Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

La buona educazione spesso sinonimo di falsità


  • Per cortesia connettiti per rispondere
46 risposte a questa discussione

#1 silvershine86

silvershine86

    Utente Full

  • Utenti
  • 1177 messaggi

Inviato 06 febbraio 2012 - 01:00

Il titolo già si spiega da solo, ma voglio chiedere una cosa.

Quante volte vi capita di aver a che fare con persone che vi considerano un tantino maleducate perché dite semplicemente ciò che pensate veramente senza giri di parole?

Mi rendo conto che nella società ci siano persone veramente garbate e in gamba, ma molte altre e spesso molto vicine a noi, molto spesso sembra che siano gentili ed educati solo per convenienza e usano forme di cortesia solo per far andare tutto liscio senza intoppi anche se non pensano ciò che dicono in realtà...

Non sembra tutta un'enorme finzione di massa e anche a voi quante volte non è capitato di fare un sorriso quando in realtà avreste voluto mandare una persona a quel paese?

In conclusione la buona educazione esiste davvero o è soltanto l'ennesima maschera solciale che permette una vita serena ma allo stesso tempo più falsa che mai? Non sarebbè meglio essere un pò meno educati e un pò più sinceri?
Senza rimpianti abbandono la colpa, il destino e l'odio sono una cosa sola.
I cancelli dell'inferno ci stanno aspettando, lascia che attendano.
Ovunque stia andando il mio spirito è libero, sto tornando a casa.
Conserva il mio ricordo, ma lascia che io vada...

#2 Noemi0000

Noemi0000

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 42 messaggi

Inviato 06 febbraio 2012 - 01:13

secondo me c'è troppa carne al fuoco :) mi spiego..

a) meglio essere sinceri e dire cio che si pensa, ma esiste comunque sempre un modo educato per farlo... mi consideri una stronza? ok.. me lo puoi dire in faccia, ma se non ti ho mancato di rispetto... puoi usare parole piu gentili..

b) la troppa educazione in generale non credo che sia una maschera... semplicemente viviamo in una società e non sempre possiamo dare retta ai nostri istinti... mi piacerebbe prenderebbe a botte ogni tipa che squadra il mio fidanzato... ma se non lo faccio non significa che indosso una maschera.. semplicemente opto per il lasciar correre (nei limiti del possibile!)

c) la buona educazione oggigiorno non esiste piu... non esiste quando a scuola dei ragazzini insultano i loro prof, non esiste durante le manifestazioni dove dei dementi spaccano tutta la città, non esiste sul posto di lavoro ect... no, non esiste..

in conclusione penso che si possa essere veri e sinceri senza essere volgari.. e bisognerebbe imparare ad essere un po più educati, ma non necessariamente le due cose devono essere collegate :) questo il mio personalissmo pensiero :))

Messaggio modificato da cincin, 06 febbraio 2012 - 07:49
eliminato quote, vedi Regolamento


#3 George Hale

George Hale

    Super Utente

  • Utenti
  • 5161 messaggi

Inviato 06 febbraio 2012 - 01:17

Per me buona educazione e sincerità non sono necessariamente collegate.

Ciao a tutti


#4 Guest_Sentiero_*

Guest_Sentiero_*
  • Ospiti

Inviato 06 febbraio 2012 - 03:30

Spesso mi viene sbattuta in faccia la sincerità di persone delle quali non mi interessa affatto conoscere i pensieri.
Preferirei di gran lunga che fossero più educate e meno sincere per rendere più semplici i rapporti quotidiani.

Se in un negozio urto una pila di oggetti e li faccio cadere, preferisco che la commessa mi dica "non ti preoccupare non è niente" con un sorriso evidentemente finto piuttosto che sentirmi dire un più verosimile "rimbambita guarda dove vai a sbattere ora tocca perdere tempo per mettere in ordine il tuo danno" con tanto di occhiataccia!
Idem se una persona mi fa girare le scatole preferisco tagliarla breve con un sorriso educato piuttosto che passare un'ora a discutere sul perchè: c'è di meglio da fare nella vita che perdere tempo per litigare!

(Angolo dell'insensibilità: a voi non è mai capitato poi di chiedere per cortesia a una persona "come va?" e passare le seguenti due ore ad ascoltare dettagliati bollettini medici sulla salute del nostro interlocutore o imbarazzanti confessioni varie? un incubo! non poteva rispondere "bene, grazie" come le persone normali?!?! :()

Per questo penso che la maschera sociale, per quanto squallida abbia la sua utilità.

Bisognerebbe però evitare tale maschera nella sfera delle conoscenze più strette: qui ci si può permettere di essere sempre sinceri, e ben venga anche un acceso scontro di opinioni o un dettagliato bollettino medico in risposta alla domanda "come va?"!!

#5 Guest_Eve_*

Guest_Eve_*
  • Ospiti

Inviato 06 febbraio 2012 - 04:49

Mi rendo conto che nella società ci siano persone veramente garbate e in gamba, ma molte altre e spesso molto vicine a noi, molto spesso sembra che siano gentili ed educati solo per convenienza e usano forme di cortesia solo per far andare tutto liscio senza intoppi anche se non pensano ciò che dicono in realtà...

Si chiama diplomazia.
Una grande dote, a mio avviso, che non tutti possiedono o non sono in grado di utilizzare a dovere.

Non sembra tutta un'enorme finzione di massa e anche a voi quante volte non è capitato di fare un sorriso quando in realtà avreste voluto mandare una persona a quel paese?

Si, a volte capita di trovarsi nella situazione di dover fare buon viso a cattivo gioco.
Dipende quali interessi ci sono in ballo.
A volte è molto più semplice dire un "si" senza troppa convinzione e fingere di assecondare, piuttosto che sbattere inutilmente la testa contro un muro; vuoi per mantenere il quieto vivere, vuoi allo scopo di ottenere ciò che si desidera.

Ciò non toglie che, come diceva qualcuno, certe cose si risolvono soltanto con un vaffan:ass: ...

In conclusione la buona educazione esiste davvero o è soltanto l'ennesima maschera solciale che permette una vita serena ma allo stesso tempo più falsa che mai?

La buona educazione implica il rispetto dell'altro, io non la confonderei con ciò di cui si sta parlando qui.

Non sarebbè meglio essere un pò meno educati e un pò più sinceri?

Anche io ritengo che l'educazione non sia necessariamente correlata alla sincerità.
Si può benissimo dire ciò che si pensa senza ricorrere all'uso di modi sgarbati, ma anche "mentire" per il proprio tornaconto in modo lesivo della dignità dell'altro.

... meglio essere sinceri e dire cio che si pensa, ma esiste comunque sempre un modo educato per farlo... mi consideri una stronza? ok.. me lo puoi dire in faccia, ma se non ti ho mancato di rispetto... puoi usare parole piu gentili..

Se non si manca di rispetto a nessuno non vi è motivo per essere considerati stronzi.
La questione si risolve da se'.

#6 cincin

cincin

    Moderatrice

  • Moderatore
  • 65559 messaggi

Inviato 06 febbraio 2012 - 07:57

Quante volte vi capita di aver a che fare con persone che vi considerano un tantino maleducate perché dite semplicemente ciò che pensate veramente senza giri di parole?

Bè, se faccio una critica non richiesta a una persona questa è maleducazione, a mio avviso, perchè nessuno è esente da errori. E, in ogni caso, anche quando si dice ciò che si pensa dovrebbe essere fatto con molto tatto: il rispetto prima di tutto.

Non sembra tutta un'enorme finzione di massa e anche a voi quante volte non è capitato di fare un sorriso quando in realtà avreste voluto mandare una persona a quel paese?

Se sono costretta a reprimere un vaffa ho sempre torto: primo perchè se ho VERAMENTE ragione non potrei mai mandare a quel paese una persona; secondo perchè se sono costretta a mandare a quel paese qualcuno vuol dire che non sono padrona di me.

In conclusione la buona educazione esiste davvero o è soltanto l'ennesima maschera solciale

Può essere sia l'una che l'altra: ci sono persone veramente gentili e che non fingono e altre che fingono per svariati motivi. Ovviamente non sindaco questi motivi, èh.

Non sarebbè meglio essere un pò meno educati e un pò più sinceri?

Secondo me sarebbe meglio essere sinceri solo con se stessi: se si è sinceri con se stessi non si sarà mai maleducati:)
A proposito dell'educazione dei figli, io sono dell'idea che la religione dovrebbe essere come la patente per l'automobile: vietata fino al compimento della maggiore età - Gunslinger.

#7 Piccola G

Piccola G

    Utente Esperto

  • Utenti
  • 2320 messaggi

Inviato 06 febbraio 2012 - 11:15

Quando ho letto questo topic mi è venuta in mente immediatamente la mia collega!!

Il titolo già si spiega da solo, ma voglio chiedere una cosa.

Quante volte vi capita di aver a che fare con persone che vi considerano un tantino maleducate perché dite semplicemente ciò che pensate veramente senza giri di parole?


Tutti i giorni! :azz:

Mi rendo conto che nella società ci siano persone veramente garbate e in gamba, ma molte altre e spesso molto vicine a noi, molto spesso sembra che siano gentili ed educati solo per convenienza e usano forme di cortesia solo per far andare tutto liscio senza intoppi anche se non pensano ciò che dicono in realtà...


E meno male dico io... pensa che due maroni altrimenti. Alla fine quello che conta è quanto ti importa di quello che pensa quella persona in quel dato momento.
Poi dipende dai casi.

Un esempio a caso... l'altro giorno se ne esce fuori con una sparata delle sue sta mia collega e mi dice... "Ah ma hai la ricrescita (ebbene si sono bionda finta :D) e si nota eh... e lo sai che io dico sempre quello che penso" la mia faccia era questa :confused: e dentro di me ho pensato "Si ok... ma... chi te l'ha chiesto????" e anche " E quindi??????"

Poi comincia a dire che lei le cose preferisce dirle davanti anzichè dietro... alchè la domanda che mi nasce spontanea è "E chi se ne frega???" quello che voglio dire... che bisogno c'era di dirmelo?

Ah si il bisogno di evidenziare i miei "difetti" ... :azz:


Questo è solo uno degli esempi ... ce ne sono a bizzeffe... e davvero spesso mi capita di pensare "ma questa ci è o ci fa?" e però mi accorgo che ci è :asdsi: e vabbuò prendere o lasciare....

Non sembra tutta un'enorme finzione di massa e anche a voi quante volte non è capitato di fare un sorriso quando in realtà avreste voluto mandare una persona a quel paese?


Io io io io.... presente! heheh
Ma perchè alla fine non ne vale la pena... con il sorriso non solo mi evito infinite seccature ma funziona anche come "calmante" e riequilibra lo stress che ti si crea in quel momento. E' sopravvivenza!
Poi anche qua... dipende dall'entità delle situazioni.

In conclusione la buona educazione esiste davvero o è soltanto l'ennesima maschera solciale che permette una vita serena ma allo stesso tempo più falsa che mai? Non sarebbè meglio essere un pò meno educati e un pò più sinceri?


Qui come già hanno risposto in molti sincerità non va di pari passo con la maleducazione. Essere sinceri non significa potersi liberamente mandare a f...lo ma nel rispetto dell'altro dire ciò che si pensa non cadendo nello stesso errore che riscontriamo nell'altro appunto nei nostri confronti.
Se una persona ritiene di poter dire tutto quello che pensa sempre e comunque secondo me non è una persona "sincera" è una persona inadeguata alle circostanze e che non sa adattarsi a luoghi e persone.

La falsità risiede altrove.

Work in progress....


#8 Guest_Wolfairy_*

Guest_Wolfairy_*
  • Ospiti

Inviato 06 febbraio 2012 - 02:38

Tante volte ho dovuto sorridere piuttosto che mandare qualcuno a quel paese..perchè penso che non serve arrabbiarsi con gli altri perchè la pensiamo diversamente.
Come diceva qualcuno serve essere diplomatici e avere il buon senso, cioè quelle volte che è il giusto cercare di essere sinceri e quindi tirare fuori il nostro carattere, mentre altre in cui non è possibile e con cui non si vuole rovinare i rapporti con qualcuno, è meglio far buon viso a cattivo gioco.

#9 Guest_Anarko_*

Guest_Anarko_*
  • Ospiti

Inviato 06 febbraio 2012 - 04:08

Il discorso è molto complesso e ci sono tanti, troppi punti di vista.
Anche a seconda del nostro grado di evoluzione e del nostro rapporto con noi stessi.
Io tra il livello Zero e il livello CinCin penso di essere ancora a metà strada. :D

In passato ero molto più aggressivo cercando sempre e comunque di far valere le mie ragioni ma poi mi ritrovavo invischiato in litigi senza fine senza ottenere effettivamente niente.
Direi che la frase che ha Imacs in firma è una buona risposta ad una parte della problematica, ossia sull'opportunità o meno di essere sinceri.

"Non litigare mai con uno stupido, ti porta al suo livello e poi ti frega con l'esperienza.."

E' INUTILE litigare con chi non ha mezzi per capire. E' solo una perdita di tempo.

Se qualcuno ci fa un torto o sbaglia in qualche modo, ci sono due possibilità:
1) o è in buona fede
2) o lo ha fatto apposta.

Se uso l'educazione e glielo faccio notare in maniera diploamtica, ottengo, nel primo caso, le sue scuse ed amici come prima.
Nel secondo caso, invece, dalle sue reazioni, riuscirei a capire che quello è effettivamente uno stronzo e va evitato; oppure va "deriso" con del sano sarcasmo.

Viceversa, con l'aggressività, in ogni caso riotterrei aggressività e nel primo caso anche l'eventuale perdita di un'amicizia per un malinteso. E cosa ci ho guadagnato?

#10 johnt

johnt

    Moderatore

  • Moderatore
  • 4781 messaggi

Inviato 06 febbraio 2012 - 04:28

Quante volte vi capita di aver a che fare con persone che vi considerano un tantino maleducate perché dite semplicemente ciò che pensate veramente senza giri di parole?


no, a me danno direttamente dello stron.zo
perchè io sono così e del maleducato non potrebbero proprio darmi....:king:

Mi rendo conto che nella società ci siano persone veramente garbate e in gamba, ma molte altre e spesso molto vicine a noi, molto spesso sembra che siano gentili ed educati solo per convenienza e usano forme di cortesia solo per far andare tutto liscio senza intoppi anche se non pensano ciò che dicono in realtà...


uhmm...anchio a volte uso "la diplomazia" ed i modi garbati per non disturbare "il quieto vivere"...ma solo se le circostanze non meritano un intervento diretto ed esplicito.

non spreco energie fisiche e psichiche per discutere con persone con le quali non ho nessun interesse a farlo.

Non sembra tutta un'enorme finzione di massa e anche a voi quante volte non è capitato di fare un sorriso quando in realtà avreste voluto mandare una persona a quel paese?


il sorriso di circostanza...quello no, non riesco a farlo....altro motivo per il quale risulto poco simpatico...(chissene :smoke:).

alcune persone così, vero.....ma dai li sgami subito però! e per me il discorso è chiuso.

purtroppo (e lo scrissi su CN) penso di avere questo dono: "vedo le persone" e non ricordo di aver mai visto qualcosa della quale poi mi sono dovuto ricredere...quindi nemmeno ai primi approcci riesco "a far finta" se sento che dall'altra parte qualcosa "non quadra"

In conclusione la buona educazione esiste davvero o è soltanto l'ennesima maschera solciale che permette una vita serena ma allo stesso tempo più falsa che mai? Non sarebbè meglio essere un pò meno educati e un pò più sinceri?


george ha ragione su questo: educazione e sincerità non corrono assolutamente di pari passo.
l'educazione (ormai in via di estinzione) esiste ancora.
la sincerità (un po meno rara) pure.
<p class='bbc_center'>:huh:</p>

#11 Renè Guènon

Renè Guènon

    Super Utente

  • Validating
  • 7568 messaggi

Inviato 06 febbraio 2012 - 05:29

Mah piuttosto direi che è l'esagerazione, il sorrisone di circostanza che non c'entra nulla è la prima cosa che mi viene in mente.
L'educazione alla Vespa tanto per dire :D

Che poi il mito della "gente vera" che ti dice papale papale quello che pensa, ecco il mito della gente non ho mai capito da dove nasca. Il considerarla più vera, migliore, rispetto ad altre.

Il 90% di questa gente vera a me pare "falsa" pari pari a quella "finto educata". Chè in teoria il bisogno di dire quello che si pensa o di dire come stanno le cose dovrebbe nascere da un senso di "giustizia" o di voglia di verità. Il più delle volte invece è per rivalsa di qualcos'altro riguardante la persona a cui il papale papale è diretto ovvero un bisogno di riversare sul malcapitato precedenti "rotture" dovute ad altri o ad altre cose.

Almeno la finta educata lo fa per convenienza e per evitare rotture :asdsi:

giphy.gif


#12 ALBUS SEVERUS

ALBUS SEVERUS

    Utente Junior Plus

  • Utenti
  • 169 messaggi

Inviato 06 febbraio 2012 - 08:53

esere sinceri non significa essere maleducati o sgarbati ,se la verità viene detta con educazione, secondo me dire ciò che si pensa significa esere se stessi ,la gentilezza fa la differenza del comportamento ,dire con sincerità a una persona che in quel momento ti dà su i nervi per un suo comprotamennto non significa essere maleducati ma essere onesti se invce si urla si insulta allora e un segno di chiusura e di aggressione ,bisogna rimanere aperti essere comprensivi e capire le motivazione di chi ti sta di fornte che si possno non condividere ma bisogna accettarle nella libertà di essere ciò che si è questo e segno di educazione, ripsettare le persone con la prorpia sincerità e gentilezza
Immagine inseritaImmagine inseritaDov’ è la parte migliore di te,Severus?”si domandano tutti. Ma io la celo e la dissimulo, mentre il mio cuore urla:“Lasciatemi stare! Lasciatemi solo!Questa èla mia croce che io solo posso portare.” Così vivo il mio destino, vana esistenza per la mia anima, che ogni giorno si consuma.

#13 bakeneko

bakeneko

  • Utenti
  • 5340 messaggi

Inviato 06 febbraio 2012 - 10:36

Secondo me la diplomazia è proprio una forma di mediazione empatica che nasce proprio per evitare o meglio gestire in sicurezza quelle che sono le incomprensioni.
Ma non è solo questo è anche sopratutto un vero e proprio strumento per aggirare quelli che sarebbero inevitabili conflitti che danneggiano entrambe le parti senza alcun guadagno per nessuno.
Formule come vivi e lascia vivere, agire per il quieto vivere, ecc.. sono tutte convenzioni innaturali.. patti non stipulati in cui si fa un sacrificio per una ricompensa di concordato reciproco.
Quindi è vero che queste formule sono una condizione poco gradevole, false, ma è anche vero che la piena libertà di espressione porta al conflitto aperto quindi facilmente a condizioni ancora meno gradevoli.
In generale la maleducazione è un comportamento sfacciato, essere sfacciati è vero che significa essere sinceri ma vuol dire anche avere poca sensibilità e quindi che in tal caso non sia espressione d'intelligenza.
Il punto è che la sensibilità varia da persona a persona, quindi è evidente che tutte queste convenzioni hanno una natura di concordato assai frivola, fortemente mutevole da persona a persona di giorno in giorno.
Significa che bisogna valutare sempre caso per caso, le persone coinvolte e il momento giusto.. ma comunque sì, direi che spesso e volentieri si tratta di recitare una parte e vestire una maschera di insincerità.

#14 Noemi0000

Noemi0000

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 42 messaggi

Inviato 07 febbraio 2012 - 12:08

Se non si manca di rispetto a nessuno non vi è motivo per essere considerati stronzi.
La questione si risolve da se'.


non è detto.. metti che la persona x abbia fatto un torto alla mia migliore amica.. personalmente magari nemmeno la conosco.. ma per quello che ha fatto a una persona alla quale voglio bene la rende una "stronza".. però se la incontrassi per strada non le direi "sei una stronza".... certo, mi chiedesse cosa penso di lei, le spiegherei i motivi per cui a mio avviso si è comportata male, ma comunque con rispetto perche di base, a me, non ha mancato di rispetto...

#15 silvershine86

silvershine86

    Utente Full

  • Utenti
  • 1177 messaggi

Inviato 07 febbraio 2012 - 03:30

Ok è giusto poter essere educati e dire ciò che si pensa con garbo...
ma pensate di essere in una situazione in cui dovete confrontarvi tutti i giorni con una persona a voi molto vicina e che vi sta a cuore e vi rendete conto che ha una maschera di falsità nascosta dietro le buone maniere...

Non è bello...:cry:
Senza rimpianti abbandono la colpa, il destino e l'odio sono una cosa sola.
I cancelli dell'inferno ci stanno aspettando, lascia che attendano.
Ovunque stia andando il mio spirito è libero, sto tornando a casa.
Conserva il mio ricordo, ma lascia che io vada...

#16 cincin

cincin

    Moderatrice

  • Moderatore
  • 65559 messaggi

Inviato 07 febbraio 2012 - 06:13

Ok è giusto poter essere educati e dire ciò che si pensa con garbo...
ma pensate di essere in una situazione in cui dovete confrontarvi tutti i giorni con una persona a voi molto vicina e che vi sta a cuore e vi rendete conto che ha una maschera di falsità nascosta dietro le buone maniere...

Non è bello...:cry:

Quindi? Non ho capito, quale sarebbe il miglior comportamento per te?
A proposito dell'educazione dei figli, io sono dell'idea che la religione dovrebbe essere come la patente per l'automobile: vietata fino al compimento della maggiore età - Gunslinger.

#17 StefanoC

StefanoC

    Super Utente

  • Utenti
  • 6393 messaggi

Inviato 07 febbraio 2012 - 08:37

O
ma pensate di essere in una situazione in cui dovete confrontarvi tutti i giorni con una persona a voi molto vicina e che vi sta a cuore e vi rendete conto che ha una maschera di falsità nascosta dietro le buone maniere...

Non è bello...:cry:


Non è bello sicuramente , ma per lei...

Non capisco perché debba piangere tu.:bb:
Ogni persona nel mondo è responsabile per tutti. Se qualcuno si corregge in qualcosa, porta il mondo intero più vicino alla correzione generale. Al contrario, usando il suo egoismo individuale, peggiora lo stato del mondo intero.
Baal Hasulam.

#18 Renè Guènon

Renè Guènon

    Super Utente

  • Validating
  • 7568 messaggi

Inviato 07 febbraio 2012 - 10:08

Ok è giusto poter essere educati e dire ciò che si pensa con garbo...
ma pensate di essere in una situazione in cui dovete confrontarvi tutti i giorni con una persona a voi molto vicina e che vi sta a cuore e vi rendete conto che ha una maschera di falsità nascosta dietro le buone maniere...

Non è bello...:cry:




Il punto è uno. Puro e semplice: quanto e per quando siamo disposti a sopportare? :asdsi:

giphy.gif


#19 Inverno

Inverno

    Utente Full

  • Utenti
  • 1094 messaggi

Inviato 07 febbraio 2012 - 12:52

Secondo me la diplomazia è proprio una forma di mediazione empatica che nasce proprio per evitare o meglio gestire in sicurezza quelle che sono le incomprensioni.
Ma non è solo questo è anche sopratutto un vero e proprio strumento per aggirare quelli che sarebbero inevitabili conflitti che danneggiano entrambe le parti senza alcun guadagno per nessuno.
Formule come vivi e lascia vivere, agire per il quieto vivere, ecc.. sono tutte convenzioni innaturali.. patti non stipulati in cui si fa un sacrificio per una ricompensa di concordato reciproco.
Quindi è vero che queste formule sono una condizione poco gradevole, false, ma è anche vero che la piena libertà di espressione porta al conflitto aperto quindi facilmente a condizioni ancora meno gradevoli.
In generale la maleducazione è un comportamento sfacciato, essere sfacciati è vero che significa essere sinceri ma vuol dire anche avere poca sensibilità e quindi che in tal caso non sia espressione d'intelligenza.
Il punto è che la sensibilità varia da persona a persona, quindi è evidente che tutte queste convenzioni hanno una natura di concordato assai frivola, fortemente mutevole da persona a persona di giorno in giorno.
Significa che bisogna valutare sempre caso per caso, le persone coinvolte e il momento giusto.. ma comunque sì, direi che spesso e volentieri si tratta di recitare una parte e vestire una maschera di insincerità.


Quoto tutto tranne l'ultimissima frase.
Personalmente credo si sia fatta una confusione enorme nel topic: come si puo' mischiare e mettere su due lati opposti l'esser educati (il male assoluto, a detta di molti) e il dire cio' che si pensa (bene supremo)?
Le due cose possono benissimo andare d'accordo senza sforzi, falsita' o trame secondarie.
E' vero, richiede piu' sforzo umano - ma altrimenti saremmo come le bestie, la societa' civile si distingue da quella delle caverne per questo.
Quindi il dire cio' che si pensa giustificherebbe l'essere maleducati, perche' in fondo si e' stati onesti...a me sembra un'aberrazione.
E' esattissimo il concetto di diplomazia che tu riporti bakeneko, ma non capisco poi come possa essere collegato all'essere educati.
L'educazione e' un modo di essere, la dimplomazia e' un modus operandi.
Immagine inserita

#20 silvershine86

silvershine86

    Utente Full

  • Utenti
  • 1177 messaggi

Inviato 07 febbraio 2012 - 01:14

se è vero che si può essere sinceri ed educati nello stesso momento è vero anche che tante persone non lo fanno, comunque non vorrei andare Off-Topic.
Ma se a farlo fosse vostra madre, vostra sorella o il vostro partner, con cui alla base dovrebbe esserci un rapporto confidenziale e schetto, come vi comportereste?
Senza rimpianti abbandono la colpa, il destino e l'odio sono una cosa sola.
I cancelli dell'inferno ci stanno aspettando, lascia che attendano.
Ovunque stia andando il mio spirito è libero, sto tornando a casa.
Conserva il mio ricordo, ma lascia che io vada...




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi