Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



abductions , dmt e dimensioni parallele


  • Per cortesia connettiti per rispondere
177 risposte a questa discussione

#1 Guest_Ištar_*

Guest_Ištar_*
  • Ospiti

Inviato 11 agosto 2010 - 12:46

Ho trovato nel web un articolo molto interessante che correla il dmt con il fenomeno delle abductions :

E' stato accertato che alcune sostanze endogene a spiccata azione
psicomimetica, quali le encefaline e le endorfine, già sperimentate con
successo sui ratti nel 1976, sono molto simili ai derivati dell'indolo,
precursore di un importante mediatore chimico cerebrale, la serotonina.
Questo amminoacido assume particolare importanza nel discorso delle
"abductions", in quanto recenti studi ne hanno rilevato un abnorme
incremento nel sangue degli individui sottoposti a presunti episodi di
"rapimento" ad opera di entità aliene....

Più recentemente alcuni neurofisiologi hanno dimostrato che una sostanza
molto simile alle precedenti, sia chimicamente che farmacologicamente,
denominata DMT (dimetiltriptamina), viene prodotta spontaneamente dal
cervello umano. Anche se lo scopo per cui viene sintetizzata rimane per
il momento oscuro, si è potuto accertare che la DMT è una delle sostanze
più "fugaci" che siano mai state osservate nel corpo umano.
Rimane in circolo, infatti, per soli 5 minuti: se ne può rilevare la
presenza nel fluido cerebrospinale, ma dopo questo breve lasso di tempo
quantità anche considerevoli di essa vengono rapidamente riportate
nell'organismo ai livelli di base. Raggiunge la massima concentrazione
fra le 3 e le 4 del mattino, periodo che corrisponde di solito alla fase
REM (Rapid Eye Movements) del sonno.
Nel maggio del 1997 l'etnobotanico Terence McKenna ha formulato una
propria teoria circa la DMT e i suoi effetti sul comportamento umano.
Egli sostiene che lo studio di questa sostanza, contenuta anche in
alcune essenze vegetali che crescono nelle foreste amazzoniche
(Psycotrio viridis, Desmenthacellanoianthus) e già note da tempo ad
alcune tribù indigene della Colombia e dell'Ecuador, potrebbe dare un
contributo non indifferente alle indagini sulle problematiche legate ai
cosiddetti "rapimenti alieni".
Il Dr.McKenna afferma in buona sostanza che, una volta assunta la DMT,
dopo circa 15 secondi si avverte la netta sensazione di "essere andati"
d'improvviso in un luogo particolare, completamente diverso da quello in
cui si era prima di entrare nello stato alterato di coscienza. Molte tra
le persone che si sono volontariamente sottoposte alla sperimentazione
della DMT hanno riferito di essersi ritrovate all'interno dei "dischi
volanti" e di aver trascorso "tre minuti circa del nostro tempo" in
mezzo a stranissime "macchine elfiche", manovrate da "piccole creature"
dalla pelle grigia, dagli occhi grandi e dal cranio enorme, per poi
essere ridepositate nel proprio appartamento quasi senza recare i segni
dell'avventura. Immagini identiche, se ci facciamo caso, a quelle che da
sempre riferiscono le popolazioni dedite, per tradizione culturale o
necessità ambientali, al consumo di sostanze psicotrope: dagli aborigeni
australiani agli aztechi, dagli indios amazzonici ai maya, ecc.
In altre parole, attraverso gli effetti della DMT l'Uomo ogni notte,
durante gli stati profondi del sonno, accede probabilmente ad altre
dimensioni, che appartengono ad una realtà effettiva ma diversa da
quella in cui si trova allo stato di veglia e di cui conserva,
faticosamente, un vago ed ancestrale ricordo.


Che ne pensate?



#2 Janus Smaragd

Janus Smaragd

    Utente Full

  • Utenti
  • 1091 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 01:21

altre dimensioni? stai solo sognando e sei hai abusato di DMT sei solo drogato,cosa centrano le altre dimensioni?
D:

#3 Guest_Ištar_*

Guest_Ištar_*
  • Ospiti

Inviato 11 agosto 2010 - 01:42

altre dimensioni? stai solo sognando e sei hai abusato di DMT sei solo drogato,cosa centrano le altre dimensioni?


Non definirei l'esperienza di abduction come un semplice sogno, proprio per questo motivo vengono prese in considerazione ipotesi alternative. Va considerato anche che spesso le persone riferiscono di vivere situazioni molto simili, questo differenzia l'esperienza da un normale processo onirico, in cui opera solo la coscienza del soggetto in uno stato di non-lucidità , che produce immagini personalizzate e situazioni vissute in modo meno realistico.

#4 Cavaliere Mistico

Cavaliere Mistico

    Utente Junior

  • Utenti
  • 64 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 01:51

Se si parte dal presupposto che il fenomeno delle abductions non sia di origine aliena, e considerato che la DMT è naturalmente prodotta, in alcuni frangenti, dalla nota ghiandola pineale, beh.. allora l'ipotesi non è peregrina, giacchè nei fenomeni della psichedelia tutto è possibile..
ma rimangono in tal caso da spiegare i vari impianti alieni e altri segni fisici dell'ambiente..
ma.. la relazione con la DMT, così come altre mille sostanze, potrebbe allo stesso modo spiegare altri mille fenomeni: dalle apparizioni mariane, alle apparizioni angeliche, ai fenomeni di veggenza.. voglio dire: perchè proprio le abductions..? ci si potrebbe ricondurre qualsiasi esperienza non diversamente spiegabile allora..
Del resto McKenna, ha sperimentato varie esperienze psichedeliche, non solo dischi volanti, e non solo per i pochi minuti derivati da secrezione naturale.... ;)
Ci sono più cose in Cielo e in Terra di quante ne sogni la tua filosofia... (William Shakespeare)
[SIGPIC][/SIGPIC]

#5 Guest_Ištar_*

Guest_Ištar_*
  • Ospiti

Inviato 11 agosto 2010 - 01:55

ma rimangono in tal caso da spiegare i vari impianti alieni e altri segni fisici dell'ambiente..


Non ci sono prove certe dell'esistenza di impianti alieni, mentre è quasi sicuro che il fenomeno abductions venga vissuto da molte persone.

ma.. la relazione con la DMT, così come altre mille sostanze, potrebbe allo stesso modo spiegare altri mille fenomeni: dalle apparizioni mariane, alle apparizioni angeliche, ai fenomeni di veggenza.. voglio dire: perchè proprio le abductions..? ci si potrebbe ricondurre qualsiasi esperienza non diversamente spiegabile allora..

In questo caso specifico ci si riferisce all'effetto di dosi elevate di DMT , che producono nella maggior parte dei casi circostanze simili a quelle del rapimento alieno, mentre non producono apparizioni mariane o fenomeni di veggenza, anche se nessuno può escludere un legame.

#6 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8859 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:02

Poichè sperimento sulla mia pelle esperienze "simpatiche" mi ero fatta questa idea: la DMT viene rilasciata dalla ghiandola pineale in concomitanza di esperienze terrificanti e panico; a volte sono gli incidenti mortali e quindi ne deriva tutto quello che si sperimenta in una NDE, a volte negli attacchi di Pavor nocturnus. Le allucinazioni o le visioni che abbiamo durante questi stati alterati di coscienza e che derivano da quantità momentaneamente elevate di questa sostanza nel sangue, differiscono da uomo a uomo ma sono tutte "materializzazioni" dei nostri "pensieri" (belli e brutti). Questi pensieri materializzati hanno particolare "forza" e autonomia e questo forse ci confonde le idee: pensiamo di essere in presenza di altri esseri (alieni ad esempio) e il realismo delle esperienze vissute ci porta ad affermare di essere stati rapiti e portati in una navicella (parlo di alieni, ma gli abitanti del nostro cervello sono diversi). Il dolore che un addotto prova quando crede di essere sottoposto a test (esempio: prelievo di sangue) non è un dolore inventato: è una percezione distorta ed amplificata di uno stimolo reale (esempio: puntura di zanzara); nella fase di rilassamento dovuta al sonno la propiocezione raggiunge livelli altissimi e uno stimolo, anche impercettibile da svegli, tipo una lievissima tensione muscolare al dito mignolo, viene percepita forte e chiara, manipolata e convertita in sogno.
Quindi credo sia possibile che la sostanza allucinogena faccia vedere gli alieni, ma l'altra dimensione è quella "cosa" che ospita i nostri pensieri.


Ultimamente, ovviamente :D, non mi sono fatta mancare neanche l'esperienza "aliena": tutto come da manuale: terrore, paralisi, esperimenti dolorosi, colloqui mentali...Forse i nostri pensieri hanno un repertorio base a cui attingere, qualcosa che è nato con l'uomo e si evolve con esso (vedi le navicelle), ecco perchè, forse, ci si racconta le stesse cose.
Le mie domande sono: perchè non a tutti e perchè questi repertori simili.
C'è gente che non ricorda neanche un sogno....beati.:(

#7 Guest_Ištar_*

Guest_Ištar_*
  • Ospiti

Inviato 11 agosto 2010 - 02:07

Poichè sperimento sulla mia pelle esperienze "simpatiche" mi ero fatta questa idea: la DMT viene rilasciata dalla ghiandola pineale in concomitanza di esperienze terrificanti e panico; a volte sono gli incidenti mortali e quindi ne deriva tutto quello che si sperimenta in una NDE, a volte negli attacchi di Pavor nocturnus. Le allucinazioni o le visioni che abbiamo durante questi stati alterati di coscienza e che derivano da quantità momentaneamente elevate di questa sostanza nel sangue, differiscono da uomo a uomo ma sono tutte "materializzazioni" dei nostri "pensieri" (belli e brutti). Questi pensieri materializzati hanno particolare "forza" e autonomia e questo forse ci confonde le idee: pensiamo di essere in presenza di altri esseri (alieni ad esempio) e il realismo delle esperienze vissute ci porta ad affermare di essere stati rapiti e portati in una navicella (parlo di alieni, ma gli abitanti del nostro cervello sono diversi). Il dolore che un addotto prova quando crede di essere sottoposto a test (esempio: prelievo di sangue) non è un dolore inventato: è una percezione distorta ed amplificata di uno stimolo reale (esempio: puntura di zanzara); nella fase di rilassamento dovuta al sonno la propocezione raggiunge livelli altissimi e uno stimolo, anche impercettibile da svegli, tipo una lievissima tensione muscolare al dito mignolo, viene percepita forte e chiara, manipolata e convertita in sogno.
Quindi credo sia possibile che la sostanza allucinogena faccia vedere gli alieni, ma l'altra dimensione è quella "cosa" che ospita i nostri pensieri.


Ultimamente, ovviamente :D, non mi sono fatta mancare neanche l'esperienza "aliena": tutto come da manuale: terrore, paralisi, esperimenti dolorosi, colloqui mentali...Forse i nostri pensieri hanno un repertorio base a cui attingere, qualcosa che è nato con l'uomo e si evolve con esso (vedi le navicelle), ecco perchè, forse, ci si racconta le stesse cose.
Le mie domande sono: perchè non a tutti e perchè questi repertori simili.
C'è gente che non ricorda neanche un sogno....beati.:(


Visto che la DMT viene rilasciata anche durante la morte, potrebbe essere relazionata allo stress, ma sorgono a questo punto alcune domande: perchè il corpo anzichè produrre al massimo sostanze "calmanti" produce una sostanza a detta degli scienziati "allucinogena"? Mi sembra un controsenso. E mi chiedo anch'io per quale motivo le situazioni sono cosi simili se sono esclusivamente il frutto dei nostri pensieri , cosi diversi fra loro.

#8 Cavaliere Mistico

Cavaliere Mistico

    Utente Junior

  • Utenti
  • 64 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:07

sì, concordo, Lisistrata, se vogliamo esludere "altri segni".. v'è chi direbbe che impianti e altre tracce lasciate nell'ambiente esistono.. io non lo so..
comunque, come dicevo, l'ipotesi non è peregrina.. ma non mi sembra particolarmente innovativa o suggestiva..
la DMT inoltre potrebbe essere una "conseguenza" dell'abduction, e non una "causa".. potrebbe cioè essere secreta dall'ipofisi proprio in conseguenza dello stress derivante dall'esperienza, e non viceversa..
Ci sono più cose in Cielo e in Terra di quante ne sogni la tua filosofia... (William Shakespeare)
[SIGPIC][/SIGPIC]

#9 Guest_Ištar_*

Guest_Ištar_*
  • Ospiti

Inviato 11 agosto 2010 - 02:10

la DMT inoltre potrebbe essere una "conseguenza" dell'abduction, e non una "causa".. potrebbe cioè essere secreta dall'ipofisi proprio in conseguenza dello stress derivante dall'esperienza, e non viceversa..


Quindi funziona anche al contrario? Nel senso se tu prendi DMT vivi un' abduction e se vivi un abduction produci DMT? È molto strano, visto che nel rapimento alieno dovrebbero essere gli alieni di loro spontanea volontà a prelevarti, o stanno lassù a controllare chi si fa di DMT :D?

#10 Cavaliere Mistico

Cavaliere Mistico

    Utente Junior

  • Utenti
  • 64 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:11

..vedo che Malia mi ha preceduto nell'ipotesi "causa o conseguenza"..
scusate la ripetizione, dunque..

Quindi funziona anche al contrario? Nel senso se tu prendi DMT vivi un' abduction e se vivi un abduction produci DMT? È molto strano, visto che nel rapimento alieno dovrebbero essere gli alieni di loro spontanea volontà a prelevarti, o stanno lassù a controllare chi si fa di DMT :D?


eh eh, aspè.. troppo veloci...
non ho capito bene cosa intendi..
io intendevo che in un caso l'uomo secerne DMT e in conseguenza di ciò vive l'esperienza di abductions, cioè una "visione psichedelica" con quelle determinate caratteristiche, per così dire..
nell'altro caso l'individuo viene realmente rapito, e a causa dello stress secerne DMT, che per questo motivo può poi essere ritrovata nel sangue..
non so se mi sono spiegato meglio..

Messaggio modificato da cincin, 16 agosto 2010 - 08:24
unito i post

Ci sono più cose in Cielo e in Terra di quante ne sogni la tua filosofia... (William Shakespeare)
[SIGPIC][/SIGPIC]

#11 Strigòs

Strigòs

    Utente Senior

  • Utenti
  • 400 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:22

Poichè sperimento sulla mia pelle esperienze "simpatiche" mi ero fatta questa idea: la DMT viene rilasciata dalla ghiandola pineale in concomitanza di esperienze terrificanti e panico; a volte sono gli incidenti mortali e quindi ne deriva tutto quello che si sperimenta in una NDE, a volte negli attacchi di Pavor nocturnus. Le allucinazioni o le visioni che abbiamo durante questi stati alterati di coscienza e che derivano da quantità momentaneamente elevate di questa sostanza nel sangue, differiscono da uomo a uomo ma sono tutte "materializzazioni" dei nostri "pensieri" (belli e brutti). Questi pensieri materializzati hanno particolare "forza" e autonomia e questo forse ci confonde le idee: pensiamo di essere in presenza di altri esseri (alieni ad esempio) e il realismo delle esperienze vissute ci porta ad affermare di essere stati rapiti e portati in una navicella (parlo di alieni, ma gli abitanti del nostro cervello sono diversi). Il dolore che un addotto prova quando crede di essere sottoposto a test (esempio: prelievo di sangue) non è un dolore inventato: è una percezione distorta ed amplificata di uno stimolo reale (esempio: puntura di zanzara); nella fase di rilassamento dovuta al sonno la propiocezione raggiunge livelli altissimi e uno stimolo, anche impercettibile da svegli, tipo una lievissima tensione muscolare al dito mignolo, viene percepita forte e chiara, manipolata e convertita in sogno.
Quindi credo sia possibile che la sostanza allucinogena faccia vedere gli alieni, ma l'altra dimensione è quella "cosa" che ospita i nostri pensieri.


Ultimamente, ovviamente :D, non mi sono fatta mancare neanche l'esperienza "aliena": tutto come da manuale: terrore, paralisi, esperimenti dolorosi, colloqui mentali...Forse i nostri pensieri hanno un repertorio base a cui attingere, qualcosa che è nato con l'uomo e si evolve con esso (vedi le navicelle), ecco perchè, forse, ci si racconta le stesse cose.
Le mie domande sono: perchè non a tutti e perchè questi repertori simili.
C'è gente che non ricorda neanche un sogno....beati.:(


quoto malia in tutto per tutto :approved:
secondo me la dimensione in cui potrebbe mandare la DMT è una dimensione irreale, appartenente a qualche strato della nostra mente, non una dimensione esistente a sè stante quindi.
Se poi, come è stato detto, soggetti a cui è stata somministrata DMT dicono di aver vissuto esperienze di abduction, forse è proprio vero che le abduction vissute dalle persone non siano altro che incubi/allucinazioni.

#12 Janus Smaragd

Janus Smaragd

    Utente Full

  • Utenti
  • 1091 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:28

è risaputo che alcune sostanze allucinogene hanno degli effetti quasi uguali per tutti,ad esempio la ketamina ti da l'illusione di essere uscito dal corpo,questo non vuol dire che quando ti fai di ketamina esci fuori dal corpo.

Lo stesso vale per il DMT,si ha la sensazione di ritrovarsi chissà dove,e la maggiorpare delle persone sostengono di parlare con i più svariati esseri,alle volte dei nani,alle volte delle persone "strane",alle volte degli animali parlanti,alle volte degli alieni classici (quelli che sono nell'immaginario comune,cioè grigi e rettiloidi).

Ora la domanda da porsi è se è davvero strano che un numero elevato di persone quando prende DMT si ritrova su navicelle spaziali con dentro alieni,a parte che la prima cosa che immaginano causa la seconda,ma poi al giorno d'oggi mi pare più che normale che la gente abbia allucinazioni del genere.

Io ad esempio ho sognato più volte di essere rapito dagli alieni con tanto che non ci credo...
D:

#13 X pollicino

X pollicino

    Super Utente

  • Utenti
  • 5607 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:37

in tal caso come si spiegherebbe il fatto che alcuni "addotti" si sarebbero ritrovati a non so quanti metri, in alcuni casi se non erro si parla di centinaia di metri, lontani dalle loro aitazioni o dal punto dove sarebbero stati diciamo "prelevati"? allora è un dato falso?:confused:
dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori!...alcune persone parlano per dire qualcosa, altre quando hanno qualcosa da dire ...La mia indipendenza, che è la mia forza implica la mia solitudine, che è la mia debolezza...non sono io che non rispetto le regole, sono le regole che non rispettano me!...chiedete al rospo cosa sia la bellezza,vi risponderà che è la femmina del rospo...x pollicino utente filosofo! :look: http://www.cosenasco...con-attenzione/

#14 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8859 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:38

Visto che la DMT viene rilasciata anche durante la morte, potrebbe essere relazionata allo stress, ma sorgono a questo punto alcune domande: perchè il corpo anzichè produrre al massimo sostanze "calmanti" produce una sostanza a detta degli scienziati "allucinogena"? Mi sembra un controsenso. E mi chiedo anch'io per quale motivo le situazioni sono cosi simili se sono esclusivamente il frutto dei nostri pensieri , cosi diversi fra loro.


un allucinogeno non è sempre "cattivo": può farmi vedere sia gli angeli che i diavoli, infatti una delle sensazioni provate con la DMT è: sensazione di unione col tutto (piacevole perchè credi essere tutto e di sapere tutto), separazione tra corpo e mente (piacevolissima perchè non senti i limiti corporei). Le situazioni simili: mah...forse veniamo al mondo con un bagaglio vario ma limitato di "paure" o di "desideri" e gira e rigira diamo forma sempre agli stessi. Sarebbe utile sapere da chi veniva rapito un uomo nel Medioevo, perchè di sicuro sperimentava queste esperienze, ma forse era il diavolo su un asino ad andar a prelevarlo.

sì, concordo, Lisistrata, se vogliamo esludere "altri segni".. v'è chi direbbe che impianti e altre tracce lasciate nell'ambiente esistono.. io non lo so..
comunque, come dicevo, l'ipotesi non è peregrina.. ma non mi sembra particolarmente innovativa o suggestiva..
la DMT inoltre potrebbe essere una "conseguenza" dell'abduction, e non una "causa".. potrebbe cioè essere secreta dall'ipofisi proprio in conseguenza dello stress derivante dall'esperienza, e non viceversa..


Sono molto "cauta" nel dare per scontato l'esistenza delle abductios aliene: ritengo che sia il terrore notturno a scatenare tutto...

Neanche al terrore notturno riesco a dare una spiegazione

#15 Strigòs

Strigòs

    Utente Senior

  • Utenti
  • 400 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:39

in tal caso come si spiegherebbe il fatto che alcuni "addotti" si sarebbero ritrovati a non so quanti metri, in alcuni casi se non erro si parla di centinaia di metri, lontani dalle loro aitazioni o dal punto dove sarebbero stati diciamo "prelevati"? allora è un dato falso?:confused:

forse è stata una combinazione di DMT e sonnambulismo? :confused:
potrebbe essere, magari alcuni "addotti" sono particolarmente sfortunati :(

#16 Cavaliere Mistico

Cavaliere Mistico

    Utente Junior

  • Utenti
  • 64 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:43

@ Malia

..anch'io sono cauto.. ma non escludo nulla.. potrebbe essere l'una come l'altra cosa, i dati su cui basarsi sono troppo pochi..

per quanto riguarda il trovarsi a centinaia di metri, come dice Pollicino, è un'altro segno che, se veritiero, e volendo tenere l'ipotesi DMT per vera, bisognerebbe spiegare.. se fossero poche decine di metri si potrebbe parlare di sonnambulismo, o comunque di azioni compiute in stato di ipnosi o similare..
Ci sono più cose in Cielo e in Terra di quante ne sogni la tua filosofia... (William Shakespeare)
[SIGPIC][/SIGPIC]

#17 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8859 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:46

in tal caso come si spiegherebbe il fatto che alcuni "addotti" si sarebbero ritrovati a non so quanti metri, in alcuni casi se non erro si parla di centinaia di metri, lontani dalle loro aitazioni o dal punto dove sarebbero stati diciamo "prelevati"? allora è un dato falso?:confused:



La mia idea è che molti di questi casi siano riconducibili ad un disturbo: autoscopia; alcune persone perdono il controllo di se stessi e agiscono come sotto la forza di estranei (loro stessi); altri non si riconoscono e si procurano ferite...diciamo che è una grave forma di dispercezione.

#18 X pollicino

X pollicino

    Super Utente

  • Utenti
  • 5607 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:53

forse è stata una combinazione di DMT e sonnambulismo? :confused:
potrebbe essere, magari alcuni "addotti" sono particolarmente sfortunati :(

ciao stridos, ti quoto l'ultima parte del intervemto di cavaliere mistico, direi che una ottima risposta

se fossero poche decine di metri si potrebbe parlare di sonnambulismo, o comunque di azioni compiute in stato di ipnosi o similare..

infatti un sonnambulo mi chiedo se sia in grado di aprire una porta fra l'altro, ed uscire in strada...
dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori!...alcune persone parlano per dire qualcosa, altre quando hanno qualcosa da dire ...La mia indipendenza, che è la mia forza implica la mia solitudine, che è la mia debolezza...non sono io che non rispetto le regole, sono le regole che non rispettano me!...chiedete al rospo cosa sia la bellezza,vi risponderà che è la femmina del rospo...x pollicino utente filosofo! :look: http://www.cosenasco...con-attenzione/

#19 Cavaliere Mistico

Cavaliere Mistico

    Utente Junior

  • Utenti
  • 64 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 02:56

ciao stridos, ti quoto l'ultima parte del intervemto di cavaliere mistico, direi che una ottima risposta

infatti un sonnambulo mi chiedo se sia in grado di aprire una porta fra l'altro, ed uscire in strada...


mi riferisco però a chi si fosse ritrovato a centinaia di metri senza altro mezzo che i suoi piedi, ovvero che abbia coperto grandi distanze in maniera "molto misteriosa"; che so, ritrovatosi in mezzo a un bosco. ...perchè mi fai venire in mente che c'è anche tra i sonnambuli chi guida, e chi fa sesso... alcuni durante la notte vengono opportunamente chiusi a chiave nella loro stanza dai parenti..
Ci sono più cose in Cielo e in Terra di quante ne sogni la tua filosofia... (William Shakespeare)
[SIGPIC][/SIGPIC]

#20 Strigòs

Strigòs

    Utente Senior

  • Utenti
  • 400 messaggi

Inviato 11 agosto 2010 - 03:06

ciao stridos, ti quoto l'ultima parte del intervemto di cavaliere mistico, direi che una ottima risposta

infatti un sonnambulo mi chiedo se sia in grado di aprire una porta fra l'altro, ed uscire in strada...


bè qualche centinaio di metri non mi sembra una distanza così grande, camminando tranqullamente in pianura riesci a fare 1 km in neanche un quarto d'ora. Non so quanto duri in media lo stato di sonnambulo, ma basterebbero 5 min per fare almeno 200 m.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi