Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Cos'è l'astrologia?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
10 risposte a questa discussione

#1 Guest_Anonymous_*

Guest_Anonymous_*
  • Ospiti

Inviato 12 febbraio 2004 - 11:33

L'astrologia é lo studio dell'influsso degli astri sugli eventi che accadono sulla Terra. Gli astrologi presuppongono che la posizione occupata dagli astri nell'esatto momento della nascita di una persona, così come i successivi movimenti dei corpi celesti, riflettano in qualche modo sia il carattere sia il destino di quest'ultima. Benché ormai da molto tempo la scienza rifiuti i principi su cui si fonda l'astrologia, milioni di persone continuano ad affidarsi ai suoi responsi e, a volte, credendo in essa ciecamente.
L'astrologia è una pratica molto antica, probabilmente sviluppata in modo indipendente da civiltà diverse. I caldei, abitanti di Babilonia, svilupparono una forma originale di astrologia già nel 3000a.C.; i cinesi cominciarono a praticare questa "scienza" prima del 2000a.C. e altre forme si svilupparono nell'antica India e tra i maya del Centro America. Probabilmente queste popolazioni presero spunto dal fatto che il moto di alcuni corpi celesti, e in particolare del Sole, determina il ciclo delle stagioni e il successo dei raccolti; sulla base di questa constatazione vennero forse sviluppati sistemi più ampi nei quali si supponeva che la posizione o il movimento di altri corpi celesti, come ad esempio i pianeti, potessero condizionare o simbolizzare ulteriori aspetti della vita. Già prima del 500a.C. l'astrologia era diffusa in Grecia, dove filosofi come Pitagora e Platone la incorporarono nello studio della religione e dell'astronomia. Fu ampiamente praticata in Europa nel corso del Medioevo, nonostante le condanne pronunciate su di essa da autorevoli figure ecclesiastiche. L'astrologia e l'astronomia erano tuttavia considerate scienze complementari fino al XVI secolo, quando le scoperte di astronomi quali Nicolò Copernico e Galileo Galilei ne misero seriamente in crisi i fondamenti. Da allora, ben pochi scienziati hanno dedicato attenzione all'astrologia
Gli astrologi elaborano carte, chiamate oroscopi, sulle quali sono riportate le posizioni che i corpi celesti occupavano all'istante della nascita di una persona. Molto importante è la posizione degli astri lungo l'eclittica, il cammino del Sole nel suo moto apparente intorno alla Terra. L'eclittica è suddivisa in 12 sezioni, cui corrispondono altrettante costellazioni, dette segni dello Zodiaco e a ciascuna delle quali gli astrologi assegnano un simbolo cui viene associato un particolare insieme di caratteristiche umane. Quando gli astrologi stabiliscono l'appartenenza di una persona a un determinato segno si riferiscono al segno che il Sole occupava al momento della nascita di quella persona.
L'oroscopo è anche suddiviso in 12 "case", le quali costituiscono il periodo di 24 ore durante il quale la Terra compie una rotazione completa attorno al proprio asse. Ogni casa ha attinenza con un dato aspetto della vita di una persona, gli astrologi elaborano le predizioni interpretando la posizione dei corpi celesti nei segni e nelle case dell'oroscopo.
Immagine inserita

#2 friu

friu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 505 messaggi

Inviato 28 febbraio 2004 - 11:47

io non ci credo!!!

ciao
la fantasia muove il mondo, la superstizione lo ferma!

#3 krys

krys

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 521 messaggi

Inviato 23 maggio 2004 - 11:43

L'astrologia è un concetto totalmente errato, in quanto basa le sue leggi su di un evidente paradosso: per misurare le distanze cosmiche, gli astronomi usano l'anno-luce. Poichè essa viaggia a circa 300.000 Km al secondo, l'equivalente in Km di 1 anno-luce corrisponde ad un valore non concepibile dalla mente umana (fate il calcolo!!) La stella Sirio è lontana 75.000.000.000.000 di kilometri, ma è molto più semplice dire che si trova a 8,7 anni-luce da noi, quindi la sua luce impiega ben 8 anni e 7 mesi per arrivare ai nostri occhi, la stella che vediamo è quindi solo un fascio di luce che non corrisponde alla reale posizione di quella stella in un dato momento. Nel caso che tale stella esplodesse, vedremmo l'esplosione tra 8 anni e 7 mesi, ho reso l'idea? Se guardiamo la luna, vediamo COM'ERA 1,3 secondi fa, perchè questo è il tempo che impiega la sua luce a raggiungerci. Da questo è molto facile dedurre come l'astrologia sia una superstizione sciocca e primitiva, visto che le posizioni degli astri al momento della nascita, e durante l'arco di tutta una vita non sono quelli che in effetti corrispondono alla realtà oggettiva.
Aprite i vostri occhi!!!! Queste cose sono un'insulto all'intelligenza umana!!!!
Destroy 2000 years of culture!!!!!!!!

#4 skeleton_619

skeleton_619

    Utente Senior

  • Utenti
  • 379 messaggi

Inviato 23 maggio 2004 - 11:53

Nemmeno io credo nell'astrologia. Non capisco come si fa a pensare che un astro influenzi la nostra vita.
Immagine inserita

#5 Danny

Danny

    Utente Senior

  • Utenti
  • 313 messaggi

Inviato 30 maggio 2004 - 08:56

Concordo.... Anke a me sembra una grandissima cavolata!
Sono morto!

#6 monicareyes

monicareyes

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 8 messaggi

Inviato 30 maggio 2004 - 02:37

anche io nn credo all'astrologia e alle influenze del cosmo sulle nostre vite...... ;)
Immagine inserita Immagine inserita

#7 friu

friu

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 505 messaggi

Inviato 05 giugno 2004 - 07:08

L'astrologia è un concetto totalmente errato, in quanto basa le sue leggi su di un evidente paradosso: per misurare le distanze cosmiche, gli astronomi usano l'anno-luce. Poichè essa viaggia a circa 300.000 Km al secondo, l'equivalente in Km di 1 anno-luce corrisponde ad un valore non concepibile dalla mente umana (fate il calcolo!!) La stella Sirio è lontana 75.000.000.000.000 di kilometri, ma è molto più semplice dire che si trova a 8,7 anni-luce da noi, quindi la sua luce impiega ben 8 anni e 7 mesi per arrivare ai nostri occhi, la stella che vediamo è quindi solo un fascio di luce che non corrisponde alla reale posizione di quella stella in un dato momento. Nel caso che tale stella esplodesse, vedremmo l'esplosione tra 8 anni e 7 mesi, ho reso l'idea? Se guardiamo la luna, vediamo COM'ERA 1,3 secondi fa, perchè questo è il tempo che impiega la sua luce a raggiungerci. Da questo è molto facile dedurre come l'astrologia sia una superstizione sciocca e primitiva, visto che le posizioni degli astri al momento della nascita, e durante l'arco di tutta una vita non sono quelli che in effetti corrispondono alla realtà oggettiva.
Aprite i vostri occhi!!!! Queste cose sono un'insulto all'intelligenza umana!!!!


BRAVO!!!!!!!!!!!!!!!!!!
la fantasia muove il mondo, la superstizione lo ferma!

#8 saretta

saretta

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 13 messaggi

Inviato 22 luglio 2004 - 10:19

eppure la luna influenza le maree, i parti, la semina....anche questo avrebbe poco senso eppure esiste.

Nell'antichità l'atrologia era un tutt'uno con l'astronomia, non si facevano le paranoie che ci facciamo noi oggi, riducendo tutto a quante stelline avrà il leone nell'oroscopo del + scemo giornaletto in edicola.

Non dico di credere senza riserve....ma del vero ci deve essere se il tema natale è spesso così veritiero, se alcune caratteristiche dei segni si ripetono.

Quando siamo venuti al mondo tutto l'universo era disposto in un dato modo, perchè non credere che questo ci ha influenzato, in fondo ci influenza molto meno! ;)

#9 krys

krys

    Utente Senior Plus

  • Utenti
  • 521 messaggi

Inviato 22 luglio 2004 - 01:36

Allora Saretta, se parli della luna che influenza le maree riconduci tali influssi alle dinamiche magnetiche e gravitazionali.

Se ho ben capito quello che vuoi dire, la tua idea è che al momento della nascita, gli astri in virtù della loro posizione, hanno influssi di diversi tipi, sempre legati alla loro posizione astronomica, sul nascituro. (correggimi se ho interpretato male i tuoi concetti)
Ora ti posso assicurare che al momento della nascita, l'influsso magnetico e gravitazionale del corpo dell'ostetrica o di un'infermiere lì vicino, è decine di volte più forte di quello della luna, di Sirio, di Beta Centauri o di qualsiasi altro astro, anche messi tutti insieme. Addirittura un camion parcheggiato appena fuori dalla sala parto può avere maggior effetto gravitazionale di un pianeta.
Ricordiamoci che l'influsso dei pianeti diminuisce con il quadrato della distanza: vale a dire che per un oggetto distante "2volte", l'influsso non diminuisce "2 volte", ma quattro. Se fosse lontano mille volte, l'influsso diminuirebbe di un milione di volte.

Per non parlare poi dei paradossi legati alla propagazione della luce .... (vedi il mio post precedente).

Ma andiamo a vedere ora questa cosa del "tema natale".
Sono stati effettuati molti studi statistici su questo argomento, e i sostenitori dell'astrologia hanno concluso che esiste una relazione tra il segno zodiacale e il mestiere di un individuo.
In realtà le cose stanno in modo un po' diverso.. La maggior parte degli individui presi a campione per questi studi di conferma, erano affermati attori e uomini dello spettacolo, o sportivi, e, a una successiva analisi da parte di ricercatori un po' dubbiosi sull'argomento, le medie si sono rivelate insufficienti.
Infatti solo 25 campioni dello sport su 90 avevano i segni "al posto giusto", e 29 attori su 89 coincidevano con i loro temi natali. ???
Se cerchi maggiori informazioni, puoi leggere gli studi di Michel e Francoise Gauquelin (sostenitori), e C. Evans (scettico).
Quest'ultimo viene ovviamente attaccato dagli astrologi, per il semplice fatto che ha usato solo 90 persone-campione, mentre Gauquelin ne ha prese diverse migliaia. Ma non ci dimentichiamo che in statistica si può solo essere più precisi aumentando la mole di dati da esaminare, ma difficilmente si stravolgono le probabilità, dunque il lavoro di Evans non è da considerarsi incompleto, ma solo proporzionalmente un po' meno preciso...

:-\Ma allora, a cosa serve questa astrologia, e perche un gran numero di persone si affidano alle "cure" degli astrologi e dei cartomanti? :'(
La risposta, gira gira, per me è la stessa che riservo alla religione [e qui mi autocensuro su di essa: potrei attaccare con le mie "solite" critiche interminabili :D], cioè il desiderio di scaricare le proprie responsabilità e imputare agli astri o a volontà superiori i risultati, le sconfitte, le disgrazie o i successi delle azioni umane...
Destroy 2000 years of culture!!!!!!!!

#10 saretta

saretta

    Nuovo Utente

  • Utenti
  • 13 messaggi

Inviato 23 luglio 2004 - 09:28

Tu hai ragione krys,
non esistono infatti prove che l'astrologia sia una scienza...i "sommi" (sarcasmo voluto) pensatori cattolici del medioevo l'hanno segregata semmai a pratica esoterica di basso ordine.
Ma il punto è......se è vero che non ho prove per dimostrare che è scienza.....ho prove per il contrario? Posso realmente dire che non lo è?

E la risposta non è per me molto semplice.

Io non credo neall'astrologia come scienza esatta, ma mi pongo dei dubbi, e su questo argomento sono molto possibilista, come in tutte le cose che non posso comprendere con la mia mente finita.

Tecnicamente è normale pensare che i pianeti non abbiano influenza su di noi, io non volevo dire che siamo come le maree.....ma volevo insinuare il dubbio.

Magari per noi non è tanto la gravità che conta ma altri fattori che ora ci sfuggono.
Infondo fino a pochi secoli fa eravamo convinti di vivere su una terra piatta, credo che non dovremmo dare nulla per scontato, soprattutto ciò che non capiamo.

Ma con questo non sponsorizzo affatto maghi e cartomanti, nel senso deprecabile del termine (cioè come acchiappa soldi).

Insomma dico solo:"perchè no?!"


no?! ;)

#11 Wortex

Wortex

    Utente Junior

  • Utenti
  • 53 messaggi

Inviato 29 luglio 2004 - 10:30

essenzialmente inculcata nella gia instabile psicologia umana... scinteficamente puo essereanche spiegata.. ma se scienza, come tale, dovrebbe mettersi a disposizione di chi ne ha biogno... Non dovrbbero sfruttare la psiche umana, e la loro "sfortuna" per speculaci dietro.. Chi lavora dietro ad un telefono con una tariffa a valore aggiunto altro non fa che questo..

Personalmente non ci credo.. ognuno è libero di fare ciò che vuole ..
Ne riparleremo a privatizzazione scacciata...
Sono Sempre intorno a noi...
Immagine inserita




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi