Europei 2012: Quando il gioco vale più della Vita

Venerdì 8 Giugno il fischio d’inizio di Polonia-Grecia ha scandito l’inizio degli europei di calcio 2012. Come se niente fosse successo tutti aspettano la partita della propria nazionale e fanno pronostici più o meno ottimisti ma qualcosa di grave è accaduto e non vi è traccia di questa notizia su telegiornali e quotidiani. Si parla solo di gironi, tattiche di gioco scelte dagli allenatori, calendari delle partite. E i cani?

Da due anni in Ucraina vengono sterminati migliaia di cani randagi con la sola colpa di non avere una casa e quindi di conferire un’immagine poco consona al paese sede di Euro 2012. Il fenomeno del randagismo in Ucraina ha da anni dimensioni importanti e il
governo, in vista dell’importante manifestazione calcistica, ha dovuto ripulire le strade delle città ma, anzichè attivare campagne di sterilizzazione e recupero degli animali, ha deciso di sterminarli. In questi anni sono stati uccisi nei modi più cruenti migliaia di innocenti creature, avvelenati, colpiti da colpi di arma da fuoco, bruciati in appositi forni crematori, a volte addirittura sepolti vivi. Nessuno ha fermato questo massacro che ancora oggi continua. L’indifferenza dei media è disarmante, possibile che tutto sia
lecito per la salvaguardia del divino calcio?

F.P.

Condividi

PinIt