Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies

Foto

Sei razzista ?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
320 risposte a questa discussione

Sondaggio: Voi siete razzisti ? (156 utente(i) votanti)

Voi siete razzisti ?

  1. Si (18 voti [27.69%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 27.69%

  2. Votato No (47 voti [72.31%] - Visualizza)

    Percentuale di voti: 72.31%

Voto I Visitatori non possono votare

#41 Ancan

Ancan

    Roditore di Narnia

  • Utenti
  • 1816 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 07:07

Voi siete razzisti ? Io ho votato NO.


io non sono razzista ma il discorso è lungo .
( MI SCUSO PER EVENTUALI ERRORI GRAMMATICALI )



#42 Menkalinan

Menkalinan

    quark charm

  • Utenti
  • 3196 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 07:20

Non mi metto a fare discorsi sull'uno, sullo spirito e non capisco questa demonizzazione dell'ego, ma ti faccio una domanda e ti chiedo di rispondere onestamente, con la prima risposta che ti viene in mente.

Se io vado in un campo nomadi, mi metto a seguire tutti chiedendo soldi con fare lamentoso e borbottando robe a caso ogni volta che non mi vengono dati, cosa [mi] succede?


Si, son razzista.


Ho parlato di evoluzione spirituale, perchè ci sono tanti utenti che si dichiarano "illuminati", o che hanno superato la dualità, ma se gli parli del prossimo, di avere compassione e comprensione per chi è in condizioni di povertà e disagio, si rivelano in tutta la natura umana molto materiale e lo Spirito va a farsi benedire.:p

Comunque per rispondere alla tua domanda, presumo che probabilmente nessuno (nè rom, nè italiano, nè neozelandese) voglia essere scocciato e infastidito, in certe cose reagiamo alla stessa maniera, per questo (:laugh:) siamo uguali.

Mi pare che adesso il "nemico" siano gli immigrati, che hanno la colpa di tutti i nostri disagi, però se le istituzioni facessero qualcosa di concreto per risolvere la questione, forse il problema sarebbe ridimensionato, ricordiamoci che anche noi italiani siamo stati emigranti, siamo stati discriminati in terre straniere, in virtù di questo dovremmo capire un pò di più.

La scienza non può svelare il mistero fondamentale della natura. E questo perché, in ultima analisi, noi stessi siamo parte dell'enigma che stiamo cercando di risolvere. (Max Planck)


#43 Lancillotto2013

Lancillotto2013

    Bannato

  • Bannati
  • 7299 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 07:33

C'è un'espressione latina molto efficace, aderente al tuo pensiero e a quello di molti altri, divide et impera, c'è chi ha grande interesse a far questo, principalmente in questo momento storico.
Si fa passare l'idea che le minoranze, gli stranieri, etc, vengano ad impossessarsi dei nostri beni a "comandare", quando invece c'è posto per tutti su questo pianeta,

Il buono e il bello, il brutto e il cattivo sono dappertutto, gli stranieri se vogliono venire qua a lavorare:

1 Deve esserci posto di lavoro e chiamata (come facevano in sud-america quando ci andavano i veneti a lavorare .. c'è una comunità vasta di veneti la' oggi..ancora)

2 Non violi le frontiere pagando 10 o 20.000 dolalri al deliquente che ti tira sul barcone e poi ti butta a mare.
Ci son oaerei, treni, ecc.. e io ho potuto vedere su RAI 2 un ottimo servizio in cui vedevi come tutti sti ragazzi giovani passano giorni e giorni sui bar della costa ..in attesa di venir qui di sfrodo in maniera illegale.

Domanda : come mai lo fanno .. visto che un aereo ti costerà 200 euri ? che sia già invischiati in un giro paramafiotico gestito da Entità locali e Entità Italiane di malaffare (non ecerto entità ..spirituali e benefiche.. ovvio).

La tua teoria è anche mia: è la pratica che è differente ..

convivere e condividere sono comportamenti più giusti e più umani da adottare in una società che si definisce civile.


La ns. società è incivile a modo suo: mai provato ad andare a vivere in quei posti, magari in africa dove trovi un ragazzino col macete e il mtraglione in mano che ti fà a pezzi ?

Quella tu la chiami civiltà o meglio della ns. cattiva società ? mah... diciamo un limite all'auto critica se no andiamo nel buonismo da teatrino .. non lo dico a te, ovvio.

Si fa un gran parlare di evoluzione spirituale a parole, perchè sì, certi discorsi sono belli da ascoltare: siamo tutti Uno, dobbiamo trascendere l'ego, siamo puro Spirito..
ma quando si tratta di mettere in pratica esce fuori l' egoismo, la cattiveria e la prevaricazione.


Ma anche no cara, io ad esempio sto aiutando persone che conosco solo per lettera e vivono (muoiono di fame.. più che vivere) a migliaia di km. dal ns. paesello incantado ..:beguiled:

Quel che posso faccio e farò : nel limite delle mie possibilità economiche.. certo se ero Bill Gates li avrei aiutati tutti .. perchè sono milioni di persone che "creapano di fame strozzate dalle Vecchie Multinazionali nate nei lontani anni 30 .. ecc.. evito di dire di dove .. ma lo sappiamo benissimo ..."
Posted Image Non esistono Regole l'unica legge è AMORE

#44 Guest_Wolfairy_*

Guest_Wolfairy_*
  • Ospiti

Inviato 16 luglio 2013 - 07:33

no, anzi secondo me il mondo dovrebbe essere interpretato così (e non solo l'Africa, ma anche l'America, l'Asia, l'Oceania)



#45 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 16 luglio 2013 - 07:36

Quel che posso faccio e farò : nel limite delle mie possibilità economiche.. certo se ero Bill Gates li avrei aiutati tutti .. perchè sono milioni di persone che "creapano di fame strozzate dalle Vecchie Multinazionali nate nei lontani anni 30 .. ecc.. evito di dire di dove .. ma lo sappiamo benissimo ..."


I poveri sono sempre altruisti. Eh, c'est la vie.

#46 edyta78

edyta78

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2570 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 07:41

Faccio mia questa lettera inviata a Fiorella Mannoia e al Ministro Kyenge"Fiorella, Ministro Kyenge, mi spiace davvero. Che la vostra strada sia in salita, mi spiace. Che l'odio e le rivalse personali rendano ottusi, mi dispiace. Che tra i commenti xenofobi ci sia la firma di tante donne, mi dispiace. Io sono razzista, Fiorella, e signora Kyenge. Mi piace contenere la cosa, porto rispetto, ma in fondo al cuore lo sono. Come tutti. Come anche voi, o i vostri amici e parenti. Temo ciò che non conosco, vivo nel convincimento che gli occidentali siano nel giusto e che il cosiddetto "terzo mondo" sia "indietro". Se incontro uno zingaro tengo la mano sul portafoglio, e mi stupisco se un nero non sa ballare. Sono così, sono umano e stupido. Sono figlio del mio tempo, sono cresciuto in un contesto in cui le battute sul diverso si sprecavano, dal negro superdotato all'ebreo tirchio, dal frocio all'islamico con la dinamite nella cintura. Questo orrore ottuso c'è nel mio background, come in quello di tutti noi. Con la differenza che io ho avuto la fortuna di non essere vittima di vessazioni. Mi spiego meglio: non ho mai avuto motivo di manifestare odio o rancori, perché per fortuna non ho mai avuto la sensazione di essere vittima. E di conseguenza non ho mai avuto motivo di vestirmi da carnefice, pur di non essere più una vittima. Fiorella, signora Kyenge, il problema vero non è il razzismo, è l'intolleranza. Sembrano sinonimi, ma non lo sono. L'incapacità di tollerare che qualcuno possa essere considerato pari (o addirittura superiore) a noi è incontenibile nell'animo di chi è stato (o si è creduto) vittima. E costoro farebbero di tutto (brutti stronzoni) per non sentirsi più in quei panni. Ed ecco il bullismo a scuola, il nonnismo tra i militari, il femminicidio, il linciaggio degli omosessuali, le guerre di religione. Perfino il pedofilo spesso è un ex bambino abusato che sceglie quella strada pur di non sentirsi più vittima. E veste i panni del carnefice, e come il bullo ed il razzista lo fa per certificare che sta dall'altra parte, dalla parte che mena, non da quella di chi subisce. Non è il razzismo il problema. È l'intolleranza. Apparentemente nei confronti dell'altro, in realtà è l'incapacità di tollerare noi stessi ed i nostri limiti. Infatti l'odio feroce si scatena quando lo straniero "fa i soldi". Se lava i vetri al semaforo va bene, è tollerato, gli diamo anche 50 centesimi, ma se studia, trova lavoro e viaggia su una macchina di lusso più bella della nostra "Ha imparato presto, il negro! tornasse al suo paese!" Ma se fosse bianco diremmo "fino a due anni fa mi chiedeva i soldi in prestito!" oppure "la madre faceva la sartina e mia madre gli comprava i vestiti per aiutarla". Tutto, pur di dimostrare che in qualche modo "quella macchina la meritavo io", "quella posizione di prestigio spettava a me!" "A morte chi ci rimarca il nostro ruolo di inferiorità!" Anche se tutti bianchi. Ed anche se tutti neri (si vedano Hutu e Tutsi in Ruanda). Ecco il razzismo etnico anche tra gli Ebrei ed i Palestinesi. Tra Nord e Sud. Tra squadre di diverse città. Tra "voi del terzo piano" e "noi del secondo". Tra me che sono stonato e Tizia che recita o canta bene: "chissà chi l'ha aiutata, a quella! Chissà a chi l'ha data!" E scatta l'insulto sessuofobo, pure. Per incapacità di tollerare l'idea che forse mi hanno segato ad un provino perché non so cantare o recito come un cane. La strada è in salita, per donne, neri, omosessuali, e 100 altre categorie. Signora Ministro, Fiorella, fate buon lavoro. Non sarà facile. Ma se fosse facile, lo farebbero tutti. Un abbraccio. Andrea Cascioli."

be non ho da scrivere molto,perchè il tutto è già esplicitato in questa bellissima e giustissima lettera.E' intolleranza..quando vedi,che ad uno straniero viene dato il necessario,e a te che sei italiano ti viene dato invece un calcio nel culo,tolti i figli,dove ci mangiano sopra negli istituti,e lasciato morire nel mezzo ad una strada,alla mercè dell'indifferenza istituzionale..e pensi:Se ero maracchino,mi davano anche un tetto sulla testa..ma sono italiano e mi aspetta il sotto ponte se mi va bene...-Capito?

#47 allisond

allisond

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3357 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 07:45

Scusami allisond, io vado sul dizionario e leggo per la voce razzismo:

Ideologia che, fondata su un'arbitraria distinzione dell'uomo in razze, giustifica la supremazia di un'etnia sulle altre e intende realizzarla attraverso politiche discriminatorie e persecutorie

Dunque, tu metti in atto delle politiche discriminatorie e persecutorie? Lo stesso fanno le altre 4 bertuccine che hanno votato di essere razzisti? In questo senso queste persone fanno dei reati punibili per legge.

Quello degli zingari, o di qualsiasi altra cosa, va risolto facendo rispettare le leggi. Il punto èche c'è un razzismo inverso, ossia con certe persone si chiude un occhio per non sembrare razzisti. E loro marciano su queste cose.

Francamente io non perseguito nessuno, è chiaro però se, nel senso che intendete voi, anch'io sono razzista perché ovviamente mi disturberebbe avere un bambino nero . Lo voglio bianco e biondo, con gli occhioni azzurri .


Il significato ed il portato dei concetti e delle parole cambia coi tempi e l'evoluzione. Non distinguo gli esseri umani in razze, ma sono prevenuta nei confronti di certe etnie e questo è razzismo. Non ho allungato il brodo, ma qui abbiamo imparato a 'distinguerli', alcune etnie sono più pericolose degli altri e, se vai a vedere, la maggior parte di quelli che mi e ci arrecano un danno provengono dalla stessa etnia. E poichè sono prevenuta verso alcuni di loro mi sbarazzerie volentieri di tutti. Certo non li perseguito, ma ho notato una cosa: è nella mia indole dare una mano a tutti, ho sempre cercato, nel mio piccolo, di fare del mio meglio per aiutare gli altri, piccole consulenze legali, contatti per i documenti etc; con loro no, anzi quasi mi diverto a spiegare loro in inglese che devono pagare il biglietto e irbadisco loro che se qui siamo razzisti è colpa loro perchè sono maleducati e cercano di sfruttare la situazione. Stamane ce n'era uno con un vistoso cannone che gli spuntava dal taschino, però non voleva pagare il biglietto perchè diceva di non avere soldi. Sono diversa, mi sorprende una rabbia immotivata che non fa parte di me ed è suscitata dalla loro appartenenza ad un 'gruppo' specifico. Si chiama razzismo e non ha bisogno di essere definito da un vocabolario per essere reale.
Tra l'altro, mio caro, io non ho mai parlato di zingari, ma sei stato tu a identificare una specifica etnia in base al mio racconto (per inciso gli zingari il biglietto lo pagano) come vedi hai lavorato sulla base di tuoi preconcetti, sei razzista anche tu.

019.gif


#48 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 16 luglio 2013 - 07:49

Tra l'altro, mio caro, io non ho mai parlato di zingari, ma sei stato tu a identificare una specifica etnia in base al mio racconto (per inciso gli zingari il biglietto lo pagano) come vedi hai lavorato sulla base di tuoi preconcetti, sei razzista anche tu.


Io non sono razzista perché rispetto le leggi dello Stato e siccome essere razzisti è illegale, non lo sono e non posso definirmi. Sicuramente invece ho un sacco di pregiudizi.

#49 allisond

allisond

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3357 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 07:59

Io non sono razzista perché rispetto le leggi dello Stato e siccome essere razzisti è illegale, non lo sono e non posso definirmi. Sicuramente invece ho un sacco di pregiudizi.


Secondo il tuo ragionamento sei razzista solo se infrangi la legge. Questo significa che non sei razzista solo perchè non ne hai l'opportunità. Se le tue scelte sono guidate dai tuoi pregiudizi sei razzista a priori.
Quel bell'esemplare di Calderoli quindi non avrebbe fatto niente di male o comunque avrebbe solo insultato un ministro della Repubblica? Il fatto che il suo insulto sia a sfondo razzista è solo frutto di pregiudizi?
Si è razzisti ogni volta che si giudica una persona in base a preconcetti fondati su luoghi comuni.
Se sull'autobus è libero solo il posto vicino ad uno zingaro riesci davvero a sederti senza problemi?
Io faccio in modo che il posto a fianco al mio non sia mai libero e, semmai, viaggio in piedi.

019.gif


#50 Guest_Izqierda_*

Guest_Izqierda_*
  • Ospiti

Inviato 16 luglio 2013 - 08:14

@Alisond, per piacere. Fammi capire, che forse il caldo mi altera la percezione visiva.
Tu fai in modo che il posto accanto al tuo sia sempre vuoto, per non avere vicino un extra-comunitario?

#51 allisond

allisond

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3357 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 08:17

@Alisond, per piacere. Fammi capire, che forse il caldo mi altera la percezione visiva.
Tu fai in modo che il posto accanto al tuo sia sempre vuoto, per non avere vicino un extra-comunitario?


Io faccio in modo che seduto accanto a me non ci sia mai un extracomunitario, e lo facciamo tutti, siamo ben organizzati.

019.gif


#52 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 16 luglio 2013 - 08:22

Secondo il tuo ragionamento sei razzista solo se infrangi la legge. Questo significa che non sei razzista solo perchè non ne hai l'opportunità. Se le tue scelte sono guidate dai tuoi pregiudizi sei razzista a priori.
.


No perché io non me la sentirei mai di fare delle persecuzioni sommarie in base alla razza o all'etnia. Mi spiego, se una zingara fosse in difficoltà ,per esempio sepolta sotto alle macerie, la aiutarei così come aiuterei qualsiasi persona di qualsiasi razza. Non me la sentirei proprio di non aiutare solo perché è di una razza o di un'altra etnia.


Quel bell'esemplare di Calderoli quindi non avrebbe fatto niente di male o comunque avrebbe solo insultato un ministro della Repubblica? Il fatto che il suo insulto sia a sfondo razzista è solo frutto di pregiudizi?


A me sinceramente la ministra Kyenge non sembra un orango. Quindi il paragone di Calderoli non lo trovo pertinente. Non vivo l'episodio come razziale, ma come assurdo perché il paragone non regge. Cioè, se la signora Kyenge mi ricordasse un orango, ok, ma a me non ricorda un orango.

Si è razzisti ogni volta che si giudica una persona in base a preconcetti fondati su luoghi comuni.


No. Allora si tratta di persone con pregiudizi e basta. E' diverso.

Se sull'autobus è libero solo il posto vicino ad uno zingaro riesci davvero a sederti senza problemi?


Per quanto mi rigaurda il problema non è lo zingaro, ma l'igiene. Non mi siedo nemmeno vicino agli italiani sporcaccioni.

#53 cribbio

cribbio

    Bannato

  • Utenti
  • 5353 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 08:23

C'è un'espressione latina molto efficace, aderente al tuo pensiero e a quello di molti altri, divide et impera, c'è chi ha grande interesse a far questo, principalmente in questo momento storico.
Si fa passare l'idea che le minoranze, gli stranieri, etc, vengano ad impossessarsi dei nostri beni a "comandare", quando invece c'è posto per tutti su questo pianeta,
convivere e condividere sono comportamenti più giusti e più umani da adottare in una società che si definisce civile.

Si fa un gran parlare di evoluzione spirituale a parole, perchè sì, certi discorsi sono belli da ascoltare: siamo tutti Uno, dobbiamo trascendere l'ego, siamo puro Spirito..
ma quando si tratta di mettere in pratica esce fuori l' egoismo, la cattiveria e la prevaricazione.


Non sono d'accordo, non c'è posto per tutti su questo pianeta, affatto.
Se ci fosse posto per tutti i beni sarebbero divisi in modo equo, invece qui c'è posto specialmente per i ricchi predatori.

Siamo tutti uno anche se ammazziamo; io mi rendo conto perfettamente che la violenza fisica e verbale, liberamente scelta, conoscendo le conseguenze delle proprie azioni, non distanzia dallo Spirito.
Il punto è che la violenza, spesso, criticata dai pseudo pacifisti, poi esplode incontrollata negli istinti bestiali.
No. Si può controllare, si può dirigere, si può mettere a frutto per il Tutto.

:D UNA DI MENO :D

a3bb86e462.jpg

#54 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 16 luglio 2013 - 08:23

Io faccio in modo che seduto accanto a me non ci sia mai un extracomunitario, e lo facciamo tutti, siamo ben organizzati.


Una donna canadese è una extracomunitaria. Come fai a riconoscerla?:icon_confused: Scusa, mi sembri assai confusa.

#55 allisond

allisond

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3357 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 08:24

A me sinceramente la ministra Kyenge non sembra un orango. Quindi il paragone di Calderoli non lo trovo pertinente. Non vivo l'episodio come razziale, ma come assurdo perché il paragone non regge. Cioè, se la signora Kyenge mi ricordasse un orango, ok, ma a me non ricorda un orango.

E questo risponde all'altro mio quesito irrisolto, come mai abbiamo persone come Calderoli a rappresentarci? Et voilà:very_drunk:

019.gif


#56 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 16 luglio 2013 - 08:28

E questo risponde all'altro mio quesito irrisolto, come mai abbiamo persone come Calderoli a rappresentarci? Et voilà:very_drunk:


Scusa, io vivo questo episodio come maleducazione e basta. Mi spiego, anche se la Kyenge mi ricordasse un orango, io se avessi una carica istituzionale non andrei su queste offese. Voglio dire, qua sul forum verremmo bannati, e non banniamo Calderoli? mi spiego, io non bannerei calderoli, ma sicuramente non darei appoggio a questi personaggi perché rappresentano l'Italia dei maleducati. Tu mi chiedi perché ci rappresenta? Perché tutto sommato evidentemente molti italiani sono maleducati.

#57 allisond

allisond

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3357 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 08:30

Una donna canadese è una extracomunitaria. Come fai a riconoscerla?:icon_confused: Scusa, mi sembri assai confusa.


Guarda, qui di extracomunitari canadesi ne passano davvero pochi. Credimi ho poco da essere confusa e molto da stare all'erta se voglio andare a lavoro e tornare a casa senza troppo problemi. Che poi tu non voglia o non possa capire e ti voglia fermare alla superfice non mi meraviglia affatto.
Però sono felice per te, magari questo significa che sei lontano da certe 'realtà'.
Giusto così per informarti: in realtà sono pochi gli 'zingari' con gonnellona e fazzolettone che vivono nei camper, gli italiani di etnia rom son molto diffusi e non sono affatto distinguibili dagli altri italiani. Esistono tutta una serie di cognomi che permettono di risalire all'etnia in questione, io li ho imparati perchè molti sono clienti dello studio nel quale lavoro. Davvero non avresti problemi a sederti accanto ad una persona che tu scoprissi essere 'zingara'? Devi essere sincero però.

019.gif


#58 Guest_Principessa Daisy_*

Guest_Principessa Daisy_*
  • Ospiti

Inviato 16 luglio 2013 - 08:33

Davvero non avresti problemi a sederti accanto ad una persona che tu scoprissi essere 'zingara'? Devi essere sincero però.


A parte che io guardo gli zingari e molti sono pure carucci ,nel senso che c'hanno il fisico e tutti i lineamenti a posto,tant'è che a volte dico anche "ma come son belli". A parte questo, ripeto, io guardo la questione igienica. Se uno zingaro è pulito, al posto a sedere non ci rinuncio di certo.

#59 Guest_Izqierda_*

Guest_Izqierda_*
  • Ospiti

Inviato 16 luglio 2013 - 08:39

@Alisond Vedi. Io abito in una grandissima città del nord.
Siccome guidare nel traffico mi stressa assai, uso abitualmente la rete pubblica, di superficie e sotterranea.
Ora, essendo circa il 70% dei fruitori delle suddette ( almeno negli orari in cui vi transito) extra-comunitari...Usare il tuo metodo, sarebbe perlomeno fantascientifico.
Nessuno puzza, tutti si comportano educatamente. Solo gli arabi parlano a voce altissima, ma è una loro abitudine.Parlano qualche ottava sopra noi. A volte , a un/una araba che urlava nel cell, ho chiesto gentilmente di abbassare la voce,e SEMPRE si sono messi a parlare piano. Chiedendo scusa.
Ci sono neri, sud-americani, slavi, asiatici (cinesi e filippini). E altri di razze dalla difficile collocazione etnografica ;).
Insomma, il classico melting-pot.

Girano molti pazzi, specialmente in metro....Quello sì.
Ma essendo pazzi, mettiamoli fra gli apolidi, visto che appartengono a un mondo loro.

Per me, come ti ho postato precedentemente , pecchi nel limitare la tua visione al tuo piccolo giardino.
Che appunto ha la sfiga di essere attaccato a un campo di prima accoglienza.Gestito chissà come, e da chi.
Vieni in una grande città, e vedi quale sarà il futuro.

Guarda che mica tutti gli stranieri si comportano come quelli in cui ti imbatti. Questo vuol dire limitare la mente.
Io abito in una città di milioni di abitanti, ergo la mia testimonianza ha maggior rilevanza della tua, riferita a un gruppo di stranieri in prima accoglienza.

#60 allisond

allisond

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3357 messaggi

Inviato 16 luglio 2013 - 08:42

A parte che io guardo gli zingari e molti sono pure carucci ,nel senso che c'hanno il fisico e tutti i lineamenti a posto,tant'è che a volte dico anche "ma come son belli". A parte questo, ripeto, io guardo la questione igienica. Se uno zingaro è pulito, al posto a sedere non ci rinuncio di certo.


Molti sono pure carucci? Come a dire che gli altri sono brutti non in quanto poco attraenti ma in quanto zingari? Proprio non riesci a vedere il portato di quello che dici e soprattutto di quello che non dici ma che è alla base del tuo ragionamento?
E' forse questo il razzismo peggiore, tu ne giudichi belli alcuni rispetto agli altri e giudichi la loro bellezza in base a quello che ne è il tuo prototipo ossio un 'bello' della tua etnia. E' questo il razzismo, al di là di qualsiasi definizione del vocabolario, giudicare gli altri dall'alto della propria appartenenza ad gruppo/etnia/razza.
Un bambino non è più bello perchè biondo e con gli occhi azzurri, se un bambino è bello lo è anche color cioccolato e con gli occhi neri.
Come vedi sei razzista e del tipo più subdolo, sei il tipo di razzista convinto di non esserlo ma che porta avanti pregiudizi e li coltiva con cura nell'orticello del proprio piccolo e chiuso mondo.

@Alisond Vedi. Io abito in una grandissima città del nord.
Siccome guidare nel traffico mi stressa assai, uso abitualmente la rete pubblica, di superficie e sotterranea.
Ora, essendo circa il 70% dei fruitori delle suddette ( almeno negli orari in cui vi transito) extra-comunitari...Usare il tuo metodo, sarebbe perlomeno fantascientifico.
Nessuno puzza, tutti si comportano educatamente. Solo gli arabi parlano a voce altissima, ma è una loro abitudine.Parlano qualche ottava sopra noi. A volte , a un/una araba che urlava nel cell, ho chiesto gentilmente di abbassare la voce,e SEMPRE si sono messi a parlare piano. Chiedendo scusa.
Ci sono neri, sud-americani, slavi, asiatici (cinesi e filippini). E altri di razze dalla difficile collocazione etnografica Immagine inserita.
Insomma, il classico melting-pot.

Girano molti pazzi, specialmente in metro....Quello sì.
Ma essendo pazzi, mettiamoli fra gli apolidi, visto che appartengono a un mondo loro.

Per me, come ti ho postato precedentemente , pecchi nel limitare la tua visione al tuo piccolo giardino.
Che appunto ha la sfiga di essere attaccato a un campo di prima accoglienza.Gestito chissà come, e da chi.
Vieni in una grande città, e vedi quale sarà il futuro.

Guarda che mica tutti gli stranieri si comportano come quelli in cui ti imbatti. Questo vuol dire limitare la mente.
Io abito in una città di milioni di abitanti, ergo la mia testimonianza ha maggior rilevanza della tua, riferita a un gruppo di stranieri in prima accoglienza.

Quanto credi di essere diverso/a da me?
Anche tu mi stai giudicando senza conoscere affatto il mio vissuto e si vede che non hai letto bene quello che ho scritto, oppure, come è probabile, non mi sono spiegata io. E' vero che attualmente non abito in una grande città del nord, ma questo non significa che non ci abbia abitato o che non conosca le altre realtà. Il punto è che prima di arrivare alla grande città del nord qui avviene una bella scrematura, ma prima di essere rimpatriati o di fuggire stanno tutti qua.
In secondo luogo ho ben spiegato che io non ce l'ho con 'tutti gli extracomunitari' ma con quel gruppo di persone che arrecano danni e che purtroppo finiscono per inglobare i bravi ragazzi.
Poichè non mi nascondo dietro un dito ho anche affermato che a causa di questo io non ne farei venire qua neppure uno, pur sapendo che questo non è giusto.
Se e quando mi capita di dovermi spostare nelle grandi città applico gli stessi sitemi, nel limite del possibile per limitare i contatti con le persone che non mi ispirano fiducia.
Il fatto che il futuro sia nelle grandi città non implica necessariamente che qui non debba essercene uno perchè tanto da qualche parte avverrà il melting-pot, devo quindi rassegnarmi a vedere la mia terra letteralmente consumata? La multietnicità deve avere di base la volontà di vari gruppi etnici di coabitare e condividere, ma qui si assiste solo ad un megagruppo indistinto che pretende di affermare la propria supremazia spogliando chi abita qua del proprio piccolo giardino faticosamente conquistato.
Forse è a te che manca un pò di esperienza in senso inverso, io i due mondi li conosco bene entrambi e da brava meridionale riesco a riconoscere bene i discorsi celati dietro al tuo post, vieni a vivere qua per un pò di tempo e poi mi dici qual'è il giardino più piccolo.
Ma davvero siete convinti di non essere razzisti?

019.gif





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi