell’Antartide orientale, e presenta precipitazioni inferiori ai 10 gr/cm^2/anno, raramente e’ interessato da copertura nuvolosa’ , riceve una elevata insolazione ed e’ caratterizzata da venti di debole intensita’. Di conseguenza, la maggio parte delle precipitazioni che interessano questa regione, provengono direttamente dai livelli piu’ alti della troposfera, ed hanno origine nei mari remoti sia delle regioni temperate che tropicali. La maggior parte dell’umidita’ presente nella massa d’aria, e’ stata aquistata prima che essa giunga in Antartide e questo in parte spiega il basso apporto di precipitazioni.

May the road rise to meet you, may the wind be always at your back, may the sun shine warm upon your face, and the rains fall soft upon your fields and, until we meet again, may God hold you in the palm of His hand.

http://forum.cosenas...line=1377708220

#57 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 04 gennaio 2014 - 04:01

Dall'enciclopedia in merito all'Antartide

Sul continente grava un’area anticiclonica permanente

da Antartide nell?Enciclopedia Treccani

e in meteorologia anticiclone= assenza di precipitazioni.

Quindi al Polo Sud (che è la parte centrale dell'Antartide) non è che pioviscola o neviscola, ma non piove e non nevica. E,con tutto rispetto per Ignorante, ma mi fido di più dell'Istituto Treccani piuttosto che di un Ignorante qualsiasi.

#58 Ignorante

Ignorante

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 8121 messaggi

Inviato 04 gennaio 2014 - 04:48

forse NON sono stato abbastanza chiaro.

essendo la superficie coperta di ghiacci e le temperature bassissime, NON c'è praticamente evaporazione e i moti convettivi dell'aria NON possono attivarsi, da qui l'assenza di precipitazioni "locali". tuttavia data la forza dei venti circumpolari spesso accade che i venti umidi e caldi oceanici riescano a far breccia apportando precipitazioni anche pesanti ben oltre le coste. poi come detto, essendo tutto ghiacciato, la neve NON attecchisce al suolo, ma viene spazzata via generando solo accumuli eolici.
...


la nobiltà dello schiavo è la ribellione

#59 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 04 gennaio 2014 - 06:09

Sta diventnado comico come vuoi averla vinta dinanzi a un'enciclopedia di prestigio (non certo la wikipedietta per i bimbetti) ove si capisce chiaramente che al Polo Sud c'è un permanente anticiclone, quindi niente nuvole e nuvolette che fanno breccia. In ogni caso termino qua questo lungo, e a dir poco noioso, battibecco, perché una persona con un minimo di conoscenze tecniche, saprebbe che non può nevicare se non a 0 gradi. E mi fermo, perché qualsiasi altra discussione, è soltanto tempo sprecato.E per concludere questo ronzio di mosche, cito nuovamente la prestigiosa eniclopedia sotto la voce neve

Attraversando strati d’aria con temperatura intorno a 0 °C, i cristalli di n. diventano umidi per parziale fusione e tendono ad agglomerarsi in fiocchi che talvolta possono assumere dimensioni ragguardevoli, anche di qualche centimetro.


Neve nell?Enciclopedia Treccani

Quindi la neve, intesa come i classici fiocchi, come sostenuto anche dalla prestigiosissima eniclopedia del più prestigioso istituto italiano di ricerca,può avvenire soltanto a 0 °C ed esattamente per i motivi che ho detto io (diventano umidi per parziale fusione......). Mi fermo perché la discussione sta rasentando i livelli del asilo nido.

#60 tornado

tornado

    Josephine Williams 😂🙂🤣

  • Utenti
  • 16965 messaggi

Inviato 04 gennaio 2014 - 06:43

innanzi tutto noi stiamo parlando per il nostro paese e nel nostro paese nevica solitamente a 0 gradi. Quindi se in Italia nevica,non è indice di un inverno freddissimo. Detto questo, non ci vuole l'intelligenza di Marie Curie per capire che la neve non può cadere a grandi temperature sotto 0 perché altrimenti sarebbe un mezzo disastro per tutto l'ecosistema. Prendiamo per un momento in esame la sciocchezza che hai detto,cioè quella delle nevicate al Polo Sud, per esempio. Se davvero nevicasse al Polo Sud,come tu credi, e non so quanto, diciamo 10 cm di neve l'anno, secondo le tue farneticazioni, in un 10.000 anni d'umanità , si sarebbero formate montagne di neve di 1000 metri. In sostanza tutta l'acqua del pianeta andrebbe a finire ai Poli dove rimarebbe per sempre ghiacciata. Quindi, anche senza il cervello di Marie Curie,possiamo affermare che non nevica mai laddove le temperature sono eccessivamente basse perché la neve deve anche sciogliersi per ritornare nel ciclo dell'acqua. E se nevicasse al polo sud, come tu credi, questa neve non tornerebbe mai indietro,ma rimarebbe per sempre ghiacciata là.

Ah,dimenticavo. In montagna nevica a -10 perché bolle a 90 e non a 100....lo sanno anche i polli che in montagna è tutto sfasato per 10 gradi.

Sei così convinto che ho la certezza che tu lo sei veramente! Però continui a sbagliare! Tu hai nozioni di chimica-fisica completamente errate.
E' vero che in montagna l'acqua bolle ad una temperatura minore di 100°C, ma non si può dire la stessa cosa per il punto di fusione e di congelamento dell'acqua. In montagna infatti l'acqua congela (o fonde) sempre a 0°C, non c'è nessuna variazione di temperatura passando dal livello del mare all'alta montagna. Anche nella cima dell'Everest (8848m) l'acqua congela (o fonde) a 0°C. Devi considerare che nella cima dell'Everest la pressione atmosferica è di 250 mm/Hg corrispondente a 333 mBar (o ettopascal) ma anche a questa pressione il punto di fusione o di congelamento dell'acqua è sempre di 0°C . A tale proposito di invito a vedere il diagramma qui sotto, dove tu stesso puoi constatare che il punto di fusione e di congelamento dell'acqua ha sempre lo stesso valore di temperatura dal livello del mare fino alla cima dell'Everest.
Comunque continuo a non capire perché credi che la neve cade solo a 0° e non a temperature più basse, questo dove l'avresti letto?

Nei giorni scorsi ci sono state tempeste di neve negli stati uniti, con la neve che è caduta con temperatura anche fino a -25°C
Link notizia Stati Uniti: tempesta di neve, 16 morti. A New York stato d'emergenza

In questo articolo scientifico linkato qui sotto, si legge questo: Dopo tutto la neve può cadere al suolo anche copiosa con temperature di -10, -25, -40 o anche -60°C.
Link articolo Da "fa troppo freddo per nevicare" a "non può nevicare se la temperatura è sopra lo zero": tutti i falsi luoghi comuni sulla neve - Meteo Web

Ti ho inoltre già spiegato, ma mi hai di proposito ignorato, che a 0°C la neve cade a fiocchi molto grandi e molto soffici, ma non è l'unica temperatura a cui cade la neve, sarebbe assurdo. A temperature più basse di 0°C, i fiocchi di neve sono sempre più piccoli e sempre meno soffici quanto più bassa è la temperatura. Ma è sempre neve quella che cade a -60°C , sebbene i fiocchi sono di ridottissime dimensioni e assai poco soffici, ma la struttura cristallina è sempre quella della neve.



Immagine inserita

                                       28saiba.jpg

 

 

                        a.e.%2B7.jpg

 

 

                                          





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi