Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Proiezione eterica


  • Per cortesia connettiti per rispondere
29 risposte a questa discussione

#21 AcrossTheDark

AcrossTheDark

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 779 messaggi

Inviato 06 luglio 2013 - 05:42

pongo una domanda a kernel ma tu per staccarti entri una sorta di trans diciamo dormiveglia cosciente ? oppure lo fai da pienamente cosciente ?

#22 Nehelamite

Nehelamite

    Parcere subiectis et debellare superbos

  • Utenti
  • 23611 messaggi

Inviato 06 luglio 2013 - 06:03

pongo una domanda a kernel ma tu per staccarti entri una sorta di trans diciamo dormiveglia cosciente ? oppure lo fai da pienamente cosciente ?


Non sento più tutto quel rumore mentale: entro in uno stato di pensiero lineare, senza sovrastrutture inutili.
 Z40h.gif
 
~ Of all the things I've lost, I miss my Heart the most ~

#23 tornado

tornado

    Utente Intergalattico

  • Utenti
  • 17723 messaggi

Inviato 24 febbraio 2019 - 05:14

Mi dovresti spiegare come hai fatto a svegliarti con la testa fisica ruotata 🤣😂😅

330x242_placeholder2.jpg


#24 Titagno

Titagno

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 3 messaggi

Inviato 05 novembre 2019 - 06:17

Buonasera, trovo tutto ciò interessante.

Sono una viaggiatrice astrale ma non ho mai praticato la proiezione eterica.

Cosa differisce questa proiezione da quella astrale?

Ho sempre pensato che l'etere fosse vicino al piano fisico. Da come mi pare di capire, sembra non essere così.

#25 Lunanerina

Lunanerina

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 3445 messaggi

Inviato 06 novembre 2019 - 09:31

Buonasera, trovo tutto ciò interessante.

Sono una viaggiatrice astrale ma non ho mai praticato la proiezione eterica.

Cosa differisce questa proiezione da quella astrale?

Ho sempre pensato che l'etere fosse vicino al piano fisico. Da come mi pare di capire, sembra non essere così.


L'etere ad esempio si trova al di là dell'atmosfera terrestre e quando ci si muove sul piano eterico è perché lo si fa con il corpo eterico o comunque l'anima assume una consistenza eterica.

"Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Sia benedetto il nome del Signore" ( Giobbe 1:21 )


#26 Titagno

Titagno

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 3 messaggi

Inviato 07 novembre 2019 - 02:38

È fisiologico, molto dipende dalla predisposizione, cioè dallo stato che si è ereditato dalle vite precedenti, e molto dalla preparazione, cioè da quanto sono allineati i vari corpi grazie alla pratica. Non stiamo parlando dell'uscita dal corpo prossima al piano fisico, quella dove si vede la propria stanza e il proprio corpo fisico, ma di qualcosa di potenzialmente molto piu elevato. La prima volta che ho usato il suono per farlo sono stato un cadavere per tre giorni, questo mi fa pensare che non basta saperlo fare istintivamente ma che serva un vero e proprio affiancamento per non disperdere inutilmente energia

Hai detto che è qualcosa di più elevato. Pensavo che il piano eterico fosse appena oltre il piano fisico.

Mi piacerebbe saperne di più.
  • Lunanerina piace questo

#27 tornado

tornado

    Utente Intergalattico

  • Utenti
  • 17723 messaggi

Inviato 10 novembre 2019 - 09:31

Ho sempre pensato che l'etere fosse vicino al piano fisico. Da come mi pare di capire, sembra non essere così.

 

 

L'etere ad esempio si trova al di là dell'atmosfera terrestre e quando ci si muove sul piano eterico è perché lo si fa con il corpo eterico o comunque l'anima assume una consistenza eterica.

 

Bisogna fare assolutamente distinzione tra etere ed eterico, hanno un significato diverso e termini usati in contesti diversi.

Quello di cui si sta parlando qui è l'eterico, ed è un concetto teosofico ovviamente, come sempre del resto quando si parla di piano eterico e astrale. L'eterico costituisce la "materia fisica" più sottile.

Quella comunemente conosciuta, scientificamente parlando, è la materia solida, liquida e gassosa, che costituisce la materia grossolana del piano fisico denso, caratterizzata da grandezze fisiche misurabili.

Mentre il piano fisico sottile è chiamato piano "eterico" però non si può scientificamente provare e non si può misurare, quindi entriamo nel campo della metafisica, ossia delle percezioni extrasensoriali e della natura invisibile, seppure tutto in un contesto teorico, non dimostrabile, ma bisogna personalmente sperimentarlo per provarne l'esistenza.  

Quindi secondo la teosofia, l'eterico è legato al prana o energia vitale, propria degli esseri viventi, e che permea ogni cosa. L'eterico si riferisce al tipo di materia fisica che corrisponde all'eterico, super eterico, sub atomico e atomico (per praticità quindi si fa riferimento al tipo di materia meno densa, ossia l'eterico per fare riferimento al piano fisico sottile, così come con il solido si fa riferimento al piano fisico denso) 

Il corpo fisico è formato da tutti i 7 tipi di materia fisica, il corpo denso che è quello visibile e tangibile, e costituito dai tipi solido, liquido e gassoso, mentre il corpo o doppio eterico è costituito dai tipi eterico, super eterico, sub atomico e atomico. Si ritiene che in particolari condizioni, generalmente quando le funzioni vitali sono al minimo, il corpo eterico può parzialmente distaccarsi dal corpo denso, ma non mai del tutto per mantenere in vita il corpo denso. Solo alla morte del corpo denso, il corpo eterico si separa completamente da esso, e può sopravvivere poche ore o pochi giorni, prima che esaurisca la sua energia e possa essere liberato il corpo astrale. Solo in casi rari il corpo eterico persiste per diverso tempo, anche anni, prendendo altra energia dal piano eterico stesso ritardando così la sua "morte", si tratta di anime che non si danno pace, per morte violenta o troppo da giovani, e ritardano la loro dipartita nel piano astrale.

 

Ovviamente per noi comuni mortali l'esperienza eterica non è possibile, bisogna essere quasi morti per poterla avere. Si può presentare spontaneamente, ma solo in certe condizioni come detto prima, ad esempio un forte sanguinamento che può portare quasi alla morte, può causare questo tipo di esperienza, sempre che se ne riesca ad avere ricordo.

 

Mentre l'esperienza, o meglio la vita astrale mentre si è ancora fisicamente vivi, non è neppure possibile per noi, e quello che viene percepito come un secondo corpo sottile durante le esperienze fuori dal corpo, è soltanto un surrogato del corpo astrale. Infatti in seguito al distacco dai sensi fisici ad esempio durante la paralisi cosciente, il cervello per compensare la perdita della percezione del corpo fisico, crea un corpo immaginario che è proprio questo surrogato, ma non è il corpo astrale.


330x242_placeholder2.jpg


#28 Frèyja

Frèyja

    Omnia ab uno

  • Utenti
  • 5061 messaggi

Inviato 11 novembre 2019 - 11:07

Buonasera, trovo tutto ciò interessante.
Sono una viaggiatrice astrale ma non ho mai praticato la proiezione eterica.
Cosa differisce questa proiezione da quella astrale?
Ho sempre pensato che l'etere fosse vicino al piano fisico. Da come mi pare di capire, sembra non essere così.


Bisogna cercare di capirsi coi termini.
Quando viaggi in astrale cosa vedi? Dove ti trovi?
Il corpo eterico è più denso, più pesante, può essere difficile staccarsi. Si può avere la sensazione di ricadere indietro o quella di staccarsi solo in parte. Generalmente con la proiezione eterica si rimane in stanza.
Il distacco astrale è meno "pesante". Si è meno condizionati dalla forma e le leggi fisiche, e generalmente si visitano altri luoghi. Questi altri luoghi possono essere anche identici a quelli fisici, eppure fatti di "sostanza onirica". Per questo è molto difficile vedere oggetti, carte, scritte. Di solito sono viaggi astrali in astrale appunto, dove si vede e percepisce una realtà fisica condizionata dal sogno.
Le proiezione eterica probabilmente è più rara. Abbastanza frequente, credo, nelle NDE, dove possono susseguirsi esperienze eteriche ed astrali una dopo l'altra (tipo, visione della sala operatoria e dopo un tunnel di luce bianca).

#29 Titagno

Titagno

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 3 messaggi

Inviato 12 novembre 2019 - 10:02

Da quello che ho letto dall'autore del post, non sembra una cosa rara o che solo in punto di morte si possa fare.

Anzi di sua spontanea volontà lo ha fatto.

Occhibianchi ha scritto che dipende dalla predisposizione e dalla pratica, perciò la cosa è possibile.
  • Lunanerina piace questo

#30 tornado

tornado

    Utente Intergalattico

  • Utenti
  • 17723 messaggi

Inviato Ieri, 14 nov 2019 alle 20:51

Da quello che ho letto dall'autore del post, non sembra una cosa rara o che solo in punto di morte si possa fare.

Anzi di sua spontanea volontà lo ha fatto.

Occhibianchi ha scritto che dipende dalla predisposizione e dalla pratica, perciò la cosa è possibile.

 

Se uno ci crede, allora tutto è possibile  :icon_cool:


330x242_placeholder2.jpg





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi