Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



- - - - -

Le concentrazioni di Co2 sono la causa di questo inverno caldo


  • Per cortesia connettiti per rispondere
21 risposte a questa discussione

#21 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 13 novembre 2013 - 12:33

Ma questa diminuzione non è da considerarsi occasionale, ma bensì costante e durevole negli anni, sistemica (cosa che dice l'articolo stesso).

Quindi su con la vita .:punk:.


no, Peter, è inutile fare del ottimismo. La situazione è drammatica, i gas serra e la Co2 sono in aumento ,questa è stata tra le annate più calde dell'ultimo secolo e mezzo e il pianeta è malato

La Terra ha la febbre: record di caldo anche nel 2013

l'amazzonia sta venendo rasa non so di quanti campi da calcio al giorno, la cina e l'india crescono sempre di più producendo sempre più Co2,i ghiacci si sciolgono, il mare si acidifica .....
non vedo nulla di buono.

#22 robybar

robybar

    Utente Junior

  • Utenti
  • 71 messaggi

Inviato 05 aprile 2014 - 07:43

Io a tutti questi articoli che parlano di record caldi non credo molto,ogni anno si assiste alla stagione più calda degli ultimi 648274638283647383 anni ed altre boiate assurde.
Prima di tutto vorrei precisare che nella dryas recente, ovvero 8-10.000 anni fa, dopo l'ultima glaciazione ci furono temperature moooooolto più alte delle odierne. Senza contare tutta la storia climatica della terra, Pensate che i dinosauri vivevano in un clima talmente caldo che c'erano solo foreste caldoumide e deserti, niente permafrost né tundra né ghiacciai né nulla di freddo. Infatti è stato il caldo ad agevolare le dimensioni dei dinosauri che comunque erano rettili e avevano bisogno di molto calore.
Detto questo, torniamo al nostro tempo.
Nella sequenza di foto che mostrano l'Eurasia sempre più ghiacciata io non vedo un raffreddamento climatico globale ma solo locale, relativo al Nord Europa e alla Russia europea, cioè in pratica le zone che risentono maggiormente del rallentamento e dell'accorciamento della corrente del Golfo. È certo che questa corrente si sta modificando, forse a causa della grande immissione di acqua fredda da parte della Groenlandia, quindi lì qualcosa si sta sciogliendo.
Ma è anche vero che i ghiacciai dell'Antartide si stanno espandendo, oggi sono oltre il 40%in più rispetto a una decina di anni fa.
Boh onestamente non so cosa pensare.... Ma nel dubbio è meglio limitare in modo sicuro le emissioni di co2 per evitare brutte sorprese, non si sa mai...
E già che ci siamo lasciamola intatta qualche foresta giusto per assorbire un po' di co2...




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi