Vai al contenuto

CoseNascoste Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies



Foto

Storia dell'Astrologia


  • Per cortesia connettiti per rispondere
27 risposte a questa discussione

#1 IcarusDream

IcarusDream

    Super Utente

  • Utenti
  • 6914 messaggi

Inviato 06 settembre 2007 - 11:36

Qualcuno ha informazioni sulla nascita dell'astrologia moderna e soprattutto delle costellazioni, come oggi sono universalmente riconoscute?

Immagine inserita
Compito della Scienza non è aprire una porta all'infinito sapere, ma porre una barriera all'infinita ignoranza
(Galileo Galilei)




#2 Mokmo

Mokmo

    Bannato

  • Bannati
  • 5289 messaggi

Inviato 06 settembre 2007 - 11:20

Qualcuno ha informazioni sulla nascita dell'astrologia moderna e soprattutto delle costellazioni, come oggi sono universalmente riconoscute?


Qui trovi qualcosa sulla mitologia delle costellazioni: La mitologia delle Costellazioni

E se vuoi, qui c'è l'elenco completo delle stesse: Costellazioni

Qui c'è un brano che tratta della nascita delle costellazioni antiche: LA NASCITA DELLE COSTELLAZIONI ANTICHE


Però, non mi è chiara una cosa: se ti interessano informazioni sull'astrologia, allora dovrebbe "interessarti" più lo zodiaco che le costellazioni, o sbaglio? :confused::rolleyes::)

#3 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8957 messaggi

Inviato 03 ottobre 2020 - 10:55

Non mi andava di pensare ad un titolo visto che ho domande varie da fare, per questo ho riciclato una discussione della buonanima di Icarus.

 

 

Domande

 

Come nasce l'associazione di determinate caratteristiche a determinati pianeti nelle varie tradizioni astrologiche?

Per esempio perchè a Giove è associata la prosperità? Per dirne una. A Venere la sessualità?

 

Come nasce l'associazione di pietre e metalli ai vari segni zodiacali?



#4 G.a.b.r.i.e.l

G.a.b.r.i.e.l

    Utente ragionevole

  • Utenti
  • 1377 messaggi

Inviato 03 ottobre 2020 - 12:48

Domande

Come nasce l'associazione di determinate caratteristiche a determinati pianeti nelle varie tradizione astrologiche?
Per esempio perchè a Giove è associata la prosperità? Per dirne una. A Venere la sessualità?

Come nasce l'associazione di pietre e metalli ai vari segni zodiacali?


Probabilmente saranno state conoscenze segrete degli alieni insegnate da Lucifero (e collaboratori) durante il suo esilio sulla Terra circa dodici millenni fa, accadde prima del grande diluvio. Comunque inizialmente segni zodiacali venivano utilizzati nell'astronomia ad esempio, secondo le Scritture, "dio" vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona fu sera e fu mattina: sesto "giorno" - in alcune traduzioni è scritto "tempo" infatti s'intende giorno cosmico, c'entra la galassia e la precessione degli equinozi. I nomi dei pianeti di questo sistema stellare derivano dai nomi delle "divinità".. Poi c'è l'era dei Pesci, l'era dell'Acquario etc..



#5 purple

purple

  • Utenti
  • 4067 messaggi

Inviato 03 ottobre 2020 - 07:48

Non si sa, perché si parla di sumeri, assiri, babilonesi, quindi 4 tavolette cuneiformi in croce da interpretare. Per cui potrebbe aver ragione @Gabriel che  sia un insegnamento ricevuto da boh, "qualcuno", civiltà precedenti, Dio, alieni etc... Ma tolte queste ipotesi, restano quelle normalmente accreditate: osservazione e casistica, dei fenomeni meteorologici e degli accadimenti nei regni.



#6 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8957 messaggi

Inviato 04 ottobre 2020 - 07:42

Perchè dei fenomeni metereologici?



#7 purple

purple

  • Utenti
  • 4067 messaggi

Inviato 04 ottobre 2020 - 02:41

Perché guardando il corso delle stelle e dei pianeti è normale associarlo alle stagioni, alle maree e alle piene dei fiumi, ai fenomeni climatici passeggeri etc. Inoltre era importante nelle società agricole o pastorizie prevedere i cambiamenti del clima.

#8 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8957 messaggi

Inviato 05 ottobre 2020 - 08:00

Si, ma quella non è astronomia?

 

EDIT. Leggo ora per esempio: Saturno energia maschile, Marte energia femminile. Come si arriva a definire queste cose?



#9 purple

purple

  • Utenti
  • 4067 messaggi

Inviato 05 ottobre 2020 - 08:25

Non si sa, perché si parla di sumeri, assiri, babilonesi, quindi 4 tavolette cuneiformi in croce da interpretare. Per cui potrebbe aver ragione @Gabriel che sia un insegnamento ricevuto da boh, "qualcuno", civiltà precedenti, Dio, alieni etc... Ma tolte queste ipotesi, restano quelle normalmente accreditate: osservazione e casistica, dei fenomeni meteorologici e degli accadimenti nei regni.


L'astronomia era l'astrologia. Prima della rivoluzione scientifica non c'era separazione tra le due "scienze". Erano un solo sapere. Poi i vari "scienziati" potevano declinarla ognuno a modo proprio, chi poneva interesse solo nei calcoli astronomici, chi solo nelle conseguenze storiche della posizione dei pianeti, chi nelle associazioni mitologiche tra corpi celesti e divinità. I grandi astronomi arabi erano anche astrologi, fino a Tolomeo, e perfino Newton era ancora anche astrologo. Gli adoratori della scienza hanno bel dire che praticasse l'astrologia solo perché doveva campare, è un mito irrazionale che vogliono creare e se li fa felici buon per loro, ma Newton era anche astrologo e filosofo, punto. Ha scritto cose su questo.
La saldatura di cui parli tu, è quella che è avvenuta in modi diversi nelle diverse culture e spesso tra un autore e l'altro, tra la fenomenologia tangibile di ciò che si vede nel cielo (stelle, pianeti, comete, supernovae, movimenti dei corpi) e un sistema di credenze filosofiche con cui interpretarla. Ad esempio, se io ho un sistema filosofico basato su un dualismo maschile femminile, una quadripartizione degli elementi, un sistema numerico decimale e sessagesimale, lo calerò nel mio oggetto di studio. Ad esempio, studiando medicina, dirò che ci sono lo yin e lo yang, 4 umori nel corpo, dieci meridiani, etc (vedi medicina tradizionale cinese ad esempio). Così con l'astronomia: dividerò il cielo in 12 settori, I pianeti in maschili e femminili, li associerò a sette divinità che sono sette raggi di qualità etc...
Ma attenzione, non è che fossero associazioni fatte calzare a forza o campate in aria, piuttosto frutto delle osservazioni empiriche e al massimo viziate dai giudizi a priori di Kant, cioè le categorie cognitive indispensabili all'uomo per astrarre categorie dalla realtà, classificare, mettere in relazione queste categorie e classi e trarne leggi da verificare poi nella realtà stessa.

#10 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8957 messaggi

Inviato 05 ottobre 2020 - 09:28

Probabilmente saranno state conoscenze segrete degli alieni insegnate da Lucifero (e collaboratori) durante il suo esilio sulla Terra circa dodici millenni fa, accadde prima del grande diluvio.

Tornando all'ipotesi aliena, perchè a queste a conoscenze associ l'aggettivo ''segrete''?



#11 silvya

silvya

    kkkhhh??

  • Utenti
  • 10338 messaggi

Inviato 05 ottobre 2020 - 10:29

Io penso che i fenomeni meteorologici, è restrittivo...si parla proprio di calendari, non da intendendere nello stesso periodo stagionale, in pratica, da proprio, il prolungarsi o diminiurile della luce, alla rotazione delle galassia

...d.dd..ddddddd.d .    .
z.d


#12 Anarko

Anarko

    L'immancabile Luce dello Spirito

  • Utenti
  • 11680 messaggi

Inviato 06 ottobre 2020 - 06:53

Non mi andava di pensare ad un titolo visto che ho domande varie da fare, per questo ho riciclato una discussione della buonanima di Icarus.

 

 

Domande

 

Come nasce l'associazione di determinate caratteristiche a determinati pianeti nelle varie tradizioni astrologiche?

Per esempio perchè a Giove è associata la prosperità? Per dirne una. A Venere la sessualità?

 

Come nasce l'associazione di pietre e metalli ai vari segni zodiacali?

Mi accodo anche io alla discussione e alle domande.

Sono ignorante in materia ma la questione mi incuriosisce; se da una parte mi sembra strano che i pianeti influiscano su di noi o sugli eventi (in sintesi), dall'altra comunque non mi sento di negare la cosa a priori.

Anzi, mi viene da pensare che ci sia qualche "conoscenza" antica che poi si è sviluppata nel corso dei secoli, con le possibili distorsioni del caso.

Come magari è successo per alcune religioni, che dopo millenni hanno quasi perso il loro significato originario.

 

I pianeti e le stelle stanno sopra la testa di tutti quindi è una realtà "oggettiva".

E' facile ipotizzare che tutti i popoli abbiano osservato e studiato il cielo.

Sarebbe interessante ad esempio capire se tutte le varie correnti astrologiche (occidentale, orientale... ) siano concordi nell'interpretazione del "cielo" oppure no.

O quali punti in comune ci siano e quali sostanziali differenze.


Non vorrei mai guardarti negli occhi e non vedere più luce.


#13 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8957 messaggi

Inviato 06 ottobre 2020 - 08:44

Mi hai fatto venire in mente un'altra domanda: gli elementi, per gli occidentali sarebbero 4 e per i cinesi 5.  Come nasce l'associazione elemento-segno?

 

 

Avevo trovato questa cosa, è plausibile?

 

https://www.sapere.i...me-pianeti.html



#14 Anarko

Anarko

    L'immancabile Luce dello Spirito

  • Utenti
  • 11680 messaggi

Inviato 06 ottobre 2020 - 09:24

Il concetto è che se io chiamo un pianeta Venere (solamente) perchè è luminoso, vuol dire che tutte le altre caratteristiche che gli si attribuiscono in analogia con la Dea, sarebbero una mera convenzione.

E' plausibile ma mi sembra "riduttivo".

Boh.

 

Sicuramente i primi corpi celesti ad essere osservati sono stati il Sole e la Luna, per la vicinanza.

L'influsso del Sole era abbastanza evidente.

Per la Luna, si saranno accorti dell'influsso che ha sulle maree, sui raccolti, e su non so cos'altro.

Magari qualcuno avrà ipotizzato una qualche influenza anche da parte di tutti gli altri corpi celesti.


Non vorrei mai guardarti negli occhi e non vedere più luce.


#15 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5654 messaggi

Inviato 06 ottobre 2020 - 11:47

Credo che nell'ambito dell'astrologia debbano essere considerati influssi diversi da quelli prettamente fisici, cioè di tipo sottile.
Considerare un pianeta non solo per l'influenza in quanto corpo celeste, ma anche per ciò che a livello più sottile sprigiona.

Per quanto riguarda le associazioni, credo siano parecchio più antiche. Già i babilonesi associavano Venere a Ishtar la dea dell'amore (e della luce risplendente). La stella di Ishtar-inanna dovrebbe derivare da una stilizzazione del moto di Venere, se non ricordo male.
In antichità comunque era chiamata Lucifero, perché annunciava il sorgere del sole.
  • malia piace questo

#16 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8957 messaggi

Inviato 06 ottobre 2020 - 03:16

Credo che nell'ambito dell'astrologia debbano essere considerati influssi diversi da quelli prettamente fisici, cioè di tipo sottile.
Considerare un pianeta non solo per l'influenza in quanto corpo celeste, ma anche per ciò che a livello più sottile sprigiona.

 

Potresti fare un esempio terra terra di questo tipo di influssi?



#17 Frèyja

Frèyja

    Super Utente

  • Utenti
  • 5654 messaggi

Inviato 06 ottobre 2020 - 04:21

Potresti fare un esempio terra terra di questo tipo di influssi?

Non sono assolutamente esperta di astrologia eh, ma immagino che l'influsso planetario vada a influenzare il sistema sottile/energetico delle persone, attraverso una sorta di risonanza. Che possa quindi modellare la psiche e alterarla, in una certa misura.
Non credo nell'astrologia che ti dice cosa avverrà domani in base al tuo segno. Credo sia molto più complessa di così.
Fra l'altro ritengo che nel nostro piccolo, a livello di energia, siamo un complesso di forze che si rispecchiano anche nel cosmo, specie quello a noi più vicino. Quindi, per fare un esempio pratico da non addetta alla disciplina, immagino che se Mercurio tal giorno si trova in un certo punto, la mia forza mercuriale interna ne risentirà in qualche modo, a seconda di come è strutturata in me.
Astrologi non sparatemi.
  • malia piace questo

#18 silvya

silvya

    kkkhhh??

  • Utenti
  • 10338 messaggi

Inviato 06 ottobre 2020 - 05:03

Il mio post è solo di aggiunta, hai detto tante cose

...d.dd..ddddddd.d .    .
z.d


#19 Anarko

Anarko

    L'immancabile Luce dello Spirito

  • Utenti
  • 11680 messaggi

Inviato 08 ottobre 2020 - 03:48

Non sono assolutamente esperta di astrologia eh, ma immagino che l'influsso planetario vada a influenzare il sistema sottile/energetico delle persone, attraverso una sorta di risonanza. Che possa quindi modellare la psiche e alterarla, in una certa misura.
Non credo nell'astrologia che ti dice cosa avverrà domani in base al tuo segno. Credo sia molto più complessa di così.
Fra l'altro ritengo che nel nostro piccolo, a livello di energia, siamo un complesso di forze che si rispecchiano anche nel cosmo, specie quello a noi più vicino. Quindi, per fare un esempio pratico da non addetta alla disciplina, immagino che se Mercurio tal giorno si trova in un certo punto, la mia forza mercuriale interna ne risentirà in qualche modo, a seconda di come è strutturata in me.
Astrologi non sparatemi.

Quindi i pianeti hanno un proprio influsso percularie, uguale su tutti, ma l'effetto è diverso in quanto noi siamo diversi.

Un po' come la luce del sole che ha effetti diversi in base a cosa va illuminare.

Quello che mi piacerebbe sapere è come si sia arrivati a decodificare le varie influenze dei corpi celesti.

E' impossibile (secondo me) che l'astrologia, nella sua complessità, sia derivata dall'esperienza o da una sorta di studio statistico.

 

O come suggerisce il buon Gabriel, si tratta di una scienza infusa da qualche essere superiore, oppure è stata sviluppata da qualcuno che è stato in grado di riconnettersi con le proprie energie interiori. (che sono lo specchio di quelle celesti).

 

Capisco che sono questioni a cui è impossibile dare risposta certa, perchè bisogna scavare molto a fondo.

 

P.S. Che poi è la stessa cosa che vorrei fare ad esempio anche con i Tarocchi e capire cosa rappresentano in realtà.


Non vorrei mai guardarti negli occhi e non vedere più luce.


#20 malia

malia

    malia

  • Utenti
  • 8957 messaggi

Inviato 08 ottobre 2020 - 03:55

Quindi i pianeti hanno un proprio influsso percularie, ...

Non era un lapsus freudiano.


  • Il Morto piace questo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi