Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Utilità dell'astrologia. Esperienze personali.


  • Per cortesia connettiti per rispondere
92 risposte a questa discussione

#41 Guest_Eve_*

Guest_Eve_*
  • Ospiti

Inviato 21 luglio 2012 - 08:13

Io vedo l’astrologia come una forma di divinazione: si può usare un quadro astrale come una stesa di tarocchi, fondi di caffè o le linee della mano. C’è chi riesce a sviluppare una sensibilità particolare per l’una o l’altra cosa, e ciò è individuale. Il modo, a mio parere, “peggiore” di servirsene è quello di interpretare i segni in modo scolastico. Occorre invece sviluppare una sensibilità ulteriore, che permetta di andare oltre le righe; ciò è possibile, in soggetti predisposti, con l’esercizio continuo.


Un simile uso dell'astrologia non si praticava nemmeno ai tempi di Nostradamus.

#42 Guest_canaria_*

Guest_canaria_*
  • Ospiti

Inviato 21 luglio 2012 - 11:14

Uno degli insegnamenti più utili dell'astrologia è che non siamo tutti uguali.


wow

Quello che va bene per Tizio, potrebbe non andare bene per Caio..


accipicchia

Non so se mi sono spiegato, quando guardi l'oroscopo di una persona, ti accorgi che le cose che fa, dipendono dai simboli presenti nel suo oroscopo, ed il motivo per cui un'altra persona si comporta diversamente, dipende ancora da un oroscopo differente.


io non credo che le cose che uno fa dipendono dai simboli presenti nel suo oroscopo. Direi, piuttosto, che sono stati codificati dei simboli a monte per fornire interpretazioni a ciò che uno fa.

Lo zodiaco non è un mezzo per la divinazione




è stato ed è usato anche in questo senso. Ciò che vale o non vale per te, non deve valere o non valere per tutti.

In tutto questo non vi è nulla di magico o di esoterico, è solamente una questione di calcolo e di metodo.

Io solitamente diffido di chiunque avanzi la pretesa di padroneggiare la materia fino al punto di produrre una previsione precisa.
Chi ci riesce, di solito, è perchè ha tirato a indovinare e ha avuto fortuna, oppure è riuscito a cogliere qualche indizio dalle parole o dall'atteggiamento del consultante..



non credere che tutti abbiano i tuoi limiti. Abbi fede nel fatto che c'è che riesce ad andare oltre le tue capacità.

Per quel che ne penso, il libero arbitrio non è altro che un'illusione pia.
Non intendo dire che siamo in balìa di forze incontrollabili ma che alla fine ognuno agisce nel limitato ambito delle proprie inclinazioni caratteriali...


e il carattere è imposto dall'alto? E' solo genetica, un' ineluttabile imposizione del destino?

Un simile uso dell'astrologia non si praticava nemmeno ai tempi di Nostradamus.


non credere che l'uso che ne che fai tu sia l'unico ed il solo sempre fatto. Non te la tirare troppo, non adeguare le tue regole e i tuoi limiti al resto del mondo.

#43 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 21 luglio 2012 - 12:13

Immagine inserita Originariamente Scritto da astro Immagine inserita
Uno degli insegnamenti più utili dell'astrologia è che non siamo tutti uguali.



wow


Immagine inserita Originariamente Scritto da astro Immagine inserita
Quello che va bene per Tizio, potrebbe non andare bene per Caio..



accipicchia


Forse per te sono delle cose scontate, però per molti non è cosi'.

Se qualcuno sente l'esigenza di essere consigliato, di solito si confida con qualche amico, prima di rivolgersi ad un cartomante o a un astrologo.
I consigli degli amici non sono affidabili, perché l'amico ti dice che cosa farebbe se fosse al tuo posto.
Il consiglio è condizionato dal modo di pensare del tuo amico.
Con l'astrologia è possibile una maggiore obiettività.






#44 Guest_canaria_*

Guest_canaria_*
  • Ospiti

Inviato 21 luglio 2012 - 02:20

Quindi per una qualunque divinazione c'è bisogno di un "dono" che concede poteri particolari?


la risposta a questa domanda dipende dalle proprie opinioni sulla vita e sulla realtà. Per quanto possa interessarti, io non credo ai "doni", ma alle acquisizioni individuali, attraverso studio, lavoro e disciplina. Tutto ciò crea, col tempo, una tendenza, che sopravvive alla morte fisica, e diviene poi "predisposizione" in una vita successiva. L'esercizio continuo in un determinato campo, protratto magari per più esistenze, determina una sensibilità ed un talento specifici in quel campo. Anche riuscire a divinare attraverso vari mezzi rientra in questo discorso. Ad un primo livello, puoi prenderti un libro suoi tarocchi, studiarlo, seguire delle regole, e provare a dilettarti a indovinare il futuro ai tuoi amici. Ad un livello secondario (non necessariamente raggiungibile nel corso di una sola vita) puoi iniziare ad andare oltre le regole, la singola definizione di una carta, e col tempo si inizieranno a manifestare davanti agli occhi delle visioni. Io ho conosciuto personalmente cartomanti che sono prima di tutto sensitivi, e si servono delle carte come strumento per manifestare questa sensitività. A questi livelli non arrivi solo leggendo un libro o praticando per due anni. Con l'astrologia si può fare la stessa cosa. I simboli e le disposizioni planetarie associabili ad una persona possono divenire ciò che per un cartomante è la disposizione delle carte. In mezzo a quei segni, a quei simboli, si può fare pratica divinatoria anche in astrologia. Chiaramente gli esiti dipendono dalla bravura individuale, e non è detto che siano sempre esenti da errori. Ma, nei migliori, si possono raggiungere risultati ai limite dell'impossibile. Questa è la mia esperienza e la mia opinione.

Con l'astrologia è possibile una maggiore obiettività.


ok, comprendo cosa vuoi dire.

#45 Guest_Eve_*

Guest_Eve_*
  • Ospiti

Inviato 21 luglio 2012 - 02:48

non credere che tutti abbiano i tuoi limiti.

Ognuno ha i suoi, tu compreso, da quel che ho letto

Abbi fede nel fatto che c'è che riesce ad andare oltre le tue capacità.

Spiacente di deluderti, ma fede è una parola a me totalmente aliena.

e il carattere è imposto dall'alto?
E' solo genetica, un' ineluttabile imposizione del destino?

Carattere e destino sono equiparabili.
Quello che ci accadrà in futuro è in buona parte determinato dalle nostre azioni passate.
Il carattere è innato, non si può cambiare ma modificare si.
Trai da te la conclusione.



non credere che l'uso che ne che fai tu sia l'unico ed il solo sempre fatto.

Ti dirò ... anche il verbo credere non rientra nel mio vocabolario.

Non te la tirare troppo, non adeguare le tue regole e i tuoi limiti al resto del mondo.

Dov'è che ti punge, caro?
Vuoi un po' di pomatina?


Quindi per una qualunque divinazione c'è bisogno di un "dono" che concede poteri particolari?


Ma quale dono.
E' sufficiente possedere una buona memoria.


#46 Guest_canaria_*

Guest_canaria_*
  • Ospiti

Inviato 21 luglio 2012 - 06:59

Spiacente di deluderti, ma fede è una parola a me totalmente aliena.
Ti dirò ... anche il verbo credere non rientra nel mio vocabolario.



a ciascuno il suo...


Dov'è che ti punge, caro?
Vuoi un po' di pomatina?.


cara, se me la spalmi tu, ti dico dove :o

buona serata

#47 Unoqualunque

Unoqualunque

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2033 messaggi

Inviato 21 luglio 2012 - 08:19

[quote name='canaria']la risposta a questa domanda dipende dalle proprie opinioni sulla vita e sulla realtà.[/QUOTE]

Quindi lo studio della realtà perde il suo carattere universale e diventa soggettivo?

Per quanto possa interessarti, io non credo ai "doni", ma alle acquisizioni individuali, attraverso studio, lavoro e disciplina. Tutto ciò crea, col tempo, una tendenza, che sopravvive alla morte fisica, e diviene poi "predisposizione" in una vita successiva.[/quote]

Sempre che ci sia una vita successiva... E' un illazione la tua.

[QUOTE]L'esercizio continuo in un determinato campo, protratto magari per più esistenze, determina una sensibilità ed un talento specifici in quel campo. Anche riuscire a divinare attraverso vari mezzi rientra in questo discorso. Ad un primo livello, puoi prenderti un libro suoi tarocchi, studiarlo, seguire delle regole, e provare a dilettarti a indovinare il futuro ai tuoi amici. Ad un livello secondario (non necessariamente raggiungibile nel corso di una sola vita) puoi iniziare ad andare oltre le regole, la singola definizione di una carta, e col tempo si inizieranno a manifestare davanti agli occhi delle visioni. Io ho conosciuto personalmente cartomanti che sono prima di tutto sensitivi, e si servono delle carte come strumento per manifestare questa sensitività. A questi livelli non arrivi solo leggendo un libro o praticando per due anni. [/QUOTE]

Se con la pratica e lo studio diventi sempre più preciso e le tue visioni sono sempre più chiare allora mi chiedo: cosa cambia da quando non era ancora così esperto. Cioè, cerco di chiarire il mio punto di vista. Il ho chiamato questa particolarità individuale con il nome di "dono" ma inteso non come un regalo come fa pensare il nome stesso ma come qualcosa che ha quella persona mentre molti altri non la posseggono. Se questa particolarità dipende dallo studio e dalla pratica allora mi chiedo che cos'è realmente questo "dono"? Come fa a "nutrirsi" dei nostri studi e a diventare sempre più potente? Qualcosa deve cambiare da quando abbiamo iniziato la cartomanzia fino a quando siamo diventati (dopo numerosi anni di studio e pratica) cartomanti esperti.

[quote]Con l'astrologia si può fare la stessa cosa. I simboli e le disposizioni planetarie associabili ad una persona possono divenire ciò che per un cartomante è la disposizione delle carte. In mezzo a quei segni, a quei simboli, si può fare pratica divinatoria anche in astrologia. Chiaramente gli esiti dipendono dalla bravura individuale, e non è detto che siano sempre esenti da errori. Ma, nei migliori, si possono raggiungere risultati ai limite dell'impossibile. Questa è la mia esperienza e la mia opinione. [/quote]

Credo non sia corretto questo discorso, le differenze tra le due pratiche sono notevoli. Per quanto riguarda le carte è lecito pensare che ogni persona abbia la sua combinazione di carte che leggono il suo futuro (anche se le carte scelte sono diverse anche con una seconda prova fatta dalla medesima persona) ma invece per quanto riguarda le stelle non esiste una combinazione per ogni persona. Ci sono interpretazioni sommarie che riguardano più di una persona. E' difficile però pensare che ogni persona con lo stesso segno abbia lo stesso destino nello stesso giorno, per tutti i giorni della sua vita. Non trovi?
Poteri paranormali? Capacità di interpellare spiriti, demoni e dei?
Se li hai perché non provarli?
Fai questo test: http://forum.cosenas...revedibile.html

#48 pier

pier

    Utente Senior

  • Utenti
  • 316 messaggi

Inviato 22 luglio 2012 - 07:48

........ ma invece per quanto riguarda le stelle non esiste una combinazione per ogni persona. Ci sono interpretazioni sommarie che riguardano più di una persona. E' difficile però pensare che ogni persona con lo stesso segno abbia lo stesso destino nello stesso giorno, per tutti i giorni della sua vita. Non trovi?

Intervengo nella discussione non per difendere l’operato degli astrologi, ma come studioso di astrologia vedica e della relativa cultura , quella orientale, che da millenni viene utilizzata da milioni di persone .
Questa astrologia è molto complessa ed è necessario sapere, oltre la precisa località di nascita , anche l’ora precisa della nascita compresi i secondi. Ciò è molto importante perché nell'arco zodiacale si esistono delle sottodivisioni ( dasha) di 13°20' , ognuna delle quali è divisa in 4 parti (pada) di 3°20' . Questo comporta che se dei gemelli nascono ad una certa distanza temporale , tale distanza implica che questi, pur nascendo nello stesso segno , ricadano in una di queste sotto divisioni e quindi in una delle ulteriori sottodivisioni (pada). Da ciò si può capire come i gemelli in genere hanno delle caratteristiche molto diverse fra loro .

Bisogna considerare inoltre che le sottodivisioni determinano inoltre dei periodi nella vita di un individuo (dasha) nei quali un pianeta ha più forza rispetto agli altri . Questi dasha si suddividono ulteriormente in sotto periodi i quali arrivano a coprire anche un giorno specifico. Ciò comporta una situazione che crea una ulteriore differenziazione fra gli individui che nascono in un determinato segno . Bisogna tenere anche conto di come sono disposti i pianeti nei vari segni ed i rapporti fra loro chiamati Yoga o unioni .
Ciò comporta ancora una ulteriore suddivisione il che differenzia ulteriormente ciascuna persona da qualunque altro individuo nel corso della sua vita .
In India esistono delle università il cui corso è di circa 12 anni e da queste si ottiene un titolo accademico.
Non parlo dell’aspetto filosofico che è molto importante , ma mi soffermo sull’uso dell’astrologia orientale nei vari campi , quali la medicina Ayurvedica (ayurveda ), l’architettura (il vastu ) , la musicoterapia (Gandharva veda e Sufi) che viene usata per curare alcune malattie , vedi stralcio sotto riportato

“La musica come utile terapia nelle piu' importanti malattie neurologiche quali l'Alzheimer, il Parkinson, le demenze, ma anche nel coma traumatico e nel trattamento delle afasie e dell'autismo. Ne discuteranno a Brescia il 21 e 22 settembre neuroscienziati, musicisti, filosofi, psicologi, neuroriabilitatori di tutto il mondo nell' ambito del 3/o Congresso Mondiale di NeuroMusicologia Clinica………… le informazioni musicali, di qualsiasi natura siano, dal suono al ritmo, alla melodia seguano, nel loro viaggio intracerebrale, dei particolari sentieri, per arrivare a diventare percezioni coscienti. Questi 'sentieri' corrono in fasci di fibre nervose, contattano i nuclei della base del cervello che li colorano di emozioni ed infine arrivano ai lobi frontali dove si integrano con altre informazioni per dare sensazioni coscienti della loro presenza''.
Il coinvolgimento massiccio e allo stesso tempo differenziato e selettivo di tutto il cervello ''determina alla fine - conclude Monini - una stimolazione multisensoriale, relazionale, emozionale e cognitiva che si e' dimostrata utile non solo nel coma traumatico ma anche nel trattamento delle afasie, dell' autismo e delle malattie neuro-degenerative''.
Ora puoi tranquillamente fare le tue considerazioni circa l’uso dell’astrologia : il mio scopo è solo quello di averti segnalato come questa, in oriente ,viene utilizzata ed è sempre più utilizzata nei suo componenti ,sopra descritti , anche in occidente .
Ritorno a precisare che sono solo uno studioso della cultura vedica e mai ho tratto alcun compenso perché non mi ritengo un astrologo .

#49 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 22 luglio 2012 - 09:50


Gentilissimo Ciro,

sono Giancarlo e quest'anno come ormai da 5 anni, mi sono recato nella località da lei indicata per la mia RSM. Lo scorso 8 giugno ho avuto un grave incidente in moto, riportando 3 gravi fratture ad un femore, 1 in prossimità dell'anca, 1 in prossimità del ginocchio e 1 nella parte centrale. Ho subito un intervento chirurgico durato 6 ore che fortunatamente almeno per il momento sembra andato bene. Cosa strana, visto che si è trattato di un incidente frontale molto grave, è che oltre il femore davvero malridotto non mi sono fatto un graffio. Ora sono in convalescenza e ne avrò per 5-6 mesi. Sarei curioso di sapere se tale evento era in qualche modo prevedibile data la mia situazione astrale. Per la mia RSM 2011 sono stato ad Helsinki e sono nato il 18/12/80 alle 7.05 am a Vico Equense. Potrei inoltre sapere la località per la mia prossima RSM? Tanti cari saluti e anche se con qualche giorno di ritardo tanti auguri di buon compleanno.

Giancarlo



Caro Giancarlo,
come vedi dal grafico sottostante avevamo posizionato, nella Aimed Solar Return di Helsinki 2011/2012, Saturno in 3^ Casa e Urano in 9^ Casa (cuspide 8^/9^). Se leggi nei miei libri troverai ampie spiegazioni riguardo a quanto ti è accaduto.
Piuttosto risulterebbe - apparentemente - strano che in un incidente di motocicletta, frontale, in costiera sorrentina, tu sia uscito vivo dal crash. Ma Giove in 9^ Casa e dominante al Medio Cielo in zona Gauquelin, che lo avremmo messo a fare?

Più sotto trovi il mio consiglio per il prossimo compleanno: l'isola di Flores nelle Azzorre. Molti auguri e grazie per gli auguri.
Dal Blog odierno di Ciro Discepolo

Immagine inserita



#50 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 23 luglio 2012 - 08:21

Il post precedente spiega la ragione per cui non ho tanta voglia di "difendere l'astrologia".

Ci sono tanti modi di fare astrologia, ma non tutti sono corretti. Ad esempio non è un tipo di astrologia corretta quella degli oroscopi sui giornali, basata unicamente sul segno solare di nascita, e che viene aspramente criticata da Ciro Discepolo, ma non è nemmeno corretto il tipo di astrologia che pratica lui.

L'astrologia non deve dirti dove passare il giorno del compleanno, ma dovrebbe spiegarti chi sei.

Discepolo ha inventato un bel sistema per evitare di interpretare gli oroscopi, che è sempre una operazione rischiosa, perché il consultante potrebbe non essere d'accordo con la tua interpretazione. Molto meglio evitare di dare delle interpretazioni, e suggerire come migliorare "la qualità della vita" spostandosi nel giorno del compleanno, perché in questo modo non si corre il rischio di sbagliare.

Il tipo di astrologia proposta da questo astrologo, è meno falsificabile di altri tipi di astrologia, perché anche se accadono degli eventi negativi, l'astrologo può sempre dire - come in questo caso - che le cose sarebbero potute andar peggio senza il suo "aiuto".

Sembra impossibile che ci sia qualcuno che si è recato a Helsinki per migliorare la qualità della vita, e che quando si ritrova con una gamba rotta non ha nemmeno il coraggio di prendersela con l'astrologo. Potere della suggestione.

L'astrologia è fatta di cose che hanno una certa validità e di altre che non hanno nessuna validità.

Gli astrologi in generale non si preoccupano di separare le cose che funzionano da quelle che non funzionano, impicciarsi del modo di lavorare degli altri astrologi è considerata una scostumatezza, e ognuno si specializza in un tipo di astrologia evitando di pestare i piedi ai colleghi.

Optare per un tipo di astrologia o per un'altra, è una questione di gusti e di preferenze individuali.

Tutti gli astrologi sono pronti a condannare i rappresentanti della scienza ufficiale, che vengono accusati di ristrettezze di idee e di essere prevenuti, ma non si rendono conto che la scienza non potrebbe mai validare delle cose che sono in contraddizione tra loro.

Ad esempio, le caratteristiche dei segni sono le stesse sia per l'astrologia siderale che per quella tropica, solo che secondo l'astrologia siderale io sarei un Aquario e secondo quella tropica sarei un Pesci, e lo stesso capita alla maggior parte delle persone. Prima di scagliarsi contro la scienza o il CICAP, secondo me, sarebbe importante capire se hanno ragione gli astrologi siderali o quelli tropici, ma se provo a discutere della questione, vengo accusato di essere inutilmente polemico.

Il problema fondamentale dell'astrologia è l'incapacità degli astrologi di verificare le sue regole.

Un esempio eclatante di questo è dato da una ricerca statistica sulla compatibilità matrimoniale di Ciro Discepolo. Questa statistica si può leggere in rete: "IV indagine sulle coppie: analisi di 30650 soggetti" (Non metto il link per non fargli pubblicità, ma si trova facilmente inserendo su Google la frase virgolettata).

Questa statistica contiene un errore vistoso, che però non è stato notato da nessuno prima di me, nonostante che questa ricerca sia stata pubblicata da più di venti anni.

In questa statistica Discepolo vuole verificare se alcuni aspetti tra i Soli di nascita dei coniugi sono favorevoli o sfavorevoli al matrimonio. Accorda alla quadratura un'orbita di 6 gradi, per cui i gradi zodiacali interessati dalla quadratura dovrebbero essere 6 + 6 + 6 + 6 = 24 su 360.

24/360 semplificando la frazione è uguale a 1/15.

Per cui su un campione di coppie sposate, bisognerebbe aspettarsi che circa un quindicesimo delle coppie abbiano i Soli di nascita in quadratura.

Discepolo invece trova che le coppie in quadratura sono circa la metà del previsto, cosi' come lo sono anche le coppie in sestile ed in trigono, e non si accorge che il suo software calcolava male il numero di coppie con i Soli di nascita in aspetto.

Non se ne è accorto lui e non se ne sono accorti nemmeno i suoi numerosi collaboratori e lettori, pur avendo avuto 20 anni di tempo per farlo.

Non se ne sono accorti i suoi estimatori e non se ne sono accorti i suoi detrattori, eppure l'errore è evidente ed è sotto gli occhi di tutti.

Questo fatto si può spiegare unicamente con l'assoluta mancanza di spirito critico delle persone che si occupano di astrologia.

Se i gradi intercettati dalla quadratura sono un quindicesimo del cerchio zodiacale, e Discepolo ha trovato che questo tipo di coppie erano invece un trentesimo del totale, doveva essere evidente a tutti, che c'era qualcosa di errato nei suoi calcoli.

Invece non sono bastati vent'anni agli astrologi per scovare questo errore.

Evidentemente gli astrologi credono a delle cose, perché hanno simpatia per chi le afferma, ma sono incapaci di fare delle verifiche, anche se minime.

Questi astrologi e questa astrologia non è difendibile, e il problema è che questi astrologi sono la maggioranza o forse la totalità degli astrologi.

Che cosa posso rispondere a

SirJ`adore?


Mi tocca dargli ragione, è come dice lui, l'astrologia è basata sull'illusione, nella stragrande maggioranza dei casi.



#51 Abete

Abete

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 10 messaggi

Inviato 24 luglio 2012 - 01:48

""" cosa riuscite a prevedere con l'astrologia? """

si possono prevedere avvenimenti della vita materiale e spirituale del soggetto.
ognuno di noi ha dentro di se tutti i segni zodiacali e allo stesso tempo i pianeti del nostro sistema solare.
Sia i segni che i pianeti ci influenzano in modi differenti.

""" vi è stata utile l'astrologia per ottenere qualcosa nella vita o la praticate come fosse solo un consulto?
a conoscenza dell'astrologia cosa vi ha permesso di fare e di conoscere in più rispetto a chi non la pratica?
fino a che punto riuscite a prevedere con l'astrologia? cosa? a cosa vi serve? """


Certo, mi è stata molto utile per conoscere me stesso, grazie al tema natale.
Ho potuto scoprire lati nascosti di me che non conoscevo e confermare altri che avevo già conosciuto.
Mi ha aiutato a comprendere che il Caso non esiste.
Ognuno di noi ha la sua stella nel cielo.
Le stelle e i pianeti influenzano corpo, anima e spirito.
Ognuno ha il proprio destino scritto nelle stelle.
Ognuno puo' modificare questo destino, migliorarlo e diventare padrone delle stelle.
Cosi' come il sole e la luna influenzano la terra , allo stesso modo influenzano l'uomo sia dal punto di vista fisico-materiale, sia dal punto di vista spirituale.
Le stelle possono determinare il cammino di in un anima qui sulla terra.
Tempo fa esistevano i veri Astrologi che sapevano prevedere con esattezza matematica un incidente, un avvenimento, un furto, un omicidio ecc... di un soggetto.
Ci sono numerose storie al riguardo, persino Giulio Cesare aveva un suo Astrologo-Indovino che lo aveva avvertito riguardo la sua morte, gli consigliava certe azioni perchè era in pericolo. Ma Cesare ignorò cio' che gli disse quell'Astrologo, fece di testa sua e mori'.
Al giorno d'oggi non esistono piu' i veri Astrologi. L'astrologia di oggi non sa essere piu' quella di un tempo e la causa è l'uomo che ha voluto abbracciare la materia e abbandonare la spiritualità.
Oggi troviamo Falsi Astrologici come Paolo Fox che non sono neanche degni di portare il nome di Astrologo.
Ma cosi' stanno le cose.
Per quanto mi riguarda, L'Astrologia per come oggi la percepiamo, è utile per conoscere se stessi piu' che per prevedere. Poichè abbiamo perso numerose facoltà (spirituali) per leggere i nostri Astri.
L'uso dell'Astrologia puo' essere utile o dannoso, dipende che uso ne facciamo.

:ciao:

#52 Guest_Eve_*

Guest_Eve_*
  • Ospiti

Inviato 24 luglio 2012 - 04:12

L'uso dell'Astrologia puo' essere utile o dannoso, dipende che uso ne facciamo.

:ciao:

Di tutto il post, oltre all'opinione su Fox che comunque aggiunge sempre una postilla ("prendete il tutto con le dovute riserve"), questa è l'unica frase che condivido.

#53 Unoqualunque

Unoqualunque

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2033 messaggi

Inviato 25 luglio 2012 - 12:55

[quote name='pier']Intervengo nella discussione non per difendere l’operato degli astrologi, ma come studioso di astrologia vedica e della relativa cultura , quella orientale, che da millenni viene utilizzata da milioni di persone .
Questa astrologia è molto complessa ed è necessario sapere, oltre la precisa località di nascita , anche l’ora precisa della nascita compresi i secondi. Ciò è molto importante perché nell'arco zodiacale si esistono delle sottodivisioni ( dasha) di 13°20' , ognuna delle quali è divisa in 4 parti (pada) di 3°20' . Questo comporta che se dei gemelli nascono ad una certa distanza temporale , tale distanza implica che questi, pur nascendo nello stesso segno , ricadano in una di queste sotto divisioni e quindi in una delle ulteriori sottodivisioni (pada). Da ciò si può capire come i gemelli in genere hanno delle caratteristiche molto diverse fra loro .

Bisogna considerare inoltre che le sottodivisioni determinano inoltre dei periodi nella vita di un individuo (dasha) nei quali un pianeta ha più forza rispetto agli altri . Questi dasha si suddividono ulteriormente in sotto periodi i quali arrivano a coprire anche un giorno specifico. Ciò comporta una situazione che crea una ulteriore differenziazione fra gli individui che nascono in un determinato segno . Bisogna tenere anche conto di come sono disposti i pianeti nei vari segni ed i rapporti fra loro chiamati Yoga o unioni .
Ciò comporta ancora una ulteriore suddivisione il che differenzia ulteriormente ciascuna persona da qualunque altro individuo nel corso della sua vita . [/QUOTE]

Più l'astrologia è complessa più è difficile controllare se sbaglia. Comunque in nessun ospedale a quanto so viene calcolato il secondo di nascita dato che è parecchio difficile. In questo caso gli orologi dei medici, dei familiari o di qualunque altra persona nell'ospedale difficilmente sarà l'orario preciso. Non è calcolato con un orologio atomico quindi sarà un orario sommario sempre meno preciso se si calcola anche il secondo di nascita. Comunque c'è una cosa che non mi quadra: perché in un secondo cambiano tante cose? Cioè, mi spiego. Per i tempo astronomici un secondo se non parliamo di analisi scientifica è davvero insignificante, il movimento dei pianeti è quasi nullo in questo caso. Come fa ad influire tanto questa variazione?

[quote] In India esistono delle università il cui corso è di circa 12 anni e da queste si ottiene un titolo accademico.
Non parlo dell’aspetto filosofico che è molto importante , ma mi soffermo sull’uso dell’astrologia orientale nei vari campi , quali la medicina Ayurvedica (ayurveda ), l’architettura (il vastu ) , la musicoterapia (Gandharva veda e Sufi) che viene usata per curare alcune malattie , vedi stralcio sotto riportato

“La musica come utile terapia nelle piu' importanti malattie neurologiche quali l'Alzheimer, il Parkinson, le demenze, ma anche nel coma traumatico e nel trattamento delle afasie e dell'autismo. Ne discuteranno a Brescia il 21 e 22 settembre neuroscienziati, musicisti, filosofi, psicologi, neuroriabilitatori di tutto il mondo nell' ambito del 3/o Congresso Mondiale di NeuroMusicologia Clinica………… le informazioni musicali, di qualsiasi natura siano, dal suono al ritmo, alla melodia seguano, nel loro viaggio intracerebrale, dei particolari sentieri, per arrivare a diventare percezioni coscienti. Questi 'sentieri' corrono in fasci di fibre nervose, contattano i nuclei della base del cervello che li colorano di emozioni ed infine arrivano ai lobi frontali dove si integrano con altre informazioni per dare sensazioni coscienti della loro presenza''.
Il coinvolgimento massiccio e allo stesso tempo differenziato e selettivo di tutto il cervello ''determina alla fine - conclude Monini - una stimolazione multisensoriale, relazionale, emozionale e cognitiva che si e' dimostrata utile non solo nel coma traumatico ma anche nel trattamento delle afasie, dell' autismo e delle malattie neuro-degenerative''.
Ora puoi tranquillamente fare le tue considerazioni circa l’uso dell’astrologia : il mio scopo è solo quello di averti segnalato come questa, in oriente ,viene utilizzata ed è sempre più utilizzata nei suo componenti ,sopra descritti , anche in occidente .
Ritorno a precisare che sono solo uno studioso della cultura vedica e mai ho tratto alcun compenso perché non mi ritengo un astrologo .[/quote]

Non capisco come la musica che viene percepita possa influenzare in qualunque modo malattie come il Morbo di Alzheimer... Comunque non ci sono pubblicazioni scientifiche che attestano qualche risultato?

ps. sapevo che suonare uno strumento come impegnare il cervello in qualunque attività intellettuale diminuiva la possibilità di essere colpiti da questo morbo... solo questo però...

[quote name='Abete']""" cosa riuscite a prevedere con l'astrologia? """

si possono prevedere avvenimenti della vita materiale e spirituale del soggetto.
ognuno di noi ha dentro di se tutti i segni zodiacali e allo stesso tempo i pianeti del nostro sistema solare.
Sia i segni che i pianeti ci influenzano in modi differenti. [/QUOTE]

Non c'è alcuna prova di ciò. E' solo un illazione.

""" vi è stata utile l'astrologia per ottenere qualcosa nella vita o la praticate come fosse solo un consulto?
a conoscenza dell'astrologia cosa vi ha permesso di fare e di conoscere in più rispetto a chi non la pratica?
fino a che punto riuscite a prevedere con l'astrologia? cosa? a cosa vi serve? """


Certo, mi è stata molto utile per conoscere me stesso, grazie al tema natale.
Ho potuto scoprire lati nascosti di me che non conoscevo e confermare altri che avevo già conosciuto.[/quote]

O magari ha creato lati nascosti. Se non li conoscevi ipotizzo che le tue credenze ti abbiano stimolato a sviluppare quei lati caratteriali che prima non avevi. Tutto ciò per dare ulteriore fondamento alle tue credenze (sempre a livello inconscio intendo).

[QUOTE]Mi ha aiutato a comprendere che il Caso non esiste.
Ognuno di noi ha la sua stella nel cielo.[/QUOTE]

Moltissime delle stelle che vedi nel cielo non esistono più. E' solo la luce che ancora finisce di raggiungerci anche se quella stella è morta da ere intere...

Il caso esiste e si può dimostrare, tu come dimostri che non esiste?

[QUOTE]Le stelle e i pianeti influenzano corpo, anima e spirito.
Ognuno ha il proprio destino scritto nelle stelle.
Ognuno puo' modificare questo destino, migliorarlo e diventare padrone delle stelle.[/QUOTE]

Sempre se un destino esiste. Le stelle non sono coscienti, non hanno ragione. Sono solo ammassi di materia. Per quale motivo dovrebbero influenzarci?

[QUOTE]Cosi' come il sole e la luna influenzano la terra , allo stesso modo influenzano l'uomo sia dal punto di vista fisico-materiale, sia dal punto di vista spirituale.[/QUOTE]

Fermi tutti! Non facciamo demagogia. Che il sole e la luna influenzano la terra si sa perché la scienza ha spiegato come ma che le stelle influenzano l'uomo è tutto un altro paio di maniche. Il sole influenza l'uomo poiché regola il ciclo del sonno mentre la luna influenza solo le maree con la sua gravità. Tutto il resto è un opinione degli astrologi mai lontanamente verificata.

[QUOTE]Le stelle possono determinare il cammino di in un anima qui sulla terra.
Tempo fa esistevano i veri Astrologi che sapevano prevedere con esattezza matematica un incidente, un avvenimento, un furto, un omicidio ecc... di un soggetto.
Ci sono numerose storie al riguardo, persino Giulio Cesare aveva un suo Astrologo-Indovino che lo aveva avvertito riguardo la sua morte, gli consigliava certe azioni perchè era in pericolo. Ma Cesare ignorò cio' che gli disse quell'Astrologo, fece di testa sua e mori'.[/QUOTE]

Oggi non ci sono più i "veri Astrologi" per un semplice motivo: oggi c'è più controllo su tutto. Che i sovrani romani erano spesso vittime di attentati e complotti non c'era bisogno di un astrologo per saperlo. Inoltre Artemidoro di Cnido, quello che tu chiami Astrologo e che ha "predetto" la morte di Cesare, in realtà era un indovino che non aveva nulla a che fare con l'astrologia. A parte questo, secondo la tradizione ci sono stati tantissimi avvenimenti strani prima della morte di Cesare (ti invito a leggere la parte riguardante le Idi di Marzo nella pagina di Wikipedia di Cesare) ma ovviamente sono stati alterati dalle credenze della gente.

Che gli Astrologi del passato sapevano prevedere con esattezza matematica un qualunque incidente è tutto da verificare. Ci puoi fare qualche esempio?

[quote]Al giorno d'oggi non esistono piu' i veri Astrologi. L'astrologia di oggi non sa essere piu' quella di un tempo e la causa è l'uomo che ha voluto abbracciare la materia e abbandonare la spiritualità.
Oggi troviamo Falsi Astrologici come Paolo Fox che non sono neanche degni di portare il nome di Astrologo.
Ma cosi' stanno le cose.
Per quanto mi riguarda, L'Astrologia per come oggi la percepiamo, è utile per conoscere se stessi piu' che per prevedere. Poichè abbiamo perso numerose facoltà (spirituali) per leggere i nostri Astri.
L'uso dell'Astrologia puo' essere utile o dannoso, dipende che uso ne facciamo.[/quote]

Cosa vuol dire? Un tempo erano più "spirituali" di ora? Non capisco il nesso, come può la vita dell'uomo, influenzata dalle stelle, essere a sua volta responsabile del suo fallimento? Se sono le stelle a decidere il nostro temperamento, il nostro modo di vivere e di approcciarci con gli altri che responsabilità abbiamo noi? E' colpa nostra anche se è "tutto scritto nelle stelle"? Anche se ognuno di noi ha "la sua stella"?
Sei molto incoerente...

[quote name='astro']Il post precedente spiega la ragione per cui non ho tanta voglia di "difendere l'astrologia".

Ci sono tanti modi di fare astrologia, ma non tutti sono corretti. Ad esempio non è un tipo di astrologia corretta quella degli oroscopi sui giornali, basata unicamente sul segno solare di nascita, e che viene aspramente criticata da Ciro Discepolo, ma non è nemmeno corretto il tipo di astrologia che pratica lui.

L'astrologia non deve dirti dove passare il giorno del compleanno, ma dovrebbe spiegarti chi sei.[/QUOTE]

Per quel che mi ricordo l'astrologia dei giornaletti dice come le stelle influenzano la tua giornata e il tuo carattere, non dove devi andare... Comunque non capisco ancora una cosa... cosa vi da quella certezza che loro sbagliano mentre voi fate la "vera astrologia"?

[QUOTE]Discepolo ha inventato un bel sistema per evitare di interpretare gli oroscopi, che è sempre una operazione rischiosa, perché il consultante potrebbe non essere d'accordo con la tua interpretazione. Molto meglio evitare di dare delle interpretazioni, e suggerire come migliorare "la qualità della vita" spostandosi nel giorno del compleanno, perché in questo modo non si corre il rischio di sbagliare.

Il tipo di astrologia proposta da questo astrologo, è meno falsificabile di altri tipi di astrologia, perché anche se accadono degli eventi negativi, l'astrologo può sempre dire - come in questo caso - che le cose sarebbero potute andar peggio senza il suo "aiuto".

Sembra impossibile che ci sia qualcuno che si è recato a Helsinki per migliorare la qualità della vita, e che quando si ritrova con una gamba rotta non ha nemmeno il coraggio di prendersela con l'astrologo. Potere della suggestione.[/QUOTE]

Discepolo come tutti gli altri astrologi del passato che hanno tentato di dare validità al proprio metodo non hanno prodotto nessun esperimento ripetibile capace di dimostrare l'effettiva rigorosità dell'astrologia in qualunque ambito.

[QUOTE]L'astrologia è fatta di cose che hanno una certa validità e di altre che non hanno nessuna validità.[/QUOTE]

Che cosa c'è di valido nell'astrologia e cosa intendi tu per valido?

[QUOTE]Gli astrologi in generale non si preoccupano di separare le cose che funzionano da quelle che non funzionano, impicciarsi del modo di lavorare degli altri astrologi è considerata una scostumatezza, e ognuno si specializza in un tipo di astrologia evitando di pestare i piedi ai colleghi.

Optare per un tipo di astrologia o per un'altra, è una questione di gusti e di preferenze individuali.

Tutti gli astrologi sono pronti a condannare i rappresentanti della scienza ufficiale, che vengono accusati di ristrettezze di idee e di essere prevenuti, ma non si rendono conto che la scienza non potrebbe mai validare delle cose che sono in contraddizione tra loro.

Ad esempio, le caratteristiche dei segni sono le stesse sia per l'astrologia siderale che per quella tropica, solo che secondo l'astrologia siderale io sarei un Aquario e secondo quella tropica sarei un Pesci, e lo stesso capita alla maggior parte delle persone. Prima di scagliarsi contro la scienza o il CICAP, secondo me, sarebbe importante capire se hanno ragione gli astrologi siderali o quelli tropici, ma se provo a discutere della questione, vengo accusato di essere inutilmente polemico.[/QUOTE]

E come si fa a capire chi di loro ha ragione se da ogni lato c'è un rifiuto della scienza in ogni sua forma?

[QUOTE]Il problema fondamentale dell'astrologia è l'incapacità degli astrologi di verificare le sue regole.

Un esempio eclatante di questo è dato da una ricerca statistica sulla compatibilità matrimoniale di Ciro Discepolo. Questa statistica si può leggere in rete: "IV indagine sulle coppie: analisi di 30650 soggetti" (Non metto il link per non fargli pubblicità, ma si trova facilmente inserendo su Google la frase virgolettata).

Questa statistica contiene un errore vistoso, che però non è stato notato da nessuno prima di me, nonostante che questa ricerca sia stata pubblicata da più di venti anni.

In questa statistica Discepolo vuole verificare se alcuni aspetti tra i Soli di nascita dei coniugi sono favorevoli o sfavorevoli al matrimonio. Accorda alla quadratura un'orbita di 6 gradi, per cui i gradi zodiacali interessati dalla quadratura dovrebbero essere 6 + 6 + 6 + 6 = 24 su 360.

24/360 semplificando la frazione è uguale a 1/15.

Per cui su un campione di coppie sposate, bisognerebbe aspettarsi che circa un quindicesimo delle coppie abbiano i Soli di nascita in quadratura.

Discepolo invece trova che le coppie in quadratura sono circa la metà del previsto, cosi' come lo sono anche le coppie in sestile ed in trigono, e non si accorge che il suo software calcolava male il numero di coppie con i Soli di nascita in aspetto.

Non se ne è accorto lui e non se ne sono accorti nemmeno i suoi numerosi collaboratori e lettori, pur avendo avuto 20 anni di tempo per farlo.

Non se ne sono accorti i suoi estimatori e non se ne sono accorti i suoi detrattori, eppure l'errore è evidente ed è sotto gli occhi di tutti.

Questo fatto si può spiegare unicamente con l'assoluta mancanza di spirito critico delle persone che si occupano di astrologia.

Se i gradi intercettati dalla quadratura sono un quindicesimo del cerchio zodiacale, e Discepolo ha trovato che questo tipo di coppie erano invece un trentesimo del totale, doveva essere evidente a tutti, che c'era qualcosa di errato nei suoi calcoli.

Invece non sono bastati vent'anni agli astrologi per scovare questo errore.

Evidentemente gli astrologi credono a delle cose, perché hanno simpatia per chi le afferma, ma sono incapaci di fare delle verifiche, anche se minime.[/QUOTE]

A parte quest'errore, ogni controllo statistico viene sempre ben documentato. In questo caso come si può controllare che vi sia stata realmente questa analisi statistica?

[QUOTE]Questi astrologi e questa astrologia non è difendibile, e il problema è che questi astrologi sono la maggioranza o forse la totalità degli astrologi.[/QUOTE]

Come sai che sono la maggioranza? Come fai a dire che la maggior parte degli astrologi sbaglia?
Poteri paranormali? Capacità di interpellare spiriti, demoni e dei?
Se li hai perché non provarli?
Fai questo test: http://forum.cosenas...revedibile.html

#54 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 25 luglio 2012 - 05:38

Più l'astrologia è complessa più è difficile controllare se sbaglia. Comunque in nessun ospedale a quanto so viene calcolato il secondo di nascita dato che è parecchio difficile. In questo caso gli orologi dei medici, dei familiari o di qualunque altra persona nell'ospedale difficilmente sarà l'orario preciso. Non è calcolato con un orologio atomico quindi sarà un orario sommario sempre meno preciso se si calcola anche il secondo di nascita. Comunque c'è una cosa che non mi quadra: perché in un secondo cambiano tante cose? Cioè, mi spiego. Per i tempo astronomici un secondo se non parliamo di analisi scientifica è davvero insignificante, il movimento dei pianeti è quasi nullo in questo caso. Come fa ad influire tanto questa variazione?


Non è vero che bisogna conoscere l'orario di nascita con precisione al secondo, di norma è sufficiente un'orario con un'approssimazione di 10-15 minuti. Se non fosse cosi', non sarebbe possibile fare degli oroscopi, perché un errore di 10-15 minuti negli orari di nascita è quasi sempre presente.

Comunque non è molto corretto ciò che dici, perché in astronomia anche un secondo può essere importante. Se si osserva un oggetto astronomico con un telescopio, dopo qualche secondo esce dal campo visivo, se non si ruota in modo opportuno il telescopio per controbilanciare la rotazione della Terra.
Lo stesso vale anche per l'astrologia, in un tempo breve i pianeti si spostano poco nello zodiaco, ma la loro posizione rispetto l'orizzonte del luogo, cambia molto più velocemente, a causa della rotazione terrestre.

""" vi è stata utile l'astrologia per ottenere qualcosa nella vita o la praticate come fosse solo un consulto?
a conoscenza dell'astrologia cosa vi ha permesso di fare e di conoscere in più rispetto a chi non la pratica?
fino a che punto riuscite a prevedere con l'astrologia? cosa? a cosa vi serve? """


L'utilità dell'astrologia è molto dubbia, perché le previsioni che si possono fare, non hanno una attendibilità tale da poter basare le proprie scelte su di esse. Però non sono soltanto le cose utili ad essere interessanti.

Fermi tutti! Non facciamo demagogia. Che il sole e la luna influenzano la terra si sa perché la scienza ha spiegato come ma che le stelle influenzano l'uomo è tutto un altro paio di maniche. Il sole influenza l'uomo poiché regola il ciclo del sonno mentre la luna influenza solo le maree con la sua gravità. Tutto il resto è un opinione degli astrologi mai lontanamente verificata.


Le stelle non c'entrano nulla con l'astrologia occidentale che si occupa soltanto del Sole, della Luna e dei pianeti, ossia soltanto dei corpi celesti principali presenti all'interno del sistema solare.

A parte questo, stai facendo un errore fondamentale, perché pensi che degli influssi non verificati siano automaticamente degli influssi inesistenti. Se fossi nato qualche secolo fa avresti negato anche l'influsso della Luna sulle maree, perché questo influsso è stato spiegato scientificamente solo dopo Newton.

Tu credi che le cose verificate siano scienza e che quelle non verificate siano delle bufale.
Ma le cose non stanno in questo modo, perché l'universo funziona alla sua maniera indipendentemente dalla tua capacità di comprendere le sue leggi.

Con questo non voglio dire che bisogna credere a tutto, l'esistenza dei folletti non è verificata, ed io non crederò nella loro esistenza, finché non ne vedrò qualcuno.

Il caso dell'astrologia è diverso, perché anche senza le verifiche scientifiche che ti piacerebbe avere, ci sono comunque i presupposti logici per pensare che l'influsso della Luna e degli altri corpi celesti non possa limitarsi ad agire sulle maree.

Noi, ma anche tutti gli altri esseri viventi della Terra, siamo il risultato di un processo di adattamento alle condizioni ambientali del nostro mondo.

Gli astronomi interessati alla vita su altri pianeti, pensano che essa possa esistere su dei pianeti di altri sistemi solari a condizione che il pianeta si trovi ad una certa distanza dalla sua stella, simile alla distanza della Terra dal Sole. Ritengono che un pianeta troppo vicino o troppo distante dalla sua stella non sia adatto alla nascita della vita. In altre parole ritengono che i fattori astronomici siano fondamentali perché la vita possa esistere e che da questi fattori dipendono le caratteristiche che le forme di vita possono assumere.

E' lo scetticismo nei confronti dell'astrologia ad essere irrazionale, perché lo scettico nega l'influsso dell'ambiente su di noi, come se vivessimo sotto una campana di vetro che ci isola da tutto il resto.

Dov'è questa campana di vetro? Dov'è il muro che ci separa dagli altri pianeti del sistema solare?

E' agli scettici che spetta il compito di trovare questo muro che ci separerebbe da tutto il resto.

Il principio fondamentale dell'astrologia dovrebbe essere innegabile da qualsiasi mente razionale. Esiste un cordone ombelicale che ci lega in modo indissolubile al sistema solare, per la semplice ragione che noi siamo un prodotto di questo mondo.

Noi non conosciamo i dettagli del processo che ha permesso la nostra esistenza, non sappiamo nemmeno se la vita sia nata sulla Terra o se sia nata prima da qualche altra parte. Ma anche se la vita fosse nata prima da qualche altra parte, si è comunque adattata alle caratteristiche del nostro mondo, e questo è già sufficiente perché vi sia un legame strettissimo tra noi e il mondo in cui viviamo.

#55 pier

pier

    Utente Senior

  • Utenti
  • 316 messaggi

Inviato 25 luglio 2012 - 06:57

Più l'astrologia è complessa più è difficile controllare se sbaglia. Comunque in nessun ospedale a quanto so viene calcolato il secondo di nascita dato che è parecchio difficile. In questo caso gli orologi dei medici, dei familiari o di qualunque altra persona nell'ospedale difficilmente sarà l'orario preciso. Non è calcolato con un orologio atomico quindi sarà un orario sommario sempre meno preciso se si calcola anche il secondo di nascita. Comunque c'è una cosa che non mi quadra: perché in un secondo cambiano tante cose? Cioè, mi spiego. Per i tempo astronomici un secondo se non parliamo di analisi scientifica è davvero insignificante, il movimento dei pianeti è quasi nullo in questo caso. Come fa ad influire tanto questa variazione?

Non capisco come la musica che viene percepita possa influenzare in qualunque modo malattie come il Morbo di Alzheimer... Comunque non ci sono pubblicazioni scientifiche che attestano qualche risultato?

ps. sapevo che suonare uno strumento come impegnare il cervello in qualunque attività intellettuale diminuiva la possibilità di essere colpiti da questo morbo... solo questo però...


Il buon astro, che segue l’astrologia occidentale, ha risposto in parte domanda come segue :
“Comunque non è molto corretto ciò che dici, perché in astronomia anche un secondo può essere importante. Se si osserva un oggetto astronomico con un telescopio, dopo qualche secondo esce dal campo visivo, se non si ruota in modo opportuno il telescopio per controbilanciare la rotazione della Terra.
Lo stesso vale anche per l'astrologia, in un tempo breve i pianeti si spostano poco nello zodiaco, ma la loro posizione rispetto l'orizzonte del luogo, cambia molto più velocemente, a causa della rotazione terrestre.”

L’astrologia orientale o siderale o vedica si basa in particolar modo sulla Luna la quale si sposta velocemente nel cielo a causa della rotazione terrestre . Anticamente gli astrologi erano prima di tutto degli astronomi e dei matematici . Osservavano il cielo e riportavano giorno per giorno la posizione delle stelle , dei pianeti e della Luna nelle loro carte del cielo . Basta una manciata di secondi perché si passi da una nakshatra all’altra , oppure da un pada (suddivisione di una nakshatra) all’altro . Ciò comparta il cambiamento ,anche sostanziale, delle caratteristiche di una persona .
Oggi è possibile conoscere la data di un evento storico ,anche di migliaia di anni fa , leggendo le cronache di avvenimenti importanti perché in queste erano riportate , con dovizia di particolari , tali posizioni che tenevano conto anche della la precessione degli equinozi (che già conoscevano) .
Ancora oggi in India quando nasce un bambino i genitori segnano l’ora della nascita del nuovo nato .
L’astrologia siderale e occidentale sono molto diverse fra loro ed è giusto che astro difenda quella occidentale . Come studioso non difendo quella siderale, mi limito solo a far conoscere come è articolata , visto che ancora oggi è seguita giornalmente da milioni di persone .
Per la musicoterapia è sufficiente visionare internet per trovare la documentazione richiesta.
Vicino a dove abito c’è un centro universitario di Neuro Scienze nel quale viene usata la musicoterapia per il parkinson. Molte università europee hanno studiato ed applicano la musicoterapia sufi che fin dalle origini era riferita all’astrologia araba , cioè siderale .
Io stesso creo , per studio, , della musica frattale usando i dati ricavati dalla astrologia siderale. Tale musica ovviamente si riferisce solo ad una data persona .

Ecco ad esempio qualche cosa sulla musicoterapia sufi:
[FONT=&]Tonalità RAST MAKAMI
Segno: ARIETE - Gruppo: FUOCO
Ha natura calda e secca
Efficace a mezzanotte e all'alba. Si oppone al dormire troppo a lungo. Interessa organi freddi come il cervello e le ossa, nonché i grassi. Aumenta le basse frequenze del polso. Corregge gli squilibri causati dall'umidità che controlla il corpo dei bambini. Benefico per le malattie mentali. Ha un rapporto con la bile gialla. Mostra carattere maschile. E' più efficace il martedì e la mattina. E' associato col gruppo acqua e col segno del Capricorno. E' una delle quattro maggiori tonalità con alto valore curativo. Induce gioia, calma interna e rilassamento. Cura la paralisi. Opera sopratutto sulla testa, sugli occhi e sui muscoli. E' una delle tonalità più vecchie. In persiano ha significati quali "diritto" (diretto, schietto, semplice, vivo, sensibile, conscio, reale, sincero, autentico) e "corretto" (esatto, preciso), poche ha qualità mitiganti ed e benefico per la cura dei pazienti spastici e autistici. E' anche associato col pianeta Marte.

La musicoterapia Sufi attualmente è utilizzata per la cura di svariate patologie ed è stata testata anche per la malattia neurovegetativa il Morbo di Parckinson .

-Dall’articolo del prof. dott. Rahmi Oruç Güvenç .
“ Oggi, nelle tecniche usate dai nostri terapeuti, sono stati conservati gli antichi metodi . Il pa ziente giace in una posizione confortevole, con accompagnamento di un ritmo rilassante e di suono d'acqua che scorre; Ney, Rebab, Cheng, Ud, Dombra e Rubab ven¬gono suonati con improvvisazioni e usando tonalità adatte. In queste sedute sono stati registrati molti cambiamenti positivi e miglioramenti in malattie psicologiche e fisiche, nell'ambito dell'autismo, della pediatria e della geriatria. Il dottor L. Gutjahr e il professor V. Mechleid hanno registrato misurazioni EEG che hanno corroborato queste tradizioni risalenti ad un millennio almeno. Dopo aver sperimentato sulle importanti da 10 a 15 di quelle 400 tonalità, abbiamo realizzato cassette e CD da usare nelle sedute.
A Vienna, nel Meidling Rehabilitation Center, si effettua una musicoterapia usando tonalità turche su pazienti in coma. Qui e stato osservato un cambiamento delle onde alpha e theta nel cervello dei pazienti. Dopo queste sedute terapeutiche molti pazienti sono usciti dal coma.
- Dal libro” La Musicoterapia dei Sufi (Arcipelago Edizioni)” .
“Abbiamo così una metodologia terapeutica che affonda le radici nel periodo preistorico dello sciamanesimo turco e mongolo, quello sciamanesimo che nel Buddhismo ha dato origine alla scuola del Veicolo tibetano e nell'Islam al Sufismo e ai relativi dhikr e semà.
E’ una metodologia terapeutica che si basa esclusivamente sulla musica pentatonica suonata con strumenti tradizionali (ciò che esclude del tutto le applicazioni empiriche di gran parte delle cosiddette Scuole di musicoterapia occidentale).
Questa musicoterapia è correttamente praticata nel principale Centro turco, il Tümata di Istanbul, diretto appunto dallo psichiatra sufi Rahmi Oruç Güvenç; in sei scuole europee (Rosenau, Zurigo, Berlino, Mannheim, Madrid, Barcellona); e in undici centri nel mondo tutti dipendenti dalla Turchia: Madrid, Barcellona, Zurigo, Vienna, Rosenau, Berlino, Mannheim, Friburgo, Almati, Bishkek, Izmir.

[/FONT]


#56 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 25 luglio 2012 - 08:16

Su questo forum sono riuscito a descrivere alcune caratteristiche dei gemelli di Solaria, che sono nati a solo un minuto di distanza l'uno dall'altro. Questa sembrerebbe una conferma di ciò che dice Pier, ossia che se non il secondo, almeno il minuto di nascita conti moltissimo.

Però, secondo me, non è cosi'.

Il caso dei gemelli è un po' particolare, io inizio facendo l'oroscopo calcolato per il tempo medio tra le due nascite, e poi siccome un gemello è nato prima ed un altro è nato dopo, noto in che cosa si differenziano i due oroscopi, esagerando il significato di queste differenze.

I gemelli sono obbligati a nascere più o meno nello stesso momento, per cui in questo caso anche una differenza minima tra le due carte del cielo, può spiegare alcune differenze caratteriali. Però se Solaria mi avesse dato i dati di nascita di uno dei due, senza dirmi che esisteva anche un altro gemello, non credo che sarei riuscito ad essere cosi' preciso, e le avrei fornito un'unica interpretazione che sarebbe stata valida per entrambi i bambini.

I gemelli per distinguersi astrologicamente l'uno dall'altro, hanno a disposizione solo la differenza di qualche minuto della nascita, e questo fa si che questa differenza diventi importante, perché è l'unica possibilità che hanno a disposizione per differenziarsi. Ma nei parti non gemellari, il minuto esatto non ha molta importanza.

Secondo me, il voler dare una eccessiva importanza al minuto esatto della nascita, è un po' una scusa per giustificare le cose che non si riescono a leggere nell'oroscopo: "Se non si sono verificate le cose che ho previsto, è perché non sei nato veramente nell'orario che mi hai fornito".

In realtà se una persona è nata con il Sole in dodicesima o con il Sole in prima non fa molta differenza, perché il dato fondamentale è che questa persona ha il sole congiunto all'ascendente e le caratteristiche che ne derivano, mentre non ha molta importanza se il Sole è in una casa o nell'altra.

#57 Guest_Eve_*

Guest_Eve_*
  • Ospiti

Inviato 25 luglio 2012 - 08:33

I gemelli sono obbligati a nascere più o meno nello stesso momento,

I gemelli per distinguersi astrologicamente l'uno dall'altro, hanno a disposizione solo la differenza di qualche minuto della nascita

Ci sono anche gemelli che nascono a un'ora di tempo l'uno dall'altro.
Il che cambia completamente tutto.

Secondo me, il voler dare una eccessiva importanza al minuto esatto della nascita, è un po' una scusa per giustificare le cose che non si riescono a leggere nell'oroscopo: "Se non si sono verificate le cose che ho previsto, è perché non sei nato veramente nell'orario che mi hai fornito".

Vero.
E' inutile star lì a calcolare il grado e il minuto, se non si riesce a trovare una giusta collocazione al significato dei termini.

In realtà se una persona è nata con il Sole in dodicesima o con il Sole in prima non fa molta differenza, perché il dato fondamentale è che questa persona ha il sole congiunto all'ascendente e le caratteristiche che ne derivano, mentre non ha molta importanza se il Sole è in una casa o nell'altra.

Io non direi proprio.
Se così fosse, nascere con Saturno in 12 o con Saturno in I sarebbe la stessa cosa ?

#58 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 25 luglio 2012 - 08:47

Ci sono anche gemelli che nascono a un'ora di tempo l'uno dall'altro.
Il che cambia completamente tutto.


Un'ora di tempo ovviamente fa la differenza, ma non una imprecisione di 10 o 15 minuti nell'orario di nascita.


Io non direi proprio.
Se così fosse, nascere con Saturno in 12 o con Saturno in I sarebbe la stessa cosa ?


Nascere con Saturno decisamente in 12°, o con Saturno decisamente in I° non è la stessa cosa, ma un Saturno due gradi sopra l'ascendente, è indistinguibile da un Saturno due gradi sotto l'ascendente.

#59 pier

pier

    Utente Senior

  • Utenti
  • 316 messaggi

Inviato 25 luglio 2012 - 10:05

Premesso che dal punto dell’astrologia occidentale è corretto quanto dice astro e d Eve , devo di nuovo segnalare che l’astrologia siderale si interessa , in modo particolare, della Luna (prima del Sole) che è molto veloce e la sua posizione viene chiamata anche ” ascendete lunare”. Pertanto è sufficiente una piccolissima variazione temporale perché la Luna si sposti in una delle divisioni e sotto divisioni che ho già descritto.

Solo al livello di informazione , in India ancora oggi viene dato il nome ad un neonato in relazione al Pada in cui è nato . Nelle cliniche vediche, anche in America , per la cura dei pazienti di alcune patologie viene usato il primordial sound (suono primordiale) che si ricava dalla posizione della luna nei Pada che sono all’interno di ogni nakshatra .
Ripeto ancora una volta che l’astrologia siderale differisce enormemente da quella occidentale o tropicale , tuttavia in questo forum si parla di astrologia e non viene specificato che si intende parlare solo di quella occidentale ed è per questa ragione che sono intervenuto nel dibattito che titola “utilità dell’Astrologia…….”

Ho già esposto in altri interventi circa l’utilità della astrologia nel campo medico (Ayurveda) ,architettonico (Vastu) ,musicale (musicoterapia) , ecc.
Non me ne vogliate se sono intervenuto nella discussione , però c'è un altro utente che si interessa dell’astrologia araba che trae origine da quella siderale e forse a lui/lei ciò che ho detto può interessare .

#60 astro

astro

    Utente Full

  • Utenti
  • 2069 messaggi

Inviato 25 luglio 2012 - 11:21

Ma almeno su questo, non credo che ci siano delle differenze sostanziali tra astrologia siderale e tropica.

La Luna, che è il "pianeta" più veloce, si muove nello zodiaco di un grado ogni due ore, mentre l'ascendente, e le altre case, nello stesso lasso di tempo
si spostano di 30 gradi. I cambiamenti nell'oroscopo dovuti alla rotazione della Terra sono quelli che avvengono più velocemente.

Anche nell'astrologia occidentale un pianeta che in un certo istante si trova in una casa, un secondo dopo può trovarsi in una casa diversa.
Secondo la mia personale visione, è però abbastanza assurdo essere troppo fiscali nel momento in cui bisogna interpretare un oroscopo, per due motivi:



  • L'ora di nascita non è quasi mai esatta.
  • Non credo che esista una separazione netta tra una casa ed un altra, non ci sono 12 muri che vengono sfondati al passaggio dei pianeti, e le case vanno viste come delle indicazioni orientative. Un pianeta tra la settima e l'ottava casa, è un pianeta tra la settima e l'ottava casa, non è un pianeta in settima, e non è un pianeta in ottava, anche se da un punto di vista tecnico si troverebbe nell'una o nell'altra casa.

E comunque, è sufficiente il motivo n.1. Praticamente non esistono ore di nascita precise al minuto, tranne rarissime eccezioni. Io conosco l'ora di nascita dei miei figli, perché ero presente al parto e già allora ero interessato all'astrologia. Ma nonostante questo, un minuto o due di imprecisione è sempre possibile, perché non mi ero portato dietro un cronometro. Per tutti gli altri casi è molto peggio.

Io non so se in India sono cosi' precisi nell'annotare l'ora di nascita, anche se l'astrologia è molto seguita in quel paese.

In generale nei paesi non occidentali sono piuttosto approssimativi nella registrazione dei dati di nascita. Io conosco colombiani, bengalesi e marocchini che non solo non sanno a che ora sono nati, ma che ignorano anche il giorno della loro nascita.

Può darsi che per gli indiani sia diverso visto la considerazione che hanno per l'astrologia, però ho dei dubbi in proposito.

Comunque anche qualche astrologo occidentale, pensa di poter stabilire l'esatta collocazione di un pianeta in una casa o in un altra, ad esempio il già citato Ciro Discepolo è convinto che un pianeta che si trova in cuspide tra due case, abbia un influsso su entrambe le case se si trova a meno di due gradi e mezzo dalla cuspide, e solo nella casa in cui realmente si trova se è ad una distanza maggiore dei due gradi e mezzo dalla cuspide.
Ma come avrà fatto a capire che questa zona in cui il pianeta agisce su entrambe le case è esattamente di due gradi e mezzo?

Due gradi e mezzo di zodiaco corrispondono a circa 10 minuti di tempo, e gli orari di nascita hanno di norma un errore superiore ai 10 minuti, per cui è una pretesa quella di essere riuscito a stabilire esattamente la sfera di influenza dei pianeti nelle case con questa precisione.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi